12 Lug [17:47]

Silverstone - Qualifica
Prima fila tutta Virtuosi

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Massimo Costa

Meglio di così non poteva andare per Luca Ghiotto, che nella qualifica di Silverstone ha conquistato un eccellente secondo posto alle spalle del compagno di squadra, e rookie, Guan Yu Zhou. Gran giornata per il team Virtuosi che monopolizza la prima fila con il cinese alla prima pole in F2 e che dopo aver lasciato alla fine del 2018 la Ferrari Driver Academy, entrato nella Academy Renault, in F2 sta facendo faville considerando che arriva dalla F3. Con i 4 punti acquisiti per la pole, Zhou sale al quinto posto in campionato con 89 punti.

Il cinese, nel suo primo tentativo aveva colto il tempo di 1'38"498, nel secondo push ha spinto fortissimo arrivando addirittura a 1'38"182. Il suo principale contendente è stato Ghiotto: nel suo giro lanciato iniziale, l'italiano ha ottenuto 1'38"510, a 12 millesimi da Zhou, ma nel secondo tentativo ha tolto solamente 1 decimo, 1'38"410, e il pugno battuto sul volante mentre rientrava ai box la dice lunga sulla rabbia agonistica dell'italiano. Ma Ghiotto non deve disperare, la prima fila è un gran risultato considerando che chi lo precede nella classifica di campionato, partirà dietro di lui.

Ghiotto infatti, è quarto nella graduatoria generale con 97 punti, davanti c'è Sergio Camara con 107 punti il quale scatterà dalla terza casella di partenza, seconda fila, col tempo di 1'38"511. E' una seconda fila tutta DAMS perché assieme al brasiliano troviamo Nicholas Latifi (1'38"519), che di  punti ne ha 115 mentre il leader Nyck De Vries della ART appare attardato, soltanto settimo, in 1'38"613 e preceduto da Louis Deletraz (Carlin), quinto, e da un ottimo Callum Ilott, che tra tanti alti e bassi ha trovato il modo per piazzarsi sesto per il team Sauber by Charouz.

Sperava di concludere in una posizione migliore Jack Aitken (Campos), ottavo davanti a Nobuharu Matsushita, vincitore di gara 1 in Austria. Il primo pilota Prema è Mick Schumacher, soltanto tredicesimo dopo essere finito nel traffico, mentre Trident si consola con Giuliano Alesi quindicesimo e Dorian Boccolacci (alla prima uscita con la squadra italiana) diciassettesimo. Male Nikita Mazepin che non riesce proprio ad ingranare nonostante il team ART.

Venerdì 12 luglio 2019, qualifica

1 - Guan Yu Zhou - Virtuosi - 1'38"182
2 - Luca Ghiotto - Virtuosi - 1'38"410
3 - Sergio Camara - DAMS - 1'38"511
4 - Nicholas Latifi - DAMS - 1'38"519
5 - Louis Deletraz - Carlin - 1'38"547
6 - Callum Ilott - Sauber by Charouz - 1'38"549
7 - Nyck De Vries - ART - 1'38"613
8 - Jack Aitken - Campos - 1'38"686
9 - Nobuharu Matsushita - Carlin - 1'38"877
10 - Anthoine Hubert - Arden - 1'39"046
11 - Juan Manuel Correa - Sauber by Charouz - 1'39"071
12 - Jordan King - MP Motorsport - 1'39"225
13 - Mick Schumacher - Prema - 1'39"227
14 - Arjun Maini - Campos - 1'39"512
15 - Giuliano Alesi - Trident - 1'39"574
16 - Nikita Mazepin - ART - 1'39"615
17 - Dorian Boccolacci - Trident - 1'39"622
18 - Sean Gelael - Prema - 1'39"790
19 - Tatiana Calderon - Arden - 1'40"530
20 - Mahaveer Raghunathan - MP Motorsport - 1'41"725

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone