formula 1

FIA e F1, missione compiuta:
approvate le regole sui motori 2026

Finalmente. Dopo mesi, per non dire un paio d'anni, di trattative e discussioni, sono ufficialmente confermate le regole ...

Leggi »
formula 1

Misure anti porpoising dal 2023:
la delibera FIA con un compromesso

Nel Consiglio Mondiale di oggi, oltre ad approvare le power unit 2026, la FIA ha deliberato le misure in vigore dal 2023 cont...

Leggi »
formula 1

Verstappen non ha dubbi: "La Ferrari
più competitiva della mia Red Bull"

Il suo ruolino di marcia è impeccabile, la stagione 2022 è senza dubbio una delle migliori della sua carriera. Otto le vitto...

Leggi »
World Endurance

Ferrari prosegue i test della LMH
Cosa nasconde la livrea mimetica

Michele Montesano È un’estate intensa e priva di soste quella del reparto Ferrari Competizioni GT. Gli uomini di Maranello ...

Leggi »
Regional by Alpine

Intervista a Dino Beganovic
“Tanto lavoro con Prema dietro i miei successi”

Una partenza eccezionale, con sette podi nelle prime sette gare della stagione. Quello di Dino Beganovic, pilota della Ferrar...

Leggi »
Formula E

Vandoorne, l'ennesimo campione che
la F1 ha snobbato con troppa fretta

Nelson Piquet, Sebastien Buemi, Lucas Di Grassi, Jean-Eric Vergne (due volte), Antonio Felix Da Costa, Nyck De Vries, Stoffel...

Leggi »
2 Gen [19:12]

La pioggia cancella la
tappa marathon prevista domani

Mattia Tremolada

Gli organizzatori della Dakar non hanno certo risparmiato i protagonisti, mettendoli di fronte a diverse difficoltà già nei primi giorni di gara. Tanti equipaggi si sono infatti persi attorno al chilometro 250 della prima tappa, caratterizzata da un tratto di navigazione particolarmente complicato. I distacchi in classifica hanno iniziato subito ad aumentare a dismisura, permettendo al leader Nasser Al-Attiyah di prendere il largo. La seconda tappa avrebbe poi dovuto essere una marathon, che non prevede la tradizionale assistenza nella serata tra lunedì e martedì. Una decisione che aveva suscitato diversi malumori tra i protagonisti, perché mai una tappa marathon era stata inserita così presto nel percorso.

Partiti da Ha’il, gli equipaggi avrebbero dovuto dirigersi verso Al Artawiyah, dove avrebbero prestato assistenza in autonomia ai propri mezzi in vista della terza tappa, che da Al Artawiyah li avrebbe portati a Al Qaisumah. Tuttavia, un forte temporale ha danneggiato il bivacco di Al Artawiyah, rendendolo inagibile. Gli organizzatori hanno quindi dovuto correre ai ripari, modificando l’itinerario e cancellando la tappa marathon. La distanza del tratto cronometrato di domani rimarrà invariata, ma anziché dirigersi in trasferimento verso Al Artawiyah, i concorrenti si sposteranno direttamente a Al Qaisumah, che ospiterà partenza e arrivo della tappa di martedì.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone