formula 1

Sochi - Libere 2
Bottas si conferma, McLaren cresce

Massimo Costa - XPB Images

E' sempre Mercedes a Sochi. Valtteri Bottas si è confermato in ...

Leggi »
Mondiale Rally

Evans rimane calmo
"Il mio approccio non cambia"

Mattia Tremolada

Nonostante sia tornato in testa al mondiale con soli due appuntamenti al termine della ...

Leggi »
PrecedentePagina 1 di 10Successiva
23 Set [22:01]

Mugello, 2° giorno
Ancora Prema al comando

Mattia Tremolada - Foto Contu

È ancora il team Prema a farla da padrone nella seconda giornata di test della Formula 4 Italia al Mugello. A svettare è stato Gabriel Bortoleto, che ha beffato Dino Beganovic e Gabriele Minì, già in prima e seconda posizione nella giornata di ieri. Quinto Sebastian Montoya, con la quarta monoposto della squadra di Grisignano. Solo Filip Ugran è riuscito a spezzare l'egemonia di Prema, dopo essere tornato al volante della propria vettura del team Jenzer. Il pilota rumeno aveva saltato l'appuntamento di Spielberg, bloccato in quarantena in Romania, mentre nella giornata di ieri ha preferito girare con una vecchia GP3 della squadra svizzera.

Sesta posizione per Andrea Rosso, terzo il primo giorno. L'alfiere di Cram Motorsport ha preceduto la coppia formata da Pietro Delli Guanti e Francesco Simonazzi, entrambi schierati dall'inedito connubio BVM Technorace. Assente Lorenzo Colombo, che ieri aveva girato con la monoposto di BhaiTech per aiutare i propri compagni di squadra di F4 a sviluppare un buon assetto per la pista toscana. Il migliore dei piloti del team veneto è stato Dexter Patterson, nono. Chiude la top-10 Leonardo Fornaroli di Iron Lynx, che ha mostrato un buono stato di forma al Mugello.

Mercoledì 23 settembre 2020, classifica di giornata

1 - Gabriel Bortoleto - Prema - 1'47"784 - 64 giri
2 - Dino Beganovic - Prema - 1'47"858 - 68 
3 - Gabriele Minì - Prema - 1'47"963 - 68
4 - Filip Ugran - Jenzer - 1'48"172 - 74
5 - Sebastian Montoya - Prema - 1'48"280 - 70
6 - Andrea Rosso - Cram - 1'48"416 - 79
7 - Pietro Delli Guanti - BVM Technorace - 1'48"586 - 68
8 - Francesco Simonazzi - BVM Technorace - 1'48"590 - 65
9 - Dexter Patterson - Bhaitech - 1'48"601 - 72
10 - Leonardo Fornaroli - Iron Lynx - 1'48"641 - 78
11 - Francesco Braschi - Jenzer - 1'48"753 - 71
12 - Kacper Sztuka - Iron Lynx - 1'48"866 - 79
13 - Lorenzo Fluxa - AKM - 1'48"964 - 81
14 - Axel Gnos - G4 Racing - 1'49"079 - 81
15 - Zdenek Chovanec - Bhaitech - 1'49"107 - 73
16 - Sebastian Ogaard - Bhaitech - 1'49"278 - 68
17 - Santiago Ramos - Jenzer - 1'49"417 - 71
18 - Mateusz Kaprzyk - Cram - 1'49"429 - 72
19 - Lorenzo Patrese - AKM - 1'49"886 - 57
20 - Nicolas Baptiste - Cram - 1'49"958 - 76
21 - Taylor Barnard - AKM - 1'49"965 - 75
22 - Samir Ben - Jenzer - 1'49"969 - 43
23 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 1'50"096 - 59
24 - Sebastian Freymuth - BVM Technorace - 1'50"281 - 67
25 - Vittorio Catino - Cram - 1'50"393 - 80
2‍6 - Alan Czyz - DR by RP - 1'50"539 - 82

22 Set [21:45]

Mugello, 1° giorno
Beganovic e Minì per Prema

Mattia Tremolada -  Foto Contu

Dino Beganovic e Gabriele Minì hanno conquistato il primo e secondo tempo di giornata per il team Prema al Mugello. Il pilota svedese ha fatto segnare il miglior riferimento nel secondo turno, rimanendo imbattuto anche nel pomeriggio. L'ultima sessione è stata bagnata dalla pioggia e ha visto Andrea Rosso issarsi al comando con ben sei decimi di vantaggio sul resto del gruppo. Il pilota italiano di Cram Motorsport ha chiuso terzo assoluto, precedendo Lorenzo Colombo, sceso in pista per aiutare i propri compagni di squadra in BhaiTech (Colombo difende i colori del team veneto nella Formula Renault Eurocup) ad affinare l'assetto della propria vettura in vista del fine settimana del 2-3-4 ottobre.

Buon quinto Gabriel Bortoleto, che ha battuto di pochi millesimi la quarta Prema di Sebastian Montoya. Settimo e ottavo Francesco Simonazzi e Pietro Delli Guanti, scesi in pista con i colori dell'inedito binomio composto da BVM e Technorace, che hanno schierato anche una terza vettura per Sebastian Freymuth. In top-10 Leonardo Fornaroli con il team Iron Lynx, reduce da un fine settimana complicato ad Hockenheim nell'ADAC F4.

Proprio a causa della corsa del Nurburgring della serie tedesca è stato assente il team Van Amersfoort con tutti i suoi piloti. Da segnalare la presenza di Lorenzo Fluxa, secondo nella F4 UAE e attualmente impegnato nella F4 spagnola, e Taylor Barnard, pupillo di Nico Rosberg in kart. I due hanno affiancato Lorenzo Patrese in AKM, in virtù della partnership tra la squadra di Marco Antonelli e la Kart Republic di Dino Chiesa. Con Cram hanno invece girato Vittorio Catino e Nicolas Baptiste, che al raggiungimento dei quindici anni dovrebbero fare il proprio debutto in campionato.

Martedì 22 settembre 2020, classifica di giornata

1 - Dino Beganovic - Prema - 1'48"154 - 68 giri
2 - Gabriele Minì - Prema - 1'48"226 - 61
3 - Andrea Rosso - Cram - 1'48"480 - 76
4 - Lorenzo Colombo - Bhaitech - 1'48"628 - 54
5 - Gabriel Bortoleto - Prema - 1'48"827 - 58
6 - Sebastian Montoya - Prema - 1'48"846 - 69
7 - Francesco Simonazzi - BVM Technorace - 1'49"107 - 64
8 - Pietro Delli Guanti - BVM Technorace - 1'49"226 - 70
9 - Leonardo Fornaroli - Iron Lynx - 1'49"502 - 56
10 - Dexter Patterson - Bhaitech - 1'49"514 - 65
11 - Francesco Braschi - Jenzer - 1'49"580 - 66
12 - Sebastian Ogaard - Bhaitech - 1'49"642 - 65
13 - Kacper Sztuka - Iron Lynx - 1'49"823 - 72
14 - Zdenek Chovanec - Bhaitech - 1'49"879 - 57
15 - Axel Gnos - G4 Racing - 1'49"960 - 66
16 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 1'50"093 - 65
17 - Mateusz Kaprzyk - Cram - 1'50"108 - 70
18 - Lorenzo Fluxa - AKM - 1'50"167 - 32
19 - Taylor Barnard - AKM - 1'50"294 - 71
20 - Santiago Ramos - Jenzer - 1'50"351 - 66
21 - Samir Ben - Jenzer - 1'50"668 - 58
22 - Lorenzo Patrese - AKM - 1'50"764 - 59
23 - Nicolas Baptiste - Cram - 1'50"774 - 74
24 - Sebastian Freymuth - BVM Technorace - 1'50"833 - 61
25 - Vittorio Catino - Cram - 1'51"289 - 71
2‍6 - Alan Czyz - DR by RP - 1'52"392

13 Set [15:57]

Spielberg - Gara 3
Minì vince e allunga

Da Spielberg - Mattia Tremolada

Gabriele Minì ha resistito a Joshua Durksen per prendersi la vittoria in gara 3 a Spielberg. Scattato dalla pole, il pilota siciliano ha prima dovuto contenere agli attacchi di Jak Crawford e Jonny Edgar, poi alla bella rimonta di Durksen, che dalla sesta casella al via si è fatto largo nel gruppo, raggiungendo il leader della corsa. L'alfiere di Mucke non è però riuscito a sferrare l'attacco, accontentandosi del secondo posto. Un successo importantissimo per Minì, che approfitta del fine settimana complicato di Francesco Pizzi per allungare in campionato, portandosi a 36 punti di vantaggio sul pilota di Frascati.

L'alfiere di VAR aveva preso la quinta posizione, gestendo bene le prime fasi di gara, ma è stato poi costretto a cedere il passo a Oliver Bearman, grande protagonista all'esordio nel campionato italiano. Pizzi vede ora anche Edgar alle proprie spalle, con il pilota inglese che ha però chiuso nuovamente alle spalle di Crawford. Sebastian Montoya ha recuperato la settima piazza dopo aver colpito Gabriel Bortoleto alla prima curva, spedendolo in testacoda. Corsa difficile per Dino Beganovic, che ha perso numerose posizioni durante della gara.

Chiudono la top-10 due piloti italiani, Francesco Simonazzi e Leonardo Fornaroli. Il pilota di Reggio Emilia si è difeso bene, conquistando i primi punti della stagione, mentre l'alfiere di Iron Lynx ha rimediato ad un fine settimana sfortunato. Assente la sua compagna di squadra Hamda Al Qubaisi, fermata da un dolore alla mano dopo un incidente in gara 2. Fine settimana da dimenticare anche per Andrea Rosso, che ha agguantato la zona punti solo nella seconda corsa. Nell'ultima frazione, infatti, il pilota piemontese ha stallato al via, scivolando oltre la ventesima piazza. Errore di Jesse Salmenautio, che ha tamponato un sempre brillante Pietro Delli Guanti, che navigava nuovamente in zona punti con la vettura di BVM. Nel finale Zdenek Chovanec ha invece colpito Piotr Wisnicki.

Domenica 13 settembre 2020, gara 3

1 - Gabriele Minì - Prema - 32'21"734
2 - Joshua Durksen - Mucke - 0"323
3 - Jak Crawford - VAR - 0"980
4 - Jonny Edgar - VAR - 3"729
5 - Oliver Bearman - US Racing - 9"949
6 - Francesco Pizzi - VAR - 10"679
7 - Sebastian Montoya - Prema - 14"456
8 - Dino Beganovic - Prema - 15"448
9 - Francesco Simonazzi - Jenzer - 21"721
10 - Leonardo Fornaroli - Iron Lynx - 22"163
11 - Axel Gnos - G4 Racing - 22"533
12 - Josef Knopp - Mucke - 22"860
13 - Gabriel Bortoleto - Prema - 24"611
14 - Sebastian Ogaard - Bhaitech - 25"303
15 - Jasin Ferati - Jenzer - 32"789
16 - Dexter Patterson - Bhaitech - 33"154
17 - Han Cenyu - VAR - 33"565
18 - Andrea Rosso - Cram - 34"243
19 - Georgios Markogiannis - Cram - 37"266
20 - Mateusz Kapzryck - Cram - 40"248
21 - Victor Bernier - R-Ace - 41"636
22 - Bence Valint - VAR - 44"131

Ritirati
Piotr Wisnicki
Zdenek Chovanec
Pietro Delli Guanti
Jesse Salmenautio
Sebastian Freymuth
Kyrill Smal

Non partito
Hamda Al Qubaisi
Vlad Lomko

Il campionato
1.Minì 141; 2.Pizzi 105; 3.Edgar 97; 4.Crawford 85; 5.Ugran 78; 6.Rosso 72; 7.Beganovic 63; 8.Durksen 43; 9.Delli Guanti, Bearman 38; 11.Montoya 37; 12.Bortoleto 34; 13.Salmenautio 28; 14.Fornaroli 25; 15.Chovanec 10; 16.Patterson 8; 17.Gnos, Simonazzi 2; 19.Kaprzyk, Ogaard, Bernier 1.‍

13 Set [11:52]

Spielberg - Gara 2
Primo successo per Crawford

Da Spielberg - Massimo Costa

Prima vittoria stagionale per Jak Crawford, il 15enne americano di Charlotte che è Junior Red Bull ed è schierato dal team Van Amersfoort. Pilota aggressivo, che non manca mai di offrire spettacolo, Crawford ha guadagnato la prima posizione nel corso del primo giro della gara 2 superando il poleman Gabriele Minì, scivolato subito quarto in quanto scavalcato in quell'azione anche da Jonny Edgar ed Oliver Bearman. Raggiunta la prima posizione, Crawford ha guidato pulito e in tranquillità, con Bearman che non è mai riuscito ad avvicinarlo per tentare un attacco. Il campionato di riferimento di Crawford è la F4 tedesca, che l'ha portato a saltare il primo appuntamento della serie tricolore a Misano, come il suo compagno nel team VAR, e anch'egli pilota Junior Red Bull, Jonny Edgar. Ma chissà che visti i risultati che entrambi stanno conseguendo nell'italiano, non cambino i programmi stagionali.

Bearman, inglese schierato da US Racing, alla prima apparizione nella F4 Italia in quanto corre nella serie tedesca, ha colto un eccellente secondo posto dopo il quinto di gara 1. Bravo Minì del team Prema che ha vinto il duello con Edgar prendendosi il terzo posto e 15 punti pesanti per la classifica di campionato che lo vede saldamente leader. Francesco Pizzi, che era arrivato in Austria in testa alla graduatoria generale, sta vivendo un fine settimana piuttosto complicato. Se in gara 1 ha corso con la difficoltà di avere perso i freni, problema che si era evidenziato anche in qualifica 2, nella seconda corsa, partito sesto è stato passato da Joshua Durksen al via e anche da Sebastian Montoya. Il 15enne del team VAR ha però rapidamente risposto al colombiano figlio d'arte mettendosi all'inseguimento di Dino Beganovic. Largo all'ultima curva al giro 13, ha perso il settimo posto a vantaggio di Pietro Delli Guanti ed ora vede il divario da Minì ingigantirsi.

Positivo quinto posto per Beganovic (Prema) che riscatta la prima gara mentre sesto ha tagliato il traguardo Delli Guanti della BVM. Qui va aperta una piccola parentesi. Il 16enne foggiano, dopo aver svolto i test con Technorace, si è accordato all'ultimo minuto con il team BVM, che rischiava di non partecipare al campionato. In fretta e furia è stata organizzata la prima trasferta a Misano e subito sono arrivati tre piazzamenti in Top 10. Come a Imola in due corse e nella prima gara di Spielberg di sabato, ma una penalità lo ha fatto retrocedere dodicesimo da nono. In gara 2, il piccolo capolavoro, da undicesimo in partenza a sesto confrontandosi ad armi pari con i colossi del campionato, che tra l'altro sul tracciato austriaco avevano svolto test e disputato la prova della F4 tedesca. Una bella storia e il segnale importante che nella super competitiva F4 Italia, ci si può mettere in luce anche con pochi mezzi a disposizione, traendo il massimo  dall'esperienza decennale della BVM.

Delli Guanti si è messo alle spalle Gabriel Bortoleto (Prema) e Pizzi (VAR), poi Andrea Rosso, nono al termine di una prova in cui ha combattuto e sorpassato. Ma questo weekend non è riuscito a ripetere le belle prestazioni di Imola. Joshua Durksen (Mucke), vincitore di gara 1, era quinto quando si è girato tutto solo. Decisamente combattivo Montoya, il quale in un infinito duello durissimo con Jesse Salmenautio ha finito per perdere l'ala posteriore. Peccato per Leonardo Fornaroli, ai box al 1° giro come Jasin Ferati a seguito di contatti del primo giro. Hamda Al Qubaisi ha urtato Francesco Simonazzi e poco dopo anche Zdenek Chovanek mentre Markogiannis Georgis, il greco di Cram al debutto, ha subìto un incidente nei primi giri.

Nella foto, Crawford (52) in lotta con Edgar

Domenica 13 settembre 2020, gara 2

1 - Jak Crawford - VAR - 20 giri 31'48"694
2 - Oliver Bearman - US Racing - 1"581
3 - Gabriele Minì - Prema - 4"255
4 - Jonny Edgar - VAR - 8"941
5 - Dino Beganovic - Prema - 8"786
6 - Pietro Delli Guanti - BVM - 17"816
7 - Gabriel Bortoleto - Prema - 19"058
8 - Francesco Pizzi - VAR - 23"512
9 - Andrea Rosso - Cram - 28"746
10 - Victor Bernier - R-Ace - 29"149
11 - Jesse Salmenautio - Bhaitech - 29"251
12 - Piotr Wisnicki - Jenzer - 30"132
13 - Sebastian Ogaard - Bhaitech - 30"905
14 - Josef Knopp - Mucke - 33"623
15 - Joshua Durksen - Mucke - 34"050
16 - Dexter Patterson - Bhaitech - 36"264
17 - Axel Gnos - G4 Racing - 37"126
18 - Sebastian Freymuth - AS Motorsport - 39"584
19 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 40"023
20 - Mateusz Kapzryck - Cram - 41"991
21 - Francesco Simonazzi - Jenzer - 50"244
22 - Jasin Ferati - Jenzer - 1'25"849
23 - Han Cenyu - VAR - 1'28"318
24 - Kyrill Smal - R-Ace - 1 giro
25 - Bence Valint - VAR - 1 giro
26 - Leonardo Fornaroli - Iron Lynx - 1 giro
27 - Zdenek Chovanec - Bhaitech - 2 giri
28 - Sebastian Montoya - Prema - 2 giri

Ritirato
Markogiannis Georgios

Non partito
Vlad Lomko

Il campionato
1.Minì 116; 2.Pizzi 97; 3.Edgar 85; 4.Ugran 78; 5.Rosso 72; 6.Crawford 70; 7.Beganovic 59; 8.Delli Guanti 38; 9.Bortoleto 34; 10.Montoya 31; 11.Salmenautio, Bearman 28; 13.Durksen 25; 14.Fornaroli 24; 15.Chovanec 10; 16.Patterson 8; 17.Gnos 2; 18.Kaprzyk, Ogaard, Bernier 1.


12 Set [18:12]

Delli Guanti penalizzato
Hamda Al Qubaisi a punti

Da Spielberg - Mattia Tremolada

Pietro Delli Guanti è stato penalizzato di 5" al termine di gara 1 della Formula 4 Italia per il contatto che ha messo fuori gioco Victor Bernier. Il francese di R-Ace, al debutto nella serie tricolore, si era portato in top-10 nelle prime fasi, ma dopo la ripartenza dalla prima safety car è stato colpito da Delli Guanti, spegnendo il motore e ritirandosi. L'alfiere di BVM ha poi proseguito, chiudendo un'altra corsa convincente in zona punti, ma la penalità ricevuto lo fa scivolare in dodicesima piazza. Guadagna un punto Sebastian Montoya, promosso da decimo a nono, mentre Hamda Al Qubaisi conquista il primo punto stagionale, impresa che non era mai riuscita alla sorella maggiore Amna.

Sabato 12 settembre 2020, gara 1

1 - Joshua Durksen - Mucke - 18 giri - 32'31"445
2 - Gabriele Minì - Prema - 2"224
3 - Jonny Edgar - VAR - 2"731
4 - Jak Crawford - VAR - 3"288
5 - Oliver Bearman - US Racing - 5"771
6 - Francesco Pizzi - VAR - 12"709
7 - Gabriel Bortoleto - Prema - 13"634
8 - Jesse Salmenautio - Bhaitech - 14"578
9 - Sebastian Montoya - Prema - 15"162
10 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 18"755
11 - Dino Beganovic - Prema - 19"147
12 - Pietro Delli Guanti - BVM - 20"035*
13 - Leonardo Fornaroli - Iron Lynx - 20"214
14 - Sebastian Ogaard - Bhaitech - 24"246
15 - Josef Knopp - Mucke - 24"632
16 - Jasin Ferati - Jenzer - 25"490
17 - Francesco Simonazzi - Jenzer - 25"910
18 - Kyrill Smal - R-Ace - 27"168
19 - Markogiannis Georgios - Cram - 29"333
20 - Bence Valint - VAR - 30"282
21 - Han Cenyu - VAR - 35"613

*5" di penalità 

Ritirati
Axel Gnos
Victor Bernier
Andrea Rosso
Piotr Wisnicki
Vlad Lomko
Dexter Patterson
Mateusz Kaprzyck
Zdenek Chovanec
Sebastian Freymuth

Giro più veloce: Joshua Durksen 1'30"953

Il campionato
1.Minì 101; 2.Pizzi 93; 3.Ugran 78; 4.Edgar 73; 5.Rosso 70; 6.Beganovic 49; 7.Crawford 45; 8.Montoya 32; 9.Delli Guanti, Salmenautio, Bortoleto 28; 12.Durksen 25; 13.Fornaroli 24; 14.Chovanec, Bearman 10; 16.Patterson 8; 17.Gnos 2; 18.Kaprzyk, Ogaard, Al Qubaisi 1.‍

12 Set [14:00]

Anteprima
Due gare F4 extra a Imola con la F1,
Aci Sport e WSK ci stanno lavorando

Da Spielberg - Massimo Costa

C'è una bella novità per la F4 Italia: in occasione del Gran Premio F1 di Imola, la serie cadetta tricolore potrebbe divenire la categoria di contorno al weekend Mondiale dell'1 novembre. La notizia si è sparsa a macchia d'olio nel paddock di Spielberg, dove la F4 sta svolgendo il terzo appuntamento stagionale, ed Italiaracing ha trovato conferma di tale notizia presso le varie squadre.

Ci sarebbe anche il programma: una sessione di prove libere, una doppia qualifica sullo stile attuale (15 minuti la Q1, 15 minuti la Q2) e due gare che non saranno valevoli per il campionato italiano. Un appuntamento extra che è anche una buona opportunità per i piloti delle altre serie, come quella spagnola, francese o inglese, i quali potrebbero accordarsi con le attuali squadre impegnate nel tricolore. Lo stesso weekend ci sarà la concomitanza con la F4 tedesca, in scena a Zandvoort e dunque per chi partecipa a tale campionato sarà più complicato liberarsi, soprattutto per chi è in lizza per il titolo.

A Imola, la F1 vivrà un fine settimana condensato su due giorni, sabato e domenica, in quanto i mezzi di trasporto arriveranno direttamente dalla lontana Portimao, in Portogallo, dove si correrà la settimana precedente. Senza F2 e F3, ecco che è nata l'idea di riempire le due giornate con la F4 e anche con la Renault Eurocup, come anticipato da Italiaracing lo scorso martedì.

La F4 Italia tornerà poi  a Imola il fine settimana del 22 novembre per la penultima prova stagionale a cui seguirà il gran finale a Vallelunga il 6 dicembre.
 

12 Set [13:08]

Spielberg - Gara 1
Durksen in solitaria, Minì leader

Da Spielberg - Mattia Tremolada

Al rientro nella Formula 4 Italia Joshua Durksen ha conquistato una bella vittoria, viaggiando incontrastato dal via alla bandiera scacchi. L'alfiere del team Mucke ha anche fatto segnare il giro più veloce della corsa nel finale, dando il colpo decisivo a Gabriele Minì, che non è mai apparso in grado di insidiarlo per il successo. Il pilota siciliano può comunque gioire al termine della gara, avendo ripreso la testa della classifica ai danni di Francesco Pizzi, che era arrivato in Austria da leader del campionato.

Il pilota di Frascati ha chiuso solamente sesto, dopo aver fatto pattinare troppo le gomme al via ed essere scivolato in settima piazza. Pizzi ha poi dato vita ad un bel duello con Gabriel Bortoleto, al termine del quale il brasiliano ha dovuto arrendersi, cedendo la terza piazza della classifica riservata ai rookie. A podio Jonny Edgar, che ha dovuto tenere a bada il compagno di squadra, nonché collega nel programma junior Red Bull, Jak Crawford, con cui deve puntualmente vedersela in ogni gara. L'americano ha ceduto la posizione al quarto giro, ma nel finale è tornato sotto al pilota inglese. Un errore in uscita di curva 1 non gli ha però permesso di andare all'attacco nel corso dell'ultima tornata.

Quinto posto per Oliver Bearman, al debutto nella F4 tricolore, che ha mostrato di avere un ottimo passo, facendosi largo dall'ottava posizione sulla griglia nelle prime fasi. Chiudono la top-10 Jesse Salmenautio di Bhaitech, in ripresa dopo un turno di qualifiche complicato, un buon Pietro Delli Guanti, sempre veloce con la vettura di BVM considerando i pochi chilometri fatti su questa pista, e Sebastian Montoya, seguito ai box dal papà Juan Pablo. Il colombiano ha visto nei propri specchietti per tutta la durata della gara Hamda Al Qubaisi, undicesima al traguardo al termine di una bellissima corsa. Il circuito di Spielberg è uno dei tre su cui aveva già corso la passata stagione.

Nel corso del primo giro Dexter Patterson ha colpito Andrea Rosso, girandosi in mezzo a curva 2, dove è stato colpito da Mateusz Kaprzyck, Zdenek Chovanec e Sebastian Freymuth. Questi quattro, così come l'incolpevole Rosso, sono stati costretti al ritiro, costringendo la direzione gara a far entrare in pista la safety car. La vettura di sicurezza è poi tornata una azione al quarto giro, quando Victor Bernier è stato colpito da un avversario, spegnendo la propria macchina.

Sabato 12 settembre 2020, gara 1

1 - Joshua Durksen - Mucke - 18 giri - 32'31"445
2 - Gabriele Minì - Prema - 2"224
3 - Jonny Edgar - VAR - 2"731
4 - Jak Crawford - VAR - 3"288
5 - Oliver Bearman - US Racing - 5"771
6 - Francesco Pizzi - VAR - 12"709
7 - Gabriel Bortoleto - Prema - 13"634
8 - Jesse Salmenautio - Bhaitech - 14"578
9 - Pietro Delli Guanti - BVM - 15"035
10 - Sebastian Montoya - Prema - 15"162
11 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 18"755
12 - Dino Beganovic - Prema - 19"147
13 - Leonardo Fornaroli - Iron Lynx - 20"214
14 - Sebastian Ogaard - Bhaitech - 24"246
15 - Josef Knopp - Mucke - 24"632
16 - Jasin Ferati - Jenzer - 25"490
17 - Francesco Simonazzi - Jenzer - 25"910
18 - Kyrill Smal - R-Ace - 27"168
19 - Markogiannis Georgios - Cram - 29"333
20 - Bence Valint - VAR - 30"282
21 - Han Cenyu - VAR - 35"613

Ritirati
Axel Gnos
Victor Bernier
Andrea Rosso
Piotr Wisnicki 
Vlad Lomko
Dexter Patterson
Mateusz Kaprzyck
Zdenek Chovanec
Sebastian Freymuth

Giro più veloce: Joshua Durksen 1'30"953

Il campionato
1.Minì 101; 2.Pizzi 93; 3.Ugran 78; 4.Edgar 73; 5.Rosso 70; 6.Beganovic 49; 7.Crawford 45; 8.Montoya 31; 9.Delli Guanti 30; 10.Salmenautio, Bortoleto 28; 12.Durksen 25; 13.Fornaroli 24; 14.Chovanec, Bearman 10; 16.Patterson 8; 17.Gnos 2; 18.Kaprzyk, Ogaard 1.

12 Set [9:01]

Spielberg, qualifica 1-2
Durksen e Minì si dividono le pole

Da Spielberg - Mattia Tremolada

Joshua Durksen e Gabriele Minì si sono divisi la vetta nelle due sessioni di qualifiche della Formula 4 Italia a Spielberg. L'alfiere di Mucke è al debutto stagionale nel campionato che lo ha visto grande protagonista nel 2019, mentre quest'anno ha deciso di dare priorità alla serie tedesca, dove al momento occupa la sesta posizione. Con la pista che è andata via via migliorando, Durksen si è imposto nella prima sessione con il tempo di 1'31"026, fatto segnare nei minuti finali.

Un grande colpo lo ha messo a segno Minì, secondo nel Q1 ma imprendibile nel secondo turno, in cui ha fatto segnare i due passaggi più rapidi, che gli assicurano la partenza al palo nelle due gare di domenica. Jak Crawford è stato grande protagonista, fermandosi alle sue spalle in entrambe le sessioni. Il leader di campionato Francesco Pizzi ha chiuso quarto nel Q1, a soli due decimi dalla pole, mentre nel Q2 ha faticato nel settore centrale, firmando il sesto crono solamente sotto la bandiera a scacchi. Sesto e quinto Jonny Edgar, non particolarmente brillante sulla pista di casa dello sponsor Red Bull.

Dopo aver fatto segnare la pole nel Q1, Durksen ha chiuso soltanto settimo nella seconda sessione, precedendo Andrea Rosso, in netta risalita dopo la sedicesima piazza del primo turno. Il pilota italiano dovrà farsi largo nel gruppo per risalire nelle posizioni che contano e limitare i danni in campionato. Doppia top-10 per Dino Beganovic e Oliver Bearman, settimo e ottavo in Q1, e poi quarto e terzo in Q2. Bene anche Pietro Delli Guanti, che nonostante abbia saltato il test collettivo sul circuito di Spielberg è riuscito a portarsi in nona e undicesima piazza nelle due sessioni. Positiva anche la mattinata di Hamda Al Qubaisi, quaatorcidesima nel primo turno a soli 70 millesimi da Sebastian Montoya.

Sabato 12 settembre 2020, qualifica 1

1 - Joshua Durksen - Mucke - 1'31"026
2 - Gabriele Minì - Prema - 1'31"092
3 - Jak Crawford - VAR - 1'31"278
4 - Francesco Pizzi - VAR - 1'31"307
5 - Gabriel Bortoleto - Prema - 1'31"336
6 - Jonny Edgar - VAR - 1'31"474
7 - Dino Beganovic - Prema - 1'31"479
8 - Oliver Bearman - US Racing - 1'31"621
9 - Pietro Delli Guanti - BVM - 1'31"649
10 - Vladi Lomko - US Racing - 1'31"893
11 - Jesse Salmenautio - Bhaitech - 1'31"944
12 - Victor Bernier - R-Ace - 1'31"991
13 - Sebastian Montoya - Prema - 1'32"006
14 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 1'32"076
15 - Josef Knopp - Mucke - 1'32"107
16 - Andrea Rosso - Cram - 1'32"148
17 - Leonardo Fornaroli - Iron Lynx - 1'32"173
18 - Sebastian Ogaard - Bhaitech - 1'32"298
19 - Francesco Simonazzi - Jenzer - 1'32"315
20 - Mateusz Kaprzyski - Cram - 1'32"356
21 - Kyrill Smal - R-Ace - 1'32"362
22 - Dexter Patterson - Bhaitech - 1'32"398
23 - Piotr Wisnicki - Jenzer - 1'32"417
24 - Zdenek Chovanec - Bhaitech - 1'32"449
25 - Jasin Ferati - Jenzer - 1'32"624
26 - Axel Gnos - G4 Racing - 1'32"738
27 - Han Cenyu - VAR - 1'32"814
28 - Markogiannis Georgios - Cram - 1'32"981
29 - Sebastian Freymuth - AS Motorsport - 1'33"024
30 - Bence Valint - VAR - 1'33"215

Sabato 12 settembre 2020, qualifica 2

1 - Gabriele Minì - Prema - 1'30"579
2 - Jak Crawford - VAR - 1'30"789
3 - Oliver Bearman - US Racing - 1'30"885
4 - Dino Beganovic - Prema - 1'30"950
5 - Jonny Edgar - VAR - 1'31"024
6 - Francesco Pizzi - VAR - 1'31"094
7 - Joshua Durksen - Mucke - 1'31"199
8 - Andrea Rosso - Cram - 1'31"306
9 - Vlad Lomko - US Racing - 1'31"316
10 - Gabriel Bortoleto - Prema - 1'31"362
11 - Pietro Delli Guanti - BVM - 1'31"364
12 - Sebastian Montoya - Prema - 1'31"404
13 - Leonardo Fornaroli - Iron Lynx - 1'31"435
14 - Jesse Salmenautio - Bhaitech - 1'31"619
15 - Francesco Simonazzi - Jenzer - 1'31"660
16 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 1'31"689
17 - Piotr Wisnicki - Jenzer - 1'31"749
18 - Victor Bernier - R-Ace - 1'31"778
19 - Sebastian Ogaard - Bhaitech - 1'31"812
20 - Markogiannis Georgios - Cram - 1'31"905
21 - Axel Gnos - G4 Racing - 1'31"912
22 - Zdenek Chovanec - Bhaitech - 1'31"955
23 - Dexter Patterson - Bhaitech - 1'31"969
24 - Jasin Ferati - Jenzer - 1'31"975
25 - Josef Knopp - Mucke - 1'32"004
26 - Kyrill Smal - R-Ace - 1'32"078
27 - Mateusz Kaprzysk - Cram - 1'32"379
28 - Bence Valint - VAR - 1'32"420
29 - Sebastian Freymuth - AS Motorsport - 1'32"439
30 - Han Cenyu - VAR - 1'32"643

11 Set [15:11]

Spielberg, libere 2
Durksen leader, Minì terzo

Da Spielberg - Massimo Costa

C'è sempre un team tedesco al comando della F4 Italia a Spielberg. Se nel primo turno libero la US Racing era stata la più veloce con Oliver Bearman, nella seconda sessione il team Mucke ha scalato la classifica con Joshua Durksen, già secondo stamane. Il paraguaiano ha la serie tedesca della F4 come principale obiettivo, ma non disdegnerà alcune puntate nella F4 tricolore, come in Austria questo fine settimana. Al secondo posto si è portato un convincente Jak Crawford, l'americano Junior Red Bull del team VAR, mentre buon terzo è Gabriele Minì con la Tatuus della Prema.

Alle sue spalle l'altro Junior Red Bull della VAR, Jonny Edgar, poi il compagno di squadra Francesco Pizzi, quinto e leader del campionato. Tutti molto vicini, racchiusi in tre decimi. Sesto, ma leggermente più staccato, Gabriel Bortoleto che ha fatto meglio di Bearman, Victor Bernier, Vlad Lomko e Sebastian Montoya, in risalita dopo i conslgli ricevuti da papà Juan Pablo. Fuori dalla top 10 anche in questa sessione Andrea Rosso, dodicesimo dietro a Dino Beganovic.

Venerdì 11 settembre 2020, libere 2

1 - Joshua Durksen - Mucke - 1'30"924 - 19 giri
2 - Jak Crawford - VAR - 1'31"071 - 23
3 - Gabriele Minì - Prema - 1'31"103 - 21
4 - Jonny Edgar - VAR - 1'31"104 - 23
5 - Francesco Pizzi - VAR - 1'31"220 - 22
6 - Gabriel Bortoleto - Prema - 1'31"418 - 22
7 - Oliver Bearman - US Racing - 1'31"422 - 17
8 - Victor Bernier - R-Ace - 1'31"466 - 21
9 - Vlad Lomko - US Racing - 1'31"466 - 19
10 - Sebastian Montoya - Prema - 1'31"528 - 22
11 - Dino Beganovic - Prema - 1'31"541 - 21
12 - Andrea Rosso - Cram - 1'31"585 - 23
13 - Jesse Salmenautio - Bhaitech - 1'31"648 - 18
14 - Jasin Ferati - Jenzer - 1'31"738 - 23
15 - Leonardo Fornaroli - Iron Lynx - 1'31"813 - 20
16 - Piotr Wisnicki - Jenzer - 1'31"941 - 22
17 - Josef Knopp - Mucke - 1'32"009 - 18
18 - Francesco Simonazzi - Jenzer - 1'32"066 - 22
19 - Hamda Al Qubaisi - Abu Dhabi - 1'32"076 - 22
20 - Axel Gnos - G4 Racing - 1'32"081 - 21
21 - Markogiannis Georgios - Cram - 1'32"131 - 20
22 - Zdenek Chovanec - Bhaitech - 1'32"153 - 19
23 - Sebastian Ogaard - Bhaitech - 1'32"245 - 21
24 - Dexter Patterson - Bhaitech - 1'32"350 - 21
25 - Kyrill Smal - R-Ace - 1'32"437 - 19
26 - Han Cenyu - VAR - 1'32"543 - 22
27 - Mateusz Kaprzyk - Cram - 1'32"585 - 22
28 - Bence Valint - VAR - 1'32"724 - 17
29 - Pietro Delli Guanti - BVM - 1'32"729 - 11
30 - Sebastian Freymuth - AS Motorsport - 1'33"078 - 22

PrecedentePagina 1 di 10Successiva

News

F.4 Italia
v

PrimaPrecedentePagina 1 di 3SuccessivaUltima
PrimaPrecedentePagina 1 di 3SuccessivaUltima

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone