31 Ott [18:20]

CLAMOROSO - Il campione Tanak
lascia il team Toyota per la Hyundai

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Massimo Costa

Sarà ricordato come uno dei più grandi colpi del mercato piloti del Mondiale Rally. Il fresco campione del mondo Ott Tanak ha lasciato la Toyota per abbracciare quella che è stata nel corso della stagione la sua principale rivale, la Hyundai. Un gesto clamoroso, ma che in realtà era nell'aria. Già lo scorso 11 ottobre, Italiaracing si chiedeva quale fosse il destino di Tanak, perché tardasse tanto a firmare il rinnovo con il costruttore giapponese. Tommi Makinen, team principal Toyota, non voleva mettere sul banco troppi soldi e così Tanak aveva iniziato a valutare altre proposte.

"Andrea Adamo, team principal Hyundai, sta alla finestra", avevamo scritto. Ebbene, è accaduto l'impensabile perché alla fine, con la conquista del titolo iridato, si presupponeva che la Toyota avesse blindato l'estone. E invece, Tanak è scappato via ed ha firmato un contratto di due anni per la Hyundai. Tanak affiancherà Thierry Neuville mentre la terza vettura sarà divisa tra Dani Sordo e Sebastien Loeb, come accaduto nel corso del 2019. Sacrificato Andreas Mikkelsen. Adamo spiega che sia il norvegese sia Craig Breen, entrato in orbita Hyundai WRC pochi mesi orsono, saranno in qualche maniera parte del programma della stagione 2020.

Lo scorso anno, il campione del mondo 2018 Sebastien Ogier aveva lasciato M-Sport Ford dopo due trionfali stagioni per la Citroen. Ma quel passaggio lo si può leggere in una ottica diversa, in quanto la squadra inglese rischiava di perdere l'appoggio ufficiale Ford e il richiamo nazionale della Citroen dove poter concludere la carriera era forte. Ma per Tanak il discorso è diverso, il pilota estone è nel pieno della carriera e la Toyota è in continua ascesa tanto che non è sbagliato dire che entrambi potevano aprire un ciclo vincente. Evidentemente, al di là della questione economica, qualcosa si era incrinato con la squadra oppure il buon Ott era alla ricerca di nuove sfide. Ma quale sfida migliore poteva essere quella di confermarsi con la Toyota?

E ora che farà Makinen? Jari-Matti Latvala e Kris Meeke non possono certo rappresentare le alternative a Tanak dopo un 2019 sotto le aspettative per entrambi. La carta Kalle Rovanpera è certamente accattivante, ma difficile pensare che il baby finlandese possa subito porsi sui livelli richiesti da un team che ha appena vinto il mondiale piloti. Non può certo permettersi di ricominciare da capo proprio ora che la Yaris ha raggiunto il tetto del mondo. Senza dubbio una situazione intricata per Makinen.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone