F4 Italia

Mugello - Qualifica 1
Bohra e Slater conquistano le pole

Prima la doppietta di US Racing, poi il pareggio del team Prema. E' finita 2 a 2, a decidere il tutto saranno i tempi sup...

Leggi »
World Endurance

A Interlagos arrivano i primi
aggiornamenti sulla Ferrari 499P

Michele Montesano - XPB Images Vettura che vince non si cambia, si evolve. Reduce dal trionfo della 24 Ore di Le Mans, la Fe...

Leggi »
formula 1

Nel 2025 restano sei
le Sprint Race in calendario

22 marzo - Shanghai3 maggio - Miami26 luglio - Spa18 ottobre - Austin8 novembre - San Paolo29 novembre - Lusail

Leggi »
formula 1

La rinascita della Mercedes W15
passa dalla sospensione anteriore

Michele Montesano - XPB Images La Formula 1 è fatta di piccoli dettagli. Basta un nulla, una regolazione errata o un aggiorn...

Leggi »
formula 1

Lawson a Silverstone con la Red Bull
E Perez comincia a tremare...

Domani, 11 luglio, Liam Lawson sarà a Silverstone per guidare la Red Bull RB20 di questa stagione. L'occasione che si pre...

Leggi »
formula 1

McLaren e Norris, ancora troppi
errori per poter pensare al Mondiale

Avere la monoposto attualmente più veloce del paddock F1, ma non riuscire mai a concretizzare il massimo risultato nei Gran P...

Leggi »
11 Feb [19:22]

Rally di Svezia – 3° giorno finale
Tänak sorpassa Breen, Neuville 3°

Michele Montesano

La tornata pomeridiana del sabato ha regalato numerosi colpi di scena nel Rally di Svezia. Gran parte della classifica del WRC ha subito un forte scossone a cominciare dal primo posto. Al culmine di un lungo inseguimento, Ott Tänak ha issato la sua Ford Puma in cima alla graduatoria sorpassando la Hyundai di Craig Breen. Non solo, a cambiare è stata anche la classifica alle spalle dei primi due. Protagonista assoluto Thierry Neuville che ha coronato una spettacolare rimonta balzando dal sesto al terzo posto (nella foto sotto).

Secondo nella Norrby 2, Tänak ha continuato a limare il divario su Breen. Il pilota Hyundai ha infatti perso secondi preziosi facendo stallare la i20N in partenza. Il secondo passaggio sulle Prove Speciali si è rivelato più ostico del previsto. I solchi lasciati dalle vetture hanno fatto affiorare in superficie ghiaia e terra, tanto da mandare in crisi gli pneumatici chiodati della Pirelli. Uno dei primi a farne le spese è stato proprio Breen che, nella ripetizione di Floda, ha subito la delaminazione dell’anteriore sinistra perdendo 1”2 nei confronti di Tänak.



L’estone ha infine completato il sorpasso al termine della Sävar 2, non senza qualche criticità. Infatti anche la Puma è stata rallentata da una delaminazione all’anteriore sinistra facendo perdere il punto di corda in una destra stretta a Tänak. L’alfiere Ford, non solo ha controllato la sbandata, ma ha anche ottenuto il terzo crono chiudendo davanti a Breen di 2”8. Infine, nei 10,08 km della prova di Umeå, Tänak ha assestato il colpo decisivo terminando la tappa con un vantaggio di 8”6 sul nord irlandese, autore di una toccata contro un banco di neve.

Siglando lo scratch nel secondo passaggio di Norrby, Kalle Rovanperä ha proseguito la rimonta verso la zona podio mettendo nel mirino Esapekka Lappi. Ancora in difficoltà di assetto, il finlandese ha provato a resistere ma, verso gli ultimi chilometri della Floda 2, l’anteriore destra della sua Hyundai si è delaminata in pieno rettilineo. Nell’affrontare la sinistra veloce successiva, Lappi ha perso il controllo della i20N finendo in un cumulo di neve (nella foto sotto). Nonostante l’immediato soccorso degli spettatori per disincagliare la vettura, il finlandese ha lasciato per strada oltre 7 minuti sprofondando in undicesima posizione.



Sfruttando l’inconveniente di Lappi, Rovanperä è salito al terzo posto. Ma il pilota Toyota ha dovuto fare immediatamente i conti con uno scatenato Neuville. Risolti i problemi di assetto sulla i20N, il belga ha dapprima iniziato a pressare Elfyn Evans, il quale ha commesso un errore grossolano andando in testacoda nella Norrby 2. Guadagnato il quarto posto, Neuville ha infilato una perentoria tripletta nelle ultime PS della giornata. Il ritmo impresso dal belga è stato irraggiungibile dal resto degli avversari a cominciare da Rovanperä, in crisi con le gomme posteriori. Il sorpasso di Neuville è avvenuto al termine della speciale di Umeå, chiusa con un margine di 3”8 sul campione in carica.

Scivolato in quinta posizione, Evans è ormai troppo distante per impensierire il suo compagno di squadra Rovanperä. La strategia di Pierre-Louis Loubet sta invece dando i suoi frutti. L’approccio conservativo, nell’affrontare le strade innevate svedesi, ha permesso al francese di portare la Ford Puma al sesto posto assoluto. Incoraggianti i segnali lanciati da Lorenzo Bertelli, in grado di issarsi in top 10 nelle prove pomeridiane fino a guadagnare il quindicesimo posto assoluto. Oltre ad affinare la guida con la Yaris Rally1, l’italiano ha dovuto fare i conti anche con delle PS mai affrontate prima d’ora.



La vittoria di Oliver Solberg ed Elliot Edmondson nel WRC2 sembra ormai in cassaforte. L’equipaggio della Skoda ha esteso notevolmente il suo vantaggio portandosi a 51”6 sul primo degli inseguitori Ole-Christian Veiby. Fuori dalla lotta per il podio Jari Huttunen, rimasto bloccato in un cumulo di neve nel corso della Norrby 2. La lotta per il terzo posto è così racchiusa tra i due alfieri del Toksport WRT Sami Pajari e Nikolay Gryazin divisi da 11”1.

Sabato 11 febbraio 2023, classifica dopo la SS11 (top 15)

1 - Tanak-Jarveoja (Ford Puma Rally1) - M Sport - 1h54'45"4
2 - Breen-Fulton (Hyundai i20N Rally1) - Hyundai - 8"6
3 - Neuville-Wydaeghe (Hyundai i20N Rally1) - Hyundai - 23"7
4 - Rovanpera-Halttunen (Toyota GR Yaris Rally1) - Toyota - 27"5
5 - Evans-Martin (Toyota GR Yaris Rally1) - Toyota - 57"7
6 - Loubet-Gilsoul (Ford Puma Rally1) - M Sport - 2'28"1
7 - Solberg-Edmondson (Skoda Fabia WRC2) - Solberg - 5'55"0
8 - Veiby-Eriksen (Volkswagen Polo WRC2) - Veiby - 6'46"6
9 - Pajari-Malkonen (Skoda Fabia WRC2) - Toksport - 7'08"9
10 - Gryazin-Aleksandrov (Skoda Fabia WRC2) - Toksport - 7'20"0
11 - Lappi-Ferm (Hyundai i20N Rally1) - Hyundai - 7'26"4
12 - Linnamae-Morgan (Hyundai i20N WRC2) - Linnamae - 8'02"0
13 - Bulacia-Vallejo (Skoda Fabia WRC2) - Toksport - 8'25"9
14 - Joona-Shemeikka (Skoda Fabia WRC2) - Joona - 8'29"7
15 - Bertelli-Scattolin (Toyota GR Yaris Rally1) - Fuckmatiè - 8'35"9