17 Lug [14:53]

Il Lausitzring cambia proprietà
e dirà addio al motorsport

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Jacopo Rubino

Sorpresa: il tracciato del Lausitzring, a partire dal 1° novembre, chiuderà al pubblico e dirà addio alle gare motoristiche. L'annuncio è arrivato nella giornata di oggi, ufficializzando l'acquisto dell'impianto da parte di Dekra, il colosso operante nei servizi per l'industria automotive che già gestisce nelle vicinanze un polo tecnologico inaugurato nel 2003.

Con investimenti stimati attorno ai 30 milioni di euro e l'assunzione di altro personale, nei prossimi mesi il circuito verrà trasformato in un banco di prova per lo sviluppo dei sistemi a guida autonoma. "L'acquisto del Lausitzring e l'integrazione con il Dekra Technology Center sono un passo decisivo in questa direzione", ha spiegato il presidente dell'azienda Stefan Kolbl.

"Eravamo di fronte all'interrogativo su cosa fare del circuito a lungo termine, visti gli investimenti necessari. Dal nostro punto di vista, abbiamo trovato una buona soluzione", ha sostenuto Josef Meier, fino a qui responsabile dell'Eurospeedway sotto la vecchia proprietà.

Ultimato nel 2000, il Lausitzring è stato da allora tappa fissa per il DTM, e di numerose edizioni del Gran Premio di Germania della Superbike, che qui tornerà il mese prossimo in quello che sarà l'ultimo evento agonistico internazionale previsto. In passato l'Eurospeedway ha accolto anche la A1GP e soprattutto (sull'ovale) la vecchia serie CART, nel tentativo di espansione della massima formula americana in Europa: tristemente noto l'incidente di Alex Zanardi nel 2001, avvenuto pochi mesi dopo quello costato la vita a Michele Alberto in una sessione di collaudi privati con il prototipo Audi R8.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone