31 Lug [19:02]

Ipswich, gare: si rivede Mostert

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Silvano Taormina

Si è chiuso con un pareggio tra Scott McLaughlin e Chaz Mostert il fine settimana del Supercars Championship a a Ipswich, prova che segna l'inizio della volata finale della popolare categoria australiana. Una vittoria e un secondo posto a testa per i due portacolori della Ford, schierati rispettivamente da DJR Penske e Prodrive. McLaughlin, autore anche delle due pole position con tanto di record del tracciato in Q2, con i risultati conseguiti nel Queensland estende la propria leadership in campionato. Mostert, invece, riassapora il successo che gli mancava dall'appuntamento di Phillip Island dello scorso aprile.

Il giovane neozelandese ha fatto sua la gara del sabato soffiando la leadership per ben due volte a Craig Lowndes. L'alfiere del Triple Eight si è portato in testa alla prima curva subendo il ritorno del rivale dopo una decina di tornate. Riacciuffata la prima posizione durante il valzer dei pit-stop, non è stato in grado di mantenerla nell'ultimo stint in cui è andato in crisi con gli pneumatici. Problematica che non gli ha permesso di mantenersi in zona podio scivolando fino alla quinta posizione finale. A beneficiarne Tim Slade, quarto sotto la bandiera a scacchi dopo aver perso due posizioni nel giro finale a favore di Mostert e Van Gisbergen che hanno completato il podio.

Gara 2 lasciava presagire l'ennesima prova di forza da parte di McLaughlin, scattato ancora una volta dalla prima posizione in griglia. Un avvio non proprio felice, però, lo ha costretto ad inseguire sin da subito. La corsa è stata dominata da Mostert che solo nello stint finale, condizionato da un ingresso della safety-car per rimuovere dei detriti, si è dovuto vedere alle spalle dal leader del campionato. McLaughlin, in occasione del restart, ha improvvisato un paio di tentativi d'attacco ma ben presto si è dovuto difendere a sua volta da Van Gisbergen che ha provato a soffiargli la piazza d'onore.

A Ispwich è mancato Fabian Coulthard, solo sesto in gara 1 e quinto in quella successiva dove ha buttato all'aria un piazzamento a podio a causa di una strategia che lo ha visto anticipare entrambi i cambi-gomme ma che alla fine non ha pagato. Discorso simile per Jamie Whincup, che perde terreno in campionato, quarto nella prova domenicale dopo un sabato decisamente negativo che lo ha visto dapprima retrocesso in griglia per un contatto con Moffat nelle qualifiche e successivamente rallentato in gara da un problema alle prese d'aria. Dispersi Mark Winterbottom, incapace di andare oltre il nono posto di gara 1, e James Courtney nonostante il giro più veloce segnato nella medesima corsa.

Lontana dai radar la Nissan, con il solo Rick Kelly intravisto in top-ten nell'arco del weekend. Quando manca la sola prova di Eastern Creek prima delle gare endurance, McLaughlin rafforza la prima posizione in campionato su Whincup. Seguono Coulthard, Van Gisbergen e Mostert, più distaccati ma con buone possibilità di recupero negli appuntamenti a venire.

Sabato 29 luglio 2017, gara 1

1 - Scott McLaughlin (Ford Falcon) - DJR Penske - 39 giri 46'36''525
2 - Chaz Mostert (Ford Falcon) - Nash - 3''247
3 - Shane Van Gisbergen (Holden Commodore) - Triple Eight - 4''701
4 - Tim Slade (Holden Commodore) - BJR - 5''159
5 - Craig Lowndes (Holden Commodore) - Triple Eight - 9''085
6 - Fabian Coulthard (Ford Falcon) - DJR Penske - 9''580
7 - Nick Percat (Holden Commodore) - BJR - 14''456
8 - Rick Kelly (Nissan Altima) - Kelly Racing - 17''244
9 - Mark Winterbottom (Ford Falcon) - Prodrive - 17''437
10 - David Reynolds (Holden Commodore) - Erebus - 20''665
11 - Garth Tander (Holden Commodore) - GRM - 21''254
12 - Lee Holdsworth (Holden Commodore) - Schwerkolt - 21''748
13 - Scott Pye (Holden Commodore) - Walkinshaw - 23''077
14 - James Courtney (Holden Commodore) - Walkinshaw - 24''750
15 - Michael Caruso (Nissan Altima) - Kelly Racing - 26''638
16 - Cameron Waters (Ford Falcon) - Prodrive - 27''514
17 - Will Davison (Holden Commodore) - Tekno - 32''094
18 - Todd Kelly (Nissan Altima) - Kelly Racing - 33''172
19 - Jack LeBroq (Nissan Altima) - MW - 39''198
20 - Jamie Whincup (Holden Commodore) - Triple Eight - 39''547
21 - im Blanchard (Holden Commodore) -BJR - 40''106
22 - Todd Hazelwood (Holden Commodore) - Stone - 41''736
23 - Dale Wood (Holden Commodore) - Erebus - 42''932
24 - James Golding (Holden Commodore) - GRM - 44''112
25 - Shae Davies (Nissan Altima) - MW - 45''406
26 - Alex Davison (Holden Commodore) - Dumbrell - 48''500
27 - Simona De Silvestro (Nissan Altima) - Kelly Racing - 2 giri

Giro più veloce: James Courtney 1'09''722

Ritirati
33° giro - Jason Bright
31° giro - James Moffat
1° giro - Alex Rullo

Domenica 30 luglio 2017, gara 2

1 - Chaz Mostert (Ford Falcon) - Nash - 65 giri in 1.21'42''765
2 - Scott McLaughlin (Ford Falcon) - DJR Penske - 0''733
3 - Shane Van Gisbergen (Holden Commodore) - Triple Eight - 1''227
4 - Jamie Whincup (Holden Commodore) - Triple Eight - 2''732
5 - Fabian Coulthard (Ford Falcon) - DJR Penske - 3''253
6 - Craig Lowndes (Holden Commodore) - Triple Eight - 4''519
7 - Tim Slade (Holden Commodore) - BJR - 4''912
8 - Cameron Waters (Ford Falcon) - Prodrive - 5''541
9 - David Reynolds (Holden Commodore) - Erebus - 7''111
10 - Mark Winterbottom (Ford Falcon) - Prodrive - 10''136
11 - Jason Bright (Ford Falcon) - Britek - 10''402
12 - Todd Kelly (Nissan Altima) - Kelly Racing - 11''650
13 - Rick Kelly (Nissan Altima) - Kelly Racing - 11''873
14 - James Moffat (Holden Commodore) - GRM - 12''991
15 - Garth Tander (Holden Commodore) - GRM - 13''203
16 - Scott Pye (Holden Commodore) - Walkinshaw - 14''125
17 - Tim Blanchard (Holden Commodore) -BJR - 18''128
18 - Todd Hazelwood (Holden Commodore) - Stone - 18''517
19 - Simona De Silvestro (Nissan Altima) - Kelly Racing - 19''561
20 - Lee Holdsworth (Holden Commodore) - Schwerkolt - 20''429
21 - James Golding (Holden Commodore) - GRM - 20''879
22 - Shae Davies (Nissan Altima) - MW - 21''395
23 - James Courtney (Holden Commodore) - Walkinshaw - 1 giro
24 - Nick Percat (Holden Commodore) - BJR - 1 giro
25 - Alex Rullo (Holden Commodore) - Dumbrell - 1 giro
26 - Alex Davison (Holden Commodore) - Dumbrell - 1 giro

Giro più veloce: Scott McLaughlin 1'09''816

Ritirati
41° giro - Dale Wood
38° giro - Will Davison
25° giro - Michael Caruso
18° giro - Jack LeBrocq

Il campionato
1. McLaughlin 1896; 2. Whincup 1767; 3. Coulthard 1663; 4. Van Gisbergen 1635; 5. Mostert 1545; 6. Winterbottom 1335; 7. Lowndes 1317; 8. Reynolds 1221; 9. Tander 1212; 10. Waters 1210.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone