Rally

Rally di Lettonia – 1° giorno
Rovanperä batte Neuville e Ogier

Michele Montesano Riga ha fatto da antipasto a quello che sarà il Rally di Lettonia. I piloti del WRC si sono sfidati sulla s...

Leggi »
formula 1

L'analisi del mercato piloti 2025
Cosa accadrà nelle prossime settimane

Con il passaggio di Esteban Ocon al team Haas, diventano quattro e... mezzo i sedili vacanti nel Mondiale F1 per la prossima ...

Leggi »
Rally

Rally di Lettonia – Shakedown
Tänak precede Neuville, Toyota insegue

Michele Montesano Il WRC, questo fine settimana, farà tappa per la prima volta nella sua storia in Lettonia. La repubblica ba...

Leggi »
formula 1

Haas e Ferrari, accordo fino al 2028
E intanto sta per arrivare Ocon

Il team Haas ha rinnovato l'accordo con la Ferrari per la fornitura dei motori. Il costruttore americano potrà avere le p...

Leggi »
World Endurance

Aston Martin: a Silverstone
il debutto della Valkyrie LMH

Michele Montesano Eppur si muove. Aston Martin ha tenuto fede alla sua tabella di marcia e, come previsto, ha portato al debu...

Leggi »
Rally

Ogier e Rovanperä al via in Lettonia
Torna Lappi in Hyundai, Sesks con Ford

Michele Montesano Questo fine settimana il Mondiale Rally farà tappa per la prima volta in Lettonia. La repubblica baltica, g...

Leggi »
6 Mag [11:18]

Rally Canarie
Bonato batte Franceschi e Chacón

Michele Montesano

Yoann Bonato si è confermato il più veloce nel Rally Islas Canarias. Così come lo scorso anno il francese, navigato da Benjamin Boulloud, ha conquistato il secondo appuntamento stagionale dello European Rally Championship. Ma, a differenza di dodici mesi fa, la vittoria per l’equipaggio francese si è rivelata più difficile del previsto. Secondo posto per Mathieu Franceschi che, complice l’assenza del vincitore del Rally d’Ungheria Simone Tempestini, sale al comando della graduatoria generale. A completare il podio un velocissimo, quanto sfortunato, Alejandro Cachón.



Dopo aver siglato solamente il decimo crono nella speciale di Las Palmas de Gran Canaria del giovedì, Bonato nella giornata successiva ha cambiato passo. Firmato lo scratch della Aguimes-Santa Lucia, il pilota della Citroën è salito al primo posto. Bonato si è subito trovato a fare i conti con Cachón (nella foto sopra). Infatti, nella tappa del venerdì, lo spagnolo è stato il più rapido sugli asfalti delle Canarie conquistando quattro delle sei prove in programma. Preso il comando delle operazioni, il pilota della Toyota Yaris Rally2 è però stato costretto ad alzare il piede per via di una foratura all’anteriore destra, avvenuta nel corso della ripetizione di Santa Lucia, perdendo quasi quaranta secondi.

Riprese le redini della gara, Bonato ha iniziato un intenso duello con il connazionale Franceschi. La lotta si è protratta anche nella tappa conclusiva del sabato con l’alfiere della Citroën che è riuscito a mantenere il comando nonostante la forte pressione di Franceschi (nella foto sotto). A dividere i due francesi all’arrivo sono stati solamente 2”8. Terzo posto tutto in rimonta da parte di Cachón. Scivolato al diciottesimo posto, per via della foratura, lo spagnolo ha spinto fino all’ultimo conquistando anche la Power Stage conclusiva.



Finale amaro per José Antonio Suarez. Lo spagnolo, arrivato terzo nell’ultima speciale, in un solo colpo ha perso secondi preziosi scivolando in quinta posizione alle spalle di Cachón e Diego Ruiloba. Fuori dai primi cinque Hayden Paddon. Il campione in carica dell’ERC nella tappa del venerdì è apparso in difficoltà lamentando una Hyundai i20N Rally2 troppo sottosterzante. Gli uomini del team BRC hanno quindi rivisto l’assetto permettendo a Paddon di chiudere in sesta posizione.

Jon Armstrong, settimo, ha tagliato il traguardo davanti a Mads Østberg. Assente in Ungheria per un’infezione polmonare, il norvegese ha sfruttato il Rally Islas Canarias per prendere confidenza con i nuovi pneumatici Michelin. Simon Wagner ha battuto nella Power Stage il campione 2022 Efrén Llarena conquistando il nono posto finale. Quattordicesimo l’equipaggio tricolore della Skoda composto da Andrea Mabellini e Virginia Lenzi. Paura per Miklós Csomós e il suo navigatore Attila Nagy. Nel corso della quarta speciale, l’ungherese ha perso il controllo della sua Skoda Fabia sbattendo contro una casa a bordo strada. Uscito indenne dall’impatto, l’equipaggio è stato portato in ospedale per controlli precauzionali.



Dominio di Mille Johansson nell’ERC Junior (nella foto sopra). Lo svedese, alla sua prima esperienza internazionale su asfalto, ha annichilito gli avversari conquistando dieci delle tredici PS in programma. Con un ruolino di marcia del genere, Calle Carlberg non ha potuto far altro che accodarsi in seconda posizione. Podio tutto marchiato Opel con Timo Schulz, tra i favoriti alla vigilia, che ha chiuso al terzo posto. Tradito dall’albero motore della sua Peugeot 208 Rally4, Mattia Zanin è tornato in gara conquistando un positivo decimo posto di classe. Costretti al ritiro entrambi i piloti dell’ACI Team Italia Davide Pesavento e Geronimo Nerubotto.

Sabato 4 maggio 2024, classifica finale (top 15)

1 - Bonato-Boulloud (Citroën C3 Rally2) - 1:57:18.8
2 - Franceschi-Malfoy (Škoda Fabia RS Rally2) - 2"8
3 - Cachón-Rozada (Toyota Yaris Rally2) - 29"7
4 - Ruiloba-Vela (Citroën C3 Rally2) - 32"4
5 - Suárez- Iglesias (Škoda Fabia RS Rally2) - 35"3
6 - Paddon-Kennard (Hyundai i20 N Rally2) - 40"9
7 - Armstrong-Treacy (Ford Fiesta Rally2) - 59"1
8 - Østberg-Barth (Citroën C3 Rally2) - 1'01"1
9 - Wagner-Winter (Škoda Fabia RS Rally2) - 1'17"7
10 - Llarena-Fernández (Škoda Fabia RS Rally2) - 1'20"3
11 - Cruz-Mújica (Ford Fiesta Rally2) - 1'33"2
12 - Cais-Bacigál (Škoda Fabia RS Rally2) - 1'40"2
13 - Mareš-Bucha (Toyota Yaris Rally2) - 1'57"4
14 - Mabellini-Lenzi (Škoda Fabia RS Rally2) - 2'10"1
15 - Marczyk-Gospodarczyk (Škoda Fabia RS Rally2) - 2'55"9

Il campionato piloti
1.Franceschi 56 punti; 2.Paddon 41; 3.Tempestini 33; 4.Bonato 32; 5.Armstrong 27; 6.Csomós 25; 7.Ruiloba 23; 8.Cais 19; 9.Cachón 18; 10.Suárez 17.