formula 1

La McLaren è stufa di Ricciardo
E comincia a guardarsi attorno

Daniel Ricciardo sta deludendo. La McLaren pensava di aver fatto il miglior colpo di mercato possibile quando nel 2020, all&#...

Leggi »
Regional by Alpine

Monaco - Libere
Minì parte forte, bene Fornaroli

La sessione unica di prove libere della Formula Regional by Alpine ha aperto il fine settimana del Gran Premio di Monaco, dov...

Leggi »
formula 1

I piloti F1 all'esame di Montecarlo:
con le auto 2022 sarà ancora più duro

C'è chi la ama e chi la odia, ma Montecarlo per i piloti è comunque una sfida. Quest'anno, probabilmente, persino più...

Leggi »
formula 1

Sauber Alfa Romeo sopra le attese,
e a Monaco può anche stupire

È un bel momento per la Sauber Alfa Romeo-Ferrari, e potrebbe proseguire a Montecarlo, dove si corre già nel prossimo weekend...

Leggi »
formula 1

Progressi Mercedes evidenti,
ma Ferrari e Red Bull ancora lontane

Ha compiuto progressi la Mercedes grazie agli sviluppi portati nel GP di Spagna? La risposta è sì. Ha raggiunto il livelo di ...

Leggi »
formula 1

Il primo ko tecnico pesa,
ma questa Ferrari può rimediare

Al giro 27 del Gran Premio di Spagna per la Ferrari è cambiato tutto: il ritiro di Charles Leclerc, dovuto alla rottura di tu...

Leggi »
PrevPage 1 of 10Next
9 Mag [9:59]

Silverstone, gare
Granfors assume le redini

Jacopo Rubino

Passa subito di mano la leadership del campionato GB3: la seconda tappa stagionale a Silverstone si è conclusa con Joel Granfors in vetta a 127 punti, tre in più di Luke Browning che era stato il principale protagonista del round di apertura a Oulton Park.

Partito dalla pole-position, in gara 1 lo svedese si è aggiudicato la sua prima vittoria nella categoria tenendo a bada proprio il rivale della Hitech, minaccioso nelle ultime fasi. In gara 2 l'alfiere Fortec si è però visto negare il bis dalla grande partenza di Tom Lebbon, anche lui andato a festeggiare il primo successo in GB3 con il team Elite Motorsport. Granfors si è così accontentato della piazza d'onore, continuando comunque a ridurre il distacco in classifica generale da Browning che ha chiuso ancora alle sue spalle, terzo.

Il sorpasso in graduatoria da parte di Granfors si è realizzato nella corsa finale con griglia invertita: scattato dall'ultima casella, ha tagliato il traguardo decimo, poi è stato promosso nono per i 5" di penalità comminati a motori spenti a Branden Oxley. Da regolamento, 11 posizioni recuperate in gara 3 significano anche 11 punti bonus, mentre la risalita di Browning si è fermata soltanto al 17esimo posto.

L'ultima manche ha visto imporsi il rookie Cian Shields, altro pilota Hitech, che ha scavalcato il polesitter David Morales e ha controllato la situazione fino al traguardo, pur braccato dal canadese Nick Gilkes (Hillspeed). Il gradino più basso del podio se l'è preso l'americano Bryce Aron.

Weekend un po' sottotono per Roberto Faria, che ha raccolto soltanto un settimo e un sesto posto prima di doversi ritirare in gara 3 a causa di una foratura. Il brasiliano junior Sauber è terzo in graduatoria a 95 punti, ma Lebbon a quota 92 si è avvicinato in modo significativo.

Sabato 7 maggio 2022, gara 1

1 - Joel Granfors - Fortec - 10 giri 19'02"131
2 - Luke Browning - Hitech - 0"721
3 - Tom Lebbon - Elite - 5"738
4 - Max Esterson - Douglas - 8"800
5 - James Hedley - Elite - 9"320
6 - John Bennett - Elite - 11"069
7 - Roberto Faria - Carlin - 11"829
8 - Branden Oxley - Dittmann - 14"732
9 - McKenzy Cresswell - Dittmann - 14"982
10 - Callum Voisin - Carlin - 17"229
11 - Alex Connor - Arden - 20"794
12 - Matthew Rees - JHR - 21"638
13 - Zak Taylor - Fortec - 24"053
14 - Tommy Smith - Douglas - 25"193
15 - Mikkel Grundtvig - Fortec - 29"258
16 - Cian Shields - Hitech - 36"757
17 - Nick Gilkes - Hillspeed - 38"433
18 - David Morales - Arden - 38"802
19 - Bryce Aron - Hitech - 41"304

Giro più veloce: Luke Browning 1'53"441

Ritirati
3° giro - Javier Sagrera

Domenica 8 maggio 2022, gara 2

1 - Tom Lebbon - Elite - 10 giri 18'56"436
2 - Joel Granfors - Fortec - 1"013
3 - Luke Browning - Hitech - 2"882
4 - Max Esterson - Douglas - 8"409
5 - Callum Voisin - Carlin - 10"311
6 - Roberto Faria - Carlin - 13"607
7 - James Hedley - Elite - 16"130
8 - Matthew Rees - JHR - 16"523
9 - John Bennett - Elite - 17"980
10 - Alex Connor - Arden - 18"612
11 - Javier Sagrera - Carlin - 20"506
12 - Bryce Aron - Hitech - 22"939
13 - Mikkel Grundtvig - Fortec - 23"679
14 - Branden Oxley - Dittmann - 24"908
15 - Zak Taylor - Fortec - 29"983
16 - Tommy Smith - Douglas - 30"611
17 - Nick Gilkes - Hillspeed - 31"225
18 - Cian Shields - Hitech - 33"712
19 - David Morales - Arden - 36"770

Giro più veloce: Luke Browning 1'52"783

Ritirati
6° giro - McKenzy Cresswell

Domenica 8 maggio 2022, gara 3

1 - Cian Shields - Hitech - 10 giri 19'13"449
2 - Nick Gilkes - Hillspeed - 0"434
3 - Bryce Aron - Hitech - 3"248
4 - David Morales - Arden - 5"575
5 - Javier Sagrera - Carlin - 7"342
6 - McKenzy Cresswell - Dittmann - 7"485
7 - Alex Connor - Arden - 8"212
8 - Callum Voisin - Carlin - 13"739
9 - Joel Granfors - Fortec - 14"300
10 - Max Esterson - Douglas - 14"560
11 - John Bennett - Elite - 15"248
12 - Tommy Smith - Douglas - 16"802
13 - Tom Lebbon - Elite - 17"290
14 - Branden Oxley - Dittmann - 13"038
15 - Mikkel Grundtvig - Fortec - 19"023
16 - Zak Taylor - Fortec - 21"898
17 - Luke Browning - Hitech - 22"440
18 - James Hedley - Elite - 23"747

Giro più veloce: Callum Voisin 1'54"290

Ritirati
4° giro - Matthew Rees
4° giro - Roberto Faria

Il campionato
1.Granfors 127 punti; 2.Browning 124; 3.Faria 95; 4.Lebbon 92 ; 5.Bennett 83; 6.Esterson 74; 7.Cresswell 73; 8.Rees 67; 9.Voisin 59; 10.Hedley 57

19 Apr [9:50]

Oulton Park, gare
Browning parte forte con due vittorie

Jacopo Rubino

Nel weekend di Pasqua è scattata l'edizione 2022 del campionato GB3, per il battesimo agonistico della nuova monoposto MSV-022 realizzata dall'italiana Tatuus. Sul circuito di Oulton Park è stato Luke Browning a emergere come principale protagonista, vincendo gara 1 e gara 2 da fuggitivo: nonostante il ritiro in gara 3 per il contatto causato da Tom Lebbon, il portacolori della Hitech comanda la classifica generale con 70 punti. Vincitore nel 2020 della British F4, e poi frenato da carenza di budget, Browning sembra essersi subito proposto come grande favorito per il titolo.

Come principale avversario si è candidato Roberto Faria: il brasiliano, passato al team Carlin e membro del vivaio Sauber F1, ha chiuso due volte secondo alle spalle di Browning, seppur con distacchi significativi, poi ha recuperato terreno in graduatoria quando ha chiuso 14esimo in gara 3, quella con griglia rovesciata.

L'ultima corsa, disputata da tradizione britannica nel giorno di Pasquetta, se l'è aggiudicata Mikkel Grundtvig, già al via della GB3 nel 2021. Il danese della Fortec non ha sprecato la pole-position figlia dei risultati della qualifica invertiti, e in controllo è andato a tagliare il traguardo davanti a Tommy Smith e David Morales, che nel finale ha avuto la meglio su Nick Gilkes.

Sul podio si sono visti anche Matthew Rees e Joel Granfors, terzi rispettivamente in gara 1 e gara 2: il pilota della JHR aveva pressato fino alla fine Faria, senza riuscire a sorpassarlo, poi proprio Granfors gli ha negato il bis in top 3 nella seconda corsa. Lo svedese si è così consolato dalla manche del sabato un po' amara, fra la penalità di cinque caselle sullo schieramento (altrimenti sarebbe partito in prima fila) e il problema tecnico che all'ultimo giro lo aveva fatto scivolare da quinto a sesto. Terzo in classifica è però John Bennett della Elite Motorsport, autore di un solido weekend d'esordio in monoposto.

Sabato 16 aprile 2022, gara 1

1 - Luke Browning - Hitech - 14 giri 21'05"607
2 - Roberto Faria - Carlin - 10"258
3 - Matthew Rees - JHR - 10"719
4 - McKenzy Cresswell - Dittmann - 13"414
5 - John Bennett - Elite - 20"988
6 - Joel Granfors - Fortec - 22"243
7 - Zak Taylor - Fortec - 23"627
8 - Branden Oxley - Dittmann - 24"905
9 - Marcos Flack - Douglas - 29"538
10 - David Morales - Arden - 30"831
11 - Cian Shields - Hitech - 32"177
12 - Bryce Aron - Hitech - 32"883
13 - James Hedley - Elite - 33"103
14 - Tom Lebbon - Elite - 36"529
15 - Alex Connor - Arden - 37"038
16 - Nick Gilkes - Hillspeed - 45"838
17 - Tommy Smith - Douglas - 48"075
18 - Mikkel Grundtvig - Fortec - 55"461
19 - Max Esterson - Douglas - 1'14"021
20 - Callum Voisin - Carlin - 1'24"989

Giro più veloce: Luke Browning 1'29"766

Ritirati
1° giro - Javier Sagrera

Lunedì 18 aprile 2022, gara 2

1 - Luke Browning - Hitech - 14 giri 20'59"933
2 - Roberto Faria - Carlin - 8"924
3 - Joel Granfors - Fortec - 10"305
4 - Matthew Rees - JHR - 14"583
5 - John Bennett - Elite - 14"583
6 - Tom Lebbon - Elite - 14"992
7 - McKenzy Cresswell - Dittmann - 16"195
8 - Javier Sagrera - Carlin - 16"698
9 - Callum Voisin - Carlin - 20"130
10 - James Hedley - Elite - 30"230
11 - Max Esterson - Douglas - 30"515
12 - Zak Taylor - Fortec - 31"393
13 - Alex Connor - Arden - 31"497
14 - Marcos Flack - Douglas - 31"717
15 - Bryce Aron - Hitech - 32"641
16 - David Morales - Arden - 40"841
17 - Tommy Smith - Douglas - 42"182
18 - Nick Gilkes - Hillspeed - 42"719
19 - Mikkel Grundtvig - Fortec - 1'03"688

Giro più veloce: Luke Browning 1'29"205

Ritirati
10° giro - Branden Oxley
2° giro - Cian Shields

Lunedì 18 aprile 2022, gara 3

1 - Mikkel Grundtvig - Fortec - 14 giri 21'19"131
2 - Tommy Smith - Douglas - 5"841
3 - David Morales - Arden - 6"208
4 - Nick Gilkes - Hillspeed - 7"743
5 - Branden Oxley - Dittmann - 8"490
6 - Zak Taylor - Fortec - 11"796
7 - Cian Shields - Hitech - 12"974
8 - Max Esterson - Douglas - 14"221
9 - John Bennett - Elite - 16"817
10 - McKenzy Cresswell - Dittmann - 17"276
11 - Javier Sagrera - Carlin - 17"429
12 - James Hedley - Elite - 17"611
13 - Callum Voisin - Carlin - 17"990
14 - Roberto Faria - Carlin - 18"188
15 - Joel Granfors - Fortec - 18"647
16 - Matthew Rees - JHR - 19"652
17 - Bryce Aron - Hitech - 20"052
18 - Alex Connor - Arden - 20"427
19 - Marcos Flack - Douglas - 26"085

Giro più veloce: David Morales 1'30"419

Ritirati
5° giro - Luke Browning

Squalificato
Tom Lebbon

Il campionato
1.Browning 70 punti; 2.Faria 63; 3.Bennett 47; 4.Rees 45; 5.Granfors 45; 6.Cresswell 45; 7.Taylor 34; 8.Morales 32; 9.Oxley 26; 10.Grundtvig 25

18 Ott [10:23]

Donington, gare
O'Sullivan campione previsto

Jacopo Rubino

Nessun colpo di scena a Donington: Zak O'Sullivan si è laureato campione 2021 della GB3, l'ex BRDC British F3 che ad anno in corso ha cambiato identità. Grazie al sistema di punteggio utilizzato, al pilota del team Carlin bastava letteralmente tagliare il traguardo di gara 1 per archiviare subito la pratica titolo, ma ha fatto le cose in grande stile vincendo dopo essere partito dalla pole-position, sempre in testa dall'inizio alla fine. O'Sullivan si è poi ripetuto in gara 2 sul bagnato, dominando, così da assicurare a Carlin la corona fra le squadre.

Nella volata per diventare vicecampione ha prevalso invece Ayrton Simmons (Dittmann), arrivato a 381 punti pur senza piazzamenti significativi durante il weekend, battendo Christian Mansell (Carlin) e Reece Ushijima (Hitech).

In gara 1, mentre Ushijima è rimasto in scia ad O'Sullivan fino alla fine, per centrare la piazza d'onore, Simmons e Mansell sono rimasti coinvolti nella mischia iniziale insieme a Roberto Faria e a Sebastian Alvarez, che si è dovuto ritirare richiamando l'ingresso della safety-car. Ushijima ha chiuso secondo anche in gara 2, questa volta senza poter tenere il ritmo di O'Sullivan, mentre a completare il podio è stato l'australiano Mansell, superando il connazionale Bart Horsten.

In gara 3, quella con griglia invertita, è stato il successo di Mikkel Grundtvig a far calare il sipario: lo svedese della Fortec ha sfruttato bene la pole-position tenendo dietro al rientrante Alex Fores, con Frederick Lubin terzo. Restavano in ballo i gradi di vicecampione: Simmons, decimo con l'ala anteriore danneggiata, ha raccolto i punti sufficienti ad avere meglio, sfruttando il contatto di Mansell con Javier Sagrera e la foratura rimediata da Ushijima, costretto ad una sosta ai box. Ottavo in passerella O'Sullivan.

L'epilogo di questa stagione segna il congedo dell'attuale vettura Tatuus, introdotta nel 2016 e poi aggiornata nel 2020. Il prossimo anno vedrà al via il
nuovo telaio MSV-022, sempre realizzato dal costruttore italiano e motorizzato Mountune, che promette un aumento di prestazioni. Nel frattempo, a Donington è stato eguagliato il picco di iscritti in un singolo appuntamento (21), grazie ai ritorni del già citato Fores e di Tommy Smith, assieme ai debutti di James Hedley, Eduardo Coseteng e Flynn Jackes.

Sabato 16 ottobre 2021, gara 1

1 - Zak O'Sullivan - Carlin - 12 giri 19'15"042
2 - Reece Ushijima - Hitech - 0"961
3 - Roman Bilinski - Arden - 6"733
4 - Branden Oxley - Dittmann - 7"222
5 - Tom Lebbon - Elite - 7"991
6 - Bryce Aron - Carlin - 9"215
7 - Javier Sagrera - Elite - 9"696
8 - Frederick Lubin - Arden - 13"089
9 - Alex Fores - Dittmann - 13"834
10 - James Hedley - Elite - 14"503
11 - Ayrton Simmons - Dittmann - 14"776
12 - Roberto Faria - Fortec - 15"528
13 - Christian Mansell - Carlin - 17"236
14 - Mikkel Grundtvig - Fortec - 17"888
15 - Jonathan Browne - Hillspeed - 20"214
16 - Eduardo Coseteng - Fortec - 21"783
17 - Flynn Jackes - Hillspeed - 22"267
18 - Bart Horsten - Hitech - 38"529

Giro più veloce: Bart Horsten 1'24"259

Ritirati
2° giro - Tommy Smith
1° giro - Sebastian Alvarez
1° giro - Reema Juffali

Domenica 17 ottobre 2021, gara 2

1 - Zak O'Sullivan - Carlin - 11 giri 20'41"360
2 - Reece Ushijima - Hitech - 7"389
3 - Christian Mansell - Carlin - 10"655
4 - Bart Horsten - Hitech - 11"769
5 - Ayrton Simmons - Dittmann - 19"568
6 - Bryce Aron - Carlin - 22"562
7 - Branden Oxley - Dittmann - 26"124
8 - Sebastian Alvarez - Hitech - 27"026
9 - Roman Bilinski - Arden - 27"676
10 - Roberto Faria - Fortec - 30"697
11 - Javier Sagrera - Elite - 34"214
12 - James Hedley - Elite - 36"427
13 - Frederick Lubin - Arden - 40"714
14 - Mikkel Grundtvig - Fortec - 42"896
15 - Alex Fores - Dittmann - 44"895
16 - Tommy Smith - Douglas - 50"684
17 - Eduardo Coseteng - Elite - 53"174
18 - Reema Juffali - Douglas - 1'11"917
19 - Flynn Jackes - Hillspeed - 1'14"168
20 - Tom Lebbon - Elite - 1'20"651

Giro più veloce: Zak O'Sullivan 1'41"959

Ritirati
6° giro - Jonathan Browne

Domenica 17 ottobre 2021, gara 3

1 - Mikkel Grundtvig - Fortec - 12 giri 17'24"919
2 - Alex Fores - Dittmann - 0"958
3 - Frederick Lubin - Arden - 2"265
4 - Roberto Faria - Fortec - 6"571
5 - Tom Lebbon - Elite - 9"299
6 - Jonathan Browne - Hillspeed - 9"576
7 - Sebastian Alvarez - Hitech - 9"931
8 - Zak O'Sullivan - Carlin - 10"974
9 - Roman Bilinski - Arden - 11"840
10 - Ayrton Simmons - Dittmann - 16"352
11 - Bart Horsten - Hitech - 17"030
12 - Eduardo Coseteng - Fortec - 17"401
13 - James Hedley - Elite - 19"553
14 - Bryce Aron - Carlin - 20"002
15 - Reema Juffali - Douglas - 20"445
16 - Christian Mansell - Carlin - 20"589
17 - Flynn Jackes - Hillspeed - 21"613
18 - Tommy Smith - Douglas - 23"615
19 - Branden Oxley - Dittmann - 25"191
20 - Reece Ushijima - Hitech - 26"389

Giro più veloce: Reece Ushijima 1'25"226

Ritirati
6° giro - Javier Sagrera

Il campionato
1.O'Sullivan 545 punti; 2.Simmons 381; 3.Mansell 371; 4.Ushijima 366; 5.Faria 360; 6.Horsten 333; 7.Bilinski 313; 8.Alvarez 290; 9.Lebbon 288; 10.Sagrera 265

13 Set [14:10]

Oulton Park, gare
O'Sullivan quasi da titolo

Jacopo Rubino

Zak O’Sullivan è andato vicino a festeggiare il titolo 2021 della GB3 a Oulton Park, con un weekend di anticipo, ma l’appuntamento è rinviato alla tappa finale di Donington, in programma il 16/17 ottobre. Intanto ha aumentato il vantaggio in classifica generale, soprattutto centrando in gara 1 la sua quinta vittoria stagionale dopo essere partito dalla pole-position. In gara 2 il pilota Carlin era poi in lotta con la new-entry Luke Browning per conquistare un altro successo, ma al giro 10 ha avuto la peggio in un contatto, ritrovandosi contro le barriere. In gara 3 sotto la pioggia, infine, ha rimontato fino alla sesta piazza per raccogliere altri punti utili alla causa.

Ora è Ayrton Simmons il suo principale inseguitore in classifica, distante comunque 112 punti. L’alfiere del team Dittmann in gara 1 è stato promosso secondo dopo l’esclusione alle verifiche dello stesso Browning, per una irregolarità sul fondo vettura. Il portacolori della Fortec, che ha esordito in GB3 dopo le esperienze in Formula 4, si è rifatto in gara 2 nel finale ad alta tensione che ha persino richiesto la bandiera rossa: non solo per il contatto con O’Sullivan, ma anche per quello con il compagno Roberto Faria che ha messo entrambi ko, avvenuto due tornate più tardi. Bart Horsten era passato in testa, ma l’ordine d’arrivo è stato omologato al giro 10, decretando Browning quale vincitore.

La corsa conclusiva si è svolta sotto la pioggia, ed è stata un monologo di Roman Bilinski: l’anglo-polacco era quarto sulla griglia invertita, è balzato in testa già al primo giro e ha poi preso il largo. Per il pilota Arden è stata la terza affermazione dell’anno, dopo essere entrato a giochi iniziati e aver deciso di concentrarsi su questo impegno, lasciando la British F4. A completare il podio Mikkel Grundtvig e Frederik Lubin. Fra i big, si segnala il terzo posto in gara 2 dell’australiano Christian Mansell, mentre continua la fase poco brillante di Reece Ushijima che era stato anche leader della generale con la Hitech.

Sabato 11 settembre 2021, gara 1

1 - Zak O'Sullivan - Carlin - 13 giri 19"58'210
2 - Ayrton Simmons - Dittmann - 4"415
3 - Roberto Faria - Fortec - 7"354
4 - Bart Horsten - Hitech - 8"511
5 - Christian Mansell - Carlin - 8"945
6 - Reece Ushijima - Hitech - 10"006
7 - Javier Sagrera - Elite - 13"301
8 - Branden Oxley - Dittmann - 15"683
9 - Sebastian Alvarez - Hitech - 21"298
10 - Tom Lebbon - Elite - 22"023
11 - Roman Bilinski - Arden - 22"534
12 - Jonathan Browne - Hillspeed - 23"545
13 - Frederick Lubin - Arden - 24"270
14 - Bryce Aron - Carlin - 25"473
15 - Reema Juffali - Douglas - 37"263
16 - Mikkel Grundtvig - Fortec - 37"618

Giro più veloce: Zak O'Sullivan 1'31"421

Squalificato
Luke Browning

Domenica 12 settembre 2021, gara 2

1 - Luke Browning - Fortec - 10 giri 15'23"068
2 - Bart Horsten - Hitech - 1"516
3 - Christian Mansell - Carlin - 2"044
4 - Ayrton Simmons - Dittmann - 4"563
5 - Reece Ushijima - Hitech - 9"880
6 - Frederick Lubin - Arden - 17"394
7 - Tom Lebbon - Elite - 17"684
8 - Bryce Aron - Carlin - 19"783
9 - Jonathan Browne - Hillspeed - 20"361
10 - Reema Juffali - Douglas - 22"643
11 - Mikkel Grundtvig - Fortec - 22"917
12 - Branden Oxley - Dittmann - 23"439
13 - Roman Bilinski - Arden - 29"450
14 - Sebastian Alvarez - Hitech - 29"454

Giro più veloce: Roberto Faria 1'31"303

Ritirati
10° giro - Roberto Faria
10° giro - Zak O'Sullivan
9° giro - Javier Sagrera

Domenica 12 settembre 2021, gara 3

1 - Roman Bilinski - Arden - 12 giri 21'05"174
2 - Mikkel Grundtvig - Fortec - 8"150
3 - Frederick Lubin - Arden - 11"200
4 - Javier Sagrera - Elite - 11"638
5 - Sebastian Alvarez - Hitech - 18"086
6 - Zak O'Sullivan - Carlin - 18"550
7 - Ayrton Simmons - Dittmann - 18"985
8 - Tom Lebbon - Elite - 24"531
9 - Jonathan Browne - Hillspeed - 25"052
10 - Roberto Faria - Fortec - 31"014
11 - Christian Mansell - Carlin - 31"528
12 - Branden Oxley - Dittmann - 33"585
13 - Bryce Aron - Carlin - 34"174
14 - Bart Horsten - Hitech - 34"417
15 - Reece Ushijima - Hitech - 1'35"610

Giro più veloce: Roman Bilinski 1'43"956

Ritirati
7° giro - Reema Juffali
2° giro - Luke Browning - Fortec

Il campionato
1.O'Sullivan 454 punti; 2.Simmons 342; 3.Mansell 339; 4.Faria 316; 5.Ushijima 308; 6.Horsten 295; 7.Bilinski 262; 8.Lebbon 259; 9.Alvarez 257; 10.Sagrera 24

17 Ago [9:13]

GB3, evoluzioni per il 2022:
nuovo telaio Tatuus e più cavalli

Jacopo Rubino

Il campionato GB3, l'ex BRDC British F3 che in queste settimane ha cambiato identità, ha annunciato un pacchetto tecnico evoluto per la stagione 2022: l'italiana Tatuus porterà un nuovo telaio, siglato MSV-022, mentre Mountune fornirà una versione potenziata del suo motore 2 litri aspirato, passando da 230 a 250 cavalli.

Tatuus, partner della categoria sin dalla sua nascita, ha progettato una monoscocca con standard di sicurezza maggiorati: ci sarà l'Halo, ma vengono migliorate anche le protezioni per gli impatti laterali, il rollbar, i panelli anti-intrusione sull'anteriore e la zona di abitacolo e serbatoio. L'Halo comporterà un aggravio di peso di soli 12 chili, compensati a livello cronometrico dall'aumento di carico aerodinamico (ridisegnati fondo, pance e cofano) e dai 20 cavalli aggiuntivi.

A livello estetico spicca l'adozione di un cassoncino di aspirazione laterale per il propulsore, sullo stile delle vecchie Formula 3 o come nelle loro "eredi" Dallara 320, presenti oggi in Euroformula Open e nella Super Formula Lights in Giappone. Nella configurazione odierna, la presa d'aria è invece integrata nel rollbar.

"Gianfranco De Bellis (presidente Tatuus, ndr) e il suo gruppo hanno svolto un lavoro incredibile da quando abbiamo iniziato a collaborare", ha sottolineato Jonathan Palmer, boss dell'organizzatore MSV. "Questo telaio e gli altri aggiornamenti al pacchetto garantiranno alla GB3 di rafforzare la posizione di principale serie per monoposto nel Regno Unito".

Per creazione del campionato nel 2016, Tatuus aveva realizzato la FA-016, basata sul telaio Formula 4, che ha ricevuto alcuni upgrade nel 2020. Per il 2022 è in programma un salto in avanti ancora più sostanzioso, ma sempre con un occhio ai costi: verranno mantenute infatti molte delle attuali componenti, tra cui gli alettoni, il cambio Sadev, le sospensioni, l'impianto frenante e l'elettronica.

Le consegne degli aggiornamenti partiranno a novembre, ed entro Natale tutte le squadre dovrebbero avere a disposizione almeno due kit completi.

16 Ago [10:58]

Silverstone, gare
Simmons redivivo, O'Sullivan scappa

Jacopo Rubino

Ayrton Simmons è tornato nelle zone che contano, Zak O'Sullivan allunga ancora in classifica generale: è la sintesi del weekend-bis a Silverstone, dove la GB3 aveva già corso a fine giugno. Il pilota del team Dittmann, uno più quotati alla vigilia per la lotta al titolo, si è aggiudicato gara 1 e gara 2 interrompendo un'assenza dal podio che durava proprio dalla precedente tappa in Northamptonshire; il leader di campionato, invece, ha vinto la manche conclusiva e potrebbe centrare il titolo già nel prossimo round a Oulton Park.

In gara 1 Simmons ha subito superato il poleman Oliver Bearman, poco dopo costretto al ritiro per un problema a un dado ruota, precedendo al traguardo Roberto Faria e Jonathan Browne, sorprendente all'esordio con il rientrante team Hillspeed. In gara 2, invece, Simmons si trovava già davanti a tutti grazie alla pole-position, con Bearman che ha chiuso nella sua scia in piazza d'onore e Faria terzo.

Il contatto che ha coinvolto Roman Bilinski, Faria e Branden Lee Oxley, l'unico del terzetto riuscito a continuare, ha aperto la strada di gara 3 a O'Sullivan: l'alfiere Carlin ha preso infatti la vetta del gruppo, bilanciando un po' la sfortuna della prima manche quando è incappato in un'altra toccata con Reece Ushijima (suo ex principale inseguitore) e Sebastian Alvarez, giudicato colpevole dai commissari. In gara 2 O'Sullivan aveva poi terminato quarto, raccogliendo punti preziosi per trovarsi ora a quota 399, mentre Christian Mansell è a 291 e Faria a 283.

L'anglo-thailandese Oxley, che ha debuttato in GB3 nella precedente trasferta a Snetterton, in gara 3 aveva comunque chiuso secondo ma a motori spenti è stato escluso dall'ordine d'arrivo, a causa della manovra che ha messo fuori gioco Bilinski e Faria: ne hanno beneficiato Bart Horsten e Alvarez.

Sabato 14 agosto 2021, gara 1

1 - Ayrton Simmons - Dittmann - 9 giri 20'21"798
2 - Roberto Faria - Fortec - 1"105
3 - Jonathan Browne - Hillspeed - 5"034
4 - Christian Mansell - Carlin - 6"000
5 - Frederick Lubin - Arden - 6"379
6 - Branden Lee Oxley - Dittmann - 7"770
7 - Bart Horsten - Hitech - 8"154
8 - Roman Bilinski - Arden - 8"888
9 - Javier Sagrera - Elite - 10"688
10 - Bryce Aron - Carlin - 11"805
11 - Mikkel Grundtvig - Fortec - 17"304
12 - Tommy Smith - Douglas - 18"169
13 - Reece Ushijima - Elite - 18"435
14 - Tom Lebbon - Elite - 19"579
15 - Zak O'Sullivan - Carlin - 1'00"517
16 - Sebastian Alvarez - Hitech - 1'17"158

Giro più veloce: Roberto Faria 1'55"859

Ritirati
2° giro - Oliver Bearman

Domenica 15 agosto 2021, gara 2

1 - Ayrton Simmons - Dittmann - 10 giri 19'31"425
2 - Oliver Bearman - Fortec - 0"676
3 - Roberto Faria - Fortec - 1"508
4 - Zak O'Sullivan - Carlin - 2"198
5 - Bart Horsten - Hitech - 12"249
6 - Branden Lee Oxley - Dittmann - 13"447
7 - Javier Sagrera - Elite - 13"999
8 - Reece Ushijima - Hitech - 15"984
9 - Christian Mansell - Carlin - 16"496
10 - Frederick Lubin - Arden - 16"632
11 - Bryce Aron - Carlin - 17"987
12 - Jonathan Browne - Hillspeed - 18"274
13 - Mikkel Grundtvig - Fortec - 21"808
14 - Tom Lebbon - Elite - 23"424
15 - Tommy Smith - Douglas - 24"178
16 - Sebastian Alvarez - Hitech - 32"280

Giro più veloce: Oliver Bearman 1'56"480

Ritirati
9° giro - Roman Bilinski

Domenica 15 agosto 2021, gara 3

1 - Zak O'Sullivan - Carlin - 10 giri 19'30"808
2 - Bart Horsten - Hitech - 8"651
3 - Sebastian Alvarez - Hitech - 9"255
4 - Oliver Bearman - Fortec - 9"929
5 - Tom Lebbon - Elite - 11"296
6 - Reece Ushijima - Hitech - 11"570
7 - Bryce Aron - Carlin - 12"469
8 - Christian Mansell - Carlin - 12"972
9 - Frederick Lubin - Arden - 16"323
10 - Mikkel Grundtvig - Fortec - 16"726
11 - Ayrton Simmons - Dittmann - 16"863
12 - Javier Sagrera - Elite - 17"224
13 - Jonathan Browne - Hillspeed - 17"384
14 - Tommy Smith - Douglas - 17"841

Giro più veloce: Zak O'Sullivan 1'55"755

Ritirati
6° giro - Roman Bilinski
5° giro - Roberto Faria

Squalificato
Branden Lee Oxley

Il campionato
1.O'Sullivan 399 punti; 2.Mansell 291; 3.Faria 283; 4.Simmons 276; 5.Ushijima 271; 6.Horsten 243; 7.Alvarez 226; 8.Bilinski 221; 9.Lebbon 215; 10.Sagrera 206

9 Ago [8:45]

Snetterton, gare
Bilinski il re del weekend

Jacopo Rubino

Snetterton è stata la quinta tappa del calendario 2021, ma anche la prima sotto il nuovo nome GB3, dopo il cambio di nome dell'ormai ex British F3. Il film della stagione prosegue comunque sulla scia di quanto già visto, con Zak O'Sullivan sempre leader della classifica generale, pur mancando la vittoria da ormai sette manches consecutive. L'alfiere Carlin ha fatto tesoro di un doppio secondo posto, mentre ad alternarsi in vetta sono stati Oliver Bearman, Sebastian Alvarez e Roman Bilinski.

Bearman, presente part-time al fianco degli impegni in F4, è scattato dalla pole-position e ha guidato la doppietta Fortec, con il compagno Roberto Faria alle sue spalle. In terza posizione, ma molto più staccato, un Bilinski sugli scudi che ha recuperato dalla nona casella al via, precedendo Alvarez.

O'Sullivan è stato invece protagonista di un contatto nelle fasi iniziali con Reece Ushijima, suo principale avversario per il titolo: il giapponese è addirittura andato contro le barriere, ma è stato ritenuto responsabile dell'episodio ricevendo 5 posizioni di arretramento al via di gara 2. O'Sullivan ha invece proseguito, ma viaggiando in coda al gruppo dovendo effettuare un cambio gomme.

Bearman cullava l'idea di fare bis in gara 2, avendo "bruciato" il poleman Alvarez, ma l'inglese è stato fermato quasi subito da problemi tecnici lasciando strada libera al messicano, che ha tenuto a bada O'Sullivan in piazza d'onore.

In gara 3, determinata dall'inversione dei risultati della qualifica, Bilinski si è probabilmente consacrato come il miglior pilota del weekend, andando a prendersi il secondo successo stagionale. Entrato a stagione iniziata, il polacco della Arden appare molto più a suo agio con le Tatuus GB3 che nella British F4 in cui è al secondo anno. Bilinski, di nuovo a podio in gara 2, nello spazio due tornate è infatti balzato al comando, e ha tagliato il traguardo con un margine rassicurante sul resto del gruppo. Non senza brividi: al penultimo giro è arrivata la pioggia, almeno in alcune zone del circuito, da affrontare con i pneumatici slick. Ne ha fatto le spese Bearman, in testacoda mentre era secondo, a favore di O'Sullivan e Faria.

Pur senza acuti, Christian Mansell è intanto diventato secondo in graduatoria sfruttando il fine settimana poco fruttuoso di Ushijima. Ma O'Sullivan ha un vantaggio di 99 lunghezze sull'australiano, suo compagno nel team Carlin.

Sabato 7 agosto 2021, gara 1

1 - Oliver Bearman - Fortec - 10 giri 18'00"243
2 - Roberto Faria - Fortec - 1"141
3 - Roman Bilinski - Arden - 13"389
4 - Sebastian Alvarez - Hitech - 13"811
5 - Branden Lee Oxley - Dittmann - 17"107
6 - Ayrton Simmons - Dittmann - 17"466
7 - Christian Mansell - Carlin - 18"596
8 - Frederick Lubin - Arden - 22"327
9 - Jose Garfias - Elite - 25"558
10 - Bart Horsten - Hitech - 25"836
11 - Bryce Aron - Carlin - 31"037
12 - Tommy Smith - Douglas - 35"259
13 - Reema Juffali - Douglas - 36"680
14 - Mikkel Grundtvig - Fortec - 45"618
15 - Javier Sagrera - Elite - 48"209
16 - Tom Lebbon - Elite - 1'23"192
17 - Zak O'Sullivan - Carlin - 1'41"567

Giro più veloce: Roberto Faria 1'45"571

Ritirati
3° giro - Reece Ushijima

Sabato 7 agosto 2021, gara 2

1 - Sebastian Alvarez - Hitech - 10 giri 17'42"138
2 - Zak O'Sullivan - Carlin - 0"390
3 - Roman Bilinski - Arden - 0"909
4 - Tom Lebbon - Elite - 3"440
5 - Frederick Lubin - Arden - 6"708
6 - Bryce Aron - Carlin - 9"068
7 - Ayrton Simmons - Dittmann - 9"666
8 - Roberto Faria - Fortec - 10"097
9 - Jose Garfias - Elite - 10"859
10 - Javier Sagrera - Elite - 11"484
11 - Christian Mansell - Carlin - 13"312
12 - Bart Horsten - Hitech - 13"509
13 - Reece Ushijima - Hitech - 14"394
14 - Branden Lee Oxley - Dittmann - 16"425
15 - Tommy Smith - Douglas - 22"508
16 - Mikkel Grundtvig - Fortec - 25"728
17 - Reema Juffali - Douglas - 28"588

Giro più veloce: Zak O'Sullivan 1'44"921

Ritirati
4° giro - Oliver Bearman

Domenica 8 agosto 2021, gara 3

1 - Roman Bilinski - Arden - 10 giri 18'17"565
2 - Zak O'Sullivan - Carlin - 6"185
3 - Roberto Faria - Fortec - 7"659
4 - Sebastian Alvarez - Hitech - 8"008
5 - Tom Lebbon - Elite - 8"547
6 - Ayrton Simmons - Dittmann - 8"771
7 - Frederick Lubin - Arden - 9"310
8 - Jose Garfias - Elite - 9"506
9 - Mikkel Grundtvig - Fortec - 10"855
10 - Christian Mansell - Carlin - 11"505
11 - Reece Ushijima - Hitech - 11"603
12 - Branden Lee Oxley - Dittmann - 12"251
13 - Bryce Aron - Carlin - 14"162
14 - Oliver Bearman - Fortec - 15"608
15 - Tommy Smith - Douglas - 16"982
16 - Bart Horsten - Hitech - 19"158
17 - Reema Juffali - Douglas - 20"803
18 - Javier Sagrera - Elite - 1'10"082

Giro più veloce: Bart Horsten 1'45"252

Il campionato
1.O'Sullivan 347 punti; 2.Mansell 248; 3.Ushijima 231; 4.Faria 230; 5.Bilinski 208; 6.Simmons 199; 7.Alvarez 196; 8.Lebbon 188; 9.Horsten 185; 10.Sagrera 171

3 Ago [8:52]

La British F3 diventa GB3:
cambio nome a stagione in corso

Jacopo Rubino

C'è un campionato che cambia identità a stagione in corso: la BRDC British Formula 3 si trasforma in GB3 Championship con effetto immediato, già a partire dal prossimo appuntamento in programma a Snetterton nel weekend del 7/8 agosto. L'organizzatore MSV si è dovuto adeguare alla volontà FIA di riservare la denominazione "Formula 3" solo alle serie di livello internazionale, come quella di supporto alla F1.

"Sono molto dispiaciuto che non ci sia più permesso usare il nome British F3", ha sottolineato il boss Jonathan Palmer. Essendo esistito per più di mezzo secolo, il titolo di British F3 ha enorme tradizione e il campionato ha giocato un ruolo importante nelle carriere di tanti piloti di F1, me compreso. Ma la forza della categoria va oltre il semplice nome".

La BRDC British F3 è stata creata nel 2016 utilizzando vetture ad hoc prodotte dall'italiana Tatuus, con l'obiettivo di offrire un prodotto con prestazioni superiori alle varie F4 ma senza aderire ai canoni FIA. Con la scelta del nome venne ripreso il filo della vecchia British F3 che aveva chiuso i battenti nel 2014, considerata la serie nazionale di Formula 3 più prestigiosa al mondo e da dove, a partire dal 1951, sono transitate tante stelle del motorsport.

"MSV ha accettato un cambio di direzione dopo estesi dialoghi con la FIA", si legge nell'annuncio, "ed è pronta a guardare avanti nel costruire il nuovo brand GB3".

Il nome GB3 mantiene il numero "3" per ribadire il posizionamento nella scalata verso la Formula 1, mentre le lettere "GB" sono un chiaro riferimento alla Gran Bretagna. C'è anche una somiglianza con la precedente GP3, che curiosamente la FIA ha rimpiazzato proprio con l'attuale Formula 3.

26 Lug [7:25]

Spa, gare
Vincono Mansell, Bilinski e Faria

Jacopo Rubino

Annullata nel 2020, la trasferta oltreconfine a Spa-Francorchamps è tornata nel calendario della BRDC British F3 segnando il giro di boa di metà stagione: Zak O'Sullivan resta sempre leader della graduatoria, ma ad aggiudicarsi i successi del weekend sono stati Christian Mansell, Roman Bilinski e Roberto Faria.

Mansell, che in Belgio aveva ben figurato di recente come wild-card in Euroformula Open, è stato la stella di gara 1 disputata sul bagnato: terzo in griglia, l'australiano non è partito benissimo ma al quarto passaggio ha strappato la vetta al compagno O'Sullivan, riuscendo poi a fuggire. Il team Carlin ha così festeggiato la doppietta, mentre Bilinski, terzo, ha centrato il suo primo podio nella categoria in cui ha esordito soltanto nella scorsa tappa.

E proprio il polacco della Arden, già autore di una buona qualifica, ha trionfato in gara 2: scattava quarto, ma alla seconda tornata è salito in vetta, con O'Sullivan di nuovo in piazza d'onore dopo aver piegato il poleman Bart Horsten. Per il capoclassifica, quindi, altri punti importanti per allungare sul principale inseguitore Reece Ushijima, che ha rimediato una penalità di 5" per track limits scivolando ottavo. Mansell ha completato il podio della seconda corsa, superando a sua volta Horsten nel finale.

Gara 3, quella con inversione di griglia, ha visto imporsi Roberto Faria: il brasiliano al penultimo giro ha avuto la meglio sul compagno Mikkel Grundtvig, festeggiando il primo successo personale in British F3. Per la Fortec è stato addirittura 1-2-3: l'esordiente assoluto Hunter Yeany, campione in carica nella F4 degli Stati Uniti, è stato promosso terzo dopo altri 5" di penalità rimediati da Ushijima, che gli aveva soffiato il terzo posto in pista ma è stato retrocesso sesto, giusto davanti a O'Sullivan che ha terminato settimo in rimonta.

Sabato 24 luglio 2021, gara 1

1 - Christian Mansell - Carlin - 8 giri 21'00"734
2 - Zak O'Sullivan - Carlin - 4"462
3 - Roman Bilinski - Arden - 13"575
4 - Tom Lebbon - Elite - 16"383
5 - Bart Horsten - Hitech - 21"096
6 - Javier Sagrera - Elite - 21"905
7 - Sebastian Alvarez - Hitech - 26"157
8 - Hunter Yeany - Fortec - 26"454
9 - Ayrton Simmons - Dittmann - 26"974
10 - Bryce Aron - Carlin - 27"287
11 - Reece Ushijima - Hitech - 29"769
12 - Roberto Faria - Fortec - 30"576
13 - Jose Garfias - Elite - 31"527
14 - Mikkel Grundtvig - Fortec - 32"157
15 - Reema Juffali - Douglas - 37"862
16 - Max Marzorati - Dittmann - 1'05"515

Giro più veloce: Christian Mansell 2'34"821

Sabato 24 luglio 2021, gara 2

1 - Roman Bilinski - Arden - 9 giri 21'12"369
2 - Zak O'Sullivan - Carlin - 0"866
3 - Christian Mansell - Carlin - 2"686
4 - Bart Horsten - Hitech - 3"424
5 - Reece Ushijima - Hitech - 7"017
6 - Sebastian Alvarez - Hitech - 8"157
7 - Javier Sagrera - Elite - 8"727
8 - Tom Lebbon - Elite - 9"725
9 - Roberto Faria - Fortec - 12"909
10 - Ayrton Simmons - Dittmann - 13"352
11 - Bryce Aron - Carlin - 19"067
12 - Reema Juffali - Douglas - 27"368
13 - Mikkel Grundtvig - Fortec - 30"911
14 - Max Marzorati - Dittmann - 55"305
15 - Hunter Yeany - Fortec - 1'24"184

Giro più veloce: Zak O'Sullivan 2'20"467

Ritirati
4° giro - Jose Garfias

Domenica 25 luglio 2021, gara 3

1 - Roberto Faria - Fortec - 9 giri 21'27"179
2 - Mikkel Grundtvig - Fortec - 1"605
3 - Hunter Yeany - Fortec - 2"987
4 - Roman Bilinski - Arden - 5"024
5 - Christian Mansell - Carlin - 6"226
6 - Reece Ushijima - Hitech - 7"336
7 - Zak O'Sullivan - Carlin - 11"778
8 - Ayrton Simmons - Dittmann - 12"099
9 - Bart Horsten - Hitech - 12"419
10 - Jose Garfias - Elite - 14"935
11 - Javier Sagrera - Elite - 16"220
12 - Tom Lebbon - Elite - 16"988
13 - Max Marzorati - Dittmann - 23"871
14 - Bryce Aron - Carlin - 1'03"160
15 - Sebastian Alvarez - Hitech - 2'23"542

Giro più veloce: Reece Ushijima 2'20"934

Ritirati
5° giro - Reema Juffali

Il campionato
1.O'Sullivan 294 punti; 2.Ushijima 216; 3.Mansell 212; 4.Faria 168; 5.Horsten 163; 6.Sagrera 154; 7.Simmons 147; 8.Lebbon 147; 9.Bilinski 138; 10.Connor 138

PrevPage 1 of 10Next

News

GB3
v

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone