formula 1

Monaco - Libere 1
Leclerc fa gli onori di casa

Montecarlo è casa sua. Ci è cresciuto, le strade che formano il tracciato del Gran Premio le frequentava fin da piccolo sogna...

Leggi »
FIA Formula 2

Monaco - Qualifica
Pole di Lawson, ma da valutare

Pole-position con il giallo nella qualifica di Formula 2 a Montecarlo, letteralmente: l'autore del miglior tempo è stato ...

Leggi »
Rally

Loeb al via del Safari Rally
In Kenya con la Ford Puma Rally1

Michele Montesano L’indiscrezione circolava già nel corso del Rally del Portogallo, ma sono serviti altri giorni affinché t...

Leggi »
Regional by Alpine

Monaco - Qualifica
Dino lascia l'impronta

Con un gran giro finale Dino Beganovic è riuscito a strappare il miglior tempo assoluto nella qualifica di Monaco della Formu...

Leggi »
nascar

Raikkonen in NASCAR Cup
A Watkins Glen con Trackhouse

Sarà Kimi Raikkonen il primo pilota di caratura internazionale a correre con il team Trackhouse nell'ambito del nuovo pro...

Leggi »
formula 1

La McLaren è stufa di Ricciardo
E comincia a guardarsi attorno

Daniel Ricciardo sta deludendo. La McLaren pensava di aver fatto il miglior colpo di mercato possibile quando nel 2020, all&#...

Leggi »
PrevPage 1 of 10Next
24 Mag [11:01]

Le Castellet, gare
Per Osborne/Moss weekend... Optimum

Jacopo Rubino

Weekend quasi perfetto per Joe Osborne e Nick Moss a Le Castellet, seconda tappa stagionale dell'International GT Open: l'equipaggio del team Optimum ha conquistato una doppia vittoria, salendo in cima alla graduatoria e vedendo premiato il salto in classe Pro compiuto quest'anno con la McLaren 720 S. Nella generale è così avvenuto il sorpasso su Leonardo Pulcini e Benjamin Hites, autori dell'en-plein nel round di Estoril, ma in terra francese incappati in qualche peripezia in più e in un balance of performance poco favorevole per le Lamborghini. Il duo della Oregon insegue adesso a 16 punti di ritardo, agganciato a quota 38 da Kevin Gilardoni e Glenn van Berlo sulla Huracàn gemella.

In gara 1 Osborne è stato in azione nel secondo stint, ereditando la vettura da Moss che viaggiava in settima piazza. L'inglese ha fatto valere il proprio ritmo e la velocità in rettilineo della McLaren, salendo al comando al giro 24 con l'attacco a Gilardoni, che si è poi dovuto arrendere anche a Karol Basz, sull'Audi del team Olimp di categoria Pro-Am. Il ticinese ha quindi lottato duramente con David Fumanelli, ricevendo 5" di penalità per il contatto di cui è stato ritenuto colpevole all'ultimo giro, permettendo all'alfiere Kessel di centrare il terzo gradino del podio. L'altra Lamborghini del team Oregon ha terminato ottava, con Pulcini protagonista di un contatto con Yannick Mettler, che ha portato in quinta piazza la Mercedes del team SPS condivisa con Dexter Muller.



Domenica Osborne ha affrontato la prima metà di corsa, dopo la pole siglata in Q2 al mattino, riuscendo a costruire un piccolo margine su Fumanelli e Basz che Moss ha poi gestito dopo la sosta ai box, in cui è stato scontato pure l'handicap tempo. Nelle sue mani, la McLaren #72 è rientrata alle spalle di Murat Cuhadaroglu, il gentleman turco che fa coppia con Fumanelli sulla Ferrari Kessel; azzerato il distacco, al giro 20 Moss si è infilato all'interno per balzare in vetta, per poi viaggiare in relativo controllo.

Seconda posizione per l'olandese Van Berlo, insieme a Gilardoni, terza per il veloce Adam Christodoulou in rimonta sulla Mercedes del team Theeba, al primo weekend in autonomia dopo l'assistenza tecnica ricevuta da SPS in Portogallo. Per Christodoulou (poleman sabato in Q1) è maturata la terza vittoria Pro-Am del 2022 insieme alla saudita Reema Juffali. Cuhadaroglu, subentrato a Fumanelli, si è ritirato al giro 23 per un contatto ricevuto da Hites, sanzionato con 3", ma il cileno avrebbe comunque chiuso sesto. Poco prima Hites aveva "sportellato" anche con il compagno di colori van Berlo.

In classe Am doppia affermazione per Alexander Hrachowina e Martin Konrad, sulla Mercedes del team Landgraf, mentre Giuseppe Cipriani, questa volta in solitaria sulla Huracan del Barone Rampante, ha rimediato un doppio ritiro. In gara 1 il pilota veneto è uscito per colpa dell'olio lasciato dall'Audi del debuttante team Aust guidata da Dino Steiner.

Sabato 21 maggio 2022, gara 1

1 - Moss/Osborne (McLaren) - Optimum - 33 giri 1'11'14"799
2 - Jedlinski/Basz (Audi) - Olimp - 7"160
3 - Cuhadaroglu/Fumanelli (Ferrari) - Kessel - 20"727
4 - Gilardoni/Van Berlo (Lamborghini) - Oregon - 23"481
5 - Müller/Mettler (Mercedes) - SPS - 30"227
6 - Baud/Jans (Mercedes) - GetSpeed - 32"301
7 - Juffali/Christodoulou (Mercedes) - Theeba - 32"907
8 - Hites/Pulcini (Lamborghini) - Oregon - 33"349
9 - Laber/Valente (Mercedes) - GT - 33"739
10 - Hrachowina/Konrad (Mercedes) - Landgraf - 34"917
11 - Jackson/Hollings (Ferrari) - Kessel - 38"288
12 - De Meeus/Stanley (Ferrari) - AF Corse - 47"598
13 - Ziemian/Jefferies (Ferrari) - Kessel - 1'00"310
14 - Sak Nana/Osieka (Mercedes) - GetSpeed - 1'01"330
15 - Jedlinski/Korzeniowski (Ferrari) - Olimp - 1'12"720
16 - Shoffner/Kranz (Mercedes) - GetSpeed - 1'25"909
17 - Earle/Zanotti (Ferrari) - Kessel - 2'00"501
18 - Pascal Bachmann (Aston Martin) - Street Art - 2'00"501

Giro più veloce: Jedlinski/Basz 2'01"952

Ritirati
12° giro - Giuseppe Cipriani
9° giro - Steiner/Hofer

Domenica 22 maggio 2022, gara 2

1 - Moss/Osborne (McLaren) - Optimum - 29 giri 1'01'26"879
2 - Gilardoni/Van Berlo (Lamborghini) - Oregon - 5"434
3 - Juffali/Christodoulou (Mercedes) - Theeba - 11"620
4 - Baud/Jans (Mercedes) - GetSpeed - 19"407
5 - Ziemian/Jefferies (Ferrari) - Kessel - 19"909
6 - Hites/Pulcini (Lamborghini) - Oregon - 23"093
7 - Shoffner/Kranz (Mercedes) - GetSpeed - 28"214
8 - Jedlinski/Basz (Audi) - Olimp - 37"667
9 - Müller/Mettler (Mercedes) - SPS - 44"982
10 - Hrachowina/Konrad (Mercedes) - Landgraf - 59"141
11 - Jackson/Hollings (Ferrari) - Kessel - 1'05"345
12 - De Meeus/Stanley (Ferrari) - AF Corse - 1'08"583
13 - Laber/Valente (Mercedes) - GT - 1'17"115
14 - Sak Nana/Osieka (Mercedes) - GetSpeed - 1'18"383
15 - Pascal Bachmann (Aston Martin) - Street Art - 1'40"350
16 - Earle/Zanotti (Ferrari) - Kessel - 2'03"058
17 - Jedlinski/Korzeniowski (Ferrari) - Olimp - 1 giro

Giro più veloce: Ziemian/Jefferies 2'02"130

Ritirati
23° giro - Cuhadaroglu/Fumanelli
15° giro - Giuseppe Cipriani
Steiner/Hofer

Il campionato
1.Osborne/Moss 54 punti; 2.Gilardoni/van Berlo 38; 3.Hites/Pulcini 38; 4.Juffali/Christodolou 32; 5.Jedlinski/Basz 26

3 Mag [11:09]

Estoril, gare
Inizio da sogno per Oregon

Jacopo Rubino - Fotospeedy

La stagione 2022 dell'International GT Open è cominciata a Estoril con una doppia vittoria Oregon: la squadra lombarda, nuova compagine di riferimento Lamborghini nella serie dopo i successi nel Super Trofeo, ha visto imporsi Leonardo Pulcini e Benjamin Hites sia in gara 1 e gara 2, senza dimenticare il podio dei compagni Kevin Gilardoni e Glenn van Berlo nella corsa del sabato.

In qualifica Pulcini e Hites hanno siglato solo un quinto e sesto tempo, ma hanno fatto la differenza dopo le soste ai box, specialmente contro i piloti amatori che hanno preso i comandi delle vetture iscritte alla classe Pro-Am. In gara 1, il cileno si è preso di forza la vetta superando Nick Moss, ora diventato Pro con la McLaren del team Optimum, mentre in gara 2 Pulcini è uscito dai box quarto per andare a caccia di Marcin Jedlinski, Reema Juffali e Romain Zeimian. Evitando rischi, il romano è stato attendista alle spalle della saudita e del battistrada Zeiman, superato poi in una fase di doppiaggio. Nel frattempo si era avvicinato parecchio Joe Osborne, con Optimum a centrare una doppia piazza d'onore all'esordio nella categoria principale.

Poteva invece essere doppio terzo posto per Gilardoni/van Berlo, sull'altra Huracàn nella tipica livrea Oregon, ma per loro gara 2 è stata più difficile: l'olandese, ex Euroformula, è stato mandato nella ghiaia da Alain Valente (poi penalizzato di 10"), e ha proseguito con qualche danno al posteriore. Lo svizzero Gilardoni aveva poi raggiunto la terza posizione in pista, ma è stato punito di 5" per track limits, scivolando quarto. Sul podio assoluto di domenica è salita così Reema Juffali, la saudita ex British F4 e GB3 che si è rivelata una delle note liete del weekend, al debutto nel GT Open sulla Mercedes di Theeba Motorsport divisa con il veloce Adam Christodoulou. Anche grazie al quarto posto di gara 1, per loro è stato en-plein in classe Pro-Am, che include nomi molto temibili: su tutti i nostri David Fumanelli e Karol Basz, autori delle pole in Q1 e Q2, ma anche Axcil Jefferis.

Fumanelli ha condotto il primo stint di gara 1 con una delle Ferrari del team Kessel, ma il compagno Murat Rui Cuhadaroglu è stato ben lontano dal suo ritmo, ed è scivolato decimo; in gara 2, Fumanelli si è poi ritirato a causa di un contatto. Basz ha portato a casa due podi Pro-Am insieme a Marcin Jedlinski sull'Audi del team Olimp, che alla vigilia ha deciso di tornare alla vettura tedesca invece di utilizzare la Ferrari acquistata inverno, come l'altro equipaggio formato da Stanislav Jedlinski e Krystian Korzeniowski in classe Am. Jefferies, anche lui alfiere Kessel, è risalito in gara 1 fino alla quinta posizione, mentre Ziemian nel finale di gara 2 ha perso un potenziale podio assoluto con uno spettacolare testacoda in uscita dall'ultima curva, venendo schivato per un soffio dalla Juffali che gli era incollata.



L'incidente più significativo del weekend è stato però quello in apertura della prima corsa, con principale protagonista Alex Frassineti: la sua Lamborghini del team Barone Rampante ha picchiato forte contro le barriere e poi è stata colpita dalle Ferrari di Stephen Earle e Stanislav Jedlinski. Inevitabile la bandiera rossa, con una lunga pausa per sgomberare il tracciato. Per Frassineti (in coppia con Giuseppe Cipriani) e per il rientrante gentleman Earle (insieme al giovane italiano Erwin Zanotti) l'episodio ha segnato la fine anticipata della tappa portoghese, visti i danni rimediati dalle loro auto.

Sabato 30 aprile 2022, gara 1

1 - Hites/Pulcini (Lamborghini) - Oregon - 42 giri 1'46'36"067
2 - Moss/Osborne (McLaren) - Optimum - 10"446
3 - Gilardoni/Van Berlo (Lamborghini) - Oregon - 28"023
4 - Juffali/Christodoulou (Mercedes) - Theeba - 34"718
5 - Ziemian/Jefferies (Ferrari) - Kessel - 51"020
6 - Jedlinski/Basz (Audi) - Olimp - 52"669
7 - Laber/Valente (Mercedes) - GT - 1'01"287
8 - Müller/Mettler (Mercedes) - SPS - 1'14"382
9 - Shoffner/Kranz (Mercedes) - GetSpeed - 1'23"019
10 - Cuhadaroglu/Fumanelli (Ferrari) - Kessel - 1'23"394
11 - Jackson/Hollings (Ferrari) - Kessel - 1 giro
12 - De Meeus/Stanley (Ferrari) - AF Corse - 1 giro

Giro più veloce: Ziemian/Jefferies 1'35"393

Ritirati
30° giro - Hrachowina/Konrad
2° giro - Sak Nana/Osieka
2° giro - Baud/Jans
1° giro - Cipriani/Frassineti
1° giro - Earle/Zanotti
1° giro - Jedlinski/Korzeniowski

Domenica 1° maggio 2022, gara 2

1 - Hites/Pulcini (Lamborghini) - Oregon - 37 giri 1'01'22"706
2 - Moss/Osborne (McLaren) - Optimum - 1"588
3 - Juffali/Christodoulou (Mercedes) - Theeba - 15"355
4 - Gilardoni/Van Berlo (Lamborghini) - Oregon - 17"832
5 - Jedlinski/Basz (Audi) - Olimp - 19"971
6 - Baud/Jans (Mercedes) - GetSpeed - 21"315
7 - Müller/Mettler (Mercedes) - SPS - 39"738
8 - Shoffner/Kranz (Mercedes) - GetSpeed - 55"609
9 - Hrachowina/Konrad (Mercedes) - Landgraf - 56"955
10 - Ziemian/Jefferies (Ferrari) - Kessel - 1'15"667
11 - Sak Nana/Osieka (Mercedes) - GetSpeed - 1'25"900
12 - Laber/Valente (Mercedes) - GT - 1'37"871
13 - De Meeus/Stanley (Ferrari) - AF Corse - 1 giro
14 - Jedlinski/Korzeniowski (Ferrari) - Olimp - 2 giri

Giro più veloce: Moss/Osborne 1'35"655

Ritirati
20° giro - Cuhadaroglu/Fumanelli
7° giro - Jackson/Hollings

Il campionato
1.Hites/Pulcini 30 punti; 2.Osborne/Moss 24; 3.Juffali/Christodolou 18; 4.Gilardoni/van Berlo 18; 5.Basz/M.Jedlinski 11

PrevPage 1 of 10Next

News

gt open
v

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone