31 Lug [0:25]

Mid-Ohio, gara: spettacolo Newgarden

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Marco Cortesi

Josef Newgarden ha conquistato a Mid-Ohio la sua terza vittoria dell’anno continuando nella sua eccellente stagione di debutto al team Penske. Il pilota di Nashville stavolta ha però fatto tutto da solo, senza coincidenze strategiche o di fortuna. Al tredicesimo giro, dopo essersi accodato a Will Power in partenza, ha affondato il rivale con una doppia finta, lasciandolo sul posto ed involandosi per tutti i passaggi rimanenti. Il suo passo globale, con gomme morbide o dure, è stato impossibile per tutti gli altri.

Power si è così dovuto accontentare del secondo posto, vedendosi privato di un’ultima chance di andare all’assalto dalla vettura di Esteban Gutierrez, rimasta “in mezzo” da doppiata all’unico re-start della giornate. Power si è poi ben difeso da Graham Rahal, mentre Simon Pagenaud ha chiuso quarto davanti al duo Andretti composto da Takuma Sato e Alexander Rossi. Proprio con Rossi ha avuto un “incontro” Ryan Hunter-Reay, che è finito in testacoda prima di concludere ottavo, mentre Scott Dixon ha pagato l’instabilità della propria vettura, tradita dal troppo sovrasterzo. Anche Helio Castroneves non si è espresso al meglio con una prima sosta che gli ha fatto perdere qualche posizione.

Si è messo invece in mostra Conor Daly, decimo con un team Foyt finalmente un po’ in miglioramento, mentre Mikhail Aleshin ha terminato quattordicesimo senza sorprese. Diciannovesimo Spencer Pigot, protagonista di un gran botto frontale contro il muro dell’ultima curva nel corso del warm-up. Il pilota della Florida ha comunque corso, anche se un po’ dolorante. Grazie al suo terzo successo dell'anno, Newgarden ha soffiato a Dixon il primo posto in graduatoria piloti.

Domenica 31 luglio 2017, gara

1 - Josef Newgarden (Dallara DW12-Chevy) – Penske - 90 giri
2 - Will Power (Dallara DW12-Chevy) – Penske - 5"1556
3 - Graham Rahal (Dallara DW12-Honda) – RLL - 6"3129
4 - Simon Pagenaud (Dallara DW12-Chevy) – Penske - 6"8807
5 - Takuma Sato (Dallara DW12-Honda) – Andretti - 7"3092
6 - Alexander Rossi (Dallara DW12-Honda) – Andretti - 9"0266
7 - Helio Castroneves (Dallara DW12-Chevy) – Penske - 11"6809
8 - Ryan Hunter-Reay (Dallara DW12-Honda) – Andretti - 12"3623
9 - Scott Dixon (Dallara DW12-Honda) – Ganassi - 18"1857
10 - Conor Daly (Dallara DW12-Chevy) – Foyt - 20"5661
11 - James Hinchcliffe (Dallara DW12-Honda) – SPM - 27"3241
12 - Marco Andretti (Dallara DW12-Honda) – Andretti - 29"9928
13 - Charlie Kimball (Dallara DW12-Honda) – Ganassi - 31"1248
14 - Mikhail Aleshin (Dallara DW12-Honda) – SPM - 32"5958
15 - Max Chilton (Dallara DW12-Honda) – Ganassi - 33"1095
16 - Tony Kanaan (Dallara DW12-Honda) – Ganassi - 36"1997
17 - JR Hildebrand (Dallara DW12-Chevy) – ECR - 1’00"8248
18 - Carlos Munoz (Dallara DW12-Chevy) – Foyt - 1 giro
19 - Spencer Pigot (Dallara DW12-Chevy) – ECR - 1 giro
20 - Esteban Gutierrez (Dallara DW12-Honda) – Coyne - 1 giro
21 - Ed Jones (Dallara DW12-Honda) – Coyne - 2 giri

Il campionato
1. Newgarden 453; 2. Castroneves 446; 3. Dixon 445; 4. Pagenaud 436; 5. Power 400.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone