formula 1

Shakedown Aston Martin AMR21,
la prima di Vettel nei nuovi colori

JacopO Rubino

Per la prima volta dal Gran Premio di Gran Bretagna 1960, oggi è scesa in pista ...

Leggi »
Mondiale Rally

Arctic Rally - Finale
Tanak vince, Rovanpera leader

Massimo Costa - XPB Images

Erano stati categorici prima del via dell'Arctic Rally, seconda...

Leggi »
PrevPage 1 of 10Next
23 Feb [10:29]

PURE ETCR, test ad Alcaniz
Arriva Azcona, nuovo layout Vallelunga

Michele Montesano

Fervono i preparativi per la prima stagione del PURE ETCR, il campionato Mondiale full-electric riservato alle vetture Turismo. Al termine della settimana scorsa, sul tracciato di Alcaniz, si sono svolti i primi test collettivi della serie. La Cupra eRacer e la Hyundai Veloster N ETCR hanno percorso i primi chilometri ponendo le basi di questo elettrizzante campionato. All’appello mancava la Giulietta preparata da Romeo Ferraris, sperando di vederla a breve in pista.

Test positivi per Cupra, arriva Azcona

La Cupra eRacer ha fatto la sua prima uscita ufficiale in casa. Sul tracciato spagnolo di Alcaniz gli uomini di Martorell hanno messo alla frusta la vettura che, per la prima volta, montava le batterie da 500 KW prodotte dalla Williams. Chiamato a svezzare l’ultima nata è stato il collaudatore ufficiale Jordi Gené, il quale è rimasto positivamente impressionato.

“È una macchina veramente impegnativa – ha affermato lo spagnolo al termine della due giorni di test – Avevamo tantissimo lavoro da fare per provare le varie componenti. Ci siamo focalizzati su telaio, gomme e batterie. Speriamo di essere riusciti a mettere insieme tutto perché c’era veramente tanto da provare”.

Uno sguardo più tecnico l’ha fornito Xavi Serra, responsabile ETCR di Cupra Racing: “Dopo un breve shakedown in Inghilterra, per provare il corretto funzionamento delle batterie, qui abbiamo iniziato a fare sul serio. È stato un test impegnativo perché dobbiamo abituarci alle fasi di carica, scarica e raffreddamento delle batterie e delle colonnine Enel X. Tuttavia abbiamo iniziato a capire i vari componenti per trarre il massimo delle prestazioni”.

Ad Alcaniz sulla Cupra eRacer si è visto anche Mikel Azcona. Il giovane spagnolo farà parte del team ufficiale Cupra. Il campione 2018 della TCR Europe dividerà i box con i già confermati Gené e Mattias Ekström ex campione DTM e WRX con Audi.

Hyundai conferma la presenza nel campionato

Prima presa di contatto fra Jean-Karl Vernay e il team Hyundai. Il francese si è calato nell’abitacolo della Veloster N ETCR per vedere l’effetto che fa. Finora la vettura coreana è quella che ha macinato più chilometri, considerando anche i giri dimostrativi effettuati da Augusto Farfus nel weekend della 24 Ore di Daytona.

Vernay è rimasto letteralmente folgorato dalla Veloster: “È stata un’esperienza magica! La macchina è veramente fantastica, mi è piaciuta fin dai primi giri. È davvero spettacolare, mi sono divertito tantissimo”.

Soddisfatto anche Andrea Adamo, Team Principal di Hyundai Motorsport: “Siamo entusiasti di avere l’opportunità di dare continuità ai nostri successi nel WRC e TCR partecipando al PURE ETCR. Cercheremo di ridurre le emissioni nel Motorsport e, al contempo, garantire spettacolarità sia per i piloti che per gli appassionati”.

Scelto il layout per Vallelunga



I test pre stagionali proseguiranno, l’1 e il 3 marzo, sul tracciato di Vallelunga. Sarà proprio il circuito intitolato a Piero Taruffi a inaugurare questa nuova era del Turismo. Infatti il weekend del 20 giugno le vetture elettriche daranno vita alla prima gara del PURE ETCR. Per l’occasione si correrà su un layout di 1,7 chilometri composto da 6 curve. Dopo il rettilineo di partenza, le vetture imboccheranno la piega a destra per congiungersi alla Trincea. I piloti poi affronteranno in sequenza le curve Semaforo, Tornantino ed Esse e, dopo il breve allungo, si percorrerà la curva Roma prima di ricongiungersi al traguardo. Il tutto a vantaggio degli spettatori che dalle tribune potranno assistere integralmente allo spettacolo.

5 Feb [16:02]

Audi svela la RS3 LMS
La nuova arma per il TCR

Michele Montesano

Audi ha ufficialmente presentato la nuova RS3 LMS TCR. La casa dei quattro anelli ha così deciso di tornare ai vertici delle competizioni Turismo. I tecnici Audi, nel corso dell’anno, metteranno alla frusta la nuova tre volumi per poi affidarla ai clienti entro la fine del 2021.

Dopo l’enorme successo della precedente versione, prodotta dal 2007 in 180 unità con un palmares di 279 vittorie e 16 titoli piloti, l’Audi ha deciso di voltare pagina. Il nuovo modello presenta miglioramenti in tutte le aree: a cominciare dal motore 2.0 litri turbo in grado di sviluppare 340 CV, accoppiato ad un cambio riprogettato e a un nuovo sistema di raffreddamento. Migliorato il sistema frenante, mentre le sospensioni sono dotate di un sistema a “spessori” per modificare velocemente il camber, facilitando il lavoro ai box.

L’aerodinamica è stata studiata grazie all’ausilio del CFD, in modo da ottimizzare il coefficiente di penetrazione aerodinamica e, al contempo, mantenere un bilanciamento ideale per la vettura. Il lavoro si è concentrato soprattutto sull’anteriore per incrementare l’estrazione dell’aria calda dal vano motore. A livello di sicurezza è stata implementata una botola sul tetto, di derivazione GT, per facilitare l’estrazione del pilota in caso di incidente.

Andrea Milocco, Project manager di Audi Motorsport, ha spiegato i punti salienti della nuova Audi RS3 LMS: “Ci siamo concentrati sul massimizzare le parti del modello di serie e contemporaneamente sviluppare gli elementi cruciali per migliorare l’affidabilità della vettura. Abbiamo introdotto un nuovo sistema di raffreddamento, una nuova frizione e un nuovo albero di trasmissione”.

Soddisfatto Chris Reinke, a capo dell’Audi Sport Customer Racing: “Siamo orgogliosi di svelare la nuova Audi RS3 LMS TCR. Fin dal lancio della prima versione la vettura è stata una dei pilastri del nostro business. Abbiamo lavorato sul nuovo modello con un occhio ai nostri clienti, con l’obiettivo di ridurre i costi di esercizio. La RS3 LMS è ora pronta per essere sottoposta ad un intenso programma di test. Speriamo di poterla rendere disponibile ai nostri clienti per la seconda metà del 2021.”

4 Feb [12:39]

PURE ETCR, Vernay con Hyundai
Svilupperà la Veloster N ETCR

Michele Montesano

Hyundai Motorsport ha annunciato l’ingaggio di Jean-Karl Vernay come pilota e tester di sviluppo della nuova Veloster N ETCR. Il francese, dopo un solo anno, ha lasciato Romeo Ferraris in procinto di svezzare la sua Alfa Romeo Giulia ETCR. Vernay farà parte del programma Customer Racing del team coreano, rilevando di fatto il posto lasciato vacante da Nicky Catsburg.

Il pilota francese, fresco vincitore del WTCR Trophy con la Giulietta del Team Mulsanne, andrà ad affiancare Augusto Farfus nello sviluppo della Hyundai Veloster N ETCR. La prima presa di contatto avverrà nelle prossime settimane, mentre gli eventuali programmi in merito alla sua presenza nel PURE ETCR verranno svelati a tempo debito.

Entusiasta Vernay per questa nuova chance: “Sono molto felice di entrare a far parte del progetto Veloster N ETCR come pilota Hyundai Motorsport Customer Racing. Quando ho ricevuto la proposta non potevo lasciarmela sfuggire. Lavorare con un grande costruttore è fantastico e Hyundai Motorsport ha una visione a lungo termine di cui sono entusiasta di far parte. So che Augusto Farfus e gli ingegneri hanno già lavorato molto sul telaio e l’e-kit. Ma non vedo l’ora di far parte dello sviluppo della vettura. Spero che la Veloster N ETCR possa avere lo stesso successo degli altri modelli TCR della Hyundai!”.

Soddisfatto per l’accordo anche Andrea Adamo, Team Principal di Hyundai Motorsport: “Jean-Karl è perfetto per essere un pilota Hyundai Motorsport Customer Racing. Vanta molta esperienza e successi nella categoria TCR. Lavorerà al fianco di Farfus sullo sviluppo della Veloster N ETCR, le sue indicazioni aiuteranno sia i nostri ingegneri che quelli dei fornitori. Tuttavia sono fiducioso che Vernay possa ottenere ottimi risultati in qualsiasi ruolo e con tutte le auto di Hyundai Motorsport”.

1 Feb [15:56]

PURE ETCR, cinque eventi nel 2021
Si parte da giugno a Vallelunga

Michele Montesano

Finalmente ci siamo, gli organizzatori del PURE ETCR hanno annunciato il calendario della stagione inaugurale. Infatti, dopo un 2020 bersagliato dalla pandemia legata al COVID-19, il primo campionato Turismo elettrico vedrà il semaforo verde solamente quest’anno. Come ciliegina sulla torta spetterà al tracciato di Vallelunga, nel mese di giugno, aprire questa nuova era nelle competizioni full electric.

Il PURE ETCR si snoderà su cinque appuntamenti, sia su circuiti permanenti che cittadini. La decisione di dare il via in piena estate è dovuta alle incerte situazioni sanitarie del coronavirus. Per questo, spostando più in là l’avvio del campionato, si spera in un contesto globale migliore.

Il nuovo corso delle gare Turismo partirà nel weekend del 20 giugno sul tracciato capitolino di Vallelunga. Il circuito intitolato a Piero Taruffi farà così da cornice al nuovo format di gara mutuato dal RallyCross. La seconda tappa sarà prevista a inizio luglio sul circuito belga di Zolder. La settimana successiva la serie elettrica si sposterà sul tracciato di Alcaniz, che ospiterà l’evento in concomitanza con il WTCR. Ricordiamo che proprio sul circuito spagnolo lo scorso anno è stato lanciato ufficialmente il PURE ETCR.

La campagna europea si concluderà sul cittadino di Copenaghen, nel fine settimana dell’8 agosto. Le vetture verranno poi imbarcate alla volta dell’Asia, dove ci sarà l’ultima gara in Corea del Sud all’Inje Speedium. Anche in questo caso il Turismo elettrico correrà da supporto alle vetture Turismo endotermiche del WTCR.

Xavier Gavory, direttore del PURE ETCR: “Siamo lieti di presentare il calendario della stagione inaugurale del primo Campionato Mondiale riservato alle vetture Turismo elettriche. È stato estremamente impegnativo organizzarlo, a causa dell’incertezza creata dalla pandemia globale. Ma, grazie al lavoro instancabile del nostro team, siamo riusciti nell’obiettivo. Sarà un calendario che unirà ai circuiti permanenti anche gli stradali”.

Gavory ha inoltre aggiunto: “Gareggeremo sia in paesi dove le gare Turismo sono consolidate che su mercati in forte espansione per il Motorsport. Siamo sicuri che il PURE ETCR attirerà moltissimi nuovi fans. Queste sono le auto Turismo più potenti mai realizzate, le quali gareggeranno in un format innovativo con corse a eliminazione diretta. Sono sicuro che le gare saranno ricche di bagarre, come ci si aspetta dalle vetture a ruote coperte. Non vediamo l’ora di iniziare, in modo da dimostrare a tutti quanto possano essere emozionanti le corse elettriche”.

Il calendario PURE ETCR 2021

20 giugno – Vallelunga (Italia)
4 luglio – Zolder (Belgio)
11 luglio – Alcaniz (Spagna)
8 agosto – Copenhagen Historic Grand Prix* (Danimarca)
17 ottobre – Inje Speedium (Corea del Sud)
* In attesa di omologazione del circuito

24 Dic [0:46]

TCR Europe, ecco il calendario 2021
Entrano Nürburgring e Slovakia Ring

Michele Montesano

È stato ufficialmente reso noto il calendario 2021 della TCR Europe. Nella prossima stagione saranno presenti due new entry di assoluto rilievo quali lo Slovakia Ring e il Nürburgring. Rinviata la partenza, che slitta da aprile a maggio, così come la tappa di Monza collocata a fine settembre.

Cambiamenti a parte, restano le sette tappe per il prossimo campionato europeo riservato alle vetture Turismo. Si è deciso di posticipare l’avvio della stagione agonistica anche per capire l’evolversi della situazione Covid-19. Si partirà quindi il 9 maggio con la novità assoluta dello Slovakia Ring.

Confermati gli eventi successivi: quello del Paul Ricard, previsto a fine maggio, e a Zandvoort il 20 giugno. A fine luglio toccherà invece alla tappa di Spa-Francorchamps con la TCR Europe che, come di consueto, farà da supporto alla celebre 24 Ore.

Dopo la pausa estiva si riprenderanno le ostilità a inizio settembre con l’altra novità del Nürburgring. In questo caso le Turismo affronteranno il tracciato GP, anziché la Nordschleife come avviene nel WTCR. Toccherà quindi a Monza il weekend del 26 settembre. Il circuito brianzolo, nella prima stesura del calendario, avrebbe dovuto aprire le danze del campionato 2021. Confermato il gran finale di stagione sul tracciato del Montmelò, nel fine settimana del 10 ottobre.

Soddisfatto Paulo Ferreira, promoter della TCR Europe: “Siamo molto contenti di essere riusciti a finalizzare il calendario prima delle vacanze di Natale. A tal proposito desidero ringraziare i promoter locali per la loro collaborazione. L’aggiunta dello Slovakia Ring e del Nürburgring, a un elenco già affascinante di circuiti, ci rende molto orgogliosi. Abbiamo scelto di posticipare l’avvio del campionato, dopo aver parlato con le squadre e poter dar loro più tempo per prepararsi.”

Il calendario TCR Europe 2021

09 maggio – Slovakiaring (Slovacchia)
30 maggio – Paul Ricard (Francia)
20 giugno – Zandvoort (Olanda)
31 luglio – Spa-Francorchamps (Belgio)
05 settembre – Nürburgring (Germania)
26 settembre – Monza (Italia)
10 ottobre – Montmelò (Spagna)

9 Dic [19:44]

Toyota e Mazda valutano la TCR
Lotti conferma i contatti

Michele Montesano

Si è tornato a vociferare di un possibile approdo di Toyota e Mazda all’interno della famiglia dei campionati TCR. L’occasione è stata la presentazione della stagione 2021 della TCR Australia, dove lo stesso Marcello Lotti, a capo di WSC Group, ha confermato di essere in contatto con i due marchi giapponesi per un potenziale coinvolgimento nella categoria.

La Toyota non è nuova ad ammiccamenti alla classe TCR. Quasi due anni fa il marchio nipponico ha presentato, in occasione del Tokyo Auto Salon, la Corolla TCR (
LEGGI QUI) rimasta poi un semplice esercizio di stile. Come se non bastasse a febbraio di quest’anno sono apparse immagini di una Toyota C-HR, in un possibile allestimento TCR, impegnata al Fuji. E per concludere la filiale argentina, circa quattro mesi fa, ha confermato di aver iniziato a progettare e realizzare la Corolla per il campionato TCR South America 2021.

Discorso diverso per Mazda: il costruttore giapponese, tramite la Mazda North American Operarion (MNAO), aveva deciso di allestire una Mazda 3 TCR per l’IMSA Michelin Pilot Challenge 2020. Ma, in seguito alla pandemia del COVID-19 e la seguente recessione economica, si è deciso di annullare il programma.

Ora la conferma arriva direttamente da Lotti: “Siamo in contatto con Mazda e Toyota e avremo presto informazioni sui loro piani. Dopo sei anni di competizioni TCR in tutto il mondo, il costante interesse da parte di nuovi marchi testimonia il grande riscontro ottenuto dalla categoria.”

Il presidente di WSC ha inoltre aggiunto: “Già nel 2021 saranno disponibili nuovi modelli TCR per i clienti e team di tutto il mondo. La MG 6 ha già superato con successo la procedura di omologazione e si è dimostrata subito competitiva, vincendo delle gare e lottando per il titolo TCR China. La Fiat Tipo ha fatto la sua prima apparizione nell’evento di Monza della TCR Europe e aspetta solo di essere omologata. Infine la Hyundai Elantra N ha completato la sua fase di sviluppo e sarà pronta per metà del prossimo anno.”

15 Nov [11:58]

ETCR, presentata l’Alfa Romeo Giulia
L’arma elettrica di Romeo Ferraris

Michele Montesano

La cornice del circuito di Alcaniz ha fatto da sfondo alla presentazione della nuova Alfa Romeo Giulia ETCR, l'arma elettrica targata Romeo Ferraris. La vettura del Biscione darà la caccia al nuovo campionato riservato alle Turismo elettriche, ai nastri di partenza nel 2021. Gli uomini di Opera, assieme alla Hexathron Racing Systems, hanno sviluppato la Giulia in maniera totalmente indipendente e senza alcun supporto dalla casa madre.

Un ennesimo piccolo miracolo da parte del costruttore italiano che, con tanta passione e determinazione, cerca di rinverdire i fasti della casa di Arese nel mondo delle competizioni. Ancora una volta gli uomini di Romeo Ferraris sfideranno i grandi costruttori, ma questa volta in un campo totalmente diverso quello delle competizioni elettriche. A togliere i veli della belva rossa sono stati Michela Cerruti, operations manager del team, e il pilota ufficiale Jean-Karl Vernay.

L’Alfa Romeo Giulia ETCR si è presenta in tutta la sua bellezza e aggressività: con paraurti e passaruota maggiorati, oltre ad un generoso diffusore sormontato dal grande alettone posteriore. La livrea rossa, griffata Romeo Ferraris, fa trasparire ulteriormente l’animo Racing di questa vettura. Ma gli appassionati, e gli addetti ai lavori, dovranno aspettare ancora un po’ prima di vederla in pista ad aggredire i cordoli. Infatti ora toccherà alla Williams Advanced Engineering completare l’installazione del pacco batteria. Ricordiamo che la Giulia, equipaggiata con un inverter Magelec e un cambio della BrightLoop, sarà in grado di sprigionare una potenza di 500 kW (circa 670 CV).

Visibilmente emozionata la Cerruti: “Siamo soddisfatti di aver dato alla luce questo progetto, frutto di un lungo lavoro iniziato circa un anno fa. Abbiamo deciso di intraprendere questa nuova avventura che segna anche il nostro esordio nel mondo delle competizioni per vetture elettriche. Il debutto su pista della Giulia ETCR avverrà quasi sicuramente in inverno, molto dipenderà anche dal tempo di installazione della batteria da parte della Williams. Entro la fine di gennaio potremmo vedere la vettura finalmente in funzione.”

Soddisfatto e curioso il pilota Vernay: “È la prima volta che vedo la macchina, perché volevano fosse una sorpresa anche per me, la livrea è bellissima. Gli uomini che ci hanno lavorato possono essere orgogliosi, pur non avendo le stesse risorse degli altri costruttori, hanno realizzato un’auto eccezionale. Siamo consapevoli che tanto lavoro è stato fatto ma ce ne sarà tanto ancora da fare.”

Entusiasta Xavier Gavory, direttore del Pure ETCR: “Siamo lieti di vedere la nuova Giulia. Romeo Ferraris ha una grande tradizione nel Motorsport avendo conquistato tanti successi in oltre sessant’anni di storia. Il suo impegno nel Pure ETCR è importante per tutti noi.”

Marcello Lotti, presidente di WSC detentrice dei regolamenti TCR ed ETCR, ha aggiunto: “È sempre bello vedere la presentazione di una nuova vettura, ma la Giulia ETCR di Romeo Ferraris ha qualcosa di speciale perché associa un nome glorioso, per il mondo delle competizioni Turismo, ad un progetto innovativo come l’ETCR. Finora avevamo visto solamente i rendering, ma guardarla ora dal vivo fa venire i brividi perché è davvero stupenda. Non vedo l’ora di vederla in azione, sono sicuro che grazie all’esperienza del team Romeo Ferraris sarà immediatamente competitiva.”

7 Nov [15:18]

Jarama - Gara 2
Bennani campione d'Europa

Michele Montesano

Mehdi Bennani è il nuovo campione della TCR Europe. Il marocchino, dopo essersi ritrovato senza un volante nel WTCR, si è rifatto con gli interessi conquistando il titolo europeo riservato alle vetture Turismo. Doppio successo a Jarama per il team Comtoyou Racing che, oltre al titolo piloti, ha centrato anche quello riservato alle squadre. Per la cronaca, a tagliare per primo il traguardo, nell’ultima gara della stagione, è stato John Filippi. Il pilota Hyundai ha preceduto il fresco campione Bennani. Gradino più basso del podio a Julien Briché che ha resistito fino all’ultimo agli attacchi di Mikel Azcona.

Un forte temporale prima del via, ha creato qualche grattacapo in più ai piloti. Tuttavia il poleman Filippi ha mantenuto saldamente il comando della gara fin dalle prime fasi. A seguire, Daniel Nagy e Bennani, con il marocchino chiamato a restare lontano dai guai. Ottimo l’avvio di Azcona, salito in settima posizione nel corso del primo giro dopo essere scattato decimo. Lo spagnolo, ha continuato la sua marcia superando Briché e mettendo nel mirino Andreas Bäckman.

Weekend da dimenticare per Mike Halder, il tedesco si è presentato a Jarama come leader di campionato, ma due ritiri l’hanno fatto sprofondare in classifica. Anche nella seconda manche, ha perso il controllo della sua Honda, terminando la gara contro le barriere. Dopo la fase di neutralizzazione, per rimuovere la vettura di Halder, è continuato il duello fra Azcona e Bäckman. Ai due si è aggiunto anche Briché che, dopo una serie di sorpassi e sportellate, è riuscito ad avere la meglio. Bennani ha approfittato di un’incertezza da parte di Nagy per superarlo e portarsi in seconda posizione. Il pilota Hyundai BRC inoltre, ha perso il passo concludendo anzitempo la gara contro il guardrail.

Prima vittoria nella TCR Europe per Filippi e la sua Hyundai i30 N gestita dal Target Competition. Secondo posto per il nuovo campione d’Europa Bennani. A completare il podio è stato Briché, che fino all’ultima curva ha dovuto fare i conti con uno scatenato Azcona. Quinto Nicolas Baert, il belga ha preceduto Andreas Bäckman e Tom Coronel. Ottavo posto per l’esordiente Franco Girolami, fratello del Nestor pilota ufficiale Honda nel WTCR. A completare la Top-10 Teddy Clairet e Viktor Davidovski.

Assente per l’ultima gara stagionale Pepe Oriola. Lo spagnolo nella prima manche è stato centrato da Jessica Bäckman. Il pilota del team Brutal Fish ha perso brevemente conoscenza, oltre a lamentare un dolore alla cassa toracica. Per precauzione, Oriola è stato trasportato in ospedale per ulteriori accertamenti.

Sabato 7 novembre 2020, gara 2

1 - John Filippi (Hyundai i30 N TCR) - Target - 17 giri
2 - Mehdi Bennani (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 1"341
3 - Julien Briché (Peugeot 308 TCR) - JSB - 2"735
4 - Mikel Azcona (Cupra Leon TCR) - Volcano - 3"162
5 - Nicolas Baert (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 5"670
6 - Andreas Bäckman (Hyundai i30 N TCR) - Target - 6"725
7 - Tom Coronel (Honda Civic TypeR TCR) - Boutsen Ginion - 7"305
8 - Franco Girolami (Honda Civic TypeR TCR) - PSS - 9"387
9 - Teddy Clairet (Peugeot 308 TCR) - Clairet - 11"373
10 - Viktor Davidovski (Honda Civic TypeR TCR) - PSS - 11"894
11 - Jimmy Clairet (Peugeot 308 TCR) - Clairet - 12"368
12 - Mat’o Homola (Hyundai i30 N TCR) - BRC - 13"118
13 - Daniel Lloyd (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish - 14"089
14 - José Manuel Sapag (Hyundai i30 N TCR) - Target - 14"805
15 - Fernando Navarrete (Peugeot 308 TCR) - SMC Junior - 35"980
16 - Evgenyi Leonov (Cupra Leon TCR) - Volcano - 43"948
17 - Michelle Halder (Honda Civic TypeR TCR) - Profi Car - 57"614
18 - Martin Ryba (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish - 57"811
19 - Jessica Bäckman (Hyundai i30 N TCR) - Target - 1 giro

Giro più veloce: Mikel Azcona 1'43"411

Ritirati
Dániel Nagy (Hyundai i30 N TCR) - BRC
Enrique Hernando (Peugeot 308 TCR) - SMC Junior
Mike Halder (Honda Civic TypeR TCR) - Profi Car
Sami Taoufik (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou 

Non partiti
Pepe Oriola (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish

Il campionato
1.Bennani 285 punti; 2.Filippi 257; 3.Baert 244; 4.Mk.Halder 242; 5.Lloyd 212; 6.A.Bäckman 209; 7.Homola 202; 8.Nagy 202; 9.T.Clairet 198; 10.J.Brichè 175.

7 Nov [12:18]

Jarama - Gara 1
Azcona fra le safety-car

Michele Montesano

Ancora lui: Mikel Azcona ha vinto la terza gara consecutiva della TCR Europe. Su un circuito vecchia scuola come Jarama, lo spagnolo ha espresso tutta la sua bravura. Infatti, la prima manche ha visto numerosi errori commessi da parte dei piloti, dovuti alla pista bagnata e alle vie di fuga in ghiaia ed erba. Teddy Clairet, secondo al traguardo, non è riuscito minimamente a mantenere il passo di Azcona. Terzo posto per Mat’o Homola, l’alfiere del team BRC ha preceduto il nuovo leader di campionato Mehdi Bennani.

Allo spegnimento dei semafori, Azcona ha mantenuto saldamente la prima posizione. Mentre nelle retrovie i piloti, complice la pista bagnata, hanno iniziato a passeggiare per le vie di fuga. Nel corso della prima tornata Jessica Bäckman ha perso il controllo della sua Hyundai centrando l’incolpevole Pepe Oriola. Entrambe le vetture sono rimaste impantanate nella ghiaia, la direzione gara non ha potuto far altro che mandare in pista la safety-car per spostarle.

La gara è ripresa solamente al settimo giro, con Azcona che ha immediatamente preso il largo. Il campione europeo 2018, ha iniziato a martellare subito, tanto che Clairet ha immediatamente perso il contatto. Mike Halder, nel corso del nono passaggio, alla staccata della prima curva ha fatto scomporre la sua Honda. L’ex leader di campionato è andato rovinosamente a sbattere contro Franco Girolami, il quale stava già impostando la curva. Secondo ingresso della vettura di sicurezza e gara neutralizzata.

Al restart, Azcona ha ripreso a macinare giri veloci. Il pilota del Volcano Motorsport, ha tagliato per primo il traguardo con un vantaggio di oltre sei secondi su Clairet. Positivo il terzo posto di Mat’o Homola, ma ancora più importante il quarto ottenuto da Bennani. Il marocchino, complice il ritiro di Halder, balza al comando della classifica generale. A seguire Julien Briché e Andreas Bäckman. Settimo posto per Daniel Nagy, autore di un sorpasso nelle ultime fasi ai danni di Nicolas Baert. Nono posto per Dan Lloyd che esce di scena per la lotta al titolo. Chiude la Top-10 Sami Taoufik, il marocchino ha avuto la meglio nelle ultime curve su John Filippi.

Sabato 7 novembre 2020, gara 1

1 - Mikel Azcona (Cupra Leon TCR) - Volcano - 17 giri
2 - Teddy Clairet (Peugeot 308 TCR) - Clairet - 6"618
3 - Mat’o Homola (Hyundai i30 N TCR) - BRC - 8"009
4 - Mehdi Bennani (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 9"671
5 - Julien Briché (Peugeot 308 TCR) - JSB - 11"066
6 - Andreas Bäckman (Hyundai i30 N TCR) - Target - 14"281
7 - Dániel Nagy (Hyundai i30 N TCR) - BRC - 15"436
8 - Nicolas Baert (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 15"776
9 - Daniel Lloyd (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish - 16"408
10 - Sami Taoufik (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 17"119
11 - John Filippi (Hyundai i30 N TCR) - Target - 17"599
12 - Jimmy Clairet (Peugeot 308 TCR) - Clairet - 18"271
13 - Enrique Hernando (Peugeot 308 TCR) - SMC Junior - 23"874
14 - Tom Coronel (Honda Civic TypeR TCR) - Boutsen Ginion - 24"008
15 - José Manuel Sapag (Hyundai i30 N TCR) - Target - 24"601
16 - Fernando Navarrete (Peugeot 308 TCR) - SMC Junior - 25"374
17 - Evgenyi Leonov (Cupra Leon TCR) - Volcano - 25"699
18 - Viktor Davidovski (Honda Civic TypeR TCR) - PSS - 27"002
19 - Michelle Halder (Honda Civic TypeR TCR) - Profi Car - 29"316

Giro più veloce: Mikel Azcona 1'39"010

Ritirati
Franco Girolami (Honda Civic TypeR TCR) - PSS
Mike Halder (Honda Civic TypeR TCR) - Profi Car
Pepe Oriola (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish
Jessica Bäckman (Hyundai i30 N TCR) - Target
Martin Ryba (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish

Il campionato
1.Bennani 250 punti; 2.Mk.Halder 242; 3.Baert 220; 4.Filippi 217; 5.Lloyd 207; 6.Nagy 202; 7.Homola 195; 8.A.Bäckman 188; 9.T.Clairet 185; 10.Taoufik 157.

6 Nov [16:24]

Jarama, qualifica
Nel segno di Azcona

Michele Montesano

Cambiano i circuiti ma Mikel Azcona rimane l’uomo da battere nella TCR Europe. Dopo una doppietta a Spa-Francorchamps, il campione 2018 ha continuato la sua striscia positiva a Jarama. Lo spagnolo, conquistando la pole position, partirà sul tracciato di casa dalla prima posizione in gara 1. Subito dietro le due Peugeot 308 TCR del Team Clairet, rispettivamente con i fratelli Teddy e Jimmy. Decimo crono per Daniel Nagy che, per via dell’inversione della griglia, scatterà dalla prima piazzola nella seconda manche.

Azcona, nonostante la “vecchia” Cupra Leon TCR, è riuscito a mettere in riga tutti gli altri piloti in entrambe le frazioni di qualifica. Lo spagnolo, complice la conoscenza del circuito di Jarama, ha staccato la diretta concorrenza di quasi sette decimi. Solamente le due Peugeot 308 dei fratelli Clairet e la Hyundai di Mat’o Homola sono riusciti a scendere sotto il muro del 1’38”. Mehdi Bennani, con il suo quinto crono, è stato il primo classificato fra i pretendenti al titolo.

Sesto posto per Julien Briché e la sua Peugeot, seguito di un nulla da Andreas Bäckman al volante della Hyundai del Target Competition. Ottavo tempo per Nicolas Baert che, dato il quarto posto in classifica generale, può ancora sperare di laurearsi campione europeo. Nona Jessica Bäckman che ha preceduto Nagy, il pilota Hyundai BRC partirà dal palo nell’ultima gara della TCR Europe targata 2020.

Male gli altri due pretendenti al titolo. Il leader del campionato Mike Halder non è riuscito a fare meglio del quindicesimo tempo. Il tedesco dovrà affrontare due gare tutte all’attacco, sperando in qualche ritiro dei diretti avversari. Ancora più disastrosa la qualifica di Dan Lloyd che partirà nelle due manche dalla ventiduesima piazzola. Per l’inglese del team Brutal Fisch si preannuncia un fine settimana tutto in salita.

Venerdì 6 novembre 2020, qualifica

1 - Mikel Azcona (Cupra Leon TCR) - Volcano - 1'37"210 (Q2)
2 - Teddy Clairet (Peugeot 308 TCR) - Clairet - 1'37"895 (Q2)
3 - Jimmy Clairet (Peugeot 308 TCR) - Clairet - 1'37"918 (Q2)
4 - Mat’o Homola (Hyundai i30 N TCR) - BRC - 1'37"986 (Q2)
5 - Mehdi Bennani (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 1'38"016 (Q2)
6 - Julien Briché (Peugeot 308 TCR) - JSB - 1'38"053 (Q2)
7 - Andreas Bäckman (Hyundai i30 N TCR) - Target - 1'38"077 (Q2)
8 - Nicolas Baert (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 1'38"181 (Q2)
9 - Jessica Bäckman (Hyundai i30 N TCR) - Target - 1'38"371 (Q2)
10 - Dániel Nagy (Hyundai i30 N TCR) - BRC - 1'38"384 (Q2)
11 - John Filippi (Hyundai i30 N TCR) - Target - 1'38"420 (Q2)
12 - Sami Taoufik (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 1'38"466 (Q2)
13 - Franco Girolami (Honda Civic TypeR TCR) - PSS - 1'38"699 (Q1)
14 - Pepe Oriola (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish - 1'38"743 (Q1)
15 - Mike Halder (Honda Civic TypeR TCR) - Profi Car - 1'38"775 (Q1)
16 - José Manuel Sapag (Hyundai i30 N TCR) - Target - 1'39"052 (Q1)
17 - Tom Coronel (Honda Civic TypeR TCR) - Boutsen Ginion - 1'39"054 (Q1)
18 - Evgenyi Leonov (Cupra Leon TCR) - Volcano - 1'39"124 (Q1)
19 - Viktor Davidovski (Honda Civic TypeR TCR) - PSS - 1'39"156 (Q1)
20 - Michelle Halder (Honda Civic TypeR TCR) - Profi Car - 1'39"166 (Q1)
21 - Fernando Navarrete (Peugeot 308 TCR) - SMC Junior - 1'39"173 (Q1)
22 - Daniel Lloyd (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish - 1'39"328 (Q1)
23 - Martin Ryba (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish - 1'39"900 (Q1)
24 - Enrique Hernando (Peugeot 308 TCR) - SMC Junior - 1'39"982 (Q1)

PrevPage 1 of 10Next

News

TCR Series
v

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone