formula 1

Kubica con Alfa nella FP1 in Bahrain,
in attesa di definire i programmi 2021

Jacopo Rubino - XPB Images

Robert Kubica è pronto a tornare al volante dell'Alfa Romeo Rac...

Leggi »
Mondiale Rally

Niente ritiro per Ogier:
resta in Toyota per il WRC 2021

Jacopo Rubino

Il ritiro può attendere: Sebastien Ogier ha deciso di proseguire almeno per un altro anno ...

Leggi »
PrecedentePagina 1 di 10Successiva
26 Nov [11:35]

DS Techeetah inizia dall'auto 2020,
per Audi prima unità motrice "in casa"

Jacopo Rubino

Il team DS Techeetah, bicampione in carica della Formula E, inizierà la prossima stagione con la "vecchia" monoposto, la E-TENSE FE20, seppur dotata di piccoli aggiornamenti. Il nuovo modello, la FE21, debutterà a partire dalla gara di Roma in programma nell'aprile 2021. Questa è la principale notizia emersa dalla presentazione della compagine franco-cinese, che avrà ancora in Antonio Felix da Costa e Jean-Eric Vergne i suoi portacolori.

Per contenere i costi nel periodo della pandemia COVID-19, infatti, la Formula E permetterà l'omologazione di una sola nuova unità motrice nell'arco del prossimo biennio. Alcune squadre hanno scelto di introdurre subito la versione aggiornata, come Mercedes, NIO, Mahindra e Audi, mentre in casa DS, appunto, si è preferito aspettare.

"Noi abbiamo deciso di cambiare approccio, viste le circostanze, e abbiamo sviluppato due auto in contemporanea", ha spiegato il responsabile tecnico Xavier Mestelan Pinon, che per la futura specifica ha parlato di "alcune soluzioni ambiziose". Va detto che DS Techeetah ha concluso l'edizione 2019-2020 con un certo vantaggio sugli avversari, specialmente a livello di efficienza energetica: negli imminenti test di Valencia, e poi nei round di Santiagio e Diriyah, si capirà se da Costa e Vergne potranno godere ancora di un vantaggio prestazionale.

Quanto alla già citata Audi, il prossimo Mondiale segnerà l'adozione della prima MGU realizzata al 100% internamente. Quella impiegata fino a qui, infatti, era basata sul progetto studiato in collaborazione con lo specialista Schaeffler, che rimarrà comunque partner. A Ingolstadt annunciano una efficienza maggiore e una riduzione di peso a soli 35 chili, grazie all'impiego di materiali avanzati.

E se DS Techeetah ricomincia da prima della classe, Audi dovrà riscattare una Season 6 molto deludente, terminata al sesto posto in graduatoria, senza vittorie e con l'onta di essere stata battuta dalla cliente Virgin Racing.

25 Nov [19:43]

Lynn confermato da Mahindra,
con Sims coppia tutta inglese

Jacopo Rubino

Coppia piloti tutta inglese per la Mahindra nella stagione 2020-2021 di Formula E. Il costruttore indiano, oltre al già annunciato Alexander Sims in arrivo dalla BMW, ha infatti confermato il connazionale (e omonimo...) Alex Lynn a pochi giorni dai test collettivi di Valencia. Un solo sedile è ancora vacante, quello in casa Dragon per far coppia con Sergio Sette Camara.

Lynn resta a bordo dopo aver esordito con Mahindra nelle manches di Berlino che hanno chiuso lo scorso campionato dopo lo stop per il COVID-19. Ottimo il suo approccio, sia in qualifica che in gara, con due sorprendenti ingressi in Superpole e un quinto posto al traguardo come miglior piazzamento. Nelle precedenti esperienze nella serie elettrica, il britannico era stato invece portacolori Virgin e Jaguar. "Non conosceremo la nostra forza fino a Santiago (sede del primo appuntamento, ndr), ma siamo qui per lottare regolarmente per vittorie e podi", ha commentato fiducioso nell'evento online di presentazione della squadra, condotto dall'ex F1 Damon Hill.

Mahindra ha svelato inoltre la M7Electro, la vettura aggiornata con l'unità motrice della tedesca ZF, e una livrea con qualche ritocco. "L'ho già guidata in varie giornate di test e siamo molto orgogliosi di quanto abbiamo realizzato", ha sottolineato Lynn. "Le prime sensazioni sono state positive", ha confermato anche il compagno Sims, "ora siamo al lavoro per gli affinamenti. Abbiamo fatto tante prove al simulatore, che sono molto utile, ma è il tempo passato in pista quello più prezioso, ed è andata bene".

Nel ruolo di collaudatore e riserva rimane Nick Heidfeld, già titolare fino al campionato 2017-2018, mentre l'ormai ex alfiere Jerome D'Ambrosio ha deciso di appendere il casco al chiodo. Sarà vice team principal Venturi, affiancando Susie Wolff.

24 Nov [11:40]

A Diriyah si correrà in notturna,
sarà la prima volta in Formula E

Jacopo Rubino

La Formula E ha ufficializzato il primo evento in notturna della sua storia: la tappa di Diriyah, articolata su doppia gara il 26 e 27 febbraio, si svolgerà sotto i riflettori con partenza alle 20 locali sia venerdì che sabato. Per la serie elettrica sarà la terza volta in Arabia Saudita, nazione che nel novembre 2021 ospiterà la prima volta anche la F1, sempre in notturna, sul circuito cittadino di Jeddah.

A Diriyah verrà allestito un apposito impianto di illuminazione, che gli organizzatori, tengono a sottolineare, sarà composto da lampade a LED a basso consumo e alimentato da fonti totalmente rinnovabili. "Sono sicuro che l'evento sarà spettacolare, qualcosa che non abbiamo mai visto prima", ha commentato l'amministratore delegato della Formula E, Alberto Longo. "Ma il nostro primo pensiero è stato di realizzare l'idea in modo di sostenibile".

Un tema a cui tiene molto la stessa Arabia Saudita all'interno del suo progetto "Vision 2030", per trasformarsi entro un decennio in una nazione più moderna, a livello sociale, e meno legata al petrolio dal punto di vista dell'ambiente.

La prossima edizione della Formula E, la prima con titolazione di Mondiale, scatterà il 16-17 gennaio a Santiago del Cile, anche in questo caso con due round. Poi la trasferta in Arabia e, al momento, un vuoto di quasi due mesi verso l'EPrix di Roma del 10 aprile: nel mezzo erano state inserite le gare di Sanya e Mexico City, poi rinviate a data da destinarsi per ragioni probabilmente legate alla pandemia COVID-19.

24 Nov [10:05]

Blomqvist completa il team NIO,
l'anglo-svedese affianca Turvey

Jacopo Rubino - XPB Images

Si sistema un altro tassello nella griglia della Formula E 2020-2021: NIO ha ufficializzato Tom Blomqvist come secondo pilota al fianco del fedelissimo Oliver Turvey, in forza alla squadra cinese sin dal 2015. Blomqvist parte per la sua prima stagione completa nella serie elettrica, dopo essere stato portacolori Andretti in sei appuntamenti del campionato 2017-2018 e aver disputato ad agosto le ultime due manches a Berlino della passata stagione, sostituendo James Calado in Jaguar.

"Tornare a tempo pieno in Formula E è fantastico, la categoria è diventata sempre più solida", ha commentato il figlio d'arte anglo-svedese, da alcuni è impegnato ad alto livello anche nelle ruote coperte fra competizioni Gran Turismo e tre campionati DTM nel curriculum.

Blomqvist è stato preferito a Daniel Abt, schierato proprio a Berlino al posto di Ma Qinghua, impossibilitato a viaggiare in Europa per le restrizioni dovute al COVID-19. Il tedesco era stato arruolato dopo la sua esclusione dalla line-up Audi per la sua farsa nel torneo online organizzato durante il lockdown, e ormai rischia di restare senza un volante. Ne rimangono ormai solo due da assegnare, rispettivamente in Mahindra e in Dragon.

Così come Turvey, Blomqvist in queste settimane ha già avuto modo di provare la vettura di casa NIO, che ha omologato una nuova unità motrice con "ottimi riscontri a livello di affidabilità", come sottolineato dal team principal Christian Silk. L'obiettivo sarà quello di lasciarsi alle spalle l'ultima fallimentare stagione, senza nemmeno un punto ottenuto. Cambierà anche la livrea, con il bianco rimpiazzato dal blu scuro e da finiture in nero carbonio.

20 Nov [16:40]

Dragon conferma Sette Camara,
sarà in Formula E a tempo pieno

Jacopo Rubino

Il team Dragon conferma Sergio Sette Camara per la prossima stagione di Formula E: per il brasiliano sarà la prima a tempo pieno nella serie elettrica, in cui ha esordito negli ePrix di Berlino che ad agosto hanno chiuso il campionato 2019-2020. Sette Camara è attualmente supportato dalla Red Bull e ricopre il ruolo di riserva in F1, anche per l'AlphaTauri. Il suo impegno principale di quest'anno doveva essere nella Super Formula, dopo il capitolo in F2, ma le limitazioni dovute al Coronavirus hanno complicato i piani: nella categoria giapponese ha disputato solo la tappa di Sugo.

Adesso l'accordo per disputare l'intera Formula E 2021. "Il mio obiettivo è fare il massimo ad ogni gara e imparare in fretta, proseguendo sulla strada iniziata a Berlino per lottare costantemente per la zona punti", ha commentato Sette Camara.

La base di partenza verrà proprio dall'esperienza nei round tedeschi, anche se il suo miglior piazzamento era stato un 15esimo posto. "Ho imparato tanto sulla gestione della vettura, molto diversa da ogni altra macchina con cui ho corso. Ho dedicato parecchio tempo nel capire come usare l'energia nel modo più efficiente possibile. La curva di apprendimento era ripida, ora voglio mettere in pratica quanto ho scoperto".

Dragon deve ancora annunciare il suo secondo portacolori, dopo aver schierato nella passata stagione lo svizzero Nico Muller e Brendon Hartley, poi sostituito dallo stesso Sette Camara. Nel frattempo, la compagine americana ha modificato la propria denominazione ufficiale in "Dragon Penske Autosport", a rimarcare i legami con l'universo Penske da cui proviene anche l'unità motrice. Il patron Jay del resto è il figlio di Roger, a capo ormai di un vero e proprio impero nel settore del motorsport, e non solo.

30 Ott [17:22]

BMW ha scelto Jake Dennis:
nuovo portacolori in Formula E

Jacopo Rubino

BMW ha scelto un nome forse inaspettato per completare la line-up di Formula E 2020-2021: Jake Dennis. Il 25enne britannico sostituirà il connazionale Alexander Sims,
già passato in Mahindra, andando ad affiancare Maximilian Gunther. Dennis ha avuto la meglio in un processo di selezione definito "intenso", tra lavoro al simulatore e prove in pista.

"Le sue prestazioni sono state notevoli, per questo abbiamo deciso di dargli il sedile. Sono contento di aver arruolato un pilota giovane, talentuoso e verstaile come lui", ha commentato Jens Marquardt, direttore sportivo della casa bavarese. La si può considerare una delle sue ultime mosse: da domenica 1° novembre Marquardt lascerà infatti l'incarico, sostituito da Markus Flasch, andando a occuparsi di altri progetti aziendali extra-corse.

Dopo la gavetta in monoposto, vincendo il titolo 2012 di Formula Renault 2.0 NEC, chiudendo terzo nell'Europeo F3 del 2015 e quarto nella GP3 2016, Dennis è passato alle ruote coperte fra GT e LMP2. Nel 2019 ha disputato il DTM, seppur con la poco competitiva Aston Martin del team R-Motorsport, e nel curriculum vanta anche il ruolo di pilota al simulatore Red Bull in F1, guidando anche la vettura "reale" nei test post GP a Barcellona e Budapest del 2018.

"So che mi confronterò con le particolarità della Formula E, a cui dovrò abituarmi, ma la versatilità è uno dei miei punti di forza", ha commentato Dennis, "e sono ottimista di potercela fare in fretta con l'aiuto della squadra e del mio compagno. Questa è una delle di quelle serie in cui si vuole essere davvero presenti, al momento, per il livello dei costruttori, delle scuderie e dei piloti".

29 Ott [16:40]

Vandoorne e De Vries confermati:
restano i piloti Mercedes in Formula E

Jacopo Rubino

A meno di un mese dai test ufficiali di Valencia, la Mercedes si è presentata per la sua seconda stagione in Formula E: Stoffel Vandoorne e Nyck De Vries restano i due portacolori, all'insegna della continuità. "Hanno entrambi tirato fuori ottime prestazioni, fatto esperienza con la squadra e mostrato di avere le giuste abilità richieste dalla categoria, come la gestione dell'energia", ha commentato il team principal Ian James.

La casa della Stella ha concluso al meglio la sua campagna d'esordio nella serie elettrica, centrando la prima vittoria (anzi, una doppietta) nell'ultimissima manche a Berlino. Il successo è stato appannaggio a Vandoorne, che in extremis ha chiuso addirittura secondo in classifica generale. Per il belga quella del 2020-2021 sarà la terza partecipazione in Formula E: "Speriamo di lottare ancora per podi e vittorie, e di avvicinarci ancora un po' ai più veloci".

De Vries lo scorso anno era invece un rookie, il migliore in graduatoria, forte del titolo in Formula 2. "Abbiamo avuto un ottimo debutto, seppur in una stagione particolare per il COVID-19 che dopo qualche appuntamento ha cambiato tutto. Ora mi auguro che ci possa essere un percorso più normale e di poter imparare i circuiti dove non ho ancora gareggiato", ha affermato l'olandese.

A livello tecnico, la monoposto denominata EQ Silver Arrow 02 avrà una unità motrice aggiornata, già collaudata in queste settimane nelle sessioni private. La livrea torna invece nel classico argento Mercedes, dopo la veste tutta nera utilizzata a Berlino come in Formula 1, quale iniziativa per manifestare la vicinanza alla causa antirazzista.

21 Ott [16:17]

Formula E, due rinvii:
Città del Messico e Sanya

Jacopo Rubino

Cambio di programma nel calendario 2020-2021 di Formula E. Città del Messico e la cinese Sanya, in origine previste il 13 febbraio e 14 marzo come seconda e quarta tappa, sono state rinviate a data da destinarsi. Per compensare, il round di apertura a Santiago del Cile diventa quindi su doppia gara, il 16 e 17 gennaio, ma a porte chiuse. Sarà un "double header" anche il seguente impegno a Diriyah, il 26 e 27 febbraio, dove c'è invece l'intenzione di avere il pubblico.

La serie elettrica, in attesa della ratifica da parte della FIA, ha agito in questo modo di fronte alla delicata situazione sanitaria dovuta al Coronavirus. "In tutte le decisioni, la salute e la sicurezza del nostro staff e di tutta la comunità della Formula E, fatta di squadre, costruttori, partner, piloti e appassionati, così come dei residenti delle città in cui corriamo, ha la priorità", ha spiegato l'organizzazione del campionato.

Dopo la trasferta in Arabia Saudita si viene così a creare una pausa di un mese e mezzo, fino all'EPrix di Roma dell'11 aprile. Ma nel comunicato diffuso si intuisce che nulla viene dato per sicuro, di fronte all'incognita del COVID-19. Semplicemente, si sottolinea che "la Formula E è concentrata sul gareggiare nel maggior numero di città, per aderire il più possibile al calendario annuncio precedentemente".

Nel frattempo, come riportato nei giorni scorsi da The Race, si vaglia l'ipotesi di un round in Portogallo, paese del campione in carica Antonio Felix da Costa, come piano alternativo in caso di necessità. Le location in esame sarebbero Estoril e Portimao con i loro circuiti permanenti, dove sarebbe più semplice gestire un evento rispetto ai centri urbani. L'Estoril potrebbe ad esempio essere associato alla capitale Lisbona, distante solo una trentina di chilometri, mantenendo l'aura di corsa cittadina. In questo contesto potrebbe essere considerato un ritorno a Marrakech o l'utilizzo del "Ricardo Tormo" di Valencia, già sede dei test pre-stagione.

PrecedentePagina 1 di 10Successiva

News

Formula E
v

PrimaPrecedentePagina 1 di 4SuccessivaUltima
PrimaPrecedentePagina 1 di 4SuccessivaUltima

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone