formula 1

È saltato l'accordo di vendita
del team Sauber a Michael Andretti

A quanto pare, è fumata nera nei colloqui fra Michael Andretti e la Sauber, per la cessione del team oggi in Formula 1 con il...

Leggi »
indycar

Dopo Hulkenberg, ecco Vandoorne
Unione possibile tra Carlin e Juncos

Marco Cortesi‍Si sono conclusi i test di Barber, in cui tra gli altri ha debuttato Nico Hulkenberg compiendo oltre 100 giri s...

Leggi »
formula 1

Perché il duello con la Red Bull
sta mandando in crisi la Mercedes

Massimo Costa - XPB Images E' venuto il "braccino" del tennista alla Mercedes? Sembra proprio di sì, ed è una ...

Leggi »
formula 1

La lotta per il 3° posto costruttori:
McLaren rivede la luce dopo Istanbul

Scioccata dal tonfo di Istanbul, arrivato durissimo dopo la doppietta di Monza e una vittoria gettata al vento dalla testarda...

Leggi »
Regional by Alpine

Nel calendario 2022 c'è Monaco
Tre gli appuntamenti italiani

Aci Sport e Alpine hanno rilasciato il calendario 2022 per quella che sarà la seconda stagione della Formula Regional Europea...

Leggi »
Regional by Alpine

Intervista a Michael Belov
“A Monza per vincere ancora con G4”

È stato tra i piloti più convincenti della stagione 2021 di Formula Regional by Alpine, se non il più convincente. Arrivato a...

Leggi »
PrevPage 1 of 7Next
7 Set [13:51]

Definito il calendario 2022
Sei le tappe, si parte da Monza

Lamborghini presenta il calendario 2022 del Super Trofeo Europa, che si appresta a tagliare il traguardo della 14esima edizione mantenendo invariato il format delle ultime stagioni, con sei doppi appuntamenti, per un totale di 12 gare e 600 minuti di adrenalina sui circuiti europei più prestigiosi.

La serie continentale, che a partire dal prossimo anno vedrà debuttare le nuove Huracán Super Trofeo EVO2, sarà nuovamente in abbinamento al Fanatec GT World Challenge Europe Powered by AWS, campionato Gran Turismo di riferimento a livello internazionale organizzato da SRO Motorsports Group, storico partner Lamborghini Squadra Corse fin dalla prima edizione del campionato monomarca.

Il via avverrà da Monza, nel weekend del 8/10 aprile. L'autodromo brianzolo, dopo due anni di stop, nel 2021 è tornato ad ospitare il monomarca della Casa di Sant'Agata Bolognese e lo farà anche la prossima stagione, precedendo di quasi due mesi il secondo round in programma il 2/4 giugno sul circuito francese del Paul Ricard, a Le Castellet.

Quindi si tornerà in Italia, per la terza tappa che si svolgerà a Misano nel fine settimana del 1/3 luglio, con gara 1 in notturna il sabato sera, prima del tradizionale appuntamento di Spa-Francorchamps, nello stesso contesto della 24 Ore riservata alle vetture GT, il 28/30 luglio. Il circuito belga è l'unico ad avere ospitato tutte le edizioni del Lamborghini Super Trofeo Europa.

Il 30 settembre/2 ottobre si tornerà invece a Barcellona. Teatro del quinto e penultimo appuntamento della serie sarà infatti il circuito spagnolo di Montmeló, dove si corse già nel 2020 dopo le due edizioni del 2009 e 2011. Il circuito che ospiterà il sesto round e la tradizionale World Final verrà annunciato in occasione della finale di quest’anno, che si corre a Misano Adriatico dal 29 al 31 ottobre.

Lamborghini Super Trofeo Europa - Calendario 2022

Round 1: Monza (Italia), 8/10 aprile
Round 2: Le Castellet (Francia), 2/4 giugno
Round 3: Misano (Italia), 1/3 luglio
Round 4: Spa-Francorchamps (Belgio) 28/30 luglio
Round 5: Barcellona (Spagna) 30 settembre/2 ottobre
Round 6: Portimao?

5 Set [12:33]

Nurburgring, gara 2
Super Spinelli, Weering ringrazia

Dal Nurburgring - Jacopo Rubino - Foto Principe

Sontuoso. Difficile definire diversamente il weekend di Loris Spinelli al Nurburgring, dove è tornato nel Lamborghini Super Trofeo Europa: chiamato dal team Kraan per supportare la caccia al titolo di Max Weering, fin qui al via in solitaria, il pilota abruzzese non poteva svolgere meglio il compito. Dominio nelle prove libere, pole-position in Q1, vittoria in gara 1 e bis in gara 2. Weering ringrazia e si porta a -8 in classifica generale da Leonardo Pulcini e Kevin Gilardoni della Oregon, che con il terzo posto di oggi restano comunque leader. Ma nella tappa conclusiva a Misano la sfida sarà molto tirata.

Se ieri Loris era scattato davanti a tutti, questa volta ha dovuto farsi largo: Weering è rientrato ai box ottavo, dopo essere partito 12esimo con una penalità post-qualifiche, Spinelli al termine delle soste era quarto. Ha superato Kevin Rossell, quindi si è avvicinato a Seb Morris e Pulcini, i battistrada. Il romano non è riuscito a superare l'inglese, a cinque minuti dal termine ha anzi incassato l'attacco di Spinelli, che all'ultima tornata ha pure piegato la resistenza di Morris infilandosi all'interno in curva 1. Bastava per vincere? No, perché su di lui pendeva una penalità di 1"224 a causa del pit-stop effettuato sotto al tempo minimo. Ma accumulando in meno di un giro quasi 1"6 di margine, Spinelli ha trionfato coi 335 millesimi di vantaggio finali.

Morris, al debutto nel Super Trofeo in coppia con il poleman Sebastian Balthasar, ha invece resistito fino al traguardo su Pulcini, che si deve accontentare del gradino più basso del podio. Nel primo stint Gilardoni aveva viaggiato stabile in seconda piazza, sfruttando la lotta al giro 2 fra Raul Guzman e Kevin Rossell. Il messicano ha patito una foratura della gomma posteriore destra, "sfiorato" frenata dal danese, senza provvedimenti dei commissari. Un peccato per il team Target, che coi giovani Guzman e Glenn van Berlo stava vivendo un bel fine settimana, ma si consola con il successo-bis in Pro-Am di Andrea Cola e Dimitri Gvazava, ottavi assoluti.

Rossell, qui in Germania senza Jonathan Cecotto, ha poi terminato buon quarto, precedendo le due vetture Bonaldi degli olandesi Teekens/Oosten e Pijl/Kroes. VS Racing porta invece casa la settima posizione con Mattia Michelotto e Michael Dorrbecker.

In classe Am questa volta la vittoria è invece andata al team Boutsen Ginion con il singolo Han Huilin, che preceduto Miguel Ramos e Adrian Armstuz, alfieri Target che si erano imposti nella manche del sabato. Nel finale da registrare un contatto fra Bronsilav Formanek e Petar Matic, mandato in testacoda dal rivale quando c'era in ballo il podio Pro-Am.

Domenica 5 settembre 2021, gara 2

1 - Weering/Spinelli - Kraan - 24 giri 50'21"134
2 - Balthasar/Morris - Leipert - 0"335
3 - Gilardoni/Pulcini - Oregon - 0"697
4 - Kevin Rossel - GSM - 4"163
5 - Teekens/Oosten - Bonaldi - 7"355
6 - Pijl/Kroes - Bonaldi - 10"491
7 - Dorrbecker/Michelotto - VS Racing - 24"227
8 - Cola/Gvazava - Target - 30"872
9 - Ciglia/Pujeu - Oregon - 34"809
10 - Liberati/Lewandowski - VS Racing - 42"622
11 - Guerra/Sylvest - GSM - 47"038
12 - Formanek/Zaruba - Micanek - 54"086
13 - Wells/Lee - Leipert - 54"627
14 - Wagner/Leib - Leipert - 58"821
15 - Han Huilin - Boutsen Ginion - 59"927
16 - Ramos/Amstutz - Target - 1'00"198
17 - Pavlovic/Matic - Bonaldi - 1'25"324
18 - Gerhard Watzinger - Leipert - 1'45"641
19 - Gosselin/Rostan - Boutsen Ginion - 1'57"969
20 - Gerard Van Der Horst - Van Der Horst - 2'07"045
21 - Feligioni/Waszczinski - Boutsen Ginion - 1 giro
22 - Privitelio/Privitelio - FFF - 1 giro
23 - Semoulin/Semoulin - Semspeed - 1 giro
24 - Gabriel Rindone - Leipert - 1 giro
25 - Hans Fabri - Imperiale - 1 giro
26 - Libor Dvoracek - Micanek - 1 giro
27 - Gregor Drasal - Dorr - 1 giro
28 - Oliver Freymuth - AKF - 2 giri
29 - Moczulski/Mikrut - GT3 Poland - 3 giri
30 - Holger Harmsen - GT3 Poland - 5 giri

Giro più veloce: Loris Spinelli 2'00"310

Ritirati
2° giro - Guzman/van Berlo

Il campionato
1.Gilardoni/Pulcini 107 punti; 2.Weering 99; 3.Balthasar 83; 4.Guzman/van Berlo 75; 5.Oosten/Teekens 75

4 Set [17:08]

Nurburgring, gara 1
Spinelli trionfa con Weering

Dal Nurburgring - Jacopo Rubino - Foto Principe

Loris Spinelli e Max Weering hanno conquistato gara 1 del Lamborghini Super Trofeo Europa al Nurburgring, e tanto merito è del pilota italiano: tornato nella serie in questo weekend, aiutando la caccia al titolo Pro dell'olandese, Spinelli ha subito fatto la differenza guidando la vettura del team Kraan. Il migliore nelle prove libere, il migliore in qualifica, Loris è scattato dalla pole-position e ha tenuto un ritmo superiore a chiunque nel primo stint di corsa, accumulando oltre 9" di vantaggio su Glenn van Berlo. Con la sosta ai box obbligatoria, sulla Huracan #61 è salito quindi Weering, che ha potuto gestire e completare il lavoro. Per lui è il secondo trionfo dell'anno, dopo quello, centrato in solitaria, nella tappa di apertura a Monza.

Grazie a questo risultato, Weering accorcia in classifica Pro sui leader Leonardo Pulcini e Kevin Gilardoni, portandosi dal -21 della vigilia al -13 di oggi. I due alfieri Oregon hanno chiuso quarti, con Pulcini protagonista di una lotta dura con Danny Kroes nelle fasi iniziali, e Gilardoni che nel finale ha invece cercato di strappare il gradino più basso del podio a Maxime Oosten della scuderia Bonaldi, buon terzo insieme a Milan Teekens.

Ottima piazza d'onore per un'altra compagine tricolore, Target Racing, con i giovani Glenn van Berlo e Raul Guzman: il messicano ha via via limato il gap da Weering, ma non abbastanza per poterlo agganciare. Questo è comunque il miglior risultato del 2021 della coppia, e la squadra romagnola si gode inoltre il successo Pro-Am di Andrea Cola e Dmitry Gvazava, settimi assoluti.

Davanti a loro Kroes/Pijl (Bonaldi), poi il duo del team di casa Leipert formato da Seb Morris, all'esordio nel Super Trofeo, e da Sebastian Balthasar, poleman di domani in gara 2. Una sosta ai box appena sotto al tempo minimo è costata loro 0"501 di penalità, comunque ininfluente. Ottavo posto per Kevin Rossel, qui senza Jonathan Cecotto impegnato nel concomitante round del GT italiano a Imola.

Bella reazione in VS Racing, dopo i problemi del mattino in qualifica: Edoardo Liberati è scattato dal fondo del gruppo, ma ha rimontato addirittura fino alla quinta posizione, quando ha lasciato i comandi ad Andrzej Lewandoski che ha terminato nono, e soprattutto secondo in Pro-Am. Anche in classe Am è stato successo Target, con l'esperto Miguel Ramos e Adrian Armstuz 14esimi assoluti.

Sabato 4 settembre 2021, gara 1

1 - Weering/Spinelli - Kraan - 24 giri 50'13"045
2 - Guzman/van Berlo - Target - 5"468
3 - Teekens/Oosten - Bonaldi - 18"730
4 - Gilardoni/Pulcini - Oregon - 19"083
5 - Pijl/Kroes - Bonaldi - 23"005
6 - Balthasar/Morris - Leipert - 23"619
7 - Cola/Gvazava - Target Racing - 35"594
8 - Kevin Rossel - GSM - 36"537
9 - Liberati/Lewandowski - VS Racing - 45"350
10 - Formanek/Zaruba - Micanek - 45"697
11 - Ciglia/Pujeu - Oregon Team - 49"475
12 - Wells/Lee - Leipert - 57"684
13 - Guerra/Sylvest - GSM - 58"645
14 - Ramos/Amstutz - Target - 1'00"881
15 - Dorrbecker/Michelotto - VS Racing - 1'03"179
16 - Pavlovic/Matic - Bonaldi - 1'11"896
17 - Wagner/Leib - Leipert - 1'15"957
18 - Han Huilin - Boutsen Ginion - 1'31"683
19 - Moczulski/Mikrut - GT3 Poland - 1'47"628
20 - Gerard Van Der Horst - Van Der Horst - 1'59"151
21 - Oliver Freymuth - AKF - 1 giro
22 - Gerhard Watzinger - Leipert - 1 giro
23 - Semoulin/Semoulin - Semspeed - 1 giro
24 - Libor Dvoracek - Leipert - 1 giro
25 - Hans Fabri - Imperiale - 1 giro
26 - Privitelio/Privitelio - FFF - 1 giro
27 - Holger Harmsen - GT3 Poland - 1 giro
28 - Gregor Drasal - Dorr Motorsport - 2 giri
29 - Feligioni/Waszczinski - Boutsen Ginion - 5 giri

Giro più veloce: Loris Spinelli 1'59"440

Non partiti
Gosselin/Rostan

Il campionato
1.Gilardoni/Pulcini 97 punti; 2.Weering 84; 3.Guzman/van Berlo 75; 4.Balthasar 71; 5.Oosten/Teekens 6

4 Set [12:13]

Nurburgring, qualifiche
Spinelli vola, Balthasar pole in casa

Dal Nurburgring - Jacopo Rubino - Foto Principe

Loris Spinelli continua a farla da padrone, ma Sebastian Balthasar fa il padrone di casa: sono loro i due poleman del Lamborghini Super Trofeo Europa al Nurburgring. Al rientro nella serie, l'italiano chiamato dal team Kraan ha proseguito nel solco delle prove libere dominate ieri, marcando in Q1 il tempo di 1'58"562 con cui, ancora una volta, ha fatto il vuoto. Spinelli sarà quindi in pole per gara 1, mettendo il compagno Max Weering nelle condizioni migliori per recuperare punti sui leader di classifica Leonardo Pulcini e Kevin Gilardoni. La Q2 ha visto invece imporsi il tedesco Balthasar, in 1'59"418. L'alfiere del team Leipert, anch'esso tedesco, si era già portato in vetta in 1'59"751, sufficiente a "resistere" agli attacchi di Milos Pavlovic, Kevin Gilardoni e Raul Guzman, alla fine secondo a quattro decimi.

La romagnola Target ha così centrato un doppio secondo posto in griglia: in Q1 il più vicino a Spinelli è stato infatti Glenn van Berlo, compagno d'equipaggio di Guzman. Ma l'olandese ha rimediato comunque 686 millesimi dalla pole. A seguire Milan Tekkens (Bonaldi), Pulcini (Oregon) e Danny Kroes (Bonaldi), a tenere alto l'onore della rappresentanza italiana al via, fra scuerie e piloti. Buona prima qualifica nel Super Trofeo per Seb Morris, sesto, che in questo weekend affianca proprio Balthasar in sostituzione di Noah Watt. Target si è tolta la soddisfazione di svettare anche fra Pro-Am (Andrea Cola 8° assoluto) e Am (con Miguel Ramos 11°).



La Q2 è stata "spezzata" dalla bandiera rossa esposta per l'uscita nella ghiaia di Holger Harmsen, quando Balthasar era già davanti a tutti. Alle sue spalle, come detto, hanno poi chiuso Guzman e Gilardoni, mentre si è inserito quarto un ottimo Kevin Rossel, che disputa questo round in solitaria sulla Huracàn della monegasca GSM: Jonathan Cecotto è assente.

Mattinata difficile invece per la VS Racing, soprattutto per lo stop in Q1 di Edoardo Liberati, a causa di un problema ad una sospensione che gli ha impedito di marcare un tempo. In Q2 la vettura numero 16 ha girato regolarmente con Andrzej Lewandoski, ma Harmsen è andato fuori pista proprio per un contatto con il polacco, che ha rimediato danni all'avantreno e verrà penalizzato in griglia di domani. Peccato anche per Gabriel Rindone, che ha saltato entrambi i segmenti: ieri era stato il più rapido tra gli iscritti in categoria Am, ma ha dovuto dare forfait. Cercherà di essere presente comunque in gara 2.

Sabato 4 settembre 2021, qualifica 1

1 - Loris Spinelli - Kraan - 1'58"562
2 - Glenn van Berlo - Target - 1'59"248
3 - Milan Teekens - Bonaldi - 1'59"347
4 - Leonardo Pulcini - Oregon - 1'59"499
5 - Danny Kroes - Bonaldi - 1'59"686
6 - Seb Morris - Leipert - 1'59"881
7 - Kevin Rossel - GSM - 1'59"912
8 - Andrea Cola - Target - 2'00"556
9 - Nicolai Sylvest - GSM - 2'01"066
10 - Massimo Ciglia - Oregon - 2'01"426
11 - Miguel Ramos - Target - 2'01"454
12 - Michael Dörrbecker - VS Racing - 2'01"547
13 - Bronislav Formanek - Micanek - 2'01"737
14 - Fidel Leib - Leipert - 2'02"316
15 - Oscar Lee - Leipert - 2'02"412
16 - Han Huilin - Boutsen Ginion - 2'02"744
17 - Donovan Privitelio - FFF - 2'02"849
18 - Rafal Mikrut - GT3 Poland - 2'02"910
19 - Gerard Van Der Horst - Van Der Horst - 2'03"676
20 - Gerhard Watzinger - Leipert - 2'04"064
21 - Claude-Yves Gosselin - Boutsen Ginion - 2'04"076
22 - Holger Harmsen - GT3 Poland - 2'04"083
23 - Oliver Freymuth - AKF - 2'04"311
24 - Pierre Feligioni - Boutsen Ginion - 2'04"546
25 - Francois Semoulin - Semspeed - 2'05"784
26 - Petar Matic - Bonaldi - 2'06"156
27 - Gregor Drasal - Dorr - 2'06"214
28 - Libor Dvoracek - Micanek ACCR - 2'06"686
29 - Hans Fabri - Imperiale Racing - 2'07"734
30 - Edoardo Liberati - VS Racing - senza tempo
31 - Gabriel Rindone - Leipert - senza tempo

Sabato 4 settembre 2021, qualifica 2

1 - Sebastian Balthasar - Leipert - 1'59"418
2 - Raul Guzman - Target Racing - 1'59"827
3 - Kevin Gilardoni - Oregon Team - 1'59"868
4 - Kevin Rossel - GSM - 1'59"987
5 - Milos Pavlovic - Bonaldi - 2'00"009
6 - Daan Pijl - Bonaldi - 2'00"121
7 - Max Weering - Johan Kraan - 2'00"340
8 - Maxime Oosten - Bonaldi - 2'00"340
9 - Dan Wells - Leipert - 2'00"341
10 - Mattia Michelotto - VS Racing - 2'00"853
11 - Josef Zaruba - Micanek ACCR - 2'01"059
12 - Guillem Pujeu - Oregon Team - 2'01"276
13 - Dimitri Gvazava - Target Racing - 2'01"372
14 - Yury Wagner - Leipert - 2'01"894
15 - Francesco Guerra - GSM - 2'01"963
16 - Andrzej Lewandowski - VS Racing - 2'01"993
17 - Han Huilin - Boutsen Ginion - 2'02"853
18 - Adrian Amstutz - Target Racing - 2'03"322
19 - Gerhard Watzinger - Leipert - 2'03"384
20 - Holger Harmsen - GT3 Poland - 2'03"735
21 - Gerard Van Der Horst - Van der Horst - 2'03"940
22 - Oliver Freymuth - AKF - 2'04"001
23 - Marc Rostan - Boutsen Ginion - 2'04"011
24 - Grzegorz Moczulski - GT3 Poland - 2'04"193
25 - Benoit Semoulin - Semspeed - 2'05"017
26 - Gregor Drasal - Dorr - 2'05"707
27 - Libor Dvoracek - Micanek - 2'05"840
28 - Hans Fabri - Imperiale - 2'06"515
29 - Luciano Privitelio - FFF - 2'07"291
30 - Daniel Waszczinski - Boutsen Ginion - 2'07"790
31 - Gabriel Rindone - Leipert - senza tempo

3 Set [17:10]

Nurburgring, libere 2
Spinelli unico sotto i 2 minuti

Dal Nurburgring - Jacopo Rubino - Foto Principe

Loris Spinelli è stato il grande protagonista nel venerdì al Nurburgring del Lamborghini Super Trofeo Europa: primo in entrambe le sessioni di prove libere, al rientro nella serie continentale. Nel pomeriggio il pilota abruzzese si è confermato davanti a tutti con il tempo di 1'59"616, siglato a circa nove minuti dal termine. Non è riuscito a battere il suo riferimento del mattino, 1'59"356, ma oggi è rimasto l'unico capace di girare sotto i due minuti sul tracciato tedesco. Per lui un ottimo inizio di weekend con il team Kraan, in cui affianca Max Weering per sostenerne la caccia al titolo.

L'olandese ha 21 punti in meno dei leader Kevin Gilardoni e Leonardo Pulcini, che hanno chiuso le Libere 2 proprio in seconda piazza: il driver romano ha fermato i cronometri in 2'00"194 con la vettura Oregon. A pochi centesimi si è piazzato terzo Edoardo Liberati, altro nome di ritorno, qui per affiancare Andrzej Lewandoski nel team VS Racing e comandare fra i Pro-Am.



Quarto posto per Sebastian Balthasar e l'esordiente Seb Morris, con il team Leipert, poi le tre Huracàn di Bonaldi Motorsport: quelle di Pijl/Kroes, Pavlovic/Matic e Teekens/Oosten. La top 10 è completata da altre due compagini italiane, Target e VS Racing, con Glenn van Berlo e Raul Guzman ottavi davanti ai compagni di colori Cola/Gvazava e a Dorrbecker/Michelotto.

Gabriel Rindone (14esimo assoluto in FP2) è stato il più rapido di giornata in classe Am: il gentleman del team Leipert, impegnato quest'anno su due fronti, appena ieri era Hockenheim per le prove della Porsche Carrera Cup svizzera.

Da segnalare anche l'uscita alla curva Dunlop del francese Pierre Feligioni, che ha provocato una breve fase di full course yellow.

Venerdì 3 settembre 2021, libere 2

1 - Weering/Spinelli - Kraan - 1'59"616 - 23 giri
2 - Gilardoni/Pulcini - Oregon - 2'00"194 - 23
3 - Liberati/Lewandowski - VS Racing - 2'00"281 - 22
4 - Balthasar/Morris - Leipert - 2'00"399 - 23
5 - Pijl/Kroes - Bonaldi - 2'00"522 - 23
6 - Pavlovic/Matic - Bonaldi - 2'00"632 - 23
7 - Teekens/Oosten - Bonaldi - 2'00"640 - 23
8 - Guzman/van Berlo - Target - 2'00"674 - 26
9 - Cola/Gvazava - Target - 2'01"203 - 25
10 - Dorrbecker/Michelotto - VS Racing - 2'01"379 - 25
11 - Formanek/Zaruba - Micanek - 2'01"684 - 18
12 - Ciglia/Pujeu - Oregon - 2'01"702 - 24
13 - Kevin Rossel - GSM - 2'02"024 - 17
14 - Gabriel Rindone - Leipert - 2'02"042 - 24
15 - Guerra/Sylvest - GSM - 2'02"467 - 25
16 - Wells/Lee - Leipert - 2'02"505 - 23
17 - Wagner/Leib - Leipert - 2'02"811 - 25
18 - Ramos/Amstutz - Target - 2'02"882 - 24
19 - Han Huilin - Boutsen Ginion - 2'03"416 - 22
20 - Gerard Van Der Horst - Van Der Horst - 2'03"839 - 23
21 - Gerhard Watzinger - Leipert - 2'03"855 - 19
22 - Gosselin/Rostan - Boutsen Ginion - 2'03"886 - 23
23 - Holger Harmsen - GT3 Poland - 2'03"984 - 20
24 - Moczulski/Mikrut - GT3 Poland - 2'04"237 - 25
25 - Oliver Freymuth - AKF - 2'04"311 - 24
26 - Privitelio/Privitelio - FFF - 2'04"443 - 26
27 - Semoulin/Semoulin - Semspeed - 2'04"737 - 21
28 - Gregor Drasal - Dorr - 2'06"001 - 21
29 - Feligioni/Waszczinski - Boutsen Ginion - 2'06"084 - 22
30 - Hans Fabri - Imperiale - 2'06"303 - 16
31 - Libor Dvoracek - Micanek - 2'06"693 - 13

3 Set [13:00]

Nurburgring, libere 1
Spinelli velocissimo al rientro

Dal Nurburgring - Jacopo Rubino - Foto Principe

Loris Spinelli rientra nel Lamborghini Super Trofeo Europa e alza subito la voce: con un grandissimo tempo, 1'59"356, ha svettato nel primo turno di prove libere al Nurburgring, quinta tappa stagionale. Il pilota abruzzese per l'occasione dà manforte a Max Weering, che fino a questo momento ha corso in solitaria con il team Kraan, ed è al momento secondo in classifica generale.

Spinelli è stato l'unico a scendere sotto il muro dei due minuti, circa a metà turno, facendo il vuoto alle proprie spalle. Solo nel finale gli avversari si sono un po' riavvicinati, ma Glenn van Berlo, secondo, ha chiuso comunque a 1"120 sulla Huracàn della squadra italiana Target, condivisa con Raul Guzman.

Terza posizione, e vetta Pro-Am, per Edoardo Liberati: altro ritorno "pesante" sulla griglia del Super Trofeo, che qui registra addirittura 31 auto iscritte, nuovo record 2021. Liberati in questa tappa sostituisce Karol Basz quale compagno di equipaggio di Andrzej Lewandoski nel team VS Racing. Quarti i leader di campionato Kevin Gilardoni e Leonardo Pulcini, con il romano che ha girato in 2'01"233.

A seguire, il driver di casa Sebastian Balthasar (Leipert), affiancato a sua volta da un nuovo compagno: Noah Watt ha esaurito il budget con il botto di Spa, al suo posto ecco così Seb Morris proveniente dal British GT e con un buon bagaglio d'esperienza anche a livello internazionale. L'inglese ha cominciato bene ma ha rimediato una piccola ammozione per i track limits alla chicane Veedol. Bonaldi Motorsport vede in top 10 le sue tre auto: sesti Oosten/Teekens, settimo il "solitario" Danny Kroes, decimi Ciglia/Pujeu.

Da segnalare i circa dieci minuti sotto bandiera rossa avuti in apertura per lo stop di Oscar Lee, che non ha poi ripreso l'azione visti i danni riportati dalla vettura. I meccanici Leipert sono al lavoro per consentire, a lui e a Dan Wells, di affrontare le libere 2.

Venerdì 3 settembre 2021, libere 1

1 - Weering/Spinelli - Kraan - 1'59"356 - 21 giri
2 - Guzman/van Berlo - Target Racing - 2'00"476 - 22
3 - Liberati/Lewandowski - VS Racing - 2'00"533 - 22
4 - Gilardoni/Pulcini - Oregon - 2'01"233 - 22
5 - Balthasar/Morris - Leipert - 2'01"299 - 21
6 - Teekens/Oosten - Bonaldi - 2'01"634 - 22
7 - Pijl/Kroes - Bonaldi - 2'01"892 - 22
8 - Kevin Rossel - GSM - 2'01"966 - 20
9 - Pavlovic/Matic - Bonaldi - 2'02"188 - 21
10 - Ciglia/Pujeu - Oregon Team - 2'02"400 - 22
11 - Ramos/Amstutz - Target Racing - 2'02"698 - 21
12 - Guerra/Sylvest - GSM - 2'02"840 - 22
13 - Formanek/Zaruba - Micanek - 2'02"918 - 20
14 - Cola/Gvazava - Target Racing - 2'03"108 - 21
15 - Dorrbecker/Michelotto - VS Racing - 2'03"529 - 21
16 - Wagner/Leib - Leipert - 2'03"685 - 21
17 - Gabriel Rindone - Leipert - 2'03"862 - 22
18 - Gosselin/Rostan - Boutsen Ginion - 2'04"652 - 20
19 - Han Huilin - Boutsen Ginion - 2'05"059 - 21
20 - Gerhard Watzinger - Leipert - 2'05"349 - 22
21 - Gerard Van Der Horst - Van Der Horst - 2'05"584 - 23
22 - Holger Harmsen - GT3 Poland - 2'05"849 - 21
23 - Oliver Freymuth - AKF - 2'05"914 - 22
24 - Moczulski/Mikrut - GT3 Poland - 2'05"987 - 21
25 - Semoulin/Semoulin - Semspeed - 2'06"176 - 20
26 - Libor Dvoracek - Micanek - 2'06"329 - 16
27 - Privitelio/Privitelio - FFF - 2'06"341 - 22
28 - Gregor Drasal - Dorr Motorsport - 2'06"797 - 20
29 - Feligioni/Waszczinski - Boutsen Ginion - 2'08"112 - 21
30 - Hans Fabri - Imperiale - 2'08"667 - 20
31 - Lee/Wells - Leipert - senza tempo - 2

31 Lug [14:56]

Spa - Gara 2
Pulcini-Gilardoni in fuga

Da Spa - Mattia Tremolada - Foto Maggi

È una vittoria pesantissima nell'economia del campionato quella messa a segno da Kevin Gilardoni e Leonardo Pulcini nella seconda corsa di Spa-Francorchamps del Lamborghini Super Trofeo. Nell'incidente di gara 1, Noah Watt ha infatti danneggiato il telaio della propria Huracan Super Trofeo Evo, costringendo l'equipaggio del team Leipert al forfait alla vigilia della corsa odierna. Il danese ha così perso l'occasione di scattare dalla pole, ereditata invece proprio dal rivale al titolo Leonardo Pulcini. Il portacolori del team Oregon ha gestito alla perfezione tutto il primo stint di gara, scegliendo di rimanere in pista anche quando ha iniziato a piovere copiosamente sul circuito belga.

Mentre tutti i principali contendenti alla vittoria si sono fermati per montare le gomme da bagnato, Pulcini ha proseguito per diversi giri e la pioggia ha iniziato a calare. Oregon ha quindi deciso di rimanere sulle gomme slick, scelta che si è poi rivelata vincente, permettendo a Kevin Gilardoni di mantenere saldamente la prima piazza nel finale, tagliando il traguardo in prima posizione. Un successo che proietta l'equipaggio tricolore a +21 lunghezze nei confronti di Max Weering, balzato in piazza d'onore con il quinto posto sul traguardo (quarto di classe Pro). Restano fermi a quota 65 Watt e Sebastian Balthasar, braccati anche da Raul Guzman e Glenn Van Berlo con 63 punti.



Stupenda vittoria in Pro-Am per Andrzej Lewandowski e Karol Basz. Quest'ultimo è stato autore di un recupero strepitoso nel finale di gara, che gli ha permesso di risalire dalla quinta alla seconda posizione assoluta, chiudendo proprio nella scia di Gilardoni dopo aver scavalcato Maxime Oosten all'esterno della staccata del Bus Stop nel corso dell'ultimo passaggio. Con 31 punti di vantaggio, i due piloti polacchi del team di Vincenzo Sospiri hanno messo una serie ipoteca sul titolo di classe, quando mancano solo quattro gare al termine della stagione.

Bella comunque la prova di Oosten e Milan Teekens, che salgono sul terzo gradino del podio davanti a Guzman-Van Berlo e a Weering. Sesta posizione per Mattia Michelotto e Michael Dorrbecker, con il pilota italiano bravo nelle fasi iniziali a scavalcare Josef Zaruba, che ha tentato di rispondere alla staccata della Source, mancando il punto di frenata e colpendo l'incolpevole Michelotto, che ha comunque potuto proseguire, portando a termine un positivo primo stint di gara. Solo settimi i vincitori di gara 1 Danny Kroes e Daan Pijl, con il campione Pro 2019, che in uscita dalla pit lane ha tamponato Kumar Prabakaran, pilota della Malesia che gira oltre 20 secondi al giro più lento rispetto ai piloti di testa e che, tolto il limitatore, non ha accelerato a fondo, mettendo in difficoltà Kroes che lo seguiva da vicino.

Sabato 31 luglio 2021, gara 2

1 - Gilardoni-Pulcini - Oregon - 18 giri in 50'10"961
2 - Basz-Lewandowski - VS Racing - 0"736
3 - Teekens-Oosten - Bonaldi - 1"175
4 - Guzman-Van Berlo - Target - 2"457
5 - Max Weering - Kraan - 2"748
6 - Dorrbecker-Michelotto - VS Racing - 33"558
7 - Kroes-Pijl - Bonaldi - 53"301
8 - Wells-Lee - Leipert - 1'24"240
9 - Cecotto-Rossel - GSM - 1'29"356
10 - Ciglia-Pujeu - Oregon - 1'34"205
11 - Oliver Freymuth - AKF - 1'37"442
12 - Gosselin-Rostan - Boutsen Ginion - 1'42"372
13 - Pavlovic-Matic - Bonaldi - 1'55"839
14 - Gabriel Rindone - Leipert - 2'06"184
15 - Littmann-Veglia - GSM - 1 giro
16 - Calvin-Hoffsümmer - Leipert - 1 giro
17 - Hans Fabri - Imperiale - 1 giro
18 - Gerard Van der Horst - Van der Horst - 1 giro
19 - Gerhard Watzinger - Leipert - 1 giro
20 - Libor Dvoracek - Micanek - 1 giro
21 - Privitelio-Privitelio - FFF - 1 giro
22 - Feligioni-Waszczinski - Boutsen Ginion - 2 giri
23 - Prabakaran Kumar - VS Racing - 2 giri

Ritirati
Formanek-Zaruba
Moczulski-Gadetskii
Cola-Gvazava

Non partiti
Han Hulin
Balthasar-Watt
Fairbrother-Witt
Semoulin-Semoulin

Il campionato
1‍.Pulcini-Gilardoni 89 punti; 2.Weering 68; 3.Watt-Balthasar 65; 4.Guzman-Van Berlo 63; 5.Teekens-Oosten 59.

30 Lug [15:02]

Spa - Gara 1
Kroes-Pijl vincono di strategia

Da Spa - Mattia Tremolada ‍- Foto Maggi

Prima vittoria della stagione per il team campione in carica Bonaldi Motorsport. La squadra bergamasca si era imposta nella classifica Pro del 2020 con Dean Stoneman, ma quest'anno ha avuto un avvio di stagione complicato, con due equipaggi Pro giovani e veloci e giovani, ma ancora troppo fallosi. A Zandvoort però ha fatto il proprio ritorno in campionato Danny Kroes, campione della classe maggiore nel 2019, che è andato ad affiancare Daan Pijl, 18 anni compiuti alla vigilia del quarto appuntamento della stagione. L'olandese ha mostrato di avere la stoffa, ma non aveva ancora concretizzato il proprio potenziale prima di gara 1.

Oggi invece è stato perfetto, gestendo senza problemi la prima posizione nel secondo stint di gara, e assicurando all'equipaggio tutto olandese il primo successo stagionale. Il capolavoro è stato però strategico, con Kroes, balzato subito in seconda piazza al via, che è poi rimasto nella scia del poleman Jonathan Cecotto fino al momento del pit stop. L'olandese ha spinto fortissimo nel giro in più che ha fatto rispetto all'equipaggio di casa GSM, sfruttando la maggiore velocità nei confronti di Kevin Rossel, subentrato a Cecotto. L'overcut ha funzionato, e Pijl è così rientrato in pista proprio davanti al danese, che non è più riuscito ad andare all'attacco della leadership, accontentandosi della piazza d'onore.

Tanti colpi di scena nella lotta al titolo. Sebastian Balthasar ha subito perso la seconda posizione al via ai danni di Kroes, svicolando poi in quinta piazza prima del pit stop. Ereditato il volante in quarta posizione, Noah Watt ha però esagerato, finendo violentemente contro il muro a Blanchimont, con una dinamica molto simile a quella che ha spedito in ospedale Jordan Witt, a cui è comunque poi stata scongiurata la frattura alla caviglia che si temeva inizialmente. Ad approfittarne sono così Gilardoni-Pulcini, che hanno ben recuperato dopo un testacoda iniziale del primo, che in solitaria ha perso il controllo della propria Huracan a Les Combes.

Guadagna terreno nella corsa al titolo anche l'outsider Max Weering, terzo sul traguardo con una prova solida. Hanno invece brillantemente recuperato dalla settima fila alla quarta posizione Raul Guzman e Glenn Van Berlo, attardati al via da una qualifica opaca del pilota messicano. Sesta piazza per Michael Dorrbecker e Mattia Michelotto, che nel finale ha scavalcato il compagno di squadra in VSR Andrzej Lewandowski, che in coppia con Karol Basz si è comunque aggiudicato il successo in Pro-Am.

Venerdì 30 luglio 2021, gara 1

1 - Kroes-Pijl - Bonaldi - 19 giri in 51'18"041
2 - Cecotto-Rossel - GSM - 2"238
3 - Max Weering - Kraan - 3"120
4 - Guzman-Van Berlo - Target - 3"570
5 - Gilardoni-Pulcini - Oregon - 5"262
6 - Dorrbecker-Michelotto - VS Racing - 9"349
7 - Basz-Lewandowski - VS Racing - 12"267
8 - Formanek-Zaruba - Micanek - 12"696
9 - Teekens-Oosten - Bonaldi - 13"093
10 - Wells-Lee - Leipert - 13"506
11 - Pavlovic-Matic - Bonaldi - 19"193
12 - Littmann-Veglia - GSM - 29"265
13 - Ciglia-Pujeu - Oregon - 29"490
14 - Gerhard Watzinger - Leipert - 30"337
15 - Calvin-Hoffsümmer - Leipert - 30"552
16 - Gosselin-Rostan - Boutsen Ginion - 30"799
17 - Oliver Freymuth - AKF - 31"501
18 - Feligioni-Waszczinski - Boutsen Ginion - 35"049
19 - Moczulski-Gadetskii - GT3 Poland - 35"448
20 - Gerard Van der Horst - Van der Horst - 36"156
21 - Hans Fabri - Imperiale - 36"628
22 - Cola-Gvazava - Target - 48"724
23 - Gabriel Rindone - Leipert - 53"901
24 - Privitelio-Privitelio - FFF - 56"194
25 - Han Hulin - Boutsen Ginion - 2 giri
26 - Prabakaran Kumar - VS Racing - 2 giri
27 - Libor Dvoracek - Micanek - 3 giri 

Ritirati
Balthasar-Watt

N‍on partiti
Fairbrother-Witt
Semoulin-Semoulin

Il campionato
1‍.Pulcini-Gilardoni 74 punti; 2.Watt-Balthasar 64; 3.Weering 60; 4.Guzman-Van Berlo 53; 5.Cecotto-Rossell 52.

30 Lug [10:14]

Spa - Qualifiche
Seconda pole per Cecotto e Watt

Da Spa - Mattia Tremolada - Foto Maggi

A Spa-Francorchamps è arrivata la seconda pole position stagionale per i due figli d'arte Jonathan Cecotto e Noah Watt. Il portacolori del team GSM si era imposto già nella Q1 dello scorso appuntamento di Zandvoort, ed è stato in grado di ripetersi anche sul circuito belga, mentre il danese aveva firmato il miglior tempo a Le Castellet, sfiorando il primato anche in Olanda, dove lo stesso Cecotto lo aveva beffato per meno di un decimo. Due bandiere rosse hanno neutralizzato entrambe le sessioni. Se nel Q1 Oliver Freymuth ha perso una ruota, fermandosi a bordo pista senza riportare danni alla vettura, nel secondo turno Jordan Witt ha picchiato violentemente contro le protezioni interne a Blanchimont, ed è stato portato in ospedale per una sospetta frattura alla caviglia.

Nella prima sessione Cecotto, Sebastian Balthasar e Danny Kroes hanno fatto la differenza nei confronti del resto del gruppo. Il pilota tedesco di Leipert si è portato in testa nelle prime fasi in 2'20"031, seguito da Kroes in 2'20"245 e da Cecotto in 2'20"403. Il campione della serie Pro 2019 ha perso però il proprio riferimento per track limits, chiudendo in terza piazza in 2'20"529, non riuscendo più a migliorarsi nel finale. Al contrario, Cecotto è riuscito a dare la zampata, scendendo sotto al muro dei 2'20" in 2'19"894.



Per soli 5 millesimi Watt gli ha rubato la migliore prestazione assoluta del fine settimana, mettendosi alle proprie spalle un bravo Leonardo Pulcini per quattro decimi. Il pilota italiano era stato il primo a far segnare un tempo utile dopo la bandiera rossa, mentre il leader della fase iniziale Milos Pavlovic, che ieri ha potuto percorrere solamente pochissimi giri nelle libere, non è andato oltre la sesta posizione, chiudendo alle spalle anche di Glenn Van Berlo (che ha rimediato alla prestazione deludente di Raul Guzman, soltanto 14esimo), Daan Pijl e Milan Tekkens. Buon settimo Mattia Michelotto, secondo fino all'esposizione della bandiera rossa.

Venerdì 30 luglio 2021, qualifica 1

1 - Jonathan Cecotto - GSM - 2'19"894
2 - Sebastian Balthasar - Leipert - 2'20"031
3 - Danny Kroes - Bonaldi - 2'20"529
4 - Maxime Oosten - Bonaldi - 2'21"092
5 - Kevin Gilardoni - Oregon - 2'21"210
6 - Karol Basz - VS Racing - 2'21"715
7 - Max Weering - Kraan - 2'21"792
8 - Gulliem Pujeu - Oregon - 2'22"589
9 - Lorenzo Veglia - GSM - 2'22"707
10 - Andrea Cola - Target - 2'23"141
11 - Michael Dorrbecker - VS Racing - 2'23"732
12 - Bronislav Formanek - Micanek - 2'24"005
13 - Oscar Lee - Leipert - 2'24"483
14 - Raul Guzman - Target - 2'24"797
15 - Han Hulin - Boutsen Ginion - 2'25"207
16 - Gerhard Watzinger - Leipert - 2'26"135
17 - Gabriel Rindone - Leipert - 2'26"349
18 - Ray Calvin - Leipert - 2'26"668
19 - Claude Yves Gosselin - Boutsen Ginion - 2'27"011
20 - Pierre Feligioni - Boutsen Ginion - 2'27"577
21 - Grzegorz Moczulski - GT3 Poland - 2'27"986
22 - Gerard Van der Horst - Van der Horst - 2'28"126
23 - Hans Fabri - Imperiale - 2'29"144
24 - Libor Dvoracek - Micanek - 2'29"914
25 - David Fairbrother - Toro Verde - 2'30"950
26 - Petar Matic - Bonaldi - 2'32"664
27 - Luciano Privitello - FFF - 2'33"336
28 - Kumar Prabakaran - VS Racing - 2'42"157
29 - Oliver Freymuth - AKF - nessun tempo
30 - Benoit Semoulin - Semspeed - nessun tempo

Sabato 19 giugno 2021, qualifica 2

1 - Noah Watt - Leipert - 2'19"889
2 - Leonardo Pulcini - Oregon - 2'20"248
3 - Glenn Van Berlo - Target - 2'20"605
4 - Daan Pijl - Bonaldi - 2'20"896
5 - Milan Teekens - Bonaldi - 2'21"472
6 - Milos Pavlovic - Bonaldi - 2'21"491
7 - Mattia Michelotto - VS Racing - 2'22"053
8 - Max Weering - Kraan - 2'22"237
9 - Josef Zaruba - Micanek - 2'22"299
10 - Dan Wells - Leipert - 2'22"305
11 - Kevin Rossel - GSM - 2'22"598
12 - Dimitri Gvazava - Target - 2'22"856
13 - Andrzey Lewandoski - VS Racing - 2'23"060
14 - Marc Rostan - Boutsen Ginion - 2'25"250
15 - Jordan Witt - Toro Verde - 2'25"299
16 - Massimo Ciglia - Oregon - 2'25"304
17 - Gabriel Rindone - Leipert - 2'25"346
18 - Han Hulin - Boutsen Ginion - 2'25"648
19 - Matthias Hoffsümmer - Leipert - 2'25"749
20 - Gerhard Watzinger - Leipert - 2'26"528
21 - Donovan Privitello - FFF - 2'27"423
22 - JM Littman - GSM - 2'27"627
23 - Gerard Van der Horst - Van der Horst - 2'28"679
24 - Daniel Waszczinski - Boutsen Ginion - 2'29"289
25 - Nicolai Gadetskii - GT3 Poland - 2'29"513
26 - Hans Fabri - Imperiale - 2'29"838
27 - Libor Dvoracek - Micanek - 2'30"796
28 - Kumar Prabakaran - VS Racing - 2'48"213
29 - Oliver Freymuth - AKF - nessun tempo
30 - Francois Semoulin - Semspeed - nessun tempo

29 Lug [18:38]

Spa, libere 2
Kroes si porta al comando

Da Spa - Mattia Tremolada - Foto Maggi

È di Danny Kroes il miglior tempo delle libere 2 del Lamborghini Super Trofeo a Spa. Rientrato nella serie a Zandvoort per dare manforte a Daan Pijl sulla vettura di punta di Bonaldi, il campione 2019 della serie Pro si è portato in testa verso metà sessione con il tempo di 2'20"877, beffando Karol Basz, leader in quel momento, di soli due decimi. Tra i due si è poi inserito Glenn Van Berlo, che apre un gruppetto di ben quattro auto racchiuse in soli 80 millesimi. L'equipaggio del team Target composto dall'olandese e da Raul Guzman ha comunque mantenuto il record di giornata, fatto segnare dal messicano nelle libere 1 in 2'20"357. 

Conferma la quarta posizione ottenuta in mattinata il solitario Max Weering, che ha preceduto il leader delle prime fasi Sebastian Balthasar, fermato dalla direzione gara per 10 minuti per aver abusato ripetutamente dei limiti della pista. Solo sesti i capo-classifica Leonardo Pulcini e Kevin Gilardoni, reduci da tre successi nelle ultime quattro corse. Due uscite di pista hanno coinvolto Peter Matic e Benoit Semoulin. Il pilota serbo ha picchiato dopo pochi minuti, perdendo tanti chilometri preziosi, mentre il suo compagno di vettura Milos Pavlovic scenderà in pista in qualifica con soli tre giri all'attivo.

Giovedì 29 luglio 2021, libere 2

1 - Kroes-Pijl - Bonaldi - 2'20"877 - 18 giri
2 - Guzman-Van Berlo - Target - 2'21"004 - 21
3 - Basz-Lewandowski - VS Racing - 2'21"025 - 21 
4 - Max Weering - Kraan - 2'21"054 - 21
5 - Balthasar-Watt - Leipert - 2'21"084 - 18
6 - Gilardoni-Pulcini - Oregon - 2'21"351 - 20
7 - Teekens-Oosten - Bonaldi - 2'21"392 - 17
8 - Cecotto-Rossel - GSM - 2'22"145 - 19
9 - Cola-Gvazava - Target - 2'22"467 - 20
10 - Formanek-Zaruba - Micanek - 2'22"520 - 21
11 - Dorrbecker-Michelotto - VS Racing - 2'22"696 - 20
12 - Ciglia-Pujeu - Oregon - 2'22"939 - 20
13 - Littmann-Veglia - GSM - 2'23"157 - 20
14 - Wells-Lee - Leipert - 2'23"844 - 20
15 - Fairbrother-Witt - Toro Verde - 2'24"583 - 9
16 - Gabriel Rindone - Leipert - 2'25"485 - 19
17 - Gerhard Watzinger - Leipert - 2'26"412 - 21
18 - Han Hulin - Boutsen Ginion - 2'26"425 - 20
19 - Gosselin-Rostan - Boutsen Ginion - 2'26"618 - 21
20 - Calvin-Hoffsümmer - Leipert - 2'26"703 - 8
21 - Semoulin-Semoulin - Semspeed - 2'28"255 - 11
22 - Oliver Freymuth - AKF - 2'28"529 - 20
23 - Privitelio-Privitelio - FFF - 2'28"826 - 20
24 - Gerard Van der Horst - Van der Horst - 2'28"858 - 20
25 - Libor Dvoracek - Micanek - 2'29"327 - 13
26 - Moczulski/Gadetskii - GT3 Poland - 2'29"666 - 19
27- Hans Fabri - Imperiale - 2'29"944 - 16
28 - Feligioni-Waszczinski - Boutsen Ginion - 2'30"797 - 20
29 - Prabakaran Kumar - VS Racing - 2'39"994 - 12
30 - Pavlovic-Matic - Bonaldi - nessun tempo

PrevPage 1 of 7Next

News

Super Trofeo Lamborghini
v

FirstPrevPage 1 of 2NextLast
FirstPrevPage 1 of 2NextLast

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone