formula 1

Ben Sulayem investigato per
l'esito del GP di Jeddah 2023

Non c'è che dire, se i risultati in pista dei Gran Premi di F1 sono quanto meno scontati per via del dominio Red Bull, il...

Leggi »
World Endurance

Il BoP un male inevitabile nel WEC
purché usato nella giusta maniera

Michele Montesano - XPB Images Come prevedibile, a conclusione della 1812 km del Qatar si è tornato a parlare di BoP. Al di ...

Leggi »
formula 1

McLaren sotto le aspettative
Attesi importanti sviluppi

Massimo Costa - XPB Images La stagione 2023 per la McLaren si era conclusa in maniera brillantissima, con una seconda parte d...

Leggi »
World Endurance

Peugeot: oltre il danno la beffa
Squalificati Vergne-Müller-Jensen

Michele Montesano Dalla gioia di un podio tanto inseguito e finalmente alla portata, all’amara delusione della squalifica. C...

Leggi »
formula 1

Jos Verstappen attacca Horner
e terremota il team Red Bull

Chi ci legge da anni, conosce il nostro pensiero su Jos Verstappen, padre del pilota Max Verstappen. Un personaggio sempre&nb...

Leggi »
World Endurance

Lusail – Gara: dominio Porsche
Tripletta in Hypercar, vittoria in LMGT3

Michele Montesano La stagione 2024 del FIA WEC è iniziata nel segno della Porsche. Sempre al vertice, fin dalle prime sessio...

Leggi »
11 Lug [9:22]

Royal Rally Scandinavia
Trionfo casalingo per Solberg

Michele Montesano

Buona la prima per Oliver Solberg nel FIA ERC. Abituale protagonista nel WRC2 al volante della Skoda Fabia del Toksport WRT, lo svedese ha conquistato la prima edizione del Royal Rally di Scandinavia valida per il campionato europeo. Quello messo a segno dal figlio d’arte è stato un successo quasi d’altri tempi: il pilota, assieme ad un gruppo di amici, ha preparato la Volkswagen Polo R5 in un garage poco distante dalle Prove Speciali del rally.

Ciò nonostante il dominio di Solberg è stato quasi netto aggiudicandosi dieci delle sedici PS in programma. Non bisogna neppure tralasciare il fattore campo, visto che il pilota abita a meno di un’ora dalle strade utilizzate nel weekend di gara. Salito al comando già nella PS3, lo svedese, come sempre navigato da Elliot Edmondson, è stato bravo a gestire il margine sugli inseguitori anche quando ha dovuto fare i conti con la rottura del servosterzo. Riparato il guasto, Solberg è tornato a volare sugli sterrati di casa conquistando la sua terza vittoria in carriera nel FIA ERC.



Inizialmente a contendere il primato ci ha pensato il sempre consistente Hyden Paddon (nella foto sopra). Navigato da John Kennard, il neozelandese ha firmato le restanti PS ma, perso il comando dopo le prime due speciali, non è riuscito più a riagganciare il battistrada. Il portacolori del team Hyundai BRC ha mollato la presa solamente sul finale scegliendo di preservare gli pneumatici nell’ultima tappa per tentare l’assalto della Power Stage finale. Obiettivo puntualmente centrato, assieme alla conquista dei punti extra che gli permettono di consolidare ulteriormente il primato in classifica.

Reduce dalle vittorie in Polonia e in Lettonia, Martins Sesks (nella foto sotto) è riuscito ad artigliare il terzo posto nel corso dell’ultima PS ai danni di un velocissimo Nikolay Gryazin. In lotta per la zona podio, Frank Tore è stato costretto al ritiro a seguito di uno spettacolare cappottamento nella PS9. Ancora più sfortunato Mikko Heikkilä, vittima di una foratura negli ultimi chilometri che l’ha fatto scivolare in dodicesima posizione. Al debutto assoluto nell’ERC, Lauri Joona ha artigliato il quinto posto precedendo Filip Mareš.



In netta difficoltà sui difficili sterrarti scandinavi, Mathieu Franceschi ha pagato a caro prezzo delle note troppo caute chiudendo solamente in settima piazza. Complice un problema all’intercooler sulla sua Citroën C3, Mads Østberg è subito scivolato nelle retrovie. Il norvegese ha cercato disperatamente di recuperare terreno terminando ottavo seguito dai nostri Andrea Mabellini e Virginia Lenzi. Positivo il tredicesimo posto di Alberto Battistoli, ancora in ripresa dopo l’operazione alla spalla destra. Rally amaro per il campione in carica Efren Llarena, costretto al ritiro dopo aver danneggiato il posteriore della Skoda Fabia nel corso della PS10, stessa identica sorte toccata poi anche al suo compagno di squadra Simone Campedelli.

Lotta tutta scandinava nell’ERC4. A spuntarla è stato Isak Reiersen che, per appena nove secondi, ha preceduto Patrik Hallberg. Volto noto nei rallycross, Reiersen ha imposto un ritmo indiavolato fin dalla prima speciale lasciando solamente le briciole agli avversari. Per soli quattro secondi Roberto Daprà si è dovuto accontentare del quarto posto dietro un consistente Norbert Maior. Più staccato il leader di campionato, per la prima volta in questa stagione Ola Nore Jr. non è riuscito a far meglio del sesto posto di classe.

Sabato 8 luglio 2023, classifica finale (top 15)

1 - Solberg-Edmondson (Volkswagen Polo GTI R5) - 1h29'36"4
2 - Paddon-Kennard (Hyundai i20 N Rally2) - 22"5
3 - Sesks-Francis (Škoda Fabia RS Rally2) - 1'09"3
4 - Gryazin-Aleksandrov (Škoda Fabia RS Rally2) - 1'12"6
5 - Joona-Hussi (Škoda Fabia RS Rally2) - 1'32"4
6 - Mareš-Bucha(Škoda Fabia RS Rally2) - 2'48"6
7 - Franceschi-Escartefigue (Škoda Fabia RS Rally2) - 2'52"8
8 - Østberg-Barth (Citroën C3 Rally2) - 2'56"0
9 - Mabellini-Lenzi (Škoda Fabia RS Rally2) - 3'25"4
10 - Gustafsson-Nilsson (Ford Fiesta Rally2) - 3'56"2
11 - Armstrong-Thulin (Ford Fiesta Rally2) - 3'59"5
12 - Heikkilä-Vaaleri (Škoda Fabia RS Rally2) - 4'32"8
13 - Battistolli-Scattolin (Škoda Fabia RS Rally2) - 4'59"7
14 - László-Berendi (Škoda Fabia RS Rally2) - 8'22"1
15 - P. O'Brien-S. O'Brien (Škoda Fabia RS Rally2) - 9'12"1

Il campionato
1.Paddon 142 punti; 2.Sesks 108; 3.Østberg 80; 4.Franceschi 63; 5.Llarena 50; 6.Heikkilä 49; 7.Bonato 47; 8.Marczyk 40; 9.Linnamäe 35; 10.McErlean 35.