formula 1

Già pronto il calendario 2025
Due tappe italiane: Imola e Monza

Con grande anticipo, è stato emesso il calendario del Mondiale F1 2025. Tute confermate le tappe del 2024, rimangono quindi 2...

Leggi »
Formula E

Rookie Test a Misano
Barnard porta la McLaren in “pole”

Da Misano - Michele Montesano Il caldo sole della riviera romagnola ha accolto per la prima volta la Formula E. Dopo il citta...

Leggi »
formula 1

Alonso rinnova con Aston Martin
Era l'unica chance per rimanere in F1

Fernando Alonso rimane con la Aston Martin. Notizia clamorosa? No. Lo spagnolo nonostante tutte le chiacchiere da bar che si ...

Leggi »
Formula E

Accordo tra Lola-Yamaha e ABT
A giugno i primi test con la Gen3.5

Michele Montesano Alla vigilia del doppio appuntamento di Misano della Formula E, è arrivato l’annuncio dell’accordo tra Lol...

Leggi »
Formula E

Envision e Mahindra annunciano
le formazioni per l’E-Prix di Berlino

Michele Montesano Come da calendario, nel fine settimana del 12 maggio diversi piloti saranno chiamati a scegliere se dispu...

Leggi »
formula 1

È morto Ted Toleman
Lanciò Senna in Formula 1

A 86 anni se ne è andato Ted Toleman che negli anni Ottanta aveva portato il proprio nome nel Mondiale Formula 1 nelle vesti ...

Leggi »
PrevPage 1 of 3Next
18 Feb [8:00]

Highlands - Gare
L’impero di Roman

Mattia Tremolada

Sei vittorie, 12 podi, cinque pole position e cinque giri veloci in 15 gare. Roman Bilinski ha conquistato il primo titolo in carriera imponendosi con un vero e proprio dominio nella Formula Regional Oceania 2024. Dopo una stagione complicata, il pilota inglese di origini polacche ha cambiato marcia a partire dai test post-stagionali della Regional by Alpine, in cui è sempre stato al vertice. Arrivato in Nuova Zelanda ha confermato il proprio stato di forma, mettendo le mani sul titolo nell’ultimo fine settimana stagionale all’Highlands Motorsport Park.

Il nuovo pupillo della Matteucci Management ha iniziato l’ultima tappa della stagione in salita, commettendo un errore in qualifica che lo ha costretto a rinunciare alla pole position per gara 1 (aveva conquistato il miglior tempo nel Q1 ma è stato penalizzato di tre caselle per aver causato la bandiera rossa) ed a scattare solamente dalla settima fila per la 68esima edizione del Gran Premio della Nuova Zelanda. Ma Bilinski non si è perso d’animo e ha infilato due terzi posti nelle prime due manche in programma (rispettivamente dalla quarta e dalla sesta posizione) per assicurarsi matematicamente il titolo. In gara 3 ha poi recuperato dalla 13esima alla quinta posizione, nonostante un incidente con Bryce Aron proprio sulla linea del traguardo. 

A prendere le luci della ribalta è così stato Liam Sceats, che con tre vittorie nelle ultime quattro gare è riuscito a chiudere la stagione nel migliore dei modi, mettendo anche le mani sul prestigioso Gran Premio. Sceats ha potuto certamente beneficiare dell’errore di Bilinski in qualifica, ma ha comunque dovuto vedersela con un tenace Callum Hedge. Il vice-campione della passata stagione, ha chiuso due volte secondo al proprio rientro nella serie.

Gara 2 è invece andata a Bryce Aron, bravo a resistere al rientro di uno scatenato Bilinski, che dopo aver fallito il tentativo di attacco per la leadership è tornato alle spalle di Patrick Woods-Toth, bravo a chiudere terzo nella classifica piloti anche grazie all’infortunio rimediato da Kaleb Ngatoa in qualifica, che ha costretto quest’ultimo a rinunciare all’ultimo fine settimana di gara. Woods-Toth si è anche laureato campione tra i rookie, precedendo in classifica Alex Crosbie e Nicola Lacorte, grande protagonista dei primi tre appuntamenti con una vittoria e un secondo posto assoluti. 

Sabato 17 febbraio 2023, gara 1

1 - Liam Sceats - M2 Competition - 18 giri in 26’51”276
2 - Callum Hedge - MTEC - 2”271
3 - Roman Bilinski - M2 Competition - 3”011
4 - Michael Shin - M2 Competition - 3”830
5 - Jacob Abel - MTEC - 6”967
6 - Gerrard Xie - M2 Competition - 9”584
7 - Patrick Woods-Toth - Kiwi - 14”068
8 - Bryce Aron - M2 Competition - 14”337
9 - Elliott Cleary - MTEC - 14”866
10 - Sebastian Manson - Giles - 16”393
11 - Jett Bowling - Kiwi - 16”775
12 - Ryder Quinn - M2 Competition - 22”458
13 - Alex Crosbie - Giles - 33”142
14 - Lucas Fecury - MTEC - 40”536
15 - Lando Matriano - Giles - 40”794
16 - Jake Bonilla - Kiwi - 41”175
17 - Titus Sherlock - kiwi - 3 giri

Non partito
Kaleb Ngatoa

Domenica 18 febbraio 2023, gara 2

1 - Bryce Aron - M2 Competition - 18 giri in 27’11”710
2 - Patrick Woods-Toth - Kiwi - 1”241
3 - Roman Bilinski - M2 Competition - 2”072
4 - Jacob Abel - MTEC - 5”652
5 - Callum Hedge - MTEC - 6”875
6 - Gerrard Xie - M2 Competition - 9”088
7 - Michael Shin - M2 Competition - 10”802
8 - Sebastian Manson - Giles - 11”356
9 - Liam Sceats - M2 Competition - 11”449
10 - Elliott Cleary - MTEC - 11”996
11 - Jett Bowling - Kiwi - 12”290
12 - Alex Crosbie - Giles - 13”038
13 - Ryder Quinn - M2 Competition - 13”826
14 - Titus Sherlock - kiwi - 18”420
15 - Lando Matriano - Giles - 28”115
16 - Jake Bonilla - Kiwi - 28”311
17 - Lucas Fecury - MTEC - 32”562

Non partito
Kaleb Ngatoa

Domenica 18 febbraio 2023, gara 3

1 - Liam Sceats - M2 Competition - 27 giri in 40’32”226
2 - Callum Hedge - MTEC - 5”656
3 - Michael Shin - M2 Competition - 6”069
4 - Jacob Abel - MTEC - 7”237
5 - Roman Bilinski - M2 Competition - 9”694
6 - Bryce Aron - M2 Competition - 11”265
7 - Alex Crosbie - Giles - 11”266
8 - Ryder Quinn - M2 Competition - 11”611
9 - Patrick Woods-Toth - Kiwi - 15”094
10 - Elliott Cleary - MTEC - 16”874
11 - Jett Bowling - Kiwi - 19”332
12 - Sebastian Manson - Giles - 24”364
13 - Lando Matriano - Giles - 29”935
14 - Lucas Fecury - MTEC - 32”473
15 - Jake Bonilla - Kiwi - 38”866
16 - Gerrard Xie - M2 Competition - 3 giri

Ritirato
Titus Sherlock

Non partito
Kaleb Ngatoa

Il campionato
1.Bilinski 385 punti; 2.Sceats 341; 3.Woods-Toth 255; 4.Shin 245; 5.Crosbie 206; 6.Ngatoa, Xie 205; 8.Smith 144; 9.Mansell 135; 10.Lacorte 130.

11 Feb [11:09]

Euromarque - Gare
Sesta vittoria per Bilinski

Mattia Tremolada

Prosegue la marcia trionfale di Roman Bilinski nella Formula Regional Oceania. Sul circuito Euromarque di Ruapuna il portacolori del team M2 Competition ha conquistato altre due pole position negli altrettanti turni di qualifica, ottenendo poi la sesta vittoria stagionale in gara 1. Nella seconda corsa Bilinski ha messo in scena un bel recupero dalla ottava alla quarta posizione, risalendo il gruppo a suon di sorpassi. Solo un tenace Patrick Woods-Toth è riuscito a fermare la sua rincorsa al podio. Nella terza manche Bilinski è invece stato sorpreso al via dal compagno e rivale Liam Sceats, che ha così conquistato la prima vittoria stagionale.

Secondo in gara 1, Sceats non è riuscito nella seconda corsa a seguire Bilinski nella sua rimonta, rimanendo confinato in ottava piazza. Sceats è ora a 56 punti di ritardo da Bilinski, con 90 lunghezze ancora da assegnare nella tappa finale all’Highlands Park. Sceats ha comunque ormai consolidato la propria piazza d’onore, lasciando Kaleb Ngatoa (autore di qualche sbavatura di troppo in questa tappa) e Woods-Toth, due volte terzo, a contendersi l’ultimo gradino del podio nella classifica. La vittoria di gara 2 è invece andata a Michael Shin, che ha dominato approfittando del tappo fatto da Gerrard Xie in seconda posizione.

Sabato 10 febbraio 2023, gara 1

1 - Roman Bilinski - M2 Competition - 20 giri in 43’20”861
2 - Liam Sceats - M2 Competition - 0”529
3 - Jacob Abel - MTEC - 3”590
4 - Kaleb Ngatoa - Giles - 4”313
5 - Alex Crosbie - Giles - 4”612
6 - Gerrard Xie - M2 Competition - 5”779
7 - Patrick Woods-Toth - Kiwi - 6”528
8 - Michael Shin - M2 Competition - 9”518
9 - Bryce Aron - M2 Competition - 10”108
10 - Jett Bowling - Kiwi - 15”702
11 - Lando Matriano - Giles - 23”152
12 - Lucas Fecury - MTEC - 25”081
13 - Jake Bonilla - Kiwi - 25”399

Ritirati
Titus Sherlock
Kaden Probst

Domenica 11 febbraio 2023, gara 2

1 - Michael Shin - M2 Competition - 20 giri in 26’07”219
2 - Gerrard Xie - M2 Competition - 12”727
3 - Patrick Woods-Toth - Kiwi - 14”366
4 - Roman Bilinski - M2 Competition - 15”529
5 - Kaleb Ngatoa - Giles - 16”578
6 - Alex Crosbie - Giles - 19”079
7 - Jacob Abel - MTEC - 19”467
8 - Liam Sceats - M2 Competition - 19”973
9 - Jett Bowling - Kiwi - 20”457
10 - Bryce Aron - M2 Competition - 21”873
11 - Sebastian Manson - Giles - 25”206
12 - Titus Sherlock - Kiwi - 26”395
13 - Lando Matriano - Giles - 34”164
14 - Jake Bonilla - Kiwi - 40”637
15 - Lucas Fecury - MTEC - 1’00”059

Ritirato
Kaden Probst

Domenica 11 febbraio 2023, gara 3

1 - Liam Sceats - M2 Competition - 25 giri in 32’35”558
2 - Roman Bilinski - M2 Competition - 1”118
3 - Patrick Woods-Toth - Kiwi - 7”128
4 - Bryce Aron - M2 Competition - 10”520
5 - Jacob Abel - MTEC - 11”654
6 - Gerrard Xie - M2 Competition - 15”614
7 - Michael Shin - M2 Competition - 22”033
8 - Alex Crosbie - Giles - 22”337
9 - Jett Bowling - Kiwi - 22”976
10 - Kaleb Ngatoa - Giles - 25”182
11 - Titus Sherlock - Kiwi - 33”792
12 - Sebastian Manson - Giles - 35”601
13 - Lando Matriano - Giles - 51”716
14 - Jake Bonilla - Kiwi - 51”965

Ritirato
Lucas Fecury

Non partito
Kaden Probst

Il campionato
1.Bilinski 320 punti; 2.Sceats 264; 3.Ngatoa 206; 4.Woods-Toth 203; 5.Shin 185; 6.Crosbie 176; 7.Xie 174; 8.Smith 144; 9.Mansell 135; 10.Lacorte 130.

4 Feb [8:35]

Hampton Downs, gare
Bilinski vede il titolo
Prima vittoria di Lacorte

Mattia Tremolada

Non poteva esserci modo migliore per congedarsi dalla Formula Regional Oceania per Nicola Lacorte. Nell’ultimo fine settimana della propria avventura in Nuova Zelanda, il 16enne pisano (membro della Matteucci Management come Roman Bilinski) ha messo a segno la propria prima vittoria nella serie, dominando dalla partenza alla bandiera a scacchi la seconda corsa in programma. Un successo mai messo in discussione, le cui fondamenta sono state poste già dalle qualifiche, chiuse in terza e quinta piazza.

Una difficile prima manche ha visto Lacorte scivolare dalla terza alla settima piazza, ma con questo piazzamento il portacolori dell’Alpine Academy si è assicurato la prima fila dello schieramento per gara 2. Una partenza impeccabile gli ha consentito di scavalcare subito il poleman Elliott Cleary per involarsi verso il successo. Alle sue spalle Roman Bilinski si è fatto strada dalla ottava alla terza piazza, mentre un brutto incidente di Gerrard Xie nel penultimo passaggio ha portato all’esposizione della bandiera rossa.



Gara 1 è andata, come di consueto ormai, a Bilinski (nella foto sopra). Il pilota del team M2 Competition è scattato solamente dalla 14esima casella dello schieramento a causa di un testacoda nel Q1, ma con le gomme da asciutto sull’asfalto bagnato che andava asciugandosi, si è fatto rapidamente strada nel gruppo. Bilinski ha chiuso il primo passaggio al sesto posto, al quarto giro ha preso la testa tra i piloti con le slick, per poi sorprendere Kaleb Ngatoa, che aveva tentato l’azzardo delle rain così come Kaden Probst, al quinto passaggio.

Ngatoa ha avuto il proprio riscatto in gara 3. Approfittando di una leggera sbavatura di Bilinski, è riuscito a sorprendere il rivale nel primo giro di gara. Il pilota britannico di origini polacche è poi rimasto nella scia del rivale per tutta la durata della corsa, tentando anche un attacco all'inizio dell'ultimo giro, ma non è riuscito a trovare il varco per riprendere la leadership. Nonostante per la prima volta non abbia trionfato in una delle gare senza griglia invetria, con l’ottavo podio in nove manche Bilinski ha messo una seria ipoteca sul titolo, chiudendo davanti al rivale Liam Sceats in tutte e tre le corse.

Sabato 3 febbraio 2023, gara 1

1 - Roman Bilinski - M2 Competition - 15 giri
2 - Liam Sceats - M2 Competition - 0”304
3 - Patrick Woods-Toth - Kiwi - 5”556
4 - Gerrard Xie - M2 Competition - 6”116
5 - Tommy Smith - MTEC - 7”927
6 - Michael Shin - M2 Competition - 9”119
7 - Nicola Lacorte - M2 Competition - 11”830
8 - Elliott Cleary - MTEC - 42”162
9 - Lucas Fecury - MTEC - 43”312
10 - Lando Matriano - Giles - 45”622
11 - Titus Sherlock - Kiwi - 52”369
12 - Alex Crosbie - Giles - 1 giro
13 - Jett Bowling - Kiwi - 1 giro
14 - Jake Bonilla - Kiwi - 1 giro
15 - Kaden Probst - MTEC - 1 giro
16 - Kaleb Ngatoa - Giles - 1 giro

Domenica 4 febbraio 2023, gara 2

1 - Nicola Lacorte - M2 Competition - 17 giri
2 - Michael Shin - M2 Competition - 1”470
3 - Roman Bilinski - M2 Competition - 3”690
4 - Patrick Woods-Toth - Kiwi - 4”709
5 - Gerrard Xie - M2 Competition - 4”866
6 - Liam Sceats - M2 Competition - 5”549
7 - Kaleb Ngatoa - Giles - 7”046
8 - Elliott Cleary - MTEC - 11”962
9 - Tommy Smith - MTEC - 12”617
10 - Alex Crosbie - Giles - 14”410
11 - Kaden Probst - MTEC - 17”986
12 - Lucas Fecury - MTEC - 19”613
13 - Titus Sherlock - Kiwi - 20”016
14 - Jett Bowling - Kiwi - 22”267
15 - Lando Matriano - Giles - 22”679
16 - Jake Bonilla - Kiwi - 25”802

Domenica 4 febbraio 2023, gara 3

1 - Kaleb Ngatoa - Giles - 23 giri
2 - Roman Bilinski - M2 Competition - 0”389
3 - Michael Shin - M2 Competition - 4”612
4 - Nicola Lacorte - M2 Competition - 6”628
5 - Liam Sceats - M2 Competition - 9”258
6 - Patrick Woods-Toth - Kiwi - 15”846
7 - Tommy Smith - MTEC - 17”470
8 - Alex Crosbie - Giles - 21”045
9 - Titus Sherlock - Kiwi - 31”276
10 - Kaden Probst - MTEC - 35”349
11 - Elliott Cleary - MTEC - 36”815
12 - Lucas Fecury - MTEC - 37”342
13 - Lando Matriano - Giles - 38”066
14 - Jake Bonilla - Kiwi - 43”092
15 - Jett Bowling - Kiwi - 45”274

Non partito
Gerrard Xie

Il campionato
1.Bilinski 240 punti; 2.Sceats 190; 3.Ngatoa 157; 4.Smith 144; 5.Woods-Toth 142; 6.Mansell 135; 7.Shin 131; 8.Lacorte 130; 9.Crosbie 128; 10.Xie 116.

28 Gen [13:25]

Manfeild, gare
Bilinski allunga, Lacorte a podio

Mattia Tremolada

È un vero e proprio dominio quello di Roman Bilinski nella Formula Regional Oceania. A Manfeild il pilota inglese di origini polacche ha ribadito il proprio ottimo stato di forma, firmando entrambe le pole position in palio e poi dominando gara 1 e gara 3 dal palo. Solo un problema tecnico alla rain light lo ha costretto ad una lunga sosta ai box nella seconda corsa, rallentando un ruolino di marcia altrimenti impressionante. Già velocissimo durante i test post-stagionali della Formula Regional by Alpine, Bilinski, dopo aver vinto sull'asfalto asciutto sabato, ha gestito alla perfezione le avverse condizioni meteo incontrate nelle gare domenicali e può ora vantare ben 31 punti di vantaggio nei confronti del primo dei rivali al titolo Liam Sceats.

Christian Mansell, infatti, ha concluso la propria esperienza nella serie (al pari di Tommy Smith), vincendo la Tasman Cup, storico trofeo riservato ai piloti nati in Australia e Nuova Zelanda. Dopo aver subito un problema elettrico nella prima manche, che lo ha costretto a scivolare dalla seconda alla decima piazza, poi quinta al traguardo dopo una bella rimonta, Mansell si è pienamente riscattato vincendo gara 2 dalla quarta casella della griglia e chiudendo secondo nella corsa finale. Il portacolori del team Giles ha così beffato Sceats per soli otto punti in classifica.



Il problema tecnico di Mansell in gara 1 ha spalancato la porta a Nicola Lacorte (nella foto), che in precedenza aveva beffato Sceats per prendersi la terza piazza. Il pilota italiano dell’Academy Alpine ha così messo a frutto i progressi mostrati in qualifica, ottenendo con Bilinski una doppietta per la Matteucci Management. Sceats, terzo, ha completato il tris per il team M2 Competition. Lacorte ha poi brillato anche in gara 2, risolando dalla settima alla quinta piazza, mentre nella terza corsa è subito stato messo ko da Michael Shin, che lo ha centrato nel corso del primo passaggio.

Sabato 27 gennaio 2023, gara 1

1 - Roman Bilinski - M2 Competition - 22 giri in 23’37”898
2 - Nicola Lacorte - M2 Competition - 3”652
3 - Liam Sceats - M2 Competition - 9”346
4 - Kaleb Ngatoa - Giles - 10”447
5 - Christian Mansell - Giles - 10”878
6 - Tommy Smith - MTEC - 11”248
7 - Gerrard Xie - M2 Competition - 13”102
8 - Patrick Woods-Toth - Kiwi - 14”706
9 - Alex Crosbie - Giles - 15”113
10 - Lucas Fecury - MTEC - 15”758
11 - Jett Bowling - Kiwi - 15”898
12 - Kaden Probst - MTEC - 19”055
13 - Titus Sherlock - Kiwi - 22”337
14 - Elliott Cleary - MTEC - 23”893
15 - Lando Matriano - Giles - 28”112
16 - Jake Bonilla - Kiwi - 34”415
17 - Michael Shin - M2 Competition - 41”917*

*30” di penalità

Domenica 28 gennaio 2023, gara 2

1 - Christian Mansell - Giles - 22 giri in 26’51”559
2 - Kaleb Ngatoa - Giles - 0”686
3 - Tommy Smith - MTEC - 6”078
4 - Patrick Woods-Toth - Kiwi - 9”617
5 - Nicola Lacorte - M2 Competition - 16”207
6 - Liam Sceats - M2 Competition - 17”477
7 - Alex Crosbie - Giles - 19”183
8 - Titus Sherlock - Kiwi - 26”671
9 - Elliott Cleary - MTEC - 28”225
10 - Gerrard Xie - M2 Competition - 28”772
11 - Lando Matriano - Giles - 29”028
12 - Michael Shin - M2 Competition - 30”300
13 - Jett Bowling - Kiwi - 35”240
14 - Kaden Probst - MTEC - 36”547
15 - Jake Bonilla - Kiwi - 37”533
16 - Lucas Fecury - MTEC - 1 giro
17 - Roman Bilinski - M2 Competition - 2 giri

Domenica 28 gennaio 2023, gara 3

1 - Roman Bilinski - M2 Competition - 23 giri in 29’31”071
2 - Christian Mansell - Giles - 0”797
3 - Liam Sceats - M2 Competition - 1”445
4 - Tommy Smith - MTEC - 2”264
5 - Kaleb Ngatoa - Giles - 3”049
6 - Patrick Woods-Toth - Kiwi - 4”319
7 - Alex Crosbie - Giles - 5”143
8 - Titus Sherlock - Kiwi - 6”713
9 - Jett Bowling - Kiwi - 8”689
10 - Elliott Cleary - MTEC - 9”678
11 - Kaden Probst - MTEC - 10”038
12 - Lando Matriano - Giles - 18”972
13 - Lucas Fecury - MTEC - 34”361
14 - Jake Bonilla - Kiwi - 36”674
15 - Gerrard Xie - M2 Competition - 1 giro

Ritirati
Michael Shin
Nicola Lacorte

Il campionato
1.Bilinski 158 punti; 2.Mansell 135; 3.Sceats 127; 4.Ngatoa 108; 5.Crosbie, Smith 97; 7.Woods-Toth 81; 8.Xie 80; 9.Lacorte 68; 10.Shin 66.

21 Gen [17:32]

Taupo, gare
Bilinski apre la stagione

Mattia Tremolada

La Formula Regional Oceania è ripartita da dove aveva concluso la stagione 2023, ovvero dal circuito di Taupo. Ad aprire le danze è stato Roman Bilinski, pilota inglese di origini polacche e ormai legato a doppio filo al team Trident, per cui ha corso nelle due passate stagioni in Formula Regional by Alpine e che ritroverà anche nel 2024. Entrato di recente a far parte della Matteucci Management, Bilinski ha sfiorato l’en plein, vincendo gara 1 e gara 3 e chiudendo secondo nella corsa centrale, che ha visto l’inversione dei primi otto classificati della manche inaugurale.

I 17 protagonisti del campionato sono stati messi a dura prova fin dalle qualifiche, iniziate con l’asfalto bagnato, ma durante una neutralizzazione tutti hanno montato gomme da asciutto. Ad emergere al vertice è stato Christian Mansell, che si è imposto sullo stesso Bilinski per ben sette decimi. Un exploit ripetuto nel Q2, disputato domenica mattina e che ha invece visto Bilinski solo quarto.

Ma, come detto, il portacolori del team M2 Competition ha fatto la differenza in gara. Al via della prima corsa ha infatti subito preso il comando nei confronti di Mansell, che nelle fasi iniziali è rimasto incollato ai suoi tubi di scarico. Nonostante la pressione del rivale e l’asfalto ancora umido (quasi tutti hanno comunque optato per le slick), Bilinski non ha commesso la minima sbavatura e una volta trovato il ritmo ha fatto segnare il giro più veloce, allungando fino a chiudere con ben 6” di vantaggio nei confronti del rivale.



In gara 2 Bilinski è invece stato autore di una splendida rimonta, risalendo di forza dall’ottava alla seconda piazza. Solo il cinese Gerrard Xie è riuscito a resistere al rientro del 19enne nato a Lechlade, ottenendo la prima vittoria nella serie. Terza posizione per Alex Crosbie, a lungo in vetta, ma costretto nel finale a cedere il passo ai due piloti di M2. Un contatto con Kaleb Ngatoa ha invece costretto un opaco Mansell al ritiro. Non solo, oltre al danno è arrivata la beffa, sottoforma di penalità di quattro posizioni sulla griglia di gara 3 per essere stato ritenuto responsabile dell’incidente.

Questo intoppo non ha però scoraggiato il combattivo Mansell, che con una splendida partenza è balzato dalla quinta alla seconda piazza al via, superando il leader Liam Sceats al quarto passaggio. Bilinski lo ha imitato qualche giro dopo, per poi limitarsi a gestire le gomme ancora per qualche minuto. Solo nel finale Bilinski si è rifatto sotto al leader, sferrando un aggressivo attacco per la vittoria a quattro giri dal termine che non ha concesso repliche.

Bilinski occupa ora la prima posizione nella classifica piloti con ben 25 punti di vantaggio nei confronti di Sceats, leader della rinnovata Tasman Cup, prestigiosa coppa (che si articolerà sui primi due fine settimana di campionato e a cui possono partecipare tutti i piloti australiani e neozelandesi) che venne disputata in origine tra il 1964 e il 1975 e che annovera nel proprio albo d’oro nomi come Bruce McLaren, Jim Clark e Jackie Stewart. Mansell insegue ad un solo punto di ritardo da Sceats.

Dopo un avvio complicato, Nicola Lacorte (che come Bilinski fa parte della Matteucci Management) è riuscito a riscattarsi nelle due manche domenicali. Il pilota di Pisa è infatti rimasto piantato in griglia al via della prima corsa, venendo colpito nel posteriore da Lando Matriano. In gara 2 è invece sopravvissuto ad un contatto con Titus Sherlock per recuperare ben 11 posizioni e chiudere sesto, medesimo risultato ottenuto in gara 3.

Sabato 20 gennaio 2023, gara 1

1 - Roman Bilinski - M2 Competition - 18 giri in 29’53”464
2 - Christian Mansell - Giles - 6”131
3 - Michael Shin - M2 Competition - 9”733
4 - Kaleb Ngatoa - Giles - 11”351
5 - Liam Sceats - M2 Competition - 11”849
6 - Gerrard Xie - M2 Competition - 13”685
7 - Tommy Smith - MTEC - 16”051
8 - Alex Crosbie - Giles - 18”762
9 - Lucas Fecury - MTEC - 31”486
10 - Elliott Cleary - MTEC - 31”977
11 - Titus Sherlock - Kiwi - 32”437
12 - Jett Bowling - Kiwi - 35”675
13 - Kaden Probst - MTEC - 40”621
14 - Jake Bonilla - Kiwi - 1 giro
15 - Lando Matriano - Giles - 2 giri

Ritirati
Patrick Woods-Toth
Nicola Lacorte

Domenica 21 gennaio 2023, gara 2

1 - Gerrard Xie - M2 Competition - 18 giri in 30’11”073
2 - Roman Bilinski - M2 Competition - 1”493
3 - Alex Crosbie - Giles - 2”507
4 - Liam Sceats - M2 Competition - 2”930
5 - Patrick Woods-Toth - Kiwi - 4”347
6 - Nicola Lacorte - M2 Competition - 8”309
7 - Tommy Smith - MTEC - 9”048
8 - Michael Shin - M2 Competition - 10”359
9 - Elliott Cleary - MTEC - 10”709
10 - Lando Matriano - Giles - 12”869
11 - Jake Bonilla - Kiwi - 13”195
12 - Jett Bowling - Kiwi - 17”155
13 - Kaden Probst - MTEC - 17”770
14 - Kaleb Ngatoa - Giles - 1 giro
15 - Christian Mansell - Giles - 2 giri

Ritirati
Lucas Fecury
Titus Sherlock

Domenica 21 gennaio 2023, gara 3

1 - Roman Bilinski - M2 Competition - 23 giri in 33’13”740
2 - Christian Mansell - Giles - 0”552
3 - Liam Sceats - M2 Competition - 1”259
4 - Alex Crosbie - Giles - 5”109
5 - Michael Shin - M2 Competition - 12”722
6 - Nicola Lacorte - M2 Competition - 25”228
7 - Kaleb Ngatoa - Giles - 27”367
8 - Titus Sherlock - Kiwi - 31”309
9 - Patrick Woods-Toth - Kiwi - 31”536
10 - Elliott Cleary - MTEC - 33”743
11 - Gerrard Xie - M2 Competition - 36”685
12 - Tommy Smith - MTEC - 37”741
13 - Kaden Probst - MTEC - 38”345
14 - Jake Bonilla - Kiwi - 38”622
15 - Jett Bowling - Kiwi - 41”776
16 - Lucas Fecury - MTEC - 1’08”195
17 - Lando Matriano - Giles - 2 giri

Il campionato
1.Bilinski 88 punti; 2.Sceats 63; 3.Mansell 62; 4.Shin 58; 5.Crosbie 56; 6.Xie 50; 7.Ngatoa 44; 8.Smith 37; 9.Cleary 32; 10.Woods-Toth 31.

13 Feb [12:24]

Taupo, gare
Wurz si laurea campione

Mattia Tremolada

Charlie Wurz si è confermato uno specialista dei tornei invernali, vincendo ad un anno di distanza dal titolo della Formula 4 UAE anche la prima edizione della Formula Regional Oceania (ex Toyota Racing Series). Il figlio di Alex, due volte vincitore della 24 ore di Le Mans ed ex pilota di Formula 1, ha avuto la meglio nei confronti del neozelandese Callum Hedge al termine di un testa a testa durato tutta la stagione, che ha visto i due alternarsi in vetta alla classifica.

Wurz si è presentato al via dell’ultima tappa di Taupo con 10 punti di vantaggio nei confronti del rivale. Hedge è però riuscito a sopravanzarlo dominando la giornata di sabato, con la pole nel Q1 seguita dalla terza vittoria stagionale poche ore più tardi. La risposta di Wurz, scivolato a -3 punti, è subito arrivata nel secondo turno di qualifica, in cui ha fatto segnare la pole per l’ultima manche della stagione.



Il duello è poi proseguito a distanza in gara 2, che ha visto l’inversione dei primi otto classificati della prima corsa, Wurz è riuscito a chiudere terzo, mentre Hedge non è andato oltre un settimo posto, cedendo nuovamente il primato all'austriaco per 4 punti. Nella main race il figlio d'arte ha concluso il lavoro, vincendo la corsa, mentre Hedge non è andato oltre la quarta posizione. Wurz è così riuscito ad imporsi subito al debutto in Formula Regional, grazie a quattro vittorie ed altrettante pole position. Il suo peggior risultato è stato un ottavo posto, mentre sul bilancio di Hedge hanno pesato alcuni problemi tecnici, che lo hanno costretto fuori dalla top-10 in due occasioni.

Il neozelandese si è comunque ben comportato alla prima stagione completa (dopo l’assaggio nella tappa di Monza 2021 della Regional by Alpine con G4 Racing) in una serie per monoposto con “slicks and wings”, come lui stesso, in arrivo dalla Formula Ford, ha descritto la Tatuus di Formula Regional dotata di gomme slick e alettoni. Subito fuori dalla contesa invece l’altro contendete al titolo, il pilota di Indy NXT Jacob Abel, colpito da David Morales al via di gara 1.



L’incidente tra i due piloti americani ha coinvolto anche gli incolpevoli James Penrose e Breanna Morris, costringendo la direzione gara ad esporre la bandiera rossa. Alla ripartenza Hedge ha gestito la pressione di Louis Foster per andare a conquistare la terza affermazione stagionale. Laurens Van Hoepen è risultato terzo, prima di conquistare la seconda piazza in gara 3. Il pilota olandese ha chiuso la propria avventura in campionato con cinque podi su sei gare (in gara 2 ha chiuso quarto) e la vittoria nel Gran Premio della Nuova Zelanda. Alla luce dei risultati di Wurz e Van Hoepen, il team ART Grand Prix può guardare con fiducia all’imminente stagione nella Regional by Alpine, che vedrà i due nuovamente compagni di squadra.

Gara 2 ha invece visto la vittoria dalla prima casella della griglia di partenza, ereditata in virtù dell’inversione dei primi otto classificati della prima corsa, di Chloe Chambers (nella foto sopra). Nata a Guangdong in Cina e adottata insieme alla sorella da una famiglia americana, la 18enne (16esima nella W Series 2022) ha sfruttato alla perfezione la pole position, resistendo alla pressione di Kaleb Ngatoa per diventare la prima ragazza a vincere una corsa nella serie (considerando anche l’antenata Toyota Racing Series).

Sabato 11 febbraio 2023, gara 1

1 - Callum Hedge - M2 Competition - 27’40”366
2 - Louis Foster - Giles - 0”389
3 - Laurens Van Hoepen - M2 Competition - 2”293
4 - Liam Sceats - M2 Competition - 4”319
5 - Charlie Wurz - M2 Competition - 8”454
6 - Kaleb Ngatoa - Giles - 9”239
7 - Josh Mason - Kiwi - 14”021
8 - Chloe Chambers - Giles - 15”555
9 - Ryder Quinn - M2 Competition - 16”341
10 - Ryan Shehan - Giles - 18”379
11 - Adam Fitzgerald - Giles - 22”591
12 - Tom McLennan - Kiwi - 25”005
13 - Lucas Fecury - Kiwi - 28”269
14 - David Morales - M2 Competition - 43”923

Ritirati
Jacob Abel
James Penrose
Breanna Morris

Domenica 12 febbraio 2023, gara 2

1 - Chloe Chambers - Giles - 26’00”239
2 - Kaleb Ngatoa - Giles - 1”582
3 - Charlie Wurz - M2 Competition - 11”799
4 - Laurens Van Hoepen - M2 Competition - 13”627
5 - Liam Sceats - M2 Competition - 14”440
6 - Callum Hedge - M2 Competition - 14”761
7 - Louis Foster - Giles - 15”606
8 - Ryder Quinn - M2 Competition - 16”115
9 - Jacob Abel - Kiwi - 16”558
10 - James Penrose - Kiwi - 25”366
11 - Adam Fitzgerald - Giles - 27”698
12 - Tom McLennan - Kiwi - 28”030
13 - David Morales - M2 Competition - 28”766
14 - Breanna Morris - 28”973
15 - Josh Mason - Kiwi - 34”244*
16 - Ryan Shehan - Giles - 48”237

*20” di penalità

Ritirati
Lucas Fecury

Domenica 12 febbraio 2023, gara 3

1 - Charlie Wurz - M2 Competition - 34’55”160
2 - Laurens Van Hoepen - M2 Competition - 1”042
3 - James Penrose - Kiwi - 2”142
4 - Callum Hedge - M2 Competition - 2”848
5 - Liam Sceats - M2 Competition - 8”828*
6 - Jacob Abel - Kiwi - 9”137
7 - Tom McLennan - Kiwi - 9”710
8 - Chloe Chambers - Giles - 10”222
9 - Kaleb Ngatoa - Giles - 11”097
10 - David Morales - M2 Competition - 11”722
11 - Ryan Shehan - Giles - 12”194
12 - Breanna Morris - 12”338
13 - Ryder Quinn - M2 Competition - 13”059
14 - Lucas Fecury - Kiwi - 19”423
15 - Louis Foster - Giles - 43”366
16 - Josh Mason - Kiwi - 1 giro
17 - Adam Fitzgerald - Giles - 1 giro

*5" di penalità

Il campionato
1.Wurz 343 punti; 2.Hedge 329; 3.Abel 265; 4.Sceats 245; 5.Penrose 214; 6.Morales 200; 7.Quinn 199; 8.Mason 186; 9.Chambers 176; 10.Shehan 173.

5 Feb [10:34]

Hampton Downs, gare
Van Hoepen imprendibile

Mattia Tremolada 

Veni, vidi, vici. All’esordio nella Formula Regional Oceania Laurens Van Hoepen è stato semplicemente imprendibile, dominando le tre sessioni di qualifica (in cui ha debuttato l’inedito format a eliminazione in stile Formula 1) e poi la 67esima edizione del Gran Premio della Nuova Zelanda. L’unica sbavatura del pilota olandese è stata al via di gara 1, quando è stato beffato da Kaleb Ngatoa, che ha poi guidato le ostilità per conquistare il successo alla prima apparizione stagionale, gestendo alla perfezione la pressione dello stesso Van Hoepen, rimasto per tutta la durata della gara a circa un secondo di distanza.

Van Hoepen già in gara 2 ha mostrato di avere fame di riscatto, risalendo dalla settima casella della griglia fino alla terza posizione, andando a strappare il podio a due dei piloti più esperti al via come Brandon Leitch e Chris Van Der Drift. Nella terza e ultima manche, valida per il GP della Nuova Zelanda, l’olandese è poi stato imprendibile, tornando al successo che gli mancava dal 2021, quando vinse sei delle nove gare disputate nell’Ultimate Cup Series.

La vittoria nella gara centrale è andata a Charlie Wurz, bravo ad approfittare della pole position guadagnata grazie all’inversione dei primi otto classificati della prima corsa. Il pilota austriaco è parso lontano dal passo del gruppo di testa per tutto il fine settimana, non andando oltre un sesto posto nell’ultima manche, ma in gara 2 è stato impeccabile nel resistere agli attacchi di Jacob Abel, che per tutta la corsa ha tentato di strappargli il primato. A due giri dal termine è poi arrivato Van Hoepen ad insidiare l’americano, consentendo a Wurz di respirare fino all’ingresso della safety car, che ha scortato le vetture fino al traguardo nell’ultimo giro di gara.



Il figlio di Alex ha così ritrovato la leadership in campionato, persa al termine di gara 1, in cui Callum Hedge aveva chiuso terzo. Il neozelandese è però rimasto piantato nel giro di formazione della seconda corsa, perdendo tanti punti preziosi per la classifica. Nel GP Hedge ha conquistato un altro podio, resistendo agli attacchi di un aggressivo Ngatoa, mentre Wurz dalla quinta casella è subito scivolato in settima posizione, non riuscendo più a risalire. Il divario tra i due è ora di 10 punti alla vigilia dell’ultimo appuntamento di Taupo.

Fine settimana sfortunato per Louis Foster. Un problema tecnico in gara 1 ha costretto il pilota inglese a scattare dalla 19esima ed ultima casella nella seconda frazione. Foster si è prodigato in una splendida rimonta che lo ha portato in ottava piazza. Al via del GP è anche riuscito a strappare la leadership a Van Hoepen con una bella manovra all’esterno di curva 1, ma l’olandese ha risposto con un sorpasso altrettante spettacolare nel corso del secondo passaggio, lasciando al campione della Indy Pro 2000 la piazza d’onore.

Anche Ngatoa è stato sfortunato domenica, dovendo partire dalla pit lane per gara 2. Il neozelandese nel Gran Premio ha cercato di strappare il podio a Hedge, ma dopo un contatto è finito sull’erba, perdendo la quarta piazza nei confronti di Chris Van Der Drift, due volte quinto nelle prime due gare del fine settimana. Il 36enne ha forse pagato qualche chilo di troppo rispetto ai giovani rivali.

Sabato 4 febbraio 2023, gara 1

1 - Kaleb Ngatoa - Giles - 30’25”164
2 - Laurens Van Hoepen - M2 Competition - 0”727
3 - Callum Hedge - M2 Competition - 7”706
4 - Adam Fitzgerald - Giles - 15”847
5 - Chris Van Der Drift - Hamilton - 17”123
6 - Brandon Leitch - Kiwi - 18”871
7 - Jacob Abel - Kiwi - 20”341
8 - Charlie Wurz - M2 Competition - 22”284
9 - Ryder Quinn - M2 Competition - 22”474
10 - David Morales - M2 Competition - 24”218
11 - Liam Sceats - M2 Competition - 26”153
12 - Ryan Shehan - Giles - 26”898
13 - Josh Mason - Kiwi - 36”834
14 - Billy Frazer - Hamilton - 40”620
15 - James Penrose - Kiwi - 41”112
16 - Chloe Chambers - Giles - 41”315
17 - Breanna Morris - 42”112
18 - Lucas Fecury - Kiwi - 44”013

Ritirati
Louis Foster

Non partito
Tom McLennan

Domenica 5 febbraio 2023, gara 2

1 - Charlie Wurz - M2 Competition - 31’54”128
2 - Jacob Abel - Kiwi - 0”686
3 - Laurens Van Hoepen - M2 Competition - 2”045
4 - Brandon Leitch - Kiwi - 2”207
5 - Chris Van Der Drift - Hamilton - 3”899
6 - Adam Fitzgerald - Giles - 7”000
7 - Liam Sceats - M2 Competition - 8”720
8 - Louis Foster - Giles - 10”250
9 - Josh Mason - Kiwi - 10”679
10 - David Morales - M2 Competition - 11”550
11 - James Penrose - Kiwi - 12”383
12 - Ryan Shehan - Giles - 12”573
13 - Kaleb Ngatoa - Giles - 16”771
14 - Chloe Chambers - Giles - 17”282
15 - Lucas Fecury - Kiwi - 17”692
16 - Breanna Morris - 20”426
17 - Ryder Quinn - M2 Competition - 2 giri
18 - Callum Hedge - M2 Competition - 5 giri

Ritirati
Billy Frazer

Non partito
Tom McLennan

Domenica 5 febbraio 2023, gara 3

1 - Laurens Van Hoepen - M2 Competition - 42’16”570
2 - Louis Foster - Giles - 0”846
3 - Callum Hedge - M2 Competition - 12”329
4 - Chris Van Der Drift - Hamilton - 12”673
5 - Kaleb Ngatoa - Giles - 14”923
6 - Liam Sceats - M2 Competition - 15”525
7 - Charlie Wurz - M2 Competition - 16”173
8 - Jacob Abel - Kiwi - 16”604
9 - David Morales - M2 Competition - 17”499
10 - Ryder Quinn - M2 Competition - 18”051
11 - Ryan Shehan - Giles - 23”107
12 - Josh Mason - Kiwi - 24”859
13 - James Penrose - Kiwi - 26”756
14 - Brandon Leitch - Kiwi - 28”049
15 - Billy Frazer - Hamilton - 32”652
16 - Adam Fitzgerald - Giles - 36”056
17 - Chloe Chambers - Giles - 36”342
18 - Breanna Morris - 47”490
19 - Lucas Fecury - Kiwi - 48”132

Non partito
Tom McLennan

Il campionato
1.Wurz 270 punti; 2.Hedge 260; 3.Abel 238; 4.Sceats 187; 5.Penrose 181; 6.Morales 178; 7.Quinn 169; 8.Mason 162; 9.Shehan 151; 10.Chambers 124.

1 Feb [16:50]

Sale a 20 il numero dei partenti
al via del GP della Nuova Zelanda

Mattia Tremolada

Sale a 20 il numero di piloti che questo fine settimana prenderà parte al Gran Premio della Nuova Zelanda. Giunto alla 67esima edizione il prestigioso trofeo (che nell’albo d’oro annovera tra gli altri i nomi di Stirling Moss, Jack Brabham, Graham Hill, Keke Rosberg e Lando Norris) sarà disputato sul circuito di Hampton Downs nel contesto del quarto appuntamento della stagione inaugurale della Formula Regional Oceania.

Favoriti d’obbligo al successo Charlie Wurz e Callum Hedge, ovvero i contendenti al titolo della serie, ma sarà certamente della partita per la vittoria finale anche Louis Foster, che si è presentato con una vittoria all’esordio nella precedente tappa di Manfeild. Occhi puntati anche sul 36enne Chris Van Der Drift, star del weekend dato il suo curriculum internazionale.

Van Der Drift ritroverà al via altri due neozelandesi presenti nel GP del 2021, l’ultimo disputato e riservato solo ai piloti locali. Si tratta del poleman Kaleb Ngatoa, vice-campione della Toyota Racing Series 2021, e di Brandon Leitch, veterano della serie e del GP, che ha disputato già in sette occasioni. Infine, con M2 Competition ci sarà anche la novità Laurens Van Hoepen, fresco di riconferma in ART GP per la Regional by Alpine 2023. L’olandese è stato confermato al via delle ultime due tappe della serie.

L’appuntamento, uno dei due GP ad essere riconosciuti dalla FIA al di fuori della Formula 1 (l’altro è Macao), avrà un format di qualifica atipico, che ricalca quello a eliminazione della massima serie, con il Q1 da 15’, il Q2 da 10’ e la Q3 finale da 12’.

La lista di squadre e piloti per il GP della Nuova Zelanda 2023

Kiwi
Lucas Fecury - Tom McLennan - Josh Mason - Jacob Abel - James Penrose - Brendon Leitch

M2 Competition
Charlie Wurz - Callum Hedge - Liam Sceats - David Morales - Ryder Quinn - Laurens Van Hoepen

Giles
Breanna Morris - Ryan Shehan - Chloe Chambers - Louis Foster - Adam Fitzgerald - Kaleb Ngatoa
Hamilton
Billy Frazer - Chris Van Der Drift

In corsivo le new entry per questo weekend

PrevPage 1 of 3Next

News

Regional Oceania
v