World Endurance

Imola – Qualifica
Pole di Fuoco nella tripletta Ferrari

Da Imola - Michele Montesano La Ferrari ha infiammato Imola. Nelle qualifiche del FIA WEC il Cavallino Rampante ha monopolizz...

Leggi »
Rally

Rally di Croazia – 2° giorno
Neuville respinge gli attacchi di Evans

Michele Montesano Definito “The asphalt challenge” quello della Croazia si è rivelato, finora, il rally più combattuto della ...

Leggi »
formula 1

Shanghai - Qualifica
Dominio Red Bull, Verstappen in pole

La gara Sprint aveva lasciato intuire che la qualifica per il Gran Premio sarebbe stata a senso unico, quello della Red Bull-...

Leggi »
formula 1

Alonso, inutile penalità
per il contatto con Sainz

Avevamo scritto nel precedente articolo riferito alla gara Sprint, che i commissari sportivi non erano intervenuti per dirime...

Leggi »
World Endurance

Peugeot debutta con la nuova 9X8 LMH
Jansonne: “La pista ci darà il verdetto”

Da Imola - Michele Montesano Peugeot è legata a un doppio filo con l’Italia nel FIA WEC. Se a Monza, quasi due anni fa, la C...

Leggi »
formula 1

Shanghai - Gara Sprint
Verstappen di rimonta, poi Hamilton
Bagarre tra Sainz e Leclerc

E alla fine vince sempre lui. Max Verstappen, da quarto a primo nella prima gara Sprint del 2024. Pista asciutta ed ecco che ...

Leggi »
18 Gen [16:43]

Dakar – 11ª tappa
Sainz prenota la vittoria, Loeb stoico

Michele Montesano

La Dakar si è confermata, per l’ennesima volta, una gara stregata per Sebastien Loeb. Anche quest’anno, e a sole due tappe dal termine, il nove volte iridato WRC ha visto svanire ogni possibilità di vittoria. Protagonista di un avvincente duello contro Carlos Sainz, Loeb ha provato in tutti i modi a ricucire il distacco sullo spagnolo dell’Audi. Purtroppo un guasto meccanico, accusato sul suo Prodrive Hunter, ha costretto il francese alla resa spianando, di fatto, la strada verso la quarta vittoria nel rally raid più famoso del mondo a Sainz.

Il colpo di scena è arrivato al chilometro 132 dell’undicesima tappa quando Loeb, in piena lotta con lo spagnolo, è stato costretto a fermarsi a bordo speciale. A tradire l’equipaggio francese è stata la sospensione anteriore destra del Prodrive Hunter che ha ceduto in seguito a un atterraggio troppo violento (nella foto sotto). Fortunatamente in loro aiuto sono arrivati Feilong Liu e Yicheng Wang, al volante dell’Hunter del team YunXiang, che hanno prestare soccorso ai transalpini fornendo loro le parti di ricambio.



Dopo un’ora e un quarto di stop forzato, Loeb ha quindi ripreso la marcia per cercare una disperata impresa. Contro ogni aspettativa, il francese è riuscito a giungere sul traguardo di Yanbu al trentaseiesimo posto di giornata conservando anche il podio assoluto. Pur scivolando in terza piazza, Loeb è riuscito ad approfittare dei problemi che hanno attanagliato Lucas Moraes, quest’ultimo precipitato addirittura in nona posizione in classifica generale.

Comodamente scortato dai compagni di squadra Mattias Ekström e Stéphane Peterhansel, Sainz si è assicurato il terzo posto di tappa. Quando mancano solamente 175 chilometri al traguardo della 46ª edizione della Dakar, lo spagnolo è a un passo dal suo quarto sigillo del rally raid più famoso e difficile del mondo, il primo con i colori Audi. Risultato storico per la Casa di Ingolstadt che trionferebbe con l’RS Q e-tron: un buggy dotato di trazione elettrica e un motore endotermico a fare da range extender.



Tornando alla tappa odierna, Guerlain Chicherit  (nella foto sopra) ha concesso il bis vincendo la prova di 480 chilometri cronometrati che ha portato la carovana da AlUla a Yanbu. Non solo, il team Overdrive Racing è riuscito a siglare la doppietta grazie a Guillame De Mevius, il quale è risalito anche in seconda posizione nella generale. Gradino più basso del podio, come già detto, per Sainz seguito dal compagno di squadra Ekström. A completare la top 5 il primo pilota ufficiale Toyota Saood Variawa.

Gran sesto posto per Christian Lavieille, al volante dell’MD Optimus due ruote motrici, che ha preceduto Juan Cruz Yacopini e la Mini X-Raid di Vaidotas Zala. Sebbene fuori dalla lotta per la vittoria assoluta, Nani Roma è riuscito a conquistare il nono posto di tappa, con il Ford Ranger preparato da M-Sport, battendo l’ufficiale Toyota Guy David Botteril. Prosegue imperterrita la rimonta dei nostri Eugenio Amos e Paolo Ceci. Autori del dodicesimo crono, l’equipaggio tricolore dell’Overdrive Racing si trova ora in quindicesima posizione assoluta.

Giovedì 18 gennaio 2024, 11ª tappa (top 10)

1 - Chicherit-Winocq (Toyota Hilux) - Overdrive - 4h43'00"
2 - De Mevius-Panseri (Toyota Hilux) - Overdrive - 5'32"
3 - Sainz-Cruz (Audi E2) - Audi - 5'35"
4 - Ekström-Bergkvist (Audi E2) - Audi - 9'46"
5 - Variawa-Cazalet (Toyota Hilux) - Toyota - 12'37"
6 - Lavieille-Sarreaud (MD Optimus) - MD Rallye - 15'06"
7 - Yacopini-Oliveras Carreras (Toyota Hilux) - Overdrive - 15'23"
8 - Zala-Fiuza (Mini Cooper) - X-raid - 15'38"
9 - Roma-Haro Bravo (Ford Ranger) - M-Sport - 17'51"
10 - Botteril-Cummings (Toyota Hilux) - Toyota - 22'40"

La classifica auto generale (top 10)

1 - Sainz-Cruz (Audi E2) - Audi - 46h23'47"
2 - De Mevius-Panseri (Toyota Hilux) - Overdrive - 1h27'06"
3 - Loeb-Lurquin (Prodrive Hunter) - BRX - 1h36'02"
4 - Chicherit-Winocq (Toyota Hilux) - Overdrive - 1h42'20"
5 - Prokop-Chytka (Ford Raptor) - Orlen - 2h17'47"
6 - Botteril-Cummings (Toyota Hilux) - Toyota - 2h41'31"
7 - De Villiers-Murphy (Toyota Hilux) - Toyota - 2h51'09"
8 - Vanagas-Sikk (Toyota Hilux) - Toyota - 3h01'36"
9 - Moraes-Monleon (Toyota Hilux) - Toyota - 3h06'42"
10 - Serradori-Minaudier (Century CR6-T) - Century - 3h09'17"