19 Giu [14:05]

Le scuse Toyota a Tanak
per l'epilogo in Sardegna

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Massimo Costa - Photo 4

La delusione, lo smacco, la tristezza, chiamatela come volete, per aver perso un rally iridato già vinto, è stata tanta. Ott Tanak in Sardegna aveva la coppa del primo classificato già in tasca quando nella finale e breve powerstage dell'Argentiera si è ritrovato con il servosterzo della Yaris KO. E da primo è scivolato in una dolorante quinta posizione. Il presidente di Toyota, Akio Toyoda, era presente in Sardegna. Aveva preferito assistere alla tappa del Mondiale WRC piuttosto che alla 24 Ore di Le Mans che si svolgeva in contemporanea.

Toyoda ha così voluto esprimere il suo dispiacere e porgere le sue scuse a Tanak: "E' stato un finale da infarto. Oramai ero pronto a salire sul podio con Ott e Martin, ma quando ho visto la loro vettura rallentare sono rimasto senza parole. Senza dubbio la delusione più grande tra tutti noi è stata quella vissuta dal pilota e dal suo navigatore. Sono molto dispiaciuto per loro e per tutti gli appassionati che stavano assistendo a questo bellissimo rally. Non dimenticherò mai l'espressione triste di Ott quando è sceso dalla macchina. Ho abbracciato i meccanici uno ad uno e sono rimasto molto toccato da quel momento. Quello che posso fare è rendere la Yaris una vettura ancora migliore e affidabile. Raggiungerò questo obiettivo con Makinen con qualsiasi mezzo".

Va detto che anche Jari-Matti Latvala e Kris Meeke hanno sofferto il problema di Tanak tanto che Makinen sta facendo verificare ai suoi tecnici se si tratti di una fornitura difettosa.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone