formula 1

Mercedes, power unit aggiornata:
l'obiettivo è maggiore affidabilità

Jacopo Rubino

Nei test invernali la Mercedes è apparsa velocissima, ma con un potenziale tallone ...

Leggi »
Mondiale Rally

Annunciata la prima bozza di calendario
Entra l'Estonia, Sardegna in novembre

Mattia Tremolada

Dopo una lunga serie di cancellazioni è finalmente arrivata una prima bozza del nuovo cale...

Leggi »
PrecedentePagina 1 di 10Successiva
30 Giu [20:29]

Test al Fuji
Honda al comando, Nissan staccate

Marco Cortesi

Si è rimesso in moto coi test collettivi nello scorso weekend il campionato SuperGT giapponese, con la Honda al comando della seconda serie di test pre-stagione dominata dal social distancing e dalle restrizioni ai viaggi. In entrambi i giorni svolti al Fuji Speedway, le NSX nella nuova configurazione a motore centrale si sono imposte. Il miglior tempo è andato nel primo giorno a Tadasuke Makino, sostituto di Jenson Button al team Kunimitsu accanto a Naoki Yamamoto. Secondo posto per la Toyota Supra del team Tom's, guidata dal nuovo arrivo Sacha Fenestraz, davanti alla Honda Real con Koudai Tsukakoshi. Assente per via delle chiusure dei confini Bertrand Baguette, il team Sard ha chiamato Yu Kanamaru, ex protagonista dell'Euroformula Open e della World Series Renault. Assente anche Heikki Kovalainen, sostituito per l'occasione da Kenta Yamashita.

Poco si è mossa la classifica il secondo giorno a causa della pioggia. Nonostante il tracciato si fosse asciugata verso sera, Tomoki Nojiri per la Honda ARTA si è issato al top. Secondo Ryo Hirakawa, compagno di scuderia di Nick Cassidy.  Difficoltà per le Nissan. Il primo giorno Jann Mardenborough ha concluso nono con la migliore GT-R, stessa posizione per Tsugio Matsuda, compagno di squadra di Ronnie Quintarelli, il secondo giorno.

Per la classe GT300, la domenica ha portato un cambio al vertice, con la Subaru BRZ "monotelaio" di Takuto Iguchi e Hideki Yamauchi al comando. Al primo giorno, al comando aveva concluso la Honda NSX GT3 di Ryo Michigami e Jake Parsons. ‍

16 Mar [13:14]

Test a Okayama
Volano le nuove Honda e Toyota

Marco Cortesi

L’unico avvenimento su pista del weekend, si è completato in Giappone, a Okayama, dove il SuperGT ha disputato a porte chiuse la sessione collettiva di test che verranno seguiti (in teoria) da un altro test al Fuji e dell’avvio stagionale sempre a Okayama, anche se pare comunque tutto in dubbio per il Coronavirus. La pista a sud dell’isola di Honshu si è presentata rinnovata, anche se il meteo ha un po’ disturbato le attività delle squadre con una leggera pioggia caduta la mattina di entrambi i giorni in programma. Come sempre, le attività dei team, principalmente sviluppo e selezione gomme, sono state inserite in una pianificazione organizzativa che ha inserito simulazioni di Full Course Yellow e partenze.



Real-ARTA al top il primo giorno con la nuova NSX  
Alla fine, a far segnare il miglior tempo è stato, nella seconda sessione del primo giorno, Bertrand Baguette, che ha portato al vertice la Honda NSX del team Real divisa con Kodai Tsukakoshi. Il belga è stato l’unico pilota in pista ad infrangere la barriera del minuto e 18 secondi. Secondo posto per la Honda ARTA con Nojiri-Fukuzumi: al mattino le posizioni erano state invertite. Un ottimo debutto per la nuova NSX, completamente stravolta col motore anteriore anziché centrale. Miglior tempo tra le nuove Toyota Supra per la vettura del team Tom’s con Yuhi Sekiguchi e Sacha Fenestraz, mentre la migliore delle Nissan è stata quella di Kohei Hirate e Katsumasa Chiyo, ottava ma comunque a meno di otto decimi di distacco.



Si presenta con un tempone la Toyota Supra
La Casa delle tre ellissi si è presa una soddisfazione il secondo giorno col miglior tempo di Sho Tsuboi, che insieme a Kazuya Oshima corre per il nuovo team ufficiale Rookie che ha sostituito LeMans. Si è trattato di una tripletta per le Supra, col secondo posto di Tachikawa-Ishiura (leader della mattina) ed il terzo di Sekiguchi e Fenestraz. L’unico portacolori Nissan ad inserirsi nelle prime posizioni è stato Ronnie Quintarelli, piazzatosi quarto di giornata e secondo nel primo turno, a due decimi dalla vetta.



Mies e Kato comandano la classe GT300
Nella classe GT300, che vede quest’anno interessanti innesti come la Supra JAF GT300, e la Porsche 911 schierata dagli ex campioni del team Hoppy, i migliori tempi sono stati segnati nel primo giorno da Christopher Mies sull’Audi Hitotsuyama, e da Hiroki Katoh con la Lotus monotelaio del team Tokai Dream. Rientra alle gare dopo due anni, proprio con quest’ultima scuderia, Masataka Yanagida, vincitore di due titoli insieme a Quintarelli nel 2011 e 2012.

7 Feb [10:46]

Gli equipaggi Toyota
Fenestraz e Miyata in, Nakajima out

Marco Cortesi

Toyota ha annunciato la composizione delle proprie squadre per SuperGT e SuperFormula, ultima casa in ordine di tempo. La grande novità sarà quella del marchio impiegato, Toyota e non più Lexus, con le nuove Supra già viste in fase di test.

Si
conferma l'arrivo di Sacha Fenestraz, che correrà con Yuhi Sekiguchi sulla seconda Supra del team Tom's accanto ai confermati Ryo Hirakawa e Nick Cassidy. L'argentino, in arrivo dalla Formula 3 nazionale e dal Super GT classe GT300, sostituisce Kazuki Nakajima, già super-impegnato quest'anno.

Il secondo rookie sarà Ritomo Miyata, anche lui proveniente dalla Japan F3, che affiancherà Yuji Kunimoto al team Bandoh, mentre Sho Tsuboi, precedentemente schierato dalla struttura del figlio del patron SuperGT, passerà accanto a Kazuya Oshima. Quest'ultimo equipaggio, schierato sulla vettura del Rookie Racing, struttura che di fatto sostituisce in tutto e per tutto il team LeMans campione in carica ma "scaricato" dalla casa delle tre ellissi.

Non ci sarà il campione Kenta Yamashita, impegnato in giro per il mondo tra GT e WEC, mentre l'altra squadra di casa Cerumo sarà invariata con Yuji Tachikawa e Hiroaki Ishiura. Confermato anche il team Sard, con Heikki Kovalainen ancora affiancato da Yuichi Nakayama.

Curiosità nella classe GT300. Confermata l'introduzione della Supra JAF GT300 per il team Saitama Toyopet, rimarranno impiegate anche due Prius JAF GT300 oltre alle Lexus RC F GT3: la casa diretta da Akio Toyoda userà quindi tre modelli differenti.

La squadra ufficiale Toyota

Cerumo
Kazuya Oshima-Sho Tsuboi
Yuji Tachikawa-Hiroaki Ishiura

Sard
Heikki Kovalainen-Yuichi Nakayama

Tom's
Nick Cassidy-Ryo Hirakawa
Yuhi Sekiguchi-Sacha Fenestraz

Bandoh
Yuji Kunimoto-Ritomo Miyata

11 Gen [10:42]

Dai tagliandi alla GT300
Saitama Toyopet passa alla Supra

Marco Cortesi

Dopo i test condotti dopo la fine della stagione SuperGT, si conferma l'introduzione con il team Saitama Toyopet della Toyota Supra nella classe GT300. La vettura è basata sul regolamento originale della categoria, quello JAF GT300, che a tutt'oggi coesiste con GT3 e Mother Chassis (vetture con telaio Dome uguale per tutti ed estetica differenziata).

La classe JAF GT300 è quella più estrema e libera rimasta nel campionato, con chassis "racing" monoscocca e propulsore 3.4 litri, lo stesso che veniva usato in GT500 e LMP1, ma depotenziato. Ampia la possibilità di aiuti alla guida, con ABS e Traction Control come per le GT3. Le vetture GT300 al momento vengono schierate solo da Toyota (fino allo scorso anno si è usata una... Prius) e Subaru.



Tagliandi in settimana, gare nel weekend
Il team chiamato a gestire la nuova arrivata della categoria sarà il Saitama Toyopet, che rappresenta l'omonimo concessionario della città a nord di Tokyo. Si tratta di una scuderia amatissima dal pubblico per le tante iniziative promozionali con fan e bambini, dagli incontri coi piloti alle cacce al tesoro. Soprattutto, la squadra è composta anche da meccanici che durante la settimana lavorano in concessionaria facendo tagliandi e riparazioni sulle vetture dei clienti, per poi impegnarsi nel weekend nel SuperGT.

A dimostrare il legame con la "vita reale", negli anni scorsi la vettura scelta per essere configurata come "mother chassis" era stata una grande berlina, la MarkX, in quanto tra i modelli più venduti e prestigiosi. E nonostante le dimensioni non proprio "racing", i risultati erano stati positivi. Ora, con un nuovo progetto coi crismi dell'ufficialità, le attese sono anche migliori.


10 Gen [8:47]

I piloti Honda: arrivano
Fukuzumi, Otsu e Sasahara

Marco Cortesi

Approfittando del palcoscenico offerto dal Salone dell'Auto di Tokyo, anche la Honda ha annunciato i propri piloti per il SuperGT 2020, con la necessità di sostituire tre portacolori, Jenson Button, Daisuke Nakajima e Narain Karthikeyan, che hanno lasciato la competizione al termine dello scorso anno.

Da ARTA ci saranno così Tomoki Nojiri e Nirei Fukuzumi, col secondo giustamente premiato per il titolo nella classe GT300 con la NSX.

Novità anche al team Mugen in cui accanto all'ex protagonista IndyCar Hideki Mutoh arriverà il ventitreenne Ukyo Sasahara. Campione della F3 Asian 2019, il giapponese ha nel passato ottenuto successi in Formula Renault e nella Formula 3 giapponese. Tra l'altro, ha conquistato la GT Cup ai FIA Motorsport Games col team FFF e la Lamborghini.

Tutto confermato al team Real con Koudai Tsukakoshi e Bertrand Baguette, mentre al team Kunimitsu, accanto al confermatissimo Naoki Yamamoto, per sostituire Jenson Button arriverà dal team Nakajima Tadasuke Makino.

Proprio da Nakajima arriva Hiroki Otsu, sesto nel F3 giapponese lo scorso anno ma con la solitaria vettura del team ThreeBond motorizzata Tomei. Con lui Takuya Izawa. Da segnalare il debutto nel GT300 dei giovani Toshiki Oyu e Jake Parsons. Quest'ultimo, australiano di nascita, ha vinto la classe "national" della F3 giapponese 2018. 

La scheda dei piloti Honda

Nakajima
Hiroki Otsu-Takuya Izawa

ARTA
Tomoki Nojiri-Nirei Fukuzumi

Mugen
Hideki Mutoh-Ukyo Sasahara

Real
Koudai Tsukakoshi-Bertrand Baguette

Kunimitsu
N‍aoki Yamamoto-Tadasuke Makino

PrecedentePagina 1 di 10Successiva

News

super gt
v

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone