formula 1

La Racing Point copia la Mercedes?
Green: "Cambio radicale rischioso"

Massimo Costa

La somiglianza della Racing Point RP20 con la Mercedes W10 dello scorso anno appare...

Leggi »
Mondiale Rally

Evans, il quarto incomodo
"Alle gare senza obiettivi"

Massimo Costa

Il 2020 deve essere l'anno di Thierry Neuville, abbonato nel laurearsi vice campione. Il 2020...

Leggi »
5 Gen [19:06]

DS Techeetah sospende un uomo
del proprio team per razzismo

Massimo Costa

Il team DS Techeetah ha sospeso un membro del proprio team. Il motivo? Questa persona sui social ha postato frasi poco consone con i principi della squadra che partecipa al campionato di Formula E. Si è trattato del classico caso del leone da tastiera che semina odio. DS Techeetah non ci ha pensato due volte essendo contraria a ogni forma di bigottismo e razzismo. Ecco il comunicato rilasciato: 

"DS Techeetah è una squadra impegnata per l'uguaglianza e la diversità. Il personale dell'azienda rappresenta dieci diverse nazionalità: la proprietà cinese, alla guida vi è un direttore di squadra australiano, i piloti sono del Portogallo e della Francia. Questa stagione il team gareggerà in dodici diversi paesi del Medio Oriente, Asia, Europa e America. Considerando questa visione internazionale, oltre al successo del team che si fonda sui talenti, sulla stretta collaborazione e sul rispetto tra molte culture e nazionalità, l'azienda detiene una posizione di tolleranza zero per qualsiasi espressione di odio, bigottismo o razzismo. I contenuti recentemente pubblicati su un account privato di un social media sono incoerenti con queste nostre convinzioni. Il soggetto in questione è stato sospeso dal team".

Senza dubbio una presa di posizione che fa onore alla dirigenza di DS Techeetah, un segnale chiaro e forte che dovrebbero seguire tutte le squadre coinvolte nel motorsport.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone