GT World Challenge

Spa - Ore 8 - La Ferrari comanda
Marciello problemi, Lambo crash

Da Spa - Massimo Costa

Notta assai movimentata alla 24 Ore di Spa. La Mercedes AKKA di Marciel...

Leggi »
Mondiale Rally

Italia Sardegna, finale
Sordo resiste e trionfa

Jacopo Rubino

Per il secondo anno consecutivo Dani Sordo trionfa al Rally d’Italia Sardegna: pilota Hyun...

Leggi »
PrecedentePagina 1 di 10Successiva
24 Ott [22:41]

St.Pete, qualifica
Power in pole, contendenti in affanno

Marco Cortesi

Nona pole in carriera a St.Petersburg per Will Power. L’australiano del Team Penske, che ha sfiorato due volte il muro nel Q3, ha battuto con un giro velocissimo nel final Alexander Rossi, che arrivato a fine stagione sembra avere ritrovato le performance che tutti si aspettavano da lui. Rossi ha messo alle spalle due compagni “e mezzo” del team Andretti. Terzo ha chiuso Colton Herta, davanti a James Hinchcliffe e a Jack Harvey con la Dallara “satellite” del team Shank. Il canadese e il britannico hanno però risparmiato un set di gomme morbide. Quinto posto per Pato O’Ward.

Non sono arrivati al Q3 i principali sfidanti per il titolo, entrambi traditi dalla performance delle gomme sulla difficile superficie di St.Pete. Nono del Q2 ha concluso Josef Newgarden, mentre undicesimo ha terminato Scott Dixon, promosso a penultimo del Q2 solo da una sanzione data a Simon Pagenaud. Il primo tra gli esclusi è stato invece un ottimo Sebastien Bourdais col team Foyt mai così vicino al vertice nel recente passato. Tornando alla lotta-campionato, per soffiare al rivale il titolo, Newgarden deve vincere e sperare che Dixon non entri in top-10. Anche se si ritirasse, Newgarden dovrebbe transitare sul traguardo almeno secondo.

Dopo una prima parte di Q1 tranquilla, con Hinchcliffe al top, il secondo gruppo è stato estremamente caotico con le bandiere gialle (e il loro mancato rispetto) che hanno portato ad una serie di penalità. Gli steward hanno faticato a ricostruire la catena degli eventi con diversi piloti che si sono visti togliere e poi ridare il posto nella Q2.

Tra chi è rimasto fuori, Felix Rosenqvist, che ha superato con bandiera gialla dopo aver fatto segnare il secondo tempo. Fuori nel primo turno del gruppo 1 Takuma Sato (confermato da RLL per il 2021), Ryan Hunter-Reay e Scott McLaughlin. Il “deb” neozelandese merita però una menzione: nelle libere ha chiuso a soli cinque centesimi da Newgarden, mentre in qualifica ha “pizzicato” il muretto. Ultimo in qualifica, è stato promosso dalle penalità a ventunesimo.

Nel pre-gara, Jimmie Johnson ed il team Ganassi hanno confermato ciò che avevano già annunciato, ovvero la partecipazione del campione californiano ai round su piste stradali il prossimo anno: è stato trovato il necessario sponsor per l’iniziativa.‍

Sabato 24 ottobre 2020, qualifica

1 - Will Power (Dallara-Chevy) – Penske - 1'01"0369 - Q3
2 - Alexander Rossi (Dallara-Honda) – Andretti - 1'01"1730 - Q3
3 - Colton Herta (Dallara-Honda) – Andretti - 1'01"1815 - Q3
4 - James Hinchcliffe (Dallara-Honda) – Andretti - 1'01"3626 - Q3
5 - Jack Harvey (Dallara-Honda) – Shank - 1'01"3675 - Q3
6 - Pato O'Ward (Dallara-Chevy) – McLaren - 1'01"7725 - Q3
7 - Sebastien Bourdais (Dallara-Chevy) – Foyt - 1'00"8102 - Q2
8 - Josef Newgarden (Dallara-Chevy) – Penske - 1'00"8676 - Q2
9 - Rinus VeeKay (Dallara-Chevy) – ECR - 1'00"8837 - Q2
10 - Oliver Askew (Dallara-Chevy) – McLaren - 1'00"9772 - Q2
11 - Scott Dixon (Dallara-Honda) – Ganassi - 1'01"0283 - Q2
12 - Simon Pagenaud (Dallara-Chevy) – Penske - 1'01"2298 - Q2
13 - Takuma Sato (Dallara-Honda) – RLL - 1'00"9423 - Q1
14 - Conor Daly (Dallara-Chevy) – ECR - 1'01"1609 - Q1
15 - Marcus Ericsson (Dallara-Honda) – Ganassi - 1'00"9619 - Q1
16 - Alex Palou (Dallara-Honda) – Coyne - 1'01"1630 - Q1
17 - Graham Rahal (Dallara-Honda) – RLL - 1'01"1458 - Q1
18 - Santino Ferrucci (Dallara-Honda) – Coyne - 1'01"1797 - Q1
19 - Ryan Hunter-Reay (Dallara-Honda) – Andretti - 1'01"1732 - Q1
20 - Charlie Kimball (Dallara-Chevy) – Foyt - 1'01"2425 - Q1
21 - Scott McLaughlin (Dallara-Chevy) -Penske - 1'01"6409 - Q1
22 - Felix Rosenqvist (Dallara-Honda) – Ganassi - 1'01"5224 - Q1
23 - Marco Andretti (Dallara-Honda) – Andretti - 1'01"6833 - Q1
24 - MAx Chilton (Dallara-Chevy) – Carlin - 1'21"7909 - Q1

3 Ott [22:33]

Indy Road, gara 2
Power dall'inizio alla fine

Marco Cortesi

Gara 2 opposta alla prima del weekend a Indianapolis. La corsa conclusiva del doppio appuntamento sulla pista stradale dell'Indiana non è stata imprevedibile come quella d'apertura: Will Power ha comandato dalla pole ciascuno dei 75 giri in programma riuscendo nel finale a reagire al ritorno di Colton Herta. Power ha gestito al meglio il suo ultimo treno di gomme morbide, terminando con un vantaggio di nove decimi. La sua gestione è stata perfetta, cosa che gli ha permesso di concludere al vertice e vendicarsi dopo il problema ai box che l'aveva rallentato in gara 1.

Herta è riuscito a recuperare la piazza d'onore dopo che, al 27° giro, il compagno di colori Alexander Rossi aveva avuto provvisoriamente la meglio. Rossi, che ha scelto di tenere le gomme dure per l'ultimo stint, è stato però ripassato, concludendo con un buon terzo posto un evento di ottimo livello. In quarta piazza, Josef Newgarden ha continuato a "tagliare" il suo distacco in classifica da Scott Dixon, solo ottavo. Ad aiutarlo, un ottimo avvio e un sorpasso di qualità a metà gara nei confronti di Patricio O'Ward

Top-5 per il messicano di Sam Schmidt e della McLaren, davanti a Jack Harvey e Graham Rahal, mentre Dixon si è piazzato ottavo. Nelle fasi iniziali, un detrito aveva danneggiato il suo fondo, che ha però retto così fino alla conclusione. Top-10 anche per Alex Palou, veloce nelle fasi iniziali, e Simon Pagenaud. Il francese ha avuto un altro weekend da dimenticare, partendo due volte dal fondo.

Sabato 3 ottobre 2020, gara

1 - Will Power (Dallara-Chevy) – Penske - 75 giri
2 - Colton Herta (Dallara-Honda) – Andretti - 0"8932
3 - Alexander Rossi (Dallara-Honda) – Andretti - 6"1900
4 - Josef Newgarden (Dallara-Chevy) – Penske - 9"5889
5 - Pato O'Ward (Dallara-Chevy) – McLaren - 10"0770
6 - JAck Harvey (Dallara-Honda) – Shank - 17"9886
7 - Graham Rahal (Dallara-Honda) – RLL - 18"5055
8 - Scott Dixon (Dallara-Honda) – Ganassi - 20"5209
9 - Alex Palou (Dallara-Honda) – Coyne - 23"2356
10 - Simon Pagenaud (Dallara-Chevy) – Penske - 35"4374
11 - Felix Rosenqvist (Dallara-Honda) – Ganassi - 39"4429
12 - Santino Ferrucci (Dallara-Honda) – Coyne - 40"2812
13 - James Hinchcliffe (Dallara-Honda) – Andretti - 52"7124
14 - Takuma Sato (Dallara-Honda) – RLL - 52"9907
15 - Marcus Ericsson (Dallara-Honda) – Ganassi - 54"5865
16 - Ryan Hunter-Reay (Dallara-Honda) – Andretti - 55"3748
17 - RInus VeeKay (Dallara-Chevy) – ECR - 59"7606
18 - Sebastien Bourdais (Dallara-Honda) – Foyt - 1'10"9683
19 - Max Chilton (Dallara-Chevy) – Carlin - 1'11"4686
20 - Conor Daly (Dallara-Chevy) – ECR - 1 giro
21 - Helio Castroneves (Dallara-Chevy) – Penske - 1 giro
22 - Marco Andretti (Dallara-Honda) – Andretti - 1 giro
23 - Charlie Kimball (Dallara-Chevy) – Foyt - 1 giro
24 - Sage Karam (Dallara-Chevy) – DRR - 1 giro
25 - Dalton Kellett (Dallara-Chevy) – Foyt - 2 giri

In campionato
1. Dixon 502; 2. Newgarden 470; 3. Herta 401; 4. Power 388; 5. O'Ward 376.

3 Ott [20:47]

Indy Road, qualifica 2
Power segna la pole

Marco Cortesi

Will Power si è regalato la pole position della seconda gara del weekend autunnale di Indianapolis. Il pilota australiano, fermato ieri da un dado ruota ostinato, ha battuto nel gruppo 2 Alexander Rossi e Pato O'Ward, centrando la pole grazie al miglior tempo assoluto, unico della giornata sotto il minuto e nove secondi. Migliore del gruppo 1, Colton Herta ha battuto Alex Palou, mentre Ryan Hunter-Reay è stato seguito da Felix Rosenqvist.

Poca fortuna per i piloti di punta in campionato: Josef Newgarden si è piazzato solo nono nell'assoluta, ma ancor peggio ha fatto Scott Dixon, che partirà quindicesimo e rischia di perdere altri, pesantissimi punti nella sua leadership in un weekend difficile per il team Ganassi.

Domenica 3 ottobre 2020, qualifica 2

1 - Will Power (Dallara-Chevy) – Penske - 1'08"976
2 - Colton Herta (Dallara-Honda) – Andretti - 1'09"101
3 - Alexander Rossi (Dallara-Honda) – Andretti - 1'09"231
4 - Alex Palou (Dallara-Honda) – Coyne - 1'09"158
5 - Pato O'Ward (Dallara-Chevy) – McLaren - 1'09"247
6 - Ryan Hunter-Reay (Dallara-Honda) – Andretti - 1'09"175
7 - Jack Harvey (Dallara-Honda) – Shank - 1'09"421
8 - Felix Rosenqvist (Dallara-Honda) – Ganassi - 1'09"298
9 - Josef Newgarden (Dallara-Chevy) – Penske - 1'09"455
10 - Graham Rahal (Dallara-Honda) – RLL - 1'09"325
11 - Santino Ferrucci (Dallara-Honda) – Coyne - 1'09"479
12 - Marco Andretti (Dallara-Honda) – Andretti - 1'09"373
13 - James Hinchcliffe (Dallara-Honda) – Andretti - 1'09"575
14 - Rinus VeeKay (Dallara-Chevy) – ECR - 1'09"405
15 - Scott Dixon (Dallara-Honda) – Ganassi - 1'09"582
16 - Marcus Ericsson (Dallara-Honda) – Ganassi - 1'09"41
17 - Takuma Sato (Dallara-Honda) – RLL - 1'09"607
18 - Max Chilton (Dallara-Chevy) – Carlin - 1'09"673
19 - Simon Pagenaud (Dallara-Chevy) – Penske - 1'09"921
20 - Helio Castroneves (Dallara-Chevy) – Penske - 1'09"776
21 - Sebastien Bourdais (Dallara-Honda) – Foyt - 1'09"942
22 - Sage Karam (Dallara-Chevy) – DRR - 1'09"915
23 - Conor Daly (Dallara-Chevy) – ECR - 1'09"953
24 - Charlie Kimball (Dallara-Chevy) – Foyt - 1'09"966
25 - Dalton Kellett (Dallara-Chevy) – Foyt - 1'10"196

3 Ott [8:02]

Indy road, gara 1
Newgarden accorcia su Dixon

Marco Cortesi

Gran successo di Josef Newgarden nella prima gara del weekend IndyCar all'Indianapolis Motor Speedway. La serie si è schierata per il "Grand Prix del Raccolto" come è chiamato l'appuntamento autunnale, e Newgarden ha sicuramente... raccolto, tagliando a 40 punti il suo vantaggio da Scott Dixon con una vittoria importantissima.

La gara è stata ricca di spettacolo, contando oltre 200 sorpassi in pista senza nessuna situazione di caution. Il primo leader è stato, dalla pole, Rinus Veekay, ma presto Herta si è fatto sotto, riuscendo ad avere la meglio con un undercut in occasione della prima serie di soste.

Con un prepotente overcut è però entrato in gioco Newgarden, che approfittando della bagarre ha preso il primo posto per poi cederlo subito con un errore al giro 30. Il campione in carica si è rifatto sotto con un altro overcut, tirando fuori il meglio dal treno di gomme modbide nuove che aveva montato.

Viceversa Herta, con gomme in condizioni non ottimali, ha finito per sbagliare poco prima dell'ultima sosta. Il pilota di Andretti non solo non è più riuscito a recuperare, ma con gomme dure nel finale è scivolato al quarto posto. In seconda piazza è così salito Alexander Rossi, che con una gara ordinata ma aggressiva ha chiuso con 15 secondi di distacco da Newgarden (testimoniando la forma del pilota Penske nel finale) e davanti a VeeKay.

Un treno di gomme morbide non gestito alla perfezione ha mandato in difficoltà anche Dixon che, dopo aver recuperato fino al settimo posto, ha sbagliato negli ultimi giri, chiudendo nono e perdendo 32 punti del suo vantaggio-monstre che ormai è solo un ricordo. Meglio di lui ha fatto Felix Rosenqvist. Lo svedese ha utilizzato sistematicamente l'undercut per rimontare, e ha terminato quinto davanti a Will Power, ancora penalizzato da un pit-stop lento.

Venerdì 2 ottobre 2020, gara 1

1 - Josef Newgarden (Dallara-Chevy) – Penske - 85 giri
2 - Alexander Rossi (Dallara-Honda) – Andretti - 14"2940
3 - Rinus VeeKay (Dallara-Chevy) – ECR - 15"0377
4 - Colton Herta (Dallara-Honda) – Andretti - 17"3950
5 - Felix Rosenqvist (Dallara-Honda) – Ganassi - 18"4580
6 - Will Power (Dallara-Chevy) – Penske - 26"1379
7 - Graham Rahal (Dallara-Honda) – RLL - 27"3767
8 - Jack Harvey (Dallara-Honda) – Shank - 28"5311
9 - Scott Dixon (Dallara-Honda) – Ganassi - 30"7960
10 - Marcus Ericsson (Dallara-Honda) – Ganassi - 36"9727
11 - Max Chilton (Dallara-Chevy) – Carlin - 47"5513
12 - Conor Daly (Dallara-Chevy) – ECR - 56"9548
13 - Charlie Kimball (Dallara-Chevy) – Foyt - 1'10"8969
14 - James Hinchcliffe (Dallara-Honda) – Andretti - 1'11"9901
15 - Santino Ferrucci (Dallara-Honda) – Coyne - 1 giro
16 - Simon Pagenaud (Dallara-Chevy) – Penske - 1 giro
17 - Alex Palou (Dallara-Honda) – Coyne - 1 giro
18 - Takuma Sato (Dallara-Honda) – RLL - 1 giro
19 - Ryan Hunter-Reay (Dallara-Honda) – Andretti - 1 giro
20 - Helio Castroneves (Dallara-Chevy) – Penske - 1 giro
21 - Sebastien Bourdais (Dallara-Honda) – Foyt - 1 giro
22 - Pato O'Ward (Dallara-Chevy) – McLaren - 1 giro
23 - Sage Karam (Dallara-Chevy) – DRR - 1 giro
24 - Dalton Kellett (Dallara-Chevy) – Foyt - 2 giri
25 - Marco Andretti (Dallara-Honda) – Andretti - 5 giri

PrecedentePagina 1 di 10Successiva

News

indycar
v

PrimaPrecedentePagina 1 di 5SuccessivaUltima
PrimaPrecedentePagina 1 di 5SuccessivaUltima

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone