GT World Challenge

Spa - Ore 8 - La Ferrari comanda
Marciello problemi, Lambo crash

Da Spa - Massimo Costa

Notta assai movimentata alla 24 Ore di Spa. La Mercedes AKKA di Marciel...

Leggi »
Mondiale Rally

Italia Sardegna, finale
Sordo resiste e trionfa

Jacopo Rubino

Per il secondo anno consecutivo Dani Sordo trionfa al Rally d’Italia Sardegna: pilota Hyun...

Leggi »
PrecedentePagina 1 di 10Successiva
6 Ott [18:38]

Montmelò - 2° giorno
Novalak-Doohan al top con Trident

Massimo Costa

Martedì positivo per il team Trident nella seconda giornata dei test collettivi della F3 a Montmelò, La squadra diretta da Giacomo Ricci ha ottenuto il primo e il secondo tempo assoluto dei test con Clement Novalak e Jack Doohan. Il pilota britannico, nel turno del mattino (sempre il più veloce sulla pista catalana) ha realizzato la pole dei due giorni di test in 1'31"989 mentre l'australiano Junior Red Bull ha ottenuto 1'32"147. Lunedì, Matteo Nannini era risultato il leader con 1'32"170 guidando per Campos. E proprio l'italiano si è confermato al vertice con 1'32"252, terzo oggi, con la Dallara del team ART. Tripletta italiana dunque, con due vetture Trident e un pilota tricolore nelle prime tre posizioni. Nella top 5 troviamo anche Igor Fraga con Hitech e Jonathan Hoggard schierato da Jenzer, vice campione britannico della F3 2019 e quest'anno visto in un appuntamento della Eurocup Renault e alla 24 Ore di Daytona. Il primo pilota Prema è Dennis Hauger, ottavo. Nel pomeriggio, con pista più lenta e i team intenti a effettuare long-run, Hoggard ha segnato il miglior crono in 1'33"759 davanti ai piloti Prema Roman Stanek ed Hauger, poi Fraga e Arthur Leclerc.

Martedì 6 ottobre 2020, 3° turno

1 - Clement Novalak - Trident - 1'31"989 - 33 giri
2 - Jack Doohan - Trident - 1'32"147 - 27
3 - Matteo Nannini - ART - 1'32"252 - 49
4 - Igor Fraga - Hitech - 1'32"290 - 45
5 - Jonathan Hoggard - Jenzer - 1'32"328 - 42
6 - Olli Caldwell - ART - 1'32"332 - 42
7 - Victor Martins - ART - 1'32"457 - 44
8 - Dennis Hauger - Prema - 1'32"472- 28
9 - Calan Williams - Jenzer - 1'32"478 - 27
10 - David Schumacher - Trident - 1'32"549 - 38
11 - Enzo Fittipaldi - HWA Racelab - 1'32"575 - 30
12 - Ben Barnicoat - Carlin - 1'32"596 - 40
13 - Jak Crawford - Hitech - 1'32"599 - 44
14 - Caio Collet - MP Motorsport - 1'32"665 - 48
15 - Pierre Louis Chovet - Hitech - 1'32"784 - 43
16 - Jonny Edgar - MP Motorsport - 1'32"878 - 43
17 - Roman Stanek - Prema - 1'32"930 - 27
18 - Michael Belov - Charouz - 1'33"056 - 43
19 - William Alatalo - Campos - 1'33"079 - 44
20 - Amaury Cordeel - MP Motorsport - 1'33"087 - 43
21 - Sophia Floersch - Carlin - 1'33"092 - 39
22 - Arthur Leclerc - Prema - 1'33"169 - 30
23 - Patrik Pasma - Charouz - 1'33"219 - 42
24 - Ido Cohen - Carlin - 1'33"240 - 40
25 - Alessandro Famularo - Campos - 1'33"251 - 34
26 - Oliver Rasmussen - HWA Racelab - 1'33"339 - 32
27 - Filip Ugran - Jenzer - 1'33"837 - 32
28 - Rafael Villagomez - Campos - 1'33"840 - 48
29 - Tijmen Van der Helm - HWA Racelab - 1'33"947 - 43
30 - Josef Knopp - Charouz - 1'34"604 - 45

Martedì 6 ottobre 2020, 4° turno

1 - Jonathan Hoggard - Jenzer - 1'33"759 - 31 giri
2 - Roman Stanek - Prema - 1'34"102 - 42
3 - Dennis Hauger - Prema - 1'34"167 - 39
4 - Igor Fraga - Hitech - 1'34"286 - 41
5 - Arthur Leclerc - Prema - 1'34"715 - 41
6 - Victor Martins - ART - 1'34"775 - 41
7 - Jak Crawford - Hitech - 1'34"794 - 43
8 - Pierre Louis Chovet - Hitech - 1'34"814 - 42
9 - Calan Williams - Jenzer - 1'34"836 - 34
10 - Caio Collet - MP Motorsport - 1'34"859 - 37
11 - Ben Barnicoat - Carlin - 1'34"870 - 31
12 - Enzo Fittipaldi - HWA Racelab - 1'34"927 - 54
13 - Matteo Nannini - ART - 1'35"082 - 42
14 - Michael Belov - Charouz - 1'35"151 - 22
15 - Oliver Rasmussen - HWA Racelab - 1'35"398 - 36
16 - Patrik Pasma - Charouz - 1'35"453 - 35
17 - Alessandro Famularo - Campos - 1'35"484 - 31
18 - Sophia Floersch - Carlin - 1'35"608 - 22
19 - Filip Ugran - Jenzer - 1'35"802 - 25
20 - William Alatalo - Campos - 1'35"838 - 35
21 - Josef Knopp - Charouz - 1'35"892 - 33
22 - Jonny Edgar - MP Motorsport - 1'35"899 - 35
23 - Olli Caldwell - ART - 1'35"913 - 35
24 - Amaury Cordeel - MP Motorsport - 1'35"972 - 34
25 - Rafael Villagomez - Campos - 1'36"189 - 31
26 - Clement Novalak - Trident - 1'36"214 - 47
27 - Ido Cohen - Carlin - 1'36"233 - 28
28 - Jack Doohan - Trident - 1'36"514 - 46
29 - David Schumacher - Trident - 1'36"682 - 43
30 - Tijmen Van der Helm - HWA Racelab - 1'36"763 - 44

5 Ott [19:13]

Montmelò - 1° giorno
Nannini il più veloce con Campos

Massimo Costa

Un italiano davanti a tutti. La Formula 3 sul circuito spagnolo di Montmelò ha iniziato i test collettivi in vista del 2021 e la prima giornata ha proposto Mattia Nannini leader al volante della Dallara del team Campos. Il pilota romagnolo, che quest'anno ha corso in F3 con Jenzer, ha guadagnato la testa della classifica nella sessione del mattino ottenendo il tempo di 1'32"170. Seconda prestazione per Jake Hughes, fedele ad HWA Racelab dove è un vero punto di riferimento, mentre buon terzo ha terminato Calan Williams, nuovamente con Jenzer, davanti a Dennis Hauger (Prema) e il primo dei debuttanti, Victor Martins con ART. Nella sessione del mattino, una bandiera rossa per il rookie Rafael Villagomez, proveniente dalla F4 francese, finito in testacoda. Nel turno pomeridiano, in condizioni della pista differenti rispetto al mattino, il più rapido è stato Jack Doohan con la monoposto del team Trident che ha preceduto Williams e Hauger, confermatisi al vertice come Martins, quinto. Diciassettesimo invece, Nannini.

Lunedì 5 ottobre 2020, 1° turno

1 - Matteo Nannini - Campos - 1'32"170 - 31 giri
2 - Jake Hughes - HWA Racelab - 1'32"427 - 32
3 - Calan Williams - Jenzer - 1'32"500 - 32
4 - Dennis Hauger - Prema - 1'32"512 - 30
5 - Victor Martins - ART - 1'32"527 - 30
6 - Enzo Fittipaldi - HWA Racelab - 1'32"615 - 23
7 - Roman Stanek - ART - 1'32"625 - 32
8 - Jack Doohan - Trident - 1'32"777 - 22
9 - Clement Novalak - Trident - 1'32"816 - 28
10 - David Schumacher - Prema - 1'32"948 - 30
11 - Igor Fraga - Hitech - 1'33"069 - 41
12 - Franco Colapinto - MP Motorsport - 1'33"085 - 33
13 - Jonathan Hoggard - Jenzer - 1'33"096 - 27
14 - Arthur Leclerc - Prema - 1'33"161 - 30
15 - Jak Crawford - Hitech - 1'33"286 - 39
16 - Michael Belov - Charouz - 1'33"331 - 33
17 - Ben Barnicoat - Carlin - 1'33"450 - 26
18 - Oliver Rasmussen - Hitech - 1'33"492 - 41
19 - Pierre Louis Chovet - Campos - 1'33"509 - 31
20 - Olli Caldwell - ART - 1'33"530 - 30
21 - William Alatalo - HWA Racelab - 1'33"772 - 42
22 - Sophia Floersch - Carlin - 1'33"819 - 35
23 - Ido Cohen - Carlin - 1'33"838 - 35
24 - Jonny Edgar - MP Motorsport - 1'34"399 - 30
25 - Amaury Cordeel - MP Motorsport - 1'34"576 - 31
26 - Alessandro Famularo - Campos - 1'34"613 - 34
27 - Filip Ugran - Jenzer - 1'35"170 - 27
28 - Patrik Pasma - Charouz - 1'35"627 - 19
29 - Rafael Villagomez - Trident - 1'36"195 - 23
30 - Josef Knopp - Charouz - 1'36"541 - 35

Lunedì 5 ottobre 2020, 2° turno

1 - Jack Doohan - Trident - 1'33"068 - 35
2 - Calan Williams - Jenzer - 1'33"070 - 28
3 - Dennis Hauger - Prema - 1'33"304 - 44
4 - Roman Stanek - ART - 1'33"345 - 45
5 - Victor Martins - ART - 1'33"376 - 44
6 - Igor Fraga - Hitech - 1'33"619 - 29
7 - Arthur Leclerc - Prema - 1'33"705 - 41
8 - Ben Barnicoat - Carlin - 1'33"718 - 25
9 - Pierre Louis Chovet - Campos - 1'33"723 - 33
10 - Olli Caldwell - ART - 1'33"743 - 42
11 - Enzo Fittipaldi - HWA Racelab - 1'33"816 - 50
12 - David Schumacher - Prema - 1'33"827 - 43
13 - Franco Colapinto - MP Motorsport - 1'33"891 - 44
14 - Sophia Floersch - Carlin - 1'33"931 - 26
15 - Jak Crawford - Hitech - 1'33"965 - 33
16 - Alessandro Famularo - Campos - 1'33"988 - 34
17 - Matteo Nannini - Campos - 1'34"053 - 33
18 - Jonathan Hoggard - Jenzer - 1'34"068 - 27
19 - Amaury Cordeel - MP Motorsport - 1'34"139 - 44
20 - Michael Belov - Charouz - 1'34"260 - 17
21 - Clement Novalak - Trident - 1'34"388 - 21
22 - Jonny Edgar - MP Motorsport - 1'34"389 - 41
23 - Oliver Rasmussen - Hitech - 1'34"611 - 33
24 - Ido Cohen - Carlin - 1'34"648 - 26
25 - William Alatalo - HWA Racelab - 1'34"882 - 51
26 - Patrik Pasma - Charouz - 1'34"911 - 45
27 - Rafael Villagomez - Trident - 1'35"062 - 42
28 - Filip Ugran - Jenzer - 1'35"387 - 29
29 - Jake Hugehs - HWA Racelab - 1'35"559 - 62
30 - Joseph Knopp - Charouz - 1'35"758 - 35

4 Ott [16:11]

Test a Barcellona
Leclerc jr con Prema

Conclusa la stagione 2020 al Mugello, la F3 è già proiettata al 2021. Domani, lunedì 5 ottobre, e martedì 6 sul circuito Montmelò si terranno le prime due giornate di test collettivi. Tantissimi i volti nuovi per la categoria. I team italiani: Prema avrà Arthur Leclerc, fresco protagonista della Regional European al Mugello, e tre piloti che già hanno gareggiato in F3: Dennis Hauger, poi David Schumacher e Roman Stanek che si divideranno sui due giorni. Trident avrà Jack Doohan, Clement Novalak, mentre David Schumacher e Rafael Villagomez, messicano della F4 francese, faranno un giorno a testa. Unico italiano Matteo Nannini che guiderà per ART e Campos.

Prema
Arthur Leclerc - Dennis Hauger - David Schumacher (1° giorno) - Roman Stanek (2° giorno)

Hitech
Igor Fraga - Jak Crawford - Oliver Rasmussen (1° giorno) - Pierre Louis Chovet (2° giorno)
 
ART
Roman Stanek (1° giorno) - Matteo Nannini (2° giorno) - Olli Caldwell - Victor Martins
 
Trident
Jack Doohan - Clement Novalak - Rafael Villagomez (1° giorno) - David Schumacher (2° giorno)
 
HWA Racelab
Jake Hughes (1° giorno) - Tijmen Van der Helm (2° giorno) - Enzo Fittiipaldi - William Alatalo (1° giorno) - Oliver Rasmusen (2° giorno)

MP Motorsport
Franco Colapinto (1° giorno) - Caio Collet (2° giorno) - Jonny Edgar - Amaury Cordeel

Jenzer
Calan Williams - Filip Ugran - Jonathan Hoggard 
 
Charouz
Patrik Pasma - Joseph Knopp - Michael Belov

Carlin
Ido Cohen - Ben Barnicoat - Sophia Floersch

Campos
Alessandro Famularo - Pierre Louis Chovet (1° giorno) - Rafael Villagomez (2° giorno) - Matteo Nannini (1° giorno) - William Alatalo (2° giorno)
 

2 Ott [15:20]

Arthur Leclerc e David Schumacher
fra i piloti Prema nei test a Barcellona

Jacopo Rubino

Sono Arthur Leclerc e David Schumacher i due nomi di maggior richiamo, nella line-up Prema per i test collettivi della Formula 3 a Barcellona, in programma il 5 e 6 ottobre. Il pilota monegasco, fratello minore di Charles già alfiere Prema, farà il suo debutto sulla vettura Dallara-Mecachrome, mentre attualmente è in lotta per il titolo della Formula Regional, sempre tra le fila della compagine italiana. Il tedesco è invece figlio di Ralf, e viene da una stagione d'esordio in F3 molto difficile: mai a punti, e saltando in corsa da Charouz a Carlin.

"Il team ha fatto un lavoro incredibile quest'anno", ha affermato Leclerc, ricordando che Prema si è aggiudicata il titolo 2020 con Oscar Pastri, mentre Logan Sargent ha chiuso terzo assoluto e Frederik Vesti quarto. "Per me ci saranno da scoprire una nuova macchina e una nuova pista, sarà importamente la capacità di adattarmi nell'arco dei due giorni".

"Sono contento di poter provare con Prema e di avere l'opportunità di mostrare il mio potenziale", ha invece commentato Schumacher, che guiderà soltanto nella giornata di lunedì. Il cugino Mick è portacolori della squadra veneta dal 2016, ha vinto nel 2018 la vecchia FIA F3 e attualmente è leader della classifica generale in F2.

Schumacher per martedì lascerà il volante al ceco Roman Stanek, a sua volta reduce dal primo anno in F3, mentre a completare la rosa di piloti sarà Dennis Hauger: il norvegese, junior Red Bull, nel 2019 ha vinto la F4 italiana e quest'anno è salito di categoria con la Hitech, centrando un podio in gara 2 a Budapest.

13 Set [11:39]

Mugello - Gara 2
Piastri campione, Sargeant ko

Mattia Tremolada

I‍l debutto nella Formula 4 Inglese, chiusa al secondo posto con sei vittorie, poi due stagioni in Formula Renault Eurocup, vinta nel 2019 con sette successi e il conseguente approdo nel programma giovani di casa Renault. Oscar Piastri quest'anno ha concesso la doppietta, laureandosi campione del FIA Formula 3 al termine di una fine settimana sofferto, condizionato da una penalità sulla griglia di gara 1 che lo ha costretto alla rimonta nelle due corse del Mugello. Il pilota australiano, seguito dall'ex F1 Mark Webber, si è presentato subito con la vittoria nella prima gara della stagione, replicando poi nella Sprint Race di Barcellona. La chiave del suo successo in un campionato molto equilibrato, è stata la costanza e soprattutto il fatto di essere riuscito a capitalizzare al massimo anche nei momenti più difficili e quando si sono presentati numerosi problemi tecnici, specialmente al DRS, che lo hanno rallentato verso metà stagione.

Ce l'ha messa tutta Theo Purchaire, autore di due splendide rimonte che lo hanno portato sul podio dalla settima e dall'ottava posizione sulla griglia nelle due manche finali. Arrivato in sordina direttamente dalla Formula 4, in cui aveva vinto il campionato tedesco 2019, il pilota più giovane della griglia ha sorpreso tutti, mostrando grande velocità ma soprattutto grande maturità. Non sorprende che Frederic Vasseur lo abbia preso sotto la propria ala nel programma junior  Sauber, parcheggiandolo in ART per la F3.

Sfortunatissimo invece Logan Sargeant, il favorito dopo gara 1 di ieri, rimasto chiuso nella morsa di Sebastian Fernandez e Lirim Zendeli alla seconda curva. Sargeant e Zendeli sono arrivati al contatto, finendo nella ghiaia con le sospensioni danneggiate. Al secondo anno nella categoria il pilota americano non ha convinto nell'arco della stagione, chiudendo con un mesto terzo posto in classifica davanti a Frederik Vesti, brillante vincitore di ben tre Feature Race. Il danese ha pagato caro il doppio ritiro di Budapest e Barcellona e i punti dimezzati nella terza corsa di Spielberg, che stava dominando dalla pole.

Quinto in classifica Liam Lawson, vincitore di gara 2 al Mugello davanti a David Beckmann, il sesto pretendente al titolo ancora matematicamente in gioco alla vigilia dell'ultimo appuntamento stagionale. Bel quarto posto di Enzo Fittipaldi, due volte in top-5 in Toscana. Richard Verschoor ha preceduto Jake Hughes, mentre Fernandez ha perso numerose piazze nel finale, venendo beffato al fotofinish da Piastri. Alex Smolyar ha chiuso la zona punti davanti ai torelli junior Red Bull Jack Doohan e Dennis Hauger. Matteo Nannini è arrivato quindicesimo, Federico Malvestiti ventiduesimo e Alessio Deledda ventiseiesimo.

Domenica 13 settembre 2020, gara 2

1 - Liam Lawson - Hitech - 21 giri
2 - David Beckmann - Trident - 7"8
3 - Theo Pourchaire - ART - 9"1
4 - Enzo Fittipaldi - HWA Racelab - 10"3
5 - Richard Verschoor - MP Motorsport - 10"9
6 - Jake Hughes - HWA Racelab - 12"4
7 - Oscar Piastri - Prema - 13"5
8 - Sebastian Fernandez - ART - 13"5
9 - Frederik Vesti - Prema - 14"9
10 - Alex Smolyar - ART - 19"4
11 - Jack Doohan - HWA Racelab - 20"6
12 - Dennis Hauger - Hitech - 21"7
13 - Alex Peroni - Campos - 22"2
14 - Clement Novalak - Carlin - 22"7
15 - Matteo Nannini - Jenzer - 23"2
16 - Olii Caldwell - Trident - 23"4
17 - Lukas Dunner - MP Motorsport - 26"1
‍18 - Roman Stanek - Charouz - 29"0
19 - David Schumacher - Carlin - 30"8
20 - Bent Viscaal - MP Motorsport - 30"9
21 - Calan Williams - Jenzer - 32"2
22 - Federico Malvestiti - Jenzer - 34"3
23 - Mikhael Belov - Charouz - 34"8
24 - Sophia Floersch - Campos - 35"2
25 - Cameron Das - Carlin - 37"7
26 - Alessio Deledda - Campos - 55"4

Ritirato
Lirim Zendeli
Logan Sargeant

Giro più veloce: Frederik Vesti 1'37"879

Il campionato
1.Piastri 164, 2.Pourchaire 161; 3.Sargeant 160; 4.Vesti 146,5; 5.Lawson 143; 6.Beckmann 139,5; 7.Hughes 114,5; 8.Zendeli 104; 9.Verschoor 69; 10.Peroni 64; 11.Smolyar 59; 12.Novalak 45; 13.Viscaal 40; 14.Fernandez 31; 15.Fittipaldi 27.‍‍

12 Set [11:19]

Mugello - Gara 1
Vesti vince, Sargeant e Piastri pari

Mattia Tremolada - XPB Images

Bella vittoria di Frederik Vesti nella prima corsa del Mugello. Scattato dalla terza piazza, nelle prime fasi di gara il campione della Formula Regional European 2019 ha osservato a distanza di sicurezza il bel duello tra Jake Hughes e il poleman Lirim Zendeli, che quasi ad ogni passaggio si sono scambiati la posizione sfruttando il lungo rettifilo di partenza su cui è possibile azionare il DRS. Al quindicesimo passaggio Vesti ha rotto gli indugi, prendendo la piazza d'onore su Zendeli e portando poi l'attacco a Hughes due giri più tardi. Il pilota inglese ha risposto alla penultima tornata, ma l'alfiere di Prema è stato freddo ed ha pazientemente aspettato l'ultimo giro per riprendere la vetta della corsa, cogliendo un bel successo che tuttavia non è sufficiente a mantenerlo matematicamente in lotta per il campionato per solo mezzo punto.

Hughes ha chiuso secondo davanti ad un ottimo Theo Pourchaire, autore di un'altra prova estremamente convincente, che lo ha visto scalare la classifica dalla settima piazza fino a salire sul podio. Il francese rimane clamorosamente in corsa per il titolo, accorciando la distanza dalla coppia del team Prema composta da Oscar Piastri e Logan Sargeant, ora appaiati in testa alla classifica. Scattato sedicesimo, l'australiano ha rimontato bene, scavalcando Matteo Nannini, Alex Peroni, Dennis Hauger, da cui ha anche ricevuto una sportellata, Richard Verschoor e Jack Doohan, fermandosi ad un passo dalla zona punti, in undicesima posizione. Piastri non potrà nemmeno beneficiare dell'inversione della griglia in gara 2 e si troverà dunque nuovamente alle spalle dei diretti rivali.

Prova opaca anche per Sargeant, scavalcato al secondo giro da Pourchaire. Il pilota americano ha poi commesso qualche sbavatura, venendo sorpassato pure da un brillante Enzo Fittipaldi, che dopo un bel confronto si è preso la quinta piazza, conquistando il suo miglior risultato stagionale. Sargeant scatterà dalla quinta posizione in gara 2, seguito da Pourchaire ottavo e Piastri undicesimo.

Sono matematicamente usciti dalla contesa anche David Beckmann, ottavo, e Liam Lawson, decimo e quindi in pole per la corsa di domani. In top-10 anche le ART di Alex Smolyar e Sebastian Fernandez. Matteo Nannini ha chiuso sedicesimo, precedendo la Trident di Olli Caldwell e Federico Malvestiti, mentre Alessio Deledda venticinquesimo. In fondo il team Charouz, con Roman Stanek finito nella ghiaia all'ultimo giro e Mikhael Belov che ha invece tamponato Peroni. Alla vigilia del fine settimana la squadra ceca ha bloccato il trasferimento di Igor Fraga in Hitech, in cui il brasiliano avrebbe raggiunto gli altri due piloti junior Red Bull Lawson e Hauger.

Sabato 12 settembre 2020, gara 1

1 - Frederik Vesti - Prema - 21 giri 
2 - Jake Hughes - HWA Racelab - 0"3
3 - Theo Pourchaire - ART - 2"3
4 - Lirim Zendeli - Trident - 4"7
5 - Enzo Fittipaldi - HWA Racelab - 7"8
6 - Logan Sargeant - Prema - 8"5
7 - Alex Smolyar - ART - 10"5
8 - David Beckmann - Trident - 11"0
9 - Sebastian Fernandez - ART - 11"5
10 - Liam Lawson - Hitech - 12"4
11 - Oscar Piastri - Prema - 13"4
12 - Richard Verschoor - MP Motorsport - 15"3
13 - Jack Doohan - HWA Racelab - 19"4
14 - Dennis Hauger - Hitech - 25"8
15 - David Schumacher - Carlin - 26"3
16 - Matteo Nannini - Jenzer - 26"8
17 - Olii Caldwell - Trident - 26"9
18 - Federico Malvestiti - Jenzer - 32"6
19 - Calan Williams - Jenzer - 33"9
20 - Alex Peroni - Campos - 35"4
21 - Lukas Dunner - MP Motorsport - 35"5
22 - Sophia Floersch - Campos - 39"5
23 - Cameron Das - Carlin - 40"7
24 - Clement Novalak - Carlin - 48"0
25 - Alessio Deledda - Campos - 50"0
‍26 - Roman Stanek - Charouz - 1 giro
27 - Mikhael Belov - Charouz - 1 giro

Ritirato
Bent Viscaal

Giro più veloce: Lirim Zendeli 1'37"127

Il campionato
1.Piastri, Sargeant 160; 3.Pourchaire 151; 4.Vesti 142,5; 5.Lawson 128; 6.Beckmann 127,5; 7.Hughes 106,5; 8.Zendeli 104; 9.Peroni 64; 10.Verschoor 63; 11.Smolyar 58; 12.Novalak 45; 13.Viscaal 40; 14.Fernandez 28; 15.Fittipaldi 19.‍‍

11 Set [14:54]

Mugello - Qualifica
Zendeli a segno per Trident

Mattia Tremolada

S‍econda pole position stagionale per Lirim Zendeli, che regala al team Trident una bella pole position nella (seconda) gara di casa del Mugello, beffando per soli 34 millesimi Logan Sargeant di Prema. La doppietta tricolore tra le squadre è però svanita a causa della penalità di tre posizioni inflitta al pilota americano al termine della seconda manche di Monza, che lo fa retrocedere in quinta posizione. A beneficiarne è Jake Hughes, il più rapido nelle libere e nel tentativo con il primo set di pneumatici.

Seconda fila per il primo e secondo classificato nella Formula Regional European, ovvero Frederik Vesti ed Enzo Fittipaldi. Il danese di Prema sarà il migliore sulla griglia tra i piloti ancora in lizza per il titolo seppur distante 42,5 punti dalla vetta, quando ne restano ancora 48 da assegnare. Theo Pourchaire è settimo davanti a David Beckmann, Liam Lawson dodicesimo dopo un'escursione sulla ghiaia, mentre Oscar Piastri ha deluso, chiudendo soltanto undicesimo. L'australiano partirà però sedicesimo, a causa della penalità rimediata a Monza.

Buona prestazione per il campione in carica della Formula 4 Italia Dennis Hauger, che ha fatto valere la propria esperienza su questa pista, che lo ha visto già vincitore la passata stagione proprio in F4. Matteo Nannini non è riuscito a mantenere la sesta piazza fatta segnare in mattinata, e pur migliorando sette decimi contro il secondo di Zendeli e Hughes, ha chiuso quindicesimo. Federico Malvestiti è ventunesimo, mentre Alessio Deledda scatterà ventisettesimo davanti a Clement Novalak, a sua volta arretrato di cinque piazze sulla griglia.

Venerdì 11 settembre 2020, qualifica

1 - Lirim Zendeli - Trident - 1'35"328
2 - Jake Hughes - HWA Racelab - 1'35"362
3 - Frederik Vesti - Prema - 1'35"548
4 - Enzo Fittipaldi - HWA Racelab - 1'35"561
5 - Logan Sargeant - Prema - 1'35"362**
6 - Sebastian Fernandez - ART - 1'35"594
7 - Theo Pourchaire - ART - 1'35"631
8 - David Beckmann - Trident - 1'35"646
9 - Dennis Hauger - Hitech - 1'35"682
10 - Alex Smolyar - ART - 1'35"693
11 - Jack Doohan - HWA Racelab - 1'35"941
12 - Liam Lawson - Hitech - 1'35"999
13 - Richard Verschoor - MP Motorsport - 1'36"043
14 - Alex Peroni - Campos - 1'36"094
15 - Matteo Nannini - Jenzer - 1'36"135
16 - Oscar Piastri - Prema - 1'35"699*
17 - David Schumacher - Carlin - 1'36"166
18 - Olii Caldwell - Trident - 1'36"176
19 - Bent Viscaal - MP Motorsport - 1'36"231
20 - Mikhael Belov - Charouz - 1'36"319
21 - Federico Malvestiti - Jenzer - 1'36"364
22 - Lukas Dunner - MP Motorsport - 1'36"477
23 - Sophia Floersch - Campos - 1'36"606
24 - Calan Williams - Jenzer - 1'36"853
‍25 - Roman Stanek - Charouz - 1'36"879
26 - Cameron Das - Carlin - 1'37"571
27 - Alessio Deledda - Campos - 1'37"575
28 - Clement Novalak - Carlin - 1'36"537*

*‍5 posizioni di penalità 
*‍*3 posizioni di penalità

11 Set [10:42]

Mugello - Libera
Hughes ancora in testa

Mattia Tremolada

È iniziato il fine settimana decisivo per il FIA Formula 3 nell'inedita cornice del Mugello, che ospita per la prima volta un Gran Premio di Formula 1, con le categorie propedeutiche F2 e F3 a supporto. Sei i piloti ancora in lizza per il titolo, di cui quattro rappresentanti di due squadre italiane, Prema e Trident. Con 48 punti ancora da assegnare i favoriti sono Oscar Piastri e Logan Sargeant, che si sono spartiti la testa della classifica nel corso della stagione.

L'australiano è al comando con 160 lunghezze, otto in più del compagno di squadra. Theo Pourchaire è terzo a quota 136, ma potrà approfittare delle penalità sulla griglia dei due rivali, che saranno arretrati rispettivamente di cinque e tre posizioni. Dovranno invece sperare nel miracolo Liam Lawson (127), David Beckman (123,5) e Frederik Vesti (117,5), forte comunque di due successi conquistati lo scorso anno nella Formula Regional.

Nel turno di prove libere, a svettare è stato Jake Hughes, vincitore di gara 2 a Monza cinque giorni fa. Seconda posizione per Lirim Zendeli. Curiosamente i due sono settimo e ottavo in classifica, ma matematicamente esclusi dalla contesa. Terzo tempo per Dennis Hauger, a sua volta vincitore di due gare al Mugello nel 2019 in F4. In top-5 Beckman e Pourchaire, che tentano così di mettere pressione ai rivali. Sargeant è ottavo davanti a Vesti e a Lawson, mentre Piastri ha chiuso tredicesimo. 

Buono il sesto posto di Matteo Nannini, che come Hughes e Zendeli ha saggiato il circuito toscano con la Formula Regional lo scorso anno. Ancora un turno positivo per Mikhael Belov, undicesimo con il team Charouz, orfano di Igor Fraga. Ferma ai box anche la terza vettura di Hitech, con Pierre-Louis Chovet che ha dato priorità al proprio impegno nella Regional con Van Amersfoort, lasciando vuoto il sedile che fu di Max Fewtrell. Federico Malvestiti ha chiuso ventiduesimo, mentre Alessio Deledda è ventottesimo.

Venerdì 11 settembre 2020, libera

1 - Jake Hughes - HWA Racelab - 1'36"423 - 14 giri
2 - Lirim Zendeli - Trident - 1'36"431 - 18
3 - Dennis Hauger - Hitech - 1'36"554 - 20
4 - David Beckmann - Trident - 1'36"619 - 18
5 - Theo Pourchaire - ART - 1'36"680 - 19
6 - Matteo Nannini - Jenzer - 1'36"813 - 17
7 - Sebastian Fernandez - ART - 1'36"861 - 19
8 - Logan Sargeant - Prema - 1'36"871 - 17
9 - Frederik Vesti - Prema - 1'38"880 - 16
10 - Liam Lawson - Hitech - 1'36"907 - 19
11 - Mikhael Belov - Charouz - 1'37"086 - 20
12 - Jack Doohan - HWA Racelab - 1'37"113 - 15
13 - Oscar Piastri - Prema - 1'37"167 - 17
14 - Richard Verschoor - MP Motorsport - 1'37"168 - 21
15 - Alex Peroni - Campos - 1'37"195 - 16
16 - Enzo Fittipaldi - HWA Racelab - 1'37"315 - 15
17 - David Schumacher - Carlin - 1'37"326 - 15
18 - Alex Smolyar - ART - 1'37"342 - 19
19 - Olii Caldwell - Trident - 1'37"351 - 18
‍20 - Roman Stanek - Charouz - 1'37"559 - 16
21 - Lukas Dunner - MP Motorsport - 1'37"575 - 18
22 - Federico Malvestiti - Jenzer - 1'37"749 - 18
23 - Bent Viscaal - MP Motorsport - 1'37"944 - 21
24 - Calan Williams - Jenzer - 1'38"013 - 19
25 - Clement Novalak - Carlin - 1'38"144 - 20
26 - Sophia Floersch - Campos - 1'38"278 - 18
27 - Cameron Das - Carlin - 1'38"800 - 16
28 - Alessio Deledda - Campos - 1'38"908 - 19

6 Set [21:15]

Piastri e Sargeant
penalizzati sulla griglia del Mugello

Mattia Tremolada

C‍inque piloti sono stati penalizzati al termine di gara 2. Tra i concorrenti finiti nel mirino dei commissari sportivi anche i primi tre della classifica, ovvero Oscar Piastri, Logan Sargeant e Liam Lawson, a cui si aggiungono Clement Novalak e Bent Viscaal.

Piastri ha ricevuto 10" di penalità, tramutati in cinque posizioni da scontare sulla griglia di partenza di gara 1 del Mugello per aver accompagnato sulla ghiaia della Roggia David Beckman, costretto al primo ritiro stagionale per i danni riportati nell'uscita. Poco meglio è andata a Sargeant, che sarà arretrato di tre piazze perché ritenuto colpevole del contatto fratricida con Frederik Vesti, che ha portato al ritiro di entrambi.

Chi ha però ricevuto la sanzione più dura è stato Lawson, penalizzato di 10" per aver spinto fuori dai limiti della pista Lirim Zendeli al nono giro. Il neozelandese scivola dalla seconda alla settima piazza, alle spalle del compagno di squadra Pierre-Louis Chovet, cedendo a Theo Pourchaire la terza posizione in campionato, nonché la piazza d'onore in gara. Alex Smolyar, conquista il primo podio stagionale, mentre guadagnano una posizione anche lo stesso Zendeli, Alex Peroni e Chovet.

10" di penalità, nuovamente convertiti in cinque piazze sulla griglia di gara 1 del Mugello, per Novalak, reo di aver innescato il contatto multiplo che ha portato al ritiro suo, di Piastri e del compagno di squadra David Schumacher, coinvolgendo anche Mikhael Belov. Infine, è stato squalificato Bent Viscaal. Un meccanico di MP Motorsport ha infatti riattaccato il volante della vettura, cosa che l'olandese non aveva fatto, senza chiedere il permesso ad un commissario tecnico.

Domenico 6 settembre 2020, gara 2

1 - Jake Hughes - HWA Racelab - 22 giri - 37'52"033
2 - Theo Pourchaire - ART - 4"252
3 - Alexander Smolyar - ART - 4"661
4 - Lirim Zendeli - Trident - 5"400
5 - Alex Peroni - Campos - 8"459
6 - Pierre-Louis Chovet - Hitech - 8"660
7 - Liam Lawson - Hitech - 11"841*
8 - Roman Stanek - Charouz - 12"123
9 - Olli Caldwell - Trident - 13"783
10 - Richard Verschoor - MP Motorsport - 15"117
11 - Sebastian Fernandez - ART - 16"347
12 - Sophia Floersch - Campos - 23"261
13 - Mikhael Belov - Charouz - 23"660
14 - Federico Malvestiti - Jenzer - 24"101
15 - Dennis Hauger - Hitech - 25"176
16 - Cameron Das - Carlin - 32"409
17 - Igor Fraga - Charouz - 1'08"518
18 - Calan Williams - Jenzer - 1'22"626
19 - Enzo Fittipaldi - HWA Racelab - 1'25"853
20 - Matteo Nannini - Jenzer - 1 giro
21 - Jack Doohan - HWA Racelab - 1 giro
22 - Alessio Deledda - Campos - 1 giro

*10" di penalità 

Squalificato
Bent Viscaal

Ritirati
Frederik Vesti
Oscar Piastri
David Beckmann
Clement Novalak
Lukas Dunner
David Schumacher
Logan Sargeant

Giro più veloce: Clement Novalak 1'40"081

Il campionato
1.Piastri 160; 2.Sargeant 152; 3.Pourchaire 136; 4.Lawson 127; 5.Beckmann 123,5; 6.Vesti 117,5; 7.Hughes 88,5; 8.Zendeli 86; 9.Peroni 64; 10.Verschoor 63; 11.Smolyar 52; 12.Novalak 45; 13.Viscaal 40; 14.Fernandez 26; 15.Caldwell 18.‍‍

6 Set [11:03]

Monza - Gara 2
La seconda di Hughes

Mattia Tremolada

È arrivata la seconda vittoria stagionale per Jake Hughes al termine di una corsa molto movimentata e a tratti caotica, che ha visto diversi protagonisti finire ko. Al decimo giro Oscar Piastri è stato colpito da un arrembante Clement Novalak, che ancora una volta ha rovinato una bella gara con un contatto. Scontro fratricida tra Frederik Vesti e Logan Sargeant. L'americano è stato autore di una rimonta stupenda, arrivando ad insidiare il podio dalla ventiseiesima casella sulla griglia, ma il danese, vincitore di gara 1, ha risposto duramente. I due sono stati sopravanzati da Lirim Zendeli e Theo Pourchaire prima di arrivare al contatto che ha forato la posteriore destra di Sargeant e rotto l'ala di Vesti.

La resa dei conti finale sarà al Mugello, dove Piastri e Sargeant arrivano separati da sole otto lunghezze, con Lawson in terza piazza a meno ventiquattro e Pourchaire poco distante. Rimane a quota 123 punti David Beckmann, al primo ritiro stagionale dopo essere sempre stato in zona punti. Il neozelandese ha chiuso secondo alle spalle di Hughes, capitalizzando un fine settimana in cui non aveva la stessa velocità dei propri avversari, mentre il francese ha recuperato con forza dopo essere scivolato diciottesimo al secondo giro, quando è finito nella ghiaia della Roggia. Grande la gioia di Pourchaire che ha così conquistato due podi a Monza.

Bella rimonta anche di Alex Smolyar, quarto dalla ventesima piazza. Lirim Zendeli ha chiuso in top-5 precedendo Alex Peroni e Pierre-Louis Chovet, scattati diciassettesimo e diciottesimo. A punti anche Roman Stanek, Olli Caldwell, che partiva ventinovesimo, e Richard Verschoor. Miglior risultato stagionale per Sophia Floersch, tredicesima davanti al poleman Mikhael Belov, scivolato fuori dalla top-10 dopo essere stato coinvolto nel contatto tra Novalak e Piastri. A farne le spese anche David Schumacher, che era brillantemente risalito ottavo.

Quindicesimo il brianzolo Federico Malvestiti, protagonista di una bella corsa sul tracciato di casa. Matteo Nannini e Alessio Deledda hanno chiuso doppiati in ventunesima e ventitreesima piazza. Sfortunato Enzo Fittipaldi, grande protagonista nella prima fase di gara, costretto ai box da una foratura conseguente ad un contatto con Zendeli.

Domenico 6 settembre 2020, gara 2

1 - Jake Hughes - HWA Racelab - 22 giri
2 - Liam Lawson - Hitech - 1"8
3 - Theo Pourchaire - ART - 4"2
4 - Alexander Smolyar - ART - 4"6
5 - Lirim Zendeli - Trident - 5"4
6 - Alex Peroni - Campos - 8"4
7 - Pierre-Louis Chovet - Hitech - 8"6
8 - Roman Stanek - Charouz - 12"1
9 - Olli Caldwell - Trident - 13"7
10 - Richard Verschoor - MP Motorsport - 15"1
11 - Bent Viscaal - MP Motorsport - 15"8
12 - Sebastian Fernandez - ART - 16"3
13 - Sophia Floersch - Campos - 23"2
14 - Mikhael Belov - Charouz - 23"6
15 - Federico Malvestiti - Jenzer - 24"1
16 - Dennis Hauger - Hitech - 25"1
17 - Cameron Das - Carlin - 32"4
18 - Igor Fraga - Charouz - 1'08"5
19 - Calan Williams - Jenzer - 1'22"6
20 - Enzo Fittipaldi - HWA Racelab - 1'25"8
21 - Matteo Nannini - Jenzer - 1 giro
22 - Jack Doohan - HWA Racelab - 1 giro
23 - Alessio Deledda - Campos - 1 giro

Ritirati
Frederik Vesti
Oscar Piastri
David Beckmann
Clement Novalak
Lukas Dunner
David Schumacher
Logan Sargeant

Giro più veloce: Clement Novalak 1'40"081

Il campionato
1.Piastri 160; 2.Sargeant 152; 3.Lawson 135; 4.Pourchaire 134; 5.Beckmann 123; 6.Vesti 115,5; 7.Hughes 88,5; 8.Zendeli 84; 9.Verschoor, Peroni 63; 11.Smolyar 50; 12.Novalak 45; 13.Viscaal 40; 14.Fernandez 26; 15.Caldwell 18.‍

PrecedentePagina 1 di 10Successiva

News

FIA Formula 3
v

PrimaPrecedentePagina 1 di 5SuccessivaUltima
PrimaPrecedentePagina 1 di 5SuccessivaUltima

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone