FIA Formula 3

Alla scoperta di Hauger,
la nuova speranza della Norvegia

Il Dennis Hauger nel FIA Formula 3 ha chiuso un cerchio aperto da oltre dieci anni. Nel 2010 fu infatti un pilota norvegese a...

Leggi »
FIA Formula 3

Sochi – Gara 1
Hauger campione con Prema
Vittoria per Sargeant

Ha provato in tutti i modi a conquistare la vittoria di gara 1 a Sochi ma, nonostante il secondo posto, Dennis Hauger può fes...

Leggi »
FIA Formula 2

Sochi - Qualifica
Terza pole di fila per Piastri e Prema

Terza pole position consecutiva per Oscar Piastri in questa stagione di Formula 2, davanti a tutti ancora una volta in occasi...

Leggi »
formula 1

Sochi - Libere 2
Bottas 1°, Verstappen partirà ultimo

In attesa che il diluvio universale si abbatta su Sochi nella giornata di sabato, sconvolgendo il regolare svolgimento del we...

Leggi »
FIA Formula 2

Ricambia il format di F2 e F3
Nel 2022 si torna (quasi) all'antico

Si vociferava, da qualche settimana, che il format attuale di Formula 2 e Formula 3 non avesse proprio funzionato, che fosse...

Leggi »
FIA Formula 3

Sochi - Qualifica
Monopolio Trident, pole di Doohan

È Clement Novalak a conquistare l’ultima pole position del FIA Formula 3… anzi, no! Dopo alcune verifiche ai transponder al t...

Leggi »
27 Giu [13:59]

Rally del Kenya – Finale
Ogier conquista l’Africa, KO di Neuville

Michele Montesano

Con un successo ottenuto nelle ultime battute del Safari Rally Kenya Sebastien Ogier ha aggiunto la sua firma all’albo d’oro della prova africana. Il sette volte iridato WRC succede, dopo 19 anni, all’indimenticabile Colin McRae che con la sua Ford Focus conquistò il Kenya nel 2002. È stato un rally vinto alla Ogier: prima giornata limitando i danni, per poi iniziare a spingere aspettando gli eventi che puntualmente anche in Africa sono arrivati. Il campione in carica ha beneficiato prima dei ritiri altrui, ieri della pioggia, e oggi della sfortuna che ha bersagliato il leader Thierry Neuville.

Il dramma per il pilota Hyundai si è consumato nelle prime ore del mattino quando nella PS14, la Loldia 1, il belga ha urtato un masso rimasto in traiettoria. Immediatamente la Hyundai ha accusato il colpo coricandosi sul lato posteriore destro. Neuville è riuscito a raggiungere il traguardo dove ha subito constatato la rottura dell’ammortizzatore. L’equipaggio belga ha provato a riparare il danno ma invano, dovendo alzare bandiera bianca prima di presentarsi alla PS15, a pesare anche la mancanza di un service park a metà giornata.



A ereditare la prima posizione un’incredulo Takamoto Katsuta, per la prima volta in assoluto leader di un rally mondiale. Il giapponese però ha subito la pressione del cannibale Ogier e, complice una scelta di pneumatici non felice 4 Hard e 2 Soft, ha iniziato a perdere decimi preziosi. Dal canto suo il francese ha fiutato la preda andando all’attacco, prima arrivando appaiato nella PS16 Malewa per poi sopravanzare Katsuta nella penultima PS di giornata. Ogier ha poi completato il Safari con il quarto crono nella Power Stage andando a conquistare il quarto successo su sei rally finora disputati. Complice il ritiro prematuro di Elfyn Evans, il francese allunga in classifica generale di ben 34 lunghezze nei confronti del gallese.

Secondo posto storico per Katsuta, il giapponese Toyota ha conquistato il suo primo podio in carriera con un weekend accorto, sintomo di continua crescita e maturità. Il terzo posto finale per Ott Tanak è davvero troppo poco per il team Hyundai Motorsport. L’estone ha provato a limitare i danni conquistando la Power Stage ma la delusione per un’altra occasione buttata al vento è evidente. Il costruttore coreano, dopo il Portogallo e la Sardegna, ha perso il terzo rally consecutivo mentre gestiva comodamente le operazioni.



Miglior risultato stagionale per la Ford M-Sport che con le due Fiesta hanno conquistato la top-5. Quarto posto che sa di impresa per Adrien Fourmaux, il francese ha siglato il suo primo scratch in carriera nella speciale di Malewa andando costantemente più forte del compagno Gus Greensmith. Inoltre il team M-Sport è stato l’unico a portare entrambe le sue vetture al traguardo senza subire ritiri. Sesto posto finale di Kalle Rovanpera con annesso secondo tempo nella Power Stage. Dopo il ritiro nella seconda giornata, Evans ha conquistato il decimo posto finale seguito dal nostro Lorenzo Bertelli al ritorno su un rally sterrato dopo il Cile nel 2019. Ultimo di WRC Daniel Sordo che ha terminato in dodicesima posizione, nonostante un problema alla sua Hyundai i20.

Assenti le vetture del WRC2, a dare spettacolo sono stati i piloti locali del WRC3. A trionfare è stato il keniota Onkar Rai con il settimo posto assoluto. Il pilota della Volkswagen ha preceduto Karan Patel e il cinque volte vincitore del Safari Carl Tundo.

Domenica 27 giugno 2021, 4° giorno finale

1 - Ogier-Ingrassia (Toyota Yaris) - 3h18'11"3
2 - Katsuta-Barritt (Toyota Yaris) - 21"8
3 - Tanak-Jarveoja (Hyundai i20) - 1'09"5
4 - Fourmaux-Jamoul (Ford Fiesta) - 1'44"7
5 - Greensmith-Patterson (Ford Fiesta) - 1'54"6
6 - Rovanpera-Halttunen (Toyota Yaris) - 10'53"4
7 - Rai-Sturrock (VW Polo WRC2) - 29'26"4
8 - Patel-Khan (Ford Fiesta WRC2) - 33'30"4
9 - Tundo-Jessop (VW Polo WRC2) - 36'40"7
10 - Evans-Martin (Toyota Yaris) - 49'22"7
11 - Bertelli-Scattolin (Ford Fiesta) - 50'17"0
12 - Sordo-Rozada (Hyundai i20) - 1h08'19"2
13 - Chana-Chana (Mitsubishi Lancer Evo X) - 1h10'11"5
14 - Chatthe-Fourie (Mitsubishi Lancer Evo X) - 1h11'44"2
15 - Wahome-Okundi (Ford Fiesta WRC2) - 1h18'41"2

Il campionato piloti
1.Ogier 133 punti; 2.Evans 99; 3.Neuville 77; 4.Tanak 69; 5.Katsuta 66; 6.Rovanpera 56; 7.Fourmaux 32; 8.Greensmith 32; 9.Sordo 31; 10.Breen 24. 8.Greensmith 32;

Il campionato team
1.Toyota 273 punti; 2.Hyundai 214; 3. M-Sport Ford 109; 4.Hyundai 2C Competition 28.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone