GT World Challenge

Spa - Ore 8 - La Ferrari comanda
Marciello problemi, Lambo crash

Da Spa - Massimo Costa

Notta assai movimentata alla 24 Ore di Spa. La Mercedes AKKA di Marciel...

Leggi »
Mondiale Rally

Italia Sardegna, finale
Sordo resiste e trionfa

Jacopo Rubino

Per il secondo anno consecutivo Dani Sordo trionfa al Rally d’Italia Sardegna: pilota Hyun...

Leggi »
PrecedentePagina 1 di 10Successiva
18 Ott [7:24]

Petit Le Mans, gara
Il team Taylor raccoglie il successo

Marco Cortesi

Inatteso successo per il Wayne Taylor Racing alla Petit Le Mans 2020. Sulla pista di Road Atlanta, la corsa si è decisa a pochi minuti dalla fine quando l’Acura Penske di Ricky Taylor, e la Cadillac ActionExpress di Pipo Derani sono venute a contatto. Le due vetture si erano ripetutamente scambiate la leadership nelle fasi finali, e sembrava scontato che il finale dovesse veder trionfare l’uno a l’altro equipaggio. Invece la battaglia è arrivata a un punto di non ritorno quando Taylor è arrivato lungo in un ultimo, disperato tentativo, colpendo il rivale brasiliano e mandandolo in sabbia. Poco dopo, un’incidente ad una delle Porsche GTLM ha neutralizzato le cose con una Full Course Yellow che di fatto ha messo fine alle ostilità, promuovendo al successo Renger Van Der Zande, Ryan Briscoe e Scott Dixon. Il trio della scuderia di Wayne Taylor si trovava terzo, ma non aveva dato l’impressione di poter lottare per il successo, pur tenendosi a pieni giri: ora la Cadillac-Dallara numero 10 ha incrementato il proprio margine al vertice della classifica ed è la favorita per il titolo prims della 12 Ore di Sebring.

Sul podio al secondo posto sono riusciti a concludere Taylor-Rossi-Castroneves mentre terza è salita l’Acura gemella, che aveva guidato la gara perdendo terreno per un contatto con una GT. La situazione, complici anche gli interventi dei compagni di squadra, ha poi rischiato di arrivare al confronto fisico nel dopo-gara, ma Derani e Taylor hanno intelligentemente scansato il rischio parlandosi privatamente. Doppio KO per le Mazda: problemi ai freni hanno portato a rincorrere Tincknell-Bomarito-Hunter-Reay, mentre Oliver Jarvis è finito nelle barriere dopo aver stretto la Ferrari della Scuderia Corsa. In LMP2, successo per il team Starworks/Tower con Job Van Uitert, Mikkel Jensen e John Farano.

Porsche al top in GTLM
Vittoria inattesa anche in GTLM dopo le performance non al top delle Porsche in qualifica. A vincere infatti è stata la 911 superstite di Fred Makowiecki, Nick Tandy e Matt Campbell. Anche in questo caso, un contatto ha facilitato le cose: Augusto Farfus si è toccato con un prototipo nell’ultima ora, raccogliendo una gran quantità di detriti e vedendosi costretto ad una sosta in più. In una classe così tirata, uno stop fatale. Negli ultimi passaggi, Makowiecki ha contenuto la Corvette di Antonio Garcia, mentre Farful ha completato la corsa terzo.



Balzan torna e vince con Ferrari in GTD
Clamoroso successo del cavallino rampante in GT Daytona, col trionfo della Scuderia Corsa e di Cooper MacNeil, Alessandro Balzan e Jeff Westphal. Al secondo posto la Lexus AIM Vasser Sullivan di Aaron Telitz, Jack Hawksworth e Michael De Quesada, che ha agguantato la leadership di campionato grazie ad un contatto che ha coinvolto i leader precedenti, e polesitter, Farnbacher-McMurry-Michimi con l’Acura Shank (poi decima). Terzo posto per la Lamborghini di Potter-Lally-Pumpelly.

Sabato 17 ottobre 2020, gara

1 - van der Zande/Briscoe/Dixon (Cadillac DPi) - Taylor - 460 giri
2 - Rossi/Castroneves/Taylor (Acura DPi) - Penske - 0”429
3 - Montoya/Cameron/Pagenaud (Acura DPi) - Penske - 1”236
4 - Vautier/Bourdais/Duval (Cadillac DPi) - JDC - 3”700
5 - Nasr/Derani/Albuquerque (Cadillac DPi) - AXR - 2 giri
6 - Farano/Jensen/van Uitert (ORECA LMP2 07) - Tower - 10 giri
7 - McGuire/Bell/Braun (ORECA LMP2 07) - PerfTech - 15 giri
8 - Bomarito/Tincknell/Hunter-Reay (Mazda DPi) - Mazda - 19 giri
9 - McCusker/Smiechowski/Hodes (ORECA LMP2 07) - InterEuropol - 19 giri
10 - Tandy/Makowiecki/Campbell (Porsche 911 RSR - 19) - Porsche - 29 giri
11 - Garcia/Taylor/Catsburg (Chevrolet Corvette C8.R) - Corvette - 29 giri
12 - Krohn/Edwards/Farfus (BMW M8 GTE) - RLL - 29 giri
13 - Gavin/Milner/Fassler (Chevrolet Corvette C8.R) - Corvette - 29 giri
14 - Bamber/Vanthoor/Jaminet (Porsche 911 RSR - 19) - Porsche - 31 giri
15 - Jarvis/Nunez/Pla (Mazda DPi) - Mazda - 33 giri
16 - Kelly/Trummer/Huffaker (ORECA LMP2 07) - PR1 - 42 giri
17 - MacNeil/Balzan/Westphal (Ferrari 488 GT3) - Scuderia Corsa - 47 giri
18 - Telitz/Hawksworth/De Quesada (Lexus RC F GT3) - AIM - 47 giri
19 - Potter/Lally/Pumpelly (Lamborghini Huracan GT3) - GRT - 47 giri
20 - Hardwick/Long/Heylen (Porsche 911 GT3R) - Wright - 47 giri
21 - Olsen/Robichon/Kern (Porsche 911 GT3R) - Pfaff - 47 giri
22 - Parente/Goikhberg/Hindman (Acura NSX GT3) - Heinricher - 47 giri
23 - Sellers/Snow/Lewis (Lamborghini Huracan GT3) - Miller - 47 giri
24 - Montecalvo/Bell/Kirkwood (Lexus RC F GT3) - Vasser - 50 giri
25 - Auberlen/Foley/Machavern (BMW M6 GT3) - Turner - 52 giri
26 - Miller/Leist/Aubry (Cadillac DPi) - JDC - 54 giri
27 - Spengler/De Phillippi/Herta (BMW M8 GTE) - RLL - 61 giri
28 - Farnbacher/McMurry/Michimi (Acura NSX GT3) - Shank - 61 giri
29 - James/De Angelis/Turner (Aston Martin Vantage GT3) - HOR - 163 giri
30 - Robinson/Aschenbach/Keating (Mercedes-AMG GT3) - Riley - 192 giri
31 - Ferriol/Winkelhock/Davis (Audi R8 LMS GT3) - Hardpoint - 202 giri


17 Ott [12:13]

Petit Le Mans, qualifica
Doppietta Penske in qualifica

Marco Cortesi

Doppietta per il Team Penske nella qualifica della Petit Le Mans, penultima tappa dell’IMSA 2020. Nella qualifica per la gara di Road Atlanta, l’ultima che la squadra del Capitano correrà con le Acura ufficiali, Dane Cameron ha battuto il compagno di colori Ricky Taylor di soli nove centesimi. Battuto il record della pista segnato lo scorso anno da Felipe Nasr con la Cadillac. In pole con lui, Juan Pablo Montoya e Simon Pagenaud.

Terzo posto per la Cadillac del team ActionExpress col trio brasiliano Nasr-Derani-Aalbuquerque. L’ex pilota Sauber è stato l’autore del tempo, battendo la Mazda RT24 P di Harry Tincknell, leader iniziale. Top-5 per la Cadillac by Dallara del team Taylor guidata da Ryan Briscoe.

In GTLM è continuato il dominio delle Corvette con la terza pole consecutiva. Autore del miglior tempo Antonio Garcia, che ha messo dietro di due decimi la BMW di Connor De Philippi. Ancora in difficoltà le Porsche. In GT Daytona, pima pole position del giapponese Shinya Michimi con l’Acura NSX leader del campionato con il duo Farnbacher-McMurry. Secondo posto targato Ferrari con Jeff Westphal.

Venerdì 16 ottobre 2020, qualifica

1 - Cameron/Montoya (Acura DPi) - Penske - 1'08"412
2 - Castroneves/Rossi (Acura DPi) - Penske - 1'08"506
3 - Derani/Nasr (Cadillac DPi) - AXR - 1'08"612
4 - Tincknell/Bomarito (Mazda DPi) - Mazda - 1'08"636
5 - Briscoe/van der Zande (Cadillac DPi) - Taylor - 1'08"850
6 - Nunez/Jarvis (Mazda DPi) - Mazda - 1'08"925
7 - Bourdais/Vautier (Cadillac DPi) - JDCMiller - 1'09"040
8 - Leist/Miller (Cadillac DPi) - JDCMiller - 1'09"229
9 - Trummer/Kelly (ORECA LMP2 07) - PR1 - 1'11"590
10 - Smiechowski/McCusker (ORECA LMP2 07) - InterEuropol - 1'13"161
11 - Jensen/Farano (ORECA LMP2 07) - Starworks - 1'14"082
12 - Taylor/Garcia (Chevrolet Corvette C8.R) - Corvette - 1'15"163
13 - De Phillippi/Spengler (BMW M8 GTE) - Corvette - 1'15"434
14 - Edwards/Krohn (BMW M8 GTE) - BMW - 1'15"615
15 - Vanthoor/Bamber (Porsche 911 RSR - 19) - Porsche - 1'15"657
16 - Milner/Gavin (Chevrolet Corvette C8.R) - Corvette - 1'15"856
17 - Makowiecki/Tandy (Porsche 911 RSR - 19) - Porsche - 1'15"858
18 - McMurry/Farnbacher (Acura NSX GT3) - Shank - 1'19"291
19 - Balzan/MacNeil (Ferrari 488 GT3) - Scuderia Corsa - 1'19"464
20 - Bell/Montecalvo (Lexus RC F GT3) - AIM - 1'19"563
21 - Snow/Sellers (Lamborghini Huracan GT3) - Miller - 1'19"567
22 - Foley/Auberlen (BMW M6 GT3) - Turner - 1'19"657
23 - Goikhberg/Parente (Acura NSX GT3) - Shank - 1'19"666
24 - Winkelhock/Ferriol (Audi R8 LMS GT3) - Hardpoint - 1'19"722
25 - Robichon/Olsen (Porsche 911 GT3R) - Pfaff - 1'19"774
26 - Hawksworth/Telitz (Lexus RC F GT3) - AIM - 1'19"908
27 - Long/Hardwick (Porsche 911 GT3R) - Wright - 1'20"399
28 - De Angelis/James (Aston Martin Vantage GT3) - HOR - 1'20"434
29 - Lally/Potter (Lamborghini Huracan GT3) - GRT - 1'20"453
30 - Aschenbach/Robinson (Mercedes-AMG GT3) - Riley - 1'20"622
31 - Bell/McGuire (ORECA LMP2 07) - PerfTech -

11 Ott [9:12]

Charlotte, gara
Corvette al top sul Roval

Marco Cortesi

Sesta vittoria della stagione per il team Corvette nell'IMSA, nell'appuntamento sul "Roval" di Charlotte che ha visto protagoniste le vetture Gran Turismo. La pista realizzata all'interno dell'ovale di Charlotte è stata resa super-insidiosa dalla pioggia, e delle 18 vetture, partite, solo 13 hanno visto il traguardo.

Antonio Garcia è stato colui che ha mezzo a segno la zampata decisiva passando John Edwards nel finale, dopo che la BMW aveva beffato Ricky Taylor nelle prime fasi. Nell'ultima parte di gara, dopo la pioggia iniziale e l'asciugamento che ne era seguito, la C8R a motore centrale (in aggiunta ovviamente a Garcia) si è rivelata fondamentale per l'ottimo bilanciamento. Alle spalle di Edwards, l'altra M8 di De Philippi-Spengler. Ritirate per incidenti le altre tre vetture. Le due Porsche sono uscite a di scena a pochi giri di distanza dopo il 50esimo passaggio, mentre la seconda Corvette di Gavin Miller si è ritirata a pochi minuti dal termine.

Bella vittoria in GT3 per la BMW M6 del team Turner con Robbie Foley e Bill Auberlen nonostante un testacoda del primo. Secondo posto per la Porsche di Hardwick/Long per il team Wright, mentre terzi hanno concluso su Aston Martin Ian James e Roman De Angelis.

Un contatto tra i due principali contendenti al titolo (Mario Farnbacher su Honda e Jack Hawksword su Lexus) hanno portato ad un settimo posto per Farnbacher-McMurry e ad un ottavo, dopo penalità, per Hawksworth-Telitz, penalizzati anche da un problema ai box.

Sabato 10 ottobre 2020, gara

1 - Garcia/Taylor (Chevrolet Corvette C8R) - Corvette - 62 giri
2 - Krohn/Edwards (BMW M8 GTE) - RLL - 1”474
3 - Spengler/De Phillippi (BMW M8 GTE) - RLL - 2”059
4 - Auberlen/Foley (BMW M6 GT3) - Turner - 1 giro
5 - Hardwick/Long (Porsche 911 GT3R) - Wright - 1 giro
6 - James/De Angelis (Aston Martin Vantage GT3) - HOR - 1 giro
7 - Bell/De Quesada (Lexus RC F GT3) - AIM - 1 giro
8 - Parente/Goikhberg (Acura NSX GT3) - Shank - 1 giro
9 - Ferriol/Pumpelly (Audi R8 LMS GT3) - Hardpoint - 1 giro
10 - Farnbacher/McMurry (Acura NSX GT3) - Shank - 1 giro
11 - Telitz/Hawksworth (Lexus RC F GT3) - AIM - 1 giro
12 - Kingsley/Holton (McLaren 720S GT3) - Compass - 2 giri
13 - Robinson/Aschenbach (Mercedes-AMG GT3) - Riley - 2 giri
14 - Gavin/Milner (Chevrolet Corvette C8R) - Corvette - 2 giri
15 - Potter/Lally (Lamborghini Huracan GT3) - GRT - 37 giri
16 - Bechtolsheimer/Miller (Acura NSX GT3) - Gradient - 53 giri
17 - Tandy/Makowiecki (Porsche 911 RSR - 19) - Porsche - 54 giri
18 - Bamber/Vanthoor (Porsche 911 RSR - 19) - Porsche - 58 giri

28 Set [0:00]

Mid-Ohio, gara
Terza di fila per Castroneves-Taylor

Marco Cortesi

Terzo successo consecutivo per Ricky Taylor ed Helio Castroneves nell'IMSA 2020. L'Acura numero 7 del Team Penske ha comandato tutta la corsa, centrando l'affermazione pur rischiando di non farcela dopo aver scelto di non sostituire le gomme all'ultimo pit-stop. Taylor ha faticato molto negli ultimi giri, ed è riuscito a prevalere per soli sei decimi sulla Cadillac ActionExpress di Pipo Derani e Felipe Nasr. Si tratta per il Capitano della terza affermazione consecutiva sulla pista di casa della Honda (che controlla il marchio Acura). Un buon modo per sottolineare la partnership che volge alla sua chiusura.

Al terzo posto ha chiuso, con una rimonta finale non proprio di prima mano, l'altra Cadillac by Dallara del team Taylor con Ryan Briscoe e Renger Van Der Zande. Il podio è infatti arrivato anche grazie a fattori esterni. Le Mazda sono state colpite da penalità per violazioni in pista (contatto evitabile con la BMW GTD del team Turner) e ai box. Inoltre, la seconda Acura è finita in testacoda nelle fasi finali. Dopo essere stati anche in testa, Dane Cameron e Juan Pablo Montoya hanno pagato un'uscita e hanno poi fatto una sosta in bandiera verde, trovandosi in coda al gruppo delle DPI. Montoya ha tentato un disperato recupero nel finale, ma è finito in testacoda vedendosi classificare settimo alle spalle anche della Cadillac di Barbosa-Bourdais. Van Der Zande e Briscoe rimangono così in testa alla classifica.

Antonio Garcia e Jordan Taylor hanno vinto in GTLM, con le due Corvette che si sono sfidate tra loro precedendo le BMW in una gara a quattro orfana delle Porsche. In realtà, le vetture americane hanno avuto un passo quasi irraggiungibile. Garcia e Taylor hanno esteso la loro leadership in graduatoria di categoria. In GT Daytona torna al successo la Lexus partita in pole di Aaron Telitz e Jack Hawksworth. Si è trattato di una vittoria importantissima per il team di Jimmy Vasser e Danny Sullivan: la vettura di testa del campionato, l'Acura NSX di Farnbacher-McMurry è stata colpita ripetutamente dalla McLaren di Paul Holton (poi penalizzato), cosa che ha danneggiato l'anteriore destra della vettura giapponese portandola a perdere posizioni.

Domenica 27 settembre 2020, gara

1 - Castroneves/Taylor (Acura DPi) - Penske - 115 giri
2 - Nasr/Derani (Cadillac DPi) - AXR - 0"607
3 - van der Zande/Briscoe (Cadillac DPi) - Taylor - 15"861
4 - Bomarito/Tincknell (Mazda DPi) - Mazda - 16"433
5 - Jarvis/Nunez (Mazda DPi) - Mazda - 20"646
6 - Barbosa/Bourdais (Cadillac DPi) - JDCMiller - 24"257
7 - Montoya/Cameron (Acura DPi) - Penske - 3 giri
8 - Garcia/Taylor (Chevrolet Corvette C8R) - Corvette - 5 giri
9 - Gavin/Milner (Chevrolet Corvette C8R) - Corvette - 5 giri
10 - Spengler/De Phillippi (BMW M8 GTE) - RLL - 5 giri
11 - Krohn/Edwards (BMW M8 GTE) - RLL - 5 giri
12 - Telitz/Hawksworth (Lexus RC F GT3) - AIM - 7 giri
13 - Robinson/Aschenbach (Mercedes-AMG GT3) - Riley - 7 giri
14 - Hardwick/Long (Porsche 911 GT3R) - Wright - 7 giri
15 - James/De Angelis (Aston Martin Vantage GT3) - HOR - 7 giri
16 - Farnbacher/McMurry (Acura NSX GT3) - Shank - 7 giri
17 - Parente/Goikhberg (Acura NSX GT3) - Heinricher - 7 giri
18 - Potter/Lally (Lamborghini Huracan GT3) - GRT Magnus - 7 giri
19 - Fergus/Holton (McLaren 720S GT3) - Compass - 7 giri
20 - Bechtolsheimer/Miller (Acura NSX GT3) - Gradient - 8 giri
21 - Montecalvo/Bell (Lexus RC F GT3) - AIM - 28 giri
22 - Aubry/Vautier (Cadillac DPi) - JDCMiller - 29 giri
23 - Auberlen/Foley (BMW M6 GT3) - Turner - 32 giri
24 - Ferriol/Pumpelly (Audi R8 LMS GT3) - Hardpoint - 55 giri



27 Set [19:08]

Mid-Ohio, qualifica
Cameron nella doppietta Penske

Marco Cortesi

Doppietta per le Acura del team Penske nell'appuntamento di Mid-Ohio dell'IMSA. Sulla pista di Lexington, Dane Cameron ha centrato la pole assoluta in una sessione iniziata di prima mattina (prima delle 8), prevalendo per 16 millesimi sul compagno di squadra Helio Castroneves, sempre a bordo della DPi realizzata su base Oreca.

Terzo posto per la prima delle Mazda, quella di Harry Tincknell, non riuscito però ad infrangere la barriera del minuto e 11 secondi nonostante il distacco contenuto. Subito a seguire la prima Cadillac dell'ActionExpress Racing col duo brasiliano Nasr-Derani. Quinto posto per i leader di campionato del team Taylor dopo un'uscita di pista di Ryan Briscoe.

In GTLM, con lo schieramento ridotto a 4 dal ritiro dalla gara di Porsche a causa di casi di Covid dopo Le Mans, pole di Jordan Taylor con la prima delle Corvette, andata a precedere la BMW di Jesse Krohn. Nuova pole per la Lexus RCF del team AIM Vasser Sullivan, con Aaron Telitz davanti a Matt McMurry sull'Acura Shank.

Domenica 27 ottobre 2020, qualifica

1 - Montoya-Cameron (Acura DPi) - Penske - 1'10"839
2 - Castroneves-Taylor (Acura DPi) - Penske - 1'10"855
3 - Bomarito-Tincknell (Mazda DPi) - Mazda - 1'11"004
4 - Nasr-Derani (Cadillac DPi) - AXR - 1'11"067
5 - van der Zande-Briscoe (Cadillac DPi) - Taylor - 1'11"271
6 - Jarvis-Nunez (Mazda DPi) - Mazda - 1'11"365
7 - Barbosa-Bourdais (Cadillac DPi) - JDCMiller - 1'11"382
8 - Aubry-Vautier (Cadillac DPi) - JDCMiller - 1'12"081
9 - Garcia-Taylor (Chevrolet Corvette C8R) - Corvette - 1'17"985
10 - Krohn-Edwards (BMW M8 GTE) - RLL - 1'18"361
11 - Gavin-Milner (Chevrolet Corvette C8R) - Corvette - 1'18"448
12 - Spengler-De Phillippi (BMW M8 GTE) - RLL - 1'18"515
13 - Telitz-Hawksworth (Lexus RC F GT3) - AIM - 1'20"974
14 - Farnbacher-McMurry (Acura NSX GT3) - Shank - 1'21"089
15 - Parente-Goikhberg (Acura NSX GT3) - Heinricher - 1'21"196
16 - Fergus-Holton (McLaren 720S GT3) - Compass - 1'21"302
17 - Auberlen-Foley (BMW M6 GT3) - Turner - 1'21"364
18 - James-De Angelis (Aston Martin Vantage GT3) - HOR - 1'21"431
19 - Montecalvo-Bell (Lexus RC F GT3) - AIM - 1'21"442
20 - Hardwick-Long (Porsche 911 GT3R) - Wright - 1'21"659
21 - Bechtolsheimer-Miller (Acura NSX GT3) - Gradient - 1'22"189
22 - Robinson-Aschenbach (Mercedes-AMG GT3) - Riley - 1'22"254
23 - Potter-Lally (Lamborghini Huracan GT3) - GRT Magnus - 1'22"388
24 - Ferriol-Pumpelly (Audi R8 LMS GT3) - Hardpoint - 1'22"855

PrecedentePagina 1 di 10Successiva

News

IMSA
v

PrimaPrecedentePagina 1 di 3SuccessivaUltima
PrimaPrecedentePagina 1 di 3SuccessivaUltima

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone