formula 1

Perez, primi giorni in Red Bull:
"Comincio a sentirmi a mio agio"

Jacopo Rubino

L'avventura di Sergio Perez in Red Bull è davvero cominciata: sta scoprendo ...

Leggi »
Mondiale Rally

Anteprima WRC 2020
Ogier a caccia dell'ottavo titolo,
per Neuville è emergenza navigatore

Mattia Tremolada

Tra dubbi e incertezze, il Rally di Montecarlo 2021 è ormai alle porte. Grande è stata ...

Leggi »
PrecedentePagina 1 di 10Successiva
24 Dic [0:46]

TCR Europe, ecco il calendario 2021
Entrano Nürburgring e Slovakia Ring

Michele Montesano

È stato ufficialmente reso noto il calendario 2021 della TCR Europe. Nella prossima stagione saranno presenti due new entry di assoluto rilievo quali lo Slovakia Ring e il Nürburgring. Rinviata la partenza, che slitta da aprile a maggio, così come la tappa di Monza collocata a fine settembre.

Cambiamenti a parte, restano le sette tappe per il prossimo campionato europeo riservato alle vetture Turismo. Si è deciso di posticipare l’avvio della stagione agonistica anche per capire l’evolversi della situazione Covid-19. Si partirà quindi il 9 maggio con la novità assoluta dello Slovakia Ring.

Confermati gli eventi successivi: quello del Paul Ricard, previsto a fine maggio, e a Zandvoort il 20 giugno. A fine luglio toccherà invece alla tappa di Spa-Francorchamps con la TCR Europe che, come di consueto, farà da supporto alla celebre 24 Ore.

Dopo la pausa estiva si riprenderanno le ostilità a inizio settembre con l’altra novità del Nürburgring. In questo caso le Turismo affronteranno il tracciato GP, anziché la Nordschleife come avviene nel WTCR. Toccherà quindi a Monza il weekend del 26 settembre. Il circuito brianzolo, nella prima stesura del calendario, avrebbe dovuto aprire le danze del campionato 2021. Confermato il gran finale di stagione sul tracciato del Montmelò, nel fine settimana del 10 ottobre.

Soddisfatto Paulo Ferreira, promoter della TCR Europe: “Siamo molto contenti di essere riusciti a finalizzare il calendario prima delle vacanze di Natale. A tal proposito desidero ringraziare i promoter locali per la loro collaborazione. L’aggiunta dello Slovakia Ring e del Nürburgring, a un elenco già affascinante di circuiti, ci rende molto orgogliosi. Abbiamo scelto di posticipare l’avvio del campionato, dopo aver parlato con le squadre e poter dar loro più tempo per prepararsi.”

Il calendario TCR Europe 2021

09 maggio – Slovakiaring (Slovacchia)
30 maggio – Paul Ricard (Francia)
20 giugno – Zandvoort (Olanda)
31 luglio – Spa-Francorchamps (Belgio)
05 settembre – Nürburgring (Germania)
26 settembre – Monza (Italia)
10 ottobre – Montmelò (Spagna)

9 Dic [19:44]

Toyota e Mazda valutano la TCR
Lotti conferma i contatti

Michele Montesano

Si è tornato a vociferare di un possibile approdo di Toyota e Mazda all’interno della famiglia dei campionati TCR. L’occasione è stata la presentazione della stagione 2021 della TCR Australia, dove lo stesso Marcello Lotti, a capo di WSC Group, ha confermato di essere in contatto con i due marchi giapponesi per un potenziale coinvolgimento nella categoria.

La Toyota non è nuova ad ammiccamenti alla classe TCR. Quasi due anni fa il marchio nipponico ha presentato, in occasione del Tokyo Auto Salon, la Corolla TCR (
LEGGI QUI) rimasta poi un semplice esercizio di stile. Come se non bastasse a febbraio di quest’anno sono apparse immagini di una Toyota C-HR, in un possibile allestimento TCR, impegnata al Fuji. E per concludere la filiale argentina, circa quattro mesi fa, ha confermato di aver iniziato a progettare e realizzare la Corolla per il campionato TCR South America 2021.

Discorso diverso per Mazda: il costruttore giapponese, tramite la Mazda North American Operarion (MNAO), aveva deciso di allestire una Mazda 3 TCR per l’IMSA Michelin Pilot Challenge 2020. Ma, in seguito alla pandemia del COVID-19 e la seguente recessione economica, si è deciso di annullare il programma.

Ora la conferma arriva direttamente da Lotti: “Siamo in contatto con Mazda e Toyota e avremo presto informazioni sui loro piani. Dopo sei anni di competizioni TCR in tutto il mondo, il costante interesse da parte di nuovi marchi testimonia il grande riscontro ottenuto dalla categoria.”

Il presidente di WSC ha inoltre aggiunto: “Già nel 2021 saranno disponibili nuovi modelli TCR per i clienti e team di tutto il mondo. La MG 6 ha già superato con successo la procedura di omologazione e si è dimostrata subito competitiva, vincendo delle gare e lottando per il titolo TCR China. La Fiat Tipo ha fatto la sua prima apparizione nell’evento di Monza della TCR Europe e aspetta solo di essere omologata. Infine la Hyundai Elantra N ha completato la sua fase di sviluppo e sarà pronta per metà del prossimo anno.”

15 Nov [11:58]

ETCR, presentata l’Alfa Romeo Giulia
L’arma elettrica di Romeo Ferraris

Michele Montesano

La cornice del circuito di Alcaniz ha fatto da sfondo alla presentazione della nuova Alfa Romeo Giulia ETCR, l'arma elettrica targata Romeo Ferraris. La vettura del Biscione darà la caccia al nuovo campionato riservato alle Turismo elettriche, ai nastri di partenza nel 2021. Gli uomini di Opera, assieme alla Hexathron Racing Systems, hanno sviluppato la Giulia in maniera totalmente indipendente e senza alcun supporto dalla casa madre.

Un ennesimo piccolo miracolo da parte del costruttore italiano che, con tanta passione e determinazione, cerca di rinverdire i fasti della casa di Arese nel mondo delle competizioni. Ancora una volta gli uomini di Romeo Ferraris sfideranno i grandi costruttori, ma questa volta in un campo totalmente diverso quello delle competizioni elettriche. A togliere i veli della belva rossa sono stati Michela Cerruti, operations manager del team, e il pilota ufficiale Jean-Karl Vernay.

L’Alfa Romeo Giulia ETCR si è presenta in tutta la sua bellezza e aggressività: con paraurti e passaruota maggiorati, oltre ad un generoso diffusore sormontato dal grande alettone posteriore. La livrea rossa, griffata Romeo Ferraris, fa trasparire ulteriormente l’animo Racing di questa vettura. Ma gli appassionati, e gli addetti ai lavori, dovranno aspettare ancora un po’ prima di vederla in pista ad aggredire i cordoli. Infatti ora toccherà alla Williams Advanced Engineering completare l’installazione del pacco batteria. Ricordiamo che la Giulia, equipaggiata con un inverter Magelec e un cambio della BrightLoop, sarà in grado di sprigionare una potenza di 500 kW (circa 670 CV).

Visibilmente emozionata la Cerruti: “Siamo soddisfatti di aver dato alla luce questo progetto, frutto di un lungo lavoro iniziato circa un anno fa. Abbiamo deciso di intraprendere questa nuova avventura che segna anche il nostro esordio nel mondo delle competizioni per vetture elettriche. Il debutto su pista della Giulia ETCR avverrà quasi sicuramente in inverno, molto dipenderà anche dal tempo di installazione della batteria da parte della Williams. Entro la fine di gennaio potremmo vedere la vettura finalmente in funzione.”

Soddisfatto e curioso il pilota Vernay: “È la prima volta che vedo la macchina, perché volevano fosse una sorpresa anche per me, la livrea è bellissima. Gli uomini che ci hanno lavorato possono essere orgogliosi, pur non avendo le stesse risorse degli altri costruttori, hanno realizzato un’auto eccezionale. Siamo consapevoli che tanto lavoro è stato fatto ma ce ne sarà tanto ancora da fare.”

Entusiasta Xavier Gavory, direttore del Pure ETCR: “Siamo lieti di vedere la nuova Giulia. Romeo Ferraris ha una grande tradizione nel Motorsport avendo conquistato tanti successi in oltre sessant’anni di storia. Il suo impegno nel Pure ETCR è importante per tutti noi.”

Marcello Lotti, presidente di WSC detentrice dei regolamenti TCR ed ETCR, ha aggiunto: “È sempre bello vedere la presentazione di una nuova vettura, ma la Giulia ETCR di Romeo Ferraris ha qualcosa di speciale perché associa un nome glorioso, per il mondo delle competizioni Turismo, ad un progetto innovativo come l’ETCR. Finora avevamo visto solamente i rendering, ma guardarla ora dal vivo fa venire i brividi perché è davvero stupenda. Non vedo l’ora di vederla in azione, sono sicuro che grazie all’esperienza del team Romeo Ferraris sarà immediatamente competitiva.”

7 Nov [15:18]

Jarama - Gara 2
Bennani campione d'Europa

Michele Montesano

Mehdi Bennani è il nuovo campione della TCR Europe. Il marocchino, dopo essersi ritrovato senza un volante nel WTCR, si è rifatto con gli interessi conquistando il titolo europeo riservato alle vetture Turismo. Doppio successo a Jarama per il team Comtoyou Racing che, oltre al titolo piloti, ha centrato anche quello riservato alle squadre. Per la cronaca, a tagliare per primo il traguardo, nell’ultima gara della stagione, è stato John Filippi. Il pilota Hyundai ha preceduto il fresco campione Bennani. Gradino più basso del podio a Julien Briché che ha resistito fino all’ultimo agli attacchi di Mikel Azcona.

Un forte temporale prima del via, ha creato qualche grattacapo in più ai piloti. Tuttavia il poleman Filippi ha mantenuto saldamente il comando della gara fin dalle prime fasi. A seguire, Daniel Nagy e Bennani, con il marocchino chiamato a restare lontano dai guai. Ottimo l’avvio di Azcona, salito in settima posizione nel corso del primo giro dopo essere scattato decimo. Lo spagnolo, ha continuato la sua marcia superando Briché e mettendo nel mirino Andreas Bäckman.

Weekend da dimenticare per Mike Halder, il tedesco si è presentato a Jarama come leader di campionato, ma due ritiri l’hanno fatto sprofondare in classifica. Anche nella seconda manche, ha perso il controllo della sua Honda, terminando la gara contro le barriere. Dopo la fase di neutralizzazione, per rimuovere la vettura di Halder, è continuato il duello fra Azcona e Bäckman. Ai due si è aggiunto anche Briché che, dopo una serie di sorpassi e sportellate, è riuscito ad avere la meglio. Bennani ha approfittato di un’incertezza da parte di Nagy per superarlo e portarsi in seconda posizione. Il pilota Hyundai BRC inoltre, ha perso il passo concludendo anzitempo la gara contro il guardrail.

Prima vittoria nella TCR Europe per Filippi e la sua Hyundai i30 N gestita dal Target Competition. Secondo posto per il nuovo campione d’Europa Bennani. A completare il podio è stato Briché, che fino all’ultima curva ha dovuto fare i conti con uno scatenato Azcona. Quinto Nicolas Baert, il belga ha preceduto Andreas Bäckman e Tom Coronel. Ottavo posto per l’esordiente Franco Girolami, fratello del Nestor pilota ufficiale Honda nel WTCR. A completare la Top-10 Teddy Clairet e Viktor Davidovski.

Assente per l’ultima gara stagionale Pepe Oriola. Lo spagnolo nella prima manche è stato centrato da Jessica Bäckman. Il pilota del team Brutal Fish ha perso brevemente conoscenza, oltre a lamentare un dolore alla cassa toracica. Per precauzione, Oriola è stato trasportato in ospedale per ulteriori accertamenti.

Sabato 7 novembre 2020, gara 2

1 - John Filippi (Hyundai i30 N TCR) - Target - 17 giri
2 - Mehdi Bennani (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 1"341
3 - Julien Briché (Peugeot 308 TCR) - JSB - 2"735
4 - Mikel Azcona (Cupra Leon TCR) - Volcano - 3"162
5 - Nicolas Baert (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 5"670
6 - Andreas Bäckman (Hyundai i30 N TCR) - Target - 6"725
7 - Tom Coronel (Honda Civic TypeR TCR) - Boutsen Ginion - 7"305
8 - Franco Girolami (Honda Civic TypeR TCR) - PSS - 9"387
9 - Teddy Clairet (Peugeot 308 TCR) - Clairet - 11"373
10 - Viktor Davidovski (Honda Civic TypeR TCR) - PSS - 11"894
11 - Jimmy Clairet (Peugeot 308 TCR) - Clairet - 12"368
12 - Mat’o Homola (Hyundai i30 N TCR) - BRC - 13"118
13 - Daniel Lloyd (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish - 14"089
14 - José Manuel Sapag (Hyundai i30 N TCR) - Target - 14"805
15 - Fernando Navarrete (Peugeot 308 TCR) - SMC Junior - 35"980
16 - Evgenyi Leonov (Cupra Leon TCR) - Volcano - 43"948
17 - Michelle Halder (Honda Civic TypeR TCR) - Profi Car - 57"614
18 - Martin Ryba (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish - 57"811
19 - Jessica Bäckman (Hyundai i30 N TCR) - Target - 1 giro

Giro più veloce: Mikel Azcona 1'43"411

Ritirati
Dániel Nagy (Hyundai i30 N TCR) - BRC
Enrique Hernando (Peugeot 308 TCR) - SMC Junior
Mike Halder (Honda Civic TypeR TCR) - Profi Car
Sami Taoufik (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou 

Non partiti
Pepe Oriola (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish

Il campionato
1.Bennani 285 punti; 2.Filippi 257; 3.Baert 244; 4.Mk.Halder 242; 5.Lloyd 212; 6.A.Bäckman 209; 7.Homola 202; 8.Nagy 202; 9.T.Clairet 198; 10.J.Brichè 175.

7 Nov [12:18]

Jarama - Gara 1
Azcona fra le safety-car

Michele Montesano

Ancora lui: Mikel Azcona ha vinto la terza gara consecutiva della TCR Europe. Su un circuito vecchia scuola come Jarama, lo spagnolo ha espresso tutta la sua bravura. Infatti, la prima manche ha visto numerosi errori commessi da parte dei piloti, dovuti alla pista bagnata e alle vie di fuga in ghiaia ed erba. Teddy Clairet, secondo al traguardo, non è riuscito minimamente a mantenere il passo di Azcona. Terzo posto per Mat’o Homola, l’alfiere del team BRC ha preceduto il nuovo leader di campionato Mehdi Bennani.

Allo spegnimento dei semafori, Azcona ha mantenuto saldamente la prima posizione. Mentre nelle retrovie i piloti, complice la pista bagnata, hanno iniziato a passeggiare per le vie di fuga. Nel corso della prima tornata Jessica Bäckman ha perso il controllo della sua Hyundai centrando l’incolpevole Pepe Oriola. Entrambe le vetture sono rimaste impantanate nella ghiaia, la direzione gara non ha potuto far altro che mandare in pista la safety-car per spostarle.

La gara è ripresa solamente al settimo giro, con Azcona che ha immediatamente preso il largo. Il campione europeo 2018, ha iniziato a martellare subito, tanto che Clairet ha immediatamente perso il contatto. Mike Halder, nel corso del nono passaggio, alla staccata della prima curva ha fatto scomporre la sua Honda. L’ex leader di campionato è andato rovinosamente a sbattere contro Franco Girolami, il quale stava già impostando la curva. Secondo ingresso della vettura di sicurezza e gara neutralizzata.

Al restart, Azcona ha ripreso a macinare giri veloci. Il pilota del Volcano Motorsport, ha tagliato per primo il traguardo con un vantaggio di oltre sei secondi su Clairet. Positivo il terzo posto di Mat’o Homola, ma ancora più importante il quarto ottenuto da Bennani. Il marocchino, complice il ritiro di Halder, balza al comando della classifica generale. A seguire Julien Briché e Andreas Bäckman. Settimo posto per Daniel Nagy, autore di un sorpasso nelle ultime fasi ai danni di Nicolas Baert. Nono posto per Dan Lloyd che esce di scena per la lotta al titolo. Chiude la Top-10 Sami Taoufik, il marocchino ha avuto la meglio nelle ultime curve su John Filippi.

Sabato 7 novembre 2020, gara 1

1 - Mikel Azcona (Cupra Leon TCR) - Volcano - 17 giri
2 - Teddy Clairet (Peugeot 308 TCR) - Clairet - 6"618
3 - Mat’o Homola (Hyundai i30 N TCR) - BRC - 8"009
4 - Mehdi Bennani (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 9"671
5 - Julien Briché (Peugeot 308 TCR) - JSB - 11"066
6 - Andreas Bäckman (Hyundai i30 N TCR) - Target - 14"281
7 - Dániel Nagy (Hyundai i30 N TCR) - BRC - 15"436
8 - Nicolas Baert (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 15"776
9 - Daniel Lloyd (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish - 16"408
10 - Sami Taoufik (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 17"119
11 - John Filippi (Hyundai i30 N TCR) - Target - 17"599
12 - Jimmy Clairet (Peugeot 308 TCR) - Clairet - 18"271
13 - Enrique Hernando (Peugeot 308 TCR) - SMC Junior - 23"874
14 - Tom Coronel (Honda Civic TypeR TCR) - Boutsen Ginion - 24"008
15 - José Manuel Sapag (Hyundai i30 N TCR) - Target - 24"601
16 - Fernando Navarrete (Peugeot 308 TCR) - SMC Junior - 25"374
17 - Evgenyi Leonov (Cupra Leon TCR) - Volcano - 25"699
18 - Viktor Davidovski (Honda Civic TypeR TCR) - PSS - 27"002
19 - Michelle Halder (Honda Civic TypeR TCR) - Profi Car - 29"316

Giro più veloce: Mikel Azcona 1'39"010

Ritirati
Franco Girolami (Honda Civic TypeR TCR) - PSS
Mike Halder (Honda Civic TypeR TCR) - Profi Car
Pepe Oriola (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish
Jessica Bäckman (Hyundai i30 N TCR) - Target
Martin Ryba (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish

Il campionato
1.Bennani 250 punti; 2.Mk.Halder 242; 3.Baert 220; 4.Filippi 217; 5.Lloyd 207; 6.Nagy 202; 7.Homola 195; 8.A.Bäckman 188; 9.T.Clairet 185; 10.Taoufik 157.

6 Nov [16:24]

Jarama, qualifica
Nel segno di Azcona

Michele Montesano

Cambiano i circuiti ma Mikel Azcona rimane l’uomo da battere nella TCR Europe. Dopo una doppietta a Spa-Francorchamps, il campione 2018 ha continuato la sua striscia positiva a Jarama. Lo spagnolo, conquistando la pole position, partirà sul tracciato di casa dalla prima posizione in gara 1. Subito dietro le due Peugeot 308 TCR del Team Clairet, rispettivamente con i fratelli Teddy e Jimmy. Decimo crono per Daniel Nagy che, per via dell’inversione della griglia, scatterà dalla prima piazzola nella seconda manche.

Azcona, nonostante la “vecchia” Cupra Leon TCR, è riuscito a mettere in riga tutti gli altri piloti in entrambe le frazioni di qualifica. Lo spagnolo, complice la conoscenza del circuito di Jarama, ha staccato la diretta concorrenza di quasi sette decimi. Solamente le due Peugeot 308 dei fratelli Clairet e la Hyundai di Mat’o Homola sono riusciti a scendere sotto il muro del 1’38”. Mehdi Bennani, con il suo quinto crono, è stato il primo classificato fra i pretendenti al titolo.

Sesto posto per Julien Briché e la sua Peugeot, seguito di un nulla da Andreas Bäckman al volante della Hyundai del Target Competition. Ottavo tempo per Nicolas Baert che, dato il quarto posto in classifica generale, può ancora sperare di laurearsi campione europeo. Nona Jessica Bäckman che ha preceduto Nagy, il pilota Hyundai BRC partirà dal palo nell’ultima gara della TCR Europe targata 2020.

Male gli altri due pretendenti al titolo. Il leader del campionato Mike Halder non è riuscito a fare meglio del quindicesimo tempo. Il tedesco dovrà affrontare due gare tutte all’attacco, sperando in qualche ritiro dei diretti avversari. Ancora più disastrosa la qualifica di Dan Lloyd che partirà nelle due manche dalla ventiduesima piazzola. Per l’inglese del team Brutal Fisch si preannuncia un fine settimana tutto in salita.

Venerdì 6 novembre 2020, qualifica

1 - Mikel Azcona (Cupra Leon TCR) - Volcano - 1'37"210 (Q2)
2 - Teddy Clairet (Peugeot 308 TCR) - Clairet - 1'37"895 (Q2)
3 - Jimmy Clairet (Peugeot 308 TCR) - Clairet - 1'37"918 (Q2)
4 - Mat’o Homola (Hyundai i30 N TCR) - BRC - 1'37"986 (Q2)
5 - Mehdi Bennani (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 1'38"016 (Q2)
6 - Julien Briché (Peugeot 308 TCR) - JSB - 1'38"053 (Q2)
7 - Andreas Bäckman (Hyundai i30 N TCR) - Target - 1'38"077 (Q2)
8 - Nicolas Baert (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 1'38"181 (Q2)
9 - Jessica Bäckman (Hyundai i30 N TCR) - Target - 1'38"371 (Q2)
10 - Dániel Nagy (Hyundai i30 N TCR) - BRC - 1'38"384 (Q2)
11 - John Filippi (Hyundai i30 N TCR) - Target - 1'38"420 (Q2)
12 - Sami Taoufik (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 1'38"466 (Q2)
13 - Franco Girolami (Honda Civic TypeR TCR) - PSS - 1'38"699 (Q1)
14 - Pepe Oriola (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish - 1'38"743 (Q1)
15 - Mike Halder (Honda Civic TypeR TCR) - Profi Car - 1'38"775 (Q1)
16 - José Manuel Sapag (Hyundai i30 N TCR) - Target - 1'39"052 (Q1)
17 - Tom Coronel (Honda Civic TypeR TCR) - Boutsen Ginion - 1'39"054 (Q1)
18 - Evgenyi Leonov (Cupra Leon TCR) - Volcano - 1'39"124 (Q1)
19 - Viktor Davidovski (Honda Civic TypeR TCR) - PSS - 1'39"156 (Q1)
20 - Michelle Halder (Honda Civic TypeR TCR) - Profi Car - 1'39"166 (Q1)
21 - Fernando Navarrete (Peugeot 308 TCR) - SMC Junior - 1'39"173 (Q1)
22 - Daniel Lloyd (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish - 1'39"328 (Q1)
23 - Martin Ryba (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish - 1'39"900 (Q1)
24 - Enrique Hernando (Peugeot 308 TCR) - SMC Junior - 1'39"982 (Q1)

4 Nov [16:07]

TCR Europe, svelato il calendario 2021
Sette eventi, si parte da Monza

Michele Montesano

Gli organizzatori della TCR Europe hanno svelato il calendario della prossima stagione. Saranno sette gli eventi del campionato targato 2021. La serie europea riservata alle vetture Turismo prenderà il via dall’Autodromo di Monza ad aprile, per poi concludersi a metà ottobre a Montmelò.

In occasione dell’ultimo weekend stagionale della TCR Europe, in scena a Jarama, i vertici del campionato europeo hanno presentato ufficialmente il calendario del prossimo campionato. Sui sette eventi previsti due devono essere ancora approvati, in base agli accordi con i rispettivi circuiti. Per ora è certo che si partirà da Monza, il fine settimana del 18 aprile. A fine maggio si farà tappa in Francia sul circuito del Paul Ricard. Il 20 giugno toccherà a Zandvoort ospitare la TCR Europe. Ancora da confermare la data di Spa-Francorchamps, fra i weekend del 25 o 31 luglio, che sarà abbinata all’omonima 24 Ore. Bocche cucite sulla tappa di settembre, mentre a chiudere il campionato toccherà al circuito del Montmelò il 10 ottobre.

Paulo Ferreira, promoter della TCR Europe, ha così spiegato: “Il 2020 sarà ricordato come la stagione più difficile per l’intero Motorsport, con tutti i cambiamenti di programmi dovuti alla pandemia del Covid-19. Grazie all’aiuto dei vari circuiti, siamo stati in grado di mettere insieme un discreto numero di eventi per organizzare un campionato di alto livello. Proprio per questo abbiamo lavorato duramente per fissare con largo anticipo le date della prossima stagione. Il campionato della TCR Europe del 2021 tornerà ai classici sette eventi in alcuni dei circuiti più iconici d’Europa. Posso confermare inoltre che i relativi costi non aumenteranno.”

Per ora, nella prima stesura del calendario, non sono state confermate le tappe di Zolder e Jarama. I vertici hanno aggiunto che ulteriori notizie verranno comunicate a tempo debito.

Il calendario TCR Europe 2021 provvisiorio

18 aprile - Monza (Italia)
09 maggio - TBA
30 maggio - Le Castellet (Francia)
20 giugno - Zandvoort (Olanda)
25 luglio o 31 luglio - Spa-Francorchamps (Belgio)
19 settembre - TBA
10 ottobre - Montmelò (Spagna)

3 Nov [17:09]

Test ufficiali per il Pure ETCR
Hyundai affina le armi a Vallelunga

Michele Montesano

Vallelunga ha avuto un assaggio di futuro, è stato il tracciato capitolino ad ospitare una due giorni di test organizzati per il Pure ETCR. La categoria riservata alle vetture Turismo elettriche, dopo la presentazione statica di Copenaghen, scenderà finalmente in pista. Sarà il tracciato di Alcaniz, in concomitanza con l’ultima gara del WTCR, a fare da palcoscenico all’evento dimostrativo. A Vallelunga è toccato al pilota ufficiale Hyundai Augusto Farfus mettere alla frusta la nuova Veloster N ETCR.

L’obiettivo del test è stato di validare tutte le soluzioni che equipaggeranno le vetture elettriche della categoria. Vale a dire il pacchetto progettato dalla Williams Advanced Engineering riguardante la batteria, la gestione dell’alimentazione e il controllo della trazione. Inoltre è stato provato il sistema di ricarica sviluppato appositamente da Enel X.

Il pilota incaricato dello sviluppo Farfus si è detto subito soddisfatto di questa due giorni: “Ogni volta che scendiamo in pista è fondamentale per conoscere la Veloster N ETCR. Inoltre è stata la prima occasione per provarla con le batterie prodotte dalla WAE oltre al relativo e-kit. C’è ancora tanto lavoro da fare, ma le giornate di Vallelunga sono state sicuramente positive. È stato di fondamentale importanza per noi di Hyundai Motorpsort, e per tutti i partner e fornitori, vedere che tutto ha funzionato alla perfezione.”

Il brasiliano ha poi raccontato le impressioni di guida con una vettura a trazione elettrica: “La Veloster N è completamente diversa rispetto ad una TCR a motore endotermico. Innanzitutto è a trazione posteriore, poi i motori sono spostati sul retrotreno cambiando totalmente la distribuzione dei pesi. L’accelerazione è fulminea, l’ho potuto constatare in alcune curve di Vallelunga. L’approccio e lo stile di guida da adottare per una ETCR sarà sicuramente diverso rispetto alle Turismo tradizionali.”

Soddisfatto anche Marcello Lotti, presidente di WSC Group: “Siamo orgogliosi di essere finalmente riusciti a svolgere i primi due giorni di test ufficiali. Finora non abbiamo riscontrare grossi problemi tecnici e l’ottimizzazione del software di controllo sta procedendo nel verso giusto. Attualmente stiamo verificando se sia possibile organizzare altri test a dicembre. L’obiettivo è di riuscire a far scendere in pista la nuova Cupra eRacer e l’Alfa Romeo Giulia By Romeo Ferraris, visto che entrambe le vetture sono in fase di ultimazione”.

24 Ott [12:41]

Spa, gara 2
Azcona cala il bis

Michele Montesano

Ci ha preso gusto Mikel Azcona che, in quel di Spa-Francorchamps, ha conquistato la sua seconda vittoria del fine settimana. Lo spagnolo ha letteralmente monopolizzato il primo gradino del podio della TCR Europe. Ancora una volta il pilota Cupra è stato protagonista di una gara tutta in rimonta. Bis anche per Tom Coronel, l’esperto olandese ha conquistato il secondo posto in extremis superando John Filippi.

Al pronti via Mat’o Homola si è fatto trovare impreparato e, nella staccata di La Source, è scivolato in terza posizione. A prendere il comando della gara è stato così Pepe Oriola seguito da Mike Halder. Nelle retrovie le prime fasi concitate hanno creato non pochi problemi ai piloti, costretti a prestare attenzione anche al circuito viscido per la pioggia. Azcona ha immediatamente cercato di recuperare posizioni, mettendo in mostra tutta la sua esperienza. Lo spagnolo, partito in tredicesima posizione, è risalito in Top-5 complice anche una scelta azzeccata di pneumatici: da asciutto sull’asse anteriore e rain al posteriore.

Oriola ha cercato di dettare l’andatura prendendo il largo nei confronti di Halder. Così a dare spettacolo ci hanno pensato Josè Manuel Sapag e Dan Lloyd. La lotta per il terzo posto è stata senza esclusione di colpi, i due hanno lottato a suon di sportellate scambiandosi diverse volte le posizioni. Fin quando Lloyd ha perso la linea andando a urtare la Hyundai di Sapag, entrambi sono finiti nelle barriere di protezione di Stavelot. Obbligatorio l’ingresso della safety car per spostare le due vetture.

Al restart Azcona, ereditata la terza posizione, è partito subito con il coltello fra i denti. Superando prima Halder a La Source, per poi infilare Oriola a Malmedy. Il campione TCR Europe 2018 ha poi preso il largo, involandosi verso la vittoria. Anche Filippi e Coronel in tandem hanno dapprima superato Halder e poi Oriola, con quest’ultimo in netta difficoltà. Filippi ha cercato in tutti i modi di tenere a bada Coronel, ma l’olandese ha portato l’attacco al francese a due giri dal termine. Di un’altra categoria Azcona che ha trionfato con un vantaggio di oltre quattro secondi su Coronel e Filippi.

Quarto Teddy Clairet, partito diciottesimo il francese ha avuto un’ottima visione di gara approfittando dei numerosi ritiri davanti alla sua Peugeot. Quinto posto per l’Audi di Nicolas Baert seguito da Daniel Nagy. Settimo Andreas Bäckman autore di un testacoda nelle prime fasi di gara, lo svedese è poi riuscito a limitare i danni con una bella progressione. Da incorniciare il fine settimana del nostro Nicola Baldan che, con la nuova Cupra Leon Competition, ha conquistato l’ottavo posto entrando nuovamente in zona punti. A chiudere la Top-10 Evgenii Leonov e Halder.

Sabato 24 ottobre 2020, gara 2

1 - Mikel Azcona (Cupra Leon TCR) - Volcano - 10 giri
2 - Tom Coronel (Honda Civic TypeR TCR) - Boutsen Ginion - 4"293
3 - John Filippi (Hyundai i30 N TCR) - Target - 5"034
4 - Teddy Clairet (Peugeot 308 TCR) - Clairet - 6"276
5 - Nicolas Baert (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 14"203
6 - Dániel Nagy (Hyundai i30 N TCR) - BRC - 18"157
7 - Andreas Bäckman (Hyundai i30 N TCR) - Target - 22"274
8 - Nicola Baldan (Cupra Leon Competición) - Élite - 22"940
9 - Evgenyi Leonov (Cupra Leon TCR) - Volcano - 25"263
10 - Mike Halder (Honda Civic TypeR TCR) - Profi Car - 27"526
11 - Mehdi Bennani (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 27"982
12 - Pepe Oriola (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish - 33"391
13 - Mat’o Homola (Hyundai i30 N TCR) - BRC - 33"539
14 - Sami Taoufik (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 41"180
15 - Jessica Bäckman (Hyundai i30 N TCR) - Target - 43"530
16 - Stéphane Ventaja (Peugeot 308 TCR) - Clairet - 53"174

Giro più veloce: Mikel Azcona 2'38"142

Ritirati
Julien Briché (Peugeot 308 TCR) - JSB
Jimmy Clairet (Peugeot 308 TCR) - Clairet
José Manuel Sapag (Hyundai i30 N TCR) - Target
Daniel Lloyd (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish
Michelle Halder (Honda Civic TypeR TCR) - Profi Car
Martin Ryba (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish 

Il campionato
1.Mk.Halder 242 punti; 2.Bennani 225; 3.Filippi 207; 4.Baert 201; 5.Lloyd 194; 6.Nagy 182; 7.A.Bäckman 162; 8.Homola 155; 9.Oriola 151; 10.Taoufik 144.

23 Ott [17:45]

Spa, gara 1
Azcona veni vidi vici

Michele Montesano

Trionfo per Mikel Azcona nella prima manche belga della TCR Europe. Il campione 2018, tornato come wild card a Spa-Francorchamps, ha messo in riga tutti i suoi avversari. Una gara 1 dal sapore mondiale, visto che al secondo posto si è classificato Tom Coronel. I due nelle ultime fasi hanno ingaggiato un duello di caratura degna del WTCR. Gradino più basso del podio per Mike Halder che consolida la leadership di campionato.

Allo spegnimento dei semafori l’avvio di Bennani è stato buono, il marocchino è uscito indenne dalle prime curve transitando al comando sul rettilineo del Kemmel. Coronel ha dovuto dapprima difendersi da John Filippi poi, ripreso il ritmo, ha sferrato l’attacco decisivo a Bennani. L’olandese ha avuto la meglio sul leader in uscita dal Pouhon, appena prima che la direzione gara esponesse il cartello della safety car per permettere di recuperare le vetture di Jessica Bäckman e Nicolas Baert. Quest’ultimo infatti è arrivato al contatto con la pilota della Hyundai in uscita da Les Combes, risultato gara terminata per entrambi.

Al restart Coronel ha approfittato dei problemi di Bennani per prendere il largo. Il marocchino in difficoltà con la sua Audi, molto probabilmente con le gomme non in temperatura, si è fatto sfilare in sequenza da Filippi, Halder e Andreas Bäckman. Ottimo l’avvio di gara di Azcona, partito tredicesimo, lo spagnolo ha approfittato delle prime fasi di gara caotiche per risalire e mettersi a ridosso di Bennani prima di sorpassarlo. Il pilota ufficiale Cupra nel WTCR ha poi messo nel mirino Bäckman e Halder, riuscendo a superarli con estrema facilità. Al sesto passaggio Azcona ha liquidato anche la pratica Filippi, conquistando il secondo posto.

Halder è entrato in bagarre con Filippi per la lotta del terzo posto. Dopo quasi un giro in cui si sono scambiati diverse volte le posizioni, e altrettante sportellate, Halder ha avuto la meglio sul francese all’uscita di Stavelot. Azcona, dopo aver ricucito il divario da Coronel, ha attaccato l’olandese al penultimo giro all’esterno di Blanchimont conquistando la leadership e il successo.

Quarto posto per Bäckman che ha superato nelle ultime fasi Filippi, sesto Bennani. Settimo Sami Taoufik, partito ventunesimo per la sostituzione del motore, e autore di una gara tutta in rimonta. Ottavo Dan Lloyd che ha preceduto Nicola Baldan, il quale ha regalato i primi punti nella TCR Europe alla nuova Cupra Leon Competition. A completare la Top-10 la Honda Civic Type R di Pepe Oriola.

Venerdì 23 ottobre 2020, gara 1

1 - Mikel Azcona (Cupra Leon TCR) - Volcano - 9 giri
2 - Tom Coronel (Honda Civic TypeR TCR) - Boutsen Ginion - 2"037
3 - Mike Halder (Honda Civic TypeR TCR) - Profi Car - 8"109
4 - Andreas Bäckman (Hyundai i30 N TCR) - Target - 11"339
5 - John Filippi (Hyundai i30 N TCR) - Target - 12"443
6 - Mehdi Bennani (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 19"732
7 - Sami Taoufik (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 25"289
8 - Daniel Lloyd (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish - 28"695
9 - Nicola Baldan (Cupra Leon Competición) - Élite - 28"866
10 - Pepe Oriola (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish - 29"697
11 - Julien Briché (Peugeot 308 TCR) - JSB - 30"826
12 - Jimmy Clairet (Peugeot 308 TCR) - Clairet - 34"193
13 - José Manuel Sapag (Hyundai i30 N TCR) - Target - 35"329
14 - Teddy Clairet (Peugeot 308 TCR) - Clairet - 35"425
15 - Mat’o Homola (Hyundai i30 N TCR) - BRC - 36"861
16 - Michelle Halder (Honda Civic TypeR TCR) - Profi Car - 38"385
17 - Dániel Nagy (Hyundai i30 N TCR) - BRC - 46"230
18 - Evgenyi Leonov (Cupra Leon TCR) - Volcano - 49"463
19 - Martin Ryba (Honda Civic TypeR TCR) - Brutal Fish - 49"998
20 - Stéphane Ventaja (Peugeot 308 TCR) - Clairet - 1'11"951

Giro più veloce: Mikel Azcona 2'53"586

Ritirati
Jessica Bäckman (Hyundai i30 N TCR) - Target
Nicolas Baert (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou

Il campionato
1.Mk.Halder 231 punti; 2.Bennani 216; 3.Lloyd 194; 4.Baert 177; 5.Filippi 177; 6.Nagy 161; 7.Homola 150; 8.A.Bäckman 144; 9.Oriola 144; 10.Taoufik 141.

PrecedentePagina 1 di 10Successiva

News

TCR Series
v

Nessuna Notizia trovata.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone