formula 1

McLaren ritrova il 4° posto con un
grande Norris e un ritrovato Ricciardo

Sorpasso. La McLaren si riprende il quarto posto nella classifica costruttori ai danni della Alpine-Renault grazie a un clamo...

Leggi »
formula 1

Alonso diventa il pilota che
ha corso il maggior numero di GP

Trecentocinquanta. 350. La statistica relativa ai piloti che hanno disputato il maggior numero di Gran Premi nella storia del...

Leggi »
World Endurance

Cadillac affida la sua LMDh a Ganassi
Al via con Bamber, Lynn e Westbrook

Michele Montesano Cadillac ha rivelato la formazione con cui affronterà la stagione 2023 del FIA WEC. A gestire la Cadillac...

Leggi »
formula 1

Perez e la safety car a Singapore:
cosa lascia perplessi della direzione gara

Sergio Perez ha potuto festeggiare la sua quarta vittoria in Formula 1, con quella che lui stesso ha definito "la miglio...

Leggi »
GT World Challenge

Montmelò, gara
Marciello prende anche l’Endurance
Cairoli trascina Dinamic al successo

È stato un tripudio tricolore quello andato in scena a Montmelò, dove i piloti italiani sono stati grandi protagonisti del fi...

Leggi »
formula 1

Perez re dei circuiti cittadini
Doppio podio per la Ferrari

Ma chi c'era sulla Red Bull-Honda numero 11? Sergio Perez o Max Verstappen? No, nessun dubbio. A dominare un difficilissi...

Leggi »
14 Gen [16:18]

Il ‘Drago’ Sandro Munari
ricoverato in gravi condizioni

Michele Montesano

Una notizia ha sconvolto il mondo del rallysmo tricolore e internazionale: Sandro Munari, nella giornata di ieri, è stato ricoverato d’urgenza in ospedale e le sue condizioni risultano alquanto gravi. Proprio in occasione del cinquantesimo anniversario del suo leggendario trionfo al Montecarlo del ’72 con la Lancia Fulvia, il ‘Drago’ si trova a combattere la prova speciale più difficile della sua vita.

A darne la triste notizia è stata la moglie Flavia, con un post su un gruppo Facebook a lui dedicato: “Sandro è ricoverato da giovedì 13 gennaio all’ospedale, è piuttosto grave, non posso stare con lui neppure un minuto e questo mi uccide. Non l’ho mai lasciato solo ormai da almeno due mesi e non posso pensarlo addolorato e confuso senza nessuno che gli tenga la mano o che gli accarezzi la fronte. Vi chiedo una preghiera per lui affinché possa tornare almeno un poco ancora a casa da noi”.



Parole che addolorano e, al contempo, fanno capire la dura battaglia che sta affrontando l'ex pilota, da qualche tempo afflitto da problemi cognitivi. Gli appassionati del traverso, e di chi si è innamorato dei rally proprio grazie alle sue gesta, spera che il ‘Drago’ possa tornare ad abbracciare la sua famiglia quanto prima.

Nato a Cavarzere nel 1940, Munari è certamente fra i piloti italiani più vittoriosi nella storia dei rally. Iconico il binomio instauratosi con la Lancia. Proprio con il marchio torinese il ‘Drago’ ha raggiunto l’apice della sua carriera conquistando dapprima i titoli italiani ed europei con la Fulvia Coupé, per poi salire a bordo della leggendaria Stratos. Fu proprio con la sportiva italiana, disegnata da Bertone e spinta dal V6 Ferrari Dino, che Munari conquistò la Coppa FIA Piloti nel 1977 (l’equivalente del Mondiale Rally, istituito poi nel 1979).



Imbattibile su qualsiasi superficie e in qualsiasi condizione, Munari ha trionfato in ben 4 edizioni del Rally di Montecarlo (1972, 1975, 1976 e 1977), 2 volte il terribile e pericoloso Tour de Corse (1967 e 1976) oltre all’iconico Rally di Sanremo. Inoltre è stato uno dei pochi piloti non nordici a conquistare il Rally 1000 Laghi, in Finlandia nel 1974. Conclusa l’epopea Lancia, il ‘Drago’ ha poi guidato la Fiat 131 Abarth tra il 1978 e il 1980 disputando anche qualche gara nel mondiale.

Non solo rally, Munari ha anche conquistato il successo nella Targa Florio del 1972 al volante della Ferrari 312 P in coppia con Arturo Merzario. Dopo aver partecipato a diverse Dakar e Rally dei Faraoni, ha fondato la Abarth Driving School. Tutti noi ci auguriamo che il ‘Drago’, dopo aver sconfitto il Covid-19 nel marzo 2020, vinca anche quest’altra battaglia.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone