formula 1

FIA e F1, missione compiuta:
approvate le regole sui motori 2026

Finalmente. Dopo mesi, per non dire un paio d'anni, di trattative e discussioni, sono ufficialmente confermate le regole ...

Leggi »
formula 1

Misure anti porpoising dal 2023:
la delibera FIA con un compromesso

Nel Consiglio Mondiale di oggi, oltre ad approvare le power unit 2026, la FIA ha deliberato le misure in vigore dal 2023 cont...

Leggi »
formula 1

Verstappen non ha dubbi: "La Ferrari
più competitiva della mia Red Bull"

Il suo ruolino di marcia è impeccabile, la stagione 2022 è senza dubbio una delle migliori della sua carriera. Otto le vitto...

Leggi »
World Endurance

Ferrari prosegue i test della LMH
Cosa nasconde la livrea mimetica

Michele Montesano È un’estate intensa e priva di soste quella del reparto Ferrari Competizioni GT. Gli uomini di Maranello ...

Leggi »
Regional by Alpine

Intervista a Dino Beganovic
“Tanto lavoro con Prema dietro i miei successi”

Una partenza eccezionale, con sette podi nelle prime sette gare della stagione. Quello di Dino Beganovic, pilota della Ferrar...

Leggi »
Formula E

Vandoorne, l'ennesimo campione che
la F1 ha snobbato con troppa fretta

Nelson Piquet, Sebastien Buemi, Lucas Di Grassi, Jean-Eric Vergne (due volte), Antonio Felix Da Costa, Nyck De Vries, Stoffel...

Leggi »
14 Gen [16:18]

Il ‘Drago’ Sandro Munari
ricoverato in gravi condizioni

Michele Montesano

Una notizia ha sconvolto il mondo del rallysmo tricolore e internazionale: Sandro Munari, nella giornata di ieri, è stato ricoverato d’urgenza in ospedale e le sue condizioni risultano alquanto gravi. Proprio in occasione del cinquantesimo anniversario del suo leggendario trionfo al Montecarlo del ’72 con la Lancia Fulvia, il ‘Drago’ si trova a combattere la prova speciale più difficile della sua vita.

A darne la triste notizia è stata la moglie Flavia, con un post su un gruppo Facebook a lui dedicato: “Sandro è ricoverato da giovedì 13 gennaio all’ospedale, è piuttosto grave, non posso stare con lui neppure un minuto e questo mi uccide. Non l’ho mai lasciato solo ormai da almeno due mesi e non posso pensarlo addolorato e confuso senza nessuno che gli tenga la mano o che gli accarezzi la fronte. Vi chiedo una preghiera per lui affinché possa tornare almeno un poco ancora a casa da noi”.



Parole che addolorano e, al contempo, fanno capire la dura battaglia che sta affrontando l'ex pilota, da qualche tempo afflitto da problemi cognitivi. Gli appassionati del traverso, e di chi si è innamorato dei rally proprio grazie alle sue gesta, spera che il ‘Drago’ possa tornare ad abbracciare la sua famiglia quanto prima.

Nato a Cavarzere nel 1940, Munari è certamente fra i piloti italiani più vittoriosi nella storia dei rally. Iconico il binomio instauratosi con la Lancia. Proprio con il marchio torinese il ‘Drago’ ha raggiunto l’apice della sua carriera conquistando dapprima i titoli italiani ed europei con la Fulvia Coupé, per poi salire a bordo della leggendaria Stratos. Fu proprio con la sportiva italiana, disegnata da Bertone e spinta dal V6 Ferrari Dino, che Munari conquistò la Coppa FIA Piloti nel 1977 (l’equivalente del Mondiale Rally, istituito poi nel 1979).



Imbattibile su qualsiasi superficie e in qualsiasi condizione, Munari ha trionfato in ben 4 edizioni del Rally di Montecarlo (1972, 1975, 1976 e 1977), 2 volte il terribile e pericoloso Tour de Corse (1967 e 1976) oltre all’iconico Rally di Sanremo. Inoltre è stato uno dei pochi piloti non nordici a conquistare il Rally 1000 Laghi, in Finlandia nel 1974. Conclusa l’epopea Lancia, il ‘Drago’ ha poi guidato la Fiat 131 Abarth tra il 1978 e il 1980 disputando anche qualche gara nel mondiale.

Non solo rally, Munari ha anche conquistato il successo nella Targa Florio del 1972 al volante della Ferrari 312 P in coppia con Arturo Merzario. Dopo aver partecipato a diverse Dakar e Rally dei Faraoni, ha fondato la Abarth Driving School. Tutti noi ci auguriamo che il ‘Drago’, dopo aver sconfitto il Covid-19 nel marzo 2020, vinca anche quest’altra battaglia.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone