formula 1

Caldo e usura gomme a Silverstone:
ecco la criptonite della Mercedes W11

Jacopo Rubino - XPB Images

Nel secondo round a Silverstone, la Mercedes in versione 2020 si è ...

Leggi »
Europeo

Rally di Roma Capitale
L'ERC riparte da Lukyanuk

Jacopo Rubino

La stagione 2020 dell'European Rally Championship doveva cominciare a marzo, sugli sterrat...

Leggi »
PrecedentePagina 1 di 10Successiva
10 Giu [10:38]

Calendario Super Formula aggiornato:
via a fine agosto, chiusura a dicembre

Jacopo Rubino

Si concluderà a ridosso di Natale la stagione 2020 della Super Formula: l'ultima delle sei tappe in programma, nel calendario ridisegnato dopo l'epidemia del Coronavirus, si svolgerà nel weekend del 19-20 dicembre sulla pista del Fuji. La partenza, invece, è fissata a fine agosto da Motegi. Seguiranno, con cadenza quasi mensile, gli appuntamenti di Okayama (28-29 settembre), Sugo (17-18 ottobre), Autopolis (14-15 novembre), mentre a Suzuka (5-6 dicembre) ci sarà una doppia gara. In tutti gli eventi ci sarà a supporto la neonata Super Formula Lights per le nuove Dallara 320, erede della F3 locale.

L'organizzatore della massima serie giapponese per monoposto, però, ci ha tenuto a precisare che "il calendario può cambiare in base alle condizioni future", qualora emergessero nuove problematiche sanitarie. Il format dei vari fine settimane sarà definito di volta in volta con i vari circuiti, e ovviamente saranno seguiti i protocolli anti-contagio emanati dal governo e dalla federazione automobilistica nazionale.

La Super Formula ha adottato un
approccio diverso rispetto al Super GT, l'altro grande campionato nipponico, mantenendo la varietà dei tracciati. La categoria riservata alle vetture Gran Turismo effettuerà almeno 3 round al Fuji (più uno di riserva) e 2 saranno a Motegi.

Il calendario 2020 della Super Formula

30 agosto - Motegi
29 settembre - Okayama
18 ottobre - Sugo
15 novembre - Autopolis
5-6 dicembre - Suzuka (2 gare)
20 dicembre - Fuji

28 Mar [15:32]

Annullati i test a Suzuka,
anche la Super Formula si ferma

Jacopo Rubino

Anche la Super Formula ha scelto di spegnere i motori: è stata cancellata la seconda tranche di test precampionato, che avrebbe dovuto svolgersi a Suzuka il 3 e 4 aprile. Questa settimana la serie giapponese è stata un caso unico al mondo, scegliendo di disputare le prove al Fuji il 24 e 25 marzo. Seppur a porte chiuse, rischia davvero di essere l'ultimo evento automobilistico di un certo spessore da qui a diverso tempo, a causa dell'emergenza Coronavirus che si è trasformata in una pandemia su scala globale.

La decisione di girare al Fuji non era stata però condivisa da tutti: il campione in carica Nick Cassidy, su Twitter, alla vigilia aveva ad esempio ammesso di non sentirsi a proprio agio. Adesso lo stop, purtroppo saggio, considerando che anche nel territorio nipponico i contagi sono in aumento e hanno superato quota 1500, con la capitale Tokyo come principale focolaio. Come spiegato dall'organizzatore Japan Race Promotion, "varie zone dove hanno sede le squadre hanno richiesto l'isolamento. È stato ritenuto necessario rispondere alle misure prese per evitare l'infezione, garantendo la salute delle parti interessate".

Oggi e domani al Fuji dovevano invece provare i protagonisti dell'altro grande campionato del Sol Levante, il Super GT, ma anche in questo caso
i test sono stati annullati.

Per quanto riguarda la Super Formula, rinviati i primi due round in calendario, la partenza dell'edizione 2020 sarebbe in programma ad Autopolis il 16-17 maggio. In realtà, è estremamente probabile che ci siano ulteriori slittamenti. Juri Vips, pupillo Red Bull in forze al team Mugen, è uno dei piloti stranieri probabilmente "costretto" a trattenersi nel paese asiatico a tempo indefinito per evitare complicazioni logistiche, ad esempio con un blocco sui voli. "Avrei voluto tornare a casa e far visita alla mia famiglia, ma ho pensato che potrei non essere in grado di tornare qui. Non voglio dover saltare una gara", ha affermato l'estone.

25 Mar [11:12]

Super Formula comunque in pista,
Hirakawa svetta nei test al Fuji

Jacopo Rubino

La Super Formula ha completato i due giorni di test collettivi al Fuji: nel bene o nel male non può che essere una notizia, in piena emergenza Coronavirus. La serie giapponese è stata di fatto l'unica, nel mondo, a voler comunque accendere i motori in questo delicatissimo periodo, pur avendo già deciso di rinviare le prime due gare stagionali a Suzuka (5 aprile) e proprio al Fuji (19 aprile). "Non mi sento a mio agio", ha twittato alla vigilia il campione in carica Nick Cassidy, all'idea di dover scendere in pista. "Mi rendo conto le Olimpiadi siano un grosso affare, ma vorrei che questo Paese non fosse così ingenuo con un problema tanto importante". I Giochi di Tokyo 2020 ieri sono stati rinviati in maniera ufficiale, mentre le prove della Super Formula si sono svolte regolarmente, e nel weekend toccherà al Super GT.

Venendo ai risultati, il più veloce di tutti è stato Ryo Hirakawa: nel finale di martedì il portacolori del team Impul, motorizzato Toyota, ha siglato il tempo di 1'20"677, battendo di appena 17 millesimi Nirei Fukuzumi (Dandelion). L'ex GP3 e F2 è diventando il principale protagonista di oggi, svettando in entrambi i turni andati in scena, ma in 1'20"785 non è riuscito ad abbassare il limite assoluto. Fukuzumi ha messo alle sue spalle Tomoki Nojiri (Mugen) e lo stesso Hirakawa.

Quanto alle novità di quest'anno, è apparso piuttosto competitivo Juri Vips: il pupillo Red Bull ieri ha chiuso settimo, oggi addirittura quinto. L'estone ha comunque già partecipato all'ultimo round del 2019, accumulando un po' di esperienza anticipata. Bene pure Sacha Fenestraz (Kondo), vincitore nel 2019 della F3 nipponica, così come Toshiki Oyu. Occhi puntati su Sergio Sette Camara, fresco di accordo con B-Max Motopark in sostituzione di Pietro Fittipaldi. Il brasiliano, a sua volta rientrato nei ranghi Red Bull, al debutto sulla Dallara SF19 ha mostrato progressi interessanti. Il #1 Cassidy oggi ha terminato sesto, mentre nel "Day 1" era rimasto indietro in classifica non avendo effettuato una simulazione di qualifica con gomme nuove.

Ha viaggiato in coda al gruppo Tatiana Calderon, anche lei proveniente dalla F2 e prima ragazza di sempre a misurarsi in questa categoria. Martedì mattina la colombiana del rientrante team Drago Corse è peraltro incappata in un stop per un problema all'acceleratore. Poco più tardi Kamui Kobayashi è invece andato a sbattere violentemente in curva 2, tradito dalla scarsa aderenza dovuta alle basse temperature iniziali. Colpito dalla sfortuna, l'alfiere di casa KCMG oggi è poi uscito in curva 4 a causa di una foratura alla gomma posteriore sinistra, inconveniente simile a quello accaduto dopo a Yuji Kunimoto, suo nuovo compagno di box. Noie tecniche hanno fermato pure Tadasuke Makino. Questa mattina anche il bi-campione Kazuki Nakajima è stato autore di un testacoda che ha provocato la bandiera rossa.

Martedì 24 marzo 2020, 1° giorno

1 - Ryo Hirakawa (Dallara-Toyota) - Impul - 1'20"677 - 68 giri
2 - Nirei Fukuzumi (Dallara-Honda) - Dandelion - 1'20"694 - 72
3 - Toshiki Oyu (Dallara-Honda) - Nakajima - 1'20"713 - 86
4 - Naoki Yamamoto (Dallara-Honda) - Dandelion - 1'20"720 - 64
5 - Tomoki Nojiri (Dallara-Honda) - Mugen - 1'20"942 - 76
6 - Kazuki Nakajima (Dallara-Toyota) - Tom's - 1'21"114 - 82
7 - Juri Vips (Dallara-Honda) - Mugen - 1'21"125 - 79
8 - Tadasuke Makino (Dallara-Honda) - Nakajima - 1'21"243 - 68
9 - Yuhi Sekiguchi (Dallara-Toyota) - Impul - 1'21"274 - 68
10 - Kenta Yamashita (Dallara-Toyota) - Kondo - 1'21"605 - 82
11 - Sacha Fenestraz (Dallara-Toyota) - Kondo - 1'21"621 - 96
12 - Sho Tsuboi (Dallara-Toyota) - Inging - 1'21"632 - 71
13 - Kamui Kobayashi (Dallara-Toyota) - KCMG - 1'21"709 - 47
14 - Hiroaki Ishiura (Dallara-Toyota) - Inging - 1'21"768 - 41
15 - Yuji Kuminoto (Dallara-Toyota) - KCMG - 1'21"813 - 70
16 - Charles Milesi (Dallara-Honda) - B-Max Motopark - 1'21"936 - 61
17 - Nick Cassidy (Dallara-Toyota) - Tom's - 1'22"217 - 76
18 - Kazuya Oshima (Dallara-Toyota) - Rookie - 1'22"369 - 43
19 - Sergio Sette Camara (Dallara-Honda) - B-Max Motopark - 1'22"393 - 52
20 - Tatiana Calderon (Dallara-Honda) - Drago - 1'23"586 - 73

Mercoledì 25 marzo 2020, 2° giorno

1 - Nirei Fukuzumi (Dallara-Honda) - Dandelion - 1'20"785 - 99 giri
2 - Tomoki Nojiri (Dallara-Honda) - Mugen - 1'20"942 - 88
3 - Ryo Hirakawa (Dallara-Toyota) - Impul - 1'21"203 - 81
4 - Toshiki Oyu (Dallara-Honda) - Nakajima - 1'21"596 - 82
5 - Juri Vips (Dallara-Honda) - Mugen - 1'21"620 - 98
6 - Nick Cassidy (Dallara-Toyota) - Tom's - 1'21"623 - 79
7 - Sacha Fenestraz (Dallara-Toyota) - Kondo - 1'21"642 - 99
8 - Yuhi Sekiguchi (Dallara-Toyota) - Impul - 1'21"676 - 96
9 - Kazuki Nakajima (Dallara-Toyota) - Tom's - 1'21"710 - 80
10 - Sho Tsuboi (Dallara-Toyota) - Inging - 1'21"729 - 84
11 - Kenta Yamashita (Dallara-Toyota) - Kondo - 1'21"791 - 84
12 - Sergio Sette Camara (Dallara-Honda) - B-Max Motopark - 1'21"823 - 78
13 - Tadasuke Makino (Dallara-Honda) - Nakajima - 1'21"832 - 58
14 - Kamui Kobayashi (Dallara-Toyota) - KCMG - 1'21"929 - 77
15 - Hiroaki Ishiura (Dallara-Toyota) - Inging - 1'22"042 - 83
16 - Yuji Kunimoto (Dallara-Toyota) - KCMG - 1'22"236 - 66
17 - Charles Milesi (Dallara-Honda) - B-Max Motopark - 1'22"270 - 78
18 - Kazuya Oshima (Dallara-Toyota) - Rookie - 1'22"285 - 68
19 - Naoki Yamamoto (Dallara-Honda) - Dandelion - 1'22"662 - 81
20 - Tatiana Calderon (Dallara-Honda) - Drago - 1'23"111 - 89

10 Gen [9:04]

Anche Tatiana Calderon
nello schieramento Honda 2020

Marco Cortesi

Nell'ondata di annunci arrivati dalle conferenze stampa del salone di Tokyo arrivano anche novità riguardanti lo schieramento Honda in SuperFormula. Tra molte conferme e qualche novità, lo schiermento della casa nipponica vede una certa continuità nelle scelte. Da Dandelion Naoki Yamamoto (nella foto) e Nirei Fukuzumi sono confermati rispetto alla stagione 2019. Conferme anche in Mugen, con Juri Vips, che già aveva disputato la gara conclusiva della scorsa stagione, che è stato piazzato dalla Red Bull con la scuderia ufficiale accanto a Tomoki Nojiri, habitué del 2019.

Spicca al team Drago Corse l'arrivo di Tatiana Calderon, provenienza Arden in Formula 2. La pilota colombiana, 26 anni, ha dalla sua un undicesimo posto come miglior risultato nella categoria cadetta della Formula 1 e ha debuttato come tester con l'Alfa Romeo nella massima serie.

Come l'anno scorso, tutto straniero il team B-Max/Motopark con il già annunciato Pietro Fittipaldi affiancato al transalpino Charles Milesi, proveniente dalla Formula Renault Eurocup 2018 e dalla F3 giapponese 2019.

Confermato Tadasuke Makino al team Nakajima, sulla seconda vettura dell'ex pilota di Formula 1 salirà Toshiki Oyu, promettente giovane del sol levante che aveva impressionato ai test collettivi di fine anno.

I piloti Honda in SuperFormula

Dandelion
Naoki Yamamoto
Nirei Fukuzumi

Drago Corse
Tatiana Calderon

Mugen
Juri Vips
Tomoki Nojiri

B-Max Motopark
Pietro Fittipaldi
Charles Milesi

Nakajima
Tadasuke Makino
Toshiki Oyu

2 Gen [14:49]

Super Formula 2020, cosa cambia:
nuovi punteggi e Full Course Yellow

Jacopo Rubino

Ci sono novità importanti nel regolamento sportivo della Super Formula, che per il 2020 cambia il sistema di punteggio: da quest'anno al vincitore andranno 20 lunghezze, al secondo classificato 15 e 11 al terzo, fino a premiare con un punto il decimo pilota al traguardo. Si tratta della stessa scala utilizzata nel Super GT, l'altra grande serie nipponica, che premierà maggiormente i successi rispetto al vecchio formato 10-8-6-5-4-3-2-1, analogo a quello che la F1 ha impiegato dal 2003 al 2009. E chissà che lo spettacolo non ne possa beneficiare, incoraggiando lotte più serrate in pista.

Non solo, perché adesso in qualifica ci saranno punti bonus per i tre più veloci (nella sequenza 3-2-1), invece che il singolo punto per l'autore della pole-position. Al contrario, non ci saranno più punti extra assegnati per l'ultimo round, che nel 2018 avevano ad esempio consentito a Naoki Yamamoto di aggiudicarsi il titolo.

E sempre seguendo il Super GT, verrà introdotta la Full Course Yellow in caso di necessità per motivi di sicurezza, replicando il sistema presente nel Mondiale Endurance: al segnale, i piloti dovranno rallentare per l'intera lunghezza del tracciato e mantenere i distacchi, senza che intervenga la safety-car.

Quanto al calendario, sempre sette le tappe fissate: i giochi si apriranno ancora a Suzuka, il 5 aprile, anche se inizialmente il piano era quello di partire dal Fuji, dove si andrà invece due settimane più tardi. A seguire i circuiti di Autopolis, Sugo, Motegi, Okayama e di nuovo Suzuka per la sfida conclusiva.

La lista iscritti al momento vede annunciato ufficialmente il solo Pietro Fittipaldi, di ritorno nella categoria dopo l'esperienza del 2018 interrotta anzitempo a causa dell'infortunio rimediato nell'incidente nelle qualifiche del WEC a Spa. Il brasiliano, che correrà con B-Max Motopark, potrà andare a caccia di punti utili per ottenere la Super Licenza di F1. Altro ritorno (in collaborazione con ThreeBond che salirà dall'ormai archiviata F3 nazionale) sarà quello di Drago Corse, la scuderia capitanata da Ryo Michigami che si era già vista in griglia dal 2014 al 2016. Equipaggiata dai motori Honda, nei rookie test di dicembre, Drago Corse ha schierato Nobuharu Matsushita e il francese Charles Milesi.

Il calendario 2020 della Super Formula

5 aprile - Suzuka
19 aprile - Fuji
17 maggio - Autopolis
21 giugno - Sugo
30 agosto - Motegi
27 settembre - Okayama
15 novembre - Suzuka

PrecedentePagina 1 di 10Successiva

News

Super Formula
v

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone