formula 1

Giuliano Alesi, primo test F1:
così si è congedato dalla Ferrari

Jacopo Rubino

28 novembre 1990, la data del primo test in Ferrari di Jean Alesi con la 641, ve...

Leggi »
Mondiale Rally

Monaco - 4° giorno
Vince Ogier, doppietta Toyota

Massimo Costa

Debuttare nel ruolo di team principal Toyota ottenendo una doppietta nella prima prova del...

Leggi »
8 Lug [13:54]

Silverstone, libere: Gasly leader
dopo un brutto incidente stradale

Massimo Costa

C'era stata apprensione per Pierre Gasly stamane quando nel paddock si era sparsa la voce che il francese del programma Junior Red Bull e del team Prema, era rimasto coinvolto in un brutto incidente stradale mentre si avvicinava al circuito di Silverstone. Per evitare una vettura che aveva fatto inversione, chi guidava l'auto con Gasly passeggero ha dovuto sterzare bruscamente finendo a testa in giù per quattro volte. Arrivato in qualche maniera in pista, Gasly è stato visitato dal medico della Red Bull, poi dal centro medico di Silverstone. È quindi arrivato il nulla osta per partecipare al turno libero. Purtroppo è andata peggio alla madre di Pierre, in auto con lui, per la quale si parla di qualche ferita, comunque non grave.

Nonostante questa situazione psicologica pesante, Gasly ha svolto meravigliosamente il proprio lavoro segnando fin dai primi minuti della sessione il tempo di 1'39"890 che lo ha tenuto in cima alla classifica fino alla bandiera a scacchi. Sirotkin del team ART lo ha avvicinato con 1'40"045 (ai box si è lavorato sul DRS) mentre terzo ha chiuso un finalmente convincente Arthur Pic del team Rapax. Buon quarto Antonio Giovinazzi della Prema mentre Raffaele Marciello (Russian Time), leader del campionato, ha concluso tredicesimo. Luca Ghiotto per un problema tecnico è invece rimasto fermo lungo il percorso percorrendo appena 10 giri. Da segnalare qualche "svarione" senza conseguenze di Sergio Canamasas chiuso da Oliver Rowland, Alex Lynn e Patric Armand.

Venerdì 8 luglio 2016, libere

1 - Pierre Gasly - Prema - 1'39"890 - 17 giri
2 - Sergey Sirotkin - ART - 1'40"045 - 17
3 - Arthur Pic - Rapax - 1'40"154 - 20
4 - Antonio Giovinazzi - Prema - 1'40"217 - 19
5 - Alex Lynn - Dams - 1'40"227 - 20
6 - Norman Nato - Racing Engineering - 1'40"249 - 17
7 - Oliver Rowland - MP Motorsport - 1'40"365 - 16
8 - Jordan King - Racing Engineering - 1'40"507 - 19
9 - Nobuharu Matsushita - ART - 1'40"647 - 19
10 - Artem Markelov - Russian Time - 1'40"671 - 19
11 - Mitch Evans - Campos - 1'40"704 - 18
12 - Luca Ghiotto - Trident - 1'40"760 - 10
13 - Raffaele Marciello - Russian Time - 1'40"888 - 17
14 - Marvin Kirchhofer - Carlin - 1'40"959 - 17
15 - Sergio Canamasas - Carlin - 1'41"111 - 18
16 - Nicholas Latifi - Dams - 1'41"215 - 19
17 - Nabil Jeffri - Arden - 1'41"696 - 18
18 - Gustav Malja - Rapax - 1'41"705 - 21
19 - Daniel De Jong - MP Motorsport - 1'42"426 - 18
20 - Sean Gelael - Campos - 1'42"594 - 21
21 - Patric Armand - Trident - 1'42"685 - 20
22 - Jimmy Eriksson - Arden - 1'43"034 - 18

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone