formula 1

McLaren ritrova il 4° posto con un
grande Norris e un ritrovato Ricciardo

Sorpasso. La McLaren si riprende il quarto posto nella classifica costruttori ai danni della Alpine-Renault grazie a un clamo...

Leggi »
formula 1

Alonso diventa il pilota che
ha corso il maggior numero di GP

Trecentocinquanta. 350. La statistica relativa ai piloti che hanno disputato il maggior numero di Gran Premi nella storia del...

Leggi »
World Endurance

Cadillac affida la sua LMDh a Ganassi
Al via con Bamber, Lynn e Westbrook

Michele Montesano Cadillac ha rivelato la formazione con cui affronterà la stagione 2023 del FIA WEC. A gestire la Cadillac...

Leggi »
formula 1

Perez e la safety car a Singapore:
cosa lascia perplessi della direzione gara

Sergio Perez ha potuto festeggiare la sua quarta vittoria in Formula 1, con quella che lui stesso ha definito "la miglio...

Leggi »
GT World Challenge

Montmelò, gara
Marciello prende anche l’Endurance
Cairoli trascina Dinamic al successo

È stato un tripudio tricolore quello andato in scena a Montmelò, dove i piloti italiani sono stati grandi protagonisti del fi...

Leggi »
formula 1

Perez re dei circuiti cittadini
Doppio podio per la Ferrari

Ma chi c'era sulla Red Bull-Honda numero 11? Sergio Perez o Max Verstappen? No, nessun dubbio. A dominare un difficilissi...

Leggi »
PrevPage 1 of 10Next
26 Set [9:58]

Monza, gare
Lomko tiene aperti i giochi

Da Monza - Mattia Tremolada - Foto Speedy

In un fine settimana da dimenticare per Christian Mansell è stato Vladislav Lomko a dare spettacolo in pista, conquistando due vittorie ed un secondo posto che tengono aperti i giochi per il titolo. Anche il leader Oliver Goethe non è stato particolarmente fortunato, tagliando il traguardo in sesta posizione in gara 1 e due volte in quinta piazza nelle restanti manche. Quello di Monza per lui è stato il primo appuntamento della stagione in cui non è riuscito a conquistare una vittoria e nemmeno a salire sul podio. Il danese è arrivato a Monza solamente sabato mattina dopo aver preso parte alle tre giornate di test del FIA Formula 3 a Jerez in programma da mercoledì a venerdì.

Lomko ha messo in chiaro le proprie intenzioni fin dal turno di qualifica, in cui su asfalto bagnato è risultato imprendibile per tutti, rifilando oltre sei decimi di distacco a Mansell e Goethe. Condizioni simili per gara 1, disputata con gomme rain e che ha visto Lomko dominare in lungo e in largo, involandosi in solitaria dalla pole verso il quarto successo stagionale con ben 12” di vantaggio nei confronti di Frederik Lubin. L’inglese è stato bravo a portarsi in piazza d’onore al via, gestendo poi la pressione di Mansell, mentre Goethe è finito in testacoda da solo alla Roggia, lasciando a Francesco Simonazzi la quarta piazza.



Il pilota italiano è poi stato protagonista in negativo nella giornata di domenica, segnata da tre contatti con altrettanti rivali. Nel finale di gara Simonazzi si è infatti trovato in lotta con Lomko e Mansell per il podio, mentre Josh Mason ha allungato davanti a tutti, beneficiando del grossolano errore dello stesso Mansell alla staccata della prima variante. Simonazzi ha tentato di sorprendere il pilota australiano alla variante Ascari ed è anche riuscito a mettere oltre metà vettura all’interno della prima piega a sinistra, ma è stato costretto ad allargare, toccando la Dallara di Mansell nel posteriore.

La vettura del portacolori CryptoTower si è capottata nella ghiaia ad alta velocità, ma Mansell è riuscito ad uscirne sulle proprie gambe. La corsa è stata fermata con la bandiera rossa per diversi minuti, salvo poi ripartire per gli ultimi tre giri, che hanno visto il bravo Mason difendere la prima piazza dal rientro di Lomko. Alex Garcia ha approfittato di un altro contatto all’Ascari, che ha visto Simonazzi spedire nella ghiaia Lubin, per conquistare il primo insperato podio stagionale. Il pilota del team BVM è stato arretrato di 3 posizioni nella classifica finale di gara e di 7 sulla griglia di gara 3, scattando ultimo. Goethe ha preso il via con un giro di ritardo a causa di un problema tecnico nel giro di schieramento.



In modo simile anche Mansell non è riuscito a partire per tempo nell’ultima gara in programma, con gli uomini di CryptoTower che hanno così visto vanificata la propria corsa contro il tempo per ricostruire la vettura dopo l’incidente avuto in mattinata. Mansell, che in gara 2 aveva già ceduto il secondo posto nella classifica di campionato a Lomko, ha così visto il rivale prendere il largo in classifica con la seconda vittoria del fine settimana. Lomko si presenterà a Barcellona con 40 punti in più di Mansell e 63 in meno di Goethe, che non è riuscito a chiudere matematicamente i giochi.

In gara 3 anzi Goethe è nuovamente finito in testacoda, questa volta non ha fatto da solo, ma ha ricevuto una spinta da Simonazzi all’uscita della prima variante. Il pilota di Reggio Emilia, quarto al traguardo, è stato nuovamente retrocesso di 3 posizioni al termine della corsa. A completare il podio sono così stati nuovamente Mason e Lubin.

Sabato 24 settembre 2022, gara 1

1 - Vladislav Lomko (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 17 giri in 33’46”113
2 - Frederik Lubin (Dallara-Spiess) - Motopark - 12”275
3 - Christian Mansell (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 13”515
4 - Francesco Simonazzi (Dallara-HWA) - BVM - 15”890
5 - Josh Mason (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 23”059
6 - Oliver Goethe (Dallara-Spiess) - Motopark - 1’37”674
7 - Vladimir Netusil (Dallara-HWA) - Effective - 2 giri

Ritirati
Alex Garcia (Dallara-Spiess) - Motopark

Domenica 25 settembre 2022, gara 2

1 - Josh Mason (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 17 giri in 47’02”887
2 - Vladislav Lomko (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 0”400
3 - Alex Garcia (Dallara-Spiess) - Motopark - 4”398
4 - Frederik Lubin (Dallara-Spiess) - Motopark - 1 giro
5 - Oliver Goethe (Dallara-Spiess) - Motopark - 1 giro
6 - Vladimir Netusil (Dallara-HWA) - Effective - 1 giro
7 - Francesco Simonazzi (Dallara-HWA) - BVM - 9”501*

*3 posizioni di penalità

Ritirati
Christian Mansell (Dallara-Spiess) - CryptoTower

Domenica 25 settembre 2022, gara 3

1 - Vladislav Lomko (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 17 giri in 29’39”927
2 - Josh Mason (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 0”485
3 - Frederik Lubin (Dallara-Spiess) - Motopark - 1”636
4 - Alex Garcia (Dallara-Spiess) - Motopark - 10”745
5 - Oliver Goethe (Dallara-Spiess) - Motopark - 52”951
6 - Vladimir Netusil (Dallara-HWA) - Effective - 1’00”418
7 - Francesco Simonazzi (Dallara-HWA) - BVM - 9”200*

*3 posizioni di penalità

Ritirati
Christian Mansell (Dallara-Spiess) - CryptoTower

Il campionato
1.Goethe 445 punti; 2.Lomko 382; 3.Mansell 342; 4.Mason 266; 5.Lubin 250; 6.Simonazzi 168; 7.Ogaard 114; 8.Garcia 94; 9.Ugran 92; 10.Simmons, Netusil 47.

11 Set [17:04]

Spielberg, gara 3
Prima vittoria per Simonazzi e BVM

Da Spielberg - Mattia Tremolada - Foto Speedy

La terza e ultima corsa dell’Euroformula Open è stata risolta all’ultimo giro da un contatto tra Frederik Lubin e Vladislav Lomko, che hanno regalato a Francesco Simonazzi e al team BVM Racing di Giuseppe Mazzotti il primo successo nella categoria. Scattato dalla prima posizione in virtù dell’inversione dei primi sei classificati della qualifica, il pilota di Reggio Emilia, già secondo in gara 2, non è riuscito a difendere il primato, cedendo la vetta a Lubin, che partiva al suo fianco, e a Lomko, autore di uno scatto fulmineo dalla quinta casella.

Lubin, Lomko e Simonazzi hanno formato un trenino compatto per tutti i 21 giri di gara, con il pilota italiano che in un paio di occasioni ha tentato di farsi vedere negli specchietti del russo. Solo all’ultimo giro è arrivato l’errore di Lubin, uscito male da curva 3. Il pilota inglese ha subito cercato di proteggersi dall’attacco di Lomko, spostandosi verso il centro della pista. Quest’ultimo però non è riuscito ad evitare il contatto della propria ala anteriore con la posteriore destra del pilota di Motopark, che ha rimediato una foratura.

Lomko ha tagliato il traguardo per primo, ma è stato penalizzato di 5” dai commissari sportivi, cedendo a Simonazzi la vittoria ed a Oliver Goethe, meno incisivo del solito nella giornata odierna, la seconda posizione. Gli altri due alfieri di CryptoTower, Christian Mansell e Josh Mason, hanno completato la top-5, precedendo Ayrton Simmons di Drivex. Lubin ha tagliato il traguardo con lo pneumatico dechapato davanti a Daniel Nogales, che ha finalmente visto la bandiera a scacchi dopo due ritiri. Alex Garcia non è stato altrettanto fortunato, rimediando il terzo ko in altrettante manche.

Domenica 10 luglio 2022, gara 3

1 - Francesco Simonazzi (Dallara-HWA) - BVM - 21 giri in 29’57”643
2 - Oliver Goethe (Dallara-Spiess) - Motopark - 0”550
3 - Vladislav Lomko (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 4”456*
4 - Christian Mansell (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 7”763
5 - Josh Mason (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 9”269
6 - Ayrton Simmons (Dallara-HWA) - Drivex - 12”747
7 - Frederik Lubin (Dallara-Spiess) - Motopark - 21”899
8 - Daniel Nogales (Dallara-HWA) - Drivex - 25”870

*5” di penalità

Ritirati
Alex Garcia (Dallara-Spiess) - Motopark

Il campionato
1.Goethe 415 punti; 2.Mansell 317; 3.Lomko 309; 4.Mason 213; 5.Lubin 202; 6.Simonazzi 143; 7.Ogaard 114; 8.Ugran 92; 9.Garcia 65; 10.Simmons 47.

11 Set [12:07]

Spielberg, gara 2
Lomko vince, Simonazzi secondo

Da Spielberg - Mattia Tremolada - Foto Speedy

Terza vittoria stagionale per Vladislav Lomko a Spielberg. Il pilota russo ha avuto la meglio del poleman Ayrton Simmons e Josh Mason, che avevano preso la testa del gruppo al via. Il portacolori di Drivex è precipitato in quarta piazza dopo essere stato accompagnato sull’erba all’uscita di curva 4 dalla stesso Mason, che poi al quinto giro ha ceduto la posizione al compagno di squadra in CryptoTower.

In seguito Mason è stato punito con 3” di penalità e dopo aver tagliato il traguardo in seconda piazza è stato retrocesso di una posizione. A beneficiarne Francesco Simonazzi, autore ancora una volta di una gran rimonta dal fondo. Scattato sesto, infatti, il pilota del team BVM di Giuseppe Mazzotti è precipitato in ottava piazza, alle spalle anche di Oliver Goethe.



Proprio con il leader di campionato Simonazzi ha dato vita ad un bel duello, risolto a favore del pilota di Reggio Emilia che è poi andato a scavalcare Christian Mansell e Frederik Lubin, approfittando del tentativo di sorpasso garibaldino dell’australiano. Simonazzi ha rimediato a propria volta 2” di penalità per track limits, ma è comunque riuscito ad andare a prendere Mason, scavalcandolo una volta applicate le penalità di tempo.

Lubin ha poi chiuso quarto davanti a Mansell e Goethe, non particolarmente incisivo quest’oggi, mentre Simmons è precipitato in settima posizione. Fuori gioco per problemi tecnici Alex Garcia e Daniel Nogales, già costretto a partire dalla pit lane.

Domenica 10 luglio 2022, gara 2

1 - Vladislav Lomko (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 21 giri in 29’54”844
2 - Francesco Simonazzi (Dallara-HWA) - BVM - 4”055
3 - Josh Mason (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 4”303
4 - Frederik Lubin (Dallara-Spiess) - Motopark - 7”280
5 - Christian Mansell (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 7”897
6 - Oliver Goethe (Dallara-Spiess) - Motopark - 8”745
7 - Ayrton Simmons (Dallara-HWA) - Drivex - 12”749

Ritirati
Alex Garcia (Dallara-Spiess) - Motopark
Daniel Nogales (Dallara-HWA) - Drivex

Il campionato
1.Goethe 397 punti; 2.Mansell 317; 3.Lomko 294; 4.Mason 203; 5.Lubin 196; 6.Simonazzi 118; 7.Ogaard 114; 8.Ugran 92; 9.Garcia 65; 10.Simmons 39.

10 Set [19:54]

Spielberg, gara 1
Goethe ringrazia la rossa

Da Spielberg - Mattia Tremolada - FotoSpeedy

Il cammino di Oliver Goethe verso la decima vittoria stagionale è stato tutt’altro che lineare. Il pilota danese del team Motopark al via ha subito perso la posizione nei confronti di Vladislav Lomko, che scattava al suo fianco in prima fila. Il duello è proseguito per tutto il primo giro, ma a spuntarla è stato proprio Goethe. Pochi istanti dopo il sorpasso è entrata in azione la safety car, necessaria per rimuovere le vetture di Daniel Nogales e Alex Garcia dalla via di fuga di curva 4.

Alla ripartenza Goethe ha mantenuto il comando, mentre Lomko è stato sorpreso da Christian Mansell. L’australiano si è messo all’inseguimento del leader di campionato, andando a sferrare l’attacco nel corso del 18esimo giro di gara sui 21 previsti. Sul rettifilo tra curva 1 e curva 3 però un commissario si è pericolosamente portato a bordo pista. Arrivati alla staccata Mansell ha affondato il sorpasso ma pochi istanti più tardi è stata esposta la bandiera rossa che ha fermato anzitempo la corsa.

Cos'è successo di preciso? A Spielberg non è permesso accendere i motori prima delle 8 del mattino, tra le 12 e le 13 e dopo le 18. Alle 17:57 le autorità austriache hanno dunque fermato la gara con la bandiera rossa, in modo tale che le vetture potessero spegnere i motori entro le 18 e non disturbare così la quiete dei paesini circostanti. Lo sfortunato Mansell è stato così retrocesso in seconda piazza, cedendo a Goethe il successo. Lomko ha completato il podio davanti a Josh Mason e Frederik Lubin. Quest’ultimo ha ben resistito all’attacco di Francesco Simonazzi, che è poi finito in testacoda cedendo la sesta piazza ad Ayrton Simmons.

Sabato 9 luglio 2022, gara 1

1 - Oliver Goethe (Dallara-Spiess) - Motopark - 17 giri in 25’49”054
2 - Christian Mansell (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 1”737
3 - Vladislav Lomko (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 2”530
4 - Josh Mason (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 6”648
5 - Frederik Lubin (Dallara-Spiess) - Motopark - 9”333
6 - Ayrton Simmons (Dallara-HWA) - Drivex - 11”574
7 - Francesco Simonazzi (Dallara-HWA) - BVM - 14”163

Ritirati
Alex Garcia (Dallara-Spiess) - Motopark
Daniel Nogales (Dallara-HWA) - Drivex

Il campionato
1.Goethe 389 punti; 2.Mansell 307; 3.Lomko 268; 4.Mason 188; 5.Lubin 184; 6.Ogaard 114; 7.Simonazzi 98; 8.Ugran 92; 9.Garcia 65; 10.Marinangeli 36.

10 Set [11:58]

Spielberg, qualifica
Goethe piega Lomko

Da Spielberg - Mattia Tremolada - Foto Speedy

Sesta pole position stagionale per Oliver Goethe, l’unico pilota in grado di abbattere la barriera dell’1’24” nella sessione di qualifica dell’Euroformula Open a Spielberg. Il danese di Motopark ha dovuto vedersela con Vladislav Lomko, che dopo aver messo a segno la prima pole nella serie sette giorni fa a Imola, si è confermato in prima fila anche in Austria. Goethe ha però firmato il tempo di 1'23"908, spazzando ogni dubbio e piegando la concorrenza del pilota russo.

Lomko ha aperto il trio di CryptoTower, con Christian Mansell e Josh Mason che scatteranno dalla seconda fila fila. Frederik Lubin di Motopark e Francesco Simonazzi di BVM scatteranno dalla quinta e sesta posizione, precedendo il duo di Drivex, con Ayrton Simmons settimo e la novità Daniel Nogales, 19enne di Navalcarnero (Madrid) che corre nella Formula 4 spagnola, nono. A separarli Alex Garcia di Motopark.

Sabato 9 luglio 2022, qualifica

1 - Oliver Goethe (Dallara-Spiess) - Motopark - 1’23”908
2 - Vladislav Lomko (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 1’24”031
3 - Christian Mansell (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 1’24”044
4 - Josh Mason (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 1’24”222
5 - Frederik Lubin (Dallara-Spiess) - Motopark - 1’24”437
6 - Francesco Simonazzi (Dallara-HWA) - BVM - 1’24”472
7 - Ayrton Simmons (Dallara-HWA) - Drivex - 1’25”091
8 - Alex Garcia (Dallara-Spiess) - Motopark - 1’25”509
9 - Daniel Nogales (Dallara-HWA) - Drivex - 1’25”763

7 Set [15:23]

Il punto con il leader Goethe:
"L'Euroformula la sceglierei ancora"

Jacopo Rubino - FotoSpeedy

L'Euroformula Open 2022 ha trovato il suo padrone in Oliver Goethe. Arrivato dalla Formula Regional, il (quasi) 18enne danese ha già conquistato nove vittorie con il team Motopark, da quattro stagioni forza dominante in griglia, e a differenza di molti colleghi è sincero: "Non sono del tutto sorpreso da questa superiorità, perché sapevo di aver lavorato molto intensamente". Ne sta raccogliendo i frutti in abbondanza, con un vantaggio di 78 punti su Christian Mansell a tre eventi dal termine, quelli sui tracciati di Spielberg, Monza e Barcellona.

"Ovviamente fino a questo momento è stata una ottima stagione, per risultati e prestazioni, ma ci sono ancora parecchie manche da disputare e dobbiamo continuare a migliorare", ha però aggiunto con prudenza a Italiaracing. A questo ritmo, il titolo può arrivare anche con un weekend di anticipo, ma Goethe non affretta i tempi: "Il vantaggio è grande ma è una cosa a cui non penso, per me conta vincere il campionato e non in quale appuntamento".

L'Euroformula è tornata in azione nello scorso weekend a Imola, nella prima di due trasferte consecutive a cui seguirà quella, già alle porte, del Red Bull Ring. La pausa estiva della serie organizzata da GT Sport è stata lunga (sette settimane), ma non quella di Goethe, che nel frattempo ha assaggiato la FIA Formula 3 sui circuiti di Budapest e Spa-Francorchamps. È stata un'anticipazione del 2023, peraltro mostrando un potenziale davvero interessante.

"L'obiettivo per il prossimo anno è salire proprio in F3. Poter già correre in due weekend è stato molto importante per conoscere la vettura, le gomme e in generale l'ambiente. Non sapevo se sarei stato in grado di essere subito veloce, ma ho dimostrato a tutti quello di cui sono capace. Sono contento", ha raccontato Oliver. Ma in Belgio c'è stato anche lo spavento per il violento incidente in gara 1 con Zane Maloney. "Il crash è stato abbastanza importante, non tanto a livello fisico, quanto a livello mentale. Ho cercato di lasciarmelo subito alle spalle per evitare che la mia fiducia ne risentisse". E già all'indomani ecco il riscatto, con il quarto posto in gara 2: "Purtroppo all'ultimo giro sono stato superato perdendo la terza posizione. Peccato, sarebbe stato fantastico festeggiare un podio".

Dopo la sortita in F3, Goethe sente "di essere progredito, accumulando chilometri ed esperienza", ma a Imola, ha ammesso, gli è servito qualche giro per riadattarsi alla sua abituale Dallara 320 di quest'anno. Una macchina che per il giovane nordico "è il top, è da pazzi dire il contrario", ed è uno dei motivi per i quali, anche tornando indietro, deciderebbe di affrontare ancora l'Euroformula, seppur il fine settimana sul tracciato del Santerno abbia contato appena 8 iscritti.

"Correre qui mi ha dato tanta consapevolezza, sono migliorato nella guida e Motopark è una squadra fantastica, che mi ha insegnato tantissimo. Non cambierei nulla delle scelte che ho fatto. Questo rimane un valido campionato".

5 Set [9:51]

Imola, gare
Vincono Goethe, Lomko e Mason

Da Imola - Jacopo Rubino - Fotospeedy

Per l'Euroformula Open è terminata lunga pausa estiva, con il sesto round stagionale vissuto a Imola di supporto all'ACI Racing Weekend, celebrando tre vincitori diversi: Oliver Goethe, sempre più leader, Vladislav Lomko e Josh Mason. Francesco Simonazzi, alfiere della BVM, non è riuscito a centrare un podio sulla pista di casa, nonostante il buon potenziale mostrato a livello velocistico.

Partito dalla pole-position ottenuta in qualifica, Goethe è stato fuggitivo assoluto in gara 1, centrando la sua nona affermazione del 2022. Il danese non si è però ripetuto nelle manche di domenica con griglia invertita, nelle quali è scattato dalla sesta casella e ha dovuto affrontare diversi duelli. In gara 2 il pilota Motopark ha chiuso terzo, sopravvivendo a un contatto alla Rivazza con il compagno Alex Garcia, messo invece ko; in gara 3 ha terminato quarto, superando nel finale Simonazzi che ha dovuto tagliare sulla ghiaia alla variante Tamburello, scivolando sesto.

Lomko e Mason hanno ottenuto sul tracciato del Santerno le loro seconde vittorie del 2022, rispettivamente in gara 2 e gara 3. Per i due alfieri CryptoTower il copione è stato molto simile, con una marcia in controllo traendo vantaggio dalle tante bagarre alle loro spalle. Ancora nessun successo, ma doppio podio per Frederick Lubin, che ha dimostrato grandi doti nella guida in difesa: in gara 2 il britannico ha blindato la piazza d'onore, mentre gara 3 si è arreso soltanto in extremis a Christian Mansell.

L'australiano, principale avversario di Goethe in graduatoria, dopo questo trasferta è staccato di 78 lunghezze, contro le 69 della vigilia. Terzo in gara 1, Mansell ha poi avuto una gara 2 subito compromessa dalla foratura sofferta al primo giro a causa di un contatto con Mason, che dal canto suo dovuto sostituire l'ala anteriore. Rientrati ai box, hanno proseguito entrambi per chiudere quinto e settimo.

Per Simonazzi, c'è il rammarico delle partenze non ideali: in gara 1 ha rimediato in fretta, con un bel sorpasso alle Acque Minerali su Lubin, mentre in gara 2 aveva quasi rischiato di restare fermo sullo schieramento, raccogliendo in entrambe il quarto posto con il podio ad un soffio.

Il weekend ha visto al via purtroppo solo otto macchine, un minimo storico, data l'assenza del team Drivex e il mancato debutto di Paolo Brajnik per problemi fisici dell'ultimo momento. L'italo-serbo, protagonista con la Dallara 320 in varie serie di seconda fascia con il team NV Racing, potrebbe però riprovarci per una delle restanti tappe in calendario, sfidando l'altro gentleman Vladimir Netusil. Già nel prossimo weekend l'Euroformula sarà di nuovo in azione a Spielberg, riaffiancandosi al GT Open.

Sabato 3 settembre 2022, gara 1

1 - Oliver Goethe (Dallara-Spiess) - Motopark - 19 giri 30'54"659
2 - Vladislav Lomko (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 10"628
3 - Christian Mansell (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 13"363
4 - Francesco Simonazzi (Dallara-Spiess) - BVM - 13"621
5 - Frederick Lubin (Dallara-Spiess) - Motopark - 21"854
6 - Josh Mason (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 23"074
7 - Alex Garcia (Dallara-Spiess) - Motopark - 28"977
8 - Vladimir Netusil (Dallara-HWA) - Effective - 1 giro

Giro più veloce: Oliver Goethe 1'36"938

Domenica 4 settembre 2022, gara 2

1 - Vladislav Lomko (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 19 giri 31'11"518
2 - Frederick Lubin (Dallara-Spiess) - Motopark - 2"872
3 - Oliver Goethe (Dallara-Spiess) - Motopark - 3"452
4 - Francesco Simonazzi (Dallara-Spiess) - BVM - 3"968
5 - Christian Mansell (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 1'30"815
6 - Vladimir Netusil (Dallara-HWA) - Effective - 1'38"051
7 - Josh Mason (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 1 giro

Giro più veloce: Francesco Simonazzi 1'37"312

Ritirati
5° giro - Alex Garcia

Domenica 4 settembre 2022, gara 3

1 - Josh Mason (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 19 giri 31'08"486
2 - Christian Mansell (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 7"434
3 - Frederick Lubin (Dallara-Spiess) - Motopark - 8"875
4 - Oliver Goethe (Dallara-Spiess) - Motopark - 10"953
5 - Vladislav Lomko (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 11"487
6 - Francesco Simonazzi (Dallara-Spiess) - BVM - 11"976
7 - Alex Garcia (Dallara-Spiess) - Motopark - 20"508
8 - Vladimir Netusil (Dallara-HWA) - Effective - 1'02"981

Giro più veloce: Josh Mason 1'37"891

Il campionato
1.Goethe 362 punti; 2.Mansell 284; 3.Lomko 253; 4.Mason 176; 5.Lubin 174; 6.Ogaard 114; 8.Ugran 92; 8.Simonazzi 91; 9.Garcia 65; 10.Marinangeli 36

16 Lug [12:06]

Pareja crede nel proprio prodotto
“Il tempo ci darà ragione”

Mattia Tremolada - FotoSpeedy

“Nel GT Open e nella GT Cup Open la situazione è rosea. A Spa-Francorchamps abbiamo disputato una manche singola di due ore in luogo del tradizionale format di due gare e la risposta di team e piloti è stata decisamente positiva, tanto che potremmo riproporre questa soluzione in altre tappe. L’obiettivo è di aggiungere altre 3-4 vetture al via (nei primi quattro appuntamenti la media è stata di 20 auto, con un picco di 21 a Budapest, ndr), ma le mie risorse al momento sono concentrate sull’Euroformula”.

Arriva dritto al punto Jesus Pareja, con cui abbiamo avuto una chiacchierata informale nell’affollato paddock dell’Hungaroring. Appeso il casco al chiodo, l’ex pilota nato a Guadalajara, oggi 67enne, è diventato il promoter dell’International GT Open, serie nata nel 2006 da una costola del campionato spagnolo GT, e dell’Euroformula Open, che ha avuto una genesi simile dalla Formula 3 iberica. Al fianco dei due campionati principali dal 2019 è presente la GT Cup Open, riservata alle vetture GT4 e monomarca.



Se i campionati a ruote coperte nel 2022 vivono di ottima salute, l’Euroformula sta attraversando una fase interlocutoria. Nel 2019 Pareja ha accolto i team di Formula 3 rimasti senza casa in seguito alla chiusura del tradizionale FIA Formula 3, soppresso dalla federazione in favore dell’ex GP3, che ne ha ereditato il nome ma non la filosofia. Le Dallara F314-317 leggere, aerodinamiche e con potenze inferiori alle GP3, hanno continuato a correre in Euroformula, cedendo poi il posto alla nuova Dallara 320 nel 2020. La vettura, fortemente voluta dallo stesso Pareja in collaborazione con Dallara, ha mantenuto la filosofia F3, con l’introduzione del sistema Halo.

“È un’auto fantastica - ci confida orgoglioso Pareja - Insieme a Dallara abbiamo voluto sviluppare una vettura leggera, con il baricentro basso e tanta aerodinamica. Tutti i piloti che l’hanno guidata l’hanno adorata. L’unico punto debole che abbiamo individuato è l’investimento iniziale. Il prezzo di listino della nostra Dallara è più alto di quello della Tatuus Regiona by Alpine, ma i costi di utilizzo sono in linea e il budget richiesto per prendere parte ad una stagione non è molto diverso”.



“Sinceramente è una situazione molto complicata - prosegue - ma sono sicuro di avere un pacchetto decisamente valido. Nel corso degli anni, abbiamo avuto alti e bassi in tutte le categorie, fa parte del gioco. Oggi la griglia del GT Open è di tutto rispetto, mentre l’Euroformula sta vivendo un momento difficile”.

In GT Sport state vagliando novità per aumentare l’interesse di squadre e piloti?

“A volte bisogna intervenire e prendere delle misure, altre volte invece, bisogna solo avere pazienza. Crediamo nel prodotto, abbiamo un’ottima macchina e un calendario di alto livello, ne è la riprova il fatto che i nostri competitor siano nostri clienti questo fine settimana (nel 2022 la Formula Regional by Alpine infatti disputa tre appuntamenti nei weekend organizzati da GT Sport al fianco dell’Euroformula, ndr). io certamente non ho intenzione di rinunciare al campionato”.



Ad attirare tanti piloti nella Regional sono i punti superlicenza di Formula 1, che sono 25 per il campione della serie contro i 15 che spettano al vincitore dell’Euroformula.

“Credo che questo modo di ragionare non sia corretto. I fatti parlano chiaro: per Yuki Tsunoda, Jack Doohan, Liam Lawson (in foto, tutti e tre sul podio di Hockenheim nel 2019) e Felipe Drugovich questo non è stato un problema. Dopo l’Euroformula sono approdati in Formula 2 e lì hanno mostrato quanto imparato nel nostro campionato, conquistando pole e vittorie che li hanno resi appetibili per le squadre di Formula 1”.

“L’unica cosa che possiamo fare - conclude Pareja - è cercare di abbassare i prezzi. Stiamo lavorando su questo, con l’obiettivo è di riuscire a togliere il costo di una gara, quindi di organizzare un campionato su nove tappe al costo di otto. Non è facile ma è l’unica cosa concreta che possiamo fare”. Interrogato su una possibile trasferta a Macao, Pareja declina questa possibilità “Siamo stati invitati dall’organizzatore negli ultimi anni e con la Super Formula Lights (che utilizza a propria volta le Dallara 320, ndr) formeremmo un bello schieramento, ma con l’attuale situazione sanitaria in Asia non è possibile”.

10 Lug [17:04]

Budapest, gara 3
Vince Mansell, Simonazzi e BVM a podio

Da Budapest - Mattia Tremolada - FotoSpeedy

Terza vittoria stagionale per Christian Mansell a Budapest, ma a tenere banco è stata la strepitosa di rimonta di Francesco Simonazzi, che ha riportato la BVM di Giuseppe Mazzotti sul podio dell’Euroformula Open. Il pilota di Reggio Emilia è infatti scattato dalla settima casella della griglia, ma si è subito portato in quinta piazza approfittando dell’errore al via di Ayrton Simmons, rimasto piantato in prima fila allo spegnimento dei semafori.

Mansell ha così mantenuto il comando davanti al rivale al titolo Oliver Goethe, mentre Simonazzi ha proseguito il proprio recupero, scavalcando Vlad Lomko all’esterno di curva 2 e poi Frederik Lubin. Con un ritmo insostenibile dai propri rivali Simonazzi è arrivato presto alle spalle del duo di testa, e, quando al 14esimo giro Goethe ha fallito il proprio tentativo di sorpasso ai danni di Mansell, il portacolori di BVM non si è fatto pregare e ne ha appofittato per salire in seconda piazza.



Simonazzi non si è accontentato e negli ultimi giri di gara ha tentato l’assalto al leader, ormai in crisi di gomme come già accaduto in gara 2. Mansell ha però resistito alla perfezione, tagliando il traguardo vittorioso davanti al pilota italiano, che ha festeggiato il primo podio nella categoria e la prima vittoria nella classifica riservata ai rookie. Goethe ha chiuso terzo, mantenendo ben 69 punti di vantaggio in classifica, mentre Lubin e Lomko hanno chiuso ai piedi del podio davanti al pilota locale Benjamin Berta, sesto al debutto in campionato. Oltre a Simmons, anche il vincitore di gara 2 Josh Mason e Vladimir Netusil sono rimasti piantati in griglia al via, ma hanno ripreso la corsa.

Domenica 10 luglio 2022, gara 3

1 - Christian Mansell (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 31’47”490
2 - Francesco Simonazzi (Dallara-HWA) - BVM - 0”459
3 - Oliver Goethe (Dallara-Spiess) - Motopark - 0”667
4 - Frederik Lubin (Dallara-Spiess) - Motopark - 1”889
5 - Vladislav Lomko (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 3”395
6 - Benjamin Berta (Dallara-HWA) - Drivex - 5”723
7 - Josh Mason (Dallara-Spiess) - CryptoTower - 8”105
8 - Alex Garcia (Dallara-Spiess) - Motopark - 8”462
9 - Vladimir Netusil (Dallara-HWA) - Effective - 1’19”047
10 - Ayrton Simmons (Dallara-HWA) - Drivex - 1 giro

Il campionato
1.Goethe 308 punti; 2.Mansell 239; 3.Lomko 198; 4.Mason 136; 5.Lubin 131; 6.Ogaard 114; 7.Ugran 92; 8.Simonazzi 60; 9.Garcia 53; 10.Marinangeli 36.

PrevPage 1 of 10Next

News

Euroformula
v

FirstPrevPage 1 of 2NextLast
FirstPrevPage 1 of 2NextLast

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone