formula 1

Vettel erede di Marko
nel team Red Bull?

L'idea lanciata da Helmut Marko è certamente suggestiva: Sebastian Vettel suo erede all'interno del team Red Bull. Al...

Leggi »
formula 1

Finalmente sono arrivate le
finte dimissioni di Binotto

Sono giorni non facili per il presidente della Ferrari John Elkann che ha appena licenziato il team principal Mattia Binotto,...

Leggi »
FIA Formula 2

PHM si unisce a Charouz per i
campionati di Formula 2 e Formula 3

La notizia era nell’aria ormai da qualche mese. Il team PHM, che nel 2022 ha rilevato la struttura di Formula 4 di Mucke per ...

Leggi »
Rally

Extreme E a Punta del Este
Loeb-Gutierrez, rimonta da campioni

Michele Montesano Finale vietato ai deboli di cuore quello andato in scena a Punta del Este. Il Team X44 di Lewis Hamilton ...

Leggi »
wtcr

Jeddah - Gara 2
Magnus vince e chiude un capitolo

Michele Montesano Tagliando per primo il traguardo del tracciato cittadino di Jeddah, Gilles Magnus ha vinto l’ultima manche...

Leggi »
wtcr

Jeddah - Gara 1
Berthon mette la seconda

Michele Montesano Successo mai messo in discussione quello conquistato da Nathanaël Berthon a Jeddah. Scattato dalla pole di...

Leggi »
16 Lug [19:16]

Rally d’Estonia – 3° giorno finale
Rovanpera inarrestabile prende il largo

Michele Montesano

Si è dimostrato di un altro pianeta Kalle Rovanpera, sempre più dominatore assoluto del Rally d’Estonia. Il finnico del Toyota Gazoo Racing Team, nella tornata pomeridiana del sabato, ha ulteriormente esteso il suo vantaggio nei confronti del team mate Elfyn Evans mettendo in cassaforte la quinta vittoria stagionale nel WRC. Il leader del mondiale, autore di ben 10 scratch su 18 PS finora disputate, sta monopolizzando la prova baltica così come ha fatto nel primo scorcio del Mondiale Rally.



Piccolo brivido per Rovanpera nel corso della ripetizione della Elva. Il finlandese ha dovuto frenare bruscamente per evitare uno spettatore troppo vicino al ciglio della strada. Nonostante lo spavento, il pilota Toyota è riuscito ad ottenere il miglior crono. Rovanpera ha poi infilato una sequenza spaventosa di scratch ripetendosi nel secondo passaggio della Mäeküla, nella bagnata Otepää e infine nella Neeruti 2, lasciando solamente le briciole agli avversari. Ciò nonostante il finlandese ha avuto da ridire sulle speciali decisamente più rovinate e solcate rispetto al primo passaggio mattutino.

Evans (nella foto sopra) paga ormai 29”1 di svantaggio nei confronti del compagno di squadra. Dopo la consistente prova messa in campo nella giornata di ieri, il gallese ha provato timidamente a contendere la vittoria a Rovanpera capendo immediatamente che non c’era nulla da fare. “Realisticamente ora c’è un grande divario in un rally in cui bisogna essere sempre flat out – ha ammesso un laconico Evans – per tutto il giorno Kalle è stato decisamente bravo. Cercheremo lo stesso di tenerlo sotto pressione, ma finora ha fatto molto bene”.



Gara a parte per le Hyundai i20N Rally1 di Ott Tanak e Thierry Neuville (nella foto sopra), rispettivamente al terzo e quarto posto assoluto. Sia l’estone che il belga non hanno potuto fare molto per riacciuffare le due Toyota Yaris che stanno dettando l’andatura nel Rally d’Estonia. Il pilota di casa ha provato in tutti i modi a invertire la tendenza, ma le Hyundai si sono rivelate semplicemente poco competitive sugli sterrati estoni.

Takamoto Katsuta ha consolidato il suo quinto posto portando a doppia cifra il margine su Adrien Fourmaux. Seppure entrambi gli sfidanti abbiano badato più a non commettere errori che a darsi battaglia, il nipponico è risultato più veloce rispetto al pilota Ford. Gran parte del merito va alle novità introdotte sulle Toyota Yaris Rally1: un nuovo alettone posteriore, in grado di garantire maggior stabilità alla vettura, e un propulsore dotato di più cavalli per incrementare le velocità di punta. Ciò nonostante Fourmaux è riuscito a vincere la prova spettacolo di Tartu confermandosi il miglior pilota di casa M-Sport.



Dopo la foratura accusata nel corso della PS12, Esapekka Lappi è scivolato in settima posizione non riuscendo più a risalire in top 5. Il finlandese ha provato a recuperare il gap ma, a fine giornata, paga 41”5 sulla Puma Rally1 di Fourmaux. Più staccata la Ford di Pierre-Louis Loubet, ottavo, seguito dalla vettura gemella di Gus Greensmith.

Oliver Solberg si sta sempre più avvicinando alla sua prima vittoria di una speciale iridata. Ormai fuori da ogni velleità di lottare contro gli altri piloti, lo svedese si è concentrato sulle prove di assetto della sua i20N Rally1. Il figlio del campione 2003 Petter Solberg ha però impressionato con il suo ritmo ottenendo il quarto crono nella lunga Otepää 2 e il terzo nella ripetizione della Neeruti. Più attardato Craig Breen (nella foto sopra) costretto a perdere più di 2 minuti per la sostituzione di uno pneumatico nella PS16. Il nord irlandese punterà a guadagnare punti nella Power Stage di domani.



Attimi di suspense per il leader del WRC2 Andreas Mikkelsen nella prova spettacolo di Tartu (nella foto sopra). Il campione in carica è arrivato lungo nella penultima curva urtando un masso e perdendo secondi preziosi nei confronti di Teemu Suninen. Con 10”6 a dividere i due piloti ex WRC la lotta per la vittoria di classe è quindi più aperta che mai. Marco Bulacia si conferma al terzo posto tenendo a debita distanza il campione finlandese Emil Lindholm.

Sabato 16 luglio 2022, classifica dopo la SS18

1 - Rovanpera-Halttunen (Toyota GR Yaris Rally1) - 2h07'53"0
2 - Evans-Martin (Toyota GR Yaris Rally1) - 29"1
3 - Tanak-Jarveoja (Hyundai i20N Rally1) - 1'11"5
4 - Neuville-Wydaeghe (Hyundai i20N Rally1) - 2'20"3
5 - Katsuta-Johnston (Toyota GR Yaris Rally1) - 3'43"0
6 - Fourmaux-Coria (Ford Puma Rally1) - 3'53"9
7 - Lappi-Ferm (Toyota GR Yaris Rally1) - 4'35"4
8 - Loubet-Landais (Ford Puma Rally1) - 6'16"4
9 - Greensmith-Andersson (Ford Puma Rally1) - 7'22"9
10 - Mikkelsen-Eriksen (Skoda Fabia WRC2) - 8'39"7
11 - Suninen-Markkula (Hyundai i20N WRC2) - 8'50"3
12 - Bulacia-Vallejo (Skoda Fabia WRC2) - 9'30"5
13 - Lindolm-Hamalainen (Skoda Fabia WRC2) - 9'46"8
14 - Huttunen-Lukka (Ford Fiesta WRC2) - 10'31"9
15 - Kajetanowicz-Szczepaniak (Skoda Fabia WRC2) - 11'01"7

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone