formula 1

È saltato l'accordo di vendita
del team Sauber a Michael Andretti

A quanto pare, è fumata nera nei colloqui fra Michael Andretti e la Sauber, per la cessione del team oggi in Formula 1 con il...

Leggi »
indycar

Dopo Hulkenberg, ecco Vandoorne
Unione possibile tra Carlin e Juncos

Marco Cortesi‍Si sono conclusi i test di Barber, in cui tra gli altri ha debuttato Nico Hulkenberg compiendo oltre 100 giri s...

Leggi »
formula 1

Perché il duello con la Red Bull
sta mandando in crisi la Mercedes

Massimo Costa - XPB Images E' venuto il "braccino" del tennista alla Mercedes? Sembra proprio di sì, ed è una ...

Leggi »
formula 1

La lotta per il 3° posto costruttori:
McLaren rivede la luce dopo Istanbul

Scioccata dal tonfo di Istanbul, arrivato durissimo dopo la doppietta di Monza e una vittoria gettata al vento dalla testarda...

Leggi »
Regional by Alpine

Nel calendario 2022 c'è Monaco
Tre gli appuntamenti italiani

Aci Sport e Alpine hanno rilasciato il calendario 2022 per quella che sarà la seconda stagione della Formula Regional Europea...

Leggi »
Regional by Alpine

Intervista a Michael Belov
“A Monza per vincere ancora con G4”

È stato tra i piloti più convincenti della stagione 2021 di Formula Regional by Alpine, se non il più convincente. Arrivato a...

Leggi »
PrevPage 1 of 10Next
11 Ott [20:52]

Virginia, gara
Tandy e Milner... di contatto

Marco Cortesi

Vittoria di Tommy Milner e Nick Tandy nella prova riservata alle GT dell'IMSA al Virginia International Raceway. Tutte e tre le vetture della categoria maggiore hanno lottato per la testa. Alla fine, l'esito si è risolto con un contatto tra la Corvette di Tandy e la Porsche di Kevin Estre, che era riuscito a prendere il comando. L'IMSA non ha preso provvedimenti, cosa che ha permesso alle Corvette di fare doppietta. Secondo posto per il duo Taylor-Garcia, ormai con il titolo in tasca, mentre Estre, in coppia con Cooper MacNeil, ha terminato terzo.

In GT Daytona, nuova vittoria della Porsche di Zach Robichon e Laurens Vanthoor. Il duo del team Pfaff ha approfittato di un contatto che ha visto protagonisti Garcia e Bill Auberlen, con la BMW Turner. A completare il podio, la Lamborghini di Sellers-Snow, che insegue il duo porschista in classifica con un discreto gap da recuperare. Terzo posto e ritorno al podio per la Lexus RC F di Telitz-Hawksworth.

Domenica 10 ottobre 2021, gara

1 - Milner/Tandy (Corvette C8.R) - Corvette - 87 giri
2 - Garcia/Taylor (Corvette C8.R) - Corvette - 17”852
3 - MacNeil/Estre (Porsche 911) - Proton - 38”655
4 - Robichon/Vanthoor (Porsche 911) - Pfaff - 2 giri
5 - Sellers/Snow (Lamborghini Huracan) - Miller - 2 giri
6 - Telitz/Hawksworth (Lexus RC F) - Vasser - 2 giri
7 - Hindman/Long (Porsche 911) - Wright - 2 giri
8 - De Angelis/Gunn (Aston Martin Vantage) - HOR - 2 giri
9 - James/Riberas (Aston Martin Vantage) - HOR - 2 giri
10 - Heistand/Westphal (Audi R8 LMS) - Peregrine - 2 giri
11 - Morad/de Quesada (Mercedes-AMG) - Alegra - 2 giri
12 - Goikhberg/Perera (Lamborghini Huracan) - GRT - 2 giri
13 - Ferriol/Legge (Porsche 911) - Hardpoint - 2 giri
14 - Skeen/Cosmo (Mercedes-AMG) - Gilbert - 3 giri
15 - Auberlen/Foley (BMW M6) - Turner - 3 giri
16 - Montecalvo/Veach (Lexus RC F) - Vasser - 4 giri
17 - Potter/Lally (Acura NSX) - Archangel - 15 giri
18 - Bechtolsheimer/Farnbacher (Acura NSX) - Gradient - 48 giri

26 Set [7:38]

Long Beach, gara
Dominio di Nasr-Derani

Marco Cortesi

Vittoria dalla pole per Felipe Nasr e Pipo Derani a Long Beach. Il duo del team ActionExpress (foto IMSA) ha condotto con autorità tutte le fasi di gara riportandosi a poche lunghezze in campionato dai leader Taylor-Albuquerque, quarti. Ad impensierirli ha provato il team Ganassi, ma un danno in un contatto con le barriere ha fatto preferire a Renger Van der Zande e Kevin Magnussen un approccio meno aggressivo, e il margine ai termini della corsa, da 1 ora e 40, è stato di quasi 11 secondi. Con Vautier-Duval si è completata la tripletta di Dallara e Cadillac. Unico ritiro, quello per incidente di Olivier Pla, in coppia con Dane Cameron. Alla fine della stagione rimane una sola gara, la Petit Le Mans di Road Atlanta.

In GTLM, dominio Corvette, con Tommy Milner andato a passare Ricky Taylor e Nick Tandy che ha tagliato il traguardo per primo contenendo Antonio Garcia. In GT Daytona, vittoria della Lamborghini del team Miller, partita in pole con Madison Snow. Con lui, Bryan Sellers. Decima di classe al rientro la Ferrari della Scuderia Corsa con Daniel Mancinelli e Colin Braun.

Domenica 26 settembre 2021, gara

1 - Nasr/Derani (Cadillac DPi) - AXR - 78 giri
2 - van der Zande/Magnussen (Cadillac DPi) - Ganassi - 10”952
3 - Vautier/Duval (Cadillac DPi) - JDCMiller - 15”869
4 - Taylor/Albuquerque (Acura DPi) - Taylor - 50”566
5 - Jarvis/Tincknell (Mazda DPi) - Mazda - 1'13”185
6 - Milner/Tandy (Corvette C8.R) - Corvette - 3 giri
7 - Garcia/Taylor (Corvette C8.R) - Corvette - 3 giri
8 - MacNeil/Jaminet (Porsche 911 RSR - 19) - Proton - 4 giri
9 - Sellers/Snow (Lamborghini Huracan) - Miller - 5 giri
10 - Robichon/Vanthoor (Porsche 911R) - Pfaff - 5 giri
11 - Hindman/Long (Porsche 911R) - Wright - 5 giri
12 - Telitz/Hawksworth (Lexus RC F) - Vasser Sullivan - 5 giri
13 - Heistand/Westphal (Audi R8 LMS) - Peregrine - 5 giri
14 - De Angelis/Gunn (Aston Martin Vantage) - HOR - 5 giri
15 - Aghakhani/Eidson (Mercedes-AMG) - O'Gara - 5 giri
16 - Bechtolsheimer/Miller (Acura NSX) - Gradient - 5 giri
17 - Ferriol/Legge (Porsche 911R) - Hardpoint - 6 giri
18 - Braun/Mancinelli (Ferrari 488) - Scuderia Corsa - 6 giri
19 - McMurry/Farnbacher (Acura NSX) - Compass - 6 giri
20 - James/Riberas (Aston Martin Vantage) - HOR - 6 giri
21 - Montecalvo/Veach (Lexus RC F) - Vasser Sullivan - 6 giri
22 - Potter/Lally (Acura NSX) - Magnus - 7 giri
23 - Washington/Sofronas (Porsche 911R) - GMG - 8 giri
24 - Auberlen/Foley (BMW M6) - Turner - 9 giri
25 - Cameron/Pla (Acura DPi) - Shank - 10 giri
26 - Goikhberg/Perera (Lamborghini Huracan) - GRT - 53 giri

25 Set [8:30]

Long Beach, qualifica
Nasr beffa Magnussen

Marco Cortesi

Tripletta Cadillac e Dallara nella tappa a Long Beach dell'IMSA 2021. In un turno interrotto anticipatamente da un'uscita nelle barriere di Oliver Jarvis con la sua Mazda, Felipe Nasr è riuscito ad issarsi al top battendo per poco più di un decimo, Kevin Magnussen, in coppia con Renger van Der Zande al team Ganassi. Loic Duval per il JDC Miller ha concluso terzo, a sua volta un decimo più indietro. Primo dei rappresentanti Acura, Dane Cameron.

In classe GTLM, doppietta facile della Corvette, come sempre, con Ricky Taylor davanti a Tommy Milner. Sulla Porsche WeatherTech, Cooper MacNeil ha chiuso a quasi tre secondi: dovrà sperare nelle caution della prima parte di gara per cedere una vettura in buona posizione al compagno Jaminet. Pole Lamborghini in GTD con Madison Snow seguito da Robby Foley con la BMW M6 Turner. Il più veloce della sessione è stato Laurens Vanthoor con la Porsche Pfaff, che nel primo segmento della qualifica si è assicurato il maggior numero di punti bonus per la classifica. 

Venerdì 24 settembre 2021, qualifica

1 - Nasr/Derani (Cadillac DPi) - AXR - 1'11"620
2 - Magnussen/VDZande (Cadillac DPi) - Ganassi - 1'11"724
3 - Duval/Vautier (Cadillac DPi) - JDC-Miller - 1'11"827
4 - Cameron/Pla (Acura DPi) - Shank - 1'12"440
5 - Albuquerque/Taylor (Acura DPi) - Taylor - 1'12"461
6 - Jarvis/Tincknell (Mazda DPi) - Mazda - 1'13"179
7 - Taylor/Garcia (Corvette C8R) - Corvette - 1'16"801
8 - Milner/Tandy (Corvette C8R) - Corvette - 1'17"098
9 - MacNeil/Jaminet (Porsche 911) - Proton - 1'19"686
10 - Snow/Sellers (Lamborghini Huracan) - Miller - 1'19"475
11 - Foley/Auberlend (BMW M6) - Turner - 1'19"609
12 - Heistand/Westphal (Audi R8 LMS) - Peregrine - 1'19"707
13 - Robichon/Vanthoor (Porsche 911R) - Pfaff - 1'19"772
14 - Mancinelli/Braun (Ferrari 488) - Scuderia Corsa - 1'19"849
15 - Hindman/Long (Porsche 911) - Wright - 1'20"018
16 - Telitz/Hawksworth (Lexus RC F) - Vasser Sullivan - 1'20"083
17 - De Angelis/Gunn (Aston Martin Vantage) - HOR - 1'20"196
18 - Montecalvo/Veach (Lexus RC F) - Vasser Sullivan - 1'20"221
19 - Bechtolsheimer/Miller (Acura NSX) - Gradient - 1'20"272
20 - Aghakhani/Eidson (Mercedes-AMG) - O'Gara - 1'20"283
21 - Goikhberg/Perera (Lamborghini Huracan) - GRT - 1'20"498
22 - McMurry/Farnbacher (Acura NSX) - Compass - 1'20"635
23 - James/Riberas (Aston Martin Vantage) - HOR - 1'21"133
24 - Ferriol/Legge (Porsche 911R) - Hardpoint - 1'21"167
25 - Potter/Lally (Acura NSX) - Magnus - 1'21"697
26 - Washington/Sofronas (Porsche 911R) - GMG - 1'22"435

14 Set [22:03]

IMSA, dopo Laguna Seca
Allungano il team Taylor e l'Acura

Marco Cortesi

Continua ad essere ravvicinata la lotta per la leadership nel campionato IMSA dopo l'ultimo round di Laguna Seca, che ha visto protagoniste le tre classi principali, DPi, GTLM e GTD, insieme alla LMP2. I due principali contendenti, i leader del team Taylor con l'Acura, e ActionExpress con la migliore delle Cadillac, restano entrambi in corsa e un solo piazzamento può ribaltare le cose. La vettura giapponese ha vinto l'ultimo round a Laguna Seca nonostante un problema ai freni causato da un detrito. Filipe Albuquerque e Ricky Taylor hanno battuto la concorrenza del team Ganassi quando l'Acura del team Shank, impegnata in una strategia molto arrischiata che puntava su una caution finale non verificatasi. In casa Ganassi il secondo posto è arrivato con un sorpasso aggressivo di Renger Van Der Zande nei confronti di Felipe Nasr, che comunque è sopravvissuto arrivando terzo insieme a Pipo Derani. Dane Cameron ed Olivier Pla si sono piazzati quarti davanti alla Mazda di Tincknell-Pla che, terza in campionato, non è molto staccata ma ha poche speranze anche per via di un punteggio che premia in maniera molto ravvicinata tutti coloro che arrivano al traguardo.



Corvette continua la marcia in GTLM
In classe GTLM è Corvette 1-2, a Laguna Seca come in campionato, dove i successi del team Proton-Weathertech non possono intaccare la superiorità delle vetture ufficiali. Sulla pista della California, Nick Tandy ha passato ai box Antonio Garcia, vincendo con Tommy Milner. Per Tandy in realtà si è trattato della prima vittoria in Corvette, visto che la prevalenza è sempre stata verso la vettura numero 3. O meglio, la prima ufficiale, visto che la C8.R numero 4 aveva conquistato l'appuntamento di esibizione di Detroit.



Porsche-BMW in GTD, problemi per casa Lexus
La GT Daytona ha visto prevalere a Laguna la Porsche di Vanthoor-Robichon, con il team Pfaff che ha centrato il suo secondo successo consecutivo, il terzo dell'anno dopo Sebring e Road America. La lotta per il campionato si è così ristretta ulteriormente, con quattro equipaggi in meno di 100 punti. Al vertice restano, grazie alla costanza di rendimento, Bill Auberlen e Robby Foley. Secondi nel round dello scorso weekend Bryan Sellers e Madison Snow sulla Lamborghini del team Miller. Sono continuate invece le difficoltà che hanno messo in crisi le Lexus del team Vasser Sullivan e d

Domenica 13 settembre 2021, gara

1 - Taylor/Albuquerque (Acura DPi) - WRTR - 118 giri
2 - van der Zande/Magnussen (Cadillac DPi) - Ganassi - 14"875
3 - Nasr/Derani (Cadillac DPi) - AXR - 15"392
4 - Cameron/Pla (Acura DPi) - Shank - 25"529
5 - Jarvis/Tincknell (Mazda DPi) - Mazda - 28"503
6 - Vautier/Duval (Cadillac DPi) - JDC - 2 giri
7 - Keating/Jensen (ORECA LMP2 07) - PR1 - 2 giri
8 - Farano/Aubry (ORECA LMP2 07) - Tower - 3 giri
9 - Thomas/Nunez (ORECA LMP2 07) - WIN - 3 giri
10 - Merriman/Dalziel (ORECA LMP2 07) - Era - 3 giri
11 - Milner/Tandy (Corvette C8R) - Corvette - 6 giri
12 - Garcia/Taylor (Corvette C8R) - Corvette - 7 giri
13 - MacNeil/Campbell (Porsche 911 RSR - 19) - Proton - 7 giri
14 - Robichon/Vanthoor (Porsche 911 GT3R) - Pfaff - 11 giri
15 - Sellers/Snow (Lamborghini Huracan) - Miller - 11 giri
16 - Hindman/Long (Porsche 911 GT3R) - Wright - 11 giri
17 - Auberlen/Foley (BMW M6 GT3) - Turner - 11 giri
18 - De Angelis/Gunn (AMR Vantage) - HOR - 11 giri
19 - Telitz/Hawksworth (Lexus RC F GT3) - Vasser - 12 giri
20 - Heistand/Westphal (Audi R8 LMS GT3) - CarBahn - 12 giri
21 - Ferriol/Legge (Porsche 911 GT3R) - Hardpoint - 12 giri
22 - Potter/Lally (Acura NSX GT3) - Archangel - 12 giri
23 - Montecalvo/Veach (Lexus RC F GT3) - Vasser - 13 giri
24 - Bechtolsheimer/Miller (Acura NSX GT3) - Gradient - 15 giri

8 Set [21:30]

BMW entra in LMDh con il
telaio Dallara. Obiettivo Daytona 2023

Michele Montesano

BMW M Motorsport ha annunciato che la sua vettura LMDh si baserà sul telaio della Dallara LMP2. Come già scritto in precedenza (
leggi l’articolo QUI) mancava solamente l’ufficialità fra la casa bavarese e il costruttore di Varano de’ Melegari. L’obiettivo è di creare una sinergia per sviluppare e costruite il prototipo che scenderà in pista nel campionato IMSA targato 2023. Per ora in BMW il programma prioritario Endurance resta quello sul suolo americano, ma non è escluso un possibile sbocco nel FIA WEC.

Un ulteriore tocco tricolore sarà dato da Maurizio Leschiutta che, dopo essere stato il responsabile del programma DTM per la casa di Monaco di Baviera, ora dirigerà il progetto LMDh. Proprio l’ingegnere, ex Ferrari e Maserati, ha raccontato com’è maturata la decisione di affidarsi al costruttore di Varano: “Senza dubbio Dallara è il produttore di auto da corsa di maggior successo al mondo. Inoltre vanta una vasta esperienza nella produzione di telai, engineering, simulazioni e galleria del vento, proprio l’aerodinamica rivestirà un ruolo importante sui prototipi della LMDh. Stiamo già lavorando a stretto contatto, ma siamo ancora in una fase embrionale dello sviluppo”.

La vettura verrà interamente progettata e costruita in Italia, con un team composto da ingegneri della BMW che affiancheranno i colleghi della Dallara, quest’ultimi lavoreranno in esclusiva su questo progetto. Infatti il costruttore parmense sarà anche partner tecnico della Cadillac proprio nel programma LMDh. Il prototipo BMW scenderà in pista, per la prima volta, l’anno prossimo sul vicino Autodromo Riccardo Paletti di Varano, con l’obiettivo di conquistare la 24 Ore di Daytona 2023.

9 Ago [9:39]

Road America, gara
Nasr-Derani agguantano il successo

Marco Cortesi

Seconda vittoria consecutiva in IMSA per Pipo Derani e Felipe Nasr a Road America dopo il successo nell'appuntamento di Watkins Glen. Partiti in pole, i brasiliani hanno comandato le prime fasi ma si erano trovati ad inseguire per un riuscito undercut dell'Acura del team Shank. Con due giri alla fine, Dane Cameron, in coppia con Olivier Pla, si è dovuto fermare per uno "splash", rientrando quinto e spianando la strada verso l'affermazione del team ActionExpress (foto IMSA). Al secondo posto, la Mazda di Oliver Jarvis e Harry Tincknell ha vinto un duello con l'Acura di casa Taylor in cui un contatto ha provocato una foratura a Filipe Albuquerque. La vettura del team di Wayne Taylor ha concluso quarta, alle spalle del duo di Ganassi van der Zande-Magnussen, vedendo dimezzato il proprio vantaggio in classifica su Derani e Nasr. In LMP2, il successo è andato nonostante un testacoda iniziale al duo Merriman-Dalziel, mentre in LMP3 ha prevalso il team CORE con Jon Bennett e Colin Braun.

In GTLM, successo inaspettato per la Porsche WeatherTech. Cooper MacNeil ha guidato per poco più di mezz'ora, e Matt Campbell è riuscito a fermarsi una sola volta nelle oltre due ore rimanenti pur tenendo un ritmo elevato. A dispetto dell'equipaggio "Pro-Am" il team Proton è alla seconda vittoria dopo quella della 12 Ore di Sebring. A seguire, la Corvette di Taylor-Garcia con tre soste, mentre la vettura del cravattino di Tandy-Milner è stata messa fuori gioco da un drive-through per un'irregolarità ai box.

In GT Daytona ha dominato la Porsche del team Pfaff con Zach Robichon, bravo a prendere la leadership nelle fasi iniziali, e Laurens Vanthoor, risultato inarrivabile per tutti. Seconda la BMW di Auberlen-Foley, seguita dalla Porsche Wright di Long-Hindman. Solo quinta la Lexus partita in pole con Aaron Telitz e Jack Hawksworth. Il duo anglo-canadese è stato subito sanzionato per un cambio di traiettoria vietato in partenza.

Domenica 8 agosto 2021, gara

1 - Nasr/Derani (Cadillac DPi) - AXR - 76 giri
2 - Jarvis/Tincknell (Mazda DPi) - Mazda - 1”594
3 - VD Zande/Magnussen (Cadillac DPi) - Ganassi - 5”770
4 - Taylor/Albuquerque (Acura DPi) - WTR - 46”781
5 - Cameron/Pla (Acura DPi) - Shank - 49”018
6 - Vautier/Duval (Cadillac DPi) - JDC Miller - 1'53”142
7 - Merriman/Dalziel (Oreca LMP2 07) - Era - 1 giro
8 - Farano/Aubry (Oreca LMP2 07) - Tower - 1 giro
9 - Keating/Jensen (Oreca LMP2 07) - PR1 - 1 giro
10 - Thomas/Nunez (Oreca LMP2 07) - WIN - 2 giri
11 - Bennett/Braun (Ligier JS P320) - Core - 3 giri
12 - MacNeil/Campbell (Porsche 911 RSR) - Proton - 3 giri
13 - Goldburg/Lindh (Ligier JS P320) - PerfTech - 3 giri
14 - Garcia/Taylor (Corvette C8.R) - Corvette - 3 giri
15 - Robinson/Fraga (Ligier JS P320) - Riley - 4 giri
16 - Cox/Murry (Ligier JS P320) - Riley - 4 giri
17 - Milner/Tandy (Corvette C8.R) - Corvette - 4 giri
18 - Andretti/Askew (Ligier JS P320) - Andretti - 4 giri
19 - Pabst/Kasemets (Ligier JS P320) - Wulver - 5 giri
20 - Robichon/Vanthoor (Porsche 911R) - Pfaff - 7 giri
21 - Auberlen/Foley (BMW M6) - Turner - 7 giri
22 - Hindman/Long (Porsche 911R) - Wright - 7 giri
23 - De Angelis/Gunn (AMR Vantage) - HOR - 7 giri
24 - Telitz/Hawksworth (Lexus RC F) - Vasser - 8 giri
25 - Montecalvo/Veach (Lexus RC F) - Vasser - 8 giri
26 - Sellers/Snow (Lamborghini Huracan) - Miller - 8 giri
27 - Ferriol/Legge (Porsche 911R) - Hardpoint - 8 giri
28 - Bechtolsheimer/Miller (Acura NSX) - Gradient - 8 giri
29 - Heistand/Westphal (Audi R8 LMS) - Peregrine - 8 giri
30 - Yount/Hildebrand (Audi R8 LMS) - NTE - 8 giri
31 - Kingsley/Farnbacher (Acura NSX) - Compass - 9 giri
32 - Potter/Lally (Acura NSX) - Magnus - 14 giri
33 - Lewis/Cosmo (Mercedes-AMG) - Gilbert/Korthoff - 30 giri
34 - Goikhberg/Perera (Lamborghini Huracan) - GRT - 52 giri
35 - Olson/Skeen (Ligier JS P320) - JRIII - 68 giri

8 Ago [13:23]

Road America, qualifica
Nasr al comando nel nubifragio

Marco Cortesi

Pole position con pista bagnata a Road America per Felipe Nasr, con il brasiliano del team ActionExpress che ha piazzato la zampata al volante della Dallara-Cadillac #31 battendo Ricky Taylor. La sessione ha visto molti dei piloti in pista commettere errori a causa delle precipitazioni torrenziali. Tra loro, Olivier Pla, nelle barriere sull’Acura Shank, e Kevin Magnussen al volante del prototipo di Chip Ganassi.

Terzo posto per la Mazda RT24-P di Oliver Jarvis, seguito da Magnussen e da un’altra Dallara-Cadillac, quella del team JDC Miller pilotata da Tristan Vautier. In LMP2, la pole è stata conquistata da Ben Keating per il team PR1-Mathiasen, che ha battuto Steven Thomas. In LMP3, a prevalere è stato Dan Goldburg per il team Performance Tech.

In GTLM, pole per Jordan Taylor davanti al compagno in Corvette Nick Tandy. Staccata di oltre tre secondi la Porsche di Cooper MacNeil, unica altra rappresentante della categoria oltre alle coupé del cravattino. In GT Daytona, pole per Aaron Telitz che con la prima delle Lexus ha comandato nelle fasi iniziali quando non aveva ancora cominciato a piovere. Nella Q2, che assegna i punti per il campionato, a prevalere è stato Laurens Vanthoor con la Porsche Pfaff.

Domenica 8 agosto 2021, qualifica

1 - Nasr/Derani (Cadillac DPi) - AXR - 2'07”919
2 - Taylor/Albuquerque (Acura DPi) - WTR - 2'08"677
3 - Jarvis/Tincknell (Mazda DPi) - Mazda - 2'08"716
4 - Albuquerque/Zande (Cadillac DPi) - Ganassi - 2'09"194
5 - Vautier/Duval (Cadillac DPi) - JDC Miller - 2'10"497
6 - Cameron/Pla (Acura DPi) - PR1 Mathiasen - 2'10"500
7 - Keating/Jensen (ORECA LMP2 07) - PR1 Mathiasen - 2'18"511
8 - Thomas/Nunez (ORECA LMP2 07) - WIN - 2'19"941
9 - Farano/Aubry (ORECA LMP2 07) - Tower - 2'24"176
10 - Merriman/Dalziel (ORECA LMP2 07) - Era - 2'27"462
11 - Goldburg/Lindh (Ligier JS P320) - PerfTech - 2'19"106
12 - Robinson/Fraga (Ligier JS P320) - Riley - 2'19"419
13 - Andretti/Askew (Ligier JS P320) - Andretti - 2'21"170
14 - Bennett/Braun (Ligier JS P320) - CORE - 2'21"885
15 - Pabst/Kasemets (Ligier JS P320) - Wulver - 2'22"170
16 - Olson/Skeen (Ligier JS P320) - JRIII - 2'24"600
17 - Cox/Murry (Ligier JS P320) - Riley - 2'25"260
18 - Garcia/Taylor (Corvette C8R) - Corvette - 2'20"979
19 - Milner/Tandy (Corvette C8R) - Corvette - 2'21"606
20 - MacNeil/Campbell (Porsche 911) - Proton - 2'24"174
21 - Telitz/Hawksworth (Lexus RC F) - Vasser - 2'07"195
22 - Hindman/Long (Porsche 911) - Wright - 2'07"862
23 - Auberlen/Foley (BMW M6) - Turner - 2'07"953
24 - Robichon/Vanthoor (Porsche 911R) - Pfaff - 2'08"209
25 - Heistand/Westphal (Audi R8 LMS) - Peregrine - 2'08"341
26 - DeAngelis/Gunn (Aston Martin Vantage) - HOR - 2'08"569
27 - Montecalvo/Sellers (Lexus RC F) - Vasser - 2'08"702
28 - Sellers/Snow (Lamborghini Huracan) - Miller - 2'09"110
29 - Kingsley/Farnbacher (Acura NSX) - Compass - 2'09"321
30 - Lewis/Cosmo (Mercedes-AMG) - Gilbert/Korthoff - 2'09"990
31 - Ferriol/Legge (Porsche 911) - Hardpoint - 2'10"173
32 - Bechtolsheimer/Miller (Acura NSX) - Gradient - 2'10"263
33 - Goikhberg/Perera (Lamborghini Huracan) - GRT - 2'10"266
34 - Potter/Lally (Acura NSX) - Magnus - 2'12"194
35 - Yount/Hildebrand (Audi R8 LMS) - NTE Sport - 2'14"383

PrevPage 1 of 10Next

News

IMSA
v

FirstPrevPage 1 of 3NextLast
FirstPrevPage 1 of 3NextLast

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone