GT Internazionale

IGTC – 12 Ore di Bathurst
Vittoria al cardiopalma per Mercedes

Michele Montesano Con il trionfo nella 12 Ore di Bathurst Jules Gounon, Luca Stolz e Kenny Habul hanno aperto la stagione 2...

Leggi »
formula 1

Verstappen, il simulatore nel motorhome
“Lo userò dopo le sessioni in pista”

Helmut Marko l’aveva sparata grossa negli scorsi giorni, affermando che Max Verstappen avrebbe fatto installare un simulatore...

Leggi »
indycar

Alla scoperta di Thermal Club
La città morta e il Coachella Festival

Marco Cortesi‍La scelta del circuito di Thermal Club, in California, per i test collettivi dell'IndyCar ha destato molta ...

Leggi »
World Endurance

ByKolles perde la causa contro
Sanderson, a rischio il marchio Vanwall

Michele Montesano Per la Vanwall la presenza nel FIA WEC si sta rivelando sempre più una corsa a ostacoli. La ByKolles, str...

Leggi »
formula 1

La Red Bull mostra a
New York la livrea della RB19

La presentazione della nuova Red Bull? No, la RB19 non c'era e la vedremo forse in un filming day a Silverstone o diretta...

Leggi »
formula 1

La Ford ritorna nel Mondiale F1
Sarà il motorista della Red Bull

Pochi istanti prima della presentazione della Red Bull 2023, è arrivato l'annuncio ufficiale del ritorno in Formula 1 del...

Leggi »
24 Ott [21:29]

Rally Costa Daurada
Si chiude con Bonato vincitore

Jacopo Rubino

Con il Rally Costa Daurada in Catalunya, disputato a supporto del weekend WRC, è calato il sipario sull'edizione 2022 dell'European Rally Championship. Ad aggiudicarsi la vittoria, la prima nella serie continentale, è stato Yoann Bonato: al volante della Citroen C3, il francese ha assunto il comando delle operazioni dalla terza prova speciale, superando il neocampione Efren Llarena, e da lì ha controllato la situazione fino al termine.

Bonato ha prevalso in 7 delle 12 frazioni cronometrate andate in scena, visto che la PS8 e la PS13 sono state cancellate. Nella classifica finale, Bonato ha terminato con 13"8 di vantaggio sullo spagnolo del team MRF, che ha comunque mantenuto il ritmo e si è preso i punti bonus per il miglior tempo nella Power Stage.

Nono in classifica generale alla vigilia dell'evento, Bonato con questo successo termina invece terzo assoluto, approfittando dell'assenza di molti altri protagonisti in un round che ha annoverato solo 21 partenti.

Javier Pardo, terzo al traguardo, si è laureato vicecampione, precedendo l'esperto Xevi Pons, non iscritto però all'Europeo. Buona prestazione per l'ungherese Martin Laszlo, che ha preceduto la Opel Corsa Rally4 di un notevole Laurent Pellier.

A Joan Vinyes bastava raggiungere l'arrivo per assicurarsi la corona della classe ERC Open, con la sua Suzuki Swift Rally4, e ci è riuscito pur preceduto nella sfida diretta da Alberto Monarri. Nono posto per Alberto Battistolli, che ha preceduto gli altri italiani Andrea Mabellini e Roberto Daprà.

La classifica finale (top 10)

1 - Bonato/Boulloud (Citroen C3 Rally2) - 1:56:20.0
2 - Llarena/Fernandez (Skoda Fabia Rally2 evo) - 13"8
3 - Pardo/Perez (Skoda Fabia Rally2 evo) - 2'30"4
4 - Pons/Haro (Skoda Fabia Rally2 evo) - 3'43"4
5 - Laszlo/Berendi (Skoda Fabia Rally2 evo) - 4'18"5
6 - Pellier/Pelamourgues (Opel Corsa Rally4) - 6'06"7
7 - Monarri/Odriozola (Suzuki Swift R4LLY S) 6'07"7
8 - Vinyes/Mercader (Suzuki Swift R4LLY S) - 8'22"2
9 - Battistolli/Scattolin (Skoda Fabia Rally2 evo) - 8'32"8
10 - Mabellini/Lenzi (Renault Clio Rally4) - 8'46"7

Il campionato
1.Llarena 166 punti; 2.Pardo 99; 3.Bonato 88; 4.Tempestini 79; 5.Solans 70; 6.Campedelli 70; 7.Battistolli 69; 8.Torn 55; 9.Herczig 55; 10.Wagner 54

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone