GT Internazionale

IGTC – 12 Ore di Bathurst
Vittoria al cardiopalma per Mercedes

Michele Montesano Con il trionfo nella 12 Ore di Bathurst Jules Gounon, Luca Stolz e Kenny Habul hanno aperto la stagione 2...

Leggi »
formula 1

Verstappen, il simulatore nel motorhome
“Lo userò dopo le sessioni in pista”

Helmut Marko l’aveva sparata grossa negli scorsi giorni, affermando che Max Verstappen avrebbe fatto installare un simulatore...

Leggi »
indycar

Alla scoperta di Thermal Club
La città morta e il Coachella Festival

Marco Cortesi‍La scelta del circuito di Thermal Club, in California, per i test collettivi dell'IndyCar ha destato molta ...

Leggi »
World Endurance

ByKolles perde la causa contro
Sanderson, a rischio il marchio Vanwall

Michele Montesano Per la Vanwall la presenza nel FIA WEC si sta rivelando sempre più una corsa a ostacoli. La ByKolles, str...

Leggi »
formula 1

La Red Bull mostra a
New York la livrea della RB19

La presentazione della nuova Red Bull? No, la RB19 non c'era e la vedremo forse in un filming day a Silverstone o diretta...

Leggi »
formula 1

La Ford ritorna nel Mondiale F1
Sarà il motorista della Red Bull

Pochi istanti prima della presentazione della Red Bull 2023, è arrivato l'annuncio ufficiale del ritorno in Formula 1 del...

Leggi »
PrevPage 1 of 10Next
1 Feb [11:33]

F4 UAE a Kuwait City - Gara 3
Wharton-Rinicella, Ugo-Taponen KO

Massimo Costa

Ugo Ugochukwu nella terza gara della F4 UAE a Kuwait City, che chiude la lunga settimana sul Kuwait Motor Town, era terzo alle spalle di James Wharton e Tuukka Taponen. Il pilota prema Junior McLaren, in quel frangente leader del campionato con 24 punti di vantaggio su Wharton, aveva superato poco prima Valerio Rinicella, in difficoltà con le gomme, e mancando un paio di giri al traguardo poteva tranquillamente accontentarsi.

Invece, Ugochukwu nella fatidica curva 2 che segue il lungo rettilineo, ha tentato l'attacco a Taponen finendo per essere leggermente lungo. Contatto inevitabile, le due monoposto si sono agganciate e per entrambi è arrivato il ritiro. Wharton ha così vinto con merito questa corsa, in regime di safety-car, mentre secondo con tanti ringraziamenti si è piazzato Rinicella. Con quella manovra rischiosa, Ugochukwu ha completamente riaperto il campionato perché ora Wharton è a sole 9 lunghezze e Rinicella si trova a meno 16 punti con Taponen fermo a meno 39.

La corsa aveva visto nella fasi iniziali il guizzo di Jesse Carrasquedo, quinto in griglia, che si è portato al comando sfruttando al meglio le scie sul rettilineo. Ma il messicano è stato rapidamente superato da Wharton, Taponen e Rinicella finendo poi per commettere un errore che lo ha fatto finire nelle retrovie. Dopo di che, per le prime posizioni c'è stata una inattesa calma con le posizioni cristallizzate fino al sorpasso di Ugochukwu su Rinicella e il conseguente errore dell'americano con Taponen.

Una gran prestazione l'ha offerta l'italiano di Dubai Federico Rifai che con la monoposto del team Xcel è salito dalla 15esima piazza di partenza alla quarta finale, suo miglior risultato per questo ragazzo che ha debuttato in monoposto quest'anno. Nicola Lacorte ha terminato alla soglia della zona punti, 11esimo, mentre Flavio Olivieri ha prodotto la terza super rimonta in tre gare passando da 34esimo a 21esimo. Non gli resta che migliorare la qualifica per cercare di scalare ulteriormente la classifica.

Mercoledì 1 febbraio 2023, gara 3

1 - James Wharton - Mumbai Falcons - 13 giri
2 - Valerio Rinicella - MP Motorsport - 0"053
3 - Zachary David - R-Ace - 0"568
4 - Federico Rifai - Xcel - 1"203
5 - Arvid Lindblad - Hitech - 1"868
6 - James Piszcyk - Hitech - 2"277
7 - Hiyu Yamakoshi - Pinnacle VAR - 2"531
8 - Dion Gowda - Rodin Carlin - 3"051
9 - Alexander Abkhazava - R-Ace - 3"972
10 - Akshay Bohra - PHM - 4"384
11 - Nicola Lacorte - Prema - 7"006
12 - Noah Lisle - Xcel - 7"347
13 - William Macintyre - Hitech - 7"686
14 - Keanu Al Azhari - Yas Heat Academy - 8"288
15 - Bianca Bustamante - Prema - 9"191
16 - Lena Buhler - R2RACE - 10"019
17 - Kanato Le - Hitech - 10"778
18 - Valentin Kluss - PHM - 11"019
19 - Rishon Rajeev - Mumbai Falcons - 12"367
20 - Hamda Al Qubaisi - Yas Heat Academy - 12"633
21 - Flavio Olivieri - Cram - 13"941
22 - Aleksandr Bolduev - Xcel - 14"464
23 - Jakob Bergmeister - PHM - 15"115
24 - Kai Daryanani - Pinnacle VAR - 15"561
25 - Emely De Heus - MP Motorsport - 16"765
26 - Sebastian Murray - Cram - 16"955
27 - Victoria Blokhina - R2RACE - 19"334
28 - Georgy Zhulavskiy - Xcel - 20"584
29 - Raphael Narac - R-Ace - 22"804
30 - Luciano Morano - Sainteloc - 23"190
31 - Jack Beeton - Pinnacle VAR - 23"423
32 - Theophile Nael - Sainteloc - 23"804
33 - Matteo Quintarelli - Yas Heat Academy - 1 giro

Ritirati
Tuukka Taponen
Ugo Ugochukwu
Theodor Jensen
Noah Stromsted

Il campionato
1.Ugochukwu 140; 2.Wharton 131; 3.Rinicella 124; 4.Taponen 101; 5.Lindblad 70; 6.David 50; 7.Kluss 48; 8.Nael 31; 9.Badoer, Stromsted 28; 11.Rifai 23; 12.Smal 22; 13.Carrasquedo 19; 14.Al Azhari 17; 14.Lisle 16; 15.Le, Piszcyk 12; 17.Macintyre, Yamakoshi 8; 19.Al Qubaisi 6; 20.Gowda 5; 21.Abkhazava 2; 22.Bustamante, Bohra 1.

1 Feb [8:42]

F4 UAE a Kuwait City - Gara 2
La prima di Taponen, Rinicella a podio

Massimo Costa

Non ci ha messo molto Tuiukka Taponen, l'ultimo arrivato nella Accademia Ferrari, a conquistare la prima vittoria in F4. Schierato dal team Mumbai Falcons, Taponen è sicuramente il miglior talento cristallino uscito dal karting che il Cavallino si ritrova tra le mani da qualche anno a questa parte (considerando che si sono fatti "fregare" dalla Mercedes Andrea Antonelli). Sempre al vertice della Formula 4 UAE, il rookie Taponen nella seconda gara in cui è scattato dalla terza piazzola, ha dapprima superato Ugo Ugochukwu al 3° giro, poi si è avventato su James Wharton (che partiva dalla pole grazie al giro più veloce di gara 1) che conduceva la corsa fin dal via.

Wharton, anche lui della FDA e al secondo anno di F4, nell'inutilmente lungo rettifilo (data la larghezza eccessiva della pista diviene pure pericolosissimo con anche cinque vetture che si affiancano creando scompiglio come accaduto), ha cercato di resistere all'attacco di Taponen arrivato al giro 9. L'australiano ha tentato di intimidirlo, ma il finlandese non si è scomposto e ha portato brillantemente a termine la manovra. Wharton non è stato in grado di replicare venendo anche superato da Ugochukwu, ma in questa occasione è riuscito a rispondere prontamente riprendendosi la seconda posizione per una doppietta del team Mumbai Falcons.

Notevole la prestazione di Valerio Rinicella di MP Motorsport. Nono in griglia di partenza, si è subito fatto largo e al 3° giro era già quarto. Nel finale ha battagliato con Ugochukwu e Wharton, finché all'ultimo passaggio con un bel sorpasso si è sbarazzato dell'americano, leader del campionato, prendendosi di forza la terza posizione. Ugochukwu ha così terminato quarto precedendo Valentin Kluss (PHM) e William Macintyre (Hitech), al miglior risultato nella serie.

Bella prestazione per Hamda Al Qubaisi (Yas Heat Academy), settima all'arrivo e incolpevole protagonista del pericoloso incidente verificatosi sul lungo rettilineo. Con cinque monoposto affiancate, la ragazza degli Emirati si è spostata verso sinistra costringendo Bianca Bustamante a fare altrettanto., Hiyu Yamakoshi, all'estremità della pista, è stato sospinto verso il rail rimbalzando pericolosamente sul tracciato, coinvolgendo Jesse Carrasquedo e Zachary David.

Oltre alla Qubaisi, in top 10 ha terminato la sempre più sorprendente Bustamante (Prema), brava a tagliare il traguardo in decima posizione davanti a Federico Rifai. Al traguardo anche Emely De Heus, 21esima, Victoria Blokhina e Lena Buhler, quest'ultima coinvolta in un contatto all'ultima curva tra Luciano Morano e Rishon Rajeev. Sono cinque le ragazze presenti nella F4 UAE e tutte si stanno allenando per partecipare alla nuova serie al femminile, F1 Academy, con le Tatuus di F4.

Nicola Lacorte ha concluso 18esimo, da 23esimo in partenza. Ancora una gran rimonta di Flavio Olivieri che da 36esimo in griglia ha terminato 20esimo per la Cram, che ha visto un buon Sebastian Murray chiudere 13esimo.

Mercoledì 1 febbraio 2023, gara 2

1 - Tuukka Taponen - Mumbai Falcons - 11 giri 25'46"337
2 - James Wharton - Mumbai Falcons - 1"197
3 - Valerio Rinicella - MP Motorsport - 1"899
4 - Ugo Ugochukwu - Prema - 3"038
5 - Valentin Kluss - PHM - 3"870
6 - William Macintyre - Hitech - 5"096
7 - Hamda Al Qubaisi - Yas Heat Academy - 5"974
8 - Keanu Al Azhari - Yas Heat Academy - 6"566
9 - Theophile Nael - Sainteloc - 7"678
10 - Bianca Bustamante - Prema - 8"622
11 - Federico Rifai - Xcel - 9"407
12 - Noah Stromsted - PHM - 9"792
13 - Sebastian Murray - Cram - 11"386
14 - James Piszcyk - Hitech - 11"835
15 - Dion Gowda - Rodin Carlin - 12"480
16 - Arvid Lindblad - Hitech - 14"191
17 - Aleksandr Bolduev - Xcel - 14"449
18 - Nicola Lacorte - Prema - 14"639
19 - Raphael Narac - R-Ace - 14"864
20 - Flavio Olivieri - Cram - 16"149
21 - Emely De Heus - MP Motorsport - 16"314
22 - Kanato Le - Hitech - 16"740
23 - Theodor Jensen - Sainteloc - 17"175
24 - Jakob Bergmeister - PHM - 18"494
25 - Matteo Quintarelli - Yas Heat Academy - 18"805
26 - Zachary David - R-Ace - 19"142
27 - Jack Beeton - Pinnacle VAR - 19"378
28 - Victoria Blokhina - R2RACE - 20"379
29 - Lena Buhler - R2RACE - 20"914
30 - Rishon Rajeev - Mumbai Falcons - 21"060
31 - Jesse Carrasquedo - R-Ace - 21"189
32 - Luciano Morano - Sainteloc - 22"864
33 - Noah Lisle - Xcel - 1 giro
34 - Georgy Zhuravskiy - Xcel - 1 giro
35 - Akshay Bohra - PHM - 1 giro

Ritirati
Alexander Abkhazava
Hiyu Yamakoshi
Kai Daryanani

Il campionato
1.Ugochukwu 140; 2.Wharton, Rinicella 106; 4.Taponen 101; 5.Lindblad 60; 6.Kluss 48; 7.David 35; 8.Nael 31; 9.Badoer, Stromsted 28; 11.Smal 22; 12.Carrasquedo 19; 13.Al Azhari 17; 14.Lisle 16; 15.Le 12; 16.Rifai 11; 17.Macintyre 8; 18.Al Qubaisi 6; 19.Piszcyk 4; 20.Yamakoshi 2; 21.Gowda, Bustamante 1.

31 Gen [14:16]

F4 UAE a Kuwait City - Gara 1
Ugochukwu si conferma leader

Massimo Costa

Dalla pole alla vittoria con in mezzo tre safety-car. Gara 1 complicata, in uno scenario apocalittico, con la sabbia del deserto che ha sporcato la pista ed ha creato una sorta di nebbia. Ugo Ugochukwu (Prema) ha saputo mantenere la giusta concentrazione in ogni momento e, partito dalla pole, ha sempre occupato la prima posizione reggendo bene alla pressione di James Wharton, secondo all'arrivo. Per il ragazzo di New York con padre italiano (Luca Orlandi, che ha anche corso in Euroformula nel 2011) e madre nigeriana , 25 punti fondamentali che lo proiettano sempre più verso la conquista del titolo anche se la partita rimane aperta. Quattro le vittorie ottenute su sette corse disputate.

Bella comunque la prova di Wharton (Mumbai Falcons) che al secondo anno di F4 sembra decisamente maturato rispetto al 2022. Al terzo posto si è piazzato Tuukka Taponen, partito nono. Il rookie finlandese del team Prema è stato a dir poco straordinario nel recuperare posizioni su posizioni, avendo ragione tra gli altri di Arvid Lindblad, Noah Stromsted e Valerio Rinicella. La battaglia ingaggiata con l'italiano è stata di ottimo livello. Rinicella (MP) alla fine ha concluso quarto dopo un bel duello anche con Stromsted (PHM). Buona prova di Keanu Al Azhari, sesto davanti a Valentin Kluss. Nicola Lacorte ha chiuso 11esimo divincolandosi bene alle soglie della top 10. Flavio Olivieri ha portato a termine una poderosa rimonta dopo una cattiva qualifica: da 37esimo ha tagliato il traguardo 23esimo con la Tatuus della Cram.

Lindblad è entrato in collisione con Zachari David nel rettifilo dei box. Un incidente che poteva essere evitato con maggiore attenzione da parte di entrambi, Il contatto ha causato l'ingresso della seconda safety-car. la prima era stata chiamata per il testacoda di Kai Daryanani, mentre l'ultima SC è entrata per Emily De Heus, in ghiaia.

Martedì 31 gennaio 2023, gara 1

1 - Ugo Ugochukwu - Prema - 11 giri 26'24"230
2 - James Wharton - Mumbai Falcons - 0"290
3 - Tuukka Taponen - Mumbai Falcons - 1"805
4 - Valerio Rinicella - MP Motorsport - 1"882
5 - Noah Stromsted - PHM - 2"486
6 - Keanu Al Azhari - Yas Heat Academy - 2"951
7 - Valentin Kluss - PHM - 3"391
8 - Kanato Le - Hitech - 4"409
9 - Hiyu Yamakashi - Pinnacle VAR - 4"469
10 - Theophile Nael - Sainteloc - 5"091
11 - Nicola Lacorte - Prema - 5"415
12 - Akshay Bohra - PHM - 6"059
13 - Dion Gowda - Rodin Carlin - 6"880
14 - Raphael Narac - R-Ace - 7"168
15 - James Piszcyk - Hitech - 7"455
16 - Federico Rifai - Xcel - 7"606
17 - Rishon Rajeev - Mumbai Falcons - 8"092
18 - Matteo Quintarelli - Yas Heat Academy - 8"761
19 - Theodor Jensen - Sainteloc - 8"762
20 - Jakob Bergmeister - PHM - 9"270
21 - Alexander Abkhazava - R-Ace - 9"425
22 - Luciano Morano - Sainteloc - 10"525
23 - Flavio Olivieri - Cram - 11"343
24 - Lena Buhler - R2RACE - 11"566
25 - Jack Beeton - Pinnacle VAR - 11"841
26 - Jesse Carrasquedo - R-Ace - 12"328
27 - Sebastian Murray - Cram - 13"315
28 - Georgy Zhuravskiy - Xcel - 13"623
29 - Noah Lisle - Xcel - 16"717
30 - William Macintyre - Hitech - 17"479
31 - Victoria Blokhina - R2RACE - 22"586
32 - Hamda Al Qubaisi - Yas Heat Academy - 27"400
33 - Bianca Bustamante - Prema - 33"601
34 - Aleksandr Bolduev - Xcel - 1 giro

Ritirati
Emily De Heus
Zachary David
Arvid Lindblad
Kai Daryanani

Il campionato
1.Ugochukwu 130; 2.Rinicella 91; 3.Wharton 88; 4.Taponen 76; 5.Lindblad 60; 6.Kluss 40; 7.David 35; 8.Nael 29; 9.Badoer, Stromsted 28; 11.Smal 22; 12.Carrasquedo 19; 13.Lisle 16; 14.Al Azhari 13; 15.Le 12; 16.Rifai 11; 17.Piszcyk 4; 18.Macintyre, Yamakoshi 2; 19.Gowda 1.


31 Gen [9:50]

F4 UAE a Kuwait City - Qualifiche
Le pole a Ugochukwu e Wharton

Massimo Costa

La Formula 4 degli Emirati Arabi Uniti è tornata in pista per disputare la terza prova del campionato. Un appuntamento che si svolge in giorni inusuali, di martedì e mercoledì mentre ieri si è tenuta una giornata di test, l'ennesima considerando che i piloti hanno iniziato a conoscere la non facile pista di Kuwait City mercoledì scorso con una lunga serie di prove, poi le qualifiche e le tre gare.

Le pole odierne sono andate a Ugo Ugochukwu del team Prema e a James Wharton di Mumbai Falcons. Per l'australiano è la ripetizione di quanto ottenuto nella qualifica 2 di venerdì scorso, ma non è riuscito a ripetere quel tempo record di 1'53"594. Wharton si è infatti fermato a 1'54"082 mentre in qualifica 1 Ugochukwu è stato il più rapido in 1'54"135, curiosamente lo stesso tempo della pole in Q1 venerdì scorso segnato da Valerio Rinicella.

Ugochukwu è emerso nel finale della prima qualifica quando ha piazzato il crono di 1'54"251, poi ritoccato con il tempo da pole di 1'54"135. Niente da fare per gli avversari. Wharton lo ha avvicinato, ma non ha fatto meglio di 1'54"722 mentre Rinicella è risultato settimo. Notevole il terzo posto di Noah Stromsted che ha preceduto Zachary David, vincitore della gara 3 sabato scorso. Bene quinto Jesse Carrasquedo che ha avuto la meglio su Arvid Lindblad. Nicola Lacorte ha chiuso 13esimo.

Nella seconda sessione invece, Lindblad è partito subito forte con 1'54"912, poi è salito in prima posizione Rinicella realizzando il tempo di 1'54"556. Ma Wharton ha scavalcato tutti con il tempo da pole di 1'54"082 che non ha ammesso repliche da parte dei suoi rivali. Bravo Taponen che si è issato in seconda posizione in 1'54"221, completando la doppietta Mumbai Falcons, davanti al leader di campionato Ugochukwu in 1'54"308, e Rinicella che ha tolto quattro decimi al suo precedente tempo chiudendo in 1'54"518. Quinta posizione per Jesse Carrasquedo.

Da rilevare che nel team Mumbai Falcons, Rishon Rajeev ha preso il posto di Muhammad Ibrahim. Nella Q2 una bandiera rossa è stata chiamata per recuperare la vettura di Hiyu Yamakashi, comunque ottimo settimo. Lacorte ha terminato 13esimo, Lena Buhler è stata la più veloce tra le ragazze. Per la Cram, 27esimo Murray e 34esimo Olivieri.

Martedì 31 gennaio 2023, qualifica 1 (classifica corretta))

1 - Ugo Ugochukwu - Prema - 1'54"135
2 - James Wharton - Mumbai Falcons - 1'54"722
3 - Noah Stromsted - PHM - 1'54"724
4 - Zachary David - R-Ace - 1'54"876
5 - Jesse Carrasquedo - R-Ace - 1'55"005
6 - Arvid Lindblad - Hitech - 1'55"072
7 - Valerio Rinicella - MP Motorsport - 1'55"115
8 - Hiyu Yamakoshi - Pinnacle VAR - 1'55"158
9 - Tuukka Taponen - Mumbai Falcons - 1'55"184
10 - Kanato Le - Hitech - 1'55"231
11 - Keanu Al Azhari - Yas Heat Academy - 1'55"244
12 - Valentin Kluss - PHM - 1'55"248
13 - Nicola Lacorte - Prema - 1'55"541
14 - Dion Gowda - Rodin Carlin - 1'55"640
15 - Theophile Nael - Sainteloc - 1'55"660
16 - Raphael Narac - R-Ace - 1'55"703
17 - William Macintyre - Hitech - 1'55"854
18 - James Piszcyk - Hitech - 1'55"864
19 - Noah Lisle - Xcel - 1'55"879
20 - Akshay Bohra - PHM - 1'55"902
21 - Federico Rifai - Xcel - 1'55"913
22 - Bianca Bustamante - Prema - 1'55"986
23 - Emely De Heus - MP Motorsport - 1'56"048
24 - Alexander Abkhazava - R-Ace - 1'56"146
25 - Theodor Jensen - Sainteloc - 1'56"241
26 - Jack Beeton - Pinnacle VAR - 1'56"284
27 - Rishon Rajeev - Mumbai Falcons - 1'56"338
28 - Matteo Quintarelli - Yas Heat Academy - 1'56"383
29 - Kai Daryanani - Pinnacle VAR - 1'56"499
30 - Lena Buhler - R2RACE - 1'56"527
31 - Sebastian Murray - Cram - 1'56"541
32 - Aleksandr Bolduev - Xcel - 1'56"591
33 - Georgy Zhuravskiy - Xcel - 1'56"629
34 - Victoria Blokhina - R2RACE - 1'56"932
35 - Jakob Bergmeister - PHM - 1'57"039
36 - Hamda Al Qubaisi - Yas Heat Academy - 1'57"115
37 - Flavio Olivieri - Cram - 1'57"141
38 - Luciano Morano - Sainteloc - 1'57"555

Martedì 31 gennaio 2023, qualifica 2

1 - James Wharton - Mumbai Falcons - 1'54"082
2 - Tuukka Taponen - Mumbai Falcons - 1'54"221
3 - Ugo Ugochukwu - Prema - 1'54"308
4 - Valerio Rinicella - MP Motorsport - 1'54"518
5 - Jesse Carrasquedo - R-Ace - 1'54"609
6 - Zachary David - R-Ace - 1'54"698
7 - Hiyu Yamakoshi - Pinnacle VAR - 1'54"775
8 - Arvid Lindblad - Hitech - 1'54"877
9 - Alexander Abkhazava - R-Ace - 1'54"939
10 - Theophile Nael - Sainteloc - 1'55"040
11 - Akshay Bohra - PHM - 1'55"092
12 - Noah Stromsted - PHM - 1'55"107
13 - Nicola Lacorte - Prema - 1'55"127
14 - Noah Lisle - Xcel - 1'55"161
15 - Federico Rifai - Xcel - 1'55"293
16 - William Macintyre - Hitech - 1'55"294
17 - James Piszcyk - Hitech - 1'55"369
18 - Kanato Le - Hitech - 1'55"415
19 - Matteo Quintarelli - Yas Heat Academy - 1'55"477
20 - Lena Buhler - R2RACE - 1'55"531
21 - Aleksandr Bolduev - Xcel - 1'55"537
22 - Hamda Al Qubaisi - Yas Heat Academy - 1'55"557
23 - Dion Gowda - Rodin Carlin - 1'55"558
24 - Raphael Narac - R-Ace - 1'55"592
25 - Rishon Rajeev - Mumbai Falcons - 1'55"642
26 - Bianca Bustamante - Prema - 1'55"648
27 - Sebastian Murray - Cram - 1'55"800
28 - Keanu Al Azhari - Yas Heat Academy - 1'55"813
29 - Jack Beeton - Pinnacle VAR - 1'55"815
30 - Emely De Heus - MP Motorsport - 1'55"904
31 - Theodor Jensen - Sainteloc - 1'55"942
32 - Georgy Zhuravskiy - Xcel - 1'55"956
33 - Kai Daryanani - Pinnacle VAR - 1'56"331
34 - Flavio Olivieri - Cram - 1'56"452
35 - Jakob Bergmeister - PHM - 1'56"644
36 - Valentin Kluss - PHM - 1'56"861
37 - Victoria Blokhina - R2RACE - 1'57"162
38 - Luciano Morano - Sainteloc - 2'00"194

28 Gen [13:37]

F4 UAE a Kuwait City - Gara 3
Prima vittoria per David e R-Ace

Massimo Costa

Un volto nuovo è salito sul gradino più alto del podio nella terza gara della F4 UAE a Kuwait City. Il 15enne filippino Zachary David ha conquistato la prima vittoria in monoposto. La sua carriera in formula è ancora brevissima avendo debuttato nella F4 alla fine della scorsa stagione partecipando, con US Racing, alla tappa tedesca del Lausitzring e a quelle del campionato italiano a Spielberg e Monza, raccogliendo sul circuito italiano un ottimo settimo posto in gara 2.

David ha portato al successo il team R-Ace che così interrompe un dominio targato Prema, Hitech e Mumbai Falcons. Per la squadra francese un buon punto di partenza in una serie avara di successi per lei, a parte due vittorie raccolte da Victor Bernier nella F4 ADAC nel 2020 e 2021. David, ottimo quinto in Q2, è subito stato favorito dal contatto alla curva 2 tra James Wharton e Ugo Ugochukwu, che partivano dalla prima fila e hanno ripreso la gara nelle retrovie, e dalla tamponata di Tuukka Taponen a Valerio Rinicella, che scattavano dalla seconda fila.

Ad approfittare del caos è stato però Noah Lisle, 15enne australiano lo scorso anno nella F4 inglese e spagnola. che dalla settima piazzola di partenza è balzato al comando in quella caotica curva 2. David si è messo alle sue spalle seguito da Theophile Nael, Jesse Carrasquedo e Federico Rifai, poi Rinicella che è riuscito a non perdere troppo tempo dopo la tamponata ricevuta da Taponen.

David è poi riuscito a superare Lisle al 4° giro, a seguito di un periodo di safety-car dopo che Bianca Bustamante è letteralmente salita sulla vettura di Lena Buhler che la precedeva. David ha quindi preso il largo guidando con sicurezza mentre dietro Rinicella ha dato vita a un bel recupero superando Carrasquedo, Rifai, Lisle nel finale. Il romano di MP Motorsport ha così concluso terzo sotto la bandiera a scacchi, ma si è ritrovato secondo per la penalità inflitta a Theophile Nael (già aveva ricevuto una bandiera bianco nera in gara 2) il quale evidentemente ha una interpretazione tutta sua dei track limits. Con le battute a vuoto di Wharton e Taponen, Rinicella è ora secondo in campionato a 26 lunghezze da Ugochukwu.

Da rilevare il buon quinto posto del rookie Rifai del team Xcel, compagno di Lisle, al suo miglior piazzamento in questo scorcio di stagione. Soltanto settimo Arvid Lindblad che ha faticato tutto il weekend evidentemente per via di un set-up non ideale in casa Hitech. Wharton ha chiuso 13esimo, Ugochukwu 18esimo. Al traguardo Nicola Lacorte, 16esimo, e Flavio Olivieri, 27esimo dopo essere stato 23esimo (era partito 29esimo).

Sabato 28 gennaio 2023, gara 3

1 - Zachary David - R-Ace - 11 giri
2 - Valerio Rinicella - MP Motorsport - 4"287
3 - Noah Lisle - Xcel - 5"063
4 - Valentin Kluss - PHM - 5"546
5 - Federico Rifai - Xcel - 5"873
6 - Jesse Carrasquedo - R-Ace - 6"551
7 - Arvid Lindblad - Hitech - 6"751
8 - Theophile Nael - Sainteloc - 7"224
9 - Kanato Le - Hitech - 7"424
10 - Keanu Al Azhari - Yas Heat Academy - 7"808
11 - Muhammad Ibrahim - Mumbai Falcons - 9"182
12 - Dion Gowda - Rodin Carlin - 9"978
13 - James Wharton - Mumbai Falcons - 10"889
14 - Noah Stromsted - PHM - 10"903
15 - Akshay Bohra - PHM - 11"116
16 - Nicola Lacorte - Prema - 11"391
17 - James Piszcyk - Hitech - 11"863
18 - Ugo Ugochukwu - Prema - 12"083
19 - Alexander Abkhazava - R-Ace - 13"721
20 - Hamda Al Qubaisi - Yas Heat Academy - 14"082
21 - Jack Beeton - Pinnacle VAR - 14"642
22 - Matteo Quintarelli - Yas Heat Academy - 16"088
23 - William Macintyre - Hitech - 17"280
24 - Kai Daryanani - Pinnacle VAR - 17"972
25 - Luciano Morano - Sainteloc - 19"218
26 - Victoria Blokhina - R2RACE - 20"009
27 - Flavio Olivieri - Cram - 20"014
28 - Theodor Jensen - Sainteloc - 20"292
29 - Georgy Zhuravskiy - Xcel - 20"759
30 - Raphael Narac - R-Ace - 21"007
31 - Emely De Heus - MP Motorsport - 21"482
32 - Sebastian Murray - Cram - 22"502
33 - Aleksandr Bolduev - Xcel - 22"697
34 - Hiyu Yamakoshi - Pinnacle VAR - 25"029

Ritirati
Jakob Bergmeister
Lena Buhler
Bianca Bustamante
Tuukka Taponen

Il campionato
1.Ugochukwu 105; 2.Rinicella 79; 3.Wharton 70; 4.Taponen 61; 5.Lindblad 60; 6.David 35; 7.Kluss 34; 8.Badoer, Nael 28; 10.Smal 22; 11.Carrasquedo 19; 12.Stromsted 18; 13.Lisle 16; 14.Rifai 11; 15.Le 8; 16.Al Azhari 5; 17.Piszcyk 4; 18.Macintyre 2; 19.Gowda 1.

28 Gen [9:02]

F4 a Kuwait City - Gara 2
Ugochukwu sempre più leader

Massimo Costa

C'è un ragazzo in fuga nella F4 degli Emirati Arabi Uniti. Si chiama Ugo Ugochukwu e arriva da New York. Il pilota del team Prema, Junior McLaren, ha vinto la seconda gara sul circuito Kuwait Motor Town ed ha recuperato quei 25 punti che gli permettono di allungare sensibilmente il proprio vantaggio nella classifica generale che lo vede indiscusso leader dopo che Arvid Lindblad, causa ala danneggiata, ha dovuto fare una sosta ai box. Partito dalla pole in una corsa subito fermata con bandiera rossa per incidente al via tra Kenato Le e Jakob Bergmeister, Ugochukwu alla ripresa delle ostilità se l'è giocata con James Wharton dei cugini di Mumbai Falcons.

Un gran bel duello con l'australiano della Ferrari Driver Academy che è riuscito a sopravanzare il rivale con un gran sorpasso. Ma Ugo ha prontamente replicato quando Wharton, ingenuamente, gli ha lasciato la porta aperta. Tutto questo nelle fase finali di una gara che ha visto Tuukka Taponen terzo solitario mentre Valerio Rinicella, partito quarto, ha tenuto la posizione fino alla bandiera a scacchi davanti a Zachary David.

Dietro di loro, più lontano, un gruppetto che ha battagliato a lungo e dal quale è emerso Noah Stromsted che ha preceduto Valentin Kluss e Keanu Al Azhari. Notevole l'11esimo posto di Hamda Al Qubaisi, giunta in scia a un buon Federico Rifai. Nicola Lacorte si è piazzato 23esimo, Flavio Olivieri 24esimo. Il romano della Cram, partito 23esimo, è subito precipitato a fondo gruppo per un testacoda a seguito di un contatto transitando 32esimo. Ma con la consueta grinta è riuscito a rimontare otto posizioni,

Sabato 28 gennaio 2023, gara 1

1 - Ugo Ugochukwu - Prema - 10 giri 24'40"354
2 - James Wharton - Mumbai Falcons - 0"784
3 - Tuukka Taponen - Mumbai Falcons - 1"742
4 - Valerio Rinicella - MP Motorsport - 2"880
5 - Zachary David - R-Ace - 3"347
6 - Noah Stromsted - PHM - 9"159
7 - Valentin Kluss - PHM - 9"996
8 - Keanu Al Azhari - Yas Heat Academy - 12"852
9 - William Macintyre - Hitech - 16"928
10 - Federico Rifai - Xcel - 17"858
11 - Hamda Al Qubaisi - Yas Heat Academy - 18"815
12 - Akshay Bohra - PHM - 19"565
13 - Noah Lisle - Xcel - 20"540
14 - Muhammad Ibrahim - Mumbai Falcons - 20"874
15 - Theophile Nael - Sainteloc - 21"283
16 - Jesse Carrasquedo - R-Ace - 21"478
17 - Raphael Narac - R-Ace - 23"227
18 - James Piszcyk - Hitech - 23"414
19 - Alexander Abkhazava - R-Ace - 25"128
20 - Jack Beeton - Pinnacle VAR - 25"131
21 - Matteo Quintarelli - Yas Heat Academy - 26"667
22 - Dion Gowda - Rodin Carlin - 28"491
23 - Nicola Lacorte - Prema - 29"394
24 - Flavio Olivieri - Cram - 30"962
25 - Bianca Bustamante - Prema - 31"579
26 - Sebastian Murray - Cram - 32"194
27 - Victoria Blokhina - R2RACE - 32"660
28 - Kai Daryanani - Pinnacle VAR - 33"506
29 - Aleksandr Bolduev - Xcel - 34"149
30 - Emely De Heus - MP Motorsport - 35"848
31 - Georgy Zhuravskiy - Xcel - 36"335
32 - Luciano Morano - Sainteloc - 49"121
33 - Arivd Lindblad - Hitech - 58"638

Ritirati
Lena Buhler
Theodor Jensen
Kanato Le
Jakob Bergmeister
Hiyu Yamakoshi

Il campionato
1.Ugochukwu 105; 2.Wharton 70; 3.Taponen 61; 4.Rinicella 56; 5.Lindblad 54; 6.Badoer 28; 7.Nael 24; 8.Smal, Kluss 22; 10.Stromsted 18; 11.Carrasquedo 11; 12; David 10; 13.Le 6; 14.Piszcyk, Al Azhari 4; 16.Macintyre 2; 17.Gowda, Lisle, Rifai 1.

27 Gen [14:01]

F4 UAE a Kuwait City - Gara 1
Vittoria di Wharton, Rinicella secondo

Massimo Costa

Prima vittoria stagionale per James Wharton che si è imposto con grinta nella gara 1 della F4 UAE sull'inedito autodromo di Kuwait City, denominato Kuwait Motor Town. L'australiano del Mumbai Falcons, nonché pilota del Ferrari Driver Academy, è scattato dalla terza piazzola della seconda fila, ma alla seconda curva, preceduta da un lungo rettifilo, era già al comando della corsa avendo sopravanzato Ugo Ugochukwu e il poleman Valerio Rinicella. La gara è stata subito sospesa con bandiera rossa, dopo un breve periodo di safety-car, per recuperare le vetture incidentate di Georgy Zhuravskiy e Alexander Abkhazava oltre a quella di Lena Buhler e Dion Gowda.

Riprese le ostilità, Rinicella ha tentato più volte di sorprendere Wharton, ma l'australiano non ha concesso spazi. Nel finale, è anche riuscito ad allungare lasciando l'italiano di MP Motorsport a duellare con Ugochukwu (Prema). Non ci sono però state variazioni nelle posizioni fino alla bandiera a scacchi. Per Wharton un successo importante che lo proietta al secondo posto in campionato dietro a Ugochukwu. Bene anche l'italiano che, tra Dubai e Kuwait, sta dimostrando di avere iniziato l'anno in grande forma.

Bella gara di Theophile Nael (Sainteloc) che ha conquistato a suon di sorpassi il quarto posto dopo essere partito ottavo. Il francese ha preceduto Arvid Lindblad, anche lui protagonista di un bel recupero dalla decima piazza di partenza, e Tuukka Taponen, sesto e quinto al via. Partiva quarto Keanu Al Azhari, ma non ha tenuto il passo ed ha terminato 12esimo.

Ha visto l'arrivo Nicola Lacorte, 18esimo da 14esimo in partenza, mentre Fabio Olivieri da 30esimo sullo schieramento ha prodotto una rimonta che lo ha visto classificato 22esimo dietro al compagno Sebastian Murray nel team Cram. Ritirato Federico Rifai, italiano di Dubai, che aveva svolto una qualifica notevole, nono. Tra le ragazze ha "vinto" Bianca Bustamante, 20esima. Emily De Heus ha concluso 25esima, Victoria Blokhina 28esima, Hamda Al Qubaisi 31esima mentre Lena Buhler è subito uscita di scena.

Venerdì 27 gennaio 2023, gara 1

1 - James Wharton - Mumbai Falcons - 11 giri 25'26"091
2 - Valerio Rinicella - MP Motorsport - 1"098
3 - Ugo Ugochukwu - Prema - 1"665
4 - Theophile Nael - Sainteloc - 3"023
5 - Arvid Lindblad - Hitech - 6"484
6 - Tuukka Taponen - Mumbai Falcons - 8"826
7 - Kenato Le - Hitech - 11"339
8 - Noah Stromsted - PHM - 11"944
9 - Valentin Kluss - PHM - 12"439
10 - Noah Lisle - Xcel - 13"577
11 - Muhammad Ibrahim - Mumbai Falcons - 14"934
12 - Keanu Al Azhari - Yas Heat Academy - 15"591
13 - William Macintyre - Hitech - 15"961
14 - Jesse Carrasquedo - R-Ace - 17"736
15 - James Piszcyk - Hitech - 18"136
16 - Jack Beeton - Pinnacle VAR - 25"201
17 - Hiyu Yamakoshi - Pinnacle VAR - 25"432
18 - Nicola Lacorte - Prema - 25"648
19 - Theodor Jensen - Sainteloc - 25"831
20 - Bianca Bustamante - Prema - 26"559
21 - Sebastian Murray - Cram - 27"793
22 - Flavio Olivieri - Cram - 28"489
23 - Jakob Bergmeister - PHM - 28"692
24 - Matteo Quintarelli - Yas Heat Academy - 33"707
25 - Emely De Heus - MP Motorsport - 35"715
26 - Kai Daryanani - Pinnacle VAR - 36"233
27 - Luciano Morano - Sainteloc - 37"590
28 - Victoria Blokhina - R2RACE - 37"740
29 - Raphael Narac - R-Ace - 42"231
30 - Akshay Bohra - PHM - 51"171
31 - Hamda Al Qubaisi - Yas Heat Academy - 55"351
32 - Federico Rifai - Xcel - 1'16"507

Ritirati
Zachary David
Aleksandr Bolduev
Dion Gowrda
Lena Buhler
Alexander Abkhazava
Georgy Zhuravskiy

Il campionato
1.Ugochukwu 80; 2.Lindblad 54; 3.Wharton 52; 4.Taponen 46; 5.Rinicella 44;.6.Badoer 28; 7.Nael 24; 8.Smal 22; 9.Kluss 16; 10.Carrasquedo 11; 11.Stromsted 10; 12..Le 6; 13.Piszcyk 4; 14.Gowda, Lisle 1.

27 Gen [9:33]

F4 UAE a Kuwait City - Qualifica 1-2
Le pole a Rinicella e Wharton

Massimo Costa

Pista nuova per tutti a Kuwait City, che offre un tracciato veramente interessante e probante, con le sue venti curve, per i piloti e per gli ingegneri dei vari team presenti. Valerio Rinicella di MP Motorsport, è subito entrato in sintonia con questo circuito e nel corso delle cinque sessioni di test disputate tra mercoledì e giovedì, ai quali va aggiunto il turno libero pre qualifica, il romano si è piazzato costantemente al vertice. Secondo nel primo test in 1'56"450, poi primo nel secondo in 1'55"261, secondo nel terzo in 1'55"118, primo nel quarto con 1'54"311 e terzo nell'ultima prova in 1'54"836. Stamane, nel turno libero, Rinicella ha concluso secondo in 1'54"035 a 151 millesimi da Ugo Ugochukwu.

E nella qualifica 1, il romano ha subito tracciato la linea da seguire staccando un inarrivabile, per gli altri, 1'54"135 che gli ha consentito di prendere il biglietto della pole. Dietro di lui si è avvicinato Ugochukwu, del team Prema, ma si è fermato a 1'54"242 mentre terzo ha terminato James Wharton, di Mumbai Falcons, con 1'54"380. Notevole il quarto posto di Keanu Al Azhari del team Yas Heat Academy, in difficoltà nel primo appuntamento di Dubai.

Quinta piazza per Tuukka Taponen di Mumbai Falcons e poi Kanato Le e Noah Lisle di Hitech e Xcel. In difficoltà Arvid Lindblad, vincitore di gara 3 a Dubai e secondo in campionato dietro a Ugochukwu. L'inglese è risultato decimo, ma la sensazione è che Hitech come PHM stia faticando più del previsto a differenza di Xcel che è entrata in top 10 con Lisle e Federico Rifai. Nicola Lacorte ha concluso 14esimo con Prema di poco davanti alla sorprendente Bianca Bustamante, ottima 15esima. Il team Cram ha faticato con Sebastian Murray 29esimo e Flavio Olivieri 30esimo.

Nella qualifica 2 è invece emerso Wharton, australiano in forza al Ferrari Driver Academy. In questo turno i tempi si sono abbassati sensibilmente tanto che la pole registrata è di 1'53"594. Ma Ugochukwu non è stato a guardare ed ha colto la seconda prestazione a 95 centesimi mentre Rinicella è rimasto in scia col terzo tempo anche se staccato di 250 millesimi dall'americano e di 345 millesimi dal poleman. Da quinto a quarto Taponen, bene Zachary David, quinto dopo la sfortuna della qualifica 1. Si confermano in top 10 Lisle, Al Azhari e Rifai. E' 21esimo Lacorte, Hamda Al Qubaisi è risultata la migliore tra le ragazze, 19esima, mentre Cram è 27esima con Murray e 29esima con Oliveri.

Venerdì 27 gennaio 2023, qualifica 1

1 - Valerio Rinicella - MP Motorsport - 1'54"135
2 - Ugo Ugochukwu - Prema - 1'54"242
3 - James Wharton - Mumbai Falcons - 1'54"380
4 - Keanu Al Azhari - Yas Heat Academy - 1'54"476
5 - Tuukka Taponen - Mumbai Falcons - 1'54"601
6 - Kanato Le - Hitech - 1'54"854
7 - Noah Lisle - Xcel - 1'54"919
8 - Theophile Nael - Sainteloc - 1'55"066
9 - Federico Rifai - Xcel - 1'55"050
10 - Arvid Lindblad - Hitech - 1'55"0691
11 - Jesse Carrasquedo - R-Ace - 1'55"086
12 - Noah Stromsted - PHM - 1'55"106
13 - Muhammad Ibrahim - Mumbai Falcons - 1'55"109
14 - Nicola Lacorte - Prema - 1'55"116
15 - Bianca Bustamante - Prema - 1'55"349
16 - Valentin Kluss - PHM - 1'55"450
17 - Raphael Narac - R-Ace - 1'55"487
18 - James Piszcyk - Hitech - 1'55£571
19 - Hamda Al Qubaisi - Yas Heat Academy - 1'55"578
20 - Lena Buhler - R2RACE - 1'55"582
21 - William Macintyre - Hitech - 1'55"63&
22 - Hiyo Yamakoshi - Pinnacle VAR - 1'55"644
23 - Dion Gowda - Rodin Carlin - 1'55"760
24 - Jakob Bergmeister - PHM - 1'55"899
25 - Aleksandr Bolduev - Xcel - 1'55"976
26 - Jack Beeton - Pinnacle VAR - 1'56"056
27 - Theodor Jensen - Sainteloc - 1'56"093
28 - Alexander Abkhazava - R-Ace - 1'56"171
29 - Sebastian Murray - Cram - 1'56"266
30 - Flavio Olivieri - Cram - 1'56"282
31 - Emely De Heus - MP Motorsport - 1'56"383
32 - Georgy Zhuravskiy - Xcel - 1'56"383
33 - Matteo Quintarelli - Yas Heat Academy - 1'56"462
34 - Kai Daranyani - Pinnacle VAR -. 1'56"737
35 - Akshay Bohra - PHM - 1'56"990
36 - Victoria Blokhina - R2RACE - 1'57"017
37 - Luciano Morano - Sainteloc - 1'57"448
38 - Zachary David - R-Ace - 2'06"149

Venerdì 27 gennaio 2023, qualifica 2

1 - James Wharton - Mumbai Falcons - 1'53"594
2 -- Ugo Ugochukwu - Prema - 1'53"689
3 - Valerio Rinicella - MP Motorsport - -1'53"939
4 - Tuukka Taponen - Mumbai Falcons - 1'54"064
5 - Zachary David - R-Ace - 1'54"358
6 - Jesse Carrasquedo - R-Ace - 1'54"371
7 - Noah Lisle - Xcel - 1'54"574
8 - Keanu Al Azhari - Yas Heat Academy - 1'54"645
9 - Federico Rifai - Xcel - 1'54"663
10 - Dion Gowda - Rodin Carlin - 1'54"666
11 - Theophile Nael - Sainteloc - 1'54"729
12 - HyuYamakoshi - Pinnacle VAR - 1'54"788
13 - Kanato Le - Hitech - 1'54"816
14 - Noah Stromsted - PHM - 1'54"822
15 - Arvid Lindblad - Hitech - 1'54"860
16 - Akshay Bohra - PHM - 1'54"867
17 - Valentin Kluss - PHM - 1'54"897
18 - William Macintyre - Hitech - 1'54"929
19 - Hamda Al Qubaisi - Yas Heat Academy - 1'54"952
20 - Muhammad Ibrahim - Mumbai Falcons - 1'54"991
21 - Nicola Lacorte - Prema - 1'55"150
22 - Alexander Abkhazava - R-Ace - 1'55"270
23 - Bianca Bustamante - Prema - 1'55"289
24 - Lena Buhler - R2RACE - 1'55"312
25 - Raphael Narac - R-Ace - 1'55"385
26 - James Piszcyk - Hitech - 1'55"399
27 - Sebastian Murray - Cram - 1'55"472
28 - Aleksandr Bolduev - Xcel - 1'55"504
29 - Flavio Olivieri - Cram - 1'55"697
30 - Matteo Quintarelli - Yas Heat Academy - 1'55"700
31 - Georgy Zhuravskiy - Xcel - 1'55"713
32 - Jakob Bergmeister - PHM - 1'55"864
33 - Theodor Jensen - Sainteloc - 1'55"922
34 - Emely De Heus - MP Motorsport - 1'55"958
35 - Jack Beeton - Pinnacle VAR - 1'56"544
36 - Victoria Blokhina - R2RACE - 1'56"651
37 - Luciano Morano - Sainteloc - 1'57"429
38 - Kai Daryanani - Pinnacle VAR - 1'57"840

Il campionato dopo Dubai
1.Ugochukwu 65; 2.Lindeblad 44; 3.Taponen 38; 4.Badoer 28; 5.Wharton 27; 6.Rinicella 26; 7.Smal 22; 8.Kluss 14; 9.Nael 12; 10.Carrasquedo 11; 11.Stromsted 6; 12.Piszcyk 4; 13.Gowda 1.































14 Gen [9:59]

F4 UAE a Dubai - Gara 3
Prima vittoria per Lindblad

Massimo Costa

Prima vittoria in F4 per Arvid Lindblad. Il 15enne inglese Junior Red Bull del team Hitech, che a Dubai ha ricevuto la visita di Lando Norris, si è imposto nella gara 3 che ha concluso il primo weekend della F4 UAE. Lindblad è scattato bene dalla pole conquistata nella Q2 ed ha tenuto sotto controllo Tuukka Taponen fino al traguardo, avvenuto in regime di safety-car per il doppio incidente di Federico Rifai e Aleksandr Bolduev in due differenti punti del tracciato. Il dominatore delle prime due corse di Dubai, Ugo Ugochukwu, ha concluso terzo davanti a James Wharton, autore di un bel doppio sorpasso su Jesse Carrasquedo e Valerio Rinicella.

Gran battaglia alle loro spalle, dopo un altro periodo di safety-car dovuto all'uscita di pista di Bianca Bustamante al 1° giro. Carrasquedo, Rinicella e Kirill Smal hanno lottato duramente finché il russo ha urtato il pilota italiano, e compagno di squadra in MP Motorsport, spedendolo in testacoda e in ultima posizione. Buon sesto Brando Badoer che completa così un ottimo fine settimana, 11esimo Nicola Lacorte (Prema) mentre il rookie Flavio Olivieri (Cram) è risultato 18esimo entrando per la prima volta in top 20.

Sabato 14 gennaio 2023, gara 3

1 - Arvid Lindblad - Hitech - 10 giri
2 - Tuukka Taponen - Mumbai Falcons - 0"221
3 - Ugo Ugochukwu - Prema - 0"564
4 - James Wharton - Mumbai Falcons - 0"973
5 - Jesse Carrasquedo - R-Ace - 1"328
6 - Brando Badoer - Piinnacle VAR - 1"833
7 - Theophile Nael - Sainteloc - 2"169
8 - James Piszcyk - Hitech - 2"930
9 - Kirill Smal - MP Motorsport - 3"508
10 - Zachary David - R-Ace - 4"093
11 - Nicola Lacorte - Prema - 5"326
12 - Hamda Al Qubaisi - Yas Heat Academy - 5"504
13 - William Macintyre - Hitech - 5"823
14 - Kanato Le - Hitech - 6"618
15 - Alexander Abkhazava - R-Ace - 7"384
16 - Muhammad Ibrahim - Mumbai Falcons - 7"949
17 - Noah Lisle - Xcel - 8"149
18 - Flavio Olivieri - Cram - 8"578
19 - Valentin Kluss - PHM - 8"749
20 - Dion Gowda - Carlin - 10"656
21 - Fernando Barrichello - Carlin - 12"780
22 - Akshay Bohra - PHM - 13"005
23 - Lena Buhler - R2RACE - 13"610
24 - Jakob Bergmeister - PHM - 14"116
25 - Victoria Blokhina - R2RACE - 14"672
26 - Sebastian Murray - Cram - 15"988
27 - Matteo Quintarelli - Yas Heat Academy - 16"514
28 - Kai Daryanani - Pinnacle VAR - 16"965
29 - Keanu Al Azhari - Yas Heat Academy - 17"395
30 - Noah Stromsted - PHM - 18"072
31 - Jack Beeton - Pinnacle VAR - 18"474
32 - Theodor Jensen - Sainteloc - 19"251
33 - Luciano Morano - Sainteloc - 20"061
34 - Georgy Zhuravskiy - Xcel - 20"538
35 - Valerio Rinicella - MP Motorsport - 21"121

Ritirati
Emely De Heus
Aleksandr Bolduev
Federico Rifai
Bianca Bustamante

14 Gen [7:18]

F4 UAE a Dubai - Gara 2
Ugochukwu segna la doppietta

Massimo Costa

Scattato perfettamente dalla seconda fila, terza piazzola, Ugo Ugochukwu si è rapidamente sbarazzato di Brando Badoer e Tuukka Taponen che partivano dalla prima linea andando a vincere la seconda gara della F4 UAE a Dubai. Si trattava di una prima fila inedita, dettata dai giri più veloci di gara 1, con il rookie finlandese del Mumbai Falcons e l'italiano figlio di arte del Pinnacle VAR davanti a tutti, ma non hanno sfruttato al meglio l'occasione. Soprattutto Badoer, subito scivolato sesto. Taponen invece, ha tenuto la seconda posizione, ma non è mai riuscito ad essere graffiante nei confronti di Ugochukwu che così ha regalato al team Prema il secondo successo dopo quello della prima corsa.

Terza piazza per Arvid Lindblad del team Hitech che nelle prime fasi ha superato Kirill Smal di MP prendendosi così il terzo gradino del podio. Badoer ha ingaggiato un lungo duello con Valerio Rinicella e alla fine l'ha spuntata facendo suo il quinto posto davanti al romano, in gara 1 secondo. Dietro a Rinicella di MP ha chiuso Noah Stromsted di PHM che ha avuto la meglio dopo una lunga battaglia con Zachary David (R-Ace) e Valentin Kluss (PHM) mentre la decima posizione è andata all'indiano Dion Gowda schierato da Carlin.

Buon 11esimo Federico Rifai, italiano di Dubai. Da 25esimo a 15esimo Nicola Lacorte (Prema) mentre Flavio Olivieri (Cram), che partiva 32esimo, era risalito fino al 23esimo posto salvo poi concludere 26esimo. Matteo Quintarelli, altro italiano dubaense, ha terminato 22esimo. Da segnalare una safety-car intervenuta per togliere la vettura dii Jakob Bergmeiister incidentata. Al viia invece, James Wharton, quarto in griglia, ha stallato. Da ultimo ha recuperato forte fino al 17esimo posto.

Sabato 14 gennaio 2023, gara 2

1 - Ugo Ugochukwu - Prema - 11 giri
2 - Tuukka Taponen - Mumbai Falcons  0"726
3 - Arvid Lindblad - Hitech - 5"064
4 - Kirill Smal - MP Motorsport - 5"617
5 - Brando Badoer - Pinnacle VAR - 6"628
6 - Valerio Rinicella - MP Motorsport - 6"981
7 - Noah Stromsted - PHM - 7"584
8 - Zachary David - R-Ace - 13"330
9 - Valentin Kluss - PHM - 14"427
10 - Dion Gowda - Carlin - 15"992
11 - Federico Rifai - Xcel - 16"215
12 - Noah Lisle - Xcel - 16"544
13 - Akshay Bohra - PHM - 16"544
14 - Muhammad Ibrahim - Mumbai Falcons - 16"743
15 - Nicola Lacorte - Prema - 17"215
16 - Kanato Le - Hitech - 17"419
17 - James Wharton - Mumbai Falcons - 18"077
18 - Jack Beeton - Pinnacle VAR - 18"205
19 - James Piszcyk - Hitech - 18"221
20 - Hamda Al Qubaisi - Yas Heat Academy - 18"222
21 - Kai Daryanani - Pinnacle VAR - 18"314
22 - Matteo Quintarelli - Yas Heat Academy - 18"504
23 - Keanu Al Azhari - Yas Heat Academy - 18"710
24 - Theodor Jensen - Sainteloc - 20"190
25 - Aleksandr Bolduev - Xcel - 20"529
26 - Flavio Olivieri - Cram - 21"663
27 - Alexander Abkhazava - R-Ace - 22"202
28 - Bianca Bustamante - Prema - 22"701
29 - Emely De Heus - MP Motorsport - 27"369
30 - Victoria Blokhina - R2RACE - 28"391
31 - Fernando Barrichello - Carlin - 29"287
32 - William Macintyre - Hitech - 29"759
33 - Georgy Zhuravskiy - Xcel - 31"775
34 - Lena Buhler - R2RACE - 38"786
35 - Sebastian Murray - Cram - 1 giro
36 - Luciano Morano - Sainteloc - 2 giri

Ritirati
Theophile Nael
Jakob Bergmeister
Jesse Carrasquedo

PrevPage 1 of 10Next

News

F4 Nel mondo
v

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone
gdlracinggdlhouse