formula 1

Silverstone - Qualifica
Con la pioggia, prima pole di Sainz

Carlos Sainz non scorderà per molto tempo questo sabato 2 luglio. Su uno dei circuiti più iconici della F1, Silverstone, e co...

Leggi »
Super Trofeo Lamborghini

Misano - Gara 1
Cinquina di Spinelli e Weering

Solo Patrik Kujala nel 2015 aveva ottenuto altrettanti successi consecutivi come Loris Spinelli e Max Weering, che stanno ris...

Leggi »
Formula E

Marrakech - Gara
Super Mortara, tris e leadership

Terza vittoria stagionale, dal peso specifico altissimo. Edoardo Mortara trionfa nell'E-Prix di Marrakech e insieme alla ...

Leggi »
FIA Formula 2

Silverstone - Gara 1
Doohan centra il primo successo

Alla vigilia della stagione era atteso nella lotta per il titolo, ma fin qui non è andata come da pronostici. Oggi, però, Jac...

Leggi »
F4 Italia

Vallelunga - Gara 1
Antonelli prende la testa

Quarta vittoria consecutiva per Andrea Kimi Antonelli, che porta a sei il numero di successi stagionali (ottenute tutte ...

Leggi »
GT World Challenge

Misano - Gara 1
WRT allunga, Marciello secondo

Terza vittoria stagionale per Charles Weerts e Dries Vanthoor, che anche a Misano hanno messo le mani su gara 1, come accadut...

Leggi »
5 Giu [14:12]

Rally d’Italia – Finale
Tanak firma la 1ª vittoria ibrida Hyundai

Michele Montesano

Porta le firme di Ott Tanak e Martin Jarveoja il primo trionfo di Hyundai Motorsport nell’era ibrida del WRC. Nel Rally d’Italia Sardegna l’estone ha finalmente rotto un digiuno che durava dall’Artic Rally del febbraio 2021. Gli ultimi mesi per il campione WRC 2019 sono stati costellati da ritiri, problemi di affidabilità e gare poco competitive. Il successo sull’isola dei quattro mori ripaga anche il grande sforzo profuso dagli uomini Hyundai che non si sono abbattuti dopo l’esordio stagionale poco convincente di Montecarlo. Anzi, in quel di Alzenau si sono rimboccati le maniche e, sotto la direzione di Julian Moncet, hanno risalito la china recuperando il ritardo accumulato nella realizzazione della i20N Rally1.



Seppure con la vittoria in tasca, Tanak (nella foto sopra) ha voluto imprimere il suo ritmo anche nella prima PS giornaliera di Cala Flumini siglando la sua 300ª speciale iridata in carriera. L’estone ha preferito non correre ulteriori rischi nello stage successivo montando anche le Pirelli Hard per scongiurare una possibile foratura. Mentre nella PS20 si è ripetuto ottenendo il miglior crono portando il suo vantaggio a quasi un minuto sui diretti inseguitori. Infine nella Power Stage, nonostante le gomme morbide, Tanak si è accontentato del sesto crono rilanciandosi in terza posizione nel campionato mondiale. L’estone ha riportato al successo il team Hyundai Motorsport che mancava sul gradino più alto del podio dal Rally di Spagna 2021 vinto da Thierry Neuville.



Con il secondo posto ancora in ballo, Craig Breen (nella foto sopra) e Daniel Sordo hanno provato a contenderselo nelle prime speciali mattutine. Tuttavia il nord irlandese della Ford, decisamente più a suo agio sugli sterrati sardi, è riuscito ad ampliare il suo margine nei confronti dello spagnolo. L’alfiere Hyundai, visto il ritmo più blando, ha preferito concentrarsi su un possibile attacco da parte di Pierre-Louis Loubet. Il pilota della Corsica, alla sua terza gara con la Puma Rally1, si è reso protagonista di un weekend quasi perfetto, il posto di Adrien Fourmaux in M-Sport continua a vacillare.



Con il quinto posto finale, Kalle Rovanpera (nella foto sopra) ha ottenuto il suo peggior risultato stagionale. Dopo il quarto posto nel Rally di Montecarlo e ben 3 vittorie consecutive in Svezia, Croazia e Portogallo, il leader del campionato è dovuto partire per primo nella tappa del giovedì vedendosi costretto ad affrontare una gara tutta in rimonta. Ciò nonostante per il Flying Finn il bicchiere è decisamente mezzo pieno, visto che ha potuto approfittare dei numerosi ritiri dei suoi diretti inseguitori in campionato, incamerando punti preziosi in classifica generale. Rovanpera si è poi consolato siglando anche il secondo crono nella Power Stage, che gli è valso ulteriori 4 punti.

Decisamente più staccati Takamoto Katsuta e Gus Greensmith che hanno chiuso la classifica delle Rally1 rispettivamente sesto e settimo. Sia il nipponico che l’inglese hanno preferito portare a casa il risultato. Il pilota Toyota ha dovuto stringere i denti nella giornata di ieri a causa di un danno al radiatore della sua Yaris. Mentre l’alfiere della Ford è uscito dalla lotta di vertice troppo presto, per colpa di una foratura nella giornata del giovedì.



Sulle speciali sarde si sono riviste anche le Toyota Yaris di Elfyn Evans ed Esapekka Lappi, oltre alla Hyundai di Thierry Neuville (nella foto sopra). Dopo i ritiri di ieri, i piloti sono rientrati grazie al Super Rally per cercare di marcare punti nella Power Stage. Proprio Neuville nel primo passaggio della Sassari-Argentiera ha effettuato una ricognizione veloce ottenendo lo scratch, per poi ripetersi nell’ultima PS e conquistare i 5 punti bonus. Terzo crono nella Power Stage per Evans che ha preceduto il compagno finlandese impegnato in prove di setup in vista del prossimo appuntamento del Safari Rally del Kenya.



Vittoria comoda per Nikolay Gryazin e Konstantin Aleksandrov nel WRC2 (nella foto sopra). L’equipaggio russo del Toksport WRT nella giornata odierna ha dovuto semplicemente gestire il vantaggio su Jan Solans. Con il secondo posto lo spagnolo della Citroën ha ottenuto il suo primo podio in carriera nella categoria. Nonostante un fine settimana tribolato, caratterizzato da due forature, Jari Huttunen è riuscito a conquistare il terzo posto scalzando nell’ultima giornata Chris Ingram.

Domenica 5 giugno 2022, classifica finale

1 - Tanak-Jarveoja (Hyundai i20N Rally1) - 3h10'59"1
2 - Breen-Nagle (Ford Puma Rally1) - 1'03"2
3 - Sordo-Carrera (Hyundai i20N Rally1) - 1'33"0
4 - Loubet-Landais (Ford Puma Rally1) - 2'09"4
5 - Rovanpera-Halttunen (Toyota GR Yaris Rally1) - 3'02"8
6 - Katsuta-Johnston (Toyota GR Yaris Rally1) - 4'02"6
7 - Greensmith-Andersson (Ford Puma Rally1) - 5'23"6
8 - Gryazin-Aleksandrov (Skoda Fabia WRC2) - 7'37"7
9 - Solans-Sanjuan (Citroen C3 WRC2) - 8'05"7
10 - Huttunen-Lukka (Ford Fiesta WRC2) - 8'10"8
11 - Ingram-Drew (Skoda Fabia WRC2) - 8'16"6
12 - Pajari-Malkonen (Skoda Fabia WRC2) - 9'16"2
13 - Pietarinen-Linnaketo (Volkswagen Polo WRC2) - 10'14"5
14 - Fernandez-Jimenez (Skoda Fabia WRC2) - 11'02"8
15 - Marczyk-Gospodarczyk (Skoda Fabia WRC2) - 13'04"7

Il campionato piloti
1.Rovanpera 120 punti; 2.Neuville 65; 3.Tanak 62; 4.Breen 52; 5.Katsuta 47; 6.Evans 39; 7.Sordo 34; 8.Loeb 27; 9.Greensmith 26; 10.Ogier 19.

Il campionato costruttori
1.Toyota Gazoo 200 punti; 2.Hyundai 161; 3. M-Sport Ford 120.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone