3 Ago [15:01]

Oschersleben, gara 1
Backman beffa Lloyd nel finale

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Michele Montesano

La prima manche della TCR Europe, svoltasi nella Motorpsort Arena di Oschersleben, è andata ad Andreas Bäckman. Non è stata una gara facile per il pilota Hyundai che inizialmente si è visto sfilare da Daniel Lloyd. Solamente dopo una rimonta furiosa, a tre giri dalla bandiera a scacchi, Bäckman è riuscito a riprendersi la vetta e il successo di gara 1. Il pilota del team Brutal Fish, non solo ha perso la prima posizione, ma nelle ultime fasi di gara ha dovuto cedere anche la seconda piazza a favore di Nelson Panciatici.

Santiago Urrutia è stato costretto a partire dalla pit-lane perché i meccanici hanno lavorato fino all’ultimo sulla sua Audi per l’ennesimo problema al radiatore. Allo start, Bäckman si è fatto subito beffare da Lloyd che ha preso il comando delle operazioni fin dalla prima curva. Ottimo spunto per Jessica Bäckman (la sorella di Andreas) che ha infilato Panciatici. I due si sono toccati e la pilotessa di casa Target Competition ha perso il controllo della sua Hyundai colpendo la Hyundai di Natan Bhiel che, a sua volta, ha centrato la Peugeot di Aurelien Comte: rritiro immediato per tutti e tre i piloti. A salutare la compagnia anche Gilles Magnus che ha parcheggiato la sua Audi a bordo pista.

Lloyd ha cercato di aumentare il vantaggio nei confronti di Bäckman, ma lo svedese ha continuato a pressare il pilota di casa Honda mantenendo costante il distacco. A centro gruppo, Davit Kajaia ha cercato di farsi largo per conquistare la top-10, ma il georgiano è arrivato al contatto con Alex Morgan. Gli steward hanno deciso di punire la manovra del pilota del team PCR con un drive-through, ma Kajaia ha continuato senza passare dai box e, di conseguenza, è stata immediata l’esposizione della bandiera nera nei suoi confronti.

Nel corso del terz'ultimo giro, Lloyd è arrivato largo all’uscita della curva Hasseröden, immediatamente ne ha approfittato Bäckman che si è ripreso la prima posizione. Lloyd, in difficoltà di trazione, ha perso anche la seconda posizione in favore di Panciatici. Ottima quarta posizione per Tom Coronel, abilissimo ad approfittare del parapiglia allo start, seguito da Josh Files che allunga in campionato. Buona la gara dei nostri portacolori: Gianni Morbidelli ha conquistato il settimo posto, mentre Luca Filippi è risalito fino in nona posizione. A salvare l’onore in casa Peugeot Julien Briché che, con il dodicesimo posto, mantiene ancora la terza posizione in campionato.

Sabato 3 agosto 2019, gara 1

1 – Andreas Bäckman (Hyundai i30 N TCR) – Target – 16 giri
2 – Nelson Panciatici (Hyundai i30 N TCR) – M Racing – 1"795
3 - Daniel Lloyd (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish - 3"693
4 – Tom Coronel (Honda Civic TypeR TCR) – Boutsen Ginion – 4"503
5 – Josh Files (Hyundai i30 N TCR) – Target – 14"675
6 - Dominik Baumann (Hyundai i30 N TCR) – Target – 15"047
7 – Gianni Morbidelli (Volkswagen Golf GTI TCR) – WestCoast – 17"480
8 – Mat’o Homola (Hyundai i30 N TCR) – Target – 23"011
9 – Luca Filippi (Hyundai i30 N TCR) – BRC – 28"789
10 - Zsolt Dávid Szabó (Hyundai i30 N TCR) – M1RA - 29"320
11 – Maxime Potty (Volkswagen Golf GTI TCR) – WRT – 31"019
12 – Julien Briché (Peugeot 308 TCR) – JSB – 33"207
13 – Teddy Clairet (Peugeot 308 TCR) – Team Clairet – 33"495
14 – Olli Kangas (Volkswagen Golf GTI TCR) – WestCoast – 33"798
15 – Martin Ryba (Honda Civic TypeR TCR) – Brutal Fish – 34"148
16 – Santiago Urrutia (Audi RS 3 LMS) – WRT – 34"520
17 – Abdulla Ali Al-Khelaifi (Cupra Leon TCR) – PCR – 42"932
18 – Viktor Davidovski (Honda Civic TypeR TCR) – PSS – 43"142
19 - Sylvain Pussier (Peugeot 308 TCR) – Team Clairet – 52"763

Giro veloce: Daniel Lloyd 1'32"692

Ritirati
Davit Kajaia
Tamás Tenke
Luca Engstler
Alex Morgan
Jessica Bäckman
Natan Bihel
Gilles Magnus
Aurélien Comte
Jimmy Clairet

Il campionato
1.Files 218; 2.A.Bäckman 170; 3.Briché 161; 4.Panciatici 158; 5.Engstler 158; 6.Homola 156; 7.Potty 138; 8.Magnus 135; 9.Comte 134; 10.Urrutia 126.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone