formula 1

La McLaren sorprende:
a Montecarlo livrea Gulf

La McLaren sorprende tutti: al Gran Premio di Monaco correrà con un'inedita livrea arancio-azzurro Gulf, una delle più ic...

Leggi »
F4 Italia

Le Castellet - Gara 3
Tramnitz prende il largo

1 - Tim Tranmitz - US Racing - 14 giri - 33'00"8222 - Oliver Bearman - VAR - 1"6683 - Vlad Lomko - US Racing - ...

Leggi »
F4 Italia

Le Castellet - Gara 2
Tramnitz resiste a Browning

1 - Tim Tranmitz - US Racing - 14 giri - 33'51"4232 - Luke Browning - US Racing - 0"6873 - Kirill Smal - Prema ...

Leggi »
indycar

Indy Road - Gara
VeeKay si prende la prima vittoria

1 - Rinus VeeKay (Dallara-Chevy) - ECR - 86 giri2 - Romain Grosjean (Dallara-Honda) - Coyne - 4"9510 3 - Alex Palou (Dal...

Leggi »
F4 Italia

Le Castellet - Gara 1
Smal e Prema in solitaria

Victor Bernier e Luke Browning sono stati penalizzati di 1" dai commissari di gara per non aver rispettato i track limit...

Leggi »
F4 Italia

Le Castellet - Qualifica 1-2
Smal, Bearman e Tramnitz in pole

1 - Kirill Smal - Prema - 2'04"0952 - Tim Tranmitz - US Racing - 2'04"2303 - Oliver Bearman - VAR - 2'0...

Leggi »
PrevPage 1 of 10Next
14 Mag [14:18]

Mugello 2020 - Confermata la
penalità all'Audi di Drudi-Agostini

Con la sentenza nr. CS2/2021 la Corte Sportiva D’Appello ACISPORT ha respinto definitivamente l’appello proposto da Audi Sport Italia per i fatti accaduti lo scorso anno all’autodromo del Mugello. In quell’occasione durante gara-1 del secondo round della serie Sprint, l’equipaggio Drudi-Agostini veniva penalizzato di 5 secondi dai Commissari Sportivi, retrocedendo di conseguenza nell’ordine di arrivo dal primo al quarto posto, a causa di una irregolarità nell’operazione di sostituzione degli pneumatici in occasione del cambio pilota.

Contro quella decisione Audi Sport Italia oppose due ricorsi, dapprima alla Corte Sportiva D’Appello ACISPORT, che confermò la decisione dei commissari sportivi e, successivamente, al Collegio di Garanzia dello Sport del CONI. Quest’ultimo, nel confermare l’antigiuridicità delle procedure adottate ai box dal concorrente durante la gara, aveva rimandato alla stessa Corte Sportiva la determinazione della norma sanzionatoria e la nuova conseguente sanzione.

Con la sentenza del 9 aprile scorso, la Corte Sportiva D’Appello ACISPORT ha confermato che l’unica sanzione di tipo ripristinatorio che poteva essere applicata era quella in tempo, appunto di 5 secondi, che ha retrocesso, per conseguenza del ripristino, l’equipaggio Drudi-Agostini dal 1° al 4° posto. Nessuna altra sanzione, neppure pecuniaria come proposto dalla ricorrente, poteva essere applicata.

2 Mag [20:08]

GT Sprint - Monza, gara 2
Meritato successo per Segù-Baruch

Sono Luca Segù e l’israeliano Bar Baruch i vincitori di gara 2 del 1° appuntamento 2021 del Campionato Italiano Gran Turismo Sprint disputato all’autodromo di Monza. L’equipaggio dell’Antonelli Motorsport, al volante della Mercedes AMG GT3, sono saliti sul gradino più alto del podio davanti ad Agostini-Ferrari (Audi R8 LMS-Audi Sport Italia) e Guidetti-De Luca (Honda NSX GT3-Nova Race). Dopo le prime due gare della stagione, la classifica assoluta vede al comando a pari punti Crestani, Greco, Agostini e Ferrari a quota 22.
Nella GT4, dopo la vittoria in gara-1, Di Giusto-Babini (Porsche Cayman-Ebimotors) si sono imposti anche in gara-2 davanti ai compagni di squadra De Castro-Arrigosi e Neri-Fascicolo (BMW M4 GT4-Ceccato Racing Team) balzando al comando della classifica generale a punteggio pieno, mentre nella GT Cup Linossi-Vebster (Ferrari 488 Challenge-Easy Race) hanno preceduto Dionisio-Barri (Lamborghini Huracan-Team Italy), salendo al comando della classifica generale con 27 punti davanti a Pijl e Vairani (24).

GT3
Vittoria ampiamente meritata quella dell’equipaggio dell’Antonelli Motorsport, assoluta e di categoria GT3 PRO-AM, costruita sin dalle prove ufficiali che avevano visto Segù conquistare la pole. Il primo stint del pilota comasco è stato impeccabile, sempre al comando e bravo a gestire la ripartenza dopo l’uscita della safety-car resasi necessaria nei primi giri per l’incolpevole uscita di Zug (BMW M6 GT3), toccato da un altro concorrente. Altrettanto efficace è stato Baruch nel secondo stint che, sfruttando bene i duelli che si sono accesi alle sue spalle, non ha avuto problemi a portare la sua Mercedes AMG per prima sotto alla bandiera a scacchi, riscattando, così, una sfortunata gara-1 che aveva visto l’equipaggio dell’Antonelli Motorsport incolpevolmente fuori per un contatto.

Bellissimo il duello per le altre due posizioni del podio con Agostini (Audi R8 LMS), secondo sul traguardo, che nel finale ha avuto il suo bel da fare per contenere la Honda NSX di Guidetti. Dopo l’ottimo primo stint di Ferrari, il pilota padovano ha difeso con i denti la seconda piazza che in più occasioni il giovane portacolori del team varesino, subentrato a De Luca, ha tentato di conquistare. Tuttavia il terzo posto è un ottimo inizio di stagione per l’equipaggio Nova Race, un risultato che poteva essere ancora maggiore senza la sfortuna di gara-1, ma che lo pone tra i favoriti per la vittoria finale.

Al quarto posto hanno concluso Frassineti-Ghiotto (Lamborghini Huracan-Imperiale Racing), con un bellissimo finale del pilota romano abile ad inserirsi nella lotta per il podio, davanti a Mancinelli-Postiglione (Audi R8 LMS), autori di una grande rimonta dalla 15^ posizione di partenza. Alle spalle dei portacolori di Audi Sport Italia si sono classificati Perolini-Cecotto (Lamborghini Huracan), secondi della GT3 PRO-AM, con un ottimo stint del giovane pilota venezuelano concluso al secondo posto ed una sfortunata fase finale di gara che ha visto Perolini penalizzato da un contatto da parte di Hudspeth. L’equipaggio del team LP Racing ha preceduto la vettura gemella dell’Imperiale Racing di Llarena-Cazzaniga e le tre Ferrari 488 Evo di Mann S.-Vilander (AF Corse), dei vincitori di gara 1, Greco-Crestani (Easy Race) e di Lippi-Filippi (Ram Autoracing). Undicesimo assoluto e primo della GT3 AM si è classificato Erwin Zanotti al volante della Honda NSX GT3 della Nova Race.

GT4
E’ stato un week end fantastico per Mattia Di Giusto e Fabio Babini (Porsche Cayman). Dopo la vittoria in gara 1, i portacolori dell’Ebimotors si sono imposti anche in gara 2 ancora una volta davanti ai compagni di squadra De Castro-Arrigosi. Questi ultimi hanno disputato una bella corsa, con Arrigosi che ha mantenuto sempre la leadership nel primo stint davanti a Di Giusto, ma nel finale il suo coequipier non è riuscito a contenere la rimonta di Babini, mentre in terza piazza hanno concluso Ferri-Gagliardini (Mercedes AMG GT4-Nova Race) davanti a Romani-Carboni (Porsche Cayman-Autorlando). Nella AM, invece, la vittoria è andata a Neri-Fascicolo (BMW M4 GT4-Ceccato Racing Team), terzi assoluti, davanti a Magnoni-Di Fabio (Mercedes AMG GT4-Nova Race) e ai vincitori di gara-1, Cerati-Ghezzi (Porsche Cayman-Autorlando). La classifica generale vede al comando a pari punti (32) Neri,Fascicolo, Cerati e Ghezzi.

GT CUP
Assegnata nel post gara la vittoria della classe GT Cup che in pista aveva visto la vittoria di Pijl-Vairani (Lamborghjini Huracan ST). L’equipaggio del Bonaldi Motorsport, infatti, dopo una gara tutta in rimonta, è stato penalizzato per cambio pilota irregolare retrocedendo al settimo posto, lasciando il gradino più alto del podio a Francesca Linossi e Daniel Vebster (Ferrari 488 Challenge). L’equipaggio Easy Race ha preceduto le due Lamborghini Huracan ST di Dioniso-Barri (Team Italy) e di Pegoraro-Mugelli (Best Lap), mentre ai piedi del podio ha chiuso Alessandro Giardelli con la Porsche GT3 Cup del Dinamic Motorsport. Al quinto posto si sono classificati Demarchi-Risitano (Ferrari 488 Challenge-SR&R) davanti a Tempesta-Iacone, messisi in evidenza per il primo posto di classe del pilota abruzzese nel primo stint.

2 Mag [13:44]

GT Sprint - Monza, gara 1
Vittoria di Greco-Crestani

E’ dell’equipaggio composto da Matteo Greco e Fabrizio Crestani, al volante della Ferrari 488 Evo, la vittoria in gara 1 del primo appuntamento della serie Sprint della 19^ edizione del Campionato Italiano Gran Turismo. I portacolori dell’Easy Race, si sono imposti per somma dei tempi delle due gare, quella di ieri, sospesa al quarto giro per le condizioni meteo proibitive, e quella odierna di 36 minuti + 1 giro, davanti a Mancinelli-Postiglione (Audi R8 LMS-Audi Sport Italia) e Frassineti-Ghiotto (Lamborghini Huracan-Imperiale Racing). Nella classe GT4 la vittoria è andata a Di Giusto-Babini (Porsche Cayman-Ebimotors), mentre nella GT Cup sono saliti sul gradino più alto del podio Pijl-Vairani (Lamborghini Huraca ST-Bonaldi Motorsport)

GT3
E’ arrivata per somma di tempi la vittoria di Greco-Crestani, un successo meritato per i portacolori dell’Easy Race, saliti così subito al comando della classifica provvisoria. Dopo la difficile prima parte di gara di ieri sotto il nubifragio, la corsa di oggi si è disputata con un tracciato umido nei primi minuti che ha indotto diversi equipaggi a montare le gomme rain. Scelta non condivisa dai vincitori, che sin dal via hanno montato le slick, concludendo con una vantaggio di oltre 21 secondi su Mancinelli-Postiglione.

I portacolori Audi sono risaliti dal settimo posto sulla griglia di partenza, chiudendo davanti a Frassineti-Ghiotto, partiti con le rain. Ai piedi del podio ha concluso il secondo equipaggio Audi, Agostini-Ferrari, anche loro scattati con le rain, sostituite poi nel cambio pilota, permettendo, così, una bella rimonta nel secondo stint del giovane piacentino. Al quinto posto, primi della classe PRO-AM si sono classificati Lippi-Filippi (Ferrari 488-Ram Autoracing), grazie ad un grande inizio del pilota ex GP2 Series che ha mantenuto il comando nelle fasi iniziali della gara, chiudendo poi davanti a Perolini-Cecotto (Lamborghini Huracan-Imperiale Racing), secondi della GT3 PRO-AM, Schreiner-Hudspeth (Ferrari 488-AF Corse), Llarena-Cazzaniga (Lamborghini Huracan-Imperiale Racing), Comandini-Zug (BMW M6 GT3-Ceccato Racing Team).

Nella GT3 AM la vittoria è andata a Cuhdaroglu-Schirò (Ferrari 488-Kessel Racing), davanti a Erwin Zanotti (Honda NSX GT3-Nova Race) e Mann P.-Casè (Ferrari 488-AF Corse). Sfortuna, invece, per Guidetti-De Luca (Honda NXS GT3-Nova Race), scattati dalla pole, ma penalizzati per il contatto con la Mercedes AMG GT3 di Baruch-Segù che ha costretto al ritiro l’equipaggio dell’Antonelli Motorsport.

GT4
Il primo duello stagionale nella classe GT4 tra Porsche, Mercedes e BMW è andato alla Porsche sia nella categoria PRO-AM che nella AM. Nella maggiore c’è stato il dominio delle Cayman dell’Ebimotors con la vittoria di Di Giusto-Babini, davanti ai compagni di squadra De Castro-Arrigosi, mentre in terza posizione ha concluso la Mercedes AMG GT4 di Ferri-Gagliardini (Nova Race). Nella AM, invece, sul gradino più alto del podio sono saliti Cerati-Ghezzi, al volante della Cayman dell’Autorlando precedendo la Mercedes AMG Gt4 di Magnoni-Di Fabio (Nova Race) e la BMW M4 GT4 di Fascicolo-Neri (Ceccato Racing Team).

GT CUP
Duelli, sorpassi e tanta bagarre anche per la classe riservata alle vetture in configurazione monomarca dove si sono imposti l’olandese Daan Pijl e Fabio Vairani al volante della Lamborghini Huracan ST. L’equipaggio del Bonaldi Motorsport ha preceduto il giovanissimo Alessandro Girardelli (Porsche GT3 Cup-Dinamic Motorsprt) e la Ferrari 488 Challenge di Demarchi-Risitano (SR&R).

1 Mag [18:37]

GT Sprint - Monza, qualifica
Pole per Guidetti e Segù

Saranno Jacopo Guidetti (Honda NSX GT3-Nova Race) e Luca Segù (Mercedes AMG GT3-Antonelli Motorsport) a scattare dalla pole position nelle due gare del 1° appuntamento della serie Sprint del Campionato Italiano Gran Turismo 2021. Grazie al miglior tempo di 1’47.286, l’unico sotto 1’48 nella prima sessione di prove ufficiali, Guidetti partirà al palo e troverà al suo fianco la Ferrari 488 (AF Corse) di Sean Hudspeth (1’48.079), mentre dalla seconda fila scatteranno le Ferrari 488 di Luca Filippi (RAM Autoracing), che ha fatto fermare i cronometri a 1’48.300, e Fabrizio Crestani (Easy Race) con 1’48.318.

La pole della GT4 è andata a Fabio Babini (Porsche Cayman-Ebimotors) con il tempo di 1’58.128 davanti al compagno di squadra Sabino De Castro (1’59.196), mentre nella GT Cup l’olandese Daan Pijl, al volante della Lamborghini Huracan ST del Bonaldi Motorsport, ha staccato il miglior tempo con 1’48.924 precedendo Alessandro Girardelli (Porsche GT3 Cup-Dinamic Motorsport) che ha siglato il tempo di 1’50.188.

Il secondo turno di prove ufficiali è stato caratterizzato da alterne condizioni della pista a causa di una leggera pioggia che ha indotto alcuni team a montare le gomme rain. La scelta non si è rivelata ottimale, penalizzando i tempi di qualche pilota costretti in gara a partire dalle posizioni di rincalzo. Chi non ha avuto problemi, invece, è stato Luca Segù, che partirà al palo in gara-2 dove troverà al suop fianco Lorenzo Ferrari (Audi R8 LMS-Audi Sport Italia) accreditato del crono di 1’50.924, mentre alle loro spalle si posizioneranno l’Honda NSX GT3 (Nova Race) di Francesco De Luca (1’51.286) e la Lamborghini Huracan (LP Racing) di Jonathan Cecotto (1’51.361).

Nella GT4 è stata ancora la Cayman dell’Ebimotors a imporsi, grazie al miglior tempo di Mattia Di Giusto (2’06.246), che ha preceduto Andrea Gagliardini (Mercedes AMG GT4-Nova Race) accreditato del tempo di 2’08.171 e il compagno di squadra Matteo Arrigosi (2’08.281).

Porsche su tutti, invece, tra le GT Cup, con la GT3 Cup del Dinamic Motorsport di Alessandro Girardelli accreditata del miglior tempo con 1’53.505 davanti alla Lamborghini Huracan (Bonaldi Motorsport) di Simone Iacone (1’58.807).

15 Apr [16:38]

Agostini e Ferrari insieme
con l'Audi Sport Italia

Lo scorso dicembre, in occasione della 6 Ore di Roma, Ferdinando Geri era riuscito a mettere nello stesso equipaggio due piloti protagonisti come rivali nella passata stagione italiana Gran Turismo: Riccardo Agostini e Lorenzo Ferrari. Al volante dell'Audi R8 LMS il padovano ed il piacentino insieme a Sean Hudspeth erano subito andati a concludere da vincitori la classica di durata di Vallelunga. Così il Team Principal Audi Sport Italia ha deciso che c'era da fare il possibile perché quello che era iniziato bene a fine 2020 potesse continuare anche nella stagione 2021. Detto, fatto: sulla vettura dei quattro anelli col numero 12 sulle portiere sia nella serie GT Sprint che nella serie Endurance gli appassionati potranno vedere insieme in otto trasferte Agostini (classe 1994) e Ferrari (cl. 2002).

Quest'ultimo, dopo un breve squarcio agonistico nelle monoposto, fin dal primo giro in pista al volante di una GT3 ha colpito gli addetti ai lavori e gli appassionati per la sua determinazione e professionalità: adesso con il giovane ma già esperto veneto appare formare un'accoppiata ambiziosa. Li vedremo insieme in lizza a Monza nella doppia gara valida per il Campionato Italiano GT3 Sprint il prossimo 1 e 2 maggio. Nei quattro appuntamenti di 3 Ore validi per lo "scudetto" Endurance ad affiancarli sarà Mattia Drudi. Il pilota ufficiale dei quattro anelli anche nel 2021 avrà una agenda zeppa di appuntamenti internazionali di grande prestigio. Tuttavia il romagnolo (cl. 1998) ci tiene a non perdere il contatto col tricolore GT3: un campionato in cui ha sempre saputo offrire ed offrirsi emozioni, immancabilmente ad ogni gara o quasi.
 

2 Apr [14:55]

Scuderia Ravetto-Ruberti al via
dell'Endurance e dello Sprint

R.&R.-Scuderia Ravetto & Ruberti conferma la propria partecipazione con Ferrari 488 Challenge Evoclasse GT Cup al Campionato Italiano GT 2021, sia nella serie Sprint sia in quella Endurance, ed annuncia i propri piloti: al via della serie Sprint schiererà il confermato Luca Demarchi (già campione italiano GT Light nel 2016 e vice-campione italiano GT-Cup Sprint nel 2020, anno in cui sempre con S.R.&R. ha vinto la classe alla 6h di Roma) insieme a Nicholas Risitano (proveniente con ottimi risultati dalla Nascar Euroseries e già campione italiano ed europeo di kart). Nella serie Endurance, a Demarchi e Risitano si affiancherà il giovane Edoardo Barbolini (proveniente dal mondo TCR di cui ha vinto la Coppa Italia).

Paolo Ruberti: "Siamo molto soddisfatti di quanto fatto nel 2020 al nostro debutto in un campionato impegnativo come il CIGT ma, tra tanti podi conseguiti, ci è mancata la soddisfazione della vittoria: avendola poi conseguita alla 6h di Roma, contiamo di poterla conquistare anche nel CIGT quest'anno con i piloti che abbiamo scelto sulla base di una serie di prove convincenti che ci hanno fornito; l'esperienza di Manfredi e la mia è a loro disposizione per provare a vincere nel rispetto di uno schieramento che quest' anno si dimostra assai competitivo".

Manfredi Ravetto: "Dedichiamo un doveroso ringraziamento ad AciSport che ancora una volta, in periodi disagevoli, allestisce un campionato in espansione costante. S.R.&R. cresce, un passo alla volta, ed aumenta gli sforzi dimostrandosi ciò che vogliamo sia: una famiglia sportiva e tecnica ( con i confermati Gianfranco Fantuzzi, responsabile della parte organizzativa e sportiva, ed Alex Frassen come responsabile della parte tecnica) che riesca ad individuare e preparare piloti meritevoli, mettendoli in luce per affrontare i palcoscenici più impegnativi".

PrevPage 1 of 10Next

News

gt italiano
v

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone