23 Apr [11:58]

Phillip Island, gare
McLaughlin sale in cattedra

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Silvano Taormina

Una doppietta che fa morale. Una doppietta che lo proietta in cima alla classifica piloti e lo rilancia nella sua rincorsa al titolo. Quel titolo che quest'anno non deve lasciarsi sfuggire dopo che lo scorso anno lo ha gettato al vento a pochi kilometri dalla fine. Scott McLaughlin lascia Phillip Island con in tasca due vittorie, altrettante pole e giri veloci in gara ma, soprattutto, la consapevolezza che la Ford è ancora della partita dopo il discusso dominio della Holden nelle prime due tappe. In gara 1 si è imposto sul campo quando, poco dopo la seconda finestra dei pit-stop, ha infilato Whincup che al pronti-via lo aveva beffato dalla seconda piazzola in girglia.

Il portacolori del Triple Eight ha accusato sul traguardo meno di un secondo di distacco ma, a motori spenti, è stato retrocesso in quattordicesima posizione per eccesso di velocità in pit-lane. La piazza d'onore l'ha ereditata Rick Kelly, finalmente in lotta con i primi con la sua Nissan Altima. La coppa del terzo classificato, invece, l'ha ricevuta Shane Van Gisbergen nonostante una gara travagliata. Il neozelandese ha lamentato problemi di sottosterzo che, in occasione della seconda sosta, lo hanno indotto alla scelta insolita di cambiare il volante optando per uno di dimensioni maggiori.

A seguire un buon Craig Lowndes che nel finale ha ricevuto il via libera dal muretto per sopravanzare il compagno Van Gisbergen, in quel momento più lento, con l'obiettivo di riacciuffare Kelly. La mossa non è riusciuta e così negli ultimi metri Lowndes ha correttamente restituito la posizione al team-mate. Altrettanto vivace gara 2, con McLaughlin che ancora una volta ha sbagliato la partenza lasciando strada a Kelly, Reynolds e Whincup. Al quinto giro Courtney ha dovuto abbandonare la sua Commodore all'ingresso della corsia box chiamando in causa la safety-car e, al contempo, impendendo al resto del plotone di anticipare eventualmente la sosta.

Al restart McLaughlin ha infilato in sequenza i tre che lo precedevano procedendo spedito verso la vittoria. La lotta per il secondo posto ha visto Reynolds prevalere su Kelly che ha portato a casa un altro podio per la Nissan. I segnali di ripresa delle vetture giapponesi li ha confermati anche Caruso che ha completato la top-five. Davanti a lui Fabian Coulthard, desideroso di rivincita dopo una difficile gara 1 che lo ha visto risalire dal fondo dopo una penalità a fine Q1 per irregolarità tecnica. Più indietro i tre alfieri del Triple Eight, sottotono ma comunque in top-ten.

Giornata difficle per l'altro team Ford, il Tickford Racing, incapace di avvicinare il gruppo di testa con Mostert e Winterbottom. Con il doppio successo di Phillip Island, McLaughlin si porta in testa al campionato seguito a distanza debita da Reynolds. Il passo falso di Whincup lo fa scivolare di colpo dalla prima alla quinta posizione in graduatoria, preceduto ora anche dai compagni Van Gisbergen e Lowndes.

Sabato 21 aprile, gara 1

1 - Scott McLaughlin (Ford Falcon) - DJR Penske - 57 giri 1.30'50''568
2 - Rick Kelly (Nissan Altima) - Kelly - 2''404
3 - Shane Van Gisbergen (Holden Commodore) - Triple Eight -9''084
4 - Craig Lowndes (Holden Commodore) - Triple Eight -12''283
5 - Chaz Mostert (Ford Falcon) - Tickford -13''557
6 - David Reynolds (Holden Commodore) - Erebus -18''333
7 - Anton De Pasquale (Holden Commodore) - Erebus - 18''854
8 - Will Davison (Ford Falcon) - 23Red - 31''539
9 - Scott Pye (Holden Commodore) - WAU - 32''344
10 - Tim Slade (Holden Commodore) - BJR - 32''492
11 - Garth Tander (Holden Commodore) - GRM -33''602
12 - Fabian Coulthard (Ford Falcon) - DJR Penske -33''946
13 - Mark Winterbottom (Ford Falcon) - Tickford - 34''454
14 - Jamie Whincup (Holden Commodore) - Triple Eight - 38''896*
15 - Andre Heimgartner (Nissan Altima) - Kelly - 39''800
16 - Cameron Waters (Ford Falcon) - Tickford - 44''929
17 - James Courtney (Holden Commodore) - WAU - 45''403
18 - Michael Caruso (Nissan Altima) - Kelly - 45''855
19 - Richie Stanaway (Ford Falcon) - Tickford - 53''351
20 - Jack Le Brocq (Holden Commodore) - Tekno - 54''894
21 - Tim Blanchard (Holden Commodore) - BJR - 1'12''600
22 - Lee Holdsworth (Holden Commodore) - Schwerkolt - 1'13''471
23 - Simona De Silvestro (Nissan Altima) - Kelly - 1'24'841
24 - Todd Hazelwood (Ford Falcon) - Stone - 1'28''866

Giro più veloce: Scott McLaughlin 1'32''158

Ritirati
50° giro - James Golding
45° giro - Nick Percat

Domenica 22 aprile, gara 2

1 - Scott McLaughlin (Ford Falcon) - DJR Penske - 57 giri 1.33'03''582
2 - David Reynolds (Holden Commodore) - Erebus - 0''669
3 - Rick Kelly (Nissan Altima) - Kelly - 3''949
4 - Fabian Coulthard (Ford Falcon) - DJR Penske - 5''215
5 - Michael Caruso (Nissan Altima) - Kelly - 11''594
6 - Shane Van Gisbergen (Holden Commodore) - Triple Eight - 12''541
7 - Craig Lowndes (Holden Commodore) - Triple Eight - 14''344
8 - Chaz Mostert (Ford Falcon) - Tickford - 19''203
9 - Jamie Whincup (Holden Commodore) - Triple Eight - 23''335
10 - Garth Tander (Holden Commodore) - GRM - 27''898
11 - Scott Pye (Holden Commodore) - WAU - 28''427
12 - Tim Slade (Holden Commodore) - BJR - 28''693
13 - Nick Percat (Holden Commodore) - BJR - 32''245
14 - Andre Heimgartner (Nissan Altima) - Kelly - 36''168
15 - Mark Winterbottom (Ford Falcon) - Tickford - 40''678
16 - Anton De Pasquale (Holden Commodore) - Erebus - 43''646
17 - Cameron Waters (Ford Falcon) - Tickford - 51''618
18 - Jack Le Brocq (Holden Commodore) - Tekno - 56''211
19 - James Golding (Holden Commodore) - GRM - 59''114
20 - Richie Stanaway (Ford Falcon) - Tickford - 1'01''572
21 - Will Davison (Ford Falcon) - 23Red - 1'02''77
22 - Simona De Silvestro (Nissan Altima) - Kelly - 1'03''478
23 - Tim Blanchard (Holden Commodore) - BJR - 1'03''935
24 - Todd Hazelwood (Ford Falcon) - Stone - 1'12''85

Giro più veloce: Scott McLaughlin 1'32''080

Ritirati
46° giro - Lee Holdsworth
5° giro - James Courteny

* 38 secondi di penalità sul tempo finale per eccesso di velocità in corsia box

Il campionato
1. McLaughlin 947; 2. Reynolds 887; 3. Van Gisbergen 849; 4. Lowndes 813; 5. Whincup 805; 6. Pye 745; 7. Mostert 695; 8. Courtney 678; 9. Coulthard 662; 10. Slade 626.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone