formula 1

McLaren ritrova il 4° posto con un
grande Norris e un ritrovato Ricciardo

Sorpasso. La McLaren si riprende il quarto posto nella classifica costruttori ai danni della Alpine-Renault grazie a un clamo...

Leggi »
formula 1

Alonso diventa il pilota che
ha corso il maggior numero di GP

Trecentocinquanta. 350. La statistica relativa ai piloti che hanno disputato il maggior numero di Gran Premi nella storia del...

Leggi »
World Endurance

Cadillac affida la sua LMDh a Ganassi
Al via con Bamber, Lynn e Westbrook

Michele Montesano Cadillac ha rivelato la formazione con cui affronterà la stagione 2023 del FIA WEC. A gestire la Cadillac...

Leggi »
formula 1

Perez e la safety car a Singapore:
cosa lascia perplessi della direzione gara

Sergio Perez ha potuto festeggiare la sua quarta vittoria in Formula 1, con quella che lui stesso ha definito "la miglio...

Leggi »
GT World Challenge

Montmelò, gara
Marciello prende anche l’Endurance
Cairoli trascina Dinamic al successo

È stato un tripudio tricolore quello andato in scena a Montmelò, dove i piloti italiani sono stati grandi protagonisti del fi...

Leggi »
formula 1

Perez re dei circuiti cittadini
Doppio podio per la Ferrari

Ma chi c'era sulla Red Bull-Honda numero 11? Sergio Perez o Max Verstappen? No, nessun dubbio. A dominare un difficilissi...

Leggi »
PrevPage 1 of 10Next
21 Ago [11:37]

Motegi, gara 2
Sekiguchi dopo tre anni

Jacopo Rubino

Dopo Naoki Yamamoto, nel weekend di Motegi anche Yuhi Sekiguchi ha interrotto una lunga astinenza da vittoria in Super Formula: aggiudicandosi gara 2, ha riassaporato il successo che gli mancava di più di tre anni. L'ultimo lo aveva centrato infatti nel 2019, ad Autopolis. Per il team Impul è maturata addirittura la doppietta, con Ryo Hirakawa, su strategia opposta, che nel finale ha cercato di strappare la vittoria al compagno di colori.

Sekiguchi si è fermato ai box al giro 10 quando era sesto, trovando poi strada libera visto che i rivali davanti non si erano ancora fermati. In questo modo ha potuto sfruttare al massimo il vantaggio dei pneumatici Yokohama freschi, così da rendere efficace l'undercut e ritrovarsi al comando al giro 30, quello in cui è stato Hirakawa a compiere la sosta. L'alfiere Toyota nel WEC è rientrato in pista quarto, superando Tomoki Nojiri e Tadasuke Makino, per poi andare a caccia della vettura gemella di Sekiguchi, che all'ultima tornata si è difeso con i denti nella piega di curva 11.

Il muretto Impul, che non festeggiava un 1-2 da quattordici anni, non ha quindi dato ordini di scuderia per facilitare la caccia al titolo di Hirakawa, che in gara 1 di sabato ha perso punti preziosi uscendo nella ghiaia. Makino ha completato il podio, mentre ha chiuso quarto il capoclassifica Nojiri, che salendo a 113 lunghezze ha quasi ipotecato lo scettro: il suo margine su Sacha Fenestraz (oggi sesto) è aumentato infatti a +32, mentre Hirakawa è distante 34 punti. Ne restano disponibili ancora 46 nell'ultimo round di Suzuka, che si disputerà ancora su doppia manche il 29-30 ottobre.

Quinto il poleman Toshiki Oyu, che al giro 12 è incappato in un pit-stop più lento del previsto, ma soprattutto ha pagato l'undercut dei rivali, come Fenestraz partito al suo fianco in prima fila. Cambio gomme ritardato invece per Ren Sato e Ukyo Sasahara, settimo e ottavo al traguardo, mentre Sena Sakaguchi e Sho Tsuboi, entrambi portacolori Inging, hanno completato la top 10.

Questa volta è rimasto a secco il tricampione Yamamoto, sedicesimo e penalizzato di 5" per un contatto con Kazuya Oshima. Giuliano Alesi, dopo aver rischiato di non prendere il via per problemi tecnici, aveva recuperato terreno ma si è poi dovuto arrendere definitivamente.

Domenica 21 agosto 2022, gara 2

1 - Yuhi Sekiguchi (Dallara-Toyota) - Impul - 37 giri 59'31"699
2 - Ryo Hirakawa (Dallara-Toyota) - Impul - 0"943
3 - Tadasuke Makino (Dallara-Honda) - Dandelion - 2"450
4 - Tomoki Nojiri (Dallara-Honda) - Mugen - 4"713
5 - Toshiki Oyu (Dallara-Honda) - Nakajima - 5"985
6 - Sacha Fenestraz (Dallara-Toyota) - Kondo - 7"222
7 - Ren Sato (Dallara-Honda) - Goh - 8"096
8 - Ukyo Sasahara (Dallara-Honda) - Mugen - 14"316
9 - Sena Sakaguchi (Dallara-Toyota) - Inging - 25"715
10 - Sho Tsuboi (Dallara-Toyota) - Inging - 26"211
11 - Naoki Yamamoto (Dallara-Honda) - Nakajima - 39"358
12 - Nobuharu Matsushita (Dallara-Honda) - B-Max - 40"470
13 - Yuji Kunimoto (Dallara-Toyota) - KCMG - 42"326
14 - Hiroki Otsu (Dallara-Honda) - Dandelion - 42"877
15 - Ritomo Miyata (Dallara-Toyota) - Tom's - 43"165
16 - Atsushi Miyake (Dallara-Honda) - Goh - 43"799
17 - Kamui Kobayashi (Dallara-Toyota) - KCMG - 1'09"145
18 - Kazuya Oshima (Dallara-Toyota) - Rookie - 1'23"217

Giro più veloce: Kazuya Oshima 1'33"930

Ritirati
30° giro - Kenta Yamashita
27° giro - Giuliano Alesi
4° giro - Nirei Fukuzumi

Il campionato
1.Nojiri 113 punti; 2.Fenestraz 81; 3.Hirakawa 79; 4.Makino 55; 5.Miyata 43; 6.Sekiguchi 38; 7.Sasahara 37; 8.Oyu 30; 9.Yamamoto 27; 10.Tsuboi 27

20 Ago [20:33]

Motegi, gara 1
La rinascita di Yamamoto

Jacopo Rubino

Il tricampione Naoki Yamamoto torna a ruggire: vincendo gara 1 a Motegi ha interrotto un digiuno che durava dal 2020, quando conquistò il suo ultimo titolo. Passato dal team Dandelion a Nakakima, il pilota della pattuglia Honda ha vissuto un 2021 da dimenticare e il 2022 gli aveva riservato fin qui ancor meno soddisfazioni. Ma in questo weekend, che si disputa su doppia manche, è arrivata la svolta, persino a sorpresa.

Yamamoto ha brillato già in qualifica, siglando la pole-position, e ha condotto in testa l'intera corsa. Ma il compito non è stato scontato: con la pioggia venuta a cadere nelle fasi di pre-griglia, quando tutti hanno montato pneumatici wet, la partenza è avvenuta in regime di safety-car e la bandiera verde è stata sventolata al giro 4. Yamamoto ha dovuto tenere sotto controllo Sacha Fenestraz, che si è reso ancora più pericoloso alla ripresa dopo un'altra neutralizzazione, chiamata dall'uscita di pista di Ryo Hirakawa al giro 27. Yamamoto ha però tenuto i nervi saldi per aggiudicarsi il successo.

Fenestraz, tra la piazza d'onore e la battuta a vuoto di un deludente Hirakawa, diventa comunque il principale avversario in classifica generale del leader Tomoki Nojiri, terzo al traguardo. L'alfiere Mugen è riuscito a salire sul podio con il sorpasso a Toshiki Oyu, poi ritirato per problemi al cambio, e adesso ha 30 punti di margine sul franco-argentino di casa Kondo.

Quarta posizione per Tadasuke Makino, che ha preceduto Sho Tsuboi, sesto invece Kenta Yamashita. In extremis, Ukyo Sasahara ha strappato il settimo posto a Ritomo Miyata, mentre Yuhi Sekiguchi e Hiroki Otsu hanno completato la top 10.

È rimasto mani vuote Giuliano Alesi, che sotto safety-car aveva giocato la carta del cambio gomme, ma dopo essere diventato nono il francese è stato protagonista di un testacoda che gli ha fatto perdere terreno. Inoltre, ha dovuto scontare una penalità di 5", scivolando tredicesimo.

sabato 20 agosto 2022, gara 1

1 - Naoki Yamamoto (Dallara-Honda) - Nakajima - 37 giri 1'14'32"841
2 - Sacha Fenestraz (Dallara-Toyota) - Kondo - 5"337
3 - Tomoki Nojiri (Dallara-Honda) - Mugen - 7"210
4 - Tadasuke Makino (Dallara-Honda) - Dandelion - 12"628
5 - Sho Tsuboi (Dallara-Toyota) - Inging - 13"575
6 - Kenta Yamashita (Dallara-Toyota) - Kondo - 16"112
7 - Ukyo Sasahara (Dallara-Honda) - Mugen - 17"622
8 - Ritomo Miyata (Dallara-Toyota) - Tom's - 19"323
9 - Yuhi Sekiguchi (Dallara-Toyota) - Impul - 29"138
10 - Hiroki Otsu (Dallara-Honda) - Dandelion - 29"911
11 - Nobuharu Matsushita (Dallara-Honda) - B-Max - 31"493
12 - Ren Sato (Dallara-Honda) - Goh - 35"948
13 - Giuliano Alesi (Dallara-Toyota) - Tom's - 38"624
14 - Kamui Kobayashi (Dallara-Toyota) - KCMG - 38"898
15 - Yuji Kunimoto (Dallara-Toyota) - KCMG - 41"697
16 - Sena Sakaguchi (Dallara-Toyota) - Inging - 43"917
17 - Kazuya Oshima (Dallara-Toyota) - Rookie - 47"375

Giro più veloce: Naoki Yamamoto 1'49.399

Ritirati
30° giro - Nirei Fukuzumi
30° giro - Atsushi Miyake
30° giro - Toshiki Oyu
27° giro - Ryo Hirakawa

Il campionato
1.Nojiri 104 punti; 2.Fenestraz 74; 3.Hirakawa 64; 4.Makino 44; 5.Miyata 43; 6.Sasahara 34; 7.Yamamoto 27; 8.Tsuboi 26; 9.Matsushita 21; 10.Oyu 21

18 Lug [12:47]

Fuji, gara
Sasahara fa il colpaccio

Jacopo Rubino

Anche per Ukyo Sasahara è venuto il momento di festeggiare la prima affermazione in Super Formula: il pilota del team Mugen ha vinto il sesto round stagionale disputato al Fuji, già sede (su doppia manche) della tappa di apertura. Sasahara in griglia era solo tredicesimo, ma una serie di episodi ha propiziato il colpaccio. Decisiva è stata soprattutto la sfortuna del poleman Yuhi Sekiguchi, che poche curve dopo aver effettuato il pit-stop ha perso la ruota posteriore destra, richiamando la safety-car al giro 26. Fin lì Sekiguchi era stato praticamente perfetto, viaggiando sempre al comando.

Sasahara, che non si era ancora fermato ai box, ha quindi sfruttato la situazione per compiere il proprio cambio gomme, ritrovandosi davanti a Sho Tsuboi che aveva invece compiuto la sosta obbligatoria giusto nella tornata precedente. Questione di coincidenze.

Dal restart al bandiera a scacchi restavano da disputare dieci giri, con Sasahara andato a trionfare davanti al portacolori del team Inging e al compagno di squadra Tomoki Nojiri. Con il gradino più basso del podio, il campione in carica ha rafforzato la leadership in classifica generale salendo a 93 punti. I principali avversari nella lotta per il titolo, Ryo Hirakawa e Sacha Fenestraz, sono entrambi usciti di scena per incidente: Hirakawa in avvio è stato toccato da Toshiki Oyu, mentre il franco-argentino al giro 3 ha picchiato violentemente contro le barriere dopo un contatto ricevuto da Naoki Yamamoto, causando il primo intervento della safety-car. Sia Oyu e Yamamoto, alfieri del team Nakajima, sono stati sanzionati con un drive-through.

Quarta posizione per Ritomo Miyata di casa Tom's, davanti a Tadasuke Makino e Ren Sato, che come il vincitore Sasahara ha tratto vantaggio dal pit-stop in regime di neutralizzazione. Nel finale lo junior Red Bull ha scavalcato Kenta Yamashita, poi settimo. Fuori gioco Giuliano Alesi, per problemi alla vettura durante il suo cambio gomme, e Nobuharu Matsushita che nemmeno ha preso il via, andando in testacoda nel giro di ricognizione.

Domenica 17 luglio 2022, gara

1 - Ukyo Sasahara (Dallara-Honda) - Mugen - 40 giri 1'10'52"708
2 - Sho Tsuboi (Dallara-Toyota) - Inging - 2"098
3 - Tomoki Nojiri (Dallara-Honda) - Mugen - 7"549
4 - Ritomo Miyata (Dallara-Toyota) - Tom’s - 8"854
5 - Tadasuke Makino (Dallara-Honda) - Dandelion - 13"454
6 - Ren Sato (Dallara-Honda) - Goh - 14"116
7 - Kenta Yamashita (Dallara-Toyota) - Kondo - 15"660
8 - Yuji Kunimoto (Dallara-Toyota) - KCMG - 18"438
9 - Naoki Yamamoto (Dallara-Honda) - Nakajima - 19"258
10 - Toshiki Oyu (Dallara-Honda) - Nakajima - 21"269
11 - Nirei Fukuzumi (Dallara-Honda) - Drago - 22"350
12 - Sena Sakaguchi (Dallara-Toyota) - Inging - 27"097
13 - Kazuya Oshima (Dallara-Toyota) - Rookie - 28"396
14 - Kamui Kobayashi (Dallara-Toyota) - KCMG - 30"040
15 - Hiroki Otsu (Dallara-Honda) - Dandelion - 30"696

Giro più veloce: Ukyo Sasahara 1'24"011

Ritirati
26° giro - Yuhi Sekiguchi
21° giro - Giuliano Alesi
3° giro - Sacha Fenestraz
2° giro - Atsushi Miyake
1° giro - Ryo Hirakawa

Non partito
Nobuharu Matsushita

Il campionato
1.Nojiri 93 punti; 2.Hirakawa 64; 3.Fenestraz 57; 4.Miyata 40; 5.Makino 36; 6.Sasahara 30; 7.Matsushita 21; 8.Oyu 20; 9.Tsuboi 20; 10.Miyake 18

20 Giu [10:17]

Sugo, gara
La prima di Fenestraz

Jacopo Rubino

Per Sacha Fenestraz è venuto finalmente il momento di festeggiare la prima vittoria in Super Formula: il pilota franco-argentino ha conquistato la gara di Sugo, riportando al trionfo dopo tre anni di astinenza il team Kondo, con cui ha esordito nella serie giapponese nel 2020. Secondo in griglia, Fenestraz è subito balzato in testa sfruttando una partenza poco brillante del poleman Tomoki Nojiri, ma ad essere cruciali sono state soprattutto le diverse scelte strategiche.

Le prime 14 tornate, in pratica, si sono svolte per intero in regime di neutralizzazione: la safety-car è stata chiamata subito all'opera per il ritiro di Kenta Yamashita, speronato da Naoki Yamamoto, mentre alla ripresa un problema ai freni ha causato l'uscita di pista di Nobuharu Matsushita, con distacchi nuovamente azzerati. La finestra dei pit-stop obbligatori, al giro 10, si è quindi aperta sotto SC.

Fenestraz e la maggioranza del gruppo ha effettuato il cambio gomme appena consentito, ma sette rivali sono rimasti fuori: su tutti Ritomo Miyata, che da leader provvisorio è arrivato ad avere oltre 25" di vantaggio sul transalpino, che era rimasto bloccato dietro ad Atsushi Miyake. Al giro 46, forse dopo aver atteso troppo a lungo, il portacolori di casa Tom's si è fermato ai box rientrando soltanto in sesta posizione. Fenestraz è così tornato al comando in modo definitivo, precedendo Toshiki Oyu che aveva superato a sua volta Nojiri durante le soste. La bandiera a scacchi è stata sventolata al giro 49, rispetto ai 53 programmati, allo scadere del tempo limite di 60 minuti.

Il campione in carica Nojiri, pur relegato sul gradino più basso del podio, resta comunque in vetta alla classifica generale con 81 punti: 12 sono frutto delle quattro pole-position consecutive messe a segno. L'alfiere Mugen ha comunque guadagnato terreno su Ryo Hirakawa che, reduce dalla vittoria assoluta alla 24 Ore di Le Mans con la Toyota, ha chiuso settimo in rimonta dalla sedicesima casella sullo schieramento, dopo una qualifica deludente in cui è stato rallentato dal traffico.

Tadasuke Makino, quarto, è stato il meglio piazzato fra i piloti del gruppo che ha posticipato il cambio gomme: era rientrato quinto ma successivamente si è lasciato alle spalle Hiroki Otsu, suo compagno di squadra in Dandelion. In zona punti anche Nirei Fukuzumi, Yuji Kunimoto e Ukyo Sasahara.

Domenica 19 giugno 2022, gara

1 - Sacha Fenestraz (Dallara-Toyota) - Kondo - 49 giri 1'10'32"529
2 - Toshiki Oyu (Dallara-Honda) - Nakajima - 5"304
3 - Tomoki Nojiri (Dallara-Honda) - Mugen - 7"021
4 - Tadasuke Makino (Dallara-Honda) - Dandelion - 7"146
5 - Hiroki Otsu (Dallara-Honda) - Dandelion - 10"887
6 - Ritomo Miyata (Dallara-Toyota) - Tom’s - 11"654
7 - Ryo Hirakawa (Dallara-Toyota) - Impul - 14"965
8 - Nirei Fukuzumi (Dallara-Honda) - Drago - 18"071
9 - Yuji Kunimoto (Dallara-Toyota) - KCMG - 19"162
10 - Ukyo Sasahara (Dallara-Honda) - Mugen - 19"474
11 - Sho Tsuboi (Dallara-Toyota) - Inging - 21"335
12 - Naoki Yamamoto (Dallara-Honda) - Nakajima - 22"406
13 - Giuliano Alesi (Dallara-Toyota) - Tom’s - 22"691
14 - Kazuya Oshima (Dallara-Toyota) - Rookie - 25"183
15 - Yuhi Sekiguchi (Dallara-Toyota) - Impul - 28"218
16 - Ren Sato (Dallara-Honda) - Goh - 32"954
17 - Kamui Kobayashi (Dallara-Toyota) - KCMG - 33"188
18 - Atsushi Miyake (Dallara-Honda) - Goh - 35"028
19 - Sena Sakaguchi (Dallara-Toyota) - Inging - 40"544

Giro più veloce: Tadasuke Makino 1'07"256

Ritirati
8° giro - Nobuharu Matsushita
1° giro - Kenta Yamashita

Il campionato
1.Nojiri 81 punti; 2.Hirakawa 64; 3.Fenestraz 57; 4.Miyata 32; 5.Makino 30; 6.Matsushita 21; 7.Oyu 19; 8.Miyake 18; 9.Otsu 16; 10.Sekiguchi 13

23 Mag [10:32]

Autopolis, gara
Hirakawa da ottavo a primo

Jacopo Rubino

Sul circuito di Autopolis è maturata per Ryo Hirakawa la seconda vittoria dell'anno in Super Formula: il pilota Impul si porta a -7 in classifica generale dal campione in carica Tomoki Nojiri, deluso per aver terminato solo quarto dopo la terza pole-position consecutiva. Gran prova invece quella di Hirakawa, ottavo in griglia ma subito capace di portarsi al terzo posto. Dopo la safety-car intervenuta per l'incidente di Toshiki Oyu, Hirakawa ha superato anche Tadasuke Makino, diventando secondo; un'altra neutralizzazione, dovuta al crash di Kamui Kobayashi provocato da Sho Tsuboi, ha azzerato ancora i distacchi e si è resa decisiva la strategia dei cambi gomme.

Hirakawa ha infatti prolungato lo stint fino al giro 20, mentre il portacolori del team Mugen si era già fermato ai box al giro 15, subendo l'overcut e senza trovare il ritmo con il nuovo set di pneumatici: oltre a perdere terreno da Hirakawa, è così rimasto dietro anche a Sacha Fenestraz e al rookie Atsushi Miyake, premiati dalla scelta di ritardare la propria sosta. Nojiri è quindi rimasto giù dal podio per la prima volta nel 2022, ma mantiene la leadership in graduatoria con 67 punti, e sembra avere in Hirakawa l'unico reale antagonista nella caccia al titolo. Fenestraz ha festeggiato il suo miglior risultato della carriera nella massima serie giapponese.

Ritomo Miyata, scattato a rilento, ha chiuso quinto braccando nel finale Nojiri, sesta posizione invece per Tadasuke Makino, davanti a Ukyo Sasahara. Nobuharu Matsushita, vincitore della precedente gara a Suzuka, ha agguantato l'ultimo punto in palio rimontando dalla 19esima casella sullo schieramento, a causa di una qualifica negativa.

Fra i ritirati, oltre ai già citati Oyu e Kobayashi finiti contro le barriere, anche Giuliano Alesi. Escluso dall'ordine d'arrivo Nirei Fukuzumi, dodicesimo sotto la bandiera a scacchi, perché il suo pit-stop è stato effettuato in anticipo rispetto alla finestra regolamentare.

Il prossimo appuntamento della Super Formula, che segnerà il giro di boa della stagione 2022, è in programma il 19 giugno a Sugo.

Domenica 22 maggio 2022, gara

1 - Ryo Hirakawa (Dallara-Toyota) - Impul - 42 giri 1'11'58"025
2 - Sacha Fenestraz (Dallara-Toyota) - Kondo - 2"309
3 - Atsushi Miyake (Dallara-Honda) - Goh - 12"507
4 - Tomoki Nojiri (Dallara-Honda) - Mugen - 21"820
5 - Ritomo Miyata (Dallara-Toyota) - Tom's - 22"391
6 - Tadasuke Makino (Dallara-Honda) - Dandelion - 32"568
7 - Ukyo Sasahara (Dallara-Honda) - Mugen - 33"570
8 - Sena Sakaguchi (Dallara-Toyota) - Inging - 34"646
9 - Hiroki Otsu (Dallara-Honda) - Dandelion - 35"577
10 - Nobuharu Matsushita (Dallara-Honda) - B-Max - 36"409
11 - Yuji Kunimoto (Dallara-Toyota) - KCMG - 39"717
12 - Kenta Yamashita (Dallara-Toyota) - Kondo - 46"359
13 - Sho Tsuboi (Dallara-Toyota) - Inging - 58"931
14 - Naoki Yamamoto (Dallara-Honda) - Nakajima - 1 giro
15 - Kazuya Oshima (Dallara-Toyota) - Rookie - 1 giro
16 - Yuhi Sekiguchi (Dallara-Toyota) - Impul - 1 giro
17 - Ren Sato (Dallara-Honda) - Goh - 2 giri

Giro più veloce: Atsushi Miyake 1'28"747

Ritirati
37° giro - Giuliano Alesi
5° giro - Kamui Kobayashi
1° giro - Toshiki Oyu

Squalificato
Nirei Fukuzumi

Il campionato
1.Nojiri 67 punti; 2.Hirakawa 60; 3.Fenestraz 35; 4.Miyata 27; 5.Makino 22; 6.Matsushita 21;
7.Miyake 18; 8.Sekiguchi 13; 9.Yamashita 10; 10.Otsu 9

25 Apr [11:53]

Suzuka, gara
Matsushita mago della pioggia

Jacopo Rubino

Nel diluvio di Suzuka è arrivata la prima vittoria in Super Formula di Nobuharu Matsushita e del team B-Max: nono in griglia, il pilota ex F2 è stato protagonista di una splendida prestazione su asfalto bagnato, con la pioggia andata a intensificarsi nelle fasi finali. Nella sua risalita Matsushita è diventato presto quinto, poi ha superato Sho Tsuboi e Kenta Yamashita, mentre a quattro giri dal termine ha avuto la meglio su Tadasuke Makino e si è lanciato a caccia del poleman Tomoki Nojiri, al comando sin dal via. Alla penultima tornata Matsushita ha compiuto il sorpasso decisivo sul campione in carica, relegato in piazza d'onore ma sempre leader della classifica generale

Makino, alfiere Dandelion, ha completato un podio riservato a vetture con motore Honda, mentre per la pattuglia Toyota il migliore è stato Sacha Fenestraz, quarto in solitaria. Il francese ha sofferto come molti rivali di una forte usura dei pneumatici rain, precedendo la coppia KCMG formata da Kamui Kobayashi e Yuji Kunimoto, che su ordine di squadra ha dato strada al compagno.

A seguire Ryo Hirakawa, che ha rimediato ad una brutta partenza recuperando fino al settimo posto, precedendo Hiroki Otsu, Naoki Yamamoto e Ren Sato. Appena sedicesimo Kenta Yamashita, scattato in prima fila al fianco di Nojiri ma andato in crisi di gomme, giocando senza successo la carta della sosta ai box (non obbligatoria con gara wet). Difficoltà di fissaggio della ruota anteriore destra hanno per giunta rallentato le operazioni, costandogli tempo prezioso.

Ritomo Miyata ha dovuto guidare senza la radio funzionante, e senza quindi poter comunicare con il muretto box, mentre a dispetto delle condizioni ostiche l'unico a ritirarsi è stato Atsushi Miyake, fermato da noie al cambio.

Domenica 24 aprile 2022, gara

1 - Nobuharu Matsushita (Dallara-Honda) - B-Max - 31 giri 1'01'18"681
2 - Tomoki Nojiri (Dallara-Honda) - Mugen - 5"053
3 - Tadasuke Makino (Dallara-Honda) - Dandelion - 8"113
4 - Sacha Fenestraz (Dallara-Toyota) - Kondo - 18"419
5 - Kamui Kobayashi (Dallara-Toyota) - KCMG - 21"894
6 - Yuji Kunimoto (Dallara-Toyota) - KCMG - 44"604
7 - Ryo Hirakawa (Dallara-Toyota) - Impul - 46"381
8 - Hiroki Otsu (Dallara-Honda) - Dandelion - 47"809
9 - Naoki Yamamoto (Dallara-Honda) - Nakajima - 51"564
10 - Ren Sato (Dallara-Honda) - Goh - 52"487
11 - Yuhi Sekiguchi (Dallara-Toyota) - Impul - 53"087
12 - Sena Sakaguchi (Dallara-Toyota) - Inging - 1'03"453
13 - Toshiki Oyu (Dallara-Honda) - Nakajima - 1'13"308
14 - Ukyo Sasahara (Dallara-Honda) - Mugen - 1'17"697
15 - Giuliano Alesi (Dallara-Toyota) - Tom's - 1'18"337
16 - Kenta Yamashita (Dallara-Toyota) - Kondo - 1'19"426
17 - Nirei Fukuzumi (Dallara-Honda) - Drago - 1'28"460
18 - Ritomo Miyata (Dallara-Toyota) - Tom's - 1'28"956
19 - Kazuya Oshima (Dallara-Toyota) - Rookie - 1'30"411
20 - Sho Tsuboi (Dallara-Toyota) - Inging - 1 giro

Giro più veloce: Tomoki Nojiri 1'55"285

Ritirati
26° giro - Atsushi Miyake

Il campionato
1.Nojiri 56 punti; 2.Hirakawa 40; 3.Matsushita 20; 4.Fenestraz 20; 5.Miyata 19; 6.Makino 16; 7.Sekiguchi 13; 8.Yamashita 10; 9.Kobayashi 8; 10.Miyake 7

11 Apr [10:00]

Fuji, gara 2
Nojiri piazza subito la replica

Jacopo Rubino

Il campione in carica Tomoki Nojiri ha risposto a Ryo Hirakawa, chiudendo da leader della classifica il primo weekend stagionale della Super Formula, disputato al Fuji su doppia manche. Nojiri ha vinto gara 2 davanti al rivale del team Impul, che aveva anticipato la sosta ai box ma è stato risuperato in pista dal portacolori Mugen, sfruttando i pneumatici più freschi montati al giro 26. Un primo e un secondo posto per entrambi quindi, in questo fine settimana, ma a far la differenza in graduatoria sono i risultati delle qualifiche: Nojiri ha raccolto tre punti extra con la pole-position nella qualifica di domenica, mentre Hirakawa ha preso un +1 bonus con il terzo tempo nel turno di sabato.

A completare il podio è stato Ritomo Miyata, alfiere Tom's, giunto al traguardo non lontano da Hirakawa, premiato però dalla strategia dopo essersi trovato addirittura sesto nella prima fase della corsa. Quarta posizione per Kenta Yamashita (Kondo), seguito da Atsushi Miyake e da Yuhi Sekiguchi, che ha invece effettuato il pit-stop nel finale per portare a termine la rimonta dalla sedicesima piazzola al via.

Altra grande delusione per Ukyo Sasahara, che come in gara 1 (quando era poleman) ha stallato in griglia, vanificando il terzo crono marcato in qualifica. Sasahara, decimo, ha poi raccolto l'ultimo punto disponibile alle spalle di Hiroki Otsu, Giuliano Alesi e Kamui Kobayashi. La partenza è stata un problema, di nuovo, anche per Ren Sato, tredicesimo all'arrivo.

Unico ritirato Tadasuke Makino, urtato al primo giro da Nobuharu Matsushita richiedendo un breve intervento della safety-car. Peccato invece per Sacha Fenestraz: a causa di problemi ai freni emersi proprio dopo il restart, il franco-argentino è incappato in un testacoda e un'escursione fuori pista (con foratura), abbandonando le speranze di bissare il podio di gara 1.

Domenica 10 aprile 2022, gara 2

1 - Tomoki Nojiri (Dallara-Honda) - Mugen - 41 giri 1'01'10"882
2 - Ryo Hirakawa (Dallara-Toyota) - Impul - 1"659
3 - Ritomo Miyata (Dallara-Toyota) - Tom’s - 2"494
4 - Kenta Yamashita (Dallara-Toyota) - Kondo - 15"042
5 - Atsushi Miyake (Dallara-Honda) - Goh - 15"839
6 - Yuhi Sekiguchi (Dallara-Toyota) - Impul - 18"206
7 - Hiroki Otsu (Dallara-Honda) - Dandelion - 31"087
8 - Giuliano Alesi (Dallara-Toyota) - Tom’s - 35"048
9 - Kamui Kobayashi (Dallara-Toyota) - KCMG - 35"940
10 - Ukyo Sasahara (Dallara-Honda) - Mugen - 36"338
11 - Toshiki Oyu (Dallara-Honda) - Nakajima - 37"914
12 - Sho Tsuboi (Dallara-Toyota) - Inging - 39"702
13 - Ren Sato (Dallara-Honda) - Goh - 40"658
14 - Naoki Yamamoto (Dallara-Honda) - Nakajima - 41"518
15 - Yuji Kunimoto (Dallara-Toyota) - KCMG - 43"342
16 - Nirei Fukuzumi (Dallara-Honda) - Drago - 51"471
17 - Sena Sakaguchi (Dallara-Toyota) - Inging - 52"643
18 - Kazuya Oshima (Dallara-Toyota) - Rookie - 58"096
19 - Nobuharu Matsushita (Dallara-Honda) - B-Max - 1’19"086
20 - Sacha Fenestraz (Dallara-Toyota) - Kondo - 1 giro

Giro più veloce: Yuhi Sekiguchi 1'23"665

Ritirati
1° giro - Tadasuke Makino

Il campionato
1.Nojiri 38 punti; 2.Hirakawa 36; 3.Miyata 19; 4.Sekiguchi 13; 5.Fenestraz 11; 6.Yamashita 8; 7.Miyake 7; 8.Makino 5; 9.Sasahara 5; 10.Oyu 4

9 Apr [10:53]

Fuji, gara 1
A Hirakawa il primo successo

Jacopo Rubino

La stagione 2022 della Super Formula si apre al Fuji con un weekend su doppia manche, e il primo trionfo in palio è di Ryo Hirakawa: terzo in qualifica, il portacolori del team Impul è uscito vincitore dai duelli con Sacha Fenestraz e con il campione in carica Tomoki Nojiri. Un inizio disastroso ha invece spento subito le ambizioni del poleman Ukyo Sasahara, che ha stallato in griglia, e dell'altro pilota in prima fila, Ren Sato, partito a sua volta a rilento e poi mandato in testacoda da Hiroki Otsu.

Hirakawa ha avuto ragione di Fenestraz in modo definitivo al giro 14, restituendo il sorpasso con cui il franco-argentino si era preso la vetta provvisoria della corsa al giro 6; dopo il pit-stop, Hirakawa è rientrato alle spalle di Nojiri, che aveva anticipato il cambio gomme al giro 10. Con pneumatici nuovi, Hirakawa ha però recuperato in fretta il gap, superando il campione in carica con una bella manovra all'esterno al giro 30.

Da quel momento Hirakawa ha viaggiato d'autorità fino al traguardo, mentre l'alfiere Mugen è riuscito almeno a proteggere la piazza d'onore dalla minaccia Fenestraz, che torna sul podio a due anni da quello ottenuto all'esordio in Super Formula,
nel 2020 a Motegi. Curiosamente, a quel giorno risaliva anche l'ultimo successo nella categoria di Hirakawa .

Quarta posizione per Yuki Sekiguchi con l'altra vettura in livrea Impul, dopo aver battagliato con Ritomo Miyata, sesto Tadasuke Makino. Dopo il contatto ricevuto da Otsu, penalizzato dai commissari, Sato ha recuperato fino alla nona posizione, raccogliendo almeno due punti, mentre Sasahara ha viaggiato sotto di due tornate. Anche Giuliano Alesi è stato punito per la toccata in avvio a Nirei Fukuzumi, costretto al ritiro per foratura.

Sabato 9 aprile 2022, gara 1

1 - Ryo Hirakawa (Dallara-Toyota) - Impul - 41 giri 58'25"743
2 - Tomoki Nojiri (Dallara-Honda) - Mugen - 5"623
3 - Sacha Fenestraz (Dallara-Toyota) - Kondo - 6"717
4 - Yuhi Sekiguchi (Dallara-Toyota) - Impul - 19"396
5 - Ritomo Miyata (Dallara-Toyota) - Tom's - 22"288
6 - Tadasuke Makino (Dallara-Honda) - Dandelion - 32"351
7 - Toshiki Oyu (Dallara-Honda) - Nakajima - 33"991
8 - Sho Tsuboi (Dallara-Toyota) - Inging - 35"293
9 - Ren Sato (Dallara-Honda) - Goh - 35"575
10 - Atsushi Miyake (Dallara-Honda) - Goh - 43"676
11 - Kenta Yamashita (Dallara-Toyota) - Kondo - 46"844
12 - Sena Sakaguchi (Dallara-Toyota) - Inging - 49"969
13 - Yuji Kunimoto (Dallara-Toyota) - KCMG - 51"190
14 - Naoki Yamamoto (Dallara-Honda) - Nakajima - 54"339
15 - Kazuya Oshima (Dallara-Toyota) - Rookie - 59"562
16 - Hiroki Otsu (Dallara-Honda) - Dandelion - 1'06"464
17 - Giuliano Alesi (Dallara-Toyota) - Tom's - 1'07"006
18 - Kamui Kobayashi (Dallara-Toyota) - KCMG - 1 giro
19 - Ukyo Sasahara (Dallara-Honda) - Mugen - 2 giri

Giro più veloce: Ryo Hirakawa 1'22"941

Ritirati
30° giro - Nobuharu Matsushita
1° giro - Nirei Fukuzumi

Il campionato
1.Hirakawa 21 punti; 2.Nojiri 15; 3.Fenestraz 11; 4.Sekiguchi 8; 5.Miyata 6; 6.Makino 5; 7.Oyu 4; 8.Sato 4; 9.Tsuboi 3; 10.Sasahara 3

24 Mar [15:00]

Test al Fuji
Prima la neve, poi Fenestraz

Jacopo Rubino

La Super Formula ha persino incontrato la neve, nei test ufficiali disputati questa settimana sul circuito di Fuji. L'ondata di freddo ha visto trasformarsi la pioggia in fiocchi bianchi dalle 11 della prima giornata, martedì 11 marzo. Ovvia la cancellazione del turno pomeridiano, ma già al mattino i piloti avevano girato pochissimo date le condizioni impegnative, con le uscite di pista di Kazuya Oshima e Giuliano Alesi (due volte). Il meteo si è però sistemato nella seconda giornata, con il ritorno del sole e dell'asfalto asciutto, fino al miglior tempo di Sacha Fenestraz.

Il franco-argentino nelle fasi conclusive ha infranto il muro del minuto e 21 (1'20"953), precedendo Sho Tsuboi, Ritomo Miyata e Yuki Sekiguchi in quella che è stata una simulazione di qualifica con gomme nuove. Quattro vetture motorizzate Toyota ai primi quattro posti quindi, e di quattro squadre diverse: Kondo, Inging, Tom's e Impul. Il campione in carica Tomoki Nojiri del team Mugen, quinto, ha invece capeggiato la pattuglia Honda.



Buon sesto Alesi, che con 113 tornate completate è stato il pilota più attivo della due-giorni. Alle sue spalle Hiroki Otsu, Kenta Yamashita, Ryo Hirakawa e Nobuharu Matsushita, che completa la top 10. Tredicesimo Kamui Kobayashi, incappato in un testacoda che ha causato la bandiera rossa, per la necessità di recuperare la sua macchina rimasta in ghiaia. Un'altra interruzione ha avuto come protagonista Ren Sato, fermo in curva 3 per colpa di una ruota mal fissata ai box.

Per la cronaca, al termine del segmento mattutino aveva svettato Sekiguchi in 1'21"815, proprio davanti a Sato e a Hirakawa.

La classifica combinata dei test

1 - Sacha Fenestraz (Dallara-Toyota) - Kondo - 1'20"953 - 103
2 - Sho Tsuboi (Dallara-Toyota) - Inging - 1'21"147 - 109
3 - Ritomo Miyata (Dallara-Toyota) - Tom's - 1'21"250 - 96
4 - Yuhi Sekiguchi (Dallara-Toyota) - Impul - 1'21"316 - 93
5 - Tomoki Nojiri (Dallara-Honda) - Mugen - 1'21"365 - 110
6 - Giuliano Alesi (Dallara-Toyota) - Tom's - 1'21"418 - 113
7 - Hiroki Otsu (Dallara-Honda) - Dandelion - 1'21"439 - 89
8 - Kenta Yamashita (Dallara-Toyota) - Kondo - 1'21"441 - 100
9 - Ryo Hirakawa (Dallara-Toyota) - Impul - 1'21"487 - 105
10 - Nobuharu Matsushita (Dallara-Honda) - B-Max - 1'21"576 - 101
11 - Tadasuke Makino (Dallara-Honda) - Dandelion - 1'21"631 - 87
12 - Ukyo Sasahara (Dallara-Honda) - Mugen - 1'21"651 - 90
13 - Kamui Kobayashi (Dallara-Toyota) - KCMG - 1'21"767 - 81
14 - Atsushi Miyake (Dallara-Honda) - Goh - 1'21"799 - 103
15 - Ren Sato (Dallara-Honda) - Goh - 1'21"803 - 88
16 - Kazuya Oshima (Dallara-Toyota) - Rookie - 1'21"844 - 106
17 - Sena Sakaguchi (Dallara-Toyota) - Inging - 1'21"906 - 91
18 - Toshiki Oyu (Dallara-Honda) - Nakajima - 1'21"980 - 117
19 - Naoki Yamamoto (Dallara-Honda) - Nakajima - 1'22"147 - 111
20 - Nirei Fukuzumi (Dallara-Honda) - Drago - 1'22"167 - 95
21 - Yuji Kunimoto (Dallara-Toyota) - KCMG - 1'22"211 - 96

8 Mar [14:45]

Test a Suzuka
Tsuboi si prende la scena

Jacopo Rubino

Sho Tsuboi si candida a grande protagonista della Super Formula 2022, che scatterà fra un mese al Fuji. Reduce da un 2021 deludente, il portacolori del team Inging è stato il più veloce nei test collettivi disputati a Suzuka fra ieri e oggi (7 e 8 marzo), svettando in entrambe le giornate. Praticamente tutti i 21 piloti in pista hanno marcato i rispettivi best lap nelle sessioni del mattino: il miglior tempo assoluto Tsuboi lo ha siglato lunedì in 1'35"470, mentre martedì ha fermato i cronometri in 1'35"769, quando il maggior caldo ha tolto forse un po' di grip all'asfalto. Variabile significativa è stata quella del vento, intenso in particolare sul rettilineo d'arrivo e in curva 1.

Nel primo giorno Tsuboi, motorizzato Toyota, ha preceduto il campione in carica Tomoki Nojiri di 60 millesimi, poi Hiroki Otsu, passato sotto le insegne Dandelion, Sascha Fenestraz e Yuhi Sekiguchi. Oggi ha invece chiuso secondo Toshiki Oyu del team Nakajima, precedendo Sekiguchi, Otsu e il tricampione Naoki Yamamoto, a sua volta in cerca di riscatto da un difficile 2021. Più indietro Nojiri, undicesimo, ma al vertice si è visto un relativo equilibrio fra le auto spinte da Honda e dalla rivale Toyota.

Giuliano Alesi, l'altro non giapponese al via insieme a Fenestraz, è rimasto a metà gruppo (oggi decimo). Il figlio di Jean è stato promosso titolare a tempo pieno nel team Tom's dopo il ritiro dall'attività agonistica di Kazuki Nakajima, che aveva già sostituito a più riprese lo scorso anno vincendo a sorpresa il round di Motegi.

Fra gli intoppi, si segnalano le uscite di pista di Ryo Hirakawa e Kamui Kobayashi lunedì, con l'ex F1 a chiamare la bandiera rossa come avvenuto per lo stop del debuttante Atsushi Miyake; oggi Kobayashi è stato invece toccato da Tadasuke Makino, rimasto fermo, mentre Fenestraz e Nobuharu Matsushita sono stati protagonisti di due errori senza grosse conseguenze.

Da segnalare che il fornitore unico Yokohama ha introdotto per questa stagione una nuova specifica di pneumatici, con l'obiettivo di ridurre i rischi di foratura: le gomme evolute erano già state collaudate, parzialmente, nei rookie test disputati a dicembre.

La classifica combinata dei test

1 - Sho Tsuboi (Dallara-Toyota) - Inging - 1'35"470
2 - Tomoki Nojiri (Dallara-Honda) - Mugen - 1'35"530
3 - Hiroki Otsu (Dallara-Honda) - Dandelion - 1'35"653
4 - Sacha Fenestraz (Dallara-Toyota) - Kondo - 1'35"707
5 - Yuhi Sekiguchi (Dallara-Toyota) - Impul - 1'35"819
6 - Tadasuke Makino (Dallara-Honda) - Dandelion - 1'35"868
7 - Kenta Yamashita (Dallara-Toyota) - Kondo - 1'35"878
8 - Toshiki Oyu (Dallara-Honda) - Nakajima - 1'35"938
9 - Kamui Kobayashi (Dallara-Toyota) - KCMG - 1'35"963
10 - Naoki Yamamoto (Dallara-Honda) - Nakajima - 1'36"090
11 - Nirei Fukuzumi (Dallara-Honda) - Drago Corse - 1'36"154
12 - Nobuharu Matsushita (Dallara-Honda) - B - Max - 1'36"167
13 - Ritomo Miyata (Dallara-Toyota) - Tom's - 1'36"167
14 - Giuliano Alesi (Dallara-Toyota) - Tom's - 1'36"253
15 - Kazuya Oshima (Dallara-Toyota) - Rookie - 1'36"279
16 - Ryo Hirakawa (Dallara-Toyota) - Impul - 1'36"327
17 - Ren Sato (Dallara-Honda) - Goh - 1'36"442
18 - Ukyo Sasahara (Dallara-Honda) - Mugen - 1'36"664
19 - Yuji Kunimoto (Dallara-Toyota) - KCMG - 1'36"704
20 - Sena Sakaguchi (Dallara-Toyota) - Inging - 1'36"759
21 - Atsushi Miyake (Dallara-Honda) - Goh - 1'37"097

PrevPage 1 of 10Next

News

Super Formula
v

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone