F4 Nel mondo

F4 UAE ad Abu Dhabi
Antonelli e Prema un passo avanti

Andrea Kimi Antonelli e la Prema sono partiti alla grande nella F4 UAE, primo campionato che si disputa con la nuova vettura ...

Leggi »
Rally

Rally di Montecarlo – Finale
Loeb apre l’era ibrida, sfortunato Ogier

In quel di Monaco la Marsigliese è risuonata per Sebastien Loeb e Isabelle Galmiche. È stato il nove volte iridato WRC a conq...

Leggi »
Regional Asia

Yas Marina - Gara 3
Vittoria con brivido per Minì, paura al via

Primo successo stagionale con brivido per Gabriele Minì. Al via della terza e ultima corsa del primo appuntamento della Formu...

Leggi »
IMSA

Daytona - Prequalifica
Vautier prende la mini-pole

Marco Cortesi - IMSA PhotoColpaccio del team JDC Miller e di Tristan Vautier nella qualifica per la gara di qualifica che att...

Leggi »
Regional Asia

Yas Marina - Gara 2
Bortoleto apre la doppietta 3Y R-Ace

La seconda corsa di Yas Marina della Formula Regional Asia 2022 è stata decisamente movimentata, ma non per Gabriel Bortoleto...

Leggi »
Rally

Rally di Montecarlo – 3° giorno finale
Ogier 1°, giornata nera per Hyundai

Michele Montesano Il Rally di Montecarlo sta andando sempre più nelle mani di Sebastien Ogier. Dopo aver subito la rimonta ...

Leggi »
PrevPage 1 of 8Next
4 Nov [15:27]

Super Trofeo, il 2022 promette bene:
già tutte vendute le Huracàn EVO2

Jacopo Rubino - Foto Maggi

Il Lamborghini Super Trofeo è in ottima salute. Lo dicono i numeri della stagione 2021, che si è conclusa lo scorso weekend a Misano con le World Finals, di nuovo organizzate dopo lo stop imposto nel 2020 dall'emergenza Covid. Ma lo dicono anche le premesse per il 2022, quando verrà introdotta la versione EVO2 della Huracàn: le richieste hanno presto raggiunto il tetto fissato, a conferma di un forte interesse verso questo palcoscenico.

"Abbiamo esaurito lo stock di esemplari prodotti, ne sono stati venduti più di 60. Lo definirei... un bel problema. Ci stiamo impegnando per provare a soddisfare la domanda aggiuntiva" ha rivelato il responsabile delle attività sportive Giorgio Sanna, in un incontro con i media. "I team sono felici della nuova auto, che rappresenta un lavoro di affinamento con cui garantire maggiore affidabilità assieme a prestazioni superiori e costi più bassi. Tre fattori che non è mai scontato far convivere".

La griglia del Super Trofeo Europa, nel 2021, ha superato le 30 auto. Sanna l'ha definita "consolidata", ma per il futuro ha anticipato: "Ci aspettiamo qualche altra squadra, esiste il potenziale per arrivare a 40 macchine iscritte". E anche dall'altro lato dell'Oceano, nella serie North America, si prevede uno schieramento record. Il tutto mentre alcune scuderie valutano il salto nella categoria GT3, in linea con la volontà di rendere il Super Trofeo terreno di preparazione per il top dell'universo Gran Turismo, e non solo una competizione fine a se stessa.

Nel 2022 il monomarca Lamborghini vedrà anche il ritorno del torneo Middle East, con due round fra Abu Dhabi e Dubai fra il 20 e il 29 gennaio: verrà ancora utilizzata la vecchia Huracàn EVO, per dare i giusti tempi nel passaggio alla specifica aggiornata. "Contiamo in una buona riuscita del campionato, che darà modo di fare esperienza anche ai gentleman", ha spiegato Sanna. "Consentire loro di correre Medio Oriente, in due località sono destinazioni turistiche di alto livello, è inoltre coerente con la nostra missione di brand di lusso".



Con la modifica al calendario del GT World Challenge Europe, anche il Super Trofeo del Vecchio Continente scatterà da Imola e non più da Monza, nel fine settimana del 2-3 aprile. "Siamo innanzitutto felici di poter sempre cominciare dall'Italia", ha commentato il manager romano. "Monza è uno splendido tracciato, ricco di storia, ma lo è ovviamente anche Imola che, per giunta, ha il vantaggio di essere più vicina alla nostra sede. Questo ci darà modo di allestire ancora più iniziative di contorno".

Infine, è stata ufficializzata la sede delle World Finals 2022: Portimao. La trasferta portoghese, inedita in ambito Lamborghini, ha incontrato il gradimento del paddock per il circuito e la regione in cui è situato. Fra i criteri di scelta, anche la relativa sicurezza di avere buone condizioni meteo nel periodo autunnale. In ottica 2023, c'è l'idea di riportare il "Mondiale" fuori dai confini Europei, come avvenuto nel 2014 (Sepang) e 2015 (Sebring), se le restrizioni legate alla pandemia venissero meno, facilitando la logistica. Di certo, sarà un momento importante perché segnerà il 60esimo anno dalla fondazione del marchio, e il primo decennio di vita della Squadra Corse.

1 Nov [9:21]

Nelle World Finals a Misano
titolo Am per Gomez, Ciglia 2°

Da Misano - Jacopo Rubino - Foto Maggi

È Victor Gomez a festeggiare il titolo Am nelle World Finals del Lamborghini Super Trofeo a Misano: nella sfida incrociata fra i protagonisti della serie europea e nordamericana, i piloti gentleman hanno disputato qualifiche e gare dedicate. Il portoricano Gomez, proveniente da Oltreoceano con il team Change Racing, ha centrato la corona chiudendo secondo in gara 1, alle spalle del nostro Massimo Ciglia, e soprattutto vincendo in gara 2.

Nella corsa di domenica Gomez si è trovato al comando dopo le soste, non prima di aver fatto a "sportellate" in partenza con Gabriel Rindone e Andrzej Lewandowski. Rindone, già penalizzato di 3 secondi per aver tagliato la prima curva, successivamente è stato protagonista di un testacoda; Lewandowski è uscito di pista sbattendo contro le barriere della Quercia al giro 6.

Con due piazzamenti a podio e una pole, Ciglia ha mancato il titolo per appena un punto. Il portacolori della Oregon ha dettato legge in gara 1 ma in gara 2 ha pagato un testacoda, perdendo tempo prezioso. Il lombardo nel finale ha agganciato Raffaele Giannoni (Automobile Tricolore), ma non ha avuto modo di provare a strappargli la piazza d'onore, potenzialmente decisiva per il "Mondiale". La bandiera a scacchi è infatti sventolata in regime di safety-car, a causa del crash sul rettilineo principale di Terry Olson.

In lizza per il trono delle World Finals poteva esserci anche Jordan Missig, ma lo statunitense ha subito sbattuto violentemente in gara 1 mentre stava battagliando per la vetta. I danni alla sua Huracàn gli hanno poi impedito di schierarsi domenica dalla pole che aveva siglato in Q2.

Anche nella Lamborghini Cup il titolo è targato North America: merito di John Hennessy, doppio vincitore di manche, in gara 2 addirittura rimontando sui diretti avversari in un finale molto emozionante. Con un doppio terzo posto (e la pole in Q2), i vicecampioni di classe in queste World Finals sono stati Luciano e Donovan Privitelio, padre e figlio in forza alla squadra italo-cinese FFF.

31 Ott [15:40]

World Finals, gara 2
Michelotto/Basz mondiali con VSR

Da Misano - Jacopo Rubino - Foto Maggi

Karol Basz e Mattia Michelotto hanno dominato le World Finals 2021 del Lamborghini Super Trofeo: a Misano la coppia del team VSR di Vincenzo Sospiri, allestita appositamente per la sfida "mondiale", ha vissuto due giornate perfette. Doppia pole-position, ieri vittoria in gara 1 e oggi in gara 2, sempre da fuggitivi. Nella precedente edizione delle World Finals, disputata nel 2019 a Jerez, il polacco si era aggiudicato il titolo Pro-Am: per lui è arrivato adesso quello assoluto, raccogliendo insieme a Michelotto l'eredità di Frederik Schandorff.

Nella corsa odierna è stato Basz a partire, accumulando circa 3"5 di margine sul solista Richard Antinucci, principale inseguitore dopo aver subito superato Dario Capitanio, suo compagno nel team americano Dream Racing. Dopo le soste ai box a Basz è subentrato Michelotto, che ha confermato di essere in forma smagliante: ha preso il largo aumentando il gap fino a oltre 11". Poco male se al padovano sono stati aggiunti 1"263 secondi, quelli per il tempo minimo del pit-stop non rispettato (di nuovo) dalla compagine forlivese.

La medaglia d'argento va a Richard Antinucci, fresco bicampione della serie North America, due volte secondo al traguardo. Oggi l'italo-americano ha preceduto altre due vetture "statunitensi", quella di Jeroen Mul e Steven McAaler (Change Racing) e quella gemella del nostro Capitanio.

Un contatto a tre ha messo fuori gioco anzitempo Kikko Galbiati, Milan Teekens e Daan Pijl, aiutando Raul Guzman e Gleen van Berlo della romagnola Target (oggi quinti) a terminare terzi ai punti, pur a pari merito con Mul/McAleer. I neocampioni europei Kevin Gilardoni e Leonardo Pulcini, della Oregon, sono stati ancora colpiti dalla sfortuna. Anzi, questa volta da Max Weering, che al primo giro ha urtato Gilardoni. Entrambi ko e intervento della safety-car che ha tenuto il gruppo compatto per un paio di tornate. Poi è filato tutto relativamente liscio, specialmente per Basz e Michelotto.

In Pro-Am successo in gara 2 per Oscar Lee e Dan Wells (Leipert), ma titolo agli yankee Bryan Ortiz e Brandon Gdovic: decisivo il sorpasso nelle fasi finali compiuto da Gdovic a Claudinei Senhoreti, il gentleman subentrato a Loris Spinelli sulla Huracàn del team MCR. Dopo l'ottimo primo stint dell'abruzzese, Senhoreti si è così visto sfuggire la chance di centrare lo scettro di categoria.

Intanto, nelle premiazioni Lamborghini di fine stagione celebrate nella serata di ieri, sono state ufficializzate data e sede delle World Finals 2022: si terranno nel weekend del 5-6 novembre a Portimao, tracciato inedito per il monomarca del Toro e già molto atteso fra i protagonisti del paddock.

Domenica 31 ottobre 2021, gara 2 (Pro + Pro-Am)

1 - Basz/Michelotto - VSR - 29 giri 50'26"577
2 - Richard Antinucci - Dream - 9"141
3 - Mul/McAleer - Change - 15"472
4 - Dario Capitanio - Dream - 16"545
5 - Guzman/Van Berlo - Target - 18"666
6 - Formal/Marcelli - WTR - 19"847
7 - Eidson/Aghakhani - US RaceTronics - 23"653
8 - Morris/Balthasar - Leipert - 28"852
9 - Luke Berkeley - Dream - 43"877
10 - Lee/Wells - Leipert - 49"210
11 - Rossel/Cecotto - GSM - 50"334
12 - Ortyz/Gdovic - PPM - 51"925
13 - Spinelli/Senhoreti - MCR - 53"020
14 - Zaruba/Formanek - Micanek -
15 - Meda/Valsecchi - Lamborghini -
16 - Leib/Wagner - Leipert -
17 - Pavlovic/Matic - Bonaldi -
18 - Gvazava/Cola - Target - 1 giro

Giro più veloce: Mattia Michelotto 1'33"725

Ritirati
20° giro - Liddy/Johnson
12° giro - Kikko Galbiati
6° giro - Pijl/Kroes
6° giro - Teekens/Oosten
1° giro - Gilardoni/Pulcini
1° giro - Max Weering

Il campionato
1.Basz/Michelotto 32 punti; 2.Antinucci 24; 3.Guzman/van Berlo 14; 4.McAleer/Mul 14; 5.Formal/Marcelli

30 Ott [20:06]

World Finals, gara 1
Michelotto e Basz brillano

Da Misano - Jacopo Rubino - Foto Maggi

Mattia Michelotto e Karol Basz sotto i riflettori. Letteralmente: gara 1 delle World Finals del Lamborghini Super Trofeo a Misano ha visto splendere i due piloti di casa VSR, per l'occasione in coppia, in una corsa che i ritardi sul cronoprogramma (dopo bandiere rosse in qualifica) hanno reso praticamente una notturna. Michelotto è scattato dalla pole-position e poi ha accumulato quasi 4" di vantaggio, cresciuto nel turno del compagno Basz che si è poi potuto permettere di amministrare nel finale. Si è rivelata ininfluente la penalità di 0"684 per il tempo di sosta ai box inferiore al minimo regolamentare. Davvero una grande prova quella offerta dal padovano Michelotto, mai così veloce quest'anno, che assieme a Basz (lui una certezza), archivia la prima giornata delle finali mondiali a punteggio pieno, grazie anche al +2 per la doppia pole.

La piazza d'onore è per Richard Antinucci, fresco bicampione della serie North America, al via in solitaria con la vettura della Dream Racing qui supportata tecnicamente dalla struttura di Antonelli Motorsport. Il pilota nativo di Roma al giro 4 si è visto dare strada da Danny Kroes, su ordine dei commissari, perché l'olandese aveva tratto vantaggio da un taglio alla prima curva. L'alfiere del team Bonaldi è poi rimasto terzo, con Daan Pijl a completare il lavoro. Quarta posizione per il duo Target formato da Glenn van Berlo e Raul Guzman, quinti Kyle Marcelli (partito bene) e Danny Formal del Wayne Taylor Racing.

Dario Capitanio ha tagliato il traguardo sesto, ma retrocesso 11esimo per i 10" di penalità ricevuti a causa del contatto che ha mandato in testacoda Leonardo Pulcini. Il portacolori Oregon, neocampione europeo, è scivolato sedicesimo, ha cercato di recuperare, poi Kevin Gilardoni è giunto tredicesimo. La loro festa è stata ieri, ma la scuderia di Jerry Canevisio si consola con il successo di Massimo Ciglia nella precedente gara riservata alle classi Am e Lamborghini Cup.

In Pro-Am, invece, si sono imposti gli statunitensi Brandon Gdovic e Bryan Ortiz (PPM), precedendo Loris Spinelli che disputa le World Finals al fianco del gentleman brasiliano Claudinei Senhoreti, scattato dalle retrovie sulla Huracàn del team MCR.

Dopo i danni per l'uscita in Q2 di Guido Meda, la vettura ospite è stata riparata dai meccanici Lamborghini per consentire al telecronista di Sky Sport MotoGP e a Davide Valsecchi di affrontare regolarmente questa manche. Nel primo stint, l'ex campione GP2 (e oggi opinionista F1) aveva viaggiato a metà gruppo fino alla finestra delle soste ai box.

Sabato 30 ottobre 2021, gara 1 (Pro + Pro-Am)

1 - Michelotto/Basz - VSR - 31 giri 50'30"080
2 - Antinucci Richard - Dream - 2"698
3 - Kroes/Pijl - Bonaldi - 4"079
4 - Van Berlo/Guzman - Target - 9"418
5 - Marcelli/Formal - WTR - 11"642
6 - Balthasar/Morris - Leipert - 20"990
7 - McAleer/Mul - Change - 22"104
8 - Cecotto/Rossel - GSM - 24"311
9 - Aghakhani/Eidson - US RaceTronics - 24"747
10 - Kikko Galbiati - GSM - 25"537
11 - Dario Capitanio - Dream - 29"531 *
12 - Max Weering - Kraan - 35"069
13 - Pulcini/Gilardoni - Oregon - 42"450
14 - Luke Berkeley - Dream - 51"126
15 - Gdovic/Ortiz - PPM - 53"273
16 - Senhoreti/Spinelli - MCR - 55"166
17 - Cola/Gvazava - Target - 1'18"891
18 - Wells/Lee - Leipert - 1'22"287
19 - Matic/Pavlovic - Bonaldi - 1'25"087
20 - Johnson/Liddy - US RaceTronics - 1'28"762
21 - Oosten/Teekens - Bonaldi - 1 giro
22 - Formanek/Zaruba - Micanek - 1 giro
23 - Valsecchi/Meda - Lamborghini - 1 giro

* 10 secondi di penalità

Giro più veloce: Mattia Michelotto 1'33"669

Ritirati
20° giro - Wagner/Leib

Il campionato
1.Basz/Michelotto 17 punti; 2.Antinucci 12; 3.Kroes/Pijl 10; 4.Guzman/van Berlo 8; 5.Formal/Marcelli 6

30 Ott [14:48]

World Finals, qualifiche
Michelotto/Basz coppia da pole

Da Misano - Jacopo Rubino - Foto Maggi

Europa contro America a Misano: sono cominciate le World Finals del Lamborghini Super Trofeo 2021, e a centrare le pole-position in palio nelle qualifiche delle classi Pro e Pro-Am sono stati un sorprendente Mattia Michelotto e Karol Basz, per l'occasione compagni di equipaggio sulla vettura #6 del team VSR.

Sorprendente Michelotto dicevamo, perché in questa stagione il giovane padovano non aveva mai piazzato un acuto del genere. E nella Q1 "mondiale", invece, ha messo tutti in riga con il tempo di 1'32"938. Basz, che sostituisce Michael Dorrbecker (mentre Andrzej Lewandoski, da solista, è iscritto in classe Am), ha poi abbassato il limite in Q2 con il suo 1'32"849.

Gli alfieri della squadra di Vincenzo Sospiri sono stati gli unici a scendere sotto al minuto e 33, peraltro con buon margine sugli avversari: Michelotto ha preceduto Danny Kroes (Bonaldi) di 363 millesimi, Basz invece Dario Capitanio di 383. Il romano viene dalla serie North America, in cui è entrato da metà stagione con il team Dream Racing, qui supportato tecnicamente da Antonelli, e dopo aver chiuso settimo in Q1 si è preso la soddisfazione di battere in Q2 il fresco bicampione d'Oltreoceano, e suo compagno di colori, Richard Antinucci. Il pilota italo-americano ha siglato una doppia terza posizione sullo schieramento.



Nel primo segmento bene Glenn van Berlo della Target, quarto, piazzamento ottenuto da Loris Spinelli in Q2. L'abruzzese disputa le World Finals con il team MCR in classe Pro-Am, affiancando il gentleman brasiliano Claudinei Senhoreti come nel resto del 2021, con una vettura dal set-up diverso rispetto a quello del team Kraan guidata nella serie europea al Nurburgring e fino a ieri a Misano, sostenendo la caccia al titolo di Max Weering.

Per le finali l'olandese guida in solitaria, ma questa mattina non ha brillato: 13esimo e 17esimo, per giunta con una uscita di pista a fine Q1. Sottotono anche i neocampioni Leonardo Pulcini (9°) e Kevin Gilardoni (14esimo).

La seconda frazione ha visto subito sventolata la bandiera rossa per l'uscita al Curvone di Guido Meda nel suo giro di lancio: per il telecronista di Sky Sport MotoGP nessuna conseguenza fisica particolare, per fortuna, ma i danni alla Huracàn "ospite" sono stati significativi e i meccanici sono già al lavoro per le riparazioni. Nella Q1, Davide Valsecchi aveva invece chiuso 17esimo.

Sabato 30 ottobre 2021, qualifica 1 (Pro + Pro-Am)

1 - Mattia Michelotto - VSR - 1'32"938
2 - Danny Kroes - Bonaldi - 1'33"301
3 - Richard Antinucci - Dream - 1'33"476
4 - Glenn Van Berlo - Target - 1'33"476
5 - Maxime Oosten - Bonaldi - 1'33"514
6 - Kyle Marcelli - WTR - 1'33"609
7 - Dario Capitanio - Dream - 1'33"655
8 - Sebastian Balthasar - Leipert - 1'33"685
9 - Leonardo Pulcini - Oregon - 1'33"756
10 - Jonathan Cecotto - GSM - 1'33"773
11 - Kikko Galbiati - GSM - 1'33"896
12 - Steven Aghakhani - US Racetronics - 1'33"911
13 - Max Weering - Kraan - 1'33"969
14 - Stevan McAleer - Change - 1'34"014
15 - Luke Berkeley - Dream - 1'34"272
16 - Dan Wells - Leipert - 1'34"635
17 - Davide Valsecchi - Lamborghini - 1'34"792
18 - Brandon Gdovic - PPM - 1'34"889
19 - Yury Wagner - Leipert - 1'35"037
20 - Andrea Cola - VSR - 1'35"436
21 - Bronek Formanek - Micanek - 1'35"525
22 - Claudinei Senhoreti - MCR - 1'36"312
23 - Mel Johnson - US Racetronics - 1'36"708
24 - Petar Matic - Bonaldi - 1'37"610

Sabato 30 ottobre 2021, qualifica 2 (Pro + Pro-Am)

1 - Karol Basz - VSR - 1'32"849
2 - Dario Capitanio - Dream - 1'33"232
3 - Richard Antinucci - Dream - 1'33"237
4 - Loris Spinelli - MCR - 1'33"256
5 - Kikko Galbiati - GSM - 1'33"368
6 - Sebastian Morris - Leipert - 1'33"380
7 - Danny Formal - WTR - 1'33"420
8 - Jacob Edison - US Racetronics - 1'33"505
9 - Daan Pijl - Bonaldi - 1'33"511
10 - Raul Guzman - Target - 1'33"649
11 - Milan Teekens - Bonaldi - 1'33"671
12 - Milos Pavlovic - Bonaldi - 1'33"856
13 - Jeroen Mul - Change - 1'33"944
14 - Kevin Gilardoni - Oregon - 1'33"978
15 - Patrick Liddy - US Racetronics - 1'34"081
16 - Kevin Rossel - GSM - 1'34"167
17 - Max Weering - Kraan - 1'34"228
18 - Josef Zaruba - Micanek - 1'34"238
19 - Bryan Ortiz - PPM - 1'34"343
20 - Luke Berkeley - Dream - 1'34"491
21 - Dmitri Gvazava - VSR - 1'35"472
22 - Oscar Lee - Leipert - 1'35"524
23 - Fidel Leib - Leipert - 1'35"905
24 - Guido Meda - Lamborghini - s.t.

29 Ott [18:05]

Misano - Gara 2
Finale thriller, Pulcini/Gilardoni campioni

Da Misano - Jacopo Rubino - Foto Maggi

9 minuti adrenalinici hanno deciso la stagione 2021 del Lamborghini Super Trofeo Europa: sono campioni Kevin Gilardoni e Leonardo Pulcini del team italiano Oregon, dopo una gara 2 a Misano dal finale vietato ai deboli di cuore. Alla ripresa dalla safety-car intervenuta per rimuovere la vettura nella ghiaia di Dmitri Gvazava, Loris Spinelli e Gilardoni erano davanti a tutti. L'abruzzese, come compagno di Max Weering, ha perorato la caccia al titolo dell'olandese tenendo basso il ritmo e il gruppo compatto, frenando in ogni modo gli assalti di Gilardoni che intanto era pressato da Glenn van Berlo e altre quattro macchine. Con Spinelli primo, per Gilardoni scivolare al terzo posto sarebbe stato fatale. Al penultimo giro, l'episodio chiave.

Gilardoni era appena riuscito a "sfondare" il muro di Spinelli e a passare in vetta, ma l'italo-svizzero è stato mandato in testacoda da Spinelli che ha cercato di infilarsi all'interno della curva del Tramonto. Spinelli ha tagliato il traguardo primo, ma è stato subito penalizzato di 10", retrocedendo settimo proprio alle spalle del suo diretto avversario. Si è risolta così la sfida per il trono, dopo il primo stint effettuato dai rispettivi compagni che aveva visto Pulcini fuggitivo dalla pole, accumulando 6" di vantaggio sullo stesso Weering.

114 punti per la coppia Gilardoni/Pulcini, 109 per Weering: questa la fotografia della Super Trofeo 2021, con Gilardoni (e Oregon) a riprendersi quanto sfuggito nella passata edizione.



Il finale pazzo di questa corsa ha permesso a Daan Pijl e Danny Kroes del team Bonaldi di centrare l'ultimo successo dell'anno, bissando quello di questa mattina in gara 1, già un po' favorito dagli eventi. Un contatto all'ultima tornata fra Glenn van Berlo e Sebastian Balthasar ha aperto le porte del podio assoluto alle due vetture del team VSR: piazza d'onore per Mattia Michelotto (con Michael Dorrbecker), terza per Karol Basz (e Andrzej Lewandowski), che replicano in classe Pro-Am precedendo Jonathan Cecotto e Kevin Rossell (GSM).

In classe Am si è imposto Gabriel Rindone, nonostante un precedente contatto con Massimo Ciglia, ma non è stato abbastanza: il titolo è andato in solitaria al francese Claude-Yves Gosselin, al via insieme a Marc Rostan. Subito fuori gioco per una foratura Milan Teekens.

E domani spazio alle World Finals, che vedranno i protagonisti della serie europea confrontarsi con quelli del Lamborghini Super Trofeo North America, già presenti a Misano. Ci saranno due schieramenti con sessioni separate, con Pro e Pro-Am da una parte, e gli amatori dall'altra.

Venerdì 29 ottobre 2021, gara 2

1 - Pijl/Kroes - Bonaldi - 29 giri 50'40"711
2 - Dorrbecker/Michelotto - VSR - 1"482
3 - Lewandowski/Basz - VSR - 2"414
4 - Cecotto/Rossel - GSM - 5"557
5 - Kikko Galbiati - GSM - 5"865
6 - Pulcini/Gilardoni - Oregon - 6"266
7 - Weering/Spinelli - Kraan - 8"658
8 - Guzman/Van Berlo - Target - 13"023
9 - Lee/Wells - Leipert - 13"978
10 - Sebastian Freymuth - AKF - 16"498
11 - Pavlovic/Matic - Bonaldi - 30"215
12 - Gabriel Rindone - Leipert - 31"359
13 - Alessandro Tarabini - Oregon - 32"360
14 - Raffaele Giannoni - Automobile Tricolore - 33"411
15 - Han Hulin - Boutsen Ginion - 33"541
16 - Formanek/Zaruba - Micanek - 33"859
17 - Morris/Balthasar - Leipert - 42"854
18 - Rostan/Gosselin - Boutsen Ginion - 42"921
19 - Meda/Valsecchi - Lamborghini - 1 giro
20 - Oliver Freymuth - AKF - 1 giro
21 - Gerard Van Der Horst - van der Horst - 1 giro
22 - Gerhard Watzinger - Leipert - 1 giro
23 - Libor Dvoracek - Micanek - 1 giro
24 - Aka/Harmsen - GT3 Poland - 1 giro
25 - Privitelio/Privitelio - FFF - 1 giro
26 - Opiola/Moczulski - GT3 Poland - 1 giro
27 - Hans Fabri - Imperiale - 1 giro
28 - Waszkzinski/Feligioni - Boutsen Ginion - 1 giro
29 - Kumar Prabakaran - VSR - 2 giri
30 - Leib/Wagner - Leipert - 3 giri

Giro più veloce: Loris Spinelli 1'33"811

Ritirati
24° giro - Blom/Ciglia
13° giro - Gvazava/Cola
2° giro - Teekens/Oosten

Il campionato Pro
1.Gilardoni/Pulcini 114 punti; 2.Weering 109; 3.Balthasar 94; 4.Oosten/Teekens 87; 5.Rossel 84

29 Ott [13:30]

Misano - Gara 1
Weering a -4 da Gilardoni/Pulcini
fra i colpi di scena

Da Misano - Jacopo Rubino - Foto Maggi

Nulla di scontato a Misano, nella gara 1 del Lamborghini Super Trofeo Europa: la sfortuna ha bersagliato in modo quasi identico le due vetture in lotta per il titolo Pro, che verrà così assegnato in gara 2 di oggi pomeriggio con un pathos ancora più elevato. Max Weering ha dimezzato da -8 a -4 il distacco in campionato dai leader Kevin Gilardoni e Leonardo Pulcini, ma fino a pochi minuti dal termine sembrava tutto pronto per il ribaltone.

Gilardoni stava faticando in nona posizione quando al giro 13 ha perso la ruota posteriore sinistra; il pilota del team Oregon ha cercato di raggiungere i box, ma si è dovuto arrendere, parcheggiando. Nel frattempo Loris Spinelli, dal Nurburgring compagno di equipaggio di Weering sulla vettura del team Kraan, stava dominando dopo essere scattato dalla pole. L'olandese stava completando l'opera nel suo turno di guida, ma a soli 6' dal termine ha patito una foratura, sempre alla posteriore sinistra. Weering ha effettuato un pit-stop d'emergenza, terminando nono assoluto e settimo di classe Pro, recuperando almeno qualche punto utile. Si deciderà tutto in gara 2, con Pulcini che partirà in pole, e Weering alle sue spalle, terzo.

La vittoria della corsa, invece, è andata a Danny Kroes e Daan Pijl, che ha sfruttato gli imprevisti degli avversari per ritrovarsi al comando. Non solo Weering, ma anche Raul Guzman è infatti incappato in una foratura, con i cordoli come possibile causa comune. Pijl, portacolori Bonaldi, ha così preso la vetta a tre minuti dalla bandiera a scacchi.



La compagine bergamasca ha addirittura centrato la doppietta, grazie alla piazza d'onore dell'altro equipaggio orange formato da Maxime Oosten e Milan Teekens. Teekens ha ricevuto 10" di penalità per aver urtato Guzman, quando il messicano della Target aveva appena forato, ma è rimasto comunque davanti ad Andrej Lewandoski. Il polacco del team VSR, già campione Pro-Am, ha vinto la sua classe e completato il podio assoluto dopo l'ottimo primo stint di Karol Basz, che in apertura ha cercato di insidiare il poleman Spinelli per poi viaggiare a circa 7" di distacco.

Quarto posto (terzo fra i Pro) per Seb Morris e Sebastian Balthasar, non abbastanza per consentire al tedesco di restare in lotta per il titolo. A seguire le vetture GSM di Kikko Galbiati e Cecotto/Rossel, top 10 assoluta al traguardo anche per Cola/Gvazava (VSR).

In classe Am successo di Raffaele Giannoni (Automobile Tricolore), che ha avuto la meglio in un duello dopo le soste ai box con Guido Meda, appena subentrato a Davide Valsecchi sulla Huracàn ospite schierata direttamente da Lamborghini per i due volti tv Sky. Per loro, alla fine, 16esimo posto assoluto, ma "trasparente" per i punteggi.

Al giro 25 la vettura ferma in testacoda di Arkin Aka sembrava rendere necessario l'ingresso della safety-car, azzerrando i distacchi, ma l'epilogo non ha certo mancato di riservare sorprese.

Venerdì 29 ottobre 2021, gara 1

1 - Kroes/Pijl - Bonaldi - 31 giri 50'46"193
2 - Oosten/Teekens - Bonaldi - 0"937
3 - Basz/Lewandowski - VSR - 10"957
4 - Balthasar/Morris - Leipert - 12"461
5 - Kikko Galbiati - GSM - 15"489
6 - Cecotto/Rossel - GSM - 28"488
7 - Formanek/Zaruba - Micanek - 49"107
8 - Sebastian Freymuth - AKF - 49"637
9 - Spinelli/Weering - Kraan - 52"856
10 - Cola/Gvazava - Target - 55"771
11 - Wells/Lee - Leipert - 57"247
12 - Blom/Ciglia - Oregon - 1'10"522
13 - Wagner/Leib - Leipert - 1'15"999
14 - Alessandro Tarabini - Oregon - 1'20"955
15 - Raffaele Giannoni - Automobile Tricolore - 1'27"086
16 - Valsecchi/Meda - Lamborghini - 1 giro
17 - Hulin Han - Boutsen Ginion - 1 giro
18 - Gabriel Rindone - Leipert - 1 giro
19 - Gosselin/Rostan - Boutsen Ginion - 1 giro
20 - Gerard Van Der Horst - van der Horst - 1 giro
21 - Gerhard Watzinger - Leipert - 1 giro
22 - Moczulski/Opiola - GT3 Poland - 1 giro
23 - Privitelio/Privitelio - FFF - 1 giro
24 - Michelotto/Dorrbecker - VSR - 1 giro
25 - Matic/Pavlovic - Bonaldi - 2 giri
26 - Hans Fabri - Imperiale - 2 giri
27 - Van Berlo/Guzman - Target - 2 giri
28 - Kumar Prabakaran - VSR - 3 giri
29 - Feligioni/Waszkzinski - Boutsen Ginion - 4 giri

Giro più veloce: Max Weering 1'33"101

Ritirati
25° giro - Harmsen/Aka
20° giro - Oliver Freymuth
12° giro - Gilardoni/Pulcini
10° giro - Libor Dvoracek

Il campionato Pro
1.Gilardoni/Pulcini 108 punti; 2.Weering 104; 3.Balthasar 93; 4.Oosten/Teekens 87; 5.Guzman/van Berlo 76

28 Ott [18:53]

Misano - Qualifiche
Spinelli-Pulcini, 1 a 1 al tramonto

Da Misano - Jacopo Rubino - Foto Maggi

Loris Spinelli colpisce, Leonardo Pulcini risponde: dopo le qualifiche a Misano, sede dell'ultimo round 2021 del Lamborghini Super Trofeo Europa, gli equilibri al vertice del campionato restano così inalterati. Chiamato a supporto dell'ex "solista" Max Weering nella caccia al titolo Pro, Spinelli aveva fatto un grosso regalo al compagno: il punto bonus della pole-position ottenuta in Q1 avrebbe consentito all'olandese di portarsi a -7 in classifica dalla coppia leader, formata dai nostri Pulcini e Kevin Gilardoni della squadra italiana Oregon. Ma se la Q1 di Gilardoni non è stata ideale, chiusa in nona posizione, il compagno Pulcini ha reagito alla grande in Q2 centrando l'altra pole di giornata: il romano ha così ripristinato a 8 lunghezze il vantaggio in graduatoria su Weering.

Il giro decisivo di Pulcini (1'33"214) è stato notevole considerando come sia maturato con il sole ormai tramontato, e temperature scese da 19 a 13 gradi. Sembrava impossibile migliorarsi, ancor di più dopo la breve interruzione a 10 minuti al termine, necessaria per l'uscita del gentleman Hans Fabri. Pulcini sarebbe stato comunque in pole con il precedente 1'33"591, mentre Weering si è visto soffiare in extremis la seconda piazzola sulla griglia di gara 2 dal messicano Raul Guzman della Target.

Dall'altro lato, c'è uno Spinelli ancora in stato di grazia. Da quando è tornato nel Lamborghini Super Trofeo Europa, in occasione della precedente tappa al Nurburgring, non ha mai ceduto la vetta fra prove libere, qualifiche e gare. L'imbattibilità è proseguita nel pomeriggio romagnolo, senza dimenticare che, poco più di mezz'ora prima, Spinelli ha conquistato un'altra pole: quella nella Q2 della serie North America, presente qui a Misano in vista delle World Finals che si svolgeranno sabato e domenica con schieramenti combinati. Anche i tempi sono stati quasi in fotocopia: 1'32"874 per la pole "americana", con la Huracàn della scuderia MCR, 1'32"860 per quella nell'Europeo.



Spinelli è stato l'unico a scendere sotto al minuto e 33, con Karol Basz secondo in Q1 a 357 millesimi di ritardo sulla vettura VSR di classe Pro-Am. Terzo Glenn van Berlo, compagno di Guzman in Target: non sono più in gioco per il titolo ma sono sempre attesi fra i protagonisti principali. Ottimo quarto Mattia Michelotto, seguito dai due "orange" di casa Bonaldi, Danny Kroes e Maxime Oosten. Settimo Kikko Galbiati (che ha bissato in Q2), ottavo Sebastian Balthasar che mantiene qualche chance di laurearsi campione Pro.

In Q2 è stato quarto Milan Teekens, che dovrà però scontare due caselle di penalità in griglia per un sorpasso sotto bandiera rossa in FP2: ne beneficeranno Jonathan Cecotto e Milos Pavlovic, il più veloce Pro-Am nel secondo segmento. In top 10 assoluta è inserito anche Massimo Ciglia con la vettura Oregon iscritta in classe Pro-Am. Fra gli Am doppio primato di Gabriel Rindone.

Davide Valsecchi e Guido Meda, volti tv di Sky per F1 e MotoGP in coppia sulla macchina ospite #630, hanno centrato il 15esimo e il 26esimo tempo (su 33 auto totali) nei rispettivi turni. Senza un inconveniente alle cinture di sicurezza, che lo ha costretto a rientrare ai box, Valsecchi avrebbe potuto anche spingersi più avanti sullo schieramento. Da ricordare che la loro Huracàn sarà però trasparente a livello di punteggi.

Giovedì 28 ottobre 2021, qualifica 1

1 - Loris Spinelli - Kraan - 1'32"860
2 - Karol Basz - VSR - 1'33"217
3 - Glenn Van Berlo - Target - 1'33"338
4 - Mattia Michelotto - VSR - 1'33"356
5 - Danny Kroes - Bonaldi - 1'33"432
6 - Maxime Oosten - Bonaldi - 1'33"745
7 - Kikko Galbiati - GSM - 1'33"748
8 - Sebastian Balthasar - Leipert - 1'33"824
9 - Kevin Gilardoni - Oregon - 1'33"832
10 - Dan Wells - Leipert - 1'34"280
11 - Sebastian Freymuth - AKF - 1'34"631
12 - Andrea Cola - Target - 1'34"637
13 - Kevin Rossel - GSM - 1'34"847
14 - Gabriel Rindone - Leipert - 1'35"017
15 - Davide Valsecchi - Lamborghini - 1'35"040
16 - Bronek Formanek - Micanek - 1'35"115
17 - Yury Wagner - Leipert - 1'35"283
18 - Alessandro Tarabini - Oregon - 1'35"413
19 - Donovan Privitelio - FFF - 1'35"601
20 - Axel Blom - Oregon - 1'35"714
21 - Han Hulin - Boutsen Ginion - 1'36"013
22 - Raffaele Giannoni - Automobile Tricolore - 1'36"117
23 - Gerhard Watzinger - Leipert - 1'36"524
24 - Pierre Feligioni - Boutsen Ginion - 1'37"276
25 - Gerard Van Der Horst - Van Der Horst - 1'37"282
26 - Claude Yves Gosselin - Boutsen Ginion - 1'37"351
27 - Petar Matic - Bonaldi - 1'37"393
28 - Grzegorz Moczulski - GT3 Poland - 1'37"571
29 - Oliver Freymuth - AKF - 1'37"608
30 - Holger Harmsen - GT3 Poland - 1'38"724
31 - Hans Fabri - Imperiale - 1'38"983
32 - Libor Dvoracek - Micanek - 1'39"031
33 - Kumar Prabakaran - VSR - 1'45"432

Giovedì 28 ottobre 2021, qualifica 2

1 - Leonardo Pulcini - Oregon - 1'33"214
2 - Raul Guzman - Target - 1'33"417
3 - Max Weering - Kraan - 1'33"600
4 - Milan Teekens - Bonaldi - 1'33"626 *
5 - Cecotto Jonathan - GSM - 1'33"769
6 - Milos Pavlovic - Bonaldi - 1'33"795
7 - Kikko Galbiati - GSM - 1'33"960
8 - Daan Pijl - Bonaldi - 1'34"069
9 - Sebastian Morris - Leipert - 1'34"362
10 - Massimo Ciglia - Oregon - 1'34"401
11 - Josef Zaruba - Micanek - 1'34"471
12 - Dmitri Gvazava - Target - 1'34"512
13 - Michael Dorrbecker - VSR - 1'34"543
14 - Sebastian Freymuth - AKF - 1'34"830
15 - Gabriel Rindone - Leipert - 1'35"122
16 - Alessandro Tarabini - Oregon - 1'36"006
17 - Andrzej Lewandowski - Basz - 1'36"060
18 - Raffaele Giannoni - Automobile Tricolore - 1'36"440
19 - Han Hulin - Boutsen Ginion - 1'36"504
20 - Oscar Lee - Leipert - 1'36"773
21 - Fidel Leib - Leipert - 1'36"988
22 - Gerhard Watzinger - Leipert - 1'37"032
23 - Marc Rostan - Boutsen Ginion - 1'37"415
24 - Gerard Van Der Horst - Van Der Horst - 1'37"800
25 - Oliver Freymuth - AKF - 1'37"842
26 - Guido Meda - Lamborghini - 1'37"894
27 - Bart Opiola - GT3 Poland - 1'38"448
28 - Libor Dvoracek - Micanek - 1'38"747
29 - Arkin Aka - GT3 Poland - 1'38"904
30 - Hans Fabri - Imperiale - 1'38"923
31 - Luciano Privitelio - FFF - 1'39"022
32 - Daniel Waszkzinski - Boutsen Ginion - 1'40"885
33 - Kumar Prabakaran - VSR - 1'45"749

* 2 posizioni di penalità

28 Ott [14:36]

Misano - Libere 2
Prove di pole per Spinelli

Da Misano - Jacopo Rubino - Foto Maggi

Loris Spinelli comanda il gruppo del Lamborghini Super Trofeo Europe anche nel secondo turno di prove libere a Misano: il pilota abruzzese ha siglato il miglior giro in 1'33"142 con la vettura del team Kraan e, dopo essere stato il più veloce nella sessione del mattino, si candida a chiaro favorito per la pole-position nelle qualifiche in programma oggi pomeriggio. Una grande notizia per il compagno Max Weering che, nella sua caccia al titolo 2021, ha avuto il supporto di Spinelli a partire dalla scorsa tappa del Nurburgring.

Le due Huracàn del team Bonaldi hanno però accorciato il gap, con Danny Kroes autore del secondo crono a 0"138, e il connazionale Maxime Oosten appena un millesimo più indietro. Quarto tempo per un altro olandese, Gleen van Berlo del team romagnolo Target, seppur distante 0"630 dalla vetta in coppia con il messicano Raul Guzman.

Fra gli iscritti alla classe Pro-Am ha svettato di nuovo il rientrante Karol Basz del team VSR di Vincenzo Sospiri, precedendo Leonardo Pulcini e Kevin Gilardoni (Oregon) che sono i leader della generale fra i Pro, a +8 su Weering. Nella top 10 di questa FP2, assieme all'equipaggio Wells/Lee (Leipert), troviamo Kikko Galbiati in solitaria (GSM), Pavlovic/Matic (Bonaldi) e Cola/Gvazava (Target). Tredicesimo, resta un po' più arretrato Sebastian Balthasar, che può ancora ambire al titolo ed è affiancato da Seb Morris.

In classe Am il più rapido è stato Gabriel Rindone (Leipert), 19esimo assoluto nonostante una piccola escursione nella ghiaia all'ultima curva. Alle sue spalle c'è il diretto avversario Raffaele Giannoni (Automobile Tricolore), tornato in griglia dopo le precedenti apparizioni di quest'anno a Monza e Le Castellet.

Da segnalare due brevi fasi di bandiera rossa: la prima, in apertura, dovuta allo stop di Han Hulin alla curva Misano 2, mentre a pochi minuti dal termine l'uscita di Alessandro Tarabini ha richiesto un'altra interruzione.

Giovedì 28 ottobre 2021, libere 2

1 - Weering/Spinelli - Kraan - 1'33"142 - 20 giri
2 - Pijl/Kroes - Bonaldi - 1'33"280 - 17
3 - Teekens/Oosten - Bonaldi - 1'33"281 - 18
4 - Guzman/van Berlo - Target - 1'33"772 - 23
5 - Lewandowski/Basz - VSR - 1'33"792 - 15
6 - Pulcini/Gilardini - Oregon - 1'33"836 - 22
7 - Wells/Lee - Leipert - 1'33"935 - 24
8 - Galbiati Kikko - GSM - 1'33"968 - 22
9 - Pavlovic/Matic - Bonaldi - 1'34"041 - 20
10 - Cola/Gvazava - Target - 1'34"205 - 24
11 - Cecotto/Rossell - GSM - 1'34"220 - 22
12 - Sebastian Freymuth - AKF - 1'34"273 - 21
13 - Morris/Balthasar - Leipert - 1'34"318 - 21
14 - Michelotto/Dorrbecker - VSR - 1'34"917 - 14
15 - Ciglia/Blom - Oregon - 1'35"332 - 23
16 - Alessandro Tarabini - Oregon - 1'35"350 - 20
17 - Meda/Valsecchi - Lamborghini - 1'35"548 - 19
18 - Zaruba/Formanek - Micanek - 1'35"590 - 23
19 - Gabriel Rindone - Leipert - 1'35"625 - 20
20 - Raffaele Giannoni - Automobile Tricolore - 1'35"891 - 22
21 - Wagner/Leib - Leipert - 1'35"894 - 25
22 - Privitelio/Privitelio - Rexal FFF - 1'35"982 - 24
23 - Hulin Han - Boutsen Ginion - 1'36"722 - 20
24 - Gerhard Watzinger - Leipert - 1'36"910 - 23
25 - Gerard Van Der Horst - van der Horst - 1'37"422 - 19
26 - Waszkzinski/Feligioni - Boutsen Ginion - 1'37"543 - 25
27 - Rostan/Gosselin - Boutsen Ginion - 1'37"810 - 16
28 - Oliver Freymuth - AKF - 1'37"874 - 23
29 - Opiola/Moczulski - GT3 Poland - 1'37"902 - 25
30 - Harmsen/Aka - GT3 Poland - 1'38"531 - 20
31 - Libor Dvoracek - Micanek - 1'38"871 - 16
32 - Hans Fabri - Imperiale - 1'39"409 - 20
33 - Kumar Prabakaran - VS - 1'51"960 - 9

28 Ott [11:33]

Misano - Libere 1
Si ricomincia da Spinelli

Da Misano - Jacopo Rubino - Foto Maggi

A Misano è partito il lungo weekend finale del Lamborghini Super Trofeo 2021: fra oggi e domani sul tracciato romagnolo va in scena l'ultima tappa dei campionati Europe e North America, mentre sabato e domenica tornano a disputarsi le World Finals dopo lo stop del 2020 dovuto alla pandemia. Nel frattempo, il monomarca europeo ricomincia come si era concluso il precedente round al Nurburgring, con Loris Spinelli davanti a tutti.

Il pilota abruzzese in Germania aveva già affiancato Max Weering sulla vettura del team Kraan, supportandone la caccia al titolo, con una doppia vittoria che ha portato l'olandese a soli 8 punti di ritardo in classifica generale dai leader Kevin Gilardoni e Leonardo Pulcini. Confermato in extremis per Misano, Spinelli questa mattina ha fermato i cronometri in 1'32"836, "limando" qualche altro centesimo rispetto ai test collettivi già effettuati fra martedì e mercoledì. Per Spinelli e Weering si preannuncia un weekend da stakanovisti, perché affronteranno in parallelo anche il Super Trofeo North America con il team MCR, seppur in equipaggi differenti.

Loris in FP1 ha fatto subito selezione, precedendo di oltre mezzo secondo proprio la coppia Pulcini/Gilardoni di casa Oregon. Segue un plotone di altre scuderie italiane: terzo posto (ma a 0"826) per i giovani olandesi Daan Pijl e Danny Kroes di Bonaldi Motorsport, seguiti dai compagni di colori Milan Teekens e Maxime Oosten. Si rivede Karol Basz al fianco di Andrzej Lewandowski, quinto sulla Huracàn del team VSR: il duo polacco ha svettato in classe Pro-Am, di cui Lewandowski è già matematicamente campione.

Sesta posizione per Michelotto/Dorrbecker (VSR), settima per Cola/Gvazava e Guzman/van Berlo della romagnola Target. Uno stop di Jonathan Cecotto alla Quercia ha determinato la fine anticipata del turno con 2'41 rimasti, ma il venezuelano è comunque nono nel suo rientro al via al fianco di Kevin Rossel. Per adesso 12esimo Sebastian Balthasar (Leipert), terzo incomodo nella sfida per il titolo Pro, di nuovo affiancato da Seb Morris come al Nurburgring.

Davvero interessante l'undicesimo tempo di Davide Valsecchi: il campione 2012 di GP2, ora opinionista Formula 1 per Sky Sport, è sulla vettura ospite (e quindi "trasparente" per le classifiche) che dividerà con Guido Meda, voce della MotoGP. Valsecchi era stato molto competitivo già nei turni di test.

Altra novità è il debutto nel Lamborghini Super Trofeo del giovane milanese Alessandro Tarabini, sulla terza macchina portata da Oregon: iscritto in solitaria alla classe Pro, in queste prove libere ha chiuso 19esimo su 33 auto presenti.

Giovedì 28 ottobre 2021, libere 1

1 - Weering/Spinelli - Kraan - 1'32"836 - 23 giri
2 - Gilardoni/Pulcini - Oregon - 1'33"355 - 25
3 - Pijl/Kroes - Bonaldi - 1'33"662 - 24
4 - Teekens/Oosten - Bonaldi - 1'33"683 - 27
5 - Basz/Lewandowski - VSR - 1'33"771 - 21
6 - Dörrbecker/Michelotto - VSR - 1'33"918 - 21
7 - Cola/Gvazava - Target - 1'33"940 - 26
8 - Guzman/Van Berlo - Target - 1'34"030 - 26
9 - Cecotto/Rossel - GSM - 1'34"177 - 28
10 - Pavlovic/Matic - Bonaldi - 1'34"438 - 26
11 - Meda/Valsecchi - Lamborghini - 1'34"451 - 24
12 - Balthasar/Morris - Leipert - 1'34"470 - 24
13 - Wells/Lee - Leipert - 1'34"485 - 24
14 - Sebastian Freymuth - AKF - 1'34"591 - 27
15 - Formanek/Zaruba - Micanek - 1'34"597 - 26
16 - Kikko Galbiati - GSM - 1'34"668 - 23
17 - Gabriel Rindone - Leipert - 1'34"716 - 24
18 - Ciglia/Blom - Oregon - 1'35"247 - 31
19 - Alessandro Tarabini - Oregon - 1'35"251 - 30
20 - Raffaele Giannoni - Automobile Tricolore - 1'35"253 - 25
21 - Privitelio/Privitelio - FFF - 1'36"135 - 30
22 - Gerhard Watzinger - Leipert - 1'36"490 - 28
23 - Han Hulin - Boutsen Ginion - 1'36"750 - 27
24 - Feligioni/Waszkzinski - Boutsen Ginion - 1'37"421 - 30
25 - Wagner/Leib - Leipert - 1'37"433 - 25
26 - Oliver Freymuth - AKF - 1'37"647 - 26
27 - Gosselin/Rostan - Boutsen Ginion - 1'37"811 - 30
28 - Moczulski/Mikrut - GT3 Poland - 1'38"288 - 26
29 - Libor Dvoracek - Micanek - 1'38"854 - 16
30 - Holger Harmsen - GT3 Poland - 1'38"869 - 27
31 - Hans Fabri - Imperiale - 1'39"931 - 20
32 - Kumar Prabakaran - VS Racing - 1'45"680 - 11
33 - Gerhard van der Horst - van der Horst - s.t.

PrevPage 1 of 8Next

News

Super Trofeo Lamborghini
v

Nessuna Notizia trovata.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone