formula 1

Imola - Piastri penalizzato
Le Ferrari in seconda fila

Era nell'aria e puntualmente è arrivata. Oscar Piastri ha rovinato la sua eccezionale prestazione in qualifica, che lo av...

Leggi »
formula 1

Imola - Qualifica
Verstappen non fa prigionieri

Max Verstappen e la Red Bull erano in difficoltà fino al terzo turno libero di questa mattina. Stavano lavorando sodo in base...

Leggi »
indycar

Indy 500, Qualifica 1
Dominio del team Penske

Team Penske mostruoso nel primo giorno di qualifica per la Indy 500. Le tre vetture del Capitano, dopo tre anni di qualifiche...

Leggi »
GT World Challenge

Sprint a Misano – Gara 2
Weerts-Vanthoor fendono la notte

Michele Montesano - Foto Speedy BMW ha proseguito a dettare legge a Misano. Anche con il calare della notte la M4 GT3 si...

Leggi »
GT2 Europe

Misano – Gara 1
Gorini-Tamburini nel segno del Tridente

Michele Montesano - Foto Speedy Maserati ha vinto la gara di casa a Misano del Fanatec GT2 European Series. Leonardo Gorini e...

Leggi »
GT World Challenge

Sprint a Misano – Gara 1
Rossi e Martin concedono il bis

Michele Montesano - Foto Speedy A meno di un anno di distanza, Valentino Rossi e Maxime Martin sono tornati sul gradino più ...

Leggi »
11 Mag [23:54]

Rally del Portogallo – 3° giorno
Ogier 1°, Rovanperä e Katsuta Ko

Michele Montesano

La tappa del sabato del Rally del Portogallo, quinto appuntamento stagionale del WRC, non ha lesinato in colpi di scena e ritiri eccellenti. Ancora una volta gli sterrati lusitani si sono dimostrati duri quanto selettivi. A farne le spese è stata la Toyota che, pur mantenendo il comando delle operazioni con Sebastien Ogier, ha visto sia Kalle Rovanperä che Takamoto Katsuta costretti ad alzare bandiera bianca. A guadagnare il podio sono stati così i piloti Hyundai Ott Tänak e Thierry Neuville.

Autore dello scratch della speciale di Felgueiras, Rovanperä ha inaugurato la giornata del sabato nel migliore dei modi. Ma, nella successiva Mortim, il Flying Finn è incappato in un errore capottando la sua Yaris Rally1. A ereditare il comando è stato Ogier che ha cercato di mettere in cassaforte il primato siglando il miglior tempo della speciale. Ma il prosieguo della giornata ha visto Toyota incassare un altro duro colpo. Nella PS di Amarante, Katsuta è stato tradito dal cedimento di una sospensione della sua Yaris finendo anzitempo la gara.

Lo stesso Ogier, preoccupato per quanto accaduto al team mate, ha ceduto momentaneamente la leadership a Tänak salvo poi riprendersela nella successiva Paredes, complice una foratura lenta sulla Hyundai dell’estone. Il duello si è protratto anche nel pomeriggio a suon di scratch, ma a prevalere è stato il francese della Toyota che ha chiuso con un margine di quasi dodici secondi su Tanak. Nulla è però ancora deciso, le quattro speciali di domani potranno riservare ulteriori sorprese.

Ad approfittarne è stato anche Neuville. Il leader di campionato, pur commettendo qualche sbavatura di troppo, è riuscito a salire in zona podio. A scortate il belga ci ha pensato Dani Sordo, chiamato a svolgere il ruolo di gregario per supportare la rincorsa al titolo iridato della Hyundai. Così come già visto negli altri Rally, Adrien Fourmaux ha cercato di fare della regolarità la sua arma vincente. Anche in Portogallo il francese di Ford M-Sport è riuscito a capitalizzare chiudendo la tappa del sabato quinto davanti a Elfyn Evans. Costretto a recuperare il terreno perso per la disavventura di ieri, il gallese della Toyota proverà a cercare di limitare i danni nella tappa della domenica.

I colpi di scena non sono mancati neppure nel WRC2. Dapprima Oliver Solberg si è capottato nella stessa PS di Rovanperä, poi è toccato al suo compagno Gus Greensmith parcheggiare la Skoda Fabia a seguito di un errore commesso nella tornata pomeridiana. Così al comando delle operazioni è salito Nikolay Gryazin che ha chiuso la tappa del sabato seguito da Jan Solans e Joshua McEarlean.

Sabato 11 maggio 2024, classifica dopo la SS18 (top 15)

1 - Ogier-Landais (Toyota GR Yaris Rally1) - Toyota - 3h01'55"8
2 - Tanak-Jarveoja (Hyundai i20N Rally1) - Hyundai - 11"9
3 - Neuville-Wydaeghe (Hyundai i20N Rally1) - Hyundai - 1'11"4
4 - Sordo-Carrera (Hyundai i20N Rally1) - Hyundai - 1'25"6
5 - Fourmaux-Coria (Ford Puma Rally1) - M Sport - 1'32"9
6 - Evans-Martin (Toyota GR Yaris Rally1) - Toyota - 3'23"8
7 - Gryazin-Aleksandrov (Citroen C3 WRC2) - Movisport - 9'25"5
8 - Solans-Sanjuan (Toyota GR Yaris WRC2) - Solans - 9'35"2
9 - McErlean-Fulton (Hyundai i20N WRC2) - McErlean - 9'43"2
10 - Rossel-Dunand (Citroen C3 WRC2) - DG Sport - 9'46"8
11 - Joona-Hussi (Skoda Fabia WRC2) - Joona - 10'55"7
12 - Zaldivar-Der Ohannesian (Skoda Fabia WRC2) - Zaldivar - 11'06"7
13 - Korhonen-Viinikka (Toyota GR Yaris WRC2) - Viinikka - 11'30"0
14 - Munster-Louka (Ford Puma Rally1) - M Sport - 12'14"3
15 - Prokop-Ernst (Skoda Fabia WRC2) - Prokop - 13'29"5