5 Mag [19:48]

Canarie - Finale
Lukyanuk passo da campione

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Marco Minghetti

Ormai un aficionado delle Isole Canarie, su un asfalto dove ha già raccolto un secondo posto nel 2016 e una vittoria l’anno successivo, Alexey Lukyanuk concede il bis con l’autorità del campione. Il forte e sempre funambolico pilota russo, ha comunque trascorso un sabato di tutta tranquillità aumentando a piacimento il distacco sui rivali e concedendosi pure il lusso di vincere cinque delle sei prove speciali in programma. Una operazione perfetta in ottica campionato per il simpatico moscovita, che dopo il successo alle Azzorre inanella altri punti pesanti nella classifica dell’Europeo.

Il podio è stato completato dal connazionale Nikolay Gryazin e dal tedesco Fabian Kreim. Problemi, invece, per il figlio d’arte Pierre-Louis Loubet che, solidamente piazzato in quinta piazza, è stato costretto al ritiro per problemi elettrici sulla sua Hyundai i20 R5. La posizione è poi andata al connazionale Laurent Pellier in gara con una Peugeot 208 T16 del tean Sainteloc. In ERC3 vittoria di Florian Bernardi che ha preceduto Diogo Gago di 35 secondi.

La classifica finale

1. Lukyanuk-Arnautov (Ford Fiesta R5) - 2.06’23”6
2. Gryazin-Fedorov (Skoda Fabia R5) + 51”4
3. Kreim-Christian (Skoda Fabia R5) + 1’29”5
4. Suarez-Carrera (Hyundai i20 R5) + 1’48”4
5. Pellier-Combe (Peugeot 208 T16 R5) + 1’49”9
6. Grzyb-Wrobel (Skoda Fabia R5) + 2’04”5
7. Magalhaes-Magalhaes (Skoda Fabia R5) + 2’21”1
8. Ares-Pintor (Hyundai i20 R5) + 2’23”1
9. Fuster-Avino (Ford Fiesta R5) + 2’24”3
10. Brynildsen-Eriksen (Ford Fiesta R5) + 2’25”9

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone