GT Internazionale

IGTC – 12 Ore di Bathurst
Vittoria al cardiopalma per Mercedes

Michele Montesano Con il trionfo nella 12 Ore di Bathurst Jules Gounon, Luca Stolz e Kenny Habul hanno aperto la stagione 2...

Leggi »
formula 1

Verstappen, il simulatore nel motorhome
“Lo userò dopo le sessioni in pista”

Helmut Marko l’aveva sparata grossa negli scorsi giorni, affermando che Max Verstappen avrebbe fatto installare un simulatore...

Leggi »
indycar

Alla scoperta di Thermal Club
La città morta e il Coachella Festival

Marco Cortesi‍La scelta del circuito di Thermal Club, in California, per i test collettivi dell'IndyCar ha destato molta ...

Leggi »
World Endurance

ByKolles perde la causa contro
Sanderson, a rischio il marchio Vanwall

Michele Montesano Per la Vanwall la presenza nel FIA WEC si sta rivelando sempre più una corsa a ostacoli. La ByKolles, str...

Leggi »
formula 1

La Red Bull mostra a
New York la livrea della RB19

La presentazione della nuova Red Bull? No, la RB19 non c'era e la vedremo forse in un filming day a Silverstone o diretta...

Leggi »
formula 1

La Ford ritorna nel Mondiale F1
Sarà il motorista della Red Bull

Pochi istanti prima della presentazione della Red Bull 2023, è arrivato l'annuncio ufficiale del ritorno in Formula 1 del...

Leggi »
13 Gen [12:19]

Dakar – 12ª tappa
Loeb vince ancora ed è 2º assoluto

Michele Montesano

Sono stati ancora Sebastien Loeb e Fabian Lurquin a dominare la scena della Dakar. L’equipaggio del Bahrain Raid Xtreme ha conquistato anche la 12ª tappa, portando a 5 il numero di prove vinte consecutivamente per un totale di 6 successi ottenuti finora. Non solo, i francesi del Prodrive Hunter quest’oggi hanno anche agganciato il secondo posto in classifica generale scalzando il Toyota Hilux di Lucas Moraes e Timo Gottschalk.

Non si è ancora placata la fame di successi del ‘cannibale’ Loeb che sta letteralmente dominando la seconda settimana della Dakar. L’alsaziano, anche oggi costretto ad aprire le danze, è stato impeccabile nei 185 km cronometrati della tappa Marathon che ha portato i concorrenti dall’Empty Quarter al bivacco di Shaybah. Partiti dal confine con l’Oman, gli equipaggi hanno dovuto fare i conti ancora con sabbia e dune da aggredire prestando però attenzione a preservare la meccanica delle loro vetture.



Così come accaduto nelle ultime tappe, la musica non è minimamente cambiata anche nella giornata odierna. Come da copione, Loeb e Lurquin si sono messi subito a caccia della seconda posizione in classifica generale. La coppia transalpina ha preso il largo fin dai primi chilometri precedendo il leader Nasser Al-Attiyah di quasi un minuto al termine del primo waypoint. Il divario fra i primi 2 si è poi ulteriormente esteso al secondo controllo orario, tanto che Mattias Ekström ne ha approfittato per sopravanzare Al-Attiyah (nella foto sopra).

Loeb non solo ha vinto la 12ª tappa ma, complice il decimo posto finale di Moraes, ha anche conquistato la seconda posizione assoluta in classifica. Il 9 volte iridato WRC ha preceduto di poco più di 3 minuti l’Audi RS Q e-tron E2 di Ekström che, a sua volta, ha chiuso con soli 12 secondi di vantaggio su Al-Attiyah. A 2 tappe dalla conclusione, il qatariota è sempre più vicino alla sua seconda affermazione consecutiva nella Dakar nonché la quinta in carriera. L’alfiere del Toyota Gazoo Racing è infatti saldamente al comando con quasi un’ora e mezza di vantaggio proprio su Loeb.



Quarto posto per Guerlain Chicherit e Alex Winocq. L’equipaggio dell’Hunter griffato GCK Motorsport ha preceduto la Mini X-Raid di Kuba Przygonski e Armand Monleon (nella foto sopra) al loro miglior risultato nella Dakar 2023. Il sesto posto nella tappa odierna ha permesso a Mathieu Serradori e Loïc Minaudier di rientrare nella top 10 assoluta con il loro Century CR6-T. Priva di sbavature la prova di Martin Prokop che, al volante del Ford Raptor RS, ha regolato il locale Yazeed Al Rajhi giunto ottavo al bivacco di Shaybah.

Giniel De Villiers, nono al traguardo, ha approfittato dei guai meccanici che hanno bersagliato il Toyota Hilux del compagno di squadra Henk Lategan per salire al quarto posto della classifica generale. Al termine del primo waypoint il sudafricano è stato costretto a fermarsi perdendo oltre mezz’ora per riparare la vettura. Lategan ha poi chiuso la Marathon di Empty Quarter-Shaybah al ventottesimo posto a oltre 48 minuti dal vincitore Loeb.

Venerdì 13 gennaio 2023, 12ª tappa (top 10)

1 - Loeb-Lurquin (Prodrive Hunter) - BRX - 1h56'21"
2 - Ekström-Bergkvist (Audi E2) - Audi - 3'19"
3 - Al-Attiyah-Baumel (Toyota Hilux) - Toyota - 3'31"
4 - Chicherit-Winocq (Prodrive Hunter) - GCK - 7'13"
5 - Przygónski-Monleon (Mini JCW) – X-Raid - 8'02"
6 - Serradori-Minaudier (Century CR6-T) - Century - 8'59"
7 - Prokop-Chytka (Ford Raptor) - Orlen - 9’58”
8 - Al Rajhi-von Zitzewitz (Toyota Hilux) - Overdrive - 10'46"
9 - De Villiers-Murphy (Toyota Hilux) - Toyota - 11'34"
10 - Moraes-Gottschalk (Toyota Hilux) - Overdrive - 11'38"

La classifica auto generale (top 10)

1 - Al-Attiyah-Baumel (Toyota Hilux) - Toyota - 41h16’25”
2 - Loeb-Lurquin (Prodrive Hunter) - BRX - 1h27'10"
3 - Moraes-Gottschalk (Toyota Hilux) - Overdrive - 1h29'11"
4 - De Villiers-Murphy (Toyota Hilux) - Toyota - 2h22’21”
5 - Lategan-Cummings (Toyota Hilux) - Toyota - 2h34'21"
6 - Prokop-Chytka (Ford Raptor) - Orlen - 3h00’26”
7 - Baragwanath-Cremer (Century CR6-T) - Century - 3h34’23”
8 - Han-Li (SMG) - Hanwei - 4h11’28”
9 - Serradori-Minaudier (Century CR6-T) - Century - 4h17'38"
10 - Yacopini-Carreras (Toyota) - Overdrive - 4h17’53”

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone