formula 1

Monaco - Libere 2
Leclerc-Sainz divisi da 44 millesimi

E' una Ferrari che appare imprendibile quella che salta da un cordolo all'altro sfiorando i rail nel sempre affascina...

Leggi »
formula 1

Monaco - Libere 1
Leclerc fa gli onori di casa

Montecarlo è casa sua. Ci è cresciuto, le strade che formano il tracciato del Gran Premio le frequentava fin da piccolo sogna...

Leggi »
FIA Formula 2

Monaco - Qualifica
Pole di Lawson, ma da valutare

Pole-position con il giallo nella qualifica di Formula 2 a Montecarlo, letteralmente: l'autore del miglior tempo è stato ...

Leggi »
Rally

Loeb al via del Safari Rally
In Kenya con la Ford Puma Rally1

Michele Montesano L’indiscrezione circolava già nel corso del Rally del Portogallo, ma sono serviti altri giorni affinché t...

Leggi »
Regional by Alpine

Monaco - Qualifica
Dino lascia l'impronta

Con un gran giro finale Dino Beganovic è riuscito a strappare il miglior tempo assoluto nella qualifica di Monaco della Formu...

Leggi »
nascar

Raikkonen in NASCAR Cup
A Watkins Glen con Trackhouse

Sarà Kimi Raikkonen il primo pilota di caratura internazionale a correre con il team Trackhouse nell'ambito del nuovo pro...

Leggi »
PrevPage 1 of 10Next
13 Apr [13:28]

Il team Ward licenzia Severiukhin
Imbarazzo Aci Sport, licenza ritirata

Massimo Costa

Artem Severiukhin, autore del gesto nazista sul podio della finale OK a Portimao, sede di una delle tappe del campionato europeo, è stato licenziato dal team svedese Ward che lo schierava. Questa la nota rilasciata dalla squadra: "Il comportamento del pilota è stato profondamente vergognoso e condanniamo quel gesto con la massima fermezza. Le azioni di Artem Severiukhin durante la cerimonia di premiazione del 10 aprile 2022 sono state esclusivamente individuali e non rappresentano in alcun modo le opinioni e i valori di Ward Racing. Al contrario, Ward Racing sta con la comunità internazionale condannando l'invasione russa dell'Ucraina ed esprime la sua solidarietà alle persone che soffrono a causa di questo attacco non provocato e orribile. Sulla base di queste considerazioni, Ward Racing non vede alcuna possibilità di continuare la cooperazione con Artem Severiukhin e procederà alla risoluzione del suo contratto".

L'imbarazzo del team Ward si affianca a quello di Aci Sport che gli aveva rilasciato la licenza per gareggiare dopo che la federazione svedese, quella a cui appartiene il team Ward, si era rifiutata di concederla al pilota russo. Ricordiamo che la FIA aveva invitato i piloti russi a gareggiare privandosi della bandiera nazionale, Aci Sport, probabilmente poco attenta a quel che accade nel mondo, ha invece concesso con disinvoltura la licenza tricolore a Severiukhin. Travolta dalla vicenda, la federazione italiana sportiva si è riunita in tutta fretta rilasciando questo comunicato:

"Severyukhin aveva ottenuto la licenza italiana, così come prevedono i regolamenti FIA, che lasciano ai giovani piloti di ogni nazionalità la più ampia libertà di movimento tra le Federazioni internazionali, per consentire loro di crescere professionalmente in quei Paesi– come l’Italia – che hanno una grandissima tradizione quanto a formazione nel motorsport e avviamento dei piloti al professionismo. Il nostro Paese, in particolare, è da sempre il più importante al mondo per quanto riguarda la pratica del kart, come dimostra il fatto che solo nel 2021 sono stati 355 i piloti stranieri, delle più varie nazionalità, che hanno ottenuto la licenza sportiva italiana per questa disciplina".

"La Giunta Sportiva dell'Automobile Club d'Italia ha deciso il ritiro immediato della licenza sportiva di Severyukhin e lo ha, contestualmente, deferito alla Giustizia sportiva affinché possa valutare la definizione di ulteriori sanzioni che rientrano nella propria sfera di competenza. Provvedimenti inevitabili, dal momento che, con il suo gesto sconsiderato, Severyukhin ha dimostrato mancanza di rispetto non solo dei valori universali ai quali, da sempre, si ispira ogni sport, ma anche di umanità, dignità e convivenza civile”.

Si attende ora la decisione della FIA.
 

11 Apr [16:12]

Il russo Severiukhin, licenza italiana (!),
fa il saluto nazista durante il nostro inno

Massimo Costa

Succede anche questo nel mondo del karting. Il russo Artem Severiukhin, del Ward Racing, per aggirare il divieto imposto dalla FIA ai piloti russi di partecipare a competizioni motoristiche, ha ricevuto la licenza italiana. Intanto, vorremmo sapere perché ACI Sport ha rilasciato una licenza agonistica a un pilota russo, il quale, non capendo evidentemente ciò che accade nel mondo, ha finito per compiere un gesto deplorevole. Questo ragazzino di 15 anni, ha gareggiato lo scorso weekend a Portimao nel campionato europeo ed ha vinto una delle gare della classe OK.

Salito sul podio, e mentre risuonava l'inno italiano, Severiuhkhin ha fatto il saluto nazista dopo di che si è lasciato andare ad una lunga risata. Un gesto estremamente violento che non è passato inosservato. A parte il fatto che il video è stato diffuso su tutti i media, con imbarazzo Aci Sport ha rilasciato la seguente nota:  "Un comportamento deplorevole, domani si terrà una giunta straordinaria per prendere provvedimenti urgenti riguardo al pilota russo Artyom Severyukhin". Aci Sport ha anche inviato una nota alla federazione ucraina. 

Non è mancato l'intervento della FIA: "Confermiamo di avere avviato una indagine immediata sul comportamento inaccetabile di Artem Severiukhin verificatosi durante la cerimonia del podio per la categoria OK nel primo round del campionato europeo al Kartdromo Internacional do Algarve in Portogallo. La FIA comunicherà a breve gli ulteriori passi che verranno presi in questo caso".

E' auspicabile che a Severiukhin venga immediatamente revocata la licenza da parte di ACI Sport e che gli sia proibito partecipare, da parte della FIA, ad altre competizioni kartistiche internazionali.

14 Mar [18:06]

WSK Super Master Series a Sarno
Bondarev vince il titolo nella OKJ

Le finali di Sarno hanno eletto i campioni 2022 della WSK Super Master Series, nell’evento disputato sul Circuito Internazionale Napoli per la quarta e conclusiva prova dopo i due appuntamenti iniziali di Lonato e il terzo round della settimana scorsa a La Conca. Alla fine del weekend di Sarno, fra i più spettacolari della stagione, i titoli di categoria sono andati nella MINI al ceco Jindrich Pesl (BabyRace/Parolin-Iame-Vega), nella OKJ all’ucraino Oleksandr Bondarev (Ricky Flynn Motorsport/LN-Vortex-Vega), nella KZ2 all’olandese Senna Van Walstijn (Sodi/Sodi-TM Racing-Vega), nella OK all’inglese Joe Turney (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex-LeCont).

I risultati delle manches e delle prefinali
Importanti per il campionato i punti assegnati nel computo delle manches eliminatorie (in totale ben 41 quelle disputate a Sarno) e i punti acquisiti nelle prefinali di domenica mattina.
Nella MINI (sub-judice per una squalifica comminata al leader del campionato il ceco Jindrich Pesl che ha interposto appello), il migliore delle manches eliminatorie era risultato l’italiano Iacopo Martinese (Baby Driver/Parolin-Iame-Vega). Nella Prefinale-A la vittoria è andata all’austriaco Niklas Schaufler (Emme Racing/EKS-TM Racing), nella Prefinale-B ha vinto l’inglese Roman Kamyab (BabyRace/Parolin-Iame).
Nella OKJ nelle manches al primo posto si è classificato Kirill Kutskov (BirelART Racing/BirelART-TM Racing-Vega). Nella Prefinale-A si è imposto lo spagnolo Lucas Fluxa Cross (KR Motorsport/KR-Iame), nella Prefinale-B Kirill Dzitiev (Ward Racing/Tony Kart-Vortex).
Nella KZ2 il migliore delle manches è stato lo spagnolo Pedro Hiltbrand (BirelART Racing/BirelART-TM Racing-Vega), che si è confermato vincente anche nella Prefinale-A. Nella Prefinale si è imposto l’autore della pole position in prova, l’olandese Laurens Van Hoepen (Leclerc by Lennox Racing/BirelART-TM Racing).
Nelle manches della OK si era imposto il giapponese Kean Nakamura-Berta (KR Motorsport/KR-Iame-LeCont), che poi ha vinto anche la Prefinale-A. Nella Prefinale-B la vittoria è andata al pilota della Lettonia Tomass Stolcermanis (Energy Corse/Energy-TM Racing).

Le Finali e i campioni della WSK Super Master Series 2022

Nella MINI Pesl vince il campionato
Nella prima finale della giornata conclusiva, una gran battaglia si è sviluppata nella MINI, che proprio nell’ultimo giro ha visto imporsi l’olandese Dean Hogendoorn (Alonso Kart by Kodix/Iame-Vega) davanti al ceco Jindrich Pesl (BabyRace/Parolin-Iame) autore di una rimonta. Terzo si è piazzato il suo compagno di squadra Iacopo Martinese dopo aver condotto in testa nei primi giri. Quarto lo spagnolo Christian Costoya (Parolin Motorsport/Parolin TM Racing) in lizza fino alla fine per il campionato. Quinto il ceco Oliver Palocko (BabyRace/Parolin-Iame), con l’italiano Filippo Sala al sesto posto (Team Driver/KR-Iame). La classifica della finale è sub-judice, ma il vantaggio accumulato nel Campionato consente a Pesl di aggiudicarsi il titolo della MINI.
Finale MINI (sub-judice)
Dean Hoogendoorn (NLD)
Jindrich Pesl (CZE)
Iacopo Martinese (ITA)
Campionato MINI:
Jindrich Pesl (CZE)
Christian Costoya (ESP)
Dries Van Langendonck (BEL)

Nella OKJ il titolo è di Bondarev 
La OK-Junior ha visto uscire di scena quasi subito il pilota ucraino Oleksandr Bondarev (Ricky Flynn Motorsport/LN-Vortex-Vega) per un contatto di gara nei primi giri. Anche Bondarev però alla fine ha potuto festeggiare con la vittoria del titolo grazie al vantaggio accumulato soprattutto per l’en-plein nella scorsa gara a La Conca. La finale ha visto prevalere Anatoly Khavalkin (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing) che ha guadagnato la testa della corsa negli ultimi giri, concludendo davanti a Kirill Dzitiev (Ward Racing/Tony Kart-Vortex) e all’inglese Nathan Tye (Sodikart/Sodi-TM Racing) che nelle ultime battute ha guadagnato il podio ai danni di Dmitry Matveev (Koski Motorsport/Tony Kart-Vortex). Quinto è terminato Kirill Kutskov (BirelART Racing/BirelART-TM Racing), sesto il polacco Jan Przrowski (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex).
Finale OKJ
Anatoly Khavalkin
Kirill Dzitiev
Nathan Tye (GBR)
Campionato OKJ:
Oleksandr Bondarev (UKR) punti 295
Kirill Dzitiev punti 250
Dmitry Matveev punti 231

In KZ2 a Van Walstijn il campionato
Un colpo di scena ha animato anche la KZ2, con il ritiro per un problema tecnico dello spagnolo Pedro Hiltbrand (BirelART Racing/BirelART-TM Racing-Vega) mentre sembrava avviato verso la vittoria della finale e del campionato. Il suo ritiro ha dato via libera all’italiano Matteo Viganò (Leclerc by Lennox Racing/BireART-TM Racing) che è andato a concludere con la vittoria davanti al compagno di squadra, il francese Tom Leuillet, e a Paolo Ippolito (KR Motorsport/KR-Iame) terzo dopo una rimonta. Quarto si è piazzato Jeremy Iglesias (CRG Racing Team/CRG-TM Racing), quinto l’olandese Senna Van Walstijn (Sodikart/Sodi-TM Racing) che con questo risultato è riuscito ad aggiudicarsi il campionato. Sesto il polacco David Liwinski (Leclerc by Lennox Racing/BireART-TM Racing).
Finale KZ2
Matteo Viganò (ITA)
Tom Leuillet (FRA)
Paolo Ippolito (ITA)
Campionato KZ2:
Senna Van Walstijn (NLD) punti 210
Matteo Viganò (ITA) punti 181
Pedro Hiltbrand (ESP) punti 146

Nella OK il titolo è di Turney
Nella finale della OK ha preso il sopravvento il francese Enzo Deligny (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing-LeCont) sull’inglese leader di classifica Joseph Turney (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex), che alla fine si è accontentato del secondo posto ma la certezza della conquista del titolo. Terzo sul podio l’inglese Freddie Slater (Ricky Flynn Motorsport/LN-Vortex), mentre in quarta posizione ha concluso dopo una gran rimonta il danese David Walther (Koski Motorsport/Tony Kart-Vortex). Il maggior antagonista per il titolo è stato il giapponese Kean Nakamura-Berta (KR Motorsport/KR-Iame) ma in finale ha perso posizioni ed è terminato quinto, davanti al lettone Tomass Stolcermanis (Energy Corse/Energy-TM Racing).
Finale OK
Enzo Deligny (FRA)
Joseph Turney (GBR)
Freddie Slater (GBR)
Campionato OK:
Joseph Turney (GBR) punti 314
Kean Nakamura-Berta (JPN) punti 271
Freddie Slater (GBR) punti 248

13 Mar [17:33]

WSK Super Master Series a Sarno
Kutskov e Bondarev in lotta nella OKJ

Dopo le 41 manches disputate fra venerdì e sabato, sul Circuito Internazionale Napoli di Sarno (Salerno) si è giunti alla fase conclusiva della WSK Super Master Series. Una serie di sfide alquanto combattute fra i 271 piloti provenienti da 51 nazioni hanno indicato alla fine i maggiori candidati di questo evento che dovrà sancire i campioni 2022 della WSK Super Master Series. In testa alle classifiche provvisorie dopo le manches di venerdì e sabato si sono portati in KZ2 lo spagnolo Pedro Hiltbrand, nella OK il giapponese Kean Nakamura-Berta, nella OKJ Kirill Kutskov, nella MINI comanda l’italiano Iacopo Martinese.

In KZ2 passa al comando Hiltbrand 
In KZ2 è arrivato l’exploit dello spagnolo Pedro Hiltbrand (BirelART Racing/BirelART-TM Racing-Vega) con due vittorie di manches che lo hanno proiettato in testa alla classifica provvisoria delle qualificazioni. Ad inseguire è il francese Tom Leuillet (Leclerc by Lennox Racing/BirelART-TM Racing), anche questi con due vittorie, e il compagno di squadra di Leuillet, Matteo Viganò. L’autore della pole position in prova, l’olandese Van Hoepen (Leclerc by Lennox Racing/BirelART-TM Racing) è quarto a pari penalità con Emilien Denner (Sodi/Sodi-TM Racing). Piuttosto indietro per ora, il leader del campionato il tedesco David Trefilov (Maranello SRP/Maranello-TM Racing).
La classifica per penalità dopo le manches: 1. Hiltbrand pen. 2; 2. Leuillet pen. 4; 3. Viganò pen. 7; 4. Van Hoepen pen. 8; 5. Denner pen. 8; 6. Piccini pen. 15; 7. Iglesias pen. 19; 8. Tonteri pen. 19.

Nella OK è Nakamura il maggior antagonista di Turney
La OK al momento è nelle mani del giapponese Kean Nakamura-Berta (KR Motorsport/KR-Iame-LeCont) autore di tre belle vittorie nelle tre manches di sabato e terzo in campionato. A contendere il successo di Nakamura è il suo compagno di squadra, il giamaicano Alex Powell (KR Motorsport/KR-Iame), poleman in prova e con due vittorie nelle manches. Il capoclassifica Joseph Turney (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex) si conferma fra i migliori ma per ora è sesto, con una vittoria in una manche.
La classifica per penalità dopo le manches: 1. Nakamura-Berta pen. 3; 2. Powell pen. 7; 3. Slater pen. 10; 4. Severiukhin pen. 12; 5. Pedersen pen. 14; 6. Turney pen. 15; 7. Pavan pen. 16; 8. Stolcermanis pen. 17.

Nella OKJ Kutskov è davanti, Bondarev è nel gruppo di testa
Bei duelli nella OKJ, dove un balzo in avanti l’ha fatto Kirill Kutskov (BirelART Racing/BirelART-TM Racing-Vega) con 3 vittorie nelle 3 manche di sabato, ma il leader di campionato l’ucraino Oleksandr Bondarev (Ricky Flynn/LN-Vortex) è secondo dopo le manches grazie ad una vittoria e mantiene intatta la sua candidatura al successo in campionato. Al terzo posto dopo le manches si è inserito il polacco Jan Przyrowski (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex), con una vittoria di manche.
La classifica per penalità dopo le manches: 1. Kutskov pen. 3; 2. Bondarev pen. 6; 3. Przyrowski pen. 11; 4. Dzitiev pen. 11; 5. Fluxa Cross pen. 14; 6. Khavalkin pen. 15; 7. Kaczynski pen. 17; 8. Matveev pen 18.

Nella MINI è Martinese al comando dopo le manches 
Particolarmente avvincenti come al solito le gare della MINI, anche in questa occasione numerosa e bel rappresentata a livello internazionale, 79 piloti da 34 nazionalità. La classifica in questa categoria è comunque sub-judice per una squalifica inflitta al leder di classifica, il ceco Jindrich Pesl (BabyRace/Parolin-Iame-Vega), che ha ricorso in appello, dopo un incidente nella prima manche di sabato. Nella generale, al termine delle manches, Pesl è decimo. In prima posizione si presenta l’italiano Iacopo Martinese (Baby Driver/Parolin-Iame) grazie a due vittorie. Seguono l’inglese Roman Kamyab (BabyRace/Parolin-Iame) con due vittorie e l’olandese Dean Hoogendoorn (Alonso Kart by Kidix/Alonso Kart-Iame) con una vittoria.
La classifica per penalità dopo le manches: 1. Martinese pen. 6; 2. Kamyab pen. 10; 3. Hoogendoorn pen. 13; 4. Josseron pen. 14; 5. Zulfikari pen. 15; 6. Costoya pen. 19; 7. Palocko pen. 22; 8. Calleja pen. 23.

13 Mar [12:00]

WSK Super Master Series a Sarno
Tutti i risultati del venerdì

Bel successo di partecipanti anche a Sarno nella quarta e decisiva prova della WSK Super Master Series, sul Circuito Internazionale Napoli di Sarno (SA) sono infatti ben 271 i piloti scesi in pista per questo appuntamento che ha il compito di assegnare i titoli nelle categorie KZ2, OK, OKJ e Mini, con piloti provenienti da 51 nazionalità e da tutti i continenti. Presenti al gran completo i maggiori costruttori e i più qualificati team internazionali.

In KZ2 Van Hoepen in pole, l
e prime due manches a Van Walstijn e Palomba
In KZ2 si presenta al comando della classifica David Trefilov (Maranello SRP/Maranello-TM-Vega), ma in prova il pilota tedesco non è riuscito a far meglio del nono tempo della Serie-2. La pole position è andata all’olandese Laurens Van Hoepen (Leclerc by Lennox Racing/BirelART-TM Racing), mentre nelle due prime manches di venerdì le vittorie se le sono divise l’olandese Senna Van Walstijn (Sodi/Sodi-TM Racing), che in campionato è ad appena tre punti da Trefilov, e l’italiano Giuseppe Palomba (BirelART/TM Racing), autore di una rimonta di 10 posizioni nella seconda manche della giornata.
La classifica delle manches per penalità: 1. Van Walstijn pen. 0; 2. Palomba pen. 0; 3. Van Hoepen pen. 2; 4. Hiltbrand pen. 2; 5. Denner pen. 3; 6. Viganò pen. 3; 7. Albanese pen. 4; 8. Leuillet pen. 4.

Nella OK Powell e Walther all’attacco. Turney insegue
Nella OK si va valere in prova il giamaicano Alex Powell (KR Motorsport/KR-Iame-LeCont), che si conferma vincente anche nella manche disputata venerdì. Le altre tre manches della giornata sono state conquistate dallo svedese Oscar Pedersen (Ward Racing/Tony Kart-Vortex), dal danese David Walther (Koski Motorsport/Tony Kart-Vortex) e dall’inglese Freddie Slater (Ricky Flynn Motorsport/LN-Vortex), quarto in campionato. Il leader di classifica Joseph Turney (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex) ha ottenuto un terzo e un decimo posto.
La classifica delle manches per penalità: 1. Powell pen. 0; 2. Walther pen. 0; 3. Slater; 4. Popov; 5. Nakamura-Berta; 6. Pavan; 7. Severiukhin; 8. Gowda.

Nella OKJ bel duello fra Bondarev e Matveev
Nella OK-Junior l’ucraino Oleksandr Bondarev (Ricky Flynn/LN-Vortex-Vega), leader di classifica dopo la vittoria nella scorsa prova di La Conca, ottiene belle prestazione anche a Sarno con il secondo miglior tempo in prova e una vittoria di manche. Il duello è con Dmitry Matveev (Koski Motorsport/Tony Kart-Vortex) autore della pole position e anche questi con una vittoria di manche. Gli altri successi per ora sono andati ad Anatoly Khavalkin (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing) e allo svedese Elliot Kaczynski (Ward Racing/Tony Kart-Vortex).
La classifica delle manches per penalità: 1. Matveev pen. 0; 2. Bondarev pen. 0; 3. Bouzar pen. 2; 4. Kutskov pen. 3; 5. Nijs pen. 3; 6. Kaczynski pen. 4; 7. Tye pen. 4; 8. Przyrowski pen. 4.

Nella MINI tanti protagonisti alla caccia di Pesl
Nella MINI il ceco Jindrich Pesl (BabyRace/Parolin-Iame-Vega) è molto vicino al titolo, ma ancora l’aritmetica non gli offre la certezza del traguardo. Dopo la pole position in prova, Pesl ha accusato fra l’altro un ritiro per incidente proprio nella prima manche della giornata, in parte si è rifatto nella sua seconda manche con una vittoria. Le altre vittorie sono state ottenute dallo svedese Scott Lindblom (Gamoto/EKS-TM Racing), il belga Dries Van Langendonck (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing), l’italiano Iacopo Martinese (Baby Driver/Parolin-Iame), lo svizzero Kilian Josseron (Team Driver/KR-Iame), lo spagnolo Christian Costoya (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing).
La classifica delle manches per penalità: 1. Josseron pen. 2; 2. Martinese pen. 2; 3. Van Langendonck pen. 2; 4. Lindblom pen. 2; 5. Costoya pen. 4; 6. Sala pen. 5; 7. Zulfikari pen. 7; 8. Hoogendoorn pen. 7.

7 Mar [14:34]

WSK Super Master Series a La Conca
L'ucraino Bondarev al top nella Junior

Dopo la pioggia dei due giorni precedenti, la fase finale della terza prova della WSK Super Master Series andata in scena domenica sul Circuito Internazionale La Conca di Muro Leccese, è stata salutata finalmente da un bel tempo che ha messo tutti i piloti nelle migliori condizioni per poter esprimere le proprie potenzialità. Nelle tre categorie di questo penultimo evento della serie, OK, OKJ e MINI, tanti giovani talenti anche in questa occasione hanno potuto mettersi in bella evidenza. Le finali hanno visto le vittorie nella OK-Junior di Oleksandr Bondarev (Ricky Flynn/LN-Vortex-Vega), nella OK di Joe Turney (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex-LeCont), nella MINI di Jindrich Pesl (BabyRace/Parolin-Iame-Vega).

Chi ha vinto le prefinali
Nella Prefinale-A della OKJ si aggiudica la gara Maxens Verbrugge (Forza Racing/Exprit-TM Racing-Vega) approfittando anche della penalizzazione di 3 secondi inflitta a Dmitry Matveev (Koski Motorsport/Tony Kart-Vortex) che dopo una gran rimonta era riuscito a tagliare il traguardo in prima posizione. Nella Prefinale-B è il leader di classifica Oleksandr Bondarev (Ricky Flynn/LN-Vortex) a ottenere una importante vittoria ai fini del campionato.

Nella Prefinale-A della OK la vittoria va a Kean Nakamura-Berta (KR Motorsport/KR-Iame-LeCont) su Cristian Bertuca (BirelART Racing/BirelART-TM Racing), nella Prefinale-B Artem Severiukhin (Ward Racing/Tony Kart-Vortex) ha vinto davanti a Joe Turney (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex).

Nella MINI in Prefinale-A vittoria sorprendente di Iacopo Martinese (BabyRace/Parolin-Iame-Vega) con un buon vantaggio sugli avversari capitanati da Iskender Zulfikari (Team Driver/KR-Iame), mentre nella Prefinale-B ha vinto Jindrich Pesl (BabyRace/Parolin-Iame) sul compagno di squadra Oliver Palocko autore di una bella rimonta.

Le Finali

Nella OKJ vince Bondarev e allunga in campionato
Nella OKJ riesce a prevalere il capoclassifica Oleksandr Bondarev (Ricky Flynn/LN-Vortex-Vega), nella foto di Sportinphoto, in una finale dove si è proposto da subito al comando. Sul traguardo Bondarev ha preceduto Douwe Dedecker (KR Motorsport/KR-Iame) che si era imposto nelle manches. Per la terza posizione ha avuto la meglio Kirill Dzitiev (Ward Racing/Tony Kart-Vortex) per una penalizzazione a Dmitry Matveev (Koski Motorsport/Tony Kart-Vortex) che si era prodotto in una gran rimonta. Matveev è stato classificato quarto, mentre quinto ha concluso Maciej Gladysz (Ricky Flynn Motorsport/LN-Vortex) anche questi autore di una bella rimonta.
Classifica finale OKJ:
Oleksandr Bondarev
Douwe Dedecker
Kirill Dzitiev
Campionato WSK Super Master Series OKJ:
Oleksandr Bondarev punti 253
Dmitry Matveev punti 135
Douwe Dedecker punti 127



Turney vince la finale della OK ed è il nuovo leader
Grazie alla sua esperienza e naturalmente alla sua competitività, alla fine nella OK si è imposto Joe Turney (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex-LeCont), nella foto sopra di Sportinphoto, con un sorpasso negli ultimi giri su Kean Nakamura-Berta (KR Motorsport/KR-Iame) che si è dovuto accontentare del secondo posto. La terza posizione è andata a Freddie Slater (Ricky Flynn Motorsport/LN-Vortex) su Oscar Pedersen (Ward Racing/Tony Kart-Vortex), ambedue in rimonta sulle posizioni di partenza. Quinto si è piazzato Rashid Al Dhaheri (KR Motorsport/KR-Iame). In campionato Joe Turney balza in testa ai danni di Tuukka Taponen (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex) solamente 18mo in finale.
Classifica finale OK:
Joe Turner
Kean Nakamura-Berta
Freddie Slater
Campionato WSK Super Master Series OK:
Joe Turney punti 196
Tuukka Taponen punti 167
Kean Nakamura-Berta punti 163

Nella MINI vince Pesl e prende il largo in campionato
Gran bella gara anche nella MINI dove il leader di classifica Jindrich Pesl (BabyRace/Parolin-Iame-Vega) riesce a portarsi subito al comando inseguito dal compagno di squadra Iacopo Martinese che in pochi giri era riuscito a installarsi in seconda posizione. Pesl conclude al primo posto tallonato fin sul traguardo da Martinese. La terza posizione va a un coriaceo Christian Costoya (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing) davanti al compagno di squadra Dries Van Langendonck che aveva prevalso nelle manches. Quinto si piazza Filippo Sala (Team Driver/KR-Iame). Nel campionato Pesl prende il largo.
Classifica finale MINI:
Jindrich Pesl
Iacopo Martinese
Christian Costoya
Campionato WSK Super Master Series MINI:
Jindrich Pesl punti 310
Dries Van Landendonck punti 187
Christian Costoya punti 186


5 Mar [18:58]

WSK Super Master Series a La Conca
Dedecker comanda tra gli Junior

E’ stata soprattutto la pioggia la protagonista della seconda giornata di gare sul Circuito Internazionale La Conca di Muro Leccese, in un inizio di weekend che si è rivelato decisamente difficile per i protagonisti di questo terzo e penultimo appuntamento della WSK Super Master Series impegnati nelle tre categorie OK, OKJ e MINI. Dopo le 9 manches di venerdì, nella giornata di sabato sono state necessarie altre 22 bagnatissime manches per poter eleggere i candidati al successo nella sfida di domenica 6 marzo per la fase finale dell’evento.

Nella OK primeggiano Nakamura e Turney
Nella OK il duello di testa è fra Kean Nakamura-Berta (KR Motorsport/KR-Iame-LeCont) e l’esperto Joe Turney (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex), autore di un gran recupero dalle prove di qualificazione dove era stato Nakamura a mettersi in evidenza con la pole position. Inseguono Tomass Stolcermanis (Energy Corse/Energy-TM Racing), il leader di classifica Tuukka Taponen (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex), Cristian Bertuca (BirelART/TM Racing) e Artem Severiukhin (Ward Racing/Tony Kart-Vortex). In recupero Luigi Coluccio (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex) dopo un ritiro in una manche.
La classifica delle manches per penalità: 1. Nakamura; 2. Turney; 3. Stolcermanis; 4. Taponen; 5. Bertuca; 6. Severiukhin; 7. Egozi; 8. De Palo.

Dedecker balza in testa nella provvisoria della OKJ
Alquanto incerta la OKJ, con 7 vincitori nelle 10 manches disputate fra venerdì e sabato. Alla pole position di Dmitry Matveev (Koski Motorsport/Tony Kart-Vortex-Vega) e alle sue due vittorie di manche, hanno risposto molto bene Douwe Dedecker (KR Motorsport/KR-Iame), René Lammers (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing) e Kirill Dzitiev (Ward Racing/Tony Kart-Vortex), che grazie ai migliori piazzamenti sono andati ad occupare le prime tre posizioni della classifica provvisoria. Sul risultato complessivo di Matveev pesano due ritiri. Oleksandr Bondarev (Ricky Flynn/LN-Vortex) è il leader provvisorio del campionato.
La classifica delle manches per penalità: 1. Dedecker; 2. Lammers; 3. Dzitiev; 4. Bondarev; 5. Bunatyan; 6. Peebles; 7. Tye; 8. Kutskov.

Van Langendonck domina nella MINI
La MINI è nel segno di Dries Van Langendonck (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing-Vega), unico pilota a La Conca ad aver messo a segno un en-plein con la pole position e 5 vittorie nelle 5 manches disputate. Fra i migliori anche il suo compagno di squadra Christian Costoya, con 3 vittorie, ma per ora indietro nella classifica provvisoria per un mancato risultato in una manche. In seconda posizione si è portato Kilian Josseron (Team Driver/KR-Iame), terzo Roman Kamyab (BabyRace/Parolin-Iame). Van Langendonck e Costoya in campionato sono al secondo posto appaiati con 125 punti, alle spalle del leader Jindrich Pesl (BabyRace/Parolin-Iame) con 181 punti.
La classifica delle manches per penalità: 1. Van Langendonck; 2. Josseron; 3. Kamyab; 4. Pesl; 5. Martinese; 6. Hoogendoorn; 7. Cochet; 8. Ociepa

5 Mar [12:10]

WSK Super Master Series a La Conca
Tutti i risultati del venerdì

Sul Circuito Internazionale La Conca di Muro Leccese le prove cronometrate di venerdì hanno dato lo start al terzo appuntamento della WSK Super Master Series, penultima prova del campionato che sul tracciato nel sud d’Italia è incentrato nel confronto fra i protagonisti delle categorie OK, OKJ e MINI.

Pole position di Matveev nella OKJ
E’ la OKJ a inaugurare le sessioni delle prove cronometrate, su asfalto ancora asciutto, con la pole position di Dmitry Matveev (Koski Motorsport/Tony Kart-Vortex-Vega) in 45.059 conquistata della Serie-2, mentre nella Serie-1 il più veloce si rivela Elliot Kaczynski (Ward Racing/Tony Kart-Vortex) in 45.282 e nella Serie-3 Douwe Dedecker (KR Motorsport/KR-Iame) in 45.447.

Nella OK Nakamura brilla sull’asciutto, Coluccio più veloce sotto la pioggia
Nella OK Kean Nakamura-Berta (KR Motorsport/KR-Iame-LeCont) fa in tempo a conquistare la pole position nella Serie-1 in 44.277 prima dell’arrivo della pioggia. Nella Serie-2, con l’asfalto molto viscido per l’improvvisa pioggia, è Luigi Coluccio (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex) sul circuito di casa a staccare il miglior crono in 1:10.554.

Nella MINI il migliore con la pioggia è Van Langendonck
Nelle tre sessioni riservate ai più giovani della MINI, tutte e tre disputate sotto la pioggia, il più veloce in assoluto si rivela Dries Van Langendonck (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing-Vega) in 1:22.105 nella Serie-1. Scott Lindblom (Gamoto/EKS-TM Racing) si mette invece in evidenza nella Serie-2 con il tempo di 1:22.907, mentre nella Serie-3 è Kilian Josseron (Team Driver/KR-Iame) a ottenere la migliore prestazione in 1:24.184.

Le prime manches di qualificazione
Nel pomeriggio si sono disputate le prime manches di qualificazione. Le due manches per la OK sono andate a Kean Nakamura-Berta (KR Motorsport/KR-Iame-LeCont) e a Artem Severiukhin (Ward Racing/Tony Kart-Vortex).
Nelle tre manches della MINI hanno vinto Dries Van Langendonck (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing-Vega), Iacopo Martinese (BabyRace/Parolin-Iame), Christian Costoya (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing).
Nelle quattro manches della OKJ si sono imposti Douwe Dedecker (KR Motorsport/KR-Iame), Jan Przyrowski (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex), Dmitry Matveev (Koski Motorsport/Tony Kart-Vortex), Oleksandr Bondarev (Ricky Flynn/LN-Vortex).

PrevPage 1 of 10Next

News

Karting
v

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone
gdlracinggdlhouse