formula 1

Monaco - Libere 1
Leclerc fa gli onori di casa

Montecarlo è casa sua. Ci è cresciuto, le strade che formano il tracciato del Gran Premio le frequentava fin da piccolo sogna...

Leggi »
FIA Formula 2

Monaco - Qualifica
Pole di Lawson, ma da valutare

Pole-position con il giallo nella qualifica di Formula 2 a Montecarlo, letteralmente: l'autore del miglior tempo è stato ...

Leggi »
Rally

Loeb al via del Safari Rally
In Kenya con la Ford Puma Rally1

Michele Montesano L’indiscrezione circolava già nel corso del Rally del Portogallo, ma sono serviti altri giorni affinché t...

Leggi »
Regional by Alpine

Monaco - Qualifica
Dino lascia l'impronta

Con un gran giro finale Dino Beganovic è riuscito a strappare il miglior tempo assoluto nella qualifica di Monaco della Formu...

Leggi »
nascar

Raikkonen in NASCAR Cup
A Watkins Glen con Trackhouse

Sarà Kimi Raikkonen il primo pilota di caratura internazionale a correre con il team Trackhouse nell'ambito del nuovo pro...

Leggi »
formula 1

La McLaren è stufa di Ricciardo
E comincia a guardarsi attorno

Daniel Ricciardo sta deludendo. La McLaren pensava di aver fatto il miglior colpo di mercato possibile quando nel 2020, all&#...

Leggi »
PrevPage 1 of 10Next
17 Mag [11:01]

Mid-Ohio, gara
Seconda di Taylor-Albuquerque

Secondo successo consecutivo per l’Acura ARX-05 del team Taylor e per il duo composto da Filipe Albuquerque e Ricky Taylor. Il portoghese ha preso il comando nelle primissime fasi, prima di essere risuperato dal poleman Sebastien Bourdais con la Cadillac ufficiale del team Ganassi. Il duello non si è però concluso, e un contatto tra Taylor e Renger Van Der Zande seguito ad una fase di safety-car ha fatto perdere terreno alla vettura by Dallara, che ha poi terminato quinta.

Sul secondo gradino del podio è salita un’altra delle vetture giapponesi su base Oreca, quella del team Shank con Tom Blomqvist e Oliver Jarvis. Terzo posto, anche se con un passo non tanto competitivo quanto quello dei leader, per l’ActionExpress Racing con Tristan Nunez e Pipo Derani. In LMP2, vittoria per il team DragonSpeed nonostante una penalità per un contatto che ha coinvolto Juan Pablo Montoya in lotta con Jonathan Bomarito. Il brasiliano del team PR1 Mathiasen ha chiuso secondo.

La LMP3 ha visto prevalere una vecchia conoscenza del campionato, Colin Braun, sempre in vettura col fido gentleman Jon Bennett ed il suo CORE Autosport. In GTD, successo per la BMW del team Turner, che ha ereditato la vittoria dopo la squalifica della McLaren dell'inception Racing.  

Domenica 15 maggio 2022, gara

1 - Taylor/Albuquerque (Acura DPi) - Konica Minolta Acura ARX-05 - 121 giri
2 - Jarvis/Blomqvist (Acura DPi) - Meyer Shank Racing - 2"098
3 - Derani/Nunez (Cadillac DPi) - Whelen Engineering Racing - 16"91
4 - Bamber/Lynn (Cadillac DPi) - Cadillac Racing - 36"916
5 - van der Zande/Bourdais (Cadillac DPi) - Cadillac Racing - 37"104
6 - Vautier/Westbrook (Cadillac DPi) - JDC Miller MotorSports - +1'02"301
7 - Hedman/Montoya (ORECA LMP2 07) - DragonSpeed USA - 3 giri
8 - Thomas/Bomarito (ORECA LMP2 07) - PR1 Mathiasen Motorsports - 3 giri
9 - Andersen/Fjordbach (ORECA LMP2 07) - High Class Racing - 3 giri
10 - Farano/Stevens (ORECA LMP2 07) - Tower Motorsport - 4 giri
11 - Merriman/Dalziel (ORECA LMP2 07) - Era Motorsport - 4 giri
12 - Pierson/Kelly (ORECA LMP2 07) - PR1 Mathiasen Motorsports - 4 giri
13 - Bennett/Braun (Ligier JS P320) - CORE Autosport - 7 giri
14 - Balogh/Grist (Ligier JS P320) - Jr III Racing - 8 giri
15 - Andretti/Chaves (Ligier JS P320) - Andretti Autosport - 8 giri
16 - Robinson/Fraga (Ligier JS P320) - Riley Motorsports - 8 giri
17 - Dickerson/Sarchet (Ligier JS P320) - MLT Motorsports - 8 giri
18 - Barbosa/Willsey (Ligier JS P320) - Sean Creech Motorsport - 9 giri
19 - Foley/Auberlen (BMW M4 GT3) - Turner Motorsport - 11 giri
29 - Sellers/Snow (BMW M4 GT3) - Paul Miller Racing - 11 giri
21 - Montecalvo/Telitz (Lexus RC F GT3) - VasserSullivan - 11 giri
22 - Megennis/Westphal (Lamborghini Huracan GT3) - Peregrine Racing - 11 giri
23 - Ward/Ellis (Mercedes-AMG GT3) - Winward Racing - 11 giri
24 - Skeen/McAleer (Mercedes-AMG GT3) - Team Korthoff Motorsports - 11 giri
25 - Hawksworth/Heistand (Lexus RC F GT3) - VasserSullivan - 11 giri
26 - De Angelis/Martin (Aston Martin Vantage GT3) - HOR Team - 11 giri
27 - Hardwick/Heylen (Porsche 911 GT3R) - Wright Motorsports - 11 giri
28 - Eversley/Read (Acura NSX GT3) - Rick Ware Racing - 12 giri
29 - Goldburg/Lindh (Ligier JS P320) - Performance Tech Motorsports - 15 giri
30 - Fidani/Wittmer (Duqueine D08) - AWA - 21 giri

Squalificati
Iribe/Pepper (McLaren 720S GT3) - inception racing - 11 giri


17 Mag [10:58]

Mid-Ohio, qualifica: Pole di Bourdais

Marco Cortesi

Sebastien Bourdais ha conquistato la pole position per l’appuntamento IMSA di Mid-Ohio con la prima delle Cadillac del team Ganassi, precedendo le due Acura dei team Taylor (con Filipe Albuquerque) e Shank (con Oliver Jarvis. La seconda vettura del gruppo GM, con al volante Alex Lynn, si è piazzata quarta. Doppietta invece del team PR1 Mathiasen in LMP2, con Patrick Kelly davanti a Steven Thomas e a Henrik Hedman per il team DragonSpeed, mentre in LMP3 ha centrato la prima pole Jarett Andretti, figlio di John Andretti, con la scuderia di famiglia. In GTD, pole di Madison Snow con la BMW del Paul Miller Racing: la categoria principale GTD-Pro non era prevista per l’evento.

Sabato 15 maggio 2022, qualifica

1 - van der Zande/Bourdais (Cadillac DPi) - Cadillac Racing - 1'10"439
2 - Taylor/Albuquerque (Acura DPi) - Konica Minolta Acura ARX-05 - 1'10"661
3 - Jarvis/Blomqvist (Acura DPi) - Meyer Shank Racing - 1'10"791
4 - Bamber/Lynn (Cadillac DPi) - Cadillac Racing - 1'10"995
5 - Derani/Nunez (Cadillac DPi) - Whelen Engineering Racing - 1'11"053
6 - Vautier/Westbrook (Cadillac DPi) - JDC Miller MotorSports - 1'11"083
7 - Pierson/Kelly (ORECA LMP2 07) - PR1 Mathiasen Motorsports - 1'14"340
8 - Thomas/Bomarito (ORECA LMP2 07) - PR1 Mathiasen Motorsports - 1'15"276
9 - Hedman/Montoya (ORECA LMP2 07) - DragonSpeed USA - 1'15"332
10 - Merriman/Dalziel (ORECA LMP2 07) - Era Motorsport - 1'16"077
11 - Farano/Stevens (ORECA LMP2 07) - Tower Motorsport - 1'16"313
12 - Andersen/Fjordbach (ORECA LMP2 07) - High Class Racing - 1'16"515
13 - Andretti/Chaves (Ligier JS P320) - Andretti Autosport - 1'17"104
14 - Dickerson/Sarchet (Ligier JS P320) - MLT Motorsports - 1'17"441
15 - Goldburg/Lindh (Ligier JS P320) - Performance Tech Motorsports - 1'17"788
16 - Robinson/Fraga (Ligier JS P320) - Riley Motorsports - 1'17"892
17 - Bennett/Braun (Ligier JS P320) - CORE Autosport - 1'18"448
18 - Balogh/Grist (Ligier JS P320) - Jr III Racing - 1'19"279
19 - Fidani/Wittmer (Duqueine D08) - AWA - 1'19"819
20 - Barbosa/Willsey (Ligier JS P320) - Sean Creech Motorsport - 1'19"924
21 - Sellers/Snow (BMW M4 GT3) - Paul Miller Racing - 1'20"525
22 - Skeen/McAleer (Mercedes-AMG GT3) - Team Korthoff Motorsports - 1'20"725
23 - De Angelis/Martin (Aston Martin Vantage GT3) - HOR Team - 1'20"822
24 - Foley/Auberlen (BMW M4 GT3) - Turner Motorsport - 1'21"012
25 - Ward/Ellis (Mercedes-AMG GT3) - Winward Racing - 1'21"016
26 - Montecalvo/Telitz (Lexus RC F GT3) - VasserSullivan - 1'21"120
27 - Hawksworth/Heistand (Lexus RC F GT3) - VasserSullivan - 1'21"410
28 - Megennis/Westphal (Lamborghini Huracan GT3) - Peregrine Racing - 1'21"450
29 - Eversley/Read (Acura NSX GT3) - Rick Ware Racing - 1'21"469
30 - Iribe/Pepper (McLaren 720S GT3) - inception racing - 1'22"044
31 - Hardwick/Heylen (Porsche 911 GT3R) - Wright Motorsports - 1'22"652

2 Mag [7:39]

Laguna Seca, gara
Vittoria per Albuquerque-Taylor

Marco Cortesi

Ricky Taylor e Filipe Albuquerque hanno vinto la tappa di Laguna Seca dell'IMSA comandando dall'inizio alla fine in una doppietta Acura. Nel finale, il portoghese non ha avuto vita facile, con Tom Blomqvist che gli ha dato la caccia con la vettura gemella del team Meyer Shank a suon di giri veloci. Al terzo posto ha recuperato il duo ActionExpress Derani-Nunez, mentre Tristan Vautier e Richard Westbrook hanno chiuso quarti con la Cadillac JDC Miller. Fuori gioco le due vetture ufficiali del team Ganassi. Problemi elettrici hanno fermato Sebastien Bourdais nelle prime fasi, mentre un'uscita di pista ha mandato Alex Lynn sotto di un giro.

In LMP2, vittoria per John Farano e Louis Delétraz. Lo svizzero ha preso l'Oreca del team Tower dalle mani del compagno nelle prime fasi, e ha piazzato uno stint perfetto con tempi nell'ordine di quelli della classe superiore. In GTE-Pro, vittoria per l'equipaggio ufficiale Porsche di Campbell e Jaminet per il team Pfaff. Secondi su Lexus Jack Hawksworth e Ben Barnicoat. La classe GTD Pro/AM è andata anch'essa a una Porsche, quella del team Wright con Hardwick-Heylen. Il poleman Russell Ward è invece uscito indenne da un gran botto frontale prima di curva 4.

Domenica 1 maggio, gara

1 - Taylor/Albuquerque (Acura DPi) - WTR - 117 giri
2 - Jarvis/Blomqvist (Acura DPi) - Meyer Shank Racing - 1”080
3 - Derani/Nunez (Cadillac DPi) - AXR - 26”744
4 - Vautier/Westbrook (Cadillac DPi) - JDC Miller - 33”375
5 - Bamber/Lynn (Cadillac DPi) - Ganassi Racing - 1 giro
6 - Farano/Deletraz (ORECA LMP2 07) - Tower Motorsport - 3 giri
7 - Merriman/Dalziel (ORECA LMP2 07) - Era Motorsport - 3 giri
8 - Hedman/Montoya (ORECA LMP2 07) - DragonSpeed USA - 4 giri
9 - Pierson/Kelly (ORECA LMP2 07) - PR1 Mathiasen - 4 giri
10 - Thomas/Bomarito (ORECA LMP2 07) - PR1 Mathiasen - 4 giri
11 - Andersen/Fjordbach (ORECA LMP2 07) - High Class Racing - 4 giri
12 - Campbell/Jaminet (Porsche 911) - Pfaff Motorsports - 10 giri
13 - Hawksworth/Barnicoat (Lexus RC F) - VasserSullivan - 10 giri
14 - De Phillippi/Edwards (BMW M4) - BMW M Team RLL - 10 giri
15 - Garcia/Taylor (Chevrolet Corvette C8.R) - Corvette - 10 giri
16 - Hardwick/Heylen (Porsche 911) - Wright Motorsports - 10 giri
17 - Megennis/Westphal (Lamborghini Huracan) - Peregrine - 10 giri
18 - Foley/Auberlen (BMW M4) - Turner Motorsport - 10 giri
19 - Gunn/Riberas (Aston Martin Vantage) - HORT - 10 giri
20 - Sellers/Snow (BMW M4) - Paul Miller Racing - 10 giri
21 - Mueller/McAleer (Mercedes-AMG GT3) - Korthoff - 10 giri
22 - Holzer/Conwright (Lamborghini Huracan) - NTE/SSR - 10 giri
23 - MacNeil/Juncadella (Mercedes-AMG GT3) - HORT - 10 giri
25 - Montecalvo/Telitz (Lexus RC F) - VasserSullivan - 10 giri
26 - de Quesada/Morad (Mercedes-AMG GT3) - Alegra Motorsports - 11 giri
27 - Ferriol/Legge (Porsche 911) - Team Hardpoint - 11 giri
28 - Washington/Sofronas (Porsche 911) - GMG Racing - 12 giri
29 - Eversley/Read (Acura NSX) - Rick Ware Racing - 14 giri
30 - Iribe/Schandorff (McLaren 720S) - inception racing - 72 giri
31 - Ward/Ellis (Mercedes-AMG GT3) - Winward Racing - 96 giri
32 - van der Zande/Bourdais (Cadillac DPi) - Ganassi - 107 giri

1 Mag [9:14]

Laguna Seca, qualifica: 1-2 Acura

Doppietta Acura per l'appuntamento di Laguna Seca dell'IMSA. A segnare la pole è stato Ricky Taylor per il team WTR, seguito da Oliver Jarvis con la vettura del team Meyer Shank. Subito a seguire Alex Lynn, con la prima delle Cadillac di Chip Ganassi. Subito dietro il compagno di squadra Sebastien Bourdais.

Anche in LMP2 si è verificata una doppietta, quella del team PR1 Mathiasen con Steven Thomas che ha conquistato la pole. In GTD Pro, miglior tempo per la Porsche del team Pfaff con Mathieu Jaminet, mentre in una lotta tutta tra ufficiali di Stoccarda, Daniel Juncadella ha chiuso secondo per il team Riley. Pole position per Russel Ward in GTD, con in quarto posto assoluto per la Mercedes del team Winward.

Sabato 30 aprile 2022, qualifica

1 - Taylor/Albuquerque (Acura DPi) - WTR - 1'13"924
2 - Jarvis/Blomqvist (Acura DPi) - Shank - 1'14"013
3 - Bamber/Lynn (Cadillac DPi) - Ganassi - 1'14"072
4 - van der Zande/Bourdais (Cadillac DPi) - Ganassi - 1'14"517
5 - Vautier/Westbrook (Cadillac DPi) - JDC - 1'14"877
6 - Derani/Nunez (Cadillac DPi) - AXR - 1'15"576
7 - Thomas/Bomarito (ORECA LMP2 07) - PR1 - 1'17"571
8 - Pierson/Kelly (ORECA LMP2 07) - PR1 - 1'17"628
9 - Hedman/Montoya (ORECA LMP2 07) - DragonSpeed - 1'18"267
10 - Andersen/Fjordbach (ORECA LMP2 07) - HighClass - 1'18"747
11 - Farano/Deletraz (ORECA LMP2 07) - Tower - 1'19"551
12 - Merriman/Dalziel (ORECA LMP2 07) - Era - 1'20"614
13 - Campbell/Jaminet (Porsche 911 GT3R) - Pfaff - 1'23"142
14 - MacNeil/Juncadella (Mercedes-AMG GT3) - Riley - 1'23"164
15 - Gunn/Riberas (Aston Martin Vantage GT3) - HOR - 1'23"368
16 - Ward/Ellis (Mercedes-AMG GT3) - Winward - 1'23"567
17 - De Phillippi/Edwards (BMW M4 GT3) - RLL - 1'23"740
18 - Holzer/Conwright (Lamborghini Huracan GT3) - NTE/SSR - 1'23"777
19 - Foley/Auberlen (BMW M4 GT3) - Turner - 1'23"821
20 - De Angelis/Martin (Aston Martin Vantage GT3) - HOR - 1'23"852
21 - Megennis/Westphal (Lamborghini Huracan GT3) - Peregrine - 1'23"881
22 - Hawksworth/Barnicoat (Lexus RC F GT3) - VasserSullivan - 1'23"953
23 - Sellers/Snow (BMW M4 GT3) - Miller - 1'24"121
24 - Eversley/Read (Acura NSX GT3) - RWR - 1'24"126
25 - Garcia/Taylor (Chevrolet Corvette C8"R GTD) - Corvette - 1'24"160
26 - Mueller/McAleer (Mercedes-AMG GT3) - Korthoff - 1'24"162
27 - Montecalvo/Telitz (Lexus RC F GT3) - VasserSullivan - 1'24"444
28 - de Quesada/Morad (Mercedes-AMG GT3) - Alegra - 1'24"471
29 - Hardwick/Heylen (Porsche 911 GT3R) - Wright - 1'24"637
30 - Iribe/Schandorff (McLaren 720S GT3) - Inception - 1'24"948
31 - Ferriol/Legge (Porsche 911 GT3R) - Hardpoint - 1'25"152
32 - Washington/Sofronas (Porsche 911 GT3R) - GMG - 1'27"310

10 Apr [19:40]

Long Beach, gara
Doppietta Cadillac e Ganassi

Marco Cortesi

Doppietta dalla prima fila per il team Ganassi e le Cadillac ufficiali a Long Beach nell'appuntamento IMSA del sabato. La corsa, della durata di un'ora e 40 minuti, ha visto il poleman Sebastien Bourdais perdere la leadership durante un doppiaggio, ma il francese ha recuperato oltre 20 secondi, riprendendosi il primo posto nei confronti di Alex Lynn. Alla fine, Bourdais e Renger Van Der Zande hanno portato a casa la loro prima affermazione "di coppia". Secondi Lynn ed Earl Bamber, mentre il terzo posto è stato deciso sempre in casa Cadillac a favore di Richard Westbrook e Tristan Vautier, un contatto ha coinvolto la vettura ActionExpress con Pipo Derani e la Acura Shank di Oliver Jarvis, con quest'ultimo promosso al quarto posto. Lontana la seconda Acura del team Taylor.

Vittoria a sorpresa per l'Aston Martin del team Heart of Racing in GTD Pro grazie a Ross Gunn e Alex Riberas anche grazie a una penalità per un errore ai box comminata alla Corvette di Jordan Taylor e Antonio Garcia: un dado perso dal team ha infatti danneggiato il radiatore della Porsche Pfaff. Il drive-through ha portato i due in terza posizione, sopravanzati anche da Ben Barnicoat e Jack Hawksworth sulla prima delle Lexus di casa Vasser Sullivan.

In GTD, Madison Snow e Bryan Sellers hanno portato a casa il successo (tra l'altro precedendo anche la Corvette).

Sabato 9 aprile 2022, gara

1 - Bourdais/van der Zande (Cadillac DPi) - Ganassi - 73 giri
2 - Lynn/Bamber (Cadillac DPi) - Ganassi - 3"761
3 - Westbrook/Vautier (Cadillac DPi) - JDC - 9"048
4 - Blomqvist/Jarvis (Acura DPi) - Shank - 10"014
5 - Nunez/Derani (Cadillac DPi) - AXRacing - 10"535
6 - Albuquerque/Taylor (Acura DPi) - WTR - 11"979
7 - Riberas/Gunn (Aston Martin Vantage GT3) - HOR - 4 giri
8 - Barnicoat/Hawksworth (Lexus RC F GT3) - VasserSullivan - 4 giri
9 - Snow/Sellers (BMW M4 GT3) - Miller - 4 giri
10 - Taylor/Garcia (Chevrolet Corvette C8"R GTD) - Corvette - 4 giri
11 - Miller/Farnbacher (Acura NSX GT3) - Gradient - 4 giri
12 - Telitz/Montecalvo (Lexus RC F GT3) - VasserSullivan - 4 giri
13 - Edwards/De Phillippi (BMW M4 GT3) - RLL - 4 giri
14 - Auberlen/Foley (BMW M4 GT3) - Turmer - 4 giri
15 - Heylen/Hardwick (Porsche 911 GT3R) - Wright - 4 giri
16 - McAleer/Skeen (Mercedes-AMG GT3) - Korthoff - 4 giri
17 - Legge/Ferriol (Porsche 911 GT3R) - Hardpoint - 4 giri
18 - Read/Eversley (Acura NSX GT3) - RWR - 4 giri
19 - Schandorff/Iribe (McLaren 720S GT3) - Inception - 4 giri
20 - Marciello/MacNeil (Mercedes-AMG GT3) - Riley - 4 giri
21 - Sofronas/Washington (Porsche 911 GT3R) - GMG - 6 giri
22 - Westphal/Megennis (Lamborghini Huracan GT3) - Peregrine - 16 giri
23 - Martin/De Angelis (Aston Martin Vantage GT3) - HOR - 25 giri
24 - Holton/Miller (McLaren 720S GT3) - Crucial - 26 giri
25 - Ellis/Ward (Mercedes-AMG GT3) - Winward - 40 giri
26 - Jaminet/Campbell (Porsche 911 GT3R) - Pfaff - 44 giri

20 Mar [4:01]

Sebring, gara
Doppia rimonta di Bamber

Marco Cortesi

Una battaglia spettacolare ha dato al Chip Ganassi Racing il successo nella 12 Ore di Sebring 2022. Il passo della vettura ufficiale Cadillac è risultato molto veloce su tutte le ore in programma, con Earl Bamber protagonista di due recuperi. Nell'ultima ora e mezza, il neozelandese, che si trovava in testa, è stato penalizzato per un contatto, perdendo la vetta a favore di Richard Westbrook. In seguito, un testacoda ha però riportato l'inglese davanti. Bamber è ripartito alla carica, riprendendosi il primo posto con 45 minuti al termine. Insieme a Bamber, a trionfare sono stati Alex Lynn e Nel Jani, chiamato all'ultimo a sostituire Kevin Magnussen dopo la conferma alla Haas in F1.

Alla fine, secondo ha concluso Tristan Vautier, che condivideva la Cadillac numero 5 con Westbrook e Loic Duval. Al terzo posto, si è completata una tripletta per le vetture di casa GM realizzate dalla Dallara, con Tristan Nunez, Pipo Derani e Mike Conway. Il brasiliano è stato protagonista nel finale di un contatto con l'Acura Shank, poi classificatasi quinta. Quarto posto invece per il team WTR, sempre per casa Acura. Dopo aver conquistato punti importanti nelle fasi intermedie, la vettura della scuderia di Wayne Taylor è stata penalizzata per non essere passata tra i lettori dei chip delle gomme all'uscita box con Will Stevens.

Poca fortuna per le altre Cadillac, con l'esemplare numero 1 di Ganassi messo fuori gioco da un problema al cambio e la vettura ActionExpress numero 48 messa ko da guai ai freni.

In LMP2, vittoria per il team PR1 Mathiasen di Mikkel Jensen, Ben Keating e Scott Huffaker, protagonisti anche lo scorso anno del successo. Seconda piazza per la vettura del Racing Team Nederland che vedeva al via anche Giedo Van Der Garde. Ritiro per incidente nelle prime fasi invece per il team Dragonspeed con Juan Pablo Montoya iscrittosi insieme a Henrik Hedman e al figlio Sebastian. In LMP3, a prevalere è stato il Sean Creech Motorsport con il sempreverde Joao Barbosa, Lance Willsey e Malthe Jakobsen.

In classe GTD Pro, successo della Corvette, che corre in deroga con una vettura derivata dalla GTE ed un BoP specifico. Dopo l'aggiustamento regolamentare pre-evento, la C8R, che a Daytona aveva faticato, è stata protagonista assoluta. Nel finale Antonio Garcia si è scontrato con Mirko Bortolotti, ma la rincorsa del trentino non ha potuto portare la Lamborghini del team TR3. Terzo posto per la Mercedes Riley di MacNeil-Gounon-Engel. Peccato per il team Risi, colpito da guai al servosterzo. In GTD, grande affermazione di casa Cetilar Racing col trionfo di Antonio Fuoco, Roberto Lacorde e Giorgio Sernagiotto. Per loro, una gara ricca di colpi di scena conclusa con una Ferrari... piuttosto malandata ma sempre veloce.

L'ordine d'arrivo della 70a 12 Ore di Sebring

1 - Bamber/Lynn/Jani (Cadillac DPi) - Cadillac Racing - 351 giri
2 - Vautier/Westbrook/Duval (Cadillac DPi) - JDC Miller MotorSports - 6.471
3 - Derani/Nunez/Conway (Cadillac DPi) - Whelen Engineering Racing - 14.616
4 - Taylor/Albuquerque/Stevens (Acura DPi) - Konica Minolta Acura ARX-05 - 26.958
5 - Jarvis/Blomqvist/Vandorne (Acura DPi) - Meyer Shank Racing W/Curb-Agajanian - 27.621
6 - Rockenfeller/Kobayashi/Lopez (Cadillac DPi) - Ally Cadillac - 5 giri
7 - Keating/Jensen/Huffaker (ORECA LMP2 07) - PR1 Mathiasen Motorsports - 6 giri
8 - Van Eerd/van der Garde/Murry (ORECA LMP2 07) - Racing Team Nederland - 7 giri
9 - Merriman/Tilley/Dalziel (ORECA LMP2 07) - Era Motorsport - 7 giri
10 - Thomas/Pierson/Bomarito (ORECA LMP2 07) - PR1 Mathiasen Motorsports - 8 giri
11 - McGuire/Smith/Tappy (ORECA LMP2 07) - United Autosports - 9 giri
12 - Andersen/Fjordbach/Scherer (ORECA LMP2 07) - High Class Racing - 11 giri
13 - Barbosa/Jakobsen/Willsey (Ligier JS P320) - Sean Creech Motorsport - 20 giri
14 - Balogh/Grist/Dickerson (Ligier JS P320) - Jr III Racing - 20 giri
15 - Goldburg/Lindh/Shields (Ligier JS P320) - Performance Tech Motorsports - 28 giri
16 - Garcia/Taylor/Catsburg (Chevrolet Corvette C8.R GTD) - Corvette Racing - 28 giri
17 - Mapelli/Caldarelli/Bortolotti (Lamborghini Huracan GT3) - TR3 Racing - 28 giri
18 - MacNeil/Gounon/Engel (Mercedes-AMG GT3) - WeatherTech Racing - 29 giri
19 - Eng/Wittmann/Yelloly (BMW M4 GT3) - BMW M Team RLL - 29 giri
20 - Campbell/Jaminet/Nasr (Porsche 911 GT3R) - Pfaff Motorsports - 29 giri
21 - MacNeil/Andlauer/Picariello (Porsche 911 GT3R) - WeatherTech Racing - 29 giri
22 - Lacorte/Sernagiotto/Fuoco (Ferrari 488 GT3) - Cetilar Racing - 30 giri
23 - Skeen/McAleer/Juncadella (Mercedes-AMG GT3) - Gilbert Korthoff Motorsports - 30 giri
24 - Mann/Perez Companc/Vilander (Ferrari 488 GT3) - AF CORSE - 30 giri
25 - Foley/Auberlen/Dinan (BMW M4 GT3) - Turner Motorsport - 30 giri
26 - Hawksworth/Barnicoat/Telitz (Lexus RC F GT3) - VasserSullivan - 31 giri
27 - Harrison/Marcelli/Long (Acura NSX GT3) - Racers Edge Motorsports with WTR - 31 giri
28 - Iribe/Millroy/Pepper (McLaren 720S GT3) - inception racing - 31 giri
29 - Potter/Lally/Pumpelly (Aston Martin Vantage GT3) - Magnus Racing - 32 giri
30 - Fidani/Wittmer/Kern (Duqueine D08) - AWA - 32 giri
31 - Serra/Rigon/Cheever (Ferrari 488 GT3) - Risi Competizione - 33 giri
32 - Montecalvo/Andrews/Heistand (Lexus RC F GT3) - VasserSullivan - 33 giri
33 - Ferriol/Legge/Wilson (Porsche 911 GT3R) - Team Hardpoint - 33 giri
34 - Bennett/Braun/Kurtz (Ligier JS P320) - CORE Autosport - 43 giri
35 - van der Zande/Bourdais/Hunter-Reay (Cadillac DPi) - Cadillac Racing - 44 giri
36 - de Quesada/Morad/Goetz (Mercedes-AMG GT3) - Alegra Motorsports - 45 giri
37 - Hardwick/Robichon/Heylen (Porsche 911 GT3R) - Wright Motorsports - 46 giri
38 - Simpson/Bechtolsheimer/Farnbacher (Acura NSX GT3) - Gradient Racing - 46 giri
39 - Ward/Ellis/Dienst (Mercedes-AMG GT3) - Winward Racing - 64 giri
40 - Megennis/Lewis/Westphal (Lamborghini Huracan GT3) - CarBahn with Peregrine Racing - 64 giri
41 - Miller/Gallagher/Holton (McLaren 720S GT3) - Crucial Motorsports - 75 giri
42 - Hanratty/Archer/Vance (Duqueine D08) - FastMD Racing - 89 giri
43 - De Angelis/James/Gamble (Aston Martin Vantage GT3) - Heart of Racing Team - 95 giri
44 - Sellers/Snow/Johansson (BMW M4 GT3) - Paul Miller Racing - 95 giri
45 - De Phillippi/Edwards/Farfus (BMW M4 GT3) - BMW M Team RLL - 105 giri
46 - Robinson/Fraga/van Berlo (Ligier JS P320) - Riley Motorsports - 119 giri
47 - Gunn/Riberas/Martin (Aston Martin Vantage GT3) - Heart of Racing Team - 121 giri
48 - Farano/Deletraz/Pinto de Andrade (ORECA LMP2 07) - Tower Motorsport - 131 giri
49 - Kvamme/Mantella/Bell (Duqueine D08) - Forty7 Motorsports - 147 giri
50 - Udell/Gottsacker/de Wilde (Duqueine D08) - Muehlner Motorsports America - 223 giri
51 - Yount/Conwright/Llarena (Lamborghini Huracan GT3) - NTE/SSR - 246 giri
52 - Hedman/Montoya/Montoya (ORECA LMP2 07) - DragonSpeed USA - 268 giri
53 - Andretti/Burdon/Chaves (Ligier JS P320) - Andretti Autosport - 350 giri

30 Gen [19:43]

Daytona, finale: vince l'Acura Shank
Scintille tra le Porsche in GTD-Pro

Marco Cortesi

E' stata una rincorsa a perdifiato verso la vittoria quella che ha caratterizzato il finale della 24 Ore di Daytona, in tutte le classi, e ha portato al successo assoluto il team Shank con l'Acura ARX-05 con quattro vetture che si sono presentate a pochi secondi l'una dall'altra. Dopo il trionfo di Indianapolis lo scorso anno, la struttura di Jim Meyer e Michael Shank si è ripetuta in modo clamoroso. Una lunga safety-car ha consentito a tutti i contendenti di rabboccare nel momento migliore, e presentarsi all'ultimo re-start incollati, sulla stessa strategia. Ma a quel punto, uscito per primo dai box, è salito in cattedra ancora Helio Castroneves, che ha preso la testa con autorità. Con le sue prestazioni a gomma fredda, in una gara spesso disputata sotto zero, il brasiliano ha fatto la differenza nel finale: non ha lasciato a Ricky Taylor e al Wayne Taylor Racing alcuna speranza, producendosi in dei doppiaggi spettacolari nel traffico. Ma va sottolineata anche la prova di Tom Blomqvist, autore di un penultimo stint semplicemente perfetto che l'ha portato al top con un attacco su Ricky Taylor. Insieme a loro gli ottimi Oliver Jarvis e Simon Pagenaud. Secondo posto per Taylor, Filipe Albuquerque, Alex Rossi e Will Stevens, davanti alla Cadillac ActionExpress di Derani-Nunez-Conway.



Sorpasso decisivo di Herta in LMP2
Colton Herta ha invece portato a casa il successo per il suo team, il Dragonspeed, in LMP2. Il pilota di Andretti in IndyCar è entrato con cattiveria su Louis Deletraz con 10 minuti alla conclusione alla chicane. Lo svizzero, che era passato a condurre in occasione dell'ultima sosta ma si è trovato a dover risparmiare carburante per un problema rifornimento, ha tagliato la variante nel prato dovendo lasciare strada. Con Herta, a trionfare sono stati i colleghi/rivali IndyCar Pato O'Ward e Devlin DeFrancesco, con Eric Lux. Secondo è passato Giedo van der Garde per il Racing Team Nederland, con il team Tower terzo: insieme a Deletraz, Ferdinand Habsburg, Rui Andrade e John Farano. In LMP3, si è completato il dominio del team Riley su tutta la seconda parte di corsa con Robinson-Fraga-Cooper-Van Berlo.

Sportellate all'ultimo giro tra le Porsche in GTD-Pro
La GTD-Pro ha visto arrivare alla conclusione la sfida tutta Porsche tra i team Pfaff e KCMG durata per le ultime ore. Gli ultimi protagonisti sono stati Matthieu Jaminet e Laurens Vanthoor, che sono anche arrivati al contatto più volte. Il belga ha prima il comando con cinque minuti alla fine, ma poi si è visto beffare dal giovane francese poco dopo e all'ultimo passaggio alla chicane ha tentato il tutto per tutto. Era un attacco quasi impossibile, e rischiosissimo, che non ha compromesso il risultato assoluto per Stoccarda. Jaminet ha vinto per il team Pfaff con Matt Campbell e Felipe Nasr, il Brasiliano era alla prima gara da pilota Porsche, e anche con una vettura GT: non male come debutto. 

Porsche "doppia" anche in GTD
Il contatto tra le Porsche ha promosso alla fine seconda la Ferrari di Rigon-Pier Guidi-Serra-Molina. Alessandro Pier Guidi, non ha lasciato scampo alla Lexus di Jack Hawksworth e poi ha "raccolto" Vanthoor, terzo con il KCMG. Una Porsche ha vinto anche la GTD "normale" dopo aver dominato le ultime fasi. Si tratta di quella del team Wright con Jan Heylen, grande protagonista, Richard Lietz, Ryan Hardwick e Zach Robichon. Ad aiutare i vincitori, anche una penalità per Nicklas Nielsen con la Ferrari AF Corse.

L'ordine d'arrivo della 24 Ore di Daytona 2021

1 - Jarvis/Blomqvist/Castroneves/Pagenaud (Acura DPi) - Shank - 761 giri
2 - Taylor/Albuquerque/Rossi/Stevens (Acura DPi) - WTR - 3”028
3 - Vautier/Westbrook/Duval/Keating (Cadillac DPi) - JDC Miller - 4”420
4 - Derani/Nunez/Conway (Cadillac DPi) - AXR - 5”615
5 - Lux/Defrancesco/O'Ward/Herta (Oreca 07) - DragonSpeed - 10 giri
6 - Van Eerd/van der Garde/Murry/Veekay (Oreca 07) - RTN - 10 giri
7 - Farano/Deletraz/Pinto de Andrade/Habsburg-Lothringen (Oreca 07) - Tower - 10 giri
8 - Keating/Jensen/Huffaker/Lapierre (Oreca 07) - PR1 Mathiasen Motorsports - 10 giri
9 - Heriau/Rasmussen/Jones/Rast (Oreca 07) - Gdrive - 17 giri
10 - McGuire/Smith/Hanson/Owen (Oreca 07) - United Autosports - 21 giri
11 - Rockenfeller/Kobayashi/Johnson/Lopez (Cadillac DPi) - AXR - 22 giri
12 - Bamber/Lynn/Ericsson/Magnussen (Cadillac DPi) - Ganassi - 27 giri
13 - Robinson/Fraga/van Berlo/Cooper (Ligier JS P320) - Riley - 38 giri
14 - van der Zande/Bourdais/Dixon/Palou (Cadillac DPi) - Ganassi - 39 giri
15 - Barbosa/Jakobsen/Priaulx/Willsey (Ligier JS P320) - Creech - 39 giri
16 - Bennett/Braun/Kurtz/Jonsson (Ligier JS P320) - CORE - 40 giri
17 - Andretti/Burdon/Lindh/Chaves (Ligier JS P320) - Andretti - 42 giri
18 - Merriman/Tilley/Dalziel/Chatin (Oreca 07) - Era - 43 giri
19 - Campbell/Jaminet/Nasr (Porsche 911) - Pfaff - 50 giri
20 - Pier Guidi/Calado/Serra/Rigon (Ferrari 488) - Risi - 50 giri
21 - Vanthoor/Pilet/Olsen/Imperatori (Porsche 911) - KCMG - 50 giri
22 - Hawksworth/Barnicoat/Kirkwood (Lexus RCF) - VasserSullivan - 50 giri
23 - Mueller/Assenheimer/Cindric (Mercedes-AMG GT3) - Proton - 52 giri
24 - Hardwick/Robichon/Heylen/Lietz (Porsche 911) - Wright - 54 giri
25 - Potter/Lally/Pumpelly/Adam (Aston Martin Vantage) - Magnus - 54 giri
26 - Skeen/Davison/McAleer/Andrews (Mercedes-AMG GT3) - Gilbert - 54 giri
27 - Mann/Perez Companc/Nielsen/Vilander (Ferrari 488) - AF Corse - 54 giri
28 - Iribe/Schandorff/Millroy/Pepper (McLaren 720S) - Inception - 56 giri
29 - Ward/Ellis/Grenier/Auer (Mercedes-AMG GT3) - Winward - 62 giri
30 - Garcia/Taylor/Catsburg (Corvette C8R) - Corvette - 63 giri
31 - De Phillippi/Edwards/Farfus/Krohn (BMW M4) - RLL - 63 giri
32 - Giovanis/Plumb/Plumb/Trinkler (Porsche 911) - TGM - 64 giri
33 - Fidani/Wittmer/Kern/Bell (Duqueine D08) - AWA - 66 giri
34 - Goikhberg/Perera/Llarena/Paul (Lamborghini Huracan) - T3 - 69 giri
35 - De Angelis/James/Turner/Gamble (Aston Martin Vantage GT3) - HOR - 73 giri
36 - Siegel/Shields/Crews/de Wilde (Duqueine D08) - Muhlner - 80 giri
37 - MacNeil/Andlauer/Cairoli/Picariello (Porsche 911) - Proton - 88 giri
38 - Ferriol/Legge/Wilson/Boulle (Porsche 911) - Hardpoint - 89 giri
39 - Sweedler/Megrue/Altoe/Segal (Lamborghini Huracan) - TR3 - 92 giri
40 - Dalla Lana/Pittard/Eastwood/Thiim (Aston Martin Vantage) - AMR - 94 giri
41 - Eng/Wittmann/Yelloly/van der Linde (BMW M4) - RLL - 96 giri
42 - Thomas/Pierson/Bomarito/Tincknell (Oreca 07) - PR1 - 98 giri
43 - Simpson/Bechtolsheimer/Miller/Farnbacher (Acura NSX) - Gradient - 102 giri
44 - Lacorte/Sernagiotto/Fuoco/Rovera (Ferrari 488) - AF Corse - 109 giri
45 - Montecalvo/Telitz/Heistand/Bell (Lexus RCF) - VasserSullivan - 127 giri
46 - Milner/Tandy/Sorensen (Corvette C8R) - Corvette - 135 giri
47 - Goldburg/Abe/Grist/Pino (Ligier JS P320) - PerfTech - 173 giri
48 - Falb/Allen/Ghiotto/van der Helm (Oreca 07) - Gdrive - 205 giri
49 - Yount/Hites/Conwright/Palttala (Lamborghini Huracan) - NTE/SSR - 237 giri
50 - MacNeil/Juncadella/Engel/Gounon (Mercedes-AMG GT3) - Proton - 274 giri
51 - Kvamme/McCusker/Estep/Doquin (Duqueine D08) - Forty7 - 336 giri
52 - Ineichen/Mapelli/Caldarelli/Bortolotti (Lamborghini Huracan) - TR3 - 361 giri
53 - Castro/Kranz/Ori/Miller (Duqueine D08) - Muhlner - 398 giri
54 - Megennis/Lewis/Mitchell/Westphal (Lamborghini Huracan) - Peregrine - 412 giri
55 - Andersen/Fjordbach/Scherer/Mueller (Oreca 07) - HighClass - 416 giri
56 - Foley/Auberlen/Dinan/Klingmann (BMW M4) - Turner - 481 giri
57 - Bergstein/Miller/Gallagher/Holton (Mclaren 720S) - Crucial - 498 giri
58 - de Quesada/Morad/Lundqvist/Goetz (Mercedes-AMG GT3) - Alegra - 580 giri
59 - Gunn/Riberas/Martin (Aston Martin Vantage) - HOR - 658 giri
60 - Schiller/Habul/Stolz/Marciello (Mercedes-AMG GT3) - Sun Energy 1 - 660 giri
61 - Washington/Sofronas/Bleekemolen (Porsche 911) - GMG - 673 giri

30 Gen [13:46]

Daytona, dopo 16 ore
Ganassi KO, Acura al comando

Marco Cortesi

Lotta aperta tra le Acura quando mancano meno di sei ore alla chiusura della 24 Ore di Daytona. La notte, come sempre (e in particolare con temperature polari come in questo caso) ha portato sconvolgimenti, e sono solo quattro le DPi ancora in lotta. Al comando c'è Ricky Taylor per il team di famiglia, inseguito da Helio Castroneves per il team Shank. A seguire, le Cadillac dell'AXRacing di Mike Conway, e del team JDC Miller con Tristan Vautier. Fermate da problemi meccanici invece entrambe le Cadillac del team Ganassi, mentre la seconda vettura su base Dallara di casa ActionExpress, che ha perso molti giri dopo un contatto con una GTD, è staccatissima.

LMP2 appannaggio del team Tower con Ferdinan Habsburg al volante, a dispetto di una penalità di un minuto per un pericoloso contatto con una Ferrari in ingresso box. Subito dietro i team Nederland e United Autosports in lotta con Rinus VeeKay e Devlin DeFrancesco. Da registrare il KO dell'Oreca G-Drive APR che vedeva al via anche Luca Ghiotto (autore del miglior tempo della squadra) il testacoda di un'altra vettura ha fatto fermare James Allen in pista, e la vettura non si è più avviata. In LMP3, ancora al top il team Riley, con Robinson-Fraga-Van Berlo-Cooper.

KCMG e Porsche al comando in GTD-Pro con un margine relativamente elevato per gli standard della categoria (oltre 10 secondi). Quarta la Ferrari di casa Risi: Daniel Serra poco dopo il giro d'orologio è però passato secondo, e sta tentando di ricucire con Patrick Pilet. KO invece per un problema causato da un precedente contatto la Lamborghini con l'equipaggio all-star Bortolotti-Caldarelli-Mapelli-Ineichen.

In GTD, continua ad impressionare la McLaren Inception, che si alterna al comando con la Ferrari AF Corse.

30 Gen [7:42]

Daytona, dopo 12 ore
Westbrook al top con JDC Miller

Marco Cortesi

Richard Westbrook per il team JDC Miller comanda il gruppo a metà della 24 ore di Daytona 2022. Con tutte e sette le vetture DPi in lotta a pieni giri, staccate di sei secondi, un re-start fulminante ha portato Helio Castroneves al vertice per il team Shank, ma Westbrook ha prontamente risposto, allungando a suon di giri veloci. Recuperata la foratura iniziale, il brasiliano si è comunque rivelato incredibile a gomme fredde, in un'edizione che ha visto le temperature esterne scendere anche sotto lo zero, rendendo la vita difficile anche ai più esperti. Il team ActionExpress con Mike Rockenfeller è terzo, seguito dalla prima delle Cadillac del team Ganassi con Sebastien Bourdais. Quinto posto al momento per Filipe Albuquerque con l'Acura WTR, anche in questo caso recuperando due giri dopo una foratura.

In LMP2, al vertice c'è l'Oreca del team di Frits Van Eerd, Racing Team Nederland guidata da Rinus VeeKay. Un altro pilota IndyCar, Pato O'Ward, lo insegue per il team United Autosports. Luca Ghiotto è al momento quinto alle spalle di Louis Delétraz, staccato però di soli otto secondi dalla vetta. Competitiva la LMP3, con sei vetture "sopravvissute" senza grossi problemi. Al comando c'è Kay van Berlo con il team Riley.

In GTD-Pro, resta in lotta la Ferrari del team Risi, che ora ha Alessandro Pier Guidi al volante a meno di un secondo dal primo posto. In testa c'è la Mercedes Proton con al volante Maro Engel. L'accoppiata insolita tra Proton e la stella a tre punte è nata dalla volontà di Cooper MacNeil di correre su due vetture differenti, una Porsche e una Mercedes. In top-5 di classe anche Andrea Caldarelli, con la Lamborghini numero 63. La GTD "Normale" vede al comando la McLaren 720S dell'Inception Racing con Ollie Millroy. Tra le "casualties" della nottata, entrambe le Corvette, una con problemi all'alternatore, l'altra per una tamponata subita.

La classifica dopo 12 ore

1 - Vautier/Westbrook/Duval/Keating (Cadillac DPi) - JDC Miller - 363 giri
2 - Jarvis/Blomqvist/Castroneves/Pagenaud (Acura DPi) - Shank - 2"444
3 - Rockenfeller/Kobayashi/Johnson/Lopez (Cadillac DPi) - AXR - 2"522
4 - Taylor/Albuquerque/Rossi/Stevens (Acura DPi) - WTR - 4"476
5 - VDZande/Bourdais/Dixon/Palou (Cadillac DPi) - Ganassi - 4"526
6 - Bamber/Lynn/Ericsson/Magnussen (Cadillac DPi) - Ganassi - 5"866
7 - Derani/Nunez/Conway (Cadillac DPi) - AXR - 6"148
8 - Keating/Jensen/Huffaker/Lapierre (ORECA 07) - PR1 - 5 giri
9 - Van/VDGarde/Murry/Veekay (ORECA 07) - RTN - 5 giri
10 - Lux/Defrancesco/O'Ward/Herta (ORECA 07) - DragonSpeed - 5 giri
11 - Falb/Allen/Ghiotto/VDHelm (ORECA 07) - G-Drive - 5 giri
12 - Farano/Deletraz/Andrade/Habsburg (ORECA 07) - Tower - 5 giri
13 - Heriau/Rasmussen/Jones/Rast (ORECA 07) - G-Drive - 13 giri
14 - McGuire/Smith/Hanson/Owen (ORECA 07) - United Autosports - 15 giri
15 - Robinson/Fraga/Berlo/Cooper (Ligier JS P320) - Riley Motorsports - 15 giri
16 - Fidani/Wittmer/Kern/Bell (Duqueine D08) - AWA - 16 giri
17 - Thomas/Pierson/Bomarito/Tincknell (ORECA 07) - PR1 - 16 giri
18 - Barbosa/Jakobsen/Priaulx/Willsey (Ligier JS P320) - SeanCreech - 16 giri
19 - Bennett/Braun/Kurtz/Jonsson (Ligier JS P320) - CORE - 17 giri
20 - Andretti/Burdon/Lindh/Chaves (Ligier JS P320) - Andretti - 17 giri
21 - Andersen/Fjordbach/Scherer/Mueller (ORECA 07) - High Class - 18 giri
22 - Merriman/Tilley/Dalziel/Chatin (ORECA 07) - Era - 18 giri
23 - MacNeil/Juncadella/Engel/Gounon (Mercedes-AMG) - Proton - 19 giri
24 - Vanthoor/Pilet/Olsen/Imperatori (Porsche 911R) - KCMG - 19 giri
25 - PierGuidi/Calado/Serra/Rigon (Ferrari 488) - Risi - 19 giri
26 - Mueller/Assenheimer/Cindric (Mercedes-AMG) - Proton - 19 giri
27 - Ineichen/Mapelli/Caldarelli/Bortolotti (Lamborghini Huracan) - TR3 - 19 giri
28 - Hawksworth/Barnicoat/Kirkwood (Lexus RC F) - VasserSullivan - 19 giri
29 - Campbell/Jaminet/Nasr (Porsche 911R) - Pfaff - 19 giri
30 - Iribe/Schandorff/Millroy/Pepper (McLaren 720S) - Inception - 21 giri
31 - Hardwick/Robichon/Heylen/Lietz (Porsche 911R) - Wright - 21 giri
32 - Simpson/Bechtolsheimer/Miller/Farnbacher (Acura NSX) - Gradient - 21 giri
33 - Potter/Lally/Pumpelly/Adam (Aston Martin Vantage) - Magnus - 21 giri
34 - Skeen/Davison/McAleer/Andrews (Mercedes-AMG) - Gilbert - 21 giri
35 - Yount/Hites/Conwright/Palttala (Lamborghini Huracan) - NTE/SSR - 21 giri
36 - Ward/Ellis/Grenier/Auer (Mercedes-AMG) - Winward - 21 giri
37 - Sweedler/Megrue/Altoe/Segal (Lamborghini Huracan) - TR3 - 22 giri
38 - Mann/PerezCompanc/Nielsen/Vilander (Ferrari 488) - AF CORSE - 22 giri
39 - Goikhberg/Perera/Llarena/Paul (Lamborghini Huracan) - T3 - 24 giri
40 - Giovanis/Plumb/Plumb/Trinkler (Porsche 911R) - TeamTGM - 26 giri
41 - Phillippi/Edwards/Farfus/Krohn (BMW M4) - RLL - 29 giri
42 - Kvamme/McCusker/Estep/Doquin (Duqueine D08) - Forty7 - 30 giri
43 - Garcia/Taylor/Catsburg (Corvette C8.R GTD) - Corvette - 32 giri
44 - Siegel/Shields/Crews/deWilde (Duqueine D08) - Muehlner - 33 giri
45 - Angelis/James/Turner/Gamble (Aston Martin Vantage) - HOR - 33 giri
46 - Megennis/Lewis/Mitchell/Westphal (Lamborghini Huracan) - Peregrine - 45 giri
47 - Eng/Wittmann/Yelloly/VDLinde (BMW M4) - RLL - 53 giri
48 - MacNeil/Andlauer/Cairoli/Picariello (Porsche 911R) - Proton - 54 giri
49 - Ferriol/Legge/Wilson/Boulle (Porsche 911R) - Hardpoint - 56 giri
50 - DallaLana/Pittard/Eastwood/Thiim (Aston Martin Vantage) - AMR - 60 giri
51 - Goldburg/Abe/Grist/Pino (Ligier JS P320) - PerfTech - 73 giri
52 - Lacorte/Sernagiotto/Fuoco/Rovera (Ferrari 488) - Cetilar - 77 giri
53 - Foley/Auberlen/Dinan/Klingmann (BMW M4) - Turner - 83 giri
54 - Montecalvo/Telitz/Heistand/Bell (Lexus RC F) - VasserSullivan - 92 giri
55 - Milner/Tandy/Sorensen (Chevrolet C8.R GTD) - Corvette - 96 giri
56 - Bergstein/Miller/Gallagher/Holton (McLaren 720S) - Crucial - 99 giri
57 - Castro/Kranz/Ori/Miller (Duqueine D08) - Muehlner - 119 giri
58 - Quesada/Morad/Lundqvist/Goetz (Mercedes-AMG) - Alegra - 182 giri
59 - Gunn/Riberas/Martin (Aston Martin Vantage) - HOR - 260 giri
60 - Schiller/Habul/Stolz/Marciello (Mercedes-AMG) - Sun Energy 1 - 262 giri
61 - Washington/Sofronas/Bleekemolen/Bachler (Porsche 911R) - GMG Racing - 275 giri

PrevPage 1 of 10Next

News

IMSA
v

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone