Rally

Rally di Lettonia – 1° giorno
Rovanperä batte Neuville e Ogier

Michele Montesano Riga ha fatto da antipasto a quello che sarà il Rally di Lettonia. I piloti del WRC si sono sfidati sulla s...

Leggi »
formula 1

L'analisi del mercato piloti 2025
Cosa accadrà nelle prossime settimane

Con il passaggio di Esteban Ocon al team Haas, diventano quattro e... mezzo i sedili vacanti nel Mondiale F1 per la prossima ...

Leggi »
Rally

Rally di Lettonia – Shakedown
Tänak precede Neuville, Toyota insegue

Michele Montesano Il WRC, questo fine settimana, farà tappa per la prima volta nella sua storia in Lettonia. La repubblica ba...

Leggi »
formula 1

Haas e Ferrari, accordo fino al 2028
E intanto sta per arrivare Ocon

Il team Haas ha rinnovato l'accordo con la Ferrari per la fornitura dei motori. Il costruttore americano potrà avere le p...

Leggi »
World Endurance

Aston Martin: a Silverstone
il debutto della Valkyrie LMH

Michele Montesano Eppur si muove. Aston Martin ha tenuto fede alla sua tabella di marcia e, come previsto, ha portato al debu...

Leggi »
Rally

Ogier e Rovanperä al via in Lettonia
Torna Lappi in Hyundai, Sesks con Ford

Michele Montesano Questo fine settimana il Mondiale Rally farà tappa per la prima volta in Lettonia. La repubblica baltica, g...

Leggi »
20 Giu [11:08]

Rally Liepaja
Sesks profeta in patria

Michele Montesano

Dominatore incontrastato della scorsa edizione, Martins Sesks ha sbaragliato nuovamente la concorrenza nel Rally Liepaja. Nelle strade di casa il lettone, navigato da Renars Francis, ha lasciato solamente le briciole agli avversari diventando il primo pilota a conquistare due prove nella stagione 2023 del FIA European Rally Championship. Il pilota del Team MRF ha messo le cose in chiaro già nello Shakedown per poi proseguire indisturbato verso una vera e propria marcia trionfale.

Oltre all’ottima conoscenza degli sterrati di Liepaja (Sesks abita proprio nella cittadina lettone), a fare la differenza sono stati anche gli pneumatici portati da MRF soprattutto nelle speciali bagnate. Sesks ha conquistato sette delle nove Prove Speciali disputate, inclusa la Power Stage finale, ottenendo il bottino pieno al termine di un fine settimana vissuto da assoluto protagonista.



Seppure a oltre quaranta secondi dal vincitore, a salire sul secondo gradino del podio è stato ancora una volta Hayden Paddon (nella foto sopra). Al giro di boa del campionato, il neozelandese del team Hyundai BRC è sempre più saldamente al comando del FIA ERC. Paddon, navigato dal fido John Kennard, inizialmente ha dovuto sudare più del dovuto per prendere confidenza con gli sterrati ‘soffici’ della Lettonia. Trovato il giusto assetto della i20N Rally2, il kiwi ha poi consolidato il secondo posto provando solamente l’assalto finale nella Power Stage conclusiva, persa per un solo millesimo nei confronti di Sesks.

Terzo posto per Mads Østberg (nella foto sotto). In difficoltà di aderenza, l’alfiere della Citroën C3 ha perso terreno nel corso della prima tappa accumulando un distacco difficile da colmare nel prosieguo del rally. Epilogo amaro per Robert Virves. Saldamente al quarto posto al termine della giornata di sabato, il campione in carica del WRC Junior si è visto man mano assottigliare il suo vantaggio per via di note troppo prudenti. Attardato da noie elettriche sulla sua Ford Fiesta, l’estone è infine scivolato in quinta posizione. Ad approfittarne è stato così Josh McErlean al suo miglior risultato nell’ERC.



Per poco meno di due secondi Mathieu Franceschi si è dovuto accontentare del sesto posto terminando la prova lituana davanti a Mikko Heikkilä. Costretto a dover affrontare le ultime PS del sabato con il differenziale posteriore danneggiato, il finlandese ha cercato di limitare i danni. Heikkilä si è poi riscattato domenica conquistando anche la penultima prova del Rally Liepaja. Tradito dai dossi della speciale di Liepieni, Georg Linnamäe ha danneggiato l’anteriore della sua Hyundai chiudendo in ottava posizione.

Ancora una volta Efren Llarena ha dovuto fare i conti con la sfortuna. Infatti, nel corso della prima tappa, il campione in carica dell’ERC è stato tradito dalla pompa del carburante della sua Skoda Fabia. Nono al traguardo, lo spagnolo ha preceduto il compagno di squadra Simone Campedelli, bravo a terminare in decima posizione un rally non proprio nelle sue corde. Vincitore della Prova Spettacolo Liepaja City Stage, Andrea Mabellini ha chiuso tredicesimo. Positivo quindicesimo posto per Alberto Battistoli, al rientro nel campionato europeo dopo essersi sottoposto all’intervento chirurgico alla spalla destra.



Secondo successo stagionale per Ola Nore nel Junior ERC (nella foto sopra). Il norvegese, al volante della Renault Clio R4, ha avuto la meglio sulle Peugeot 208 R4 di Victor Hansen e Norbert Maior. Chi ha da recriminare è sicuramente Max McRae. Saldamente al comando della tappa del sabato, il nipote d’arte è stato penalizzato di un minuto per essersi presentato in anticipo al controllo orario della Liepaja City Stage scivolando in quinta posizione. Gli italiani Roberto Daprà e Mattia Zanin hanno chiuso rispettivamente al settimo e ottavo posto di classe.

Domenica 18 giugno 2023, classifica finale (top 15)

1 - Sesks-Francis (Škoda Fabia RS Rally2) - 1h22'47"8
2 - Paddon-Kennard (Hyundai i20 N Rally2) - 41"4
3 - Østberg-Barth (Citroën C3 Rally2) - 1'04"0
4 - McErlean-Fulton (Hyundai i20 N Rally2) - 1'23"9
5 - Virves-Drew (Ford Fiesta Rally2) - 1'27"8
6 - Franceschi-Escartefigue (Škoda Fabia RS Rally2) - 1'29"6
7 - Heikkilä-Vaaleri (Škoda Fabia RS Rally2) - 1'38"5
8 - Linnamäe-Morgan (Hyundai i20 N Rally2) - 1'51"5
9 - Llarena-Fernandez (Škoda Fabia RS Rally2) - 2'18"3
10 - Campedelli-Canton (Škoda Fabia RS Rally2) - 2'27"4
11 - Mareš-Bucha(Škoda Fabia RS Rally2) - 2'30"4
12 - Cais-Bacigal (Škoda Fabia RS Rally2) - 2'37"2
13 - Mabellini-Lenzi (Škoda Fabia RS Rally2) - 3'01"1
14 - Pryce-Prévot (Škoda Fabia RS Rally2) - 3'01"5
15 - Battistolli-Scattolin (Škoda Fabia RS Rally2) - 3'27"8

Il campionato
1.Paddon 113 punti; 2.Sesks 83; 3.Østberg 69; 4.Franceschi 50; 5.Llarena 50; 6.Bonato 47; 7.Heikkilä 45; 8.Marczyk 40; 9.Linnamäe 35; 10.McErlean 35.