GT Internazionale

IGTC – 12 Ore di Bathurst
Vittoria al cardiopalma per Mercedes

Michele Montesano Con il trionfo nella 12 Ore di Bathurst Jules Gounon, Luca Stolz e Kenny Habul hanno aperto la stagione 2...

Leggi »
formula 1

Verstappen, il simulatore nel motorhome
“Lo userò dopo le sessioni in pista”

Helmut Marko l’aveva sparata grossa negli scorsi giorni, affermando che Max Verstappen avrebbe fatto installare un simulatore...

Leggi »
indycar

Alla scoperta di Thermal Club
La città morta e il Coachella Festival

Marco Cortesi‍La scelta del circuito di Thermal Club, in California, per i test collettivi dell'IndyCar ha destato molta ...

Leggi »
World Endurance

ByKolles perde la causa contro
Sanderson, a rischio il marchio Vanwall

Michele Montesano Per la Vanwall la presenza nel FIA WEC si sta rivelando sempre più una corsa a ostacoli. La ByKolles, str...

Leggi »
formula 1

La Red Bull mostra a
New York la livrea della RB19

La presentazione della nuova Red Bull? No, la RB19 non c'era e la vedremo forse in un filming day a Silverstone o diretta...

Leggi »
formula 1

La Ford ritorna nel Mondiale F1
Sarà il motorista della Red Bull

Pochi istanti prima della presentazione della Red Bull 2023, è arrivato l'annuncio ufficiale del ritorno in Formula 1 del...

Leggi »
12 Gen [12:49]

Dakar – 11ª tappa
Doppietta Prodrive, Loeb imbattibile

Michele Montesano

Non si ferma più Sebastien Loeb. Il francese, navigato magistralmente da Fabian Lurquin, ha ottenuto la sua quinta vittoria di tappa nella Dakar 2023. In una delle prove più ostiche e sfiancanti della 45ª edizione della maratona, l’equipaggio del Bahrain Raid Xtreme non ha perso occasione di mostrarsi ancora una volta il più veloce, dominando i 274 km cronometrati che hanno portato la carovana da Shaybah al famigerato Empty Quarter.

Sabbia, dune e pietre hanno fatto da sfondo alla massacrante tappa Marathon che gli organizzatori hanno definito ‘una lettera d’amore al rally raid’. Nonostante siano stati costretti ad aprire la giornata, dopo aver dominato la prova di ieri, già nei primi 20 km Loeb e Lurquin hanno messo le cose in chiaro staccando l’Audi di Mattias Ekström ed Emil Bergkvist di oltre mezzo minuto. Nel corso della tappa l’equipaggio transalpino ha continuato a danzare sulle dune incrementando il distacco sugli inseguitori, fino a portarlo ad oltre 2 minuti su Guerlain Chicherit e Alex Winocq. Vedendo la velocità e l’affidabilità mostrata in queste condizioni dal buggy Prodrive Hunter, crescono i rimpianti per gli inconvenienti che hanno messo prematuramente fuori dai giochi, per la vittoria assoluta, il 9 volte iridato WRC.



Il secondo posto di Chicherit nell’11ª tappa ha permesso a Prodrive di mettere in bacheca una perentoria doppietta. Il francese del GCK Motorsport (nella foto sopra) si è reso protagonista di un estenuante duello contro Ekström. L’unico superstite dello squadrone Audi ha sofferto le creste del deserto di Rub’ al-Khali perdendo 20 secondi nei confronti di Chicherit. Quando le dune hanno lasciato spazio al lago salato di Chott, lo svedese ha provato a limare il distacco sull’Hunter ma invano. Infatti il francese ha tenuto a bada la rimonta dell’Audi chiudendo con un margine soli 10 secondi su Ekström.

Quarto posto per un sempre più sorprendente Lucas Moraes navigato da Timo Gottschalk. Il Rookie dell’Overdrive Racing ha però perso altri 6 minuti nei confronti di uno scatenato Loeb, il quale tenterà in tutti i modi di concludere il rally raid al secondo posto assoluto. Quinta piazza per il leader Nasser Al-Attiyah. Il qatariota del Toyota Gazoo Racing Team, a meno di imprevisti, ha praticamente nelle sue mani il quinto trionfo nella Dakar. Si stanno affievolendo invece le speranze di conquistare il podio finale da parte di Henk Lategan. Il pilota del Toyota Hilux, sesto al traguardo dell’11ª tappa, è ora a 19 minuti dal terzo posto assoluto occupato da Loeb.



Il saudita Yazeed Al Rajhi, settimo al termine della Shaybah-Empty Quarter, ha preceduto Matthieu Setradori. L’ufficiale del team Century ha battuto proprio nell’ultimo waypoint la Toyota di Giniel de Villiers. A chiudere la top 10 Martin Prokop (nella foto sopra). Il polacco, ex pilota WRC, è così riuscito a portare il suo Ford Raptor RS in sesta posizione assoluta scavalcando Romain Dumas giunto solamente ventesimo al traguardo.

Giovedì 12 gennaio 2023, 11ª tappa (top 10)

1 - Loeb-Lurquin (Prodrive Hunter) - BRX - 2h56'14"
2 - Chicherit-Winocq (Prodrive Hunter) - GCK - 2'16"
3 - Ekström-Bergkvist (Audi E2) - Audi - 2'26"
4 - Moraes-Gottschalk (Toyota Hilux) - Overdrive - 6'12"
5 - Al-Attiyah-Baumel (Toyota Hilux) - Toyota - 6'42"
6 - Lategan-Cummings (Toyota Hilux) - Toyota - 7'22"
7 - Al Rajhi-von Zitzewitz (Toyota Hilux) - Overdrive - 8'52"
8 - Serradori-Minaudier (Century CR6-T) - Century - 9'52"
9 - De Villiers-Murphy (Toyota Hilux) - Toyota - 10'04"
10 - Prokop-Chytka (Ford Raptor) - Orlen - 10’39”

La classifica auto generale (top 10)

1 - Al-Attiyah-Baumel (Toyota Hilux) - Toyota - 39h16’33”
2 - Moraes-Gottschalk (Toyota Hilux) - Overdrive - 1h21'04"
3 - Loeb-Lurquin (Prodrive Hunter) - BRX - 1h30'41"
4 - Lategan-Cummings (Toyota Hilux) - Toyota - 1h49'17"
5 - De Villiers-Murphy (Toyota Hilux) - Toyota - 2h14’18”
6 - Prokop-Chytka (Ford Raptor) - Orlen - 2h53’59”
7 - Dumas-Delfino (Toyota Hilux) - Rebellion Racing - 3h03’54”
8 - Baragwanath-Cremer (Century CR6-T) - Century - 3h24’31”
9 - Han-Li (SMG) - Hanwei - 3h54’07”
10 - Yacopini-Carreras (Toyota) - Overdrive - 4h08’31”

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone