formula 1

Maffei (Liberty) a Mario Andretti
"Non vi faremo mai entrare in F1"

Cala il sipario sulle speranze del team Andretti di poter comunque entrare in F1 dopo la bocciatura ricevuta da Liberty Media...

Leggi »
Formula E

Porsche conferma il suo impegno
nel campionato elettrico fino al 2030

Michele Montesano Le prime indiscrezioni erano già trapelate a Montecarlo, si attendeva quindi l’annuncio ufficiale in occas...

Leggi »
24 ore le mans

Porsche conferma Nasr, Tandy e
Jaminet sulla terza 963 LMDh Penske

Michele Montesano Porsche ha ufficializzato la formazione della terza 963 LMDh con cui affronterà la prossima 24 Ore di Le M...

Leggi »
Rally

Rally Italia Sardegna, format compatto
Toyota con Ogier, Sordo su Hyundai

Michele Montesano La 21ª edizione del Rally Italia Sardegna porterà un’interessante novità nel Mondiale Rally. Infatti nell’...

Leggi »
FIA Formula 3

Da Melbourne a Monza
10 eventi per il calendairo '25

E' pronto il calendario 2025 della Formula 3 che conterà dieci eventi e visiterà le medesime piste del 2024. Si partirà d...

Leggi »
FIA Formula 2

Arriva il calendario 2025
14 tappe per 28 gare come nel '24

Con una sensazionale solerzia, F2 e F3 hanno rilasciato alla vigilia del fine settimana di Montecarlo i calendari del 2025. P...

Leggi »
PrevPage 1 of 10Next
12 Mag [22:37]

Jarama, gara 3
La rossa "grazia" Fluxá, Colnaghi penalizzato

Davide Attanasio

Sguardi dubbiosi, nell'immediato dopo gara. Non si sa chi ha vinto, poi arriva la comunicazione: sul circuito di Jarama la classifica dice, per la seconda volta dopo gara 1, Lucas Fluxá (MP Motorsport).

Ma riavvolgiamo il cosiddetto nastro: alla partenza Fluxá, secondo, ha bruciato Mattia Colnaghi (MP Motorsport), che è però riuscito a mantenere la seconda piazza, davanti a Ernesto Rivera e Jan Przyrowski (Campos).

Tra qualche lungo di troppo (vedasi quello di Enzo Tarnvanichkul) la corsa è proseguita senza intoppi, poi il primo imprevisto: Matúš Ryba (Drivex) è rimasto bloccato nella ghiaia. Safety car in pista. Sarà una serie di partenze e ripartenze, dove a ogni restart qualcuno è finito nella ghiaia. È il caso di Andrés Cárdenas (Campos) prima, di Gustaw Wiśniewski (Tecnicar) e, ancora, Tarnvanichkul, poi.

Ma è alla terza ripartenza che è successo l'imponderabile: Colnaghi, nel tentativo disperato di superare Fluxá, è andato a cozzare contro la MP Motorsport del collega iberico, provocandogli la rottura dell'ala anteriore. Senza guidabilità, Lucas è subito dopo andato lungo: bandiera rossa.

Il coup de théâtre è però arrivato qualche minuto dopo: la direzione corse ha deciso di considerare definitiva la situazione del dodicesimo giro, e non quella del quattordicesimo allora in corso. Così facendo Fluxá, nel bel mezzo della ghiaia, ha scoperto di aver vinto. Per Rivera è un epilogo amaro, ma lo è ancora di più per Colnaghi: a seguito della collisione con lo stesso Fluxá l'italiano è stato penalizzato di dieci secondi, e dalla piazza d'onore viene retrocesso in diciassettesima.

Sul podio sono saliti, dunque, Rivera e Przyrowski. Thomas Strauven (Rodin), vincitore di gara 2, ha chiuso in decima posizione, ed è il primo inseguitore di Fluxá con 17 punti da recuperare.

Grande sesto posto per il team Cram con Ádám Hideg, giro veloce per Matteo Quintarelli (Saintéloc) che è andato vicino al podio. Primi punti per il cingalese Yevan David, compagno dello stesso Quintarelli, stesso discorso (primi punti) per Juan Cota, ottavo.

Da segnalare, infine, una collisione tra Peter Bouzinelos (Rodin) e James Egozi (Campos), con l'australiano, qualche ora dopo il termine della gara, penalizzato di 5 posizioni - da scontare nella prima corsa del prossimo appuntamento, a Portimão dal 7 al 9 di giugno - in quanto ritenuto responsabile della dinamica. Egozi, tra le altre cose, è stato costretto al ritiro.

Domenica 12 maggio 2024, gara 3

1 - Lucas Fluxá - MP Motorsport - 12 giri in 21'50"969
2 - Ernesto Rivera - Campos - 1"037
3 - Jan Przyrowski - Campos - 1"970
4 - Matteo Quintarelli - Saintéloc - 3"102
5 - Nathan Tye - Campos - 3"347
6 - Ádám Hideg - Cram - 3"900
7 - Yevan David - Saintéloc - 4"313
8 - Juan Cota - Drivex - 4"802
9 - Keanu Al Azhari - MP Motorsport - 5"026
10 - Thomas Strauven - Rodin - 5"497
11 - René Lammers - MP Motorsport - 6"274
12 - Maciej Gładysz - MP Motorsport - 6"922
13 - Francisco Macedo - Drivex - 7"836
14 - Lenny Ried - Monlau - 8"822
15 - Daniel Nogales - Drivex - 9"797
16 - Griffin Peebles - MP Motorsport - 10"322
17 - Mattia Colnaghi - MP Motorsport - 10"628 *
18 - Lorenzo Castillo - Tecnicar - 10"925
19 - Maximiliano Restrepo - Saintéloc - 11"361
20 - Gabriel Gómez - TC Racing - 12"132
21 - Douwe Dedecker - GRS - 12"987
22 - Cristian Cantú - TC Racing - 14"163
23 - Kirill Kutskov - GRS - 15"421
24 - Rehan Hakim - Monlau - 16"054 
25 - Tim Gerhards - Monlau - 17"332
26 - Wiktor Dobrzanski - Tecnicar - 18"054
27 - Mikkel Pedersen - Drivex - 19"048
28 - Filippo Fiorentino - Cram - 19"535
29 - Enzo Tarnvanichkul - Campos - 20"392
30 - Preston Lambert - Rodin - 41"728 **
31 - Gustaw Wiśniewski - Tecnicar - +2 giri

* 10" di penalità
** 25" di penalità per aver superato Wiktor Dobrzański (Tecnicar) in regime di safety car

Ritirati
Andrés Cárdenas
James Egozi
Peter Bouzinelos
Matúš Ryba

Il campionato
1.Fluxá 52; 2.Strauven 35; 3.Al Azhari 33; 4.Gładysz 25; 5.Rivera, Bouzinelos 20; 7.Tye 16; 8.Przyrowski 15; 9.Quintarelli 14; 10.Egozi, Lammers 10; 12.Hideg 8; 13.Cárdenas, David, Colnaghi 6; 16.Tarnvanichkul, Cota 4; 18.Macedo 1.

12 Mag [15:01]

Jarama, gara 2
Strauven con scioltezza

Davide Attanasio

Un incidente tra tre macchine, il momento clou della seconda gara sul circuito di Jarama. Alla partenza Lucas Fluxá, vincitore di gara 1, Mattia Colnaghi, poleman di gara 3, ed Ernesto Rivera, che partiva dalla quarta posizione, hanno dovuto abdicare sin dalla prima curva: la MP Motorsport di Fluxá è finita sotto la gemella di Colnaghi, con la Tatuus F4 T-421 gestita dal team Campos di Rivera ferma a pochi metri dal "castello" prima descrittovi.

Fortunatamente nessuno si è fatto male, con l'incidente che è oggetto di investigazione da parte dei commissari. Non è da escludere una sanzione per Maciej Gładysz (MP Motorsport), secondo sotto la bandiera a scacchi, incolume ma complice della collisione, in quanto lo si è visto entrare in curva come se in pista non ci fosse nessuno. E invece, davanti, in posizione esterna, c'era Fluxá. Nel dopo gara, il giovane polacco se l'è cavata con una reprimenda.

La festa, a ogni modo, è stata tutta per Thomas Strauven (Rodin), al secondo successo in Spagna dopo la vittoria nella seconda gara sul circuito di Alcañiz nella Formula Winter Series di questo inverno. Il belga - ora in testa alla classifica - ha condotto le operazioni con estrema sicurezza, gestendo un Gładysz rivelatosi inerme.

Dopo la bandiera rossa per le operazioni di sgombero pista, la corsa - ripartita con due giri di safety car - è proseguita senza particolari sussulti. Da menzionare la bellissima lotta tra James Egozi (Campos) e Keanu Al Azhari (MP Motorsport) per la terza posizione, con James autore del primo sorpasso nel primo vero e proprio giro di corsa, e Keanu che non si è dato per vinto e, all'ultima occasione utile, ha restituito il favore firmando anche il giro veloce.

Infine, è sotto indagine un contatto tra Griffin Peebles (MP Motorsport), che a seguito dello stesso si è girato, e Daniel Nogales (Drivex), undicesimo e vicino ai primi punti dell'anno, mentre Nathan Tye (Campos), nel dopo gara, ha subito una penalità di 25 secondi (equivalenti a un drive through) perché i suoi meccanici sono intervenuti sulla vettura dopo il segnale dei 15 secondi (secondo il regolamento tutti i membri del team devono aver lasciato la fast lane al segnale "1 minuto" del pannello). Per questa ragione il britannico, da settimo, è scivolato in ventottesima posizione.

Domenica 12 maggio 2024, gara 2

1 - Thomas Strauven - Rodin - 16 giri in 47'59"043
2 - Maciej Gładysz - MP Motorsport - 0"941
3 - Keanu Al Azhari - MP Motorsport - 1"095
4 - James Egozi - Campos - 1"490
5 - Peter Bouzinelos - Rodin - 2"075
6 - Andrés Cárdenas - Campos - 2"529
7 - Enzo Tarnvanichkul - Campos - 3"916
8 - René Lammers - MP Motorsport - 4"039
9 - Matteo Quintarelli - Saintéloc - 4"220
10 - Daniel Nogales - Drivex - 4"383
11 - Jan Przyrowski - Campos - 4"616
12 - Juan Cota - Drivex - 5"125
13 - Gabriel Gómez - TC Racing - 5"438
14 - Preston Lambert - Rodin - 6"001
15 - Yevan David - Saintéloc - 6"392
16 - Ádám Hideg - Cram - 7"029
17 - Lenny Ried - Monlau - 7"577
18 - Kirill Kutskov - GRS - 7"882
19 - Cristian Cantú - TC Racing - 8"214
20 - Douwe Dedecker - GRS - 8"349
21 - Filippo Fiorentino - Cram - 8"817
22 - Wiktor Dobrzanski - Tecnicar - 9"890
23 - Griffin Peebles - MP Motorsport - 10"406
24 - Tim Gerhards - Monlau - 11"963
25 - Matúš Ryba - Drivex - 12"416
26 - Gustaw Wiśniewski - Tecnicar - 12"812
27 - Lorenzo Castillo - Tecnicar - 13"325
28 - Nathan Tye - Campos - 28"028 *
29 - Mikkel Pedersen - Drivex - +1 giro
30 - Francisco Macedo - Drivex - +1 giro
31 - Maximiliano Restrepo - Saintéloc - +4 giri
32 - Rehan Hakim - Monlau - +4 giri

* 25" di penalità

Ritirati
Lucas Fluxá
Ernesto Rivera
Mattia Colnaghi

Il campionato
1.Strauven 34; 2.Al Azhari 31; 3.Fluxá 27; 4.Gładysz 25; 5.Bouzinelos 20; 6.Egozi, Lammers, Tye 10; 9.Cárdenas, Colnaghi 6; 11.Tarnvanichkul 4; 12.Rivera 2; 13.Macedo, Quintarelli 1.

12 Mag [11:20]

Jarama, qualifica 2
Colnaghi sbanca: è pole position

Davide Attanasio

Un italiano in pole nella F4 spagnola: è successo che Mattia Colnaghi (MP Motorsport), classe 2008 al primo anno in monoposto, dopo un 2023 ricco di soddisfazioni nel karting, ha messo tutti nel sacco e scatterà davanti a tutti nella terza gara in programma sul circuito di Jarama, visto e considerato che per gara 2 valgono i secondi migliori giri di ciascuno (fanno fede i secondi migliori giri della qualifica 1, quindi quella di ieri). 

E proprio per la seconda corsa ci sono delle novità, derivanti dalle investigazioni di gara 1: la macchina numero 50 di Tim Gerhards (Monlau) è stata penalizzata di tre posizioni sulla griglia di gara 2 per aver causato una collisione con il compagno Lenny Ried. Cinque, invece, le posizioni di arretramento per Matteo Quintarelli (Saintéloc), reo di aver causato una collisione con James Egozi (Campos), forzandolo fuori pista e costringendolo al ritiro.

Tornando alla qualifica, Colnaghi si è tolto dalle acque torbide nel finale di sessione, che al suo inizio lo vedeva invischiato attorno ai margini della top 20. Battuto il poleman di gara 1, Lucas Fluxá, che ha subito quello che aveva inflitto a Keanu Al Azhari nella giornata di ieri: la beffa.

A proposito di Al Azhari (MP Motorsport), l'emiratino non ha fatto meglio di sedicesimo, ma sono in tanti ad aver mancato l'appuntamento con un giro dignitoso: Peter Bouzinelos (Rodin), quinto nelle qualifiche di ieri, partirà dodicesimo, ma è andata peggio a Maciej Gładysz (MP Motorsport), solo diciannovesimo, e Griffin Peebles (MP Motorsport), addirittura ventitreesimo. 

Si rivede Andrés Cárdenas (Campos), quinto, beffato da un Jan Przyrowski (Campos) - quarto - più all'altezza delle aspettative scaturite (anche) dalle sue prestazioni nelle libere. Colpisce, infine, il salto quantico dell'ungherese Ádám Hideg con la Tatuus ben preparata dal team Cram, che deve aver trovato una cosa che nelle precedenti sessioni non era riuscito a trovare: la confidenza.

Domenica 12 maggio 2024, qualifica 2


1 - Mattia Colnaghi - MP Motorsport - 1'31"821
2 - Lucas Fluxá - MP Motorsport - 1'31"908
3 - Ernesto Rivera - Campos - 1'31"931
4 - Jan Przyrowski - Campos - 1'32"006
5 - Andrés Cárdenas - Campos - 1'32"054
6 - Thomas Strauven - Rodin - 1'32"091
7 - Ádám Hideg - Cram - 1'32"142
8 - Matteo Quintarelli - Saintéloc - 1'32"145 **
9 - Enzo Tarnvanichkul - Campos - 1'32"147
10 - James Egozi - Campos - 1'32"216
11 - Nathan Tye - Campos - 1'32"238
12 - Juan Cota - Drivex - 1'32"240
13 - Peter Bouzinelos - Rodin - 1'32"250
14 - Francisco Macedo - Drivex - 1'32"285
15 - Yevan David - Saintéloc - 1'32"313
16 - Keanu Al Azhari - MP Motorsport - 1'32"330
17 - René Lammers - MP Motorsport - 1'32"358
18 - Preston Lambert - Rodin - 1'32"367
19 - Maciej Gładysz - MP Motorsport - 1'32"469
20 - Lenny Ried - Monlau - 1'32"558
21 - Daniel Nogales - Drivex - 1'32"583
22 - Filippo Fiorentino - Cram - 1'32"585
23 - Griffin Peebles - MP Motorsport - 1'32"601
24 - Gustaw Wiśniewski - Tecnicar - 1'32"672 
25 - Tim Gerhards - Monlau - 1'32"680 *
26 - Cristian Cantú - TC Racing - 1'32"717
27 - Kirill Kutskov - GRS - 1'32"734
28 - Mikkel Pedersen - Drivex - 1'32"734
29 - Gabriel Gómez - TC Racing - 1'32"877
30 - Matúš Ryba - Drivex - 1'32"951
31 - Maximiliano Restrepo - Saintéloc - 1'32"995
32 - Rehan Hakim - Monlau - 1'33"081
33 - Lorenzo Castillo - Tecnicar - 1'33"122
34 - Douwe Dedecker - GRS - 1'33"143
35 - Wiktor Dobrzanski - Tecnicar - 1'33"180

* 3 posizioni da scontare sulla griglia di gara 2
** 5 posizioni da scontare sulla griglia di gara 2

11 Mag [20:43]

Jarama, gara 1
Fluxá si conferma, Al Azhari beffa Strauven

Davide Attanasio

È un sabato dolcissimo per Lucas Fluxá (MP Motorsport), che dopo undici giri al comando - prima della decisiva bandiera rossa esposta a sei minuti e un giro dalla fine della corsa, dichiarata poi conclusa - ha vinto la gara inaugurale della F4 spagnola sul circuito di Jarama. Lo ha fatto cedendo per pochi attimi la prima posizione in partenza, per poi riprendersi una vetta mai messa davvero in discussione.

Ci ha provato, Thomas Strauven (Rodin), mettendo pressione su Lucas a suon di giri veloci (e, a proposito, il punto della tornata più rapida l'ha ottenuto lui), e però sia la natura - tortuosa - del circuito di Jarama (la vittoria di Gilles Villeneuve nel 1981 ha fatto la storia) che la brillantezza del giovane iberico hanno avuto la meglio sul belga, che ha poi anche perso la seconda piazza ai danni di Keanu Al Azhari (MP Motorsport).

Da quinto a quarto Peter Bouzinelos (Rodin), da sesto a quinto Maciej Gładysz (MP Motorsport): per loro due gare solide che consentono all'australiano e al polacco di iniziare il campionato con il piglio giusto. Sesto un ottimo René Lammers (MP Motorsport), che si è fatto strada a suon di sorpassi, poi Nathan Tye (Campos) seguito da un Mattia Colnaghi (MP Motorsport) che ha perso quattro posizioni, ma ha un potenziale importante tutto da scoprire.

Chiudono la zona punti Ernesto Rivera (Campos) e Francisco Macedo (Drivex), che decimo è partito e decimo ha concluso. Gare no da parte di Matteo Quintarelli (Saintéloc) e Filippo Fiorentino (Cram), che si è anche girato, gare incoraggianti per Kirill Kutskov (GRS) e - dopo la deludente qualifica - Jan Przyrowski (Campos), fuori dai punti, ma autori di pregevoli rimonte.

Ritirato il solo James Egozi (Campos), con Cristian Cantú (TC Racing) e Douwe Dedecker (GRS) classificati seppur protagonisti dei guai (di meccanica per il messicano, di guida per il belga) decisivi per l'esposizione della rossa. A un giro Daniel Nogales (Drivex).

Da segnalare che la gara era iniziata con la ripetizione del giro di formazione, prima della partenza effettiva. Nel primo giro c'è stato un contatto tra Tim Gerhards (Monlau) e il suo compagno Lenny Ried, speronato dall'olandese (la collisione sarà oggetto di investigazione), che si è successivamente reso protagonista di una piroetta. Infine, sono sotto investigazione le procedure di partenza di Rehan Hakim (Monlau) e Gustaw Wiśniewski (Tecnicar).

Sabato 11 maggio 2024, gara 1

1 - Lucas Fluxá - MP Motorsport - 11 giri in 18'05"579
2 - Keanu Al Azhari - MP Motorsport - 1"192
3 - Thomas Strauven - Rodin - 1"405
4 - Peter Bouzinelos - Rodin - 2"131
5 - Maciej Gładysz - MP Motorsport - 2"526
6 - René Lammers - MP Motorsport - 2"774
7 - Nathan Tye - Campos - 3"485
8 - Mattia Colnaghi - MP Motorsport - 3"969
9 - Ernesto Rivera - Campos - 4"508
10 - Francisco Macedo - Drivex - 5"077
11 - Andrés Cárdenas - Campos - 5"425
12 - Enzo Tarnvanichkul - Campos - 5"983
13 - Griffin Peebles - MP Motorsport - 6"060
14 - Jan Przyrowski - Campos - 6"145
15 - Yevan David - Saintéloc - 6"601
16 - Mikkel Pedersen - Drivex - 7"112
17 - Preston Lambert - Rodin - 7"505
18 - Gabriel Gómez - TC Racing - 8"096
19 - Juan Cota - Drivex - 8"857
20 - Kirill Kutskov - GRS - 9"260
21 - Maximiliano Restrepo - Saintéloc - 9"458
22 - Lorenzo Castillo - Tecnicar - 10"127
23 - Ádám Hideg - Cram - 12"101
24 - Douwe Dedecker - GRS - 12"226
25 - Matúš Ryba - Drivex - 12"535
26 - Gustaw Wiśniewski - Tecnicar - 13"216
27 - Lenny Ried - Monlau - 13"341
28 - Cristian Cantú - TC Racing - 13"481
29 - Rehan Hakim - Monlau - 13"974
30 - Wiktor Dobrzanski - Tecnicar - 15"318
31 - Filippo Fiorentino - Cram - 16"014
32 - Matteo Quintarelli - Saintéloc - 16"594
33 - Tim Gerhards - Monlau - 51"141
34 - Daniel Nogales - Drivex - +1 giro

Ritirati
James Egozi

Il campionato
1.Fluxá 27; 2.Al Azhari 18; 3.Strauven 16; 4.Bouzinelos 12; 5.Gładysz 10; 6.Lammers 8; 7.Tye 6; 8.Colnaghi 4; 9.Rivera 2; 10.Macedo 1.

11 Mag [17:22]

Jarama, qualifica 1
Fluxá fa il colpaccio, delude Przyrowski

Davide Attanasio

Se questo non è un colpaccio, quello di Lucas Fluxá (MP Motorsport) nella prima qualifica sul circuito di Jarama è un gran bel pezzo di bravura: lo spagnolo, fratello del più noto Lorenzo (sulla destra nella foto di copertina), impegnato in ELMS e nella Euroformula Open, (dove una gara l'ha vinta in entrambe le categorie) ha letteralmente beffato il compagno Keanu Al Azhari, relegandolo al secondo posto proprio allo scadere dei venti minuti della qualifica. La pista, rispetto alle due free practice, è risultata essere di qualche decimo - quasi un secondo - più lenta.

E dire che, nelle stesse libere, Jan Przyrowski (Campos) aveva fatto faville, ma, per l'appunto, erano prove libere. Quando il cronometro ha detto "ora comando io", il giovane polacco ha steccato, concludendo solamente in diciottesima posizione (poi penalizzato con cinque posizioni sulla griglia di gara 1 per aver attraverstato la linea bianca nelle FP2 mentre usciva dalla pit lane): avrà certamente modo di rifarsi. 

Dopo Fluxá e Al Azhari, ecco Thomas Strauven (Rodin), ottimo terzo dopo aver condotto il secondo turno libero. Molto bene Mattia Colnaghi (MP Motorsport), quarto alla sua prima qualifica della F4 spagnola. Un inizio decisamente positivo per il vincitore del Richard Mille Academy 2023. Colnaghi ha preceduto Peter Bouzinelos (Rodin) e Maciej Gładysz (MP Motorsport): considerando l'andazzo delle libere, non c'è male per il ragazzo di Tarnów.

Settimo, ottavo e nono il trio Campos composto da Ernesto Rivera, James Egozi e Nathan Tye, con Francisco Macedo (Drivex) in una sorprendente decima posizione. Andrés Cárdenas (Campos) è solo dodicesimo, davanti a un Matteo Quintarelli (Saintéloc) che avrebbe potuto ambire a qualcosa di più.

Sabato 11 maggio 2024, qualifica 1

1 - Lucas Fluxá - MP Motorsport - 1'32"815
2 - Keanu Al Azhari - MP Motorsport - 1'32"835
3 - Thomas Strauven - Rodin - 1'32"883
4 - Mattia Colnaghi - MP Motorsport - 1'32"997
5 - Peter Bouzinelos - Rodin - 1'33"030
6 - Maciej Gładysz - MP Motorsport - 1'33"124
7 - Ernesto Rivera - Campos - 1'33"134
8 - James Egozi - Campos - 1'33"142
9 - Nathan Tye - Campos - 1'33"173
10 - Francisco Macedo - Drivex - 1'33"202
11 - René Lammers - MP Motorsport - 1'33"206
12 - Andrés Cárdenas - Campos - 1'33"214
13 - Matteo Quintarelli - Saintéloc - 1'33"251
14 - Griffin Peebles - MP Motorsport - 1'33"306
15 - Enzo Tarnvanichkul - Campos - 1'33"325
16 - Maximiliano Restrepo - Saintéloc - 1'33"328
17 - Yevan David - Saintéloc - 1'33"393
18 - Jan Przyrowski - Campos - 1'33"397 *
19 - Daniel Nogales - Drivex - 1'33"448
20 - Juan Cota - Drivex - 1'33"452
21 - Preston Lambert - Rodin - 1'33"527
22 - Mikkel Pedersen - Drivex - 1'33"552
23 - Lenny Ried - Monlau - 1'33"564
24 - Gabriel Gómez - TC Racing - 1'33"590
25 - Cristian Cantú - TC Racing - 1'33"674
26 - Ádám Hideg - Cram - 1'33"681
27 - Tim Gerhards - Monlau - 1'33"784
28 - Lorenzo Castillo - Tecnicar - 1'33"816
29 - Wiktor Dobrzanski - Tecnicar - 1'33"818
30 - Rehan Hakim - Monlau - 1'33"950
31 - Gustaw Wiśniewski - Tecnicar - 1'33"963
32 - Kirill Kutskov - GRS - 1'33"981
33 - Douwe Dedecker - GRS - 1'33"985
34 - Filippo Fiorentino - Cram - 1'34"026
35 - Matúš Ryba - Drivex - 1'34"351

* partirà 23° a causa di una penalità di 5 posizioni da scontare sulla griglia di gara 1

11 Mag [14:36]

Jarama, libere 2
Strauven su Przyrowski, terzo Colnaghi

Davide Attanasio

Ottavo dopo le prime libere, Thomas Strauven (Rodin) ha fatto un bel salto e, migliorando di circa quattro decimi la prestazione della mattina (malgrado una pista molto più calda), ha chiuso davanti a tutti la seconda sessione di libere sul circuito di Jarama. Tutti compreso Jan Przyrowski (Campos), comunque buon secondo e indiziato principale per la pole position nelle qualifiche di questo pomeriggio. 

Sulla falsa riga della sessione di qualche ora or sono, sono i rookie a farla da padrone: Mattia Colnaghi (MP Motorsport) è terzo con Ernesto Rivera (Campos) subito dietro. James Egozi (Campos), sesto prima, ora è quinto, con Matteo Quintarelli, passaporto emiratino, sangue italiano con tanta (poca) vita vissuta tra Perù, Mozambico, Bahrein e infine Dubai, Emirati Arabi Uniti, è sesto. Tra gli altri, grandi progressi - sempre rispetto alla FP1 - per René Lammers (MP Motorsport), ottavo da ventiquattresimo.

Brillanti ancora non sono, invece, i protagonisti della Winter Series: Andrés Cárdenas (Campos) è decimo, ma fanno peggio - posto il fatto che sono solo libere - Maciej Gładysz (MP Motorsport), sedicesimo, e soprattutto Griffin Peebles (MP Motorsport), ventunesimo.

Nessuna interruzione ha scombussolato i programmi di ciascuno, se non che l'inizio dell'attività era stato posticipato di una ventina di minuti per la presenza di olio sul tracciato sito a San Sebastián de los Reyes, circa venti chilometri a nord di Madrid.

Sabato 11 maggio 2024, libere 2

1 - Thomas Strauven - Rodin - 1'31"938
2 - Jan Przyrowski - Campos - 1'32"104
3 - Mattia Colnaghi - MP Motorsport - 1'32"289
4 - Ernesto Rivera - Campos - 1'32"309
5 - James Egozi - Campos - 1'32"331
6 - Matteo Quintarelli - Saintéloc - 1'32"333
7 - Nathan Tye - Campos - 1'32"442
8 - René Lammers - MP Motorsport - 1'32"477
9 - Keanu Al Azhari - MP Motorsport - 1'32"546
10 - Andrés Cárdenas - Campos - 1'32"554
11 - Peter Bouzinelos - Rodin - 1'32"582
12 - Yevan David - Saintéloc - 1'32"614
13 - Enzo Tarnvanichkul - Campos - 1'32"658
14 - Gabriel Gómez - TC Racing - 1'32"698
15 - Daniel Nogales - Drivex - 1'32"709
16 - Maciej Gładysz - MP Motorsport - 1'32"747
17 - Preston Lambert - Rodin - 1'32"793
18 - Ádám Hideg - Cram - 1'32"804
19 - Lucas Fluxá - MP Motorsport - 1'32"824
20 - Tim Gerhards - Monlau - 1'32"825
21 - Griffin Peebles - MP Motorsport - 1'32"864
22 - Lenny Ried - Monlau - 1'32"950
23 - Maximiliano Restrepo - Saintéloc - 1'32"963
24 - Filippo Fiorentino - Cram - 1'33"008
25 - Cristian Cantú - TC Racing - 1'33"035
26 - Gustaw Wiśniewski - Tecnicar - 1'33"057
27 - Kirill Kutskov - GRS - 1'33"158
28 - Matúš Ryba - Drivex - 1'33"240
29 - Mikkel Pedersen - Drivex - 1'33"255
30 - Francisco Macedo - Drivex - 1'32"258
31 - Juan Cota - Drivex - 1'33"301
32 - Wiktor Dobrzanski - Tecnicar - 1'33"342
33 - Lorenzo Castillo - Tecnicar - 1'33"378
34 - Douwe Dedecker - GRS - 1'33"507
35 - Rehan Hakim - Monlau - 1'33"710

11 Mag [12:16]

Jarama, libere 1
Przyrowski subito al top

Davide Attanasio

"Quest'anno il mio obiettivo è vincere il campionato". E bisogna dire che, se è vero che chi ben comincia è a metà dell'opera, Jan Przyrowski (Campos), al debutto in monoposto dopo una brillante carriera nel karting, è già a buon punto: prima posizione nella prima sessione di prove libere ufficiali del campionato di F4 spagnolo - che parte questo fine settimana sul circuito di Jarama - vinto da piloti come Verschoor (2016, anno di debutto della serie) e Lundgaard (nel 2017), e che l'anno scorso ha visto trionfare Théophile Naël con il team Saintéloc. Tutti i piloti guideranno delle Tatuus F4-T421 motorizzate Abarth e gommate Hankook.

Tornando alla cronaca, il polacco ha preceduto due dei suoi cinque compagni di team, vale a dire Ernesto Rivera e il britannico Nathan Tye, che come Jan sono rookie. Quarto Keanu Al Azhari (MP Motorsport), nono l'anno scorso, con il secondo classificato della Winter Series 2024 (serie legata alla F4 spagnola che si disputa, come suggerisce il nome, in inverno) Andrés Cárdenas (Campos) a chiudere le prime cinque posizioni. 

Per il campione FWS, Griffin Peebles (MP Motorsport) solo un undicesimo posto, dietro (tra gli altri) al compagno Mattia Colnaghi, alla prima esperienza nella categoria, e a Matteo Quintarelli (Saintéloc), ultimo dei dieci. Da sottolineare, inoltre, come il miglior rookie della già menzionata Winter Series, Maciej Gładysz, non abbia fatto meglio del quattordicesimo posto. 

Infine, i quaranta minuti di sessione sono stati solo marginalmente condizionati dall'esperienza negativa occorsa a Kirill Kutskov (GRS), russo con licenza kirghisa, terzo nel primo campionato di F4 saudita, che - impantanatosi nella ghiaia in curva 3 - ha costretto la direzione corse a esporre una bandiera rossa di dieci minuti. Kirill, per dovere di cronaca, è poi riuscito a completare qualche giro nelle fasi conclusive.  

Sabato 11 maggio 2024, libere 1

1 - Jan Przyrowski - Campos - 1'31"896
2 - Ernesto Rivera - Campos - 1'31"985
3 - Nathan Tye - Campos - 1'32"066
4 - Keanu Al Azhari - MP Motorsport - 1'32"096
5 - Andrés Cárdenas - Campos - 1'32"122
6 - James Egozi - Campos - 1'32"209
7 - Mattia Colnaghi - MP Motorsport - 1'32"268
8 - Thomas Strauven - Rodin - 1'32"277
9 - Gabriel Gómez - TC Racing - 1'32"300
10 - Matteo Quintarelli - Saintéloc - 1'32"342
11 - Griffin Peebles - MP Motorsport - 1'32"360
12 - Enzo Tarnvanichkul - Campos - 1'32"373
13 - Juan Cota - Drivex - 1'32"417
14 - Maciej Gładysz - MP Motorsport - 1'32"494
15 - Preston Lambert - Rodin - 1'32"656
16 - Lenny Ried - Monlau - 1'32"665
17 - Daniel Nogales - Drivex - 1'32"671
18 - Filippo Fiorentino - Cram - 1'32"697
19 - Lucas Fluxá - MP Motorsport - 1'32"752
20 - Mikkel Pedersen - Drivex - 1'32"784
21 - Francisco Macedo - Drivex - 1'32"857
22 - Maximiliano Restrepo - Saintéloc - 1'32"904
23 - Douwe Dedecker - GRS - 1'32"914
24 - René Lammers - MP Motorsport - 1'32"931
25 - Yevan David - Saintéloc - 1'32"945
26 - Ádám Hideg - Cram - 1'32"968
27 - Tim Gerhards - Monlau - 1'33"023
28 - Matúš Ryba - Drivex - 1'33"023
29 - Peter Bouzinelos - Rodin - 1'33"110
30 - Lorenzo Castillo - Tecnicar - 1'33"264
31 - Wiktor Dobrzanski - Tecnicar - 1'33"367
32 - Kirill Kutskov - GRS - 1'33"459
33 - Rehan Hakim - Monlau - 1'33"460
34 - Gustaw Wiśniewski - Tecnicar - 1'33"591
35 - Cristian Cantú - TC Racing - 1'33"649

10 Mar [17:44]

WS a Montmelò - Gara 2
Peebles campione tra le safety-car

Massimo Costa

Australiano, nato a Shanghai , figlio del mondo di oggi, Griffin Peebles si è imposto nella durissima Winter Series F4 spagnola organizzata dai tedeschi di Gedlich. Un boom incredibile quello vissuto dalla serie lanciata un anno fa con pochissimi iscritti e vinta da Kacper Sztuka in quello che praticamente era un monomarca del team US Racing. Ma l'accordo stipulato con gli organizzatori della F4 spagnola la scorsa estate, ha stravolto tutto portando in pista mediamente 37 piloti nei quattro appuntamenti in calendario e squadre della F4 spagnola e anche italiana. Un successo paragonabile a quello della F4 UAE. 

Peebles nel 2023 si è fatto le ossa nella F4 spagnola, italiana e inglese, maturando numerose esperienze. Gestito dagli italiani del ProRacing di Cioci-Fisichella, questo ragazzo con MP Motorsport si è giocato la Winter Series fino all'ultima corsa di Montmelò trovando in Andres Cardenas, anche lui al secondo anno nella categoria, un valido avversario. Peebles si è imposto in gara 2 precedendo proprio il peruviano del team Campos, che in realtà aveva poche speranze di aggiudicarsi la Winter Series.

La gara finale però, è stata interrotta ben tre volte dall'intervento della safety-car e in realtà si è corso molto poco. Al terzo posto ha concluso Gianmarco Pradel, che ha cancellato il podio buttato nella ghiaia nella precedente gara. Bravo al quarto posto il debuttante Nathan Tye, che aveva siglato a sorpresa la pole. Flavio Olivieri, ottimo settimo in griglia, si è mosso in netto anticipo tanto che dopo pochi metri era già a fianco di Peebles e Tye che si trovavano in prima fila e alla prima curva è transitato secondo. Inevitabile il drive through che lo ha precipitato in fondo alla classifica. 

La prima safety-car è intervenuta per l'uscita di pista di Edouard Borgna, la seconda per il contatto tra Maciej Gladysz e Matheus Ferreira spedito contro il muro e l'ultima per Arthur Dorison finito in ghiaia.

Domenica 10 marzo 2024, gara 2

1 - Griffin Peebles - MP Motorsport - 13 giri
2 - Andres Cardenas - Campos - 1"371
3 - Gianmarco Pradel - US Racing - 3"247
4 - Nathan Tye - Campos - 4"182
5 - Kabir Anurag - US Racing - 4"809
6 - Keanu Al Azhari - MP Motorsport - 5"237
7 - Douwe Dedecker - GRS - 6"136
8 - Enea Frey - Jenzer - 6"551
9 - Reno Francot - GRS - 6"975
10 - Lucas Fluxa - MP Motorsport - 7"414
11 - Enzo Tarnvanichkul - Campos - 8"355
12 - Maciej Gladysz - MP Motorsport - 8"985
13 - Akshay Bohra - US Racing - 9"299
14 - Peter Bouzinelos - MP Motorsport - 9"826
15 - Maxim Rehm - US Racing - 10"428
16 - Finn Harrison - Campos - 10"804
17 - Francisco Macedo - Drivex - 11"139
18 - Mikkell Pedersen - Drivex - 11"287
19 - Ernesto Rivera - Campos - 12"138
20 - René Lammers - MP Motorsport - 12"863
21 - Jan Przyrowski - Campos - 13"087
22 - Preston Lambert - Rodin - 14"143
23 - Thomas Strauven - Rodin - 14"766
24 - Lenny Ried - Monlau - 14"981
25 - Wictor Dobrzanski - Tecnicar - 15"472
26 - Ella Lloyd - Rodin - 15"863
27 - Lorenzo Castillo - Tecnicar - 16"374
28 - Nathanael Berreby - Maffi - 18"982
29 - Filippo Fiorentino - Cram - 34"807
30 - Jack Beeton - US Racing - 36"742
31 - Flavio Olivieri - Cram - 46"851

Ritirati
Arthur Dorison
Adam Hideg
Matheus Ferreira
Oleksandr Savinkov
Edouard Borgna

Il campionato
1.Peebles 175; 2.Cárdenas 152; 3.Gladysz 92; 4.Pradel 79; 5.Ferreira 75; 6.Cota 64; 7.Pedersen, Al Azhari 55; 9.Egozi 54; 10.Bohra 53; 11.Beeton 51; 12.Strauven 30; 13.Fluxa 27; 14.Anurag 25; 15.Rivera 23; 16.Dedecker 21; 17.Colnaghi 16; 18.Lammers 14; 19.Tye 15; 20.Francot 12; 21.Hideg 10; 22.Rehm 9; 23.Hodenius, Przyrowski 6; 25.F.Olivieri, Frey 4; 27.Weisenburger, E.Olivieri 2; 29.F.Harrison, Bouzinelos 1.

10 Mar [15:20]

WS a Montmelò - Gara 1
Peebles contiene Cardenas

Massimo Costa

Finalmente con pista asciutta, si è svolta la prima gara di Montmelò, la penultima della avvincente serie Winter Series della F4 spagnola. La vittoria è andata a Griffin Peebles, partito dalla pole (per gara 1 sono stati presi in considerazione i migliori secondi tempi dell'unica qualifica che si è tenuta) ha avuto la meglio su Andres Cardenas, partito terzo. Un bel confronto che ha premiato il pilota di MP Motorsport, già leader della classifica generale che così ha allungato ulteriormente sul peruviano di Campos.

Buon terzo posto per Ernesto Rivera, quinto in griglia. Superato da Gianmarco Pradel, Rivera è tornato terzo quando il pilota di US Racing si è insabbiato al 10° giro dei 16 percorsi. Nathan Tye, in prima fila sullo schieramento e autore della pole assoluta che varrà per gara 2, è presto scivolato a fondo gruppo per un errore. Quarto ha così terminato Maciej Gladysz che ha avuto la meglio su un tenace Reno Francot, alla prima apparizione nella Winter Series. con il team GRS. 

Bella gara di Flavio Olivieri, nono al traguardo con la monoposto del team Cram. Partito 12esimo, il romano è entrato presto in zona punti, poi ha duellato con Matheus Ferreira. Il brasiliano è poi stato urtato da Douwe Dedecker alla prima curva e Olivieri ne ha ben approfittato. La corsa è così finita in safety-car iintervenuta proprio per l'uscita di Ferreira. La vettura staffetta era entrata anche al 1° giro per il contatto innescato da Edouard Borgna, finito contro Ella Lloyd alla prima curva dopo il via, e per l'uscita di Lorenzo Castillo.

Domenica 10 marzo 2024, gara 1

1 - Griffin Peebles - MP Motorsport - 16 giri 35'51"291
2 - Andres Cardenas - Campos - 0"354
3 - Ernesto Rivera - Campos - 0"980
4 - Maciej Gladysz - MP Motorsport - 2"667
5 - Reno Francot - GRS - 2"981
6 - Lucas Fluxa - MP Motorsport - 3"326
7 - Jan Przyrowsky - Campos - 3"712
8 - Akshay Bohra - US Racing - 3"929
9 - Flavio Olivieri - Cram - 4"117
10 - Keanu Al Azhari - MP Motorsport - 5"285
11 - Douwe Dedecker - GRS - 7"976
12 - Jack Beeton - US Racing - 8"096
13 - Arthur Dorison - Jenzer - 8"296
14 - Mikkel Pedersen - Drivex - 8"793
15 - Kabir Anurag - US Racing - 9"439
16 - Francisco Macedo - Drivex - 9"677
17 - Maxim Rehm - US Racing - 10"030 **
18 - Enea Frey - Jenzer - 10"517
19 - René Lammers - MP Motorsport - 11"841
20 - Adam Hideg - Jenxer - 12"677
21 - Peter Bouzinelos - MP Motorsport - 14"151
22 - Thomas Strauven - Rodin - 14"428
23 - Oleksandr Savinkov - AKM - 14"862
24 - Enzo Tarnvanichkul - Campos - 15"523
25 - Filippo Fiorentino - Cram - 15"595
26 - Nathan Tye - Campos - 15"610 **
27 - Preston Lambert - Rodin - 17"413
28 - Leinny Ried - Monlau - 17"425 **
29 - Wiktor Dobrzanski - Tecnicar - 18"035
30 - Nathanael Berreby - Maffi - 20"812
31 - Finn Harrison - Campos - 24"927 **

** 5° di penalità

Ritirati
Matheus Ferreira
Edouard Borgna
Ella Lloyd
Lorenzo Castillo

Il campionato
1.Peebles 149; 2.Cárdenas 134; 3.Gladysz 92; 4.Ferreira 75; 5.Cota, Pradel 64; 7.Pedersen 55; 8.Egozi 54; 9.Bohra 53; 10.Beeton 51; 11.Al Azhari 47; 12.Strauven 30; 13.Fluxa 26; 14.Rivera 23; 15.Colnaghi 16; 16.Dedecker, Anurag 15; 18.Lammers 14; 19.Hideg, Francot 10; 21.Rehm 9; 22.Hodenius, Przyrowski 6; 24.F.Olivieri 4; 25.Tye 3; 26.Weisenburger, E.Olivieri 2; 28.F.Harrison, Bouzinelos 1.

10 Mar [9:45]

WS a Montmelò, qualifica
Tye soffia la pole a Peebles

Massimo Costa

Messa alle spalle la giornata da tregenda di ieri, la Formula Winter Series è riuscita a tornare in pista a Montmelò benché le condizioni non siano state delle migliori. L'asfalto umido e una temperatura vicino ai 10 gradi hanno accolto l'unica qualifica che si è tenuta nella tappa finale della categoria che vedrà lo svolgimento di due gare anziché tre.

E' stata una sessione difficile con la pista che diveniva veloce giro dopo giro e che ha visto molti dei protagonisti abituali ritrovarsi a centro classifica o addirittura nelle ultime posizioni. I due principali contendenti per il titolo invece, sono riusciti a rimanere nelle zone alte della graduatoria. Il leader Griffin Peebles stava per festeggiare la pole quando Nathan Tye, transitato praticamente per ultimo alla bandiera a scacchi, si è preso il primo tempo in 1'53"631 contro l'1'54"262 del rivale di MP Motorsport.

Terza prestazione per Kabir Anurag di US Racing, una delle sue migliori qualifiche, che ha preceduto Jan Przyrowsky e Andres Cardenas, secondo in campionato, è quinto davanti a Douwe Dedecker e a un bravo Flavio Olivieri che ha trovato la giusta via per segnare il settimo tempo con la Tatuus del team Cram. Alle sue spalle, due piloti non abituati alla top 10, Adam Hideg ed Enea Frey del team Jenzer.

Per trovare gli altri protagonisti della classifica generale, dobbiamo scendere al 12esimo posto, dove c'è Matheus Ferreira, e al 20esimo dove troviamo Keanu Al Azhari, mattatore del precedente appuntamento di Alcaniz. L'emiratino precede Jack Beeton, col quale si è giocato le prime posizioni la scorsa settimana. Akshay Bohra è 23esimo mentre Maciej Gladysz, miglior rookie della Winter Series, è 26esimo. René Lammers inizialmente dato per sesto, è poi stato retrocesso 30esimo per track limits nel suo giro finale. Mikkel Pedersen è invece uscito di pista. Da segnalare l'assenza di Juan Cota a questo appuntamento.

Domenica 10 marzo 2024, qualifica

1 - Nathan Tye - Campos - 1'53"631
2 - Griffin Peebles - MP Motorsport - 1'54"262
3 - Kabir Anurag - US Racing - 1'54"355
4 - Jan Przyrowski - Campos - 1'54"510
5 - Andres Cardenas - Campos - 1'54"623
6 - Douwe Dedecker - GRS - 1'54"729
7 - Flavio Olivieri - Cram - 1'54"750
8 - Adam Hideg - Jenzer - 1'54"949
9 - Enea Frey - Jenzer - 1'55"043
10 - Gianmarco Pradel - US Racing - 1'55"118
11 - Thomas Strauven - Rodin - 1'55"266
12 - Matheus Ferreira - US Racing - 1'55"285
13 - Reno Francot - GRS - 1'55"331
14 - Lucas Fluxa - MP Motorsport - 1'55"602
15 - Arthur Dorison - Jenzer - 1'55"621
16 - Preston Lambert - Rodin - 1'55"628
17 - Ella Lloyd - Rodin - 1'55"686
18 - Ernesto Rivera - Campos - 1'55"850
19 - Edouard Borgna - Jenzer - 1'56"018
20 - Keanu Al Azhari - MP Motorsport - 1'56"098
21 - Jack Beeton - US Racing - 1'56"101
22 - Peter Bouzinelos - MP Motorsport - 1'56"130
23 - Akshay Bohra - US Racing - 1'56"137
24 - Lorenzo Castillo - Tecnicar - 1'56"201
25 - Enzo Tarnvanichkul - Campos - 1'56"324
26 - Maciej Gladysz - MP Motorsport - 1'56"375
27 - Maxim Rehm - US Racing - 1'56"478
28 - Francisco Macedo - Drivex - 1'56"506
29 - Lenny Ried - Monlau - 1'56"758
30 - René Lammers - MP Motorsport - 1'54"570
31 - Finn Harrison - Campos - 1'57"124
32 - Mikkel Pedersen - Drivex - 1'57"487
33 - Filippo Fiorentino - Cram - 1'57"968
34 - Oleksandr Savinkov - AKM - 1'58"862
35 - Wictor Dobrzanski - Tecnicar - 1'59"948
36 - Nathanael Berreby - Maffi - 2'03"193

PrevPage 1 of 10Next

News

F4 Spanish
v

FirstPrevPage 1 of 3NextLast
FirstPrevPage 1 of 3NextLast
gdlracing