15 Apr [11:31]

Le Castellet, gara 2
Fewtrell vince con autorità

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Jacopo Rubino

Questa volta Max Fewtrell non ha sprecato l'occasione: partito ancora dalla pole-position, quella ottenuta nella Q1 del venerdì, ha fatto sua con autorità gara 2 della Formula Renault Eurocup a Le Castellet. Impeccabile al via, il britannico ha mantenuto la situazione sotto controllo anche dopo la safety-car intervenuta al giro 5 per l'incidente fra Najiy Razak e Clement Novalak, che ha azzerato i distacchi.

La ripartenza è avvenuta quando mancavano poco meno dei sei minuti al termine, con il portacolori della R-Ace sempre braccato Yifei Ye. Il cinese del team Kaufmann scattava dalla prima fila ma non è mai riuscito a minacciare il leader, pur autore del best lap, ed è così rimasto in seconda posizione. A completare il podio, Christian Lundgaard: il danese in apertura ha scavalcato Victor Martins, poi ha ereditato la terza posizione grazie al clamoroso stop di Logan Sargeant.

L'americano, trionfatore ieri in gara 1, ha infatti dovuto parcheggiare a bordo pista durante la fase di neutralizzazione, per un problema al cambio rimasto bloccato in sesta marcia. Un episodio che lancia Fewtrell come capoclassifica al termine di questo round di apertura della stagione: il campione 2016 della British F4 ha 43 lunghezze, mentre Ye insegue a quota 33 e Sargeant resta fermo a 25.

Buon quinto Richard Verschoor, che ha preceduto Oscar Piastri. L'alfiere Arden, dopo il restart, è stato protagonista di uno spettacolare salto sul cordolo che non sembra però aver danneggiato la vettura. Alle sue spalle il connazionale Thomas Maxwell, che ha "salvato" la giornata della JD Motorsport visto che Lorenzo Colombo (quarto in gara 1) nelle battute finali è incappato in un contatto con Raul Guzman, quando battagliavano per il nono posto. Fuori dai giochi anche Alexander Smolyar, che era sesto e stava disputando un'ottima prova.

Ottavo Alex Peroni, altro australiano, poi Neil Verhagen e Max Defourny, che chiude il weekend al Paul Ricard con un solo punticino raccolto. Un po' poco, per chi al quarto anno nella categoria è considerato quasi di diritto fra i pretendenti al titolo.

Domenica 15 aprile 2018, gara 2

1 - Max Fewtrell - R-Ace - 14 giri 32'44"721
2 - Yifei Ye - Kaufmann - 0"596
3 - Christian Lundgaard - MP Motorsport - 2"759
4 - Victor Martins - R-Ace - 3"552
5 - Richard Verschoor - Kaufmann - 4"352
6 - Oscar Piastri - Arden - 6"714
7 - Thomas Maxwell - JD Motorsport - 8"238
8 - Alex Peroni - MP Motorsport - 8"909
9 - Neil Verhagen - Tech 1 - 12"644
10 - Max Defourny - MP Motorsport - 13"568
11 - Alexander Vartanyan - Arden - 14"078
12 - Charles Milesi - R-Ace - 15"085
13 - Sami Taoufik - Arden - 15"418
14 - Christian Munoz - AVF - 16"072
15 - Arthur Rougier - Fortec - 16"338
16 - Axel Matus - AVF - 16"934
17 - Thomas Neubauer - Tech 1 - 17"566
18 - Frank Bird - Tech 1 - 20"870
19 - Vladimir Tziortzis - Fortec - 21"126
20 - Eliseo Martinez - AVF - 28"055 *
21 - Lorenzo Colombo - JD Motorsport - 1 giro
22 - Raúl Guzman - Fortec - 1 giro

* 10 secondi di penalità per partenza anticipata

Giro più veloce: Yifei Ye 2'02"549

Ritirati
9° giro - Logan Sargeant
5° giro - Najiy Razak
5° giro - Clement Novalak
2° giro - Xavier Lloveras

Il campionato
1.Fewtrell 43 punti; 2.Ye 33; 3.Sargeant, Lundgaard 25; 5.Piastri 16; 6.Martins, Colombo 12; 8.Verschoor 10; 9.Verhagen 8; 10.Maxwell 7

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone