formula 1

Shakedown Aston Martin AMR21,
la prima di Vettel nei nuovi colori

JacopO Rubino

Per la prima volta dal Gran Premio di Gran Bretagna 1960, oggi è scesa in pista ...

Leggi »
Mondiale Rally

Arctic Rally - Finale
Tanak vince, Rovanpera leader

Massimo Costa - XPB Images

Erano stati categorici prima del via dell'Arctic Rally, seconda...

Leggi »
PrevPage 1 of 4Next
17 Nov [15:06]

A Target il titolo di European Best
Team del Super Trofeo Lamborghini 2020

Si è conclusa sul circuito Paul Ricard di Le Castellet la stagione 2020 del Super Trofeo Lamborghini. La Target Racing ha messo la parola fine al campionato disputando due gare da protagonista ed ha festeggiato la vittoria nella classifica assoluta risultando il miglior European Best Team, un titolo meritato che premia il grande lavoro svolto da tutti i componenti della formazione ravennate, a cui si aggiunge il terzo posto per Di Folco (premiato anche come Most Daring Racer per Roger Dubois) e Rossel nella classifica assoluta e il secondo di Mantovani nella graduatoria AM.

A Le Castellet, nella Q1 Milos Pavlovic e Kevin Rossel hanno portato le Lamborghini Huracan del team Target nella top 10 e anche nella Q2 le vetture della squadra di Roberto Venieri hanno detto la loro, con Di Folco secondo a pochi centesimi dalla pole mentre Raul Guzman, ripresosi dal brutto incidente di Spa, si è piazzato settimo. Nella prima gara, Di Folco e Rossel hanno corso benissimo conquistando il secondo posto mentre la sfortuna ha fermato Guzman-Pavlovic, con il pilota messicano fermato all’ultimo giro da un problema tecnico, con anche Mantovani-Malagamuwa costretti al ritiro. La seconda corsa ha visto Di Folco-Rossel nuovamente tra i primi attori ed hanno tagliato il traguardo al quarto posto nonostante una penalità inflitta al pilota italiano. Quinto si è invece classificato l’equipaggio composto da Guzman-Pavlovic, al traguardo con merito anche Mantovani-Malagamuwa.

Target Racing vuole ringraziare tutti i componenti del team, Piloti, Ingegneri, Meccanici, per il grande lavoro svolto durante questa difficilissima stagione 2020, ampiamente condizionata dal Covid-19, che ha costretto ognuno della squadra a lavorare in condizioni precarie e ad affrontare trasferte complicate. Nonostante questo, avete permesso di cogliere un grandissimo risultato: la conquista del titolo European Best Team. Un risultato eccezionale che è frutto dell’impegno e del sacrificio di tutti voi.

16 Nov [15:41]

I calendari Super Trofeo Lamborghini
di Europa, Nord America ed Asia

Lamborghini Squadra Corse presenta i calendari 2021 del Super Trofeo Europa, Nord America e Asia. Il campionato monomarca riservato alle Huracán Super Trofeo Evo inizierà in Europa ad aprile con la tappa di Monza, per concludersi alla fine di ottobre, quando si disputeranno le World Finals di Misano Adriatico.

Tredici edizioni per il Lamborghini Super Trofeo Europa

Nel 2021 si disputerà la 13ª edizione del Lamborghini Super Trofeo Europa, che dopo due anni di stop tornerà a correre a Monza, prima delle due tappe italiane. L’autodromo brianzolo, che nel weekend del 16/18 aprile ospiterà il primo dei sei doppi round in programma, è uno dei tracciati in assoluto più veloci del calendario: nel 2018 si registrò la media più elevata di 194,2 km/h. A distanza di oltre un mese ci si sposterà in Francia, sul circuito del Paul Ricard, che ospiterà il Lamborghini Super Trofeo Europa per l’undicesima volta.

A giugno ritorna in calendario Zandvoort, in Olanda, dopo il debutto del 2019. Una conferma è quella di Spa-­Francorchamps, nello stesso fine settimana della prestigiosa 24 Ore. Quello con il circuito belga (il più lungo del campionato con i suoi oltre sette chilometri ed un totale di 19 curve) rappresenta un appuntamento unico, a cui il monomarca di Sant’Agata Bolognese non è mai mancato fin dalla prima edizione del 2009 e che il prossimo anno tornerà a disputarsi in un contesto tipicamente estivo. Come da tradizione, a inizio settembre il Lamborghini Super Trofeo Europa approderà sul tracciato tedesco del Nürburgring, prima dell’epilogo di Misano.

Laguna Seca dà il via alla serie nordamericana

Nono anno per il Lamborghini Super Trofeo Nord America, la cui prossima stagione prenderà il via ad aprile sul tracciato californiano di Laguna Seca, che ospita il campionato ininterrottamente dal 2014. Torna in calendario il Circuit of the Americas (COTA), in Texas, dopo tre anni di assenza; il terzo dei sei appuntamenti si svolgerà a fine giugno sulla storica pista di Watkins Glen, nello Stato di New York. Il quarto round sarà quello di Road America, in Wisconsin, a inizio agosto, che precederà di due settimane il classico appuntamento con il VIRginia International Raceway, unica pista ad avere ospitato fino ad ora tutte le edizioni del Lamborghini Super Trofeo Nord America. Quindi due mesi di pausa e la trasferta europea di Misano, nello stesso contesto delle World Finals.

Il Lamborghini Super Trofeo Asia riparte a pieno ritmo

Dopo un anno di stop dovuto alla pandemia da Covid 19, il Lamborghini Super Trofeo Asia è pronto a ripartire per disputare la sua nona edizione. Cinque gli appuntamenti, uno in meno rispetto alle altre due serie Europa e Nord America, ma con tre gare in programma nel round inaugurale di Sepang, in Malesia, nel weekend del 18/20 giugno.
A distanza di due settimane, ci si sposterà sul circuito tailandese di Buriram, che precederà la trasferta giapponese di Suzuka e quella di Shanghai, in Cina, in programma rispettivamente ad agosto e settembre, prima del gran finale di Misano.

Le World Finals tornano in Italia

Le World Finals del Lamborghini Super Trofeo giungono nel 2021 alla ottava edizione. Ad ospitarle per la prima volta sarà il tracciato di Misano Adriatico. L’autodromo romagnolo è il terzo circuito italiano ad ospitare le finali mondiali che in passato hanno già fatto tappa a Vallelunga (2013/2018) e a Imola (2017). Al via tutti i protagonisti delle tre serie Europa, Nord America e Asia, che nella stessa settimana saranno anche impegnati nel conclusivo appuntamento dei rispettivi campionati continentali.

Lamborghini Super Trofeo Europa - Calendario 2021

Round 1: Monza (Italia), 16-18 aprile
Round 2: Le Castellet (Francia), 28-30 maggio
Round 3: Zandvoort (Olanda), 18-20 giugno
Round 4: Spa-Francorchamps (Belgio) 29 luglio-1 agosto
Round 5: Nürburgring (Germania) 3-5 settembre
Round 6: Misano Adriatico (Italia), 28-29 ottobre

Lamborghini Super Trofeo North America - Calendario 2021

Round 1: Laguna Seca (California), 23-25 aprile
Round 2: Circuit of the Americas (Texas), 21-23 maggio
Round 3: Watkins Glen (New York), 24-27 giugno
Round 4: Road America (Wisconsin), 6-8 agosto
Round 5: VIRginia International Raceway (Virginia), 20-22 agosto
Round 6: Misano Adriatico (Italia), 28-29 ottobre

Lamborghini Super Trofeo Asia - Calendario 2021

Round 1: Sepang (Malesia), 18-20 giugno
Round 2: Buriram (Tailandia), 2-4 luglio
Round 3: Suzuka (Giappone), 20-22 agosto
Round 4: Shanghai (Cina), 10-12 settembre
Round 5: Misano Adriatico (Italia), 28-29 ottobre

Lamborghini World Final

Misano Adriatico (Italia), 30-31 ottobre

15 Nov [10:31]

Le Castellet - Gara 2
Stoneman vince il titolo 2020

Massimo Costa - Foto Maggi

Ha vinto il migliore, Dean Stoneman. Per costanza, per velocità, per capacità, il 30enne britannico di Croydon, nel Surrey, si è laureato campione del Super Trofeo Lamborghini. Con lui, sul trono va tutto il team italiano Bonaldi, che gli ha fornito sempre una Huracan semplicemente perfetta. Stoneman ha una curriculum di assoluto rispetto ed ha vinto anche una durissima battaglia contro il cancro, al testicolo, tra il 2011 e il 2012. Nel 2010 infatti, aveva vinto il campionato di F2 monogestione (niente a che vedere con l'attuale F2) ed era entrato nell'orbita Red Bull. Ma alla fine di quell'anno, la scoperta del cancro. Nel 2011 non ha gareggiato, nel 2012 si è rivisto in pista per affrontare qualche corsa con le Radical, e quando finalmente ha avuto la certezza di aver sconfitto il male, è tornato al volante con costanza nel campionato Porsche inglese concludendolo al quinto posto.

Ma il suo amore era per le monoposto e così nel 2014 si è buttato sulla GP3 disputando una stagione di altissimo livello risultando vice campione, battuto soltanto dal connazionale Alex Lynn. Nel 2015, il salto in World Series Renault 3.5 terminato con un buon sesto posto finale (campionato vinto da Oliver Rowland), dopo di che la decisione di provarci in USA. Nella Indy Lights ha colto la quinta posizione nel torneo 2016, poi come tantissimi piloti, si è trovato davanti a un bivio dettato dal budget. Si è quindi orientato verso le gare con le ruote coperte, tra Blancpain e FIA WEC, finché quest'anno è arrivata la decisione di provarci con il Super Trofeo Lamborghini senza avere un compagno con cui condividere la Huracan di Bonaldi, e gli è andata benissimo. Stoneman ha vinto a Misano e al Nurburgring, poi ha dominato clamorosamente l'intero weekend finale di Le Castellet, con due pole e una vittoria. 

In gara 2, Stoneman alla prima curva dopo il via si è trovato in terza posizione, dietro ad Alberto Di Folco e Kevin Gilardoni che avevano tagliato la prima variante. Arrivato al pilota Target l'ordine della direzione gara di lasciar pa ssare Stoneman, Gilardoni nel frattempo è scivolato decimo e non è più riuscito a recuperare. Stoneman è così rimasto in cima alla classifica, ma dopo il pit-stop era nuovamente terzo alle spalle di Kevin Rossel (per Di Folco) e Sebastian Balthasar (per Noah Watt, velocissimo nel primo stint). Stoneman ha passato Rossel, ma il tedesco ha tenuto un buon ritmo ed ha vinto per il team Leipert. Poco male per il nuovo campione 2020 che ha gestito in tranquillità la seconda posizione che gli ha dato i punti per il titolo. 

Merito va dato a Gilardoni e al suo compagno Dorian Boccolacci, per aver lottato fino all'ultima gara. Il francese non aveva disputato l'evento di Spa, in quanto impegnato nella concomitante 24 Ore, così Gilardoni si è trovato nella posizione solitaria di poter vincere il campionato. Lui e il team Oregon, al debutto nella categoria, hanno svolto un lavoro eccezionale dominando con Boccolacci le due gare di Barcellona e conquistando la prima corsa di Spa (senza il francese). C'erano tutti i presupposti per prendersi il campionato a Le Castellet, ma non tutto ha funzionato al meglio per Gilardoni e Boccolacci, soprattutto in gara 2. Peccato, ma bravo l'italiano che tornato a pieno ritmo nelle gare in circuito dopo una parentesi rallistica, ha mostrato di non aver perso lo smalto migliore.

Domenica 15 novembre 2020, gara 2

1 - Balthasar-Watt - Leipert - 24 giri
2 - Dean Stoneman - Bonaldi - 4"674
3 - Liddy-Cecotto - GSM - 5"731
4 - Rossel-Di Folco - Target - 7"419
5 - Guzman-Pavlovic - Target - 11"636
6 - Max Weering - Kraan - 12"028
7 - Basz-Lewandowski - VS Racing - 18"256
8 - Boccolacci-Gilardoni - Oregon - 23"886
9 - Nurmi-Pujeu - Leipert - 50"979
10 - Teekens-Oosten - Kraan - 55"842
11 - Eskelinen-Niskanen - Leipert - 1'10"570
12 - Zaruba-Formanek - Micanek - 1'10"992
13 - Alessio Deledda - VS Racing - 1'16"245
14 - Wagner-Leib - Leipert - 1'20"172
15 - Bontempelli-Ciglia - Oregon - 1'36"470
16 - Cedric Leimer - Autovitesse - 2'09"168
17 - Gosselin-Fascicolo - Boutsen Ginion - 2'09"592
18 - Mantovani-Malagamuwa - Target - 1 giro
19 - Privitelio-Privitelio - FFF - 1 giro
20 - Harmsen-Aka - Attempto - 1 giro
21 - Hans Fabri - Imperiale - 1 giro
22 - Herve Leimer - Autovitesse - 1 giro
23 - Wagner-Dvoracek - Micanek - 1 giro

14 Nov [17:25]

Le Castellet - Gara 1
Stoneman domina, Di Folco che rimonta

Massimo Costa

Un vero dominio quello di Dean Stoneman e del team Bonaldi a Le Castellet. Dopo aver conseguito due pole, il pilota britannico si è preso anche la prima gara con una condotta di guida straordinaria. Nel primo stint ha controllato nelle prime fasi un aggressivo Dorian Boccolacci, presto messo a "riposo", poi uscito dal pit-stop alle spalle di Kevin Gilardoni (che sulla Huracan del team Oregon aveva preso il posto del francese), ha presto preso il sopravvento. Niente da fare per l'italiano che non ha avuto possibilità di replica, poi ha cercato di controllare il secondo posto, importantissimo per la classifica assoluta, dall'assalto finale di Alberto Di Folco del team Target, protagonista di un grande recupero con la Lambo ricevuta da Kevin Rossel.

Ma Gilardoni, ha dovuto pagare 1"8 di penalità per pit-stop non perfettamente regolare e così ha ceduto il secondo posto a Di Folco. Decisiva per l'assegnazione del Super Trofeo Lamborghini 2020 tra Stoneman (84 punti) e Gilardoni (82 punti) sarà così la seconda prova di Le Castellet, ultimissima gara stagionale. Per Stoneman, da segnalare un grande brivido nella prima parte di gara quando proprio davanti a lui si è girato il doppiato Dvoracek, evitato per un soffio. Nella prima frazione di gara, gran battaglia per il terzo posto tra Milos Pavlovic, Jonathan Cecotto e Karol Basz. Dopo il cambio piloti, i tre sostituti non hanno tenuto il passo dei loro compagni. In particolare Raul Guzman (per Pavlovic) ha perso posizioni e il contatto con la parte alta della classifica, poi nell'ultimo giro la perdita di una ruota e di ogni chance di lottare per il campionato che ora vede terzi i loro compagni in Target. Rossel-Di Folco con 66 punti.

Sabato 14 novembre 2020, gara 1

1 - Dean Stoneman - Bonaldi - 24 giri
2 - Rossel-Di Folco - Target - 4"035
3 - Gilardoni-Boccolacci - Oregon - 5"681 *
4 - Max Weering - Kraan - 32"156
5 - Liddy-Cecotto - GSM - 33"447
6 - Teekens-Oosten - Kraan - 34"026
7 - Lewandowski-Basz - VS Racing - 38"132
8 - Balthasar-Watt - Leipert - 42"221
9 - Alessio Deledda - VS Racing - 1'04"873
10 - Zaruba-Fomanek - Micanek - 1'06"729
11 - Eskelinen-Niskanen - Leipert - 1'21"726
12 - Wagner-Lieb - Leipert - 1'31"982
13 - Nurmi-Pujeu - Leipert - 1'32"250
14 - Bontempelli-Ciglia - Oregon - 1'46"413

* Penalità di 1"8

Ritirati
Guzman-Pavlovic
Gosselin-Fascicolo
Harmsen-Aka
Herve Leimer
Wagner-Dvoracek
Mantovani-Malagamuwa
Hans Fabri
Privitelio-Privitelio
Cedric Leimer
 
  



13 Nov [18:44]

Le Castellet, qualifica 1-2
Stoneman travolgente, bravo Di Folco

Massimo Costa

Qualifiche in notturna a Le Castellet per il Super Trofeo Lamborghini. Si è rinnovato il duello tra i team italiani Bonaldi e Oregon con Dean Stoneman in pole nella qualifica 1 per poco su Dorian Boccolacci, mentre nella seconda qualifica la battaglia è stata sempre tra il pilota inglese, ma questa volta contro la Target, con un Alberto Di Folco scatenato che ha mancato il sorpasso. Doppia pole per Stoneman quindi (il quale corre senza dividere con nessuno la sua Huracan) che è quanto mai intenzionato a portarsi a casa il titolo per cui è in lizza principalmente con Kevin Gilardoni.

La prima qualifica ha visto emergere con prepotenza Dean Stoneman del team Bonaldi e l'unico che gli si è avvicinato è stato Boccolacci. L'inglese ha stampato il crono di 2'06"218, il francese di Oregon si è avvicinato dapprima con 2'07"227, che lo ha portato in seconda posizione davanti a Milos Pavlovic (Target) che aveva il tempo 2'07"568, poi si è migliorato notevolmente portandosi nel finale sul 2'06"553. Pavlovic ha tenuto la terza posizione davanti a Jonathan Cecotto, buon quarto con la Huracan del team team GSM in 2'07"641. Stranamente in difficoltà Karol Basz, ottavo. Ha centrato la top 10 al debutto Alessio Deledda. Un testacoda ha fermato subito Massimo Mantovani mentre fermo lungo il percorso è rimasto al primo giro Libor Dvoracek.

La seconda qualifica, ha visto nuovamente Stoneman dettare legge, ma se l'è dovuta vedere con Di Folco che gli ha reso la vita durissima. Il pilota di Bonaldi dapprima ha siglato il crono di 2'06"888, poi 2'06"860, 2'05"876 e infine 2'05"599. L'italiano di Target, è salito in seconda posizione con 2'06"888 togliendo poi nel finale quasi un secondo con 2'05"920, appena 44 millesimi di distacco da Stoneman. Bravo Noah Watt, terzo in 2'06"177 per il team Leipert mentre Kevin Gilardoni è ben risalito in quarta posizione proprio nelle battute conclusive con 2'06"336. Solo settimo Raul Guzman, in lizza per il titolo 2020 assieme a Pavlovic.

Venerdì 13 novembre 2020, qualifica 1

1 - Dean Stoneman - Bonaldi - 2'06"218
2 - Dorian Boccolacci - Oregon - 2'06"553
3 - Milos Pavlovic - Target - 2'07"568
4 - Jonathan Cecotto - GSM - 2'07"641
5 - Sebastian Balthasar - Leipert - 2'07"743
6 - Max Weering - Kraan - 2'07"785
7 - Karol Basz - VS Racing - 2'08"380
8 - Milan Teekens - Kraan - 2'08"476
9 - Kevin Rossel - Target - 2'08"548
10 - Alessio Deledda - VS Racing - 2'10"140
11 - Guillem Pujeu - Leipert - 2'11"702
12 - Bronislav Formanek - Micanek - 2'11"901
13 - Fidel Leib - Leipert - 2'11"983
14 - Mikko Eskelinen - Leipert - 2'12"005
15 - Cedric Leimer - Autovitesse - 2'13"221
16 - Yves Claude Gosselin - Boutsen Ginion - 2'15"251
17 - Massimo Ciglia - Oregon - 2'15"418
18 - Holger Harmsen - Attempto - 2'21"521
19 - Herve Leimer - Autovitesse - 2'22"656
20 - Donovan Privitelio - FFF - 2'28"739
21 - Hans Fabri - Imperiale - 2'49"308
22 - Libor Dvoracek - Micanek - no time
23 - Massimo Mantovani - Target - no time

Venerdì 13 novembre 2020, qualifica 2

1 - Dean Stoneman - Bonaldi - 2'05"599
2 - Alberto Di Folco - Target - 2'05"920
3 - Noah Watt - Leipert - 2'06"177
4 - Kevin Gilardoni - Oregon - 2'06"336
5 - Max Weering - Kraan - 2'06"562
6 - Maxime Oosten - Kraan - 2'07"098
7 - Raul Guzman - Target - 2'07"129
8 - Josef Zaruba - Micanek - 2'07"277
9 - Elias Niskanen - Leipert - 2'07"860
10 - Patrick Liddy - GSM - 2'08"114
11 - Alessio Deledda - VS Racing - 2'08"256
12 - Andrzej Lewandowski - VS Racing - 2'08"736
13 - Luka Nurmi - Leipert - 2'08"982
14 - Yury Wagner - Leipert - 2'08"998
15 - Lorenzo Bontempelli - Oregon - 2'09"425
16 - Cedric Leimer - Autovitesse - 2'09"560
17 - Giuseppe Fascicolo - Boutsen Ginion - 2'11"101
18 - Aka Arkin - Attempto - 2'12"486
19 - Herve Leimer - Autovitesse - 2'20"422
20 - Donovan Privitelio - FFF - 2'22"067
21 - Dilantha Malagamuwa - Target - 2'24"943
22 - Hans Fabri - Imperiale - 2'34"853

13 Nov [15:47]

Le Castellet, libere 2
Stoneman con pista bagnata

Massimo Costa - Foto Maggi

Seconda sessione libera bagnata a Le Castellet per il Super Trofeo Lamborghini. Turno poco indicativo quindi, ma Dean Stoneman non si è risparmiato e con la Huracan del team Bonaldi ha realizzato il miglior tempo in 2'08"030 lasciando Kevin Gilardoni di Oregon, buon secondo insieme a Dorian Boccolacci, a 1"358. Rimane al vertice Sebastian Balthasar, in coppia con Noah Watt sulla vettura del team Leipert, terzo in 2'09"936 mentre nella top 5 si sono inseriti Max Weering (Kraan) e la coppia Guzman-Pavlovic del team Target.

Venerdì 13 novembre 2020, libere 2

1 - Dean Stoneman - Bonaldi - 2'08"030 - 14 giri
2 - Gilardoni-Boccolacci - Oregon - 2'09"388 - 18
3 - Balthasar-Watt - Leipert - 2'09"936 - 19
4 - Max Weering - Kraan - 2'10"276 - 6
5 - Guzman-Pavlovic - Target - 2'10"571 - 6
6 - Teekens-Oosten - Kraan - 2'11"398 - 12
7 - Rossel-Di Folco - Target - 2'11"630 - 17
8 - Nurmi-Pujeu - Leipert - 2'12"374 - 20
9 - Lewandowski-Basz - VS Racing - 2'12"938 - 18
10 - Alessio Deledda - VS Racing - 2'13"483 - 17
11 - Eskelinen-Niskanen - Leipert - 2'14"009 - 21
12 - Liddy-Cecotto - GSM - 2'15"599 - 8
13 - Gosselin-Fascicolo - Boutsen Ginion - 2'16"156 - 22
14 - Zaruba-Fomanek - Micanek - 2'17"056 - 14
15 - Wagner-Leib - Leipert - 2'17"097 - 19
16 - Wagner-Dvoracek - Micanek - 2'18"585 - 13
17 - Cedric Leimer - Autovitesse - 2'20"887 - 13
18 - Harmsen-Aka - Attempto - 2'21"350 - 7
19 - Bontempelli-Ciglia - Oregon - 2'21"906 - 14
20 - Mantovani-Malagamuwa - Target - 2'24"369 - 17
21 - Privitelio-Privitelio - FFF - 2'25"019 - 10
22 - Hervé Leimer - Autovitesse - 2'37"802 - 12
23 - Hans Fabri - Imperiale - no time - 3

13 Nov [11:53]

Le Castellet, libere 1
Di Folco apre il weekend finale

Massimo Costa - Foto Maggi

Il Super Trofeo Lamborghini è giunto all'appuntamento finale sul circuito di Le Castellet. Sarà una tappa piena di emozioni in quanto si deciderà il titolo assoluto, ancora apertissimo, e con ben 23 vetture presenti grazie all'arrivo dei team Autovitesse, Attempto e FFF Racing più l'aggiunta di vetture da parte di Micanek, VS Racing e Kraan. Nel primo turno libero, nel finale della sessione è emerso con prepotenza Alberto Di Folco del team Target che si è issato in cima alla classifica con il tempo di 2'02"689. Una bella progressione la sua che gli ha permesso di battere Dean Stoneman (Bonaldi), il quale ha comandato a lungo la graduatoria.

L'inglese ha terminato in 2'03"161 precedendo di un soffio Max Weering del team Kraan e Raul Guzman (Target), ben ripresosi dal brutto incidente di Spa, che divide la Huracan con Milos Pavlovic. Buona prova anche per il giovane Noah Watt, in coppia con Sebastian Balthasar, quinto. Il leader del campionato Kevin Gilardoni di Oregon è ottavo mentre il debuttante Alessio Deledda, schierato dalla squadra di Vincenzo Sospiri e in arrivo da due stagioni di F3, è undicesimo. Il pilota romano correrà senza compagno. Altra novità italiana è rappresentata da Massimo Ciglia, con Oregon.

Venerdì 13 novembre 2020, libere 1

1 - Rossel-Di Folco - Target - 2'02"689 - 24 giri
2 - Dean Stoneman - Bonaldi - 2'03"161 - 21
3 - Max Weering - Kraan - 2'03"217 - 22
4 - Guzman-Pavlovic - Target - 2'03"690 - 24
5 - Balthasar-Watt - Leipert - 2'03"787 - 24
6 - Lewandowski-Basz - VS Racing - 2'03"815 - 23
7 - Liddy-Cecotto - GSM  - 2'04"091 - 24
8 - Gilardoni-Boccolacci - Oregon - 2'04"458 - 21
9 - Teekens-Oosten - Kraan - 2'04"970 - 19
10 - Eskelinen-Niskanen - Leipert - 2'05"130 - 24
11 - Alessio Deledda - VS Racing - 2'06"140 - 24
12 - Wagner-Leib - Leipert - 2'06"210 - 21
13 - Bontempelli-Ciglia - Oregon - 2'06"706 - 26
14 - Nurmi-Pujeu - Leipert - 2'06"875 - 22
15 - Zaruba-Fomanek - Micanek - 2'07"091 - 20
16 - Cedric Leimer - Autovitesse - 2'07"276 - 23
17 - Mantovani-Malagamuwa - Target - 2'07"495 - 23
18 - Gosselin-Fascicolo - Boutsen Ginion - 2'08"190 - 26
19 - Privitelio-Privitelio - FFF - 2'09"310 - 24
20 - Harmsen-Aka - Attempto - 2'09"964 - 23
21 - Wagner-Dvoracek - Micanek - 2'10"703 - 23
22 - Herve Leimer - Autovitesse - 2'12"481 - 22
23 - Hans Fabri - Imperiale - 2'14"146 - 13

11 Nov [16:00]

A Le Castellet l'atto finale
Basz-Lewandowski già campioni Pro Am

Ultima fermata al Paul Ricard. Il Lamborghini Super Trofeo Europa questo fine settimana approda in Francia per il quinto e conclusivo round della stagione, con due titoli su quattro ancora da assegnare. Tutto già deciso nella Pro-Am, che nel più recente round di Spa ha incoronato il binomio della VS Racing formato dai polacchi Karol Basz e Andrzej Lewandowski. All’olandese Hans Fabri (Imperiale Racing) è andato il successo nella Lamborghini Cup.

Con tre vittorie consecutive, a presentarsi nel ruolo del leader della Pro c’è Kevin Gilardoni. Il pilota dell’Oregon Team, alla sua prima stagione nel monomarca Lamborghini, tornerà ad alternarsi al volante con Dorian Boccolacci, assente in Belgio perché impegnato nella 24 Ore. Con sette punti e mezzo da recuperare e due primi posti assoluti e tre in totale conquistati con la vettura del team Bonaldi Motorsport, l’inglese Dean Stoneman non lascerà nulla di intentato. Ancora in gioco anche Raul Guzman (a Spa protagonista di uno spettacolare incidente risoltosi senza gravi conseguenze) e Miloš Pavlović, con Target Racing primi a Misano e adesso a quota meno 16 da Gilardoni. Con 32 punti ancora da assegnare, la matematica non taglia fuori neppure i loro compagni di squadra Alberto Di Folco e Kevin Rossel (una vittoria al Nürburgring), il duo della GSM Racing, Jonathan Cecotto e Patrick Liddy, e il giovane portacolori del team Leipert Motorsport, Sebastian Balthasar, il quale si alternerà nuovamente con il rookie Noah Watt.

Nel ruolo di outsider, il debuttante Alessio Deledda, al via con VS Racing ed in arrivo dal FIA Formula 3. Oltre a lui, anche Jonathan Judek e Guillem Pujeu Beya, che si daranno il cambio su una seconda vettura del team Leipert Motorsport. Il team Johan Kraan Motorsport si fa invece in due, riconfermando l’olandese Max Weering e schierando anche un’altra Huracán Super Trofeo Evo per Maxime Oosten e Milan Teekens, entrambi alla loro prima apparizione nella serie.

Con Basz e Lewandowski già campioni (sei le vittorie al loro attivo), nella Pro-Am occhi puntati sui finlandesi Mikko Eskelinen e Elias Niskanen, intenzionati con i colori del team Leipert Motorsport a conquistare il loro primo successo della stagione e a difendere il secondo posto in classifica dal rientrante Lorenzo Bontempelli, al via con un'altra vettura dell'Oregon Team in coppia con Massimo Ciglia.

Massimo Mantovani guida la classe Am con dieci punti e mezzo di vantaggio su Yury Wagner. Tre vittorie per l’italiano del team Target Racing, che si alternerà al volante con Dilantha Malagamuwa. Quattro i successi conquistati dal lussemburghese del team Leipert Motorsport, ancora una volta affiancato da Fidel Leib. Qualche speranza anche per Giuseppe Fascicolo, che tornerà a darsi il cambio sulla vettura del Boutsen Ginion con Claude-Yves Gosselin, dopo che a Spa il francese aveva lasciato il posto all’altro transalpino Marc Rostan. Doppio rientro infine per Autovitesse con Cedric Leimer e Attempto Racing, al via con Arkim Aka e Holger Harmsen.

Quattro vittorie e otto podi nelle prime otto gare hanno già consegnato a Fabri il titolo della Lamborghini Cup. Nella stessa classe al Paul Ricard faranno il proprio ingresso Donovan e Luciano Privitelio, su una vettura dell’FFF Racing Team. Riconfermata da Micanek Motorsport la coppia Libor Dvoracek e Kurt Wagner, vittoriosi a Misano, mentre una seconda vettura verrà schierata per Josef Zaruba. Infine, il team Autovitesse si presenterà al via con Herve Leimer, al suo rientro dopo aver preso parte a diverse edizioni del Super Trofeo.

24 Ott [14:16]

Spa - Gara 2
Doppietta VS Racing, Guzman crash

Da Spa - Massimo Costa

Un incidente a dir poco spaventoso avvenuto al restart dalla safety-car quando al termine della corsa mancavano 25 minuti, ha decretato la fine della seconda corsa del Super Trofeo Lamborghini a Spa. La vittoria è così andata all'equipaggio composto da Nemoto-Kangas del team Sospiri, squadra che ha conquistato anche la seconda posizione con Basz-Lewandowski.

Ma cosa è accaduto? Per una uscita di pista di Emir Keserovic alla frenata della variante al termine del rettifilo del Kemmel, è entrata la safety-car proprio in zona pit-stop, al giro 8. Questo ha favorito chi si era fermato per primo, vedi Olli Kangas che ha consegnato a Yuki Nemoto la Huracan di Sospiri in una inattesa prima posizione. Quando la safety-car è rientrata in corsia box, Nemoto guidava il gruppo davanti a Lewandowski, Stoneman, Weering, Balthasar, poi Guzman, Gilardoni e Cecotto. 

All'uscita della prima curva, la Source, nella discesa che porta all'Eau Rouge, tre vetture erano appaiate: Cecotto era a destra, vicino al muretto dei vecchi box F1, alla sua sinistra, ma non perfettamente affiancato, Gilardoni, e tutto a sinistra, Guzman che faceva la sua linea. Cecotto e Gilardoni (stretto a sandwich) si sono leggermente urtati, la Huracan del team Oregon ha scodinzolato colpendo Guzman, a sua volta spostatosi a destra, e con estrema violenza è stato catapultato contro il rail. La vettura del messicano è andata distrutta e subito è stata esposta la bandiera rossa. Guzman subito soccorso è stato trasportato al centro medico per controlli, ma per fortuna cosciente.

La prima mezz'ora di gara aveva visto Karl Basz dominare allungando sul gruppo davanti a Weering, poi superato da Stoneman. Terzo si era portato Watt dopo aver superato Gilardoni, Pavlovic e Liddy in piena bagarre tra loro.

PrevPage 1 of 4Next

News

Super Trofeo Lamborghini
v

Nessuna Notizia trovata.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone