formula 1

È sempre Red Bull, Ferrari benino
Delusione Mercedes e Aston Martin

Nel Gran Premio del Bahrain del 2023, si era registrata la doppietta Red Bull-Honda proprio come quest'anno. Il terzo cla...

Leggi »
World Endurance

Lusail – Gara: dominio Porsche
Tripletta in Hypercar, vittoria in LMGT3

Michele Montesano La stagione 2024 del FIA WEC è iniziata nel segno della Porsche. Sempre al vertice, fin dalle prime sessio...

Leggi »
formula 1

Sakhir - La cronaca
Verstappen trionfa su Perez e Sainz

Verstappen trionfa nel primo GP stagionale, doppietta Red Bull con Perez secondo. Sainz porta la Ferrari sul terzo gradino de...

Leggi »
FIA Formula 2

Sakhir – Gara 2
Doppietta del leader Maloney

Un weekend da incorniciare per Zane Maloney in Bahrain. Nella Feature Race della Formula 2, il barbadiano è riuscito a beffar...

Leggi »
FIA Formula 3

Sakhir - Gara 2
Dominio di Browning

Dominio di Luke Browning nella main race della Formula 3 a Sakhir. Il pilota inglese del team Hitech, già vincitore della gar...

Leggi »
formula 1

Sakhir - Qualifica
Verstappen gela tutti con la pole

E alla fine c'è sempre lui, anzi, ci sono sempre loro, là davanti. Max Verstappen e la Red Bull-Honda si sono presi la po...

Leggi »
12 Gen [12:49]

Dakar – 11ª tappa
Doppietta Prodrive, Loeb imbattibile

Michele Montesano

Non si ferma più Sebastien Loeb. Il francese, navigato magistralmente da Fabian Lurquin, ha ottenuto la sua quinta vittoria di tappa nella Dakar 2023. In una delle prove più ostiche e sfiancanti della 45ª edizione della maratona, l’equipaggio del Bahrain Raid Xtreme non ha perso occasione di mostrarsi ancora una volta il più veloce, dominando i 274 km cronometrati che hanno portato la carovana da Shaybah al famigerato Empty Quarter.

Sabbia, dune e pietre hanno fatto da sfondo alla massacrante tappa Marathon che gli organizzatori hanno definito ‘una lettera d’amore al rally raid’. Nonostante siano stati costretti ad aprire la giornata, dopo aver dominato la prova di ieri, già nei primi 20 km Loeb e Lurquin hanno messo le cose in chiaro staccando l’Audi di Mattias Ekström ed Emil Bergkvist di oltre mezzo minuto. Nel corso della tappa l’equipaggio transalpino ha continuato a danzare sulle dune incrementando il distacco sugli inseguitori, fino a portarlo ad oltre 2 minuti su Guerlain Chicherit e Alex Winocq. Vedendo la velocità e l’affidabilità mostrata in queste condizioni dal buggy Prodrive Hunter, crescono i rimpianti per gli inconvenienti che hanno messo prematuramente fuori dai giochi, per la vittoria assoluta, il 9 volte iridato WRC.



Il secondo posto di Chicherit nell’11ª tappa ha permesso a Prodrive di mettere in bacheca una perentoria doppietta. Il francese del GCK Motorsport (nella foto sopra) si è reso protagonista di un estenuante duello contro Ekström. L’unico superstite dello squadrone Audi ha sofferto le creste del deserto di Rub’ al-Khali perdendo 20 secondi nei confronti di Chicherit. Quando le dune hanno lasciato spazio al lago salato di Chott, lo svedese ha provato a limare il distacco sull’Hunter ma invano. Infatti il francese ha tenuto a bada la rimonta dell’Audi chiudendo con un margine soli 10 secondi su Ekström.

Quarto posto per un sempre più sorprendente Lucas Moraes navigato da Timo Gottschalk. Il Rookie dell’Overdrive Racing ha però perso altri 6 minuti nei confronti di uno scatenato Loeb, il quale tenterà in tutti i modi di concludere il rally raid al secondo posto assoluto. Quinta piazza per il leader Nasser Al-Attiyah. Il qatariota del Toyota Gazoo Racing Team, a meno di imprevisti, ha praticamente nelle sue mani il quinto trionfo nella Dakar. Si stanno affievolendo invece le speranze di conquistare il podio finale da parte di Henk Lategan. Il pilota del Toyota Hilux, sesto al traguardo dell’11ª tappa, è ora a 19 minuti dal terzo posto assoluto occupato da Loeb.



Il saudita Yazeed Al Rajhi, settimo al termine della Shaybah-Empty Quarter, ha preceduto Matthieu Setradori. L’ufficiale del team Century ha battuto proprio nell’ultimo waypoint la Toyota di Giniel de Villiers. A chiudere la top 10 Martin Prokop (nella foto sopra). Il polacco, ex pilota WRC, è così riuscito a portare il suo Ford Raptor RS in sesta posizione assoluta scavalcando Romain Dumas giunto solamente ventesimo al traguardo.

Giovedì 12 gennaio 2023, 11ª tappa (top 10)

1 - Loeb-Lurquin (Prodrive Hunter) - BRX - 2h56'14"
2 - Chicherit-Winocq (Prodrive Hunter) - GCK - 2'16"
3 - Ekström-Bergkvist (Audi E2) - Audi - 2'26"
4 - Moraes-Gottschalk (Toyota Hilux) - Overdrive - 6'12"
5 - Al-Attiyah-Baumel (Toyota Hilux) - Toyota - 6'42"
6 - Lategan-Cummings (Toyota Hilux) - Toyota - 7'22"
7 - Al Rajhi-von Zitzewitz (Toyota Hilux) - Overdrive - 8'52"
8 - Serradori-Minaudier (Century CR6-T) - Century - 9'52"
9 - De Villiers-Murphy (Toyota Hilux) - Toyota - 10'04"
10 - Prokop-Chytka (Ford Raptor) - Orlen - 10’39”

La classifica auto generale (top 10)

1 - Al-Attiyah-Baumel (Toyota Hilux) - Toyota - 39h16’33”
2 - Moraes-Gottschalk (Toyota Hilux) - Overdrive - 1h21'04"
3 - Loeb-Lurquin (Prodrive Hunter) - BRX - 1h30'41"
4 - Lategan-Cummings (Toyota Hilux) - Toyota - 1h49'17"
5 - De Villiers-Murphy (Toyota Hilux) - Toyota - 2h14’18”
6 - Prokop-Chytka (Ford Raptor) - Orlen - 2h53’59”
7 - Dumas-Delfino (Toyota Hilux) - Rebellion Racing - 3h03’54”
8 - Baragwanath-Cremer (Century CR6-T) - Century - 3h24’31”
9 - Han-Li (SMG) - Hanwei - 3h54’07”
10 - Yacopini-Carreras (Toyota) - Overdrive - 4h08’31”