super gt

Suzuka 2, gara
Colpaccio di Quintarelli-Matsuda

Marco Cortesi

Ronnie Quintarelli e Tsugio Matsuda hanno centrato nel sesto round del SuperGT ...

Leggi »
Mondiale Rally

Italia Sardegna, finale
Sordo resiste e trionfa

Jacopo Rubino

Per il secondo anno consecutivo Dani Sordo trionfa al Rally d’Italia Sardegna: pilota Hyun...

Leggi »
PrecedentePagina 1 di 3Successiva
24 Ott [14:16]

Spa - Gara 2
Doppietta VS Racing, Guzman crash

Da Spa - Massimo Costa

Un incidente a dir poco spaventoso avvenuto al restart dalla safety-car quando al termine della corsa mancavano 25 minuti, ha decretato la fine della seconda corsa del Super Trofeo Lamborghini a Spa. La vittoria è così andata all'equipaggio composto da Nemoto-Kangas del team Sospiri, squadra che ha conquistato anche la seconda posizione con Basz-Lewandowski.

Ma cosa è accaduto? Per una uscita di pista di Emir Keserovic alla frenata della variante al termine del rettifilo del Kemmel, è entrata la safety-car proprio in zona pit-stop, al giro 8. Questo ha favorito chi si era fermato per primo, vedi Olli Kangas che ha consegnato a Yuki Nemoto la Huracan di Sospiri in una inattesa prima posizione. Quando la safety-car è rientrata in corsia box, Nemoto guidava il gruppo davanti a Lewandowski, Stoneman, Weering, Balthasar, poi Guzman, Gilardoni e Cecotto. 

All'uscita della prima curva, la Source, nella discesa che porta all'Eau Rouge, tre vetture erano appaiate: Cecotto era a destra, vicino al muretto dei vecchi box F1, alla sua sinistra, ma non perfettamente affiancato, Gilardoni, e tutto a sinistra, Guzman che faceva la sua linea. Cecotto e Gilardoni (stretto a sandwich) si sono leggermente urtati, la Huracan del team Oregon ha scodinzolato colpendo Guzman, a sua volta spostatosi a destra, e con estrema violenza è stato catapultato contro il rail. La vettura del messicano è andata distrutta e subito è stata esposta la bandiera rossa. Guzman subito soccorso è stato trasportato al centro medico per controlli, ma per fortuna cosciente.

La prima mezz'ora di gara aveva visto Karl Basz dominare allungando sul gruppo davanti a Weering, poi superato da Stoneman. Terzo si era portato Watt dopo aver superato Gilardoni, Pavlovic e Liddy in piena bagarre tra loro.

23 Ott [15:19]

Spa - Gara 1
Gilardoni, vittoria e leadership

Da Spa - Massimo Costa - Foto Maggi

Prima gara con pioggia combattutissima quella del Super Trofeo Lamborghini a Spa. La vittoria è andata a un bravissimo Kevin Gilardoni che senza il compagno Dorian Boccolacci, impegnato nella 24 Ore, ha colto il terzo successo consecutivo dopo la doppietta di Barcellona. Un trionfo tutto italiano in quanto la Huracan del pilota lombardo è gestita dalla Oregon. Gilardoni al 1° giro era quinto, ma con grande perizia ha saputo recuperare a suon di sorpassi. Prima su Max Weering, poi ha avuto ragione dell'ostico Dean Stoneman mentre davanti il poleman Jonathan Cecotto conduceva con baldanza davanti a Sebastian Balthasar. La battaglia tra Balthasar, Gilardoni e Stoneman è stata divertentissima.

Dopo il pit-stop, Gilardoni si è trovato terzo dietro a Patrick Liddy (entrato per Cecotto) e Noah Watt (per Balthasar), e davanti a Stoneman. Superato Watt, Gilardoni aveva una marcia in più ed ha raggiunto Liddy. Al 15° giro, hanno percorso il rettilineo del Kemmel completamente affiancati, con gli specchietti laterali che si toccavano. Il pilota dell'Oregon ha staccato benissimo alla variante ed è passato in testa. Gilardoni ha poi allungato approfittando anche del "conflitto" accesosi tra Liddy, Stoneman e Watt.

Il danese Watt ha superato Stoneman e dopo un paio di giri, mentre il pilota di Bonaldi era riuscito a superare il rivale, c'è stato un leggero contatto tra le due Lamborghini: tanto è bastato per forare la gomma posteriore sinistra di Stoneman. Il leader del campionato, si è poi dovuto fermare, girandosi inevitabilmente, dando un colpo notevole alla situazione della classifica generale. Gilardoni infatti, è il nuovo leader. Per quel contatto, Watt è stato penalizzato di 10", ma ininfluenti ai fini della posizione in classifica, la terza.

Buon recupero per Guzman-Pavlovic, quarti al traguardo dopo qualifiche difficili. Il serbo nel finale ha contenuto uno scatenato Karol Basz, protagonista di un grande recupero quando ha preso in mano la Huracan del VS Racing dalle mani di Andrzej Lewandowski. Uscita di pista nel finale per Weering.

Venerdì 23 ottobre 2020, gara 1

1 - Kevin Gilardoni - Oregon - 19 giri 52'26"822
2 - Cecotto-Liddy - GSM - 6"311
3 - Balthasar-Watt - Leipert - 17"739 **
4 - Guzman-Pavlovic - Target - 21"169
5 - Basz-Lewandowski - VS Racing - 21"369
6 - Vincent Schwartz - Konrad - 30"469
7 - Eskelinen-Niskanen - Leipert - 1'02"451
8 - Judek-Pujeu - Leipert - 1'20"124
9 - Wagner-Leib - Leipert - 1'20"809
10 - Rossel-Di Folco - Target - 2'11"834
11 - Rostan-Fascicolo - Boutsen Ginion - 2'19"479
12 - Hoffsuemmer-Calvin - Konrad - 2'19"956
13 - Kangas-Nemoto - VS Racing - 2'34"358
14 - Dean Stoneman - Bonaldi - 1 giro
15 - Mantovani-Malagamuwa - Target - 1 giro
16 - Hans Fabri - Imperiale - 1 giro
17 - Max Weering - Kraan - 3 giri
18 - Wagner-Dvoracek - Micanek - 3 giri

** 10" di penalità

Ritirati
Lechmann-Keserovic

23 Ott [10:53]

Spa - Qualifica 1-2
Cecotto e Basz, pole bagnate

Da Spa - Massimo Costa - Foto Maggi

La prima volta di Jonathan Cecotto, la terza volta di Karol Basz. Questa la sentenza emessa dalle due sessioni di qualifica del Super Trofeo Lamborghini a Spa, con asfalto bagnato, ma senza pioggia, caduta invece nella notte.

Nella Q1, se la sono giocata Cecotto, Dean Stoneman e Max Weering, separati nella classifica finale da pochi decimi. Più staccati gli altri. Inizialmente, Jonathan del team GSM si era portato in testa in 2'40"715, ma Stoneman (Bonaldi) ha replicato con un secco 2'40"494. Quando sembrava che la pole fosse del pilota britannico, Cecotto è passato sotto la bandiera a scacchi realizzando la pole in 2'40"343. Terzo ha concluso Weering (Kraan) in 2'40"785 mentre a un secondo dal giovane olandese ha terminato Sebastian Balthasar (Leipert) davanti a Kevin Gilardoni, buon quinto con la vettura Oregon. Solo nono Raul Guzman (Target) che è in lizza per il titolo con il leader Stoneman e con Gilardoni, privo del compagno Dorian Boccolacci che ha preferito concentrarsi sulla 24 Ore che disputa con l'Audi.



La Q2 è stata decisamente più combattuta e incerta anche perché l'asfalto cominciava ad asciugarsi in traiettoria. Il protagonista assoluto però, quasi intoccabile, è stato Karol Basz del team Sospiri. Il polacco si è subito portato al comando con 2'40"138 mentre il "caldo" Stoneman (avendo partecipato anche al Q1 perché senza compagno con cui dividere la sua Huracan come Gilardoni e Weering) era secondo in 2'40"869 inseguito da Alberto Di Folco del team Target. Stoneman si è avvicinato a Basz segnando il crono di 2'40"318, poi i tempi si sono abbassati: Basz ha ottenuto 2'38"543, Stoneman 2'39"848. Il pilota di Sospiri ha fatto ancora meglio con 2'37"681, Stoneman 2'39"261 e Di Folco 2'39"476 mentre Weering passava quarto in 2'39"552. Bravo Patrick Liddy, quinto davanti al giovane Noah Watt. Solo settimo Milos Pavlovic, appena davanti a Gilardoni.

Venerdì 23 ottobre 2020, qualifica 1

1 - Jonathan Cecotto - GSM - 2'40"343
2 - Dean Stoneman - Bonaldi - 2'40"494
3 - Max Weering - Kraan - 2'40"785
4 - Sebastian Balthasar - Leipert - 2'41"760
5 - Kevin Gilardoni - Oregon - 2'41"906
6 - Kevin Rossel - Target - 2'42"517
7 - Yuki Nemoto - VS Racing - 2'42"667
8 - Guillem Pujeu - Leipert - 2'42"781
9 - Raul Guzman - Target - 2'43"688
10 - Yury Wagner - Leipert - 2'43"895
11 - Andrzej Lewandowski - VS Racing - 2'44"106
12 - Marc Rostan - Boutsen Ginion - 2'45"728
13 - Vincent Schwartz - Konrad - 2'47"765
14 - Mikko Eskelinen - Leipert - 2'50"867
15 - Massimo Mantovani - Target - 2'51"048
16 - Ray Calvin - Konrad - 2'52"322
17 - Martin Lechmann - Konrad - 2'57"030
18 - Hans Fabri - Imperiale - 3'00"362
19 - Kurt Wagner - Micanek - 3'00"529

Venerdì 23 ottobre 2020, qualifica 2

1 - Karol Basz - VS Racing - 2'37"681
2 - Max Weering - Kraan - 2'38"902
3 - Dean Stoneman - Bonaldi - 2'39"261
4 - Alberto Di Folco - Target - 2'39"476
5 - Patrick Liddy - GSM - 2'39"930
6 - Noah Watt - Leipert - 2'40"260
7 - Milos Pavlovic - Target - 2'40"856
8 - Kevin Gilardoni - Oregon - 2'40"877
9 - Vincent Schwartz - Konrad - 2'40"993
10 - Elias Niskanen - Leipert - 2'42"380
11 - Jonathan Judek - Leipert - 2'42"424
12 - Olli Kangas - VS Racing - 2'43"143
13 - Fidel Leib - Leipert - 2'44"726
14 - Matthias Hoffsuemmer - Konrad - 2'45"282
15 - Giuseppe Fascicolo - Boutsen Ginion - 2'47"766
16 - Hans Fabri - Imperiale - 2'49"353
17 - Emir Keserovic - Konrad - 2'53"664
18 - Libor Dvoracek - Micanek - 2'54"298
19 - Dilantha Malagamuwa - Target - 2'56"366

22 Ott [15:55]

Spa, libere 2
Di Folco e Gilardoni al comando

Da Spa - Massimo Costa - Foto Maggi

Due italiani davanti a tutti nella seconda sessione libera del Super Trofeo Lamborghini a Spa. Con pista asciutta, ma tanto vento, e una temperatura (18 gradi) non certo da Spa considerando il periodo invernale, Alberto Di Folco e Kevin Gilardoni si sono impossessati delle prime due posizioni. Il pilota del team Target ha realizzato il crono di 2'20"265 mentre il rivale della Oregon (orfano di Dorian Boccolacci impegnato nella 24 Ore) ha chiuso a 289 millesimi di distacco con 2'20"554. Il leader del campionato, Dean Stoneman (Bonaldi), è terzo in 2'20"562, poi a seguire Balthasar in coppia col giovane danese Noah Watt e Karol Basz. Sono sesti invece, Guzman-Pavlovic. Max Weering, che con pista umidiccia stamane era risultato il più veloce, ha terminato ottavo.

Giovedì 22 ottobre 2020, libere 2 

1 - Di Folco-Rossel - Target - 2'20"265 - 22 giri
2 - Kevin Gilardoni - Oregon - 2'20"554 - 20
3 - Dean Stoneman - Bonaldi - 2'20"562 - 17
4 - Balthasar-Watt - Leipert - 2'20"936 - 22
5 - Basz-Lewandoski - VS Racing - 2'21"000 - 19
6 - Guzman-Pavlovic - Target - 2'21"088 - 21
7 - Cecotto-Liddy - GSM - 2'22"410 - 19
8 - Max Weering - Kraan - 2'22"580 - 21
9 - Nemoto-Kangas - VS Racing - 2'22"861 - 22
10 - Vincent Schwartz - Konrad - 2'22"961 - 21
11 - Pujeu-Judek - Leipert - 2'23"719 - 20
12 - Niskanen-Eskelinen - Leipert - 2'24"657 - 20
13 - Y.Wagner-Leib - Leipert - 2'25"507 - 22
14 - Hoffsuemmer-Ray - Konrad - 2'27"514 - 20
15 - Hans Fabri - Imperiale - 2'29"343 - 16
16 - Fascicolo-Rostan - Boutsen Ginion - 2'29"500 - 22
17 - Mantovani-Malagamuwa - Target - 2'29"564 - 17
18 - Dvoracek-K.Wagner - Micanek - 2'31"481 - 18
19 - Keserovic-Lechmann - Konrad - 2'31"490 - 21 
  

22 Ott [12:51]

Spa, libere 1
Weering apre il weekend

Da Spa - Massimo Costa - Foto Maggi

In un Belgio che sta prendendo serie misure per combattere l'espandersi del Coronavirus (ristoranti e bar chiusi), il circuito di Spa è in una sorta di bolla, ben protetta. Stamane, con pista umida, ma con una temperatura aria di 15 gradi, si è svolta la prima sessione libera del Super Trofeo Lamborghini . Ad emergere è stato il ventenne olandese Max Weering del Kran Motorsport. Al secondo anno impegnato nelle gare automobilistiche provenendo dal karting, senza essere transitato dalle formule, Weering è nono in campionato e partecipa anche al nazionale campionato Supercar Challenge che lo vede in quarta piazza.

A Spa, Weering ha colto il miglior crono in 2'33"153 precedendo il leader del Super Trofeo, Dean Stoneman (Bonaldi) che si è fermato sul tempo di 2'33"431, poi il sempre veloce Karol Basz schierato dal team di Vincenzo Sospiri in 2'34"748 e Jonathan Cecotto di GSM in 2'35"469. Quarto è Raul Guzman della Target, che a Spa dovrà rimontare in classifica generale assieme al suo compagno Milos Pavlovic. Bel debutto di Yuki Nemoto con Sospiri, giapponese che corre nel GT Italia, sesto davanti a Kevin Gilardoni.

Giovedì 22 ottobre 2020, libere 1

1 - Max Weering - Kraan - 2'33"153 - 20 giri
2 - Dean Stoneman - Bonaldi - 2'33"431 - 17
3 - Karol Basz-Andrzey Lewandoski - VS Racing - 2'34"748 - 20
4 - Jonathan Cecotto-Patrick Liddy - GSM - 2'35"469 - 20
5 - Raul Guzman-Milos Pavlovic - Target - 2'35"680 - 16
6 - Yuki Nemoto-Olli Kangas - VS Racing - 2'35"721 - 18
7 - Kevin Gilardoni - Oregon - 2'36"172 - 17
8 - Sebastian Balthasar-Noah Watt - Leipert - 2'36"494 - 20
9 - Kevin Rossel-Alberto Di Folco - Target - 2'36"827 - 17
10 - Guillem Pujeu-Jonathan Judek - Leipert - 2'37"757 - 19
11 - Yury Wagner-Fidel Leib - Leipert - 2'39"522 - 19
12 - Matthias Hoffsuemmer-Ray Calvin - Konrad - 2'40"655 - 14
13 - Elias Niskanen-Mikko Eskelinen - Leipert - 2'40"684 - 20
14 - Hans Fabri - Imperiale - 2'43"540 - 18
15 - Giuseppe Fascicolo-Marc Rostan - Boutsen Ginion - 2'45"066 - 20
16 - Vincent Schwartz - Konrad - 2'45"686 - 14
17 - Massimo Mantovani-Dilantha Malagamuwa - Target - 2'46"143 - 16
18 - Emir Keserovic-Martin Lechmann - Konrad - 2'46"156 - 17
19 - Libor Dvoracek-Kurt Wagner - Micanek - 2'52"166 - 17

21 Ott [18:13]

Anteprima Spa
È lotta tra Bonaldi-Oregon-Target

Il Lamborghini Super Trofeo Europa giunge questa settimana (22, 23 e 24 ottobre) sul circuito di Spa-Francorchamps, per il quarto dei cinque round della stagione. Sui sette chilometri di una delle piste più iconiche al mondo, la serie riservata alle Huracán Super Trofeo Evo rinnova un appuntamento a cui non è mai mancata fin dal 2009, sempre in concomitanza con la leggendaria 24 Ore che si disputa sullo stesso tracciato belga nel medesimo weekend.

Dean Stoneman si presenta come leader della classifica Pro grazie a due vittorie conquistate a Misano e Nürburgring. Il pilota del team Bonaldi Motorsport ha capitalizzato al meglio la trasferta di Barcellona di due settimane fa conquistando un podio e altri punti importanti, mentre Kevin Gilardoni e Dorian Boccolacci (Oregon Team) centravano la loro prima doppietta, portandosi a un solo punto dallo stesso Stoneman. Pronti alla riscossa Raul Guzman e Miloš Pavlović, che in Spagna hanno perso la testa della classifica scivolando quarti alle spalle di Alberto Di Folco e Kevin Rossel (una vittoria a testa finora per loro ed i compagni di squadra del team Target Racing). Riconfermata la coppia Patrick Liddy-Jonathan Cecotto, reduci con il GSM Racing dal primo podio conquistato a Montmeló.

Attacco a due punte per il team Leipert Motorsport, che nella classe maggiore punterà nuovamente su Sebastian Balthasar e il figlio d'arte Noah Watt, oltre che sul binomio formato da Guillem Pujeu Beya e Jonathan Judek. Atteso con la VS Racing il giapponese Yuki Nemoto, quest'anno protagonista nel Campionato Italiano Gran Turismo con una Lamborghini Huracán GT3 Evo schierata sempre dalla squadra di Vincenzo Sospiri. L'olandese Max Weering scenderà in pista infine con la Johan Kraan Motorsports.

Nella classe Pro-Am, con cinque successi su sei, i polacchi del team VS Racing, Karol Basz e Andrzej Lewandowski, guidano con un margine di 23 punti su Lorenzo Bontempelli. Quest'ultimo non sarà presente a Spa e il compagno di squadra, il brasiliano Victor Franzoni, si alternerà con il connazionale Alan Hellmeister sulla seconda Huracán Super Trofeo Evo dell'Oregon Team. Terzi in classifica, a quota 30 lunghezze dalla vetta, seguono i finlandesi Mikko Eskelinen e Elias Niskanen (Leipert Motorsport). Al via anche il team Konrad Motorsport, con il binomio Vincent Schwartz e Franz Konrad.

In testa alla classe Am c'è sempre Massimo Mantovani, costantemente sul podio e autore di tre vittorie (una a Misano e due al Nürburgring). L'italiano del team Target Racing verrà nuovamente affiancato dall'esperto pilota dello Sri Lanka, Dilantha Malagamuwa. Nuovo compagno di squadra invece per Giuseppe Fascicolo, secondo in campionato con venti punti di distacco, che si alternerà con il francese Marc Rostan al volante della vettura del Boutsen Ginion. A pari punti con Fascicolo c'è il lussemburghese del team Leipert Motorsport, Yury Wagner, che farà coppia con il veloce tedesco Fidel Leib. Una vettura anche per il team Konrad Motorsport, per l'inedito equipaggio Matthias Hoffsümmer e Dean Neuls.

Nella Lamborghini Cup sempre in testa Hans Fabri (Imperiale Racing), intenzionato a rafforzare il vantaggio di 35 punti nei confronti di Libor Dvoracek e Kurt Wagner (Micanek Motorsport). Nella stessa classe confermata una terza vettura del team Konrad Motorsport su cui si alterneranno alla guida Emir Keserovic e Martin Lechman. Per omaggiare i 30 anni della Diablo verrà utilizzata come Lead Car una rara Diablo VT 6.0 SE del 2001, proveniente dalla collezione del MuDeTec, il Museo delle Tecnologie Lamborghini di Sant’Agata Bolognese.

11 Ott [11:43]

Montmelò - Gara 2
Gilardoni-Boccolacci concedono il bis

Da Montmelò - Mattia Tremolada

Tanti colpi di scena nella seconda corsa del Lamborghini Super Trofeo a Barcellona. Prima del via Raul Guzman e Milos Pavlovic, arrivati in Spagna al comando della classifica piloti, sono stati costretti alla resa dalla rottura del semiasse, non riuscendo nemmeno schierarsi sulla griglia di partenza. Un colpo durissimo per il campionato, con Dean Stoneman che ha potuto approfittarne, ma nemmeno la gara del pilota inglese e di Patrick Kujala è stata in discesa. Nel corso del giro di formazione il portacolori di Bonaldi è stato infatti colpito da Noah Watt, che scattava alle sue spalle. I due sono finiti in testacoda, e nonostante abbiano ripreso la propria posizione in griglia, la direzione gara è stata costretta a dare il via sotto safety car.

Watt è stato punito con un drive-through, ma la stessa penalità è poi toccata a Stoneman, reo di essere entrato in pit-lane troppo velocemente, forse proprio a causa del contatto con la vettura di casa Leipert. Il pilota inglese ha così visto sfumare nuovamente una probabile vittoria, dal momento che il suo compagno Kujala aveva velocemente scavalcato Rossel una volta rientrato in pista dopo la sosta. Il finlandese è scivolato in sesta posizione, ma ha recuperato fino al quarto posto, permettendo a Stoneman di prendere il comando in classifica dopo l'aggancio di ieri.

Restando lontani dai guai Kevin Gilardoni e Dorian Boccolacci hanno così potuto concedere il bis, replicando il successo  ottenuto nella giornata di ieri. Il pilota italiano ha navigato in quarta posizione, cedendo poi la vettura al francese che si è rapidamente liberato di Andrzej Lewandowski e Kevin Rossel, trovandosi poi al comando dopo la penalità di Kujala. Primo podio in una competizione a ruote coperte per Sebastian Fernandez, secondo con la vettura del team di Vincenzo Sospiri, che centra il successo in Pro-Am con Lewandowski e Karol Basz, con quest'ultimo terzo nel corso del primo stint.

Jonathan Cecotto e Patrick Liddy hanno chiuso a podio, davanti a Kujala-Stoneman. Il poleman Alberto Di Folco ha dominato la prima metà di gara, ma il suo compagno Rossel non è stato altrettanto incisivo, scivolando dalla prima alla quinta piazza. L'equipaggio di Target mantiene comunque vive le proprie ambizioni al titolo, prendendo la seconda posizione in classifica alle spalle di Stoneman, che guida con 5 punti di margine. Gilardoni-Boccolacci salgono in terza piazza, scavalcando Pavlovic-Guzman, che saranno chiamati al riscatto nel prossimo appuntamento di Spa.

Domenica 11 ottobre 2020, gara 2

1 - Boccolacci-Gilardoni - Oregon - 27 giri - 51'22"994
2 - Fernandez - VSR - 13"668
3 - Liddy-Cecotto - GSM - 18"144
4 - Kujala-Stoneman - Bonaldi - 22"940
5 - Di Folco-Rossel - Target - 24"753
6 - Basz-Lewandoski - VSR - 28"349
7 - Weering - Kraan - 30"977
8 - Balthasar-Watt - Leipert - 32"717
9 - Franzoni-Bontempelli - Oregon - 35"224
10 - Judek-Pujeu - Leipert - 36"004
11 - Eskelinen-Niskanen - Leipert - 1'18"239
12 - Wagner-Leib - Leipert - 1'39"303
13 - Mantovani-Malagamuwa - Target - 1'44"339
14 - Gosselin-Fascicolo - Boutsen Ginion - 1 giro
15 - Fabri - Imperiale - 1 giro
16 - Wagner-Dvoracek - Micanek - 1 giro

Non partiti 
Pavlovic-Guzman

Giro più veloce: Alberto Di Folco 1'47"514

I‍l campionato
1‍.Stoneman 58 punti; 2.Di Folco-Rossel 53; 3.Boccolacci-Gilardoni 52; 4.Pavlovic-Guzman 50; 5.Lewandowski-Basz, Liddy-Cecotto 40; 7.Balthasar 36; 8.Galbiati 31; 8.9.Paverud 27; 10.Kujala 20.

10 Ott [16:01]

Montmelò - Gara 1
La prima di Gilardoni e Boccolacci

Da Montmelò - Mattia Tremolada 

Prima vittoria stagionale di Kevin Gilardoni e Dorian Boccolacci in gara 1 del Lamborghini Super Trofeo al Montmelò, con disputata con l'asfalto che andava asciugandosi. Al via, arrivato al quinto giro dopo un periodo di safety car in cui Libor Dvoracek è anche uscito di pista, Boccolacci è subito andato all'attacco del poleman Patrick Kujala. Il pilota finlandese ha resistito, accompagnando sulla ghiaia il francese di Oregon, che ha così dovuto cedere anche la piazza d'onore a Jonathan Cecotto. Proprio quest'ultimo è poi andato al sorpasso il giro successivo, prendendo la vetta della corsa.

Kujala si è riportato in testa poco prima dell'apertura della finestra utile per cambiare pilota, cedendo la vettura a Dean Stoneman al comando. Ma la direzione gara ha deciso di punire la manovra del finlandese su Boccolacci con tre secondi di penalità. Concluso il valzer dei pit stop Stoneman si è trovato primo dietro la safety car incalzato da Gilardoni, con Patrick Liddy terzo, Raul Guzman quarto e Alberto Di Folco quinto. La vettura di sicurezza è stata costretta ad entrare in pista a causa del testacoda di Sebastian Fernandez, che si è insabbiato nella ghiaia di curva uno.

Alla ripartenza Gilardoni è riuscito a rimanere nella scia di Stoneman, assicurandosi la prima vittoria della stagione. Il pilota inglese prende comunque la testa del campionato, approfittando della seconda parte di gara opaca di Guzman, scivolato ottavo nelle battute finali dopo aver ereditato il volante quarto da Milos Pavlovic. In casa Target ci ha pensato Alberto Di Folco a riportare il sorriso, grazie ad una bella rimonta con cui si è assicurato il podio. Grazie al terzo posto, il pilota italiano, coadiuvato da Kevin Rossel, resta in lizza per il titolo.

Un drive through per eccesso di velocità in pit lane ha attardato Andrzej Lewandowski e Karol Basz, tredicesimi assoluti e terzi di classe Pro-Am. La vittoria di categoria è andata a Lorenzo Bontempelli e al rookie Victor Franzoni, settimi sul traguardo. Oregon conquista così sia il successo assoluto sia quello di classe Pro-Am. Vittoria in classe Am e LC rispettivamente per Yury Wagner e Fidel Leib e Hans Fabri.

Sabato 10 ottobre 2020, gara 1

1 - Boccolacci-Gilardoni - Oregon - 22 giri - 50'38"620
2 - Kujala-Stoneman - Bonaldi - 2"242*
3 - Di Folco-Rossel - Target - 10"443
4 - Liddy-Cecotto - GSM - 12"909
5 - Balthasar-Watt - Leipert - 16"882
6 - Weering - Kraan - 17"154
7 - Franzoni-Bontempelli - Oregon - 17"339
8 - Pavlovic-Guzman - Target - 18"713
9 - Eskelinen-Niskanen - Leipert - 24"799
10 - Judek-Pujeu - Leipert - 29"772
11 - Wagner-Leib - Leipert - 40"974
12 - Gosselin-Fascicolo - Boutsen Ginion - 45"187
13 - Basz-Lewandoski - VSR - 1'21"808
14 - Mantovani-Malagamuwa - Target - 1'35"253
15 - Fabri - Imperiale - 1 giro
16 - Wagner-Dvoracek - Micanek - 3 giri

*3" di penalità 

Ritirato
Fernandez

Giro più veloce: Dean Stoneman 1'59"281

I‍l campionato
1‍.Stoneman, Pavlovic-Guzman 50 punti; 3.Di Folco-Rossel 46; 4.Boccolacci-Gilardoni 37; 5.Lewandowski-Basz 35; 6.Balthasar 33; 7.Galbiati 31; 8.Liddy-Cecotto 30; 9.Paverud 27; 10.Van der Horst-Spinelli 14.

10 Ott [11:58]

Montmelò - Qualifica 1-2
Kujala e Di Folco in pole

Da Montmelò - Mattia Tremolada - Foto Maggi

P‍rimo nelle due sessioni di prove libere, Patrick Kujala non si è fatto scappare la pole position nel Q1 del Lamborghini Super Trofeo Europa al Montmelò. Il pilota finlandese, al rientro in campionato con il team Bonaldi, ha rifilato tre decimi a Dorian Boccolacci, conquistando la prima posizione per la griglia di partenza di gara 1. Nel secondo turno Dean Stoneman non è riuscito ad eguagliare il compagno di vettura, nonostante sia riuscito a migliorarsi sotto la bandiera a scacchi. Il pilota inglese ha chiuso secondo alle spalle di Alberto Di Folco, soffiando la prima fila al debuttante Noah Watt.

Stoneman può comunque sorridere al termine delle qualifiche, perché in entrambe le corse scatterà davanti ai diretti rivali in campionato Milos Pavlovic e Raul Guzman, rispettivamente quinto e quarto nelle due sessioni. L'esperto pilota serbo, già campione del Super Trofeo nel 2014, ha chiuso alle spalle anche di Jonathan Cecotto, sempre veloce con la vettura di GSM, e Sebastian Fernandez, al debutto in solitaria sulla vettura Pro di Vincenzo Sospiri. Il venezuelano ha poi chiuso settimo nel Q2, peggiorando il proprio riferimento fatto segnare nel primo turno di oltre un secondo.

Prima pole in carriera nel Super Trofeo per Di Folco, schierato da Target Racing, che è rimasto in vetta alla classifica per tutta la sessione dopo aver fatto segnare il proprio tempo nelle prime fasi. L'italiano ha così rimediato ad un turno complicato del compagno Kevin Rossel, ottavo nel Q1. Victor Franzoni e Karol Basz si sono divisi le pole in classe Pro-Am. Il brasiliano, alla prima apparizione con una vettura GT è stato sesto assoluto nel Q1, mentre il polacco di VSR quinto nella seconda sessione. I rispettivi compagni di squadra Lorenzo Bontempelli e Andrzej Lewandowski hanno chiuso entrambi undicesimi. Fidel Leib e Yury Wagner hanno ottenuto entrambe le pole in Am, mentre Libor Dvoracek e Hans Fabri si sono divisi quelle in LC.

Sabato 10 ottobre 2020, qualifica 1

1 - Patrick Kujala - Bonaldi - 1'46"297
2 - Dorian Boccolacci - Oregon - 1'46"546
3 - Jonathan Cecotto - GSM - 1'46"758
4 - Sebastian Fernandez - VSR - 1'47"007
5 - Milos Pavlovic - Target - 1'47"011
6 - Victor Franzoni - Oregon - 1'47"266
7 - Sebastian Balthasar - Leipert - 1'47"699
8 - Kevin Rossel - Target - 1'47"761
9 - Max Weering - Kraan - 1'48"357
10 - Guillem Pujeu - Leipert - 1'48"494
11 - Andrzej Lewandoski - VSR - 1'48"591
12 - Mikko Eskelinen - Leipert - 1'49"442
13 - Fidel Leib - Leipert - 1'50"060
14 - Massimo Mantovani - Target - 1'50"473
15 - Claude Yves Gosselin - Boutsen Ginion - 1'51"680
16 - Libor Dvoracek - Micanek - 1'53"807
17 - Hans Fabri - Imperiale - 1'53"891

Sabato 10 ottobre 2020, qualifica 2

1 - Alberto Di Folco - Target - 1'47"229
2 - Dean Stoneman - Bonaldi - 1'47"411
3 - Noah Watt - Leipert - 1'47"605
4 - Raul Guzman - Target - 1'47"713
5 - Karol Basz - VSR - 1'47"786
6 - Kevin Gilardoni - Oregon - 1'47"848
7 - Sebastian Fernandez - VSR - 1'48"175
8 - Patrick Liddy - GSM - 1'48"371
9 - Elias Niskanen - Leipert - 1'48"773
10 - Max Weering - Kraan - 1'48"850
11 - Lorenzo Bontempelli - Oregon - 1'49"040
12 - Jonathan Judek - Leipert - 1'49"619
13 - Yury Wagner - Leipert - 1'49"839
14 - Giuseppe Fascicolo - Boutsen Ginion - 1'51"020
15 - Dilantha Malagamuwa - Target - 1'52"252
16 - Hans Fabri - Imperiale - 1'54"144
17 - Kurt Wagner - Micanek - 1'55"475 

PrecedentePagina 1 di 3Successiva

News

Super Trofeo Lamborghini
v

PrimaPrecedentePagina 1 di 2SuccessivaUltima
PrimaPrecedentePagina 1 di 2SuccessivaUltima

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone