formula 1

Gasly e la Red Bull che lo snobba:
"Avrei meritato un'altra chance"

Non è facile essere PIerre Gasly. Ci spieghiamo. Il francese ha fino ad oggi disputato due stagioni eccezionali con l'Alp...

Leggi »
formula 1

Briatore chiama, Domenicali risponde
Per l'ex team principal, un incarico?

Ci voleva Stefano Domenicali per riportare in F1 Flavio Briatore. L'ex team principal di Benetton e Renault, campione del...

Leggi »
formula 1

Per il GP dell'Arabia Saudita
arrivano le regole su come vestirsi...

Il circuito è ancora in via di definizione, i lavori sono clamorosamente in ritardo, ma intanto gli organizzatori del GP di J...

Leggi »
formula 1

Mazepin non fa sconti a se stesso
"L'autostima scende agli inizi in F1"

E' molto interessante l'intervista che Nikita Mazepin ha rilasciato alla Gazzetta dello Sport. Il pilota russo del te...

Leggi »
GT Internazionale

IGTC a Indianapolis
Vittoria Audi, tre italiani a podio

Vittoria marchiata Audi alla 8 Ore di Indianapolis, secondo appuntamento valido per l'Intercontinental GT Challenge 2021 ...

Leggi »
Rally

Rally di Spagna – Finale
Neuville vince, Evans tiene aperti i giochi

Michele Montesano Si è confermato un vero specialista dell’asfalto Thierry Neuville. Dopo aver dominato nella sua Ypres, il...

Leggi »
28 Ago [15:40]

Rally dell'Appennino Reggiano
Due spettatori morti per un incidente

Tragedia nel 41esimo Rally dell'Appennino Reggiano. Due giovani spettatori sono morti in un incidente durante la prima prova speciale della giornata. Le vittime si chiamavano Davide Rabotti, di 21 anni, di Reggio Emilia e Cristian Poggioli, di 35 anni, di Lama Mocogno in provincia di Modena. Il dramma si è verificato verso le 10 nel territorio comunale di Canossa (Reggio Emilia). Secondo una prima ricostruzione della dinamica, ancora al vaglio degli inquirenti, in località Riverzana tra i Comuni di San Polo d'Enza e Canossa (direzione Borsea - Castello di Canossa) su un tratto rettilineo, un equipaggio a bordo di una Peugeot 208 ha perso il controllo del mezzo uscendo dal circuito.

A causa della forte velocità e di un terrapieno che ha fatto da rampa, l'auto si è staccata dal suolo atterrando su una vicina collinetta dove si trovava il pubblico ed ha investito mortalmente i due giovani spettatori. I due componenti dell'equipaggio sono rimasti illesi. Il punto dello schianto, ha spiegato il sindaco di San Polo d'Enza Franco Palù, era una specie di collinetta, un "montarotto", alto 3-4 metri e distante una ventina di metri dalla strada, "non c'erano barriere"; si tratta di "una zona che di per sé non era pericolosissima, era al termine di un breve rettilineo in cui l'auto avrebbe dovuto girare a sinistra ma, non so per quale motivo, forse per una perdita di controllo dello sterzo, è finita sulla destra andando sul montarotto dove c'erano i due ragazzi deceduti". "Che io sappia lì c'erano solo i due ragazzi e non altre persone", ha precisato il primo cittadino. Sulla vicenda è stata aperta un'inchiesta, mentre la manifestazione è stata sospesa. Sul posto, la polizia locale Unione Val d'Enza e i carabinieri, oltre all'elisoccorso del 118.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone