F4 Nel mondo

F4 UAE ad Abu Dhabi
Antonelli e Prema un passo avanti

Andrea Kimi Antonelli e la Prema sono partiti alla grande nella F4 UAE, primo campionato che si disputa con la nuova vettura ...

Leggi »
Rally

Rally di Montecarlo – Finale
Loeb apre l’era ibrida, sfortunato Ogier

In quel di Monaco la Marsigliese è risuonata per Sebastien Loeb e Isabelle Galmiche. È stato il nove volte iridato WRC a conq...

Leggi »
Regional Asia

Yas Marina - Gara 3
Vittoria con brivido per Minì, paura al via

Primo successo stagionale con brivido per Gabriele Minì. Al via della terza e ultima corsa del primo appuntamento della Formu...

Leggi »
IMSA

Daytona - Prequalifica
Vautier prende la mini-pole

Marco Cortesi - IMSA PhotoColpaccio del team JDC Miller e di Tristan Vautier nella qualifica per la gara di qualifica che att...

Leggi »
Regional Asia

Yas Marina - Gara 2
Bortoleto apre la doppietta 3Y R-Ace

La seconda corsa di Yas Marina della Formula Regional Asia 2022 è stata decisamente movimentata, ma non per Gabriel Bortoleto...

Leggi »
Rally

Rally di Montecarlo – 3° giorno finale
Ogier 1°, giornata nera per Hyundai

Michele Montesano Il Rally di Montecarlo sta andando sempre più nelle mani di Sebastien Ogier. Dopo aver subito la rimonta ...

Leggi »
PrevPage 1 of 10Next
23 Gen [14:58]

F4 UAE ad Abu Dhabi
Antonelli e Prema un passo avanti

Jacopo Rubino

Andrea Kimi Antonelli e la Prema sono partiti alla grande nella F4 UAE, primo campionato che si disputa con la nuova vettura Tatuus dopo l’evento "antipasto" a contorno del Gran Premio di Abu Dhabi di Formula 1. E sempre sul circuito di Yas Marina è partita la stagione 2022, con il pilota junior Mercedes che ha centrato due vittorie, un terzo e un secondo posto, da sostituto di Rafael Camara che alla vigilia è risultato positivo al COVID-19. Quanto a successi poteva essere tris, ma Antonelli al termine di gara 3 è stato penalizzato per aver oltrepassato la linea di uscita dalla pit-lane, destino peraltro condiviso con tanti colleghi. In ogni caso, è apparso evidente l’enorme potenziale velocistico del giovane bolognese, abbinato a una buona dose di lucidità anche nei momenti più caldi.

Antonelli si è imposto in gara 1 una volata adrenalinica sotto i riflettori, dopo la "noia" dei 17 minuti di safety-car per l'incidente causato in avvio da Jamie Day, che ha messo fuori gioco il figlio d'arte Brando Badoer e Suleiman Zanfari. Antonelli ha battuto al fotofinish i compagni Aiden Neate e James Wharton, rispettivamente, di 3 e 108 millesimi: incredibilmente, nessuno di loro (anzi, tutti i primi 10) credeva di aver preso la bandiera a scacchi, tanto da continuare a battagliare per un altro giro, con una pioggia di sanzioni sulla griglia di gara 2.

Nella seconda corsa, scattato quinto, Antonelli si è fiondato subito alle spalle di Oliver Gray (Hitech), superato al giro 3 per poi controllare la situazione fino all’arrivo. Gray ha perso anche la piazza d'onore su Neate, accontentandosi del gradino più basso del podio, precedendo Tasanapol Inthraphuvasak. A pieno regime dopo due fasi di safety-car, gara 3 ha visto la Prema mostrare davvero i muscoli, cullando quasi il poker: Antonelli poleman e primo al traguardo davanti a Neate, Charlie Wurz quarto, senza dimenticare che Wharton avrebbe potuto terminare secondo ma è stato fermato in extremis da un problema tecnico. Poi, la penalità a motori spenti ha visto Antonelli retrocedere terzo e Inthraphuvasak, alfiere MP Motorsport, ereditare la vittoria: decisivo il sorpasso che il thailandese, lo scorso anno in British F4 e autore della pole in Q1 (vanificata stallando al via), aveva compiuto ai danni di Wurz.



Taylor Barnard, nel 2021 in ADAC F4, in gara 4 ha celebrato il primo trionfo della carriera in monoposto con il team PHR: grazie alla griglia invertita il britannico partiva quinto, ma a dare spettacolo è stato ancora Antonelli che da dodicesimo è giunto alle sue spalle, completando l’opera con uno splendido doppio attacco a tre minuti dal termine su Day e Inthraphuvasak. Peccato per Neate, che ha avuto un guaio tecnico, bene Wharton che ha rimontato dal fondo per entrare in top 10, nono.

Antonelli comanda adesso la graduatoria con 85 punti, contro i 50 di Inthraphuvasak, ma sulla carta non dovrebbe ambire al titolo: senza il forfait di Camara, sarebbe entrato infatti in azione solo dal terzo round. Da capire se il brasiliano possa tornare in azione già per la tappa del prossimo fine settimana a Dubai. Intanto, appare davvero notevole lo schieramento di questa edizione della Formula 4 degli Emirati Arabi, che nelle stagioni passate aveva sempre contato su numeri limitati: la voglia di fare esperienza con la Tatuus Gen2, risolte le difficoltà logistiche di dicembre, ha attirato 27 piloti e varie squadre europee, in preparazione alle serie nazionali del Vecchio Continente; per quanto riguarda l'Italia, al di là della Prema, sfortunato l'avvio di Badoer, mentre la Cram collabora con Hitech per le auto guidate da Ricardo Escotto e Anshul Gandhi.

Venerdì 21 gennaio 2022, gara 1

1 - Andrea Kimi Antonelli - Prema - 10 giri 25'38"851
2 - Aiden Neate - Abu Dhabi by Prema - 0"003
3 - James Wharton - Abu Dhabi by Prema - 0"108
4 - Alex Dunne - Hitech - 0"593
5 - Rik Koen - MP Motorsport - 2"168
6 - Nikita Bedrin - PHM - 2"940
7 - Martinius Stenshorne - 3Y by R-Ace - 3"404
8 - Charlie Wurz - Prema - 3"937
9 - Vladislav Ryabov - GRS - 5"243
10 - Sohil Shah - Mumbai Falcons - 5"809
11 - Ollie Gray - Hitech - 6"607
12 - Taylor Barnard - PHM - 8"111
13 - Ricardo Escotto - Cram Hitech - 8"124
14 - Tasanapol Inthraphuvasak - MP Motorsport - 8"924
15 - Nikhil Bohra - 3Y by R-Ace - 9"562
16 - Jonas Ried - PHM - 13"176
17 - Ivan Domingues - Xcel - 13"324
18 - Michael Shin - JHR - 15"430
19 - Jules Castro - Pinnacle - 17"209
20 - Nandhavud Bhirombhakdi - Xcel - 23"387
21 - Victoria Blokhina - 3Y by R-Ace - 23"818
22 - Anshul Gandhi - Cram Hitech - 28"100
23 - Ismail Akhmedkhodjaev - Xcel - 28"704
24 - Miron Pingasov - MP Motorsport - 39"800

Giro più veloce: Tasanapol Inthraphuvasak 1'55"624

Ritirati
1° giro - Jamie Day
1° giro - Brando Badoer
1° giro - Suleiman Zanfari

Sabato 22 gennaio 2022, gara 2

1 - Andrea Kimi Antonelli - Prema - 12 giri 23'14"795
2 - Aiden Neate - Abu Dhabi by Prema - 0"110
3 - Ollie Gray - Hitech - 7"128
4 - Tasanapol Inthraphuvasak - MP Motorsport - 8"704
5 - James Wharton - Abu Dhabi by Prema - 8"787
6 - Nikita Bedrin - PHM - 10"540
7 - Charlie Wurz - Prema - 13"420
8 - Taylor Barnard - PHM - 17"064
9 - Alex Dunne - Hitech - 17"814
10 - Sohil Shah - Mumbai Falcons - 20"168
11 - Rik Koen - MP Motorsport - 22"651
12 - Ivan Domingues - Xcel - 26"273
13 - Jonas Ried - PHM - 27"999
14 - Suleiman Zanfari - MP Motorsport - 28"662
15 - Jamie Day - Xcel - 29"046
16 - Ricardo Escotto - Cram Hitech - 32"664
17 - Anshul Gandhi - Cram Hitech - 44"185
18 - Michael Shin - JHR - 45"418
19 - Victoria Blokhina - 3Y by R-Ace - 48"159
20 - Miron Pingasov - MP Motorsport - 51"457
21 - Ismail Akhmedkhodjaev - Xcel - 54"992
22 - Nandhavud Bhirombhakdi - Xcel - 57"861
23 - Brando Badoer - AKM - 1 giro
24 - Vladislav Ryabov - GRS - 1 giro

Giro più veloce: Andrea Kimi Antonelli 1'54"671

Ritirati
11° giro - Nikhil Bohra
7° giro - Jules Castro
2° giro - Martinius Stenshorne

Sabato 22 gennaio 2022, gara 3

1 - Tasanapol Inthraphuvasak - MP Motorsport - 12 giri 26'35"315
2 - Charlie Wurz - Prema - 0"242
3 - Andrea Kimi Antonelli - Prema - 1"518
4 - Aiden Neate - Abu Dhabi by Prema - 2"367
5 - Vladislav Ryabov - GRS - 3"956
6 - Taylor Barnard - PHM - 4"758
7 - Jamie Day - Xcel - 5"836
8 - Rik Koen - MP Motorsport - 8"586
9 - Miron Pingasov - MP Motorsport - 8"754
10 - Suleiman Zanfari - MP Motorsport - 11"885
11 - Ollie Gray - Hitech - 12"194
12 - Ivan Domingues - Xcel - 12"926
13 - Jules Castro - Pinnacle - 16"348
14 - Ricardo Escotto - Cram Hitech - 17"206
15 - Sohil Shah - Mumbai Falcons - 17"464
16 - Jonas Ried - PHM - 19"864
17 - Brando Badoer - AKM - 20"451
18 - Anshul Gandhi - Cram Hitech - 24"309
19 - Ismail Akhmedkhodjaev - Xcel - 25"599
20 - Michael Shin - JHR - 26"692
21 - Nandhavud Bhirombhakdi - Xcel - 29"349
22 - Victoria Blokhina - 3Y by R-Ace - 37"486
23 - Alex Dunne - Hitech - 1'00"967
24 - James Wharton - Abu Dhabi by Prema - 1'03"173

Giro più veloce: James Wharton 1'55"162

Ritirati
7° giro - Martinius Stenshorne
5° giro - Nikhil Bohra
1° giro - Nikita Bedrin


Domenica 23 gennaio 2022, gara 4

1 - Taylor Barnard - PHM - 13 giri 25'19"803
2 - Andrea Kimi Antonelli - Prema - 4"587
3 - Jamie Day - Xcel - 7"149
4 - Tasanapol Inthraphuvasak - MP Motorsport - 7"813
5 - Miron Pingasov - MP Motorsport - 9"601
6 - Charlie Wurz - Prema - 10"341
7 - Rik Koen - MP - 16"501
8 - Ollie Gray - Hitech - 17"474
9 - James Wharton - Abu Dhabi by Prema - 17"861
10 - Alex Dunne - Hitech - 17"925
11 - Ivan Domingues - Xcel - 24"714
12 - Suleiman Zanfari - MP - 27"927
13 - Martinius Stenshorne - 3Y by R-Ace - 29"555
14 - Michael Shin - JHR - 33"257
15 - Nikhil Bohra - 3Y by R-Ace - 33"424
16 - Ricardo Escotto - Cram Hitech - 33"828
17 - Nandhavud Bhirombhakdi - Xcel - 35"863
18 - Anshul Gandhi - Cram Hitech - 36"296
19 - Jonas Ried - PHM - 37"350
20 - Ismail Akhmedkhodjaev - Xcel - 45"004
21 - Victoria Blokhina - 3Y by R-Ace - 49"733
22 - Jules Castro - Pinnacle - 1'05"919
23 - Brando Badoer - AKM - 1'19"562

Giro più veloce: Andrea Kimi Antonelli 1'55"629

Ritirati
12° giro - Sohil Shah
9° giro - Vladislav Ryabov
9° giro - Aiden Neate

Non partito
Nikita Bedrin

Il campionato
1.Antonelli 85 punti; 2.Inthraphuvasak 50; 3.Neate 48; 4.Barnard 37; 5.Wurz 36 6.Wharton 28; 7.Day 21; 8.Koen 20; 9.Gray 19; 10.Bedrin 16

2 Gen [15:30]

Posticipato l’inizio
di campionato della F4 UAE

Mattia Tremolada

È stato posticipato di una settimana l’inizio della stagione 2022 della Formula 4 UAE, il primo campionato ad utilizzare le monoposto di Formula 4 di seconda generazione. La serie patrocinata dall’EMSO, la federazione automobilistica locale di cui il neo-presidente della FIA Mohammed Bin Sulayem è a capo dal 2005, aveva già tenuto il battesimo della Tatuus T-421 con una gara extra-campionato a contorno del Gran Premio di Formula 1 di Abu Dhabi.

L’evento inaugurale della stagione 2022 avrebbe dovuto essere il fine settimana del 16 gennaio a supporto della 24 ore di Dubai, ma è stata posticipata al weekend successivo. La causa è imputabile al nuovo decreto del governo degli Emirati Arabi che ha reso la settimana lavorativa di quattro giorni e mezzo per il 2022, spostando il fine settimana a sabato e domenica, rendendo il venerdì (giorno sacro dei musulmani) una mezza giornata di lavoro che termina a mezzogiorno. Il format adottato fino al 2021, che prevedeva i test collettivi al giovedì e qualifiche e gare venerdì e sabato non è quindi più applicabile.

Il calendario 2022 della F4 UAE è ora perfettamente allineato con quello della Formula Regional Asia. Si partirà da Yas Marina nel fine settimana del 23 gennaio, per poi spostarsi a Dubai, teatro di ben tre appuntamenti consecutivi. Infine, Yas Marina ospiterà anche il finale di stagione delle due serie, che avranno il proprio epilogo il 20 febbraio.

Il calendario 2022

23 gennaio - Yas Marina
30 gennaio - Dubai
6 febbraio - Dubai
13 febbraio - Dubai
20 febbraio - Yas Marina

1 Gen [19:12]

Dalle ceneri di Mucke
nasce il PHM Racing

Mattia Tremolada

“Cosa dovrei dire ai piloti dopo la Formula 4? A meno che non siano milionari non possono permettersi di correre in Formula 3”. Così Peter Mucke ha commentato ai microfoni di Formula Scout l’uscita del team che porta il suo nome dal mondo delle monoposto. Un impegno che era andato via via diminuendo nelle ultime stagioni, con la sola partecipazione alla Formula 4 Italia nel 2021 dopo tanti anni al vertice della F3 Euroseries, F.BMW e più recentemente della F4. A partire dalla prossima stagione, il team di Berlino si concentrerà sulle ruote coperte, con l’impegno in DTM che sarà affiancato dalla presenza nel DTM Trophy, “una scelta logica, dal momento che il 90% dei piloti finiscono a correre in GT dopo poche stagioni in formula”.

L’ex personale di Mucke continuerà comunque a lavorare in Formula 4, essendo confluito nel team PHM Racing, guidato da Paul Muller. Sul proprio sito la squadra si definisce “l’unico team no-profit sulla griglia, investendo il 100% dei guadagni in materiali e sviluppo”, e ha già preso parte ai test di Dubai della Formula 4 UAE con tre monoposto, affidate a Taylor Barnard, Jonas Ried e Nikita Bedrin.

Proprio Barnard, al via dell’ADAC F4 2021 con BWR e in tre appuntamenti della F4 Italia 2020 con AKM, è il primo pilota annunciato dalla squadra per prendere parte alla stagione della serie degli Emirati Arabi, ma pare certa anche la presenza di Ried, già schierato da Mucke nel 2021, e di Bedrin, campione rookie dei campionati italiano e tedesco.

Dopo aver comunicato l’accordo con Martinius Stenshorne, 3Y R-Ace GP ha annunciato altri due piloti con cui prenderà parte alla F4 UAE. Si tratta di Nikhil Bohra, sceso in pista in diversi test con AKM nel 2021 prima di debuttare con R-Ace nell’ultimo appuntamento dell’ADAC F4, e di Victoria Blokhina, finalista del FIA Girls on Track e vista in azione con Mucke e Cram sulle piste tricolori.

28 Dic [10:46]

F4 francese verso l'anno prossimo:
22 piloti al via con la nuova Mygale

Jacopo Rubino

Promette una griglia più estesa l'edizione 2022 della Formula 4 francese, che passerà alle vetture di nuova generazione ma resterà anche l'unica, in Europa, a utilizzare i telai Mygale dopo il passaggio della British F4 al pacchetto Tatuus. La FFSA, la federazione transalpina, ha già comunicato 22 iscritti al prossimo anno, tra cui il vicecampine in carica Hugh Barter. L'australiano guiderà il gruppo dei cavalli di ritorno insieme ad Alessandro Giusti, Dario Cabanelas, Enzo Geraci, Pierre-Alexandre Provost e Gael Julien.

Si rivedranno fra gli altri anche Enzo Peugeot e il figlio d'arte Pablo Sarrazin, che avevano compiuto apparizioni una tantum nella scorsa stagione, mentre fra le novità assolute spicca probabilmente il belga Lorens Lecuerta, nome in evidenza nel karting internazionale. Sono ben 12 i piloti di provenienza straniera confermati: da Pol Lopez della vicina Andorra ai sudamericani Jeronimo Berrio e Ecuadorian Mateo Villagomez, fino ai giapponesi Yuto Nomura e Souta Arao legati all'accademia del circuito di Suzuka, e quindi in orbita Honda; è la replica dell'iniziativa che nel 2020 ha visto al via Ayumu Iwasa e Ren Sato, che hanno chiuso ai primi due posti della classifica generale.

A livello tecnico, dicevamo, verrà introdotta l'inedita Mygale M21-F4, che si caratterizza per i maggiori standard di sicurezza tra cui la presenza dell'Halo. In parallelo, aumentano però anche le prestazioni, con tempi sul giro che dovrebbero calare di 1 o 2", a seconda delle piste. Il propulsore rimane quello di origine Renault da 1.3 litri, turbo e preparato da Oreca, con potenza salita a 180 cavalli.

Sono sette gli appuntamenti in calendario, con il tradizionale inizio a Nogaro nel weekend di Pasqua (16-18 aprile). Due le trasferte oltreconfine, a Spa-Francorchamps (28-30 luglio) e a Valencia (16-18 settembre), che rimpiazza idealmente Monza dove la F4 francese era tornata nel 2021. A proposito di ritorni, a maggio si correrà di nuovo sul tracciato cittadino di Pau, a supporto di WTCR ed Euroformula Open.

Il calendario 2022 della F4 francese

18 aprile - Nogaro
8 maggio - Pau
15 maggio - Magny-Cours
30 luglio - Spa-Francorchamps
11 settembre - Ledenon
18 settembre - Valencia
16 ottobre - Le Castellet

17 Dic [17:39]

F4 UAE, test a Dubai
Ancora tris Prema, bene Rinicella

Mattia Tremolada

Seconda giornata di test collettivi a Dubai, dove sono scese in pista 19 monoposto per 18 piloti, in quanto, come ieri, Luke Browning ha guidato entrambe le vetture del team Hitech. Il campione della F4 britannica 2020 ha abbassato i tempi turno dopo turno, chiudendo terzo nella sessione finale, che è però stata la più lenta della giornata. Come giovedì, infatti, i migliori riferimenti sono stati fatti segnare nel primo turno del mattino, con i tempi che sono poi andati a salire con l’innalzarsi delle temperature.

Ancora una volta al comando si sono portate le tre monoposto di Prema, con Andrea Kimi Antonelli che ha ritoccato l’1’21”609 di giovedì in 1’21”598. Charlie Wurz continua a seguirlo come un’ombra, chiudendo a meno di un decimo di ritardo, mentre anche Conrad Laursen ha avvicinato i due compagni di squadra. Alle loro spalle troviamo le due vetture di MP di Rik Koen e Richard Verschoor, che hanno fatto segnare lo stesso riferimento al millesimo.

La squadra olandese è parsa in gran palla nel turno centrale, con Verschoor che ha preceduto un ottimo Valerio Rinicella e lo stesso Koen. Per il 14enne laziale un’altra giornata positiva, in cui ha abbassato il proprio riferimento di ieri di ben otto decimi, chiudendo a meno di mezzo secondo da Antonelli. Passi in avanti anche per Nikita Bedrin, ottavo con il nuovo team PHM Racing, che prende il posto di Mucke.

Venerdì 17 dicembre 2021, classifica combinata

1 - Andrea Kimi Antonelli - Abu Dhabi by Prema - 1’21”598 - 69 giri
2 - Charlie Wurz - Abu Dhabi by Prema - 1’21”659 - 76
3 - Conrad Laursen - Abu Dhabi by Prema - 1’21”719 - 75
4 - Rik Koen - MP Motorsport - 1’21”772 - 67
5 - Richard Verschoor - MP Motorsport - 1’21”772 - 65
6 - Aidan Neate - Abu Dhabi by Prema - 1’21”788 - 76
7 - Valerio Rinicella - MP Motorsport - 1’21”962 - 74
8 - Nikita Bedrin - PHM - 1’22”377 - 66
9 - Luke Browning - Hitech - 1’22”396 - 81
10 - Jamie Day - Xcel - 1’22”417 - 79
11 - Miron Pingasov - MP Motorsport - 1’22”500 - 67
12 - Ricardo Escotto - Cram - 1’22”851 - 71
13 - Taylor Barnard - PHM - 1’22”887 - 78
14 - Jonas Ried - PHM - 1’23”248 - 71
15 - Nandhavud Bhirombhakdi - Xcel - 1’23”564 - 80
16 - Victoria Blokhina - Cram - 1’23”805 - 71
17 - Jef Machiels - Pinnacle - 1’24”032 - 83
18 - Ismoilkhuja Akhmedkhodjaev - Xcel - 1’32”168 - 36

16 Dic [18:24]

F4 UAE, test a Dubai
Antonelli e Prema al comando

Mattia Tremolada 

Pochi giorni dopo la gara extra-campionato di Abu Dhabi, che ha segnato il debutto della Tatuus Formula 4 di seconda generazione, 18 monoposto sono tornate in azione a Dubai, per la prima delle due giornate di test collettivi pre-stagionali. Non tutte le squadre che hanno intenzione di prendere parte al campionato sono scese in pista, ma Prema, MP Motorsport e Xcel, presenti già ad Abu Dhabi, sono state raggiunte dalla squadra campione in carica Cram, da Pinnacle, Hitech e PHM Racing, team composto dall'ex personale di Mucke, che ha deciso di abbandonare le monoposto per concentrarsi sui propri programmi GT.

Ancora una volta è stato Andrea Kimi Antonelli a svettare in tutti e tre i turni previsti, come già accaduto ad Abu Dhabi, dove aveva fatto segnare il miglior tempo nelle prove libere e in qualifica. Antonelli ha nuovamente aperto la tripletta Prema, precedendo di due decimi il vincitore della gara di Yas Marina Charlie Wurz, mentre Conrad Laursen è più distante a sette decimi. Assente Hamda Al Qubaisi, che ha lasciato la quarta vettura di Prema a Aidan Neate, approdato alla squadra italiana da Xcel.

Con MP Motorsport non sono invece tornati in azione Dilano Van’t Hoff, volato a Valencia per prendere parte a due giornate di test con una Formula Regional sempre schierata dalla squadra olandese, e Vladislav Ryabov, che disputerà la stagione 2022 con GRS. Accanto ai confermati Rik Koen e Miron Pingasov sono quindi scesi in pista Richard Verschoor e Valerio Rinicella. L’esperto pilota olandese, campione della F4 spagnola e russa nel 2016, poi in F3 e F2, ha ricoperto il ruolo di pilota di sviluppo per MP, lavorando sul set-up della nuova vettura. Verschoor ha fatto segnare il quarto tempo, precedendo Koen e Neate, mentre settimo è risultato Rinicella, che con MP sarà al via della F4 spagnola e di due appuntamenti della serie degli Emirati. Il pilota italiano si è ben comportato, percorrendo 87 passaggi e facendo segnare il terzo tempo nel turno centrale.

In azione anche l’esperto Luke Browning, campione del British F4 nel 2020, che ha svezzato le due monoposto di Hitech, mentre Jamie Day (Xcel) e Pingasov chiudono la top-10. Con Cram hanno girato Ricardo Escotto e Victoria Blokhina, mentre PHM ha schierato Taylor Barnard, al via dell’ADAC F4 nel 2021, Nikita Bedrin, campione rookie di F4 Italia e tedesca (protagonista di un incidente), e Jonas Ried, che in un certo senso è rimasto nello stesso team, avendo corso nel 2021 con Mucke.

Giovedì 16 dicembre 2021, classifica combinata

1 - Andrea Kimi Antonelli - Abu Dhabi by Prema - 1’21”609 - 90 giri
2 - Charlie Wurz - Abu Dhabi by Prema - 1’21”892 - 94
3 - Conrad Laursen - Abu Dhabi by Prema - 1’22”338 - 97
4 - Richard Verschoor - MP Motorsport - 1’22”421 - 82
5 - Rik Koen - MP Motorsport - 1’22”502 - 65
6 - Aidan Neate - Abu Dhabi by Prema - 1’22”507 - 90
7 - Valerio Rinicella - MP Motorsport - 1’22”772 - 87
8 - Luke Browning - Hitech - 1’22”794 - 87
9 - Jamie Day - Xcel - 1’22”880 - 106
10 - Miron Pingasov - MP Motorsport - 1’23”283 - 81
11 - Taylor Barnard - PHM - 1’23”528 - 52
12 - Nandhavud Bhirombhakdi - Xcel - 1’23”645 - 72
13 - Nikita Bedrin - PHM - 1’23”901 - 38
14 - Ricardo Escotto - Cram - 1’24”284 - 92
15 - Jef Machiels - Pinnacle - 1’24”385 - 86
16 - Jonas Ried - PHM - 1’24”465 -68
17 - Victoria Blokhina - Cram - 1’25”121 - 46
18 - Ismoilkhuja Akhmedkhodjaev - Xcel - 1’30”363 - 11

PrevPage 1 of 10Next

News

F4 Nel mondo
v

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone