8 Apr [21:20]

Rally di Romagna
Pisi festeggia con la Fiesta R5

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Alessio Pisi navigato da Daniele Conti si è aggiudicato con autorità il 12° Rally di Romagna, gara d’apertura del Campionato Regionale Acisport prendendo la testa della gara fin dal primo appuntamento cronometrato ed incrementando il vantaggio prova dopo prova. Il pilota ligure ha saputo ben adattarsi alla sua nuova vettura, l’impegnativa Ford Fiesta R5 ed ha così, dopo il terzo posto nel 2016 con la piccola Citroen C2, il secondo lo scorso anno con la Abarth Grande Punto, sigillato la vittoria alla gara organizzata dalla Prosevent. Alle spalle dei vincitori il protagonista della scorsa edizione Vellani che con il fido Cangini ha  utilizzato la Peugeot 208 T16, che ha guadagnato punti utili ed importanti per il Campionato che ha vinto nel 2017. Bagarre per la terza piazza che ha visto nelle battute finali in evidenza il Campione Turco Rally 2017 Cukurova che con Kogoglu divideva l’usuale Skoda Fabia R5. Addirittura il forte pilota turco si è aggiudicato le ultime due prove speciali ed approfittando dei guai elettrici di Brusori nella penultima prova ha sopravanzato l’avversario. Esordio agro dolce per Brusori e Carrugi con la Ford Fiesta R5 con cui si è subito ben adattato e che ha avuto noie nel finale che gli hanno perdere in un colpo una quarantina di secondi e scendere sotto il podio. Costante e veloce Casadei che con Isidori ha sempre più preso confidenza con la Ford Fiesta R5 costantemente in quinta posizione assoluta permettendo con i risultati di Brusori e Simoni di far aggiudicare la Coppa di scuderia alla X Race Sport.
 
Grande gara per il sammarinese Vagnini che con Baldazzi divideva una nuova Renault Clio R3 che oltre a cogliere la sesta posizione assoluta ha anche vinto tra le vetture due ruote motrici dopo una bella bagarre con il duo Ottaviani-Graffietti invece con la inossidabile Renault Clio Williams. Ottavi assoluti Lessi-Billi con la Peugeot 208 che hanno preceduto i turchi Unludogan-Samican con la Renault Clio S1600. Chiudono i top ten Turrini-Bucciarelli con la loro Citroen C2. Da rilevare i ritiri del friuliano De Cecco che era in zona podio assoluto e che era venuto a testare l’evoluzione della Hyundai i20 ma costretto a abbandonare anzitempo per noie elettriche. Altro ritiro eccellente per noie meccaniche per il rientrante Bandieri che dopo tredici anni di inattività ha ripreso proprio in occasione del Rally di Romagna.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone