formula 1

Shakedown Aston Martin AMR21,
la prima di Vettel nei nuovi colori

JacopO Rubino

Per la prima volta dal Gran Premio di Gran Bretagna 1960, oggi è scesa in pista ...

Leggi »
Mondiale Rally

Arctic Rally - Finale
Tanak vince, Rovanpera leader

Massimo Costa - XPB Images

Erano stati categorici prima del via dell'Arctic Rally, seconda...

Leggi »
PrevPage 1 of 10Next
3 Mar [13:05]

Intervista a Enzo Trulli
"Contento del titolo, ma
devo migliorare sul giro secco"

Mattia Tremolada

Enzo Trulli è stato la rivelazione della stagione 2021 della Formula 4 UAE, conquistando il titolo al termine di una lunga battaglia con il pilota olandese Dilano van’t Hoff. Un successo inatteso, data la poca esperienza del 15enne italiano, salito per la prima volta su una monoposto meno di tre mesi prima dell’inizio del campionato. Nelle venti gare disputate, però, Trulli ha mostrato grande maturità, riuscendo sempre a capitalizzare il miglior risultato possibile e commettendo pochi errori. Lo abbiamo raggiunto poco prima dell’inizio dei test della Formula 4 spagnola, serie che affronterà quest’anno con il team FA Racing by Drivex.

Enzo, ti saresti aspettato di vincere la prima corsa in monoposto della tua vita?

“Sinceramente no. Arrivati a Dubai siamo stati competitivi fin dai primi giorni di test collettivi, ma non eravamo i più veloci in pista. Nella prima gara scattavo dalla quinta casella, ma con un’ottima partenza mi sono portato subito in terza piazza dopo la prima curva, e in soli tre giri ho preso il comando. Non è stato affatto semplice gestire la prima posizione, anche a causa della safety car che è entrata pista. Per me è stato tutto nuovo, ma me la sono cavata bene, vincendo la corsa”.

Come ti sei trovato a gestire per la prima volta le varie fasi gara?

“Sono arrivato negli Emirati con pochi giorni di test alle spalle. La mia prima giornata in monoposto, infatti, è stata il 20 ottobre 2020. Non avevo tanta esperienza, ma ho capito alla svelta quali erano le cose migliori da fare e ad essere sincero mi sono trovato subito a mio agio in gara. Inoltre, essendo la mia prima corsa in assoluto sapevo di poter sbagliare, non avevo pressione sulle spalle. Abbiamo scelto di prendere parte a questo campionato proprio per accumulare esperienza in gara e qualche errore era preventivato”.

Di errori però ne sono arrivati pochi da parte tua, e hai dimostrato fin da subito grande maturità e freddezza.

“In fin dei conti sì. Van’t Hoff si è schierato al via del campionato sicuramente più preparato di me e con molti più chilometri di test sulle spalle. Questo a mio avviso è il motivo principale per cui è stato più rapido sul giro secco, firmando quasi tutte le pole position in palio. Sapevo però di essere molto più forte di lui in gara, e ho cercato di mettergli pressione. Ha funzionato perchè quando mi vedeva negli specchietti diventava incline all’errore e potevo approfittarne”.

Quando hai iniziato a pensare di poter vincere il campionato?

“Nelle prime gare della stagione, come detto, non avevamo aspettative. Ho solo pensato ad andare forte e a cercare di vincere gara per gara, racimolando più punti possibili. Dopo la mia vittoria nella prima corsa, van’t Hoff ha vinto due volte, prendendo il largo in classifica, tanto che a metà stagione aveva oltre 30 punti di vantaggio. Sono comunque riuscito a mantenere la concentrazione, pensando a portare a casa il miglior risultato possibile in ogni gara e lui ha fatto il resto, andando in difficoltà da solo e consentendomi di riavvicinarmi in classifica”.

Qual è il tuo bilancio di questo primo campionato?

“Sono molto contento delle mie prestazioni in gara. Ho ancora un grande margine di miglioramento e ne sono consapevole, voglio continuare a crescere. In particolare sento di aver margine sul giro secco, dove comunque già nel corso della stagione ho fatto dei buoni progressi. Al contrario, il mio punto di forza, che mi aiuta certamente in gara, è la costanza. Una volta trovato quello che al momento è il mio limite riesco a percorrere diversi giri sullo stesso tempo”.

Cosa ti aspetti dalla stagione europea?

“Il mio obiettivo principale deve essere quello di accumulare più esperienza possibile per migliorare in ottica futura. Spero di stare con costanza nei primi tre in gara e in campionato. Ho già provato su due circuiti su cui correremo quest’anno e a breve riprenderemo i test per imparare anche le altre piste della stagione. Nel frattempo continuo ad allenarmi a casa e al simulatore”.

Come ti sei trovato a lavorare con Cram e Drivex?

“Con Cram mi sono trovato subito molto bene. Il fatto che parlassimo tutti italiano mi ha certamente aiutato, compensando in qualche modo la mia mancanza di esperienza. Anche con Drivex abbiamo avuto un ottimo inizio, che ci ha portato a firmare per la stagione 2021”.

Qual è invece il tuo obiettivo a lungo termine?

“Sogno di diventare un pilota professionista. Il mio obiettivo è ovviamente arrivare in Formula 1, ma sono consapevole che non sarà affatto semplice”.

13 Feb [16:47]

Enzo Trulli dopo il titolo:
"Non avrei mai pensato di vincere subito"

Mattia Tremolada

"Sinceramente, il 20 ottobre 2020, quando per la prima volta ho guidato una monoposto, non avrei pensato fosse possibile vincere un campionato in così poco tempo". Enzo Trulli esordisce con queste parole subito dopo la conquista del titolo della Formula 4 UAE, avvenuta al termine di un fine settimana concitato, che ha visto arrivare al culmine la lotta tra il pilota italiano e l'olandese Dilano Van't Hoff. 

"È stato un finale estremamente intenso e ricco di colpi di scena - prosegue - Alla fine, con grande freddezza, l’ho spuntata per un punto, ma, tenuto conto della défaillance tecnica di ieri, vi assicuro che non è stato facile". Sì, perché dopo aver preso il comando del campionato grazie ad un bel secondo posto in gara 1, nel corso del giro di formazione della seconda corsa la sospensione anteriore sinistra della monoposto di Trulli ha ceduto, costringendolo al ritiro ancor prima del via. 

Nemmeno gara 3 è stata in discesa, con il pilota italiano che ha dovuto lanciarsi in una rimonta dall'ultima posizione dopo aver stallato al via, risalendo dall'undicesima alla quarta piazza, che non è stata sufficiente per mantenere la vetta della classifica. Trulli ha però sfruttato l'inversione della griglia di gara 4 per mantenere alle proprie spalle il rivale Van't Hoff, decidendo saggiamente di non prendere rischi nell'attaccare i piloti che lo precedevano, accontentandosi della terza posizione, più che sufficiente per aggiudicarsi il titolo. 

"La mia forza è stata crederci fino in fondo e limitare gli errori. Il risultato mi rende molto felice, perché questo è il mio primo campionato in monoposto. Correre nella Formula 4 UAE è stata un’esperienza fantastica che mi ha permesso di provare tanto e macinare chilometri, gareggiando contro avversari di altissimo livello che mi hanno spinto a trovare il limite e a migliorarmi giorno dopo giorno" conclude Trulli.

13 Feb [12:39]

F4 UAE a Dubai
Enzo Trulli e Cram campioni

Mattia Tremolada 

Per un solo punto Enzo Trulli è riuscito ad aggiudicarsi il titolo 2021 nella Formula 4 degli Emirati Arabi Uniti, succedendo nell'albo d'oro a Jonathan Aberdein, Charles Weerts e agli italiani Matteo Nannini e Francesco Pizzi. Figlio di Jarno, 256 Gran Premi disputati in F1 e vincitore del GP di Monaco nel 2004, Enzo compirà 16 anni il 15 aprile e dopo aver disputato il Supercorso Federale a Vallelunga in dicembre, ha deciso di prendere parte alla F4 UAE per prepararsi al meglio per la stagione nella F4 spagnola, dove difenderà i colori di FA Racing by Drivex. Ad accompagnare Trulli in questo suo primo campionato c'era invece Cram Motorsport, con i fratelli Rosei che hanno perfettamente assistito il figlio d'arte durante i cinque appuntamenti della serie, tornando a vincere un campionato in monoposto dal 2013, quando Alessio Rovera si impose in Formula Abarth.

Il cammino di Trulli verso il titolo è stato segnato dal duello con il pilota olandese Dilano Van't Hoff, schierato da Xcel Motorsport, squadra che aveva portato al successo Nannini e Pizzi. I due si ritroveranno nella F4 spagnola, dove Van't Hoff difenderà i colori dei campioni in carica MP Motorsport. All'olandese non è bastato far segnare 13 pole position su 15 disponibili. Spesso, infatti, si è dimostrato troppo incline all'errore, e sul suo percorso ha inciso duramente la squalifica di gara 4 a Yas Marina. Al contrario Trulli ha dimostrato di avere sangue freddo e grande maturità, correndo con intelligenza e scaltrezza, capitalizzando il miglior risultato possibile in ogni occasione, ma mostrando anche di sapere anche quando attaccare e prendersi rischi, assicurandosi quattro successi, uno in meno di Van't Hoff.

Alla vigilia dell'ultimo appuntamento l'olandese si è presentato con un punto di vantaggio nei confronti di Trulli, che già in gara 1 è riuscito a compiere il sorpasso. Con un'ottima partenza, infatti, il pilota italiano è balzato dalla quinta alla terza piazza, mentre Van’t Hoff è stato costretto a partire dall’ultima posizione in seguito alla squalifica di Yas Marina. A mischiare le carte ci ha pensato Hamda Al Qubaisi che ha prima scavalcato Kirill Smal e Trulli portandosi in seconda posizione, e ha poi attaccato il debuttante Vladislav Lomko. I due sono però arrivati al contatto, con la ragazza araba che è riuscita a vincere, venendo anche scagionata dalla direzione gara dopo un’investigazione, mentre Lomko è scivolato indietro. Trulli ha chiuso secondo, mentre Van't Hoff non è andato oltre l'ottava piazza.

Trulli non ha fatto nemmeno in tempo a festeggiare la leadership che subito è stato fermato dal cedimento della sospensione anteriore sinistra nel giro di formazione di gara 2. Evidentemente sotto pressione, Van’t Hoff dalla pole ha fatto falsa partenza, rimediando 5” di penalità. L'olandese è stato bravo a prendere il largo, mettendo oltre 7” tra sé e Lomko, ma la safety car entrata nel finale per rimuovere la vettura di Scionti ha azzerato il suo vantaggio, facendolo scivolare in settima piazza.

Van't Hoff è comunque riuscito a riprendersi la vetta della classifica in gara 3, grazie al secondo posto in volata alle spalle di Lomko, nuovamente vincitore, e al giro più veloce. Trulli è quarto dopo una spettacolare rimonta dalle retrovie, necessaria dopo aver stallato sulla griglia di partenza. Van't Hoff guida per un punto sull'italiano, mentre Smal, sesto, esce definitivamente dalla contesa. L'ultima corsa vede l'inversione della griglia e, forte della maggiore esperienza, Smal si riscatta firmando il quarto successo stagionale (il terzo in gara 4). Jonas Ried torna sul podio in seconda piazza, ma grazie al terzo posto Trulli scavalca Van't Hoff per una sola lunghezza ed è campione.

Venerdì 12 febbraio 2021, gara 1

1 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 10 giri - 21’42”080
2 - Enzo Trulli - Cram - 3”499
3 - Kirill Smal - Xcel - 6”746
4 - Tasanapol Intrhaphuvasak - Xcel - 11”954
5 - Enzo Scionti - Cram - 12”033
6 - Vlad Lomko - Mucke - 12”191
7 - Oleksandr Partyshev - Xcel - 16”468
8 - Dilano Van’t Hoff - Xcel - 24”379
9 - Jamie Day - Xcel - 25”722

Ritirati
Pepe Marti
Jonas Ried

Giro più veloce: Hamda Al Qubaisi in 2’01”267

Venerdì 12 febbraio 2021, gara 2

1 - Vlad Lomko - Mucke - 10 giri - 21’41”135
2 - Kirill Smal - Xcel - 0”411
3 - Jamie Day - Xcel - 0”752
4 - Pepe Marti - Xcel - 2”309
5 - Oleksandr Partyshev - Xcel - 2”901
6 - Tasanapol Intrhaphuvasak - Xcel - 3”442
7 - Dilano Van’t Hoff - Xcel - 3”577*
8 - Jonas Ried - Mucke - 3”756
9 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 4”310

Ritirato
Enzo Scionti

Non partito
Enzo Trulli

*5” di penalità

Giro più veloce: Dilano Van’t Hoff in 2’00”826

Sabato 13 febbraio 2021, gara 3

1 - Vlad Lomko - Mucke - 10 giri - 20'16"136
2 - Dilano Van’t Hoff - Xcel - 0”308
3 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 5”138
4 - Enzo Trulli - Cram - 5”773
5 - Jamie Day - Xcel - 9”153
6 - Kirill Smal - Xcel - 16”553
7 - Jonas Ried - Mucke - 16”838
8 - Oleksandr Partyshev - Xcel - 17”281
9 - Enzo Scionti - Cram - 17”604
10 - Tasanapol Intrhaphuvasak - Xcel - 17”999
11 - Pepe Marti - Xcel - 18”499

Giro più veloce: Dilano Van’t Hoff in 2’00”536

Sabato 13 gennaio 2021, gara 4

1 - Kirill Smal - Xcel - 9 giri - 20'16"945
2 - Jonas Ried - Mucke - 0"819
3 - Enzo Trulli - Cram - 1"373
4 - Dilano Van’t Hoff - Xcel - 1"687
5 - Tasanapol Intrhaphuvasak - Xcel - 6"743
6 - Vlad Lomko - Mucke - 10"431
7 - Jamie Day - Xcel - 11"930
8 - Oleksandr Partyshev - Xcel - 13"495
9 - Enzo Scionti - Cram - 37"157
10 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 1'39"934

Ritirato
Pepe Marti

Giro più veloce: Dilano Van't Hoff in 2'01"184

Il campionato
1.Trulli 319 punti; 2.Van't Hoff 318; 3.Smal 289; 4.Al Qubaisi 221; 5.Intrhaphuvasak 154; 6.Day 142; 7.Martí 135; 8.Braschi, Ried 77; 10.Patryshev 72.

6 Feb [20:12]

F4 UAE a Yas Marina
Trulli aggancia Van't Hoff

Mattia Tremolada

Sarà l’ultimo appuntamento della stagione 2021 della Formula 4 UAE, in programma sul circuito Grand Prix di Dubai il prossimo fine settimana, a decretare chi tra Dilano Van’t Hoff ed Enzo Trulli metterà le mani sul titolo. Il pilota olandese è rimasto clamorosamente a secco di vittorie, mancando anche per la prima volta una delle tre pole position in palio, andata ad Hamda Al Qubaisi, poi retrocessa sulla griglia in favore di Pepe Martì. Enzo Trulli ha invece infilato il quarto successo stagionale in gara 1, e alla fine del penultimo weekend di gara ha accorciato il proprio ritardo ad un solo punto di ritardo dalla vetta, approfittando della squalifica di Van’t Hoff da gara 4 a causa dell’impianto dei freni irregolare. Anche Kirill Smal, nonostante un fine settimana complicato, resta nella contesa al titolo, seppur staccato di 72 punti da Van’t Hoff.

Al via di gara 1, Trulli è protagonista di un ottimo scatto, che gli permette di risalire da quarto a secondo, portandosi subito nella scia di Van’t Hoff, seguito dalla Al Qubaisi e da Martì. Al terzo giro il pilota italiano rompe gli indugi, andando all’attacco dell’olandese e guadagnando la testa della corsa con una spettacolare staccata all’esterno. Alle loro spalle Martì si fa vedere a sua volta alle spalle della Al Qubaisi, che manca il punto di frenata colpendo violentemente Van’t Hoff. Per la portacolori di Prema arriva il ritiro, con il cedimento dell’anteriore destra, mentre l’olandese riesce a riprendere la via della corsa in sesta posizione.

Alla ripartenza, dopo il necessario regime di safety-car, Van’t Hoff recupera velocemente la quarta piazza, portandosi alle spalle di Trulli e Smal, che nel frattempo aveva passato Martì. Un contatto tra Jonas Ried e Oleksandr Partyshev costringe la direzione gara a richiamare nuovamente in azione la safety-car. Trulli non si fa distrarre e mantiene saldamente il comando anche alla seconda ripartenza, seguito da Smal, mentre Van’t Hoff e Martì combattono per il podio, con l’olandese che commette un errore fatale alla penultima curva, spalancando la porta al rivale.

Gara 2 scorre in maniera più regolare. Al via, Martì mantiene la testa della corsa davanti a Trulli, Van’t Hoff e la Al Qubaisi, retrocessa dalla prima alla quarta posizione in seguito all’incidente di gara 1. Il quartetto prende velocemente il largo sugli inseguitori, capeggiati da Kirill Smal. A sette minuti dal termine della corsa, Oleksandr Partyshev viene colpito nel posteriore ed è costretto al ritiro. La direzione gara è costretta a neutralizzare la gara con la safety-car, che pone fine alle ostilità, consegnando la prima vittoria in carriera a Martì.

La Al Qubaisi torna alla vittoria nella terza corsa. La portacolori di Prema beffa al via Van’t Hoff, che tenta di restituire il favore alla chicane. La Al Qubaisi taglia, prendendo un paio di secondi di vantaggio sul resto del gruppo. La direzione gara le infligge 10” di penalità, che non bastano a fermarla, in quanto taglia il traguardo con ben 10”802 di vantaggio nei confronti dell’olandese, che ha la meglio su Trulli.

L’inversione della griglia ha regalato una gara finale piuttosto movimentata. "Leit motiv" della corsa è la lotta tra Ried e Smal. Nelle convulse fasi di gara, entrambi tagliano la chicane e vengono penalizzati dai commissari con 5”. Nonostante Ried e Smal abbiano preso la bandiera a scacchi per primi, il successo è andato a Jamie Day, alla prima vittoria in carriera. Errore, il primo stagionale, per Trulli, che tradito dall’asfalto sporco, nel tentativo di difendersi da Van’t Hoff ha colpito Martì, costringendo al ritiro il pilota spagnolo. Come detto, Van’t Hoff a motori spenti è stato squalificato, ma Trulli è stato colpito da una penalità di tre posizioni sulla griglia della prossima gara per l’incidente con Martì. Da segnalare la riduzione del gruppo a 11 unità, data l’assenza di Nikita Bedrin, Francesco Braschi e Saud Al Saud.

Venerdì 5 febbraio 2021, gara 1

1 - Enzo Trulli - Cram - 11 giri
2 - Kirill Smal - Xcel - 2”212
3 - Pepe Marti - Xcel - 3”771
4 - Dilano Van’t Hoff - Xcel - 3”855
5 - Jamie Day - Xcel - 4”419
6 - Tasanapol Intrhaphuvasak - Xcel - 4”700
7 - Enzo Scionti - Cram - 7”819
8 - Jonas Ried - Mucke - 9”247
9 - Noam Abramczyk - Xcel - 11”304
10 - Oleksandr Partyshev - Xcel - 36”243

Ritirata
Hamda Al Qubaisi

Giro più veloce: Enzo Trulli in 1’58”177

Sabato 6 febbraio 2021, gara 2

1 - Pepe Marti - Xcel - 12 giri
2 - Enzo Trulli - Cram - 0”506
3 - Dilano Van’t Hoff - Xcel - 1”361
4 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 1”605
5 - Kirill Smal - Xcel - 1”993
6 - Noam Abramczyk - Xcel - 2”266
7 - Oleksandr Partyshev - Xcel - 2”677
8 - Jonas Ried - Mucke - 3”477
9 - Jamie Day - Xcel - 3”663
10 - Enzo Scionti - Cram - 3”914

Ritirato
Tasanapol Intrhaphuvasak

Giro più veloce: Enzo Trulli in 1’57”770

Sabato 6 febbraio 2021, gara 3

1 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 13 giri*
2 - Dilano Van’t Hoff - Xcel - 0”802
3 - Enzo Trulli - Cram - 1”243
4 - Pepe Marti - Xcel - 10”518
5 - Jamie Day - Xcel - 13”265
6 - Enzo Scionti - Cram - 13”510
7 - Jonas Ried - Mucke - 14”184
8 - Kirill Smal - Xcel - 18”051*
9 - Noam Abramczyk - Xcel - 18”407
10 - Tasanapol Intrhaphuvasak - Xcel - 23”197*
11 - Oleksandr Partyshev - Xcel - 37”064*

*10” di penalità
**5” di penalità

Giro più veloce: Dilano Van’t Hoff in 1’57”198

Sabato 30 gennaio 2021, gara 4

1 - Jamie Day - Xcel - 12 giri
2 - Tasanapol Intrhaphuvasak - Xcel - 1”273
3 - Jonas Ried - Mucke - 4”138*
4 - Kirill Smal - Xcel - 4”592*
5 - Enzo Trulli - Cram - 6”710
6 - Enzo Scionti - Cram - 8”548
7 - Noam Abramczyk - Xcel - 9”014
8 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 10”244*
9 - Oleksandr Partyshev - Xcel - 28”064

*5” di penalità

Ritirato
Pepe Marti

Squalificato
Dilano Van’t Hoff

Giro più veloce: Kirill Smal in 1’58”061

Il campionato
1.Van't Hoff 275 punti; 2.Trulli 274; 3.Smal 223; 4.Al Qubaisi 177; 5.Martí, Intrhaphuvasak 123; 7.Day 109; 8.Braschi 77; 7. 9.Bedrin 71; 10.Ried 53.‍

30 Gen [19:08]

F4 UAE a Dubai
Trulli avvicina Van't Hoff

Mattia Tremolada

È proseguita nel terzo appuntamento di Dubai, disputato sul circuito in configurazione International, la lotta per il titolo della Formula 4 UAE tra Dilano Van't Hoff (Xcel) ed Enzo Trulli (Cram), che grazie ad un successo e due secondi posti è riuscito a strappare al pilota olandese 8 punti in classifica, portandosi a 25 lunghezze dal battistrada quando il campionato è arrivato al giro di boa. Restano infatti soltanto due appuntamenti a Yas Marina (circuito Corkscrew) e di nuovo a Dubai, sulla configurazione Grand Prix che aveva aperto la stagione nel weekend della 24 ore.

A‍ncora imbattuto nelle qualifiche, Van't Hoff ha guidato gara 1 dalla pole alla bandiera a scacchi davanti a Trulli e Kirill Smal, cogliendo così la quinta vittoria in campionato. Un contatto tra Nikita Bedrin, comunque quinto al traguardo, e Hamda Al Qubaisi, ha costretto al ritiro la portacolori di Abu Dhabi Racing by Prema, ma ad avere la peggio è stato il pilota russo, che ha rotto il pollice, dovendo rinunciare alle tre corse di sabato.

In gara 2 è invece stato Pepe Martì a portarsi al comando nelle prime fasi, seguito da Trulli e dalla Al Qubaisi, mentre Van't Hoff è scivolato in quarta posizione davanti al rientrante Francesco Braschi e a Smal. Alla ripartenza dopo il regime di safety car, necessaria per portare in sicurezza la monoposto di Jamie Day, Trulli ha preso il comando, mentre dalla lotta alle sue spalle sono emersi Martì e Smal, con l'olandese di Xcel solo quinto alle spalle anche della Al Qubaisi.

L‍a terza corsa ha visto riproporsi la battaglia tra Trulli e Van't Hoff, con l'aggiunta di Smal. Il pilota di Cram ha preso il comando all'esterno della prima curva, con una manovra bella e coraggiosa. L'olandese ha tentato di rispondere, ma Trulli ha tenuto duro. Ad approfittarne è così stato Smal, che ha preso il comando involandosi verso la seconda vittoria della stagione e resistendo alla pressione dello stesso Trulli nel corso dell'ultimo giro, mentre Van't Hoff ha dovuto anche vedersela con la Al Qubaisi nel finale.

S‍mal si è ripetuto nella manche conclusiva, che prevedeva l'inversione dei primi otto classificati di gara 3. A scattare dalla prima fila sono così stati i due piloti di Mucke Jonas Ried e Braschi, con quest'ultimo che ha subito preso la testa. Il pilota italiano ha tenuto a bada a lungo Van't Hoff, ma a nove minuti dal termine ha commesso un errore, che ha spalancato la porta a Smal e all'olandese. Braschi è stato poi bravo a riportarsi in seconda piazza, scavalcando il leader della classifica, mentre Trulli ha chiuso quarto, seguito da Day e Ried, poi penalizzato di 10" per falsa partenza. Da segnalare lo stop di Matias Zagazeta, sostituito al team Xcel da Noam Abramczyk, pilota francese che correrà nella F4 spagnola con Drivex.

Venerdì 29 gennaio 2021, gara 1

1 - Dilano Van’t Hoff - Xcel - 11 giri
2 - Enzo Trulli - Cram - 1”221
3 - Kirill Smal - Xcel - 4”157
4 - Tasanapol Intrhaphuvasak - Xcel - 7”502
5 - Nikita Bedrin - Xcel - 7”691
6 - Pepe Marti - Xcel - 7”776
7 - Jamie Day - Xcel - 9”708
8 - Oleksandr Partyshev - Xcel - 12”033
9 - Enzo Scionti - Cram - 12”580
10 - Jonas Ried - Mucke - 12”678
11 - Francesco Braschi - Mucke - 14”199*
12 - Noam Abramczyk - Xcel - 14”815
13 - Saud Al Saud - 3Y Technology - 25”357

*5” di penalità

Ritirata
Hamda Al Qubaisi

Giro più veloce: Dilano Van’t Hoff in 1’39”615

Sabato 30 gennaio 2021, gara 2

1 - Enzo Trulli - Cram - 10 giri
2 - Pepe Marti - Xcel - 3”660
3 - Kirill Smal - Xcel - 5”760
4 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 6”349
5 - Dilano Van’t Hoff - Xcel - 6”634
6 - Francesco Braschi - Mucke - 7”636
7 - Tasanapol Intrhaphuvasak - Xcel - 7”708
8 - Oleksandr Partyshev - Xcel - 7”888
9 - Enzo Scionti - Cram - 9”226
10 - Jonas Ried - Mucke - 9”429
11 - Noam Abramczyk - Xcel - 9”589
12 - Saud Al Saud - 3Y Technology - 15”223

Ritirati
Jamie Day

Non partito
Nikita Bedrin

Giro più veloce: Enzo Trulli in 1’39”503

Sabato 30 gennaio 2021, gara 3

1 - Kirill Smal - Xcel - 12 giri
2 - Enzo Trulli - Cram - 0”449
3 - Dilano Van’t Hoff - Xcel - 2”201
4 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 2”377
5 - Pepe Marti - Xcel - 2”805
6 - Oleksandr Partyshev - Xcel - 9”209
7 - Francesco Braschi - Mucke - 9”746
8 - Jonas Ried - Mucke - 11”147
9 - Tasanapol Intrhaphuvasak - Xcel - 11”360
10 - Noam Abramczyk - Xcel - 12”923
11 - Jamie Day - Xcel - 13”466
12 - Enzo Scionti - Cram - 16”696*
13 - Saud Al Saud - 3Y Technology - 47”379

*5” di penalità

Non partito
Nikita Bedrin

Giro più veloce: Hamda Al Qubaisi in 1’39”626

Sabato 30 gennaio 2021, gara 4

1 - Kirill Smal - Xcel - 12 giri
2 - Francesco Braschi - Mucke - 3”057
3 - Dilano Van’t Hoff - Xcel - 4”966
4 - Enzo Trulli - Cram - 7”084
5 - Jamie Day - Xcel - 7”563
6 - Tasanapol Intrhaphuvasak - Xcel - 17”230
7 - Oleksandr Partyshev - Xcel - 17”706
8 - Pepe Marti - Xcel - 17”817
9 - Jonas Ried - Mucke - 18”043**
10 - Noam Abramczyk - Xcel - 18”220
11 - Enzo Scionti - Cram - 18”342
12 - Saud Al Saud - 3Y Technology - 30”376

**10” di penalità

Non partito
Hamda Al Qubaisi
Nikita Bedrin

Giro più veloce: Francesco Braschi in 1’40”031‍

Il campionato
1.Van't Hoff 229 punti; 2.Trulli 204; 3.Smal 178; 4.Al Qubaisi 136; 4.5.Intrhaphuvasak 96; 6.Braschi 77; 7.Martí 71; 8.Bedrin 71; 9.Day 62; 10.Partyshev 39.‍

23 Gen [18:00]

F4 UAE a Yas Marina
Seconda vittoria per Trulli e Cram

Mattia Tremolada

È proseguito anche ad Abu Dhabi il duello tra Dilano Van't Hoff ed Enzo Trulli nella Formula 4 UAE. Il pilota olandese si è confermato inarrestabile in qualifica, conquistando nuovamente tutte e tre le pole position in palio, e imponendosi poi in gara 2 e gara 3. Il portacolori di Xcel Motorsport, squadra campione in carica con Francesco Pizzi, ha ora 33 punti di vantaggio nei confronti del pilota italiano, capace di imporsi nuovamente nella corsa di apertura, come già successo a Dubai.

Al via della prima manche, infatti, il portacolori di Cram Motorsport è balzato al comando, beffando lo stesso Van't Hoff. Subito la corsa è stata neutralizzata dall'ingresso della safety-car, chiamata in azione a causa del contatto in curva 1 tra Saud Al Saud e Jonas Ried, in cui è rimasto coinvolto anche Enzo Scionti, costretto al ritiro come i due rivali. Una volta ripartita la corsa, Trulli ha mantenuto saldamente il comando davanti a Van't Hoff, mentre alle loro spalle c'è stata una grande battaglia che ha visto spuntare Pepe Martí, salito finalmente sul podio dopo il weekend da incubo di Dubai. Quarta posizione per Jamie Day, mentre Kirill Smal è stato penalizzato di 10" dai commissari di gara, cedendo la quinta piazza ad Hamda Al Qubaisi.

Gara 2 ha visto il pronto riscatto di Van't Hoff, capace di mantenere il comando davanti a Trulli, mentre la Al Qubaisi è tornata sul podio sulla pista di casa. Quarta posizione per Martì, che ha preceduto Smal. Proprio il pilota russo di Xcel è stato coinvolto in un contatto con il compagno Oleksandr Partyshev nel corso del terzo giro di gara 3. Smal ha impattato duramente contro le protezioni, costringendo la direzione gara a chiamare in azione la safety-car. La corsa non è più ripartita, proprio a causa dei danni riportati dalle barriere e Van't Hoff ha così potuto cogliere un facile successo nuovamente davanti a Trulli, mentre Nikita Bedrin ha conquistato il primo podio stagionale davanti al compagno di colori Matias Zagazeta.

Nell'ultima corsa del fine settimana, la Al Qubaisi e Smal si sono fatti strada tra i piloti meno esperti che partivano nelle prime file grazie all'inversione della griglia. La portacolori del team Prema ha così conquistato il quarto successo personale nella serie, che le mancava dall'ultima gara della passata stagione. Tasanapol Intrhaphuvasak ha chiuso terzo, precedendo i rimontanti Trulli e Van't Hoff, quarto e quinto sul traguardo.

Venerdì 22 gennaio 2021, gara 1

1 - Enzo Trulli - Cram - 8 giri - 21’23”015
2 - Dilano Van’t Hoff - Xcel - 1”307
3 - Pepe Marti - Xcel - 8”972
4 - Jamie Day - Xcel - 9”572
5 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 11”040
6 - Tasanapol Intrhaphuvasak - Xcel - 11”261
7 - Matias Zagazeta - Xcel - 11”572
8 - Nikita Bedrin - Xcel - 17”611
9 - Kirill Smal - Xcel - 20”600*
10 - Oleksandr Partyshev - Xcel - 1 giro

*10” di penalità

Giro più veloce: Dilano Van’t Hoff in 2’11”921

Ritirati
Saud Al Saud
Jonas Ried
Enzo Scionti

Venerdì 22 gennaio 2021, gara 2

1 - Dilano Van’t Hoff - Xcel - 10 giri - 22’10”108
2 - Enzo Trulli - Cram - 1”385
3 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 10”286
4 - Pepe Marti - Xcel - 12”250
5 - Kirill Smal - Xcel - 13”709
6 - Nikita Bedrin - Xcel - 17”144
7 - Tasanapol Intrhaphuvasak - Xcel - 17”760
8 - Oleksandr Partyshev - Xcel - 26”845
9 - Matias Zagazeta - Xcel - 27”759
10 - Jonas Ried - Mucke - 36”309*
11 - Enzo Scionti - Cram - 2 giri

*10” di penalità

Giro più veloce: Enzo Trulli in 2’11”932

Ritirati
Jamie Day
Saud Al Saud

Sabato 23 gennaio 2021, gara 3

1 - Dilano Van’t Hoff - Xcel - 8 giri - 22’13”505
2 - Enzo Trulli - Cram - 0”567
3 - Nikita Bedrin - Xcel - 1”096
4 - Matias Zagazeta - Xcel - 1”966
5 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 2”352
6 - Jamie Day - Xcel - 2”745
7 - Tasanapol Intrhaphuvasak - Xcel - 2”891
8 - Oleksandr Partyshev - Xcel - 3”435
9 - Jonas Ried - Mucke - 4”278
10 - Enzo Scionti - Cram - 4”689
11 - Pepe Marti - Xcel - 6”569*
12 - Saud Al Saud - 3Y Technology - 6”887

*5” di penalità

Giro più veloce: Dilano Van’t Hoff 2’12”060

Ritirato
Kirill Smal

Sabato 23 gennaio 2021, gara 4

1 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 8 giri
2 - Kirill Smal - Xcel - 1”510
3 - Tasanapol Intrhaphuvasak - Xcel - 5”323
4 - Enzo Trulli - Cram - 8”792
5 - Dilano Van’t Hoff - Xcel - 9”342
6 - Nikita Bedrin - Xcel - 15”681
7 - Oleksandr Partyshev - Xcel - 15”940
8 - Pepe Marti - Xcel - 16”131
9 - Jamie Day - Xcel - 16”260
10 - Jonas Ried - Mucke - 20”159
11 - Enzo Scionti - Cram - 20”742
12 - Matias Zagazeta - Xcel - 22”393
13 - Saud Al Saud - 3Y Technology - 1’04”850

Giro più veloce: Kirill Smal 2’12”444

Il campionato
1.Van't Hoff 163 punti; 2.Trulli 130; 3.Al Qubaisi 111; 4.Smal 98; 5.Intrhaphuvasak 68; 6.Bedrin 61; 7.Day 46; 8.Braschi 44; 6.9.Zagazeta 32; 10.Martí 31.‍

19 Gen [16:30]

Mercato in fermento nella F4 Spagnola
Campos entra in forze, Trulli con Drivex

Mattia Tremolada

Continua la crescita esponenziale della F4 spagnola, che nelle ultime settimane ha visto numerosi piloti aderire alla serie. Una delle novità più interessanti riguarda l'approdo del team di Adrian Campos, che ha rilevato parte del materiale di BhaiTech Racing e Prema. La squadra spagnola porta in dote grande prestigio, in quanto oltre ad avere un nome di un certo peso, è impegnata anche nel FIA Formula 3 e in Formula 2. Campos ha messo subito in chiaro le proprie intenzioni, ingaggiando tre piloti di spicco.

La punta di diamante sarà Sebastian Ogaard, in arrivo proprio da Bhaitech, con cui ha chiuso la serie italiana al ventesimo posto (un settimo il suo miglior risultato), ma è stato anche al via di due appuntamenti della F4 danese, imponendosi in tre corse su sei e chiudendo terzo. Occhi puntati anche su Pepe Martí, velocissimo nel round di Dubai della F4 UAE, prima che un brutto incidente condizionasse il suo weekend. Infine, il messicano Alex Garcia punta al salto di qualità dopo una stagione di apprendistato con GRS.

‍Sempre dalla F4 UAE arriveranno anche i due piloti Cram Motorsport, Enzo Trulli e Enzo Scionti. Entrambi si sono accasati da Drivex, con il figlio d'arte che curiosamente difenderà i colori di Fernando Alonso, ex compagno di squadra di papà Jarno in Renault. Per il team di Miguel Andre de Castro correranno anche Branden Lee Oxley e il francese Noam Abramczyk, che nel 2020 ha svolto una serie di test con la BVM di Giuseppe Mazzotti.

Formula de Campeones porterà nuovamente al via Quique Bordas, ottavo nel 2020 con un secondo posto ad Aragon, e il rookie Dani Macia. Tornerà nuovamente al via anche il pilota del Marocco Suleiman Zanfari, che dopo essersi messo in mostra lo scorso anno con GRS, facendo segnare una pole a Jerez, andrà all'assalto del titolo con MP Motorsport. Infine, anche Teo Martin ha deciso di sbarcare nella serie, tornando in un campionato per monoposto dopo aver abbandonato l'Euroformula Open a fine 2019. La squadra campione in carica nel GT Open ha annunciato il messicano Jorge Campos.

15 Gen [12:37]

F4 UAE a Dubai
Trulli e Cram aprono la stagione

Mattia Tremolada

Per il terzo anno consecutivo è stato un pilota italiano ad imporsi nella corsa inaugurale della Formula 4 UAE. Nel 2019 era toccato a Matteo Nannini, mentre nella passata stagione Francesco Pizzi aveva vinto addirittura le prime quattro gare ed entrambi si erano poi aggiudicati il titolo. Nel 2021 l’onore è spettato ad Enzo Trulli, schierato dall’inedito binomio composto da Cram Competition.

Scattato dalla quinta piazza, il figlio dell'ex F1 Jarno si è portato in terza posizione al via, approfittando dell’avvio a rilento del poleman Dilano Van’t Hoff. Dopo aver scavalcato Hamda Al Qubaisi, Trulli ha ereditato la vetta con l'incidente del leader Pepe Martí, finito violentemente contro il muro e costretto ad abbandonare in fretta la propria monoposto con un principio d’incendio. La corsa è stata neutralizzata con la bandiera rossa. Nonostante fosse solamente alla prima gara in monoposto, Trulli ha mantenuto il sangue freddo, gestendo alla perfezione la ripartenza. La safety-car entrata in azione a due giri dal termine per l’incidente di Saud Al Sud, che già in avvio si era girato, ha congelato le posizioni, fermando il rientro di Van’t Hoff, che ha così chiuso secondo alle spalle del pilota italiano.

L’olandese, che aveva dominato le qualifiche imponendosi in entrambi i turni con oltre mezzo secondo di vantaggio, si è poi riscattato in gara 2 e gara 3, vincendo entrambe le corse dalla prima casella della griglia e, grazie anche al quarto posto dell’ultima manche, guida il campionato con un considerevole margine di vantaggio su Kirill Smal. Il pilota russo del programma SMP era il grande favorito della vigilia dopo aver brillato nelle ultime gare della F4 Italia con Prema.

In qualifica Smal ha faticato, chiudendo le due sessioni rispettivamente nono e decimo, ma in gara è riuscito a mettere a frutto tutta la sua esperienza (nel 2020 ha partecipato alla F4 tedesca e a quattro appuntamenti della serie tricolore), risalendo il gruppo. In gara 1 ha chiuso quarto, mentre in gara 2 e gara 3 ha ripetuto lo stesso copione, prendendosi di forza il podio nel corso dell’ultimo passaggio ai danni rispettivamente di Al Qubaisi e di Francesco Braschi, imitato in entrambe le occasioni dal compagno di squadra Jamie Day, due volte quarto.

Anche Braschi, al via con il team Mucke, ha potuto festeggiare sul podio, chiudendo in piazza d’onore gara 2, in cui è stato l’unico in grado di tenere il ritmo di Van’t Hoff. Per il pilota italiano sono arrivati anche due quinti posti e un settimo. Sotto gli occhi di papà Khaled, impegnato nella 24 ore, è arrivato un doppio podio per la Al Qubaisi, terza in gara 1 e seconda in gara 3. La portacolori del team Abu Dhabi by Prema è ora quarta in classifica, distante poche lunghezze da Trulli, che, dopo il successo nella corsa di apertura, ha chiuso sesto e ottavo, stallando al via della terza manche. Scattato dalla prima casella per l’inversione della griglia nell’ultima corsa, il pilota di Cram ha mantenuto a lungo il comando, ma non ha potuto contenere la rimonta di Smal, che ha così firmato il primo successo nella serie.

Da segnalare i debutti di un tenace Nikita Bedrin, stella del karting internazionale, e di Jonas Ried, figlio di Christian, gentleman driver tedesco (vincitore di classe GTE AM alla 24 ore di Le Mans 2018), nonché proprietario di Proton Competition, squadra storicamente legata a Porsche nel FIA WEC, per cui ha anche corso Khaled Al Qubaisi. 

Fine settimana da incubo per Pepe Martí, pilota spagnolo che nel 2021 affiancherà Sebastian Ogaard e Alex Garcia nella F4 nazionale con il team Campos. Scattato dalla prima fila in gara 1, Martí ha comandato a lungo prima dell'uscita, che lo ha costretto a saltare gara 2. Gli uomini del team Xcel hanno infatti riparato la vettura a tempo record, ma non sono riusciti a reperire un cambio nuovo in tempo. Nel corso del primo giro di gara 3 Martí è finito in testacoda, ritirandosi immediatamente. Partito dal fondo nell’ultima corsa è stato costretto al ritiro verso metà gara per noie tecniche.

Giovedì 14 gennaio 2021, gara 1

1 - Enzo Trulli - Cram - 7 giri
2 - Dilano Van’t Hoff - Xcel - 1”483
3 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 1”817
4 - Kirill Smal - Xcel - 2”664
5 - Francesco Braschi - Mucke - 3”247
6 - Matias Zagazeta - Xcel - 4”132
7 - Tasanapol Intrhaphuvasak - Xcel - 5”048
8 - Nikita Bedrin - Xcel - 6”428
9 - Jonas Ried - Mucke - 7”695
10 - Oleksandr Partyshev - Xcel - 7”822
11 - Enzo Scionti - Cram - 9”315
12 - Jamie Day - Xcel - 19”035*

*10” di penalità

Giro più veloce: Enzo Trulli 2'01”448

Ritirati
Saud Al Saud
Pepe Marti

Giovedì 14 gennaio 2021, gara 2

1 - Dilano Van’t Hoff - Xcel - 10 giri
2 - Francesco Braschi - Mucke - 2”299
3 - Kirill Smal - Xcel - 9”327
4 - Jamie Day - Xcel - 9”641
5 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 10”276
6 - Enzo Trulli - Cram - 10”577
7 - Nikita Bedrin - Xcel - 17”655
8 - Tasanapol Intrhaphuvasak - Xcel - 17”721
9 - Jonas Ried - Mucke - 23”732
10 - Enzo Scionti - Cram - 24”970
11 - Matias Zagazeta - Xcel - 29”359*
12 - Oleksandr Partyshev - Xcel - 46”021

*5” di penalità

Giro più veloce: Dilano Van’t Hoff 2'01”192

Ritirato
Saud Al Saud

Non partito
Pepe Marti

Venerdì 15 gennaio 2021, gara 3

1 - Dilano Van’t Hoff - Xcel - 9 giri
2 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 0”813
3 - Kirill Smal - Xcel - 6"670
4 - Jamie Day - Xcel - 7"476
5 - Francesco Braschi - Mucke - 7"524
6 - Tasanapol Intrhaphuvasak - Xcel - 8"057
7 - Nikita Bedrin - Xcel - 8"228
8 - Enzo Trulli - Cram - 12"653
9 - Matias Zagazeta - Xcel - 14"505
10 - Oleksandr Partyshev - Xcel - 19"722
11 - Saud Al Saud - 3Y Technology - 42"156
12 - Jonas Ried - Mucke - 1'49"772

Ritirati
Enzo Scionti
Pepe Marti

Venerdì 15 gennaio 2021, gara 4

1 - Kirill Smal - Xcel - 9 giri
2 - Enzo Trulli - Cram - 2”272
3 - Tasanapol Intrhaphuvasak - Xcel - 4"020
4 - Dilano Van’t Hoff - Xcel - 5"063
5 - Nikita Bedrin - Xcel - 6"158
6 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 7"497
7 - Francesco Braschi - Mucke - 8"518
8 - Jonas Ried - Mucke - 13"055
9 - Matias Zagazeta - Xcel - 13"353
10 - Saud Al Saud - 3Y Technology - 20"669
11 - Enzo Scionti - Cram - 24"235
12 - Jamie Day - Xcel - 2 giri

Ritirati
Pepe Marti
Oleksandr Partyshev

Il campionato
1.Van't Hoff 83 punti; 2.Smal 67; 3.Trulli 56; 4.Al Qubaisi 51; 5.Braschi 44; 6.Intrhaphuvasak 33; 7.Bedrin 26; 8.Day 24; 9.Zagazeta 12; 10.Ried 8.

PrevPage 1 of 10Next

News

F4 Nel mondo
v

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone