formula 1

Il commento di Alberto Sabbatini:
Vettel-Ferrari, perché è meglio lasciarsi ora

Alberto Sabbatini - XPB Images

Come sanno tutti quelli che hanno avuto la sfortuna di divorzia...

Leggi »
Europeo

Rally di Roma Capitale
L'ERC riparte da Lukyanuk

Jacopo Rubino

La stagione 2020 dell'European Rally Championship doveva cominciare a marzo, sugli sterrat...

Leggi »
PrecedentePagina 1 di 10Successiva
3 Ago [8:29]

Road America, gara
Castroneves-Taylor nella pioggia

Marco Cortesi

Vittoria all’ultimo respiro per Helio Castroneves e Ricky Taylor nell’IMSA a Road America. La gara della serie endurance USA è stata condizionata da un forte temporale che ha portato all’interruzione delle attività per un incidente tra i leader GTLM. Castroneves ha superato Renger Van Der Zande, finito largo, dopo che quest’ultimo aveva preso la vetta fermandosi per primo a montare gomme rain. Van Der Zande e Ryan Briscoe hanno concluso secondi. Chi invece ha perso tantissimo sono state le Mazda a causa di un errore strategico: le vetture della Multimatic si sono fermate in ritardo, proprio mentre gli altri si preparavano ad effettuare il re-start. Questo ha messo la parola fine a una giornata positiva in cui in particolare Oliver Jarvis ed Harry Tincknell erano stati in lotta per il successo.

Il terzo posto è andato quindi alla Cadillac-Dallara di Pipo Derani e Felipe Nasr, col primo che ha recuperato alla grande dopo un contatto. Quarto posto per l’esemplare del team JDC Miller di Joao Barbosa e Sebastien Bourdais. In LMP2, successo per Ben Hanley ed Henrik Hedman dopo un contatto sotto safety car tra Simon Trummer e Juan Pablo Montoya.

A causare la caution che ha messo fine definitivamente alla gara è stato un contatto tra la BMW di John Edwards e la Porsche di Nick Tandy alla “kink”, la curva più veloce dell’impianto. A ringraziare sono stati Antonio Garcia e Tommy Milner. A dominare le prime fasi era stata l’altra Porsche, quella di Nick Tandy ed Earl Bamber, finito però nelle barriere all’inizio dell’acquazzone. Terza vittoria consecutiva invece per la Lexus in GT Daytona grazie al primo successo personale di Frankie Montecalvo e Townsend Bell.

Domenica 2 agosto 2020, gara

1 - Castroneves/Taylor (Acura DPi) - Penske - 63 giri
2 - van der Zande/Briscoe (Cadillac DPi) - Taylor - 0”383
3 - Nasr/Derani (Cadillac DPi) - AXR - 4”131
4 - Barbosa/Bourdais (Cadillac DPi) - JDC Miller - 36”994
5 - Bomarito/Tincknell (Mazda DPi) - Mazda - 40”192
6 - Jarvis/Nunez (Mazda DPi) - Mazda - 4'04”486
7 - Miller/Vautier (Cadillac DPi) - JDC Miller - 1 giro
8 - Hedman/Hanley (ORECA LMP2 07) - DragonSpeed - 2 giri
9 - Cameron/Montoya (Acura DPi) - Penske - 2 giri
10 - Garcia/Taylor (Chevrolet Corvette C8.R) - Corvette - 3 giri
11 - Gavin/Milner (Chevrolet Corvette C8.R) - Corvette - 3 giri
12 - French/Cassels (ORECA LMP2 07) - PerfTech - 3 giri
13 - Merriman/Tilley (ORECA LMP2 07) - ERA - 3 giri
14 - Krohn/Edwards (BMW M8 GTE) - RLL - 3 giri
15 - Tandy/Makowiecki (Porsche 911 RSR - 19) - Porsche - 5 giri
16 - Bamber/Vanthoor (Porsche 911 RSR - 19) - Porsche - 5 giri
17 - Montecalvo/Bell (Lexus RC F GT3) - AIM - 6 giri
18 - Farnbacher/McMurry (Acura NSX GT3) - Meyer Shank - 6 giri
19 - Telitz/Hawksworth (Lexus RC F GT3) - AIM - 6 giri
20 - MacNeil/Vilander (Ferrari 488 GT3) - Scuderia Corsa - 6 giri
21 - Hardwick/Long (Porsche 911 GT3R) - Wright - 6 giri
22 - Robinson/Aschenbach (Mercedes-AMG GT3) - Riley - 6 giri
23 - Foley/Auberlen (BMW M6 GT3) - Turner - 6 giri
24 - Potter/Lally (Lamborghini Huracan GT3) - GRT - 6 giri
25 - Fergus/Holton (McLaren 720S GT3) - Compass - 6 giri
26 - Ferriol/Pumpelly (Audi R8 LMS GT3) - Hardpoint - 6 giri
27 - Spengler/De Phillippi (BMW M8 GTE) - RLL - 8 giri
28 - Bechtolsheimer/Miller (Acura NSX GT3) - Gradient - 8 giri
29 - Kelly/Trummer (ORECA LMP2 07) - PR1 - 9 giri
30 - Parente/Goikhberg (Acura NSX GT3) - Shank - 15 giri



3 Ago [8:28]

Road America, qualifica
Doppietta delle Acura Penske

Sabato 1 agosto 2020, qualifica

1 - Castroneves/Taylor (Acura DPi) - Penske - 1'49"061
2 - Cameron/Montoya (Acura DPi) - Penske - 1'49"379
3 - Bomarito/Tincknell (Mazda DPi) - Mazda - 1'49"607
4 - Jarvis/Nunez (Mazda DPi) - Mazda - 1'50"120
5 - van der Zande/Briscoe (Cadillac DPi) - Taylor - 1'50"216
6 - Barbosa/Bourdais (Cadillac DPi) - JDC Miller - 1'50"742
7 - Nasr/Derani (Cadillac DPi) - AXR - 1'51"391
8 - Miller/Vautier (Cadillac DPi) - JDC Miller - 1'51"681
9 - Kelly/Trummer (ORECA LMP2 07) - PR1 - 1'54"474
10 - Hedman/Hanley (ORECA LMP2 07) - DragonSpeed - 1'55"427
11 - French/Cassels (ORECA LMP2 07) - Perf.Tech - 1'56"965
12 - Merriman/Tilley (ORECA LMP2 07) - Era - 1'57"589
13 - Bamber/Vanthoor (Porsche 911 RSR - 19) - Porsche - 2'00"590
14 - Garcia/Taylor (Chevrolet Corvette C8"R) - Corvette - 2'00"854
15 - Gavin/Milner (Chevrolet Corvette C8"R) - Corvette - 2'00"904
16 - Spengler/De Phillippi (BMW M8 GTE) - RLL - 2'01"155
17 - Krohn/Edwards (BMW M8 GTE) - RLL - 2'01"202
18 - Tandy/Makowiecki (Porsche 911 RSR - 19) - Porsche - 2'01"305
19 - Telitz/Hawksworth (Lexus RC F GT3) - AIM - 2'06"251
20 - Montecalvo/Bell (Lexus RC F GT3) - AIM - 2'07"038
21 - Fergus/Holton (McLaren 720S GT3) - Compass - 2'07"265
22 - Foley/Auberlen (BMW M6 GT3) - Turner - 2'07"361
23 - Robinson/Aschenbach (Mercedes-AMG GT3) - Riley - 2'07"911
24 - MacNeil/Vilander (Ferrari 488 GT3) - Scuderia Corsa - 2'07"924
25 - Farnbacher/McMurry (Acura NSX GT3) - Shank - 2'07"942
26 - Parente/Goikhberg (Acura NSX GT3) - Heinricher - 2'08"118
27 - Hardwick/Long (Porsche 911 GT3R) - Wright - 2'08"269
28 - Bechtolsheimer/Miller (Acura NSX GT3) - Gradient - 2'08"520
29 - James/De Angelis (Aston Martin Vantage GT3) - HOR - 2'08"540
30 - Potter/Lally (Lamborghini Huracan GT3) - Grasser - 2'09"822
31 - Ferriol/Pumpelly (Audi R8 LMS GT3) - Hardpoint - 2'10"474

19 Lug [15:17]

Sebring, gara
Dominano le Cadillac

Marco Cortesi

Dominio totale per il team ActionExpress e per le Dallara-Cadillac a Sebring. Nella prova da 2h40' sulla sconnessa pista della Florida, a trionfare sono stati Pipo Derani, polesitter, e Felipe Nasr, di rientro da una sosta dovuta alla diagnosi di Covid-19. Ampio, quasi 40", il margine di Nasr alla fine. Secondo si è piazzato Ryan Briscoe insieme a Renger Van Der Zande sulla vettura motorizzata Cadillac del team Taylor.

Bel terzo posto, nuovo piazzamento sul podio, per l'altra vettura di Varano del team JDC Miller, che quest'anno si sta espandendo capitalizzando l'esperienza di Joao Barbosa e Sebastien Bourdais. Il francese ha guadagnato la posizione sulla Mazda di Oliver Jarvis nel finale, a corto di benzina.

Dopo la prima fila di Juan Pablo Montoya al sabato, le Acura-Oreca del team Penske hanno pagato dazio. Il colombiano e Dane Cameron hanno terminato settimi, mentre Helio Castroneves e Ricky Taylor si sono ritirati per un problema al motore.

Dominio delle Corvette in GTLM come già visto in qualifica. C'è stato un arrivo in parata, con Tommy Milner ed Oliver Gavin davanti ad Antonio Garcia. L'unico avvicendamento, in occasione della seconda sosta ai box. Un contatto tra le due Porsche ha costretto le 911 a rincorrere. Terzi si sono piazzati Laurens Vanthoor ed Earl Bamber.

Seconda vittoria consecutiva per la Lexus RC-F del team AIM Sullivan Vasser, sempre con Jack Hawksworth e Aaron Telitz. In seconda posizione, dopo una bella rimonta di Toni Vilander, la Ferrari 488 della Scuderia Corsa divisa con Cooper MacNeil. In LMP2, vittoria di Kelly-Pigot col team PR1-Mathiasen dopo che la vettura del team Dragonspeed di Hedman-Menezes penalizzata per un'infrazione sul tempo minimo di guida per il pilota Am.

Sabato 18 luglio 2020, gara

1 - Nasr/Derani (Cadillac DPi) - AXR - 83 giri
2 - van der Zande/Briscoe (Cadillac DPi) - WTR - 36”432
3 - Barbosa/Bourdais (Cadillac DPi) - JDC-Miller - 56”144
4 - Jarvis/Nunez (Mazda DPi) - Multimatic - 56”632
5 - Bomarito/Tincknell (Mazda DPi) - Multimatic - 1'27"300
6 - Cameron/Montoya (Acura DPi) - Penske - 1'29"280
7 - Castroneves/Taylor (Acura DPi) - Penske - 1'30"667
8 - Simpson/Vautier (Cadillac DPi) - JDC-Miller - 1 giro
9 - Kelly/Pigot (ORECA LMP2 07) - PR1 - 2 giri
10 - Cassels/Masson (ORECA LMP2 07) - PerfTech - 3 giri
11 - Merriman/Tilley (ORECA LMP2 07) - ERA - 3 giri
12 - Gavin/Milner (Chevrolet Corvette C8.R) - Corvette - 6 giri
13 - Garcia/Taylor (Chevrolet Corvette C8.R) - Corvette - 6 giri
14 - Bamber/Vanthoor (Porsche 911 RSR - 19) - Porsche - 6 giri
15 - Spengler/De Phillippi (BMW M8 GTE) - RLL - 6 giri
16 - Krohn/Edwards (BMW M8 GTE) - RLL - 6 giri
17 - Tandy/Makowiecki (Porsche 911 RSR - 19) - Porsche - 6 giri
18 - Telitz/Hawksworth (Lexus RC F GT3) - AIM - 8 giri
19 - MacNeil/Vilander (Ferrari 488 GT3) - Scuderia Corsa - 8 giri
20 - Foley/Auberlen (BMW M6 GT3) - Turner - 8 giri
21 - Robinson/Aschenbach (Mercedes-AMG GT3) - Riley - 8 giri
22 - Montecalvo/Bell (Lexus RC F GT3) - AIM - 8 giri
23 - Fergus/Holton (McLaren 720S GT3) - Compass - 9 giri
24 - Bechtolsheimer/Miller (Acura NSX GT3) - Gradient - 9 giri
25 - Ferriol/Pumpelly (Audi R8 LMS GT3) - Hardpoint - 10 giri
26 - Hardwick/Long (Porsche 911 GT3R) - Wright - 12 giri
27 - Farano/Dalziel (ORECA LMP2 07) - Starworks - 34 giri
28 - Hedman/Menezes (ORECA LMP2 07) - DragonSpeed - 2 giri
29 - Potter/Lally (Lamborghini Huracan GT3) - Magnus - 43 giri

5 Lug [8:02]

Daytona, gara
Doppietta Mazda al rientro in pista

Marco Cortesi

Inizia alla grande la nuova gestione del team Mazda in IMSA, col costruttore della vettura, Multimatic, che ha preso in carico tutta l'organizzazione. La squadra canadese ha centrato una bella doppietta nella seconda tappa stagionale di Daytona, "ritorno" notturno dopo l'emergenza Covid-19. Vittoriosi Harry Tincknell, fresco di rinnovo contrattuale, e Jonathan Bomarito, mentre al secondo posto si sono piazzati, a 10" di distacco, Oliver Jarvis e Tristan Nunez. Dopo l'apertura delle ostilità con pista bagnata, le condizioni dell'asfalto sono andate migliorando promuovendo al comando la Cadillac di Pipo Derani e Gabby Chaves (sostituto di Felipe Nasr), partiti con gomme slick. Il potenziale del team Action Express non era però al top, e i due sono stati ripresi. Ottimo il terzo posto del team JDC Miller con Joao Barbosa e Sebastien Bourdais, mentre quarto ha concluso Juan Pablo Montoya in coppia con Dane Cameron. Rottura del motore invece per il poleman Helio Castroneves e Ricky Taylor.

Vittoria per la Corvette in GTLM, la 100esima del marchio del Cravattino e la prima per la C8R a motore centrale. I tre costruttori hanno diviso le strategie tra due e tre soste, e alla fine la doppia sosta ha avuto la meglio. Antonio Garcia e Jordan Taylor hanno prevalso su Bamber-Vanthoor, mentre terzi hanno concluso Tandy-Makowiecki. Quarto posto per la prima BMW di Spengler-De Philippi. Quinta l'altra Corvette, che si è trovata con poco carburante e ha dovuto rallentare nel finale.

In GT Daytona, dominio della Lexus del team di Jimmy Vasser con Aaron Telitz e Jack Hawksworth mentre la McLaren 720S del team Compass, che aveva fatto segnare la pole, è stata bloccata da un problema tecnico prima del via e da una penalità. Secondo posto a completare la doppietta lexus per Townsend Belle e Frankie Montecalvo.

Sabato 4 luglio 2020, gara

1 - Bomarito-Tincknell (Mazda DPi) - Mazda - 95 giri
2 - Jarvis-Nunez (Mazda DPi) - Mazda - 10”168
3 - Barbosa-Bourdais (Cadillac DPi) - JDC-Miller - 15”378
4 - Cameron-Montoya (Acura DPi) - Penske - 27”335
5 - Derani-Chaves (Cadillac DPi) - AXR - 31”275
6 - van der Zande-Briscoe (Cadillac DPi) - WTR - 1'06”779
7 - Miller-Vautier (Cadillac DPi) - JDC-Miller - 1'18”511
8 - Garcia-Taylor (Chevrolet Corvette C8.R) - Corvette - 5 giri
9 - Bamber-Vanthoor (Porsche 911 RSR) - Porsche - 5 giri
10 - Tandy-Makowiecki (Porsche 911 RSR) - Porsche - 5 giri
11 - Spengler-De Phillippi (BMW M8 GTE) - RLL - 5 giri
12 - Gavin-Milner (Chevrolet Corvette C8.R) - Corvette - 6 giri
13 - Krohn-Edwards (BMW M8 GTE) - RLL - 6 giri
14 - Telitz-Hawksworth (Lexus RC F GT3) - AIM - 8 giri
15 - Montecalvo-Bell (Lexus RC F GT3) - AIM - 9 giri
16 - Farnbacher-McMurry (Acura NSX GT3) - Shank - 9 giri
17 - Parente-Goikhberg (Acura NSX GT3) - Heinricher - 9 giri
18 - MacNeil-Vilander (Ferrari 488 GT3) - Scuderia Corsa - 9 giri
19 - Robinson-Aschenbach (Mercedes-AMG GT3) - Riley - 10 giri
20 - Hardwick-Long (Porsche 911 GT3R) - Wright - 10 giri
21 - Foley-Auberlen (BMW M6 GT3) - Turner - 10 giri
22 - Lally-Potter (Lamborghini Huracan GT3) - GRT - 10 giri
23 - Bechtolsheimer-Miller (Acura NSX GT3) - Gradient - 10 giri
24 - Fergus-Holton (McLaren 720S GT3) - Compass - 10 giri
25 - Ferriol-Pumpelly (Audi R8 LMS GT3) - Hardpoint - 11 giri
26 - Castroneves-Taylor (Acura DPi) - Penske - 52 giri

4 Lug [22:21]

Daytona, qualifica
Castroneves in pole, Mazda insegue

Marco Cortesi

Pole position per Helio Castroneves nell'IMSA a Daytona per il rientro in pista della serie in una gara relativamente "sprint" da 2h40'. Il brasiliano ha piazzato il miglior tempo in qualifica (la gara sarà disputata stanotte) mettendosi alle spalle le due Mazda ufficiali, guidate rispettivamente da Oliver Jarvis e Jonathan Bomarito. Quarta posizione per Juan Pablo Montoya con la seconda Acura del team Penske. Quinto posto per la prima delle Dallara-Cadillac, quella del team di Wayne Taylor con Ryan Briscoe.

In GTLM, doppietta delle nuove Corvette C8.R, favorite anche da un BOP aggiornato dopo le difficoltà della 24 ore. Autore della pole Oliver Gavin, mentre secondo si è piazzato Jordan Taylor. Terzo posto per la BMW con Jesse Krohn. In GT Daytona, pole a sorpresa per la McLaren del neo-arrivato team Compass Racing. La 720S GT3 con Corey Fergus ha preceduto la Lexus di Aaron Telitz per poco più di un decimo. Top-5 per la Ferrari della Scuderia Corsa con Cooper MacNeil.

Sabato 4 luglio 2020, qualifica

1 - Castroneves-Taylor (Acura DPi) - Penske - 1'34"390
2 - Jarvis-Nunez (Mazda DPi) - Mazda - 1'34"422
3 - Bomarito-Tincknell (Mazda DPi) - Mazda - 1'34"454
4 - Cameron-Montoya (Acura DPi) - Penske - 1'34"532
5 - van der Zande-Briscoe (Cadillac DPi) - WTR - 1'35"061
6 - Derani-Chaves (Cadillac DPi) - AXRacing - 1'35"244
7 - Barbosa-Bourdais (Cadillac DPi) - JDC Miller - 1'35"737
8 - Miller-Vautier (Cadillac DPi) - JDC Miller - 1'35"945
9 - Gavin-Milner (Chevrolet Corvette C8"R) - Corvette - 1'42"251
10 - Garcia-Taylor (Chevrolet Corvette C8"R) - Corvette - 1'42"523
11 - Krohn-Edwards (BMW M8 GTE) - RLL - 1'42"628
12 - Bamber-Vanthoor (Porsche 911 RSR - 19) - Porsche - 1'42"629
13 - Spengler-De Phillippi (BMW M8 GTE) - RLL - 1'42"674
14 - Tandy-Makowiecki (Porsche 911 RSR - 19) - Porsche - 1'42"754
15 - Fergus-Holton (McLaren 720S GT3) - Compass - 1'47"015
16 - Telitz-Hawksworth (Lexus RC F GT3) - AIM - 1'47"152
17 - Foley-Auberlen (BMW M6 GT3) - Turner - 1'47"468
18 - Montecalvo-Bell (Lexus RC F GT3) - AIM - 1'47"502
19 - MacNeil-Vilander (Ferrari 488 GT3) - Scuderia Corsa - 1'47"595
20 - Farnbacher-McMurry (Acura NSX GT3) - Shank - 1'47"779
21 - Parente-Goikhberg (Acura NSX GT3) - Heinricher - 1'47"799
22 - Hardwick-Long (Porsche 911 GT3R) - Wright - 1'47"839
23 - Robinson-Aschenbach (Mercedes-AMG GT3) - Riley - 1'47"998
24 - Lally-Potter (Lamborghini Huracan GT3) - GRT - 1'48"772
25 - Bechtolsheimer-Miller (Acura NSX GT3) - Gradient - 1'48"795
26 - Ferriol-Pumpelly (Audi R8 LMS GT3) - Hardpoint - 1'49"193

1 Lug [16:18]

Il calendario ed il BOP
Alla ripartenza IMSA a Daytona

Marco Cortesi

BOP e Calendario. Questi i temi principali dell'IMSA nella settimana del ritorno in pista per la prova da 2h40 in programma a Daytona. Per quanto riguarda il lato sportivo, ci sarà un aiuto dato alle Acura del team Penske in DPi, con un maggior boost del turbocompressore, equivalente a 7 cavalli di incremento rispetto alla 24 Ore di Daytona. Ci saranno degli aggiustamenti nella capacità del serbatoio per Acura, Cadillac e Mazda, ma non legate alla prestazione.

Aumento di cavalli (5) anche per l'Acura NSX GTD, ma ci sarà uno step in avanti (circa 9 cavalli) per la Ferrari 488. Riduzioni invece per Audi, BMW ma soprattutto per Lamborghini e Porsche, che perderanno 13 cavalli. In GTLM adeguamenti minimi ma importanti visti i distacchi praticamente nulli. Più cavalli per la Corvette (3) grazie ad un miglior restrittore, mentre le BMW hanno perso quasi 2 cavalli con 15 chili in più.

In termini di calendario, è stata confermata la versione definitiva (per ora della serie). Dopo Daytona ci sarà una "sprint" (si fa per dire) a Sebring, per andare a Road America.

Il calendario IMSA 2020

25-26 gennaio — Rolex 24 at Daytona
5 luglio - Daytona (no LMP2)
18 luglio - Sebring
2 agosto - Road America
22 agosto - Virginia (no LMP2 e DPi)
6 settembre — Watkins Glen
12 settembre - Lime Rock (no LMP2 e DPi)
27 settembre — Mid-Ohio (no LMP2)
17 ottobre — Petit Le Mans
1 novembre - Laguna Seca
14 novembre — Mobil 1 12 Hours of Sebring

PrecedentePagina 1 di 10Successiva

News

IMSA
v

PrimaPrecedentePagina 1 di 2SuccessivaUltima
PrimaPrecedentePagina 1 di 2SuccessivaUltima

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone