Regional by Alpine

Spa - Gara 1
Belov e G4 Racing nel diluvio

1 - Michael Belov - G4 Racing - 10 giri in 31’22”7362 - Hadrien David - R-Ace - 9”0693 - Zane Maloney - R-Ace - 11”8634 - Din...

Leggi »
Formula E

Londra - Gara 1
Dennis vince e avvicina Bird

Michele Montesano Ottima visione di gara, coadiuvato da una perfetta strategia, così Jake Dennis ha trionfato per la seconda...

Leggi »
Regional by Alpine

Spa - Qualifica 2
La prima di Belov e G4 Racing

1 - Michael Belov - G4 Racing - 2’15"7602 - Hadrien David - R-Ace - 2’16"2623 - Isack Hadjar - R-Ace - 2’16"40...

Leggi »
F4 Italia

Imola - Gara 1
Bearman, sesta vittoria consecutiva

Due vittorie a Misano, tre a Vallelunga, una nella prima gara di Imola. Sono così diventati sei i successi consecutivi nella ...

Leggi »
Formula E

Londra - Qualifica 1
Lynn profeta in patria

Michele Montesano A cinque anni dall’ultimo ePrix, la Formula E è tornata a Londra. Questa volta ad ospitare il campionato f...

Leggi »
Regional by Alpine

Spa - Qualifica 1
La pioggia non ferma Saucy

1 - Gregoire Saucy - ART - 2’35"3632 - Gabriele Minì - ART - 2’35"4763 - David Vidales - Prema - 2’35"9824 - H...

Leggi »
PrevPage 1 of 6Next
20 Giu [13:21]

Zandvoort - Gara 2
Il riscatto di Gilardoni e Pulcini

Da Zandvoort - Mattia Tremolada - Foto Maggi

Continua a tenere banco la sfida la tra gli equipaggi dei team Oregon e Leipert, composti rispettivamente da Kevin Gilardoni e Leonardo Pulcini e Noah Watt e Sebastian Balthasar, che avevano già duellato per la vittoria in gara 1. Decisivo ancora una volta è stato il duello tra Gilardoni e Balthasar, con quest'ultimo che ieri aveva compiuto il sorpasso decisivo ai danni del pilota italiano nel secondo stint di gara, assicurandosi il successo. Oggi il portacolori di Oregon ha trovato un pronto riscatto, infilando il rivale alla staccata della prima curva. Verso la fine del primo stint, Gilardoni è anche riuscito a prendere il comando ai danni del poleman Milos Pavlovic, leader fino a quel momento, cedendo la vettura a Pulcini in prima posizione.

Il pilota romano ha portato a termine il compito senza intoppi, mentre alle sue spalle ha tagliato il traguardo Watt. Gilardoni-Pulcini allungano così nuovamente su Balthasar-Watt, portandosi a quota 68 punti, 4 in più rispetto all'equipaggio di Leipert. Terza posizione per Raul Guzman e Glenn Van Berlo di Target, in rimonta nella seconda parte di gara, quando invece Petar Matic, subentrato a Pavlovic, è scivolato nelle posizioni di rincalzo, vanificando la pole position del compagno di squadra serbo. Bella rimonta da parte dell'inedita coppia composta da Daan Pijl e dal campione della serie del 2019 Danny Kroes. Pijl, aveva compromesso il sabato dell'equipaggio di Bonaldi, sbattendo all'inizio della qualifica e poi nuovamente al via di gara 1, ma oggi non ha commesso errori, portando a termine ai piedi del podio il bel recupero dal fondo iniziato da Kroes.

Quinta posizione per Jonathan Cecotto e Kevin Rossel, che hanno preceduto Milan Teekens e Maxime Oosten e il solitario Max Weering, che mantiene la terza posizione nella classifica di campionato, ben lontano però dai due equipaggi di testa, ormai in fuga. Performance di altissimo livello anche da parte di Karol Basz, che ereditata la vettura da Andrej Lewandoski in 17esima posizione, ha recuperato di forza nove piazze, conquistando la vittoria di classe Pro-Am grazie ad un errore commesso da Bronislav Formanek, che ha così vanificato l'ottimo lavoro svolto dall'ex formulista Josef Zaruba. L'unica macchia sulla corsa di Basz è il contatto avvenuto con Kikko Galbiati, costretto alla resa mentre occupava la seconda posizione di classe nonostante abbia dovuto scontare un drive through a inizio gara, in quanto il suo compagno Miguel Ramos è stato costretto a rientrare i Portogallo.. 

Domenica 20 giugno 2021, gara 2

1 - Gilardoni-Pulcini - Oregon - 28 giri
2 - Balthasar-Watt - Leipert - 2"565
3 - Guzman-Van Berlo - Target - 3"176
4 - Kroes-Pijl - Bonaldi - 6"879
5 - Cecotto-Rossel - GSM - 7"352
6 - Teekens-Oosten - Bonaldi - 9"361
7 - Max Weering - Kraan - 15"077
8 - Basz-Lewandoski - VS Racing - 32"532
9 - Formanek-Zaruba - Micanek - 46"838
10 - Wells-Lee - Leipert - 57"858
11 - Ray Calvin - Leipert - 59"171
12 - Gerhard Watzinger - Leipert - 1'21"053
13 - Pavlovic-Matic - Bonaldi - 1'31"763
14 - Ciglia-Pujeu - Oregon - 1'32"373
15 - Gabriel Rindone - Leipert - 1'32"436
16 - Gosselin-Rostan - Boutsen Ginion - 1'32"440
17 - Hans Fabri - Imperiale - 1 giro
18 - Feligioni-Waszkzinski - Boutsen Ginion - 1 giro
19 - Oliver Freymuth - AKF - 2 giri
20 - Privitelio-Privitelio - FFF - 2 giro
21 - Prabakaran Kumar - VS Racing - 3 giri

Ritirati
Cola-Gvazava
Galbiati
Dorrbecker-Michelotto

Il campionato
1‍.Pulcini-Gilardoni 68 punti; 2.Watt-Balthasar 64; 3.Weering 50; 4.Guzman-Van Berlo 45; 5.Teekens-Oosten 43.

19 Giu [17:10]

Zandvoort - Gara 1
Prima vittoria per Watt-Balthasar

Da Zandvoort - Mattia Tremolada

L'intera durata di gara 1 del Lamborghini Super Trofeo a Zandvoort è stata segnata dal duello tra i due equipaggi che guidano la classifica Pro, composti da Noah Watt e Sebastian Balthasar e da Leonardo Pulcini e Kevin Gilardoni. Nel primo stint di gara Pulcini era riuscito a balzare dalla quinta alla seconda posizione, concludendo il proprio recupero con il sorpasso ai danni proprio del danese Watt, mentre davanti a tutti Jonathan Cecotto allungava sugli inseguitori dalla pole position. Il team GSM ha però commesso un errore durante il pit stop, e Kevin Rossel, che aveva ereditato la leadership, è stato costretto ad effettuare un drive through nel finale, scivolando dalla prima alla decima posizione assoluta.

Nel frattempo alle spalle del pilota spagnolo Balthasar riusciva nel sorpasso ai danni di Gilardoni, che perdeva poi la posizione anche contro Maxime Oosten, bravo ad approfittarne per portarsi in terza posizione. Balthasar ha poi ereditato la testa da Rossel, una volta che questi ha dovuto effettuare il drive through, precedendo sul traguardo Oosten, in coppia con Milan Teekens e Gilardoni-Pulcini, che conservano però la leadership della classifica di classe Pro, conquistata già nel precedente appuntamento di Le Castellet, dove avevano ottenuto una clamorosa doppietta. Alla vigilia dell'appuntamento olandese, l'equipaggio italiano guidava il campionato con 43 punti, seguiti da Max Weering a quota 38 e da Watt-Balthasar a 36. L'equipaggio del team Leipert balza in testa a 52 lunghezze, soltanto una in meno rispetto a Gilardoni-Pulcini (53), mentre con il quarto posto Weering si porta a 46.

Quinta posizione per Raul Guzman e Glenn Van Berlo, in rimonta dopo una sbavatura del pilota olandese, finito nella ghiaia nel corso del primo giro. Sesta piazza per Mattia Michelotto e Michael Dorrbecker, mentre Kikko Galbiati e Miguel Ramos, settimi, hanno vinto la classe Pro-Am alla prima apparizione stagionale, grazie alla difesa finale del pilota italiano dagli attacchi di Milos Pavlovic, in rimonta dopo aver ereditato il volante da Petar Matic. Il pilota serbo è anche stato protagonista di un contatto con Andrea Cola, che ha avuto la peggio, girandosi in curva 1. Sul podio di classe sono saliti anche Massimo Ciglia e Guilliem Pujeu, con la seconda Huracan di Oregon. La vittoria in AM è andata a Ray Calvin, che ha così rimediato all'incidente che l'ha visto protagonista nel Q2, mentre Pierre Feligioni e Daniel Waszczinski l'hanno spuntata in LC Cup. 

Prosegue lo sfortunato fine settimana di rientro nella serie di Danny Kroes, vincitore del campionato nel 2019. Il pilota olandese oggi non è però nemmeno riuscito a salire in auto. Daan Pijl ha infatti avuto un contatto con Oscar Lee nel primo giro di qualifica, ritirandosi poi nel corso del settimo passaggio di gara, vanificando una splendida rimonta che lo aveva portata dall'ultimo al nono posto in pochissimo tempo. Domani l'equipaggio di casa scatterà nuovamente dall'ultima posizione, ma ha tutto il potenziale per risalire in top-5.

Pavlovic-Matic penalizzati di 30"

Sono stati penalizzati di 30" Milos Pavlovic e Petar Matic, a causa del contatto avvenuto tra il pilota serbo e Andrea Cola. L'equipaggio del team Bonaldi scivola così dall'ottavo posto assoluto al 13esimo, perdendo la seconda posizione di classe Pro-Am conquistata grazie ad una bella rimonta di Pavlovic, che aveva poi chiuso nella scia di Kikko Galbiati, vincitore con Miguel Ramos. Pavlovic-Matic scivolano in terza posizione di classe.

Sabato 19 giugno 2021, gara 1

1 - Balthasar-Watt - Leipert - 28 giri
2 - Teekens-Oosten - Bonaldi - 0"581
3 - Gilardoni-Pulcini - Oregon - 2"734
4 - Max Weering - Kraan - 3"699
5 - Guzman-Van Berlo - Target - 10"401
6 - Dorrbecker-Michelotto - VS Racing - 12"238
7 - Galbiati-Ramos - Target - 12"759
8 - Ciglia-Pujeu - Oregon - 13"371
9 - Cecotto-Rossel - GSM - 29"918
10 - Ray Calvin - Leipert - 31"842
11 - Gabriel Rindone - Leipert - 37"807
12 - Gosselin-Rostan - Boutsen Ginion - 39"391
13 - Pavlovic-Matic - Bonaldi - 43"046*
14 - Oliver Freymuth - AKF - 1'22"077
15 - Basz-Lewandoski - VS Racing - 2'04"799
16 - Gerhard Watzinger - Leipert - 1 giro
17 - Feligioni-Waszkzinski - Boutsen Ginion - 1 giro
18 - Hans Fabri - Imperiale - 1 giro
19 - Privitelio-Privitelio - FFF - 1 giro
20 - Cola-Gvazava - Target - 1 giro 
21 - Formanek-Zaruba - Micanek - 1 giro
22 - Prabakaran Kumar - VS Racing - 3 giri

*30" di penalità 

Ritirati
Kroes-Pijl

Non partiti
Wells-Lee
Littman

Il campionato 
1‍.Pulcini-Gilardoni 53 punti; 2.Watt-Balthasar 52; 3.Weering 46; 4.Teekens-Oosten 38; 5.Guzman-Van Berlo 35.

19 Giu [11:37]

Zandvoort - Qualifiche
Cecotto e Pavlovic i più veloci

Da Zandvoort - Mattia Tremolada - Foto Maggi

Saranno Jonathan Cecotto e Milos Pavlovic a scattare davanti a tutti nelle due corse in programma a Zandvoort del Lamborghini Super Trofeo. Sconfitto l'equipaggio composto da Noah Watt e Sebastian Balthasar, che hanno comunque portato la vettura #2 del team Leipert due volte in seconda posizione. Entrambi i turni di qualifiche sono stati condizionati da lunghi periodi di Full Course Yellow, con il primo colpo di scena che è arrivato dopo pochi minuti dal via del Q1, quando Daan Pijl e Oscar Lee sono arrivati al contatto, finendo entrambi ko e non permettendo così ai rispettivi compagni di squadra, Danny Kroes (al rientro nella serie proprio a Zandvoort) e Dan Wells, di prendere parte al Q2. 

Verso metà turno Cecotto si è portato al comando facendo segnare il miglior tempo di tutto il fine settimana in 1'35"193, beffando Watt per meno di un decimo. Dopo il secondo regime di FCY, necessario per rimuovere la vettura di Gerhard Watzinger, finito nella ghiaia in curva 1, soltanto Glenn Van Berlo e Leonardo Pulcini sono riusciti a migliorarsi. Il pilota olandese ha beffato Karol Basz, comunque autore della pole in Pro-Am, per un solo millesimo, mentre Pulcini ha chiuso poco distante in quinta posizione.

Il Q2 ha subito visto Pavlovic portarsi al comando con il tempo di 1'35"435, seguito da Maxime Oosten e da Kevin Gilardoni. Le posizioni di testa sono poi rimaste congelate in regime di FCY, causata da un'uscita di Ray Calvin nella ghiaia, finché a un minuto dal termine Balthasar e Gilardoni hanno fatto segnare il tempo record rispettivamente nel secondo e nel primo settore, balzando in seconda e in terza piazza a scapito di Oosten, che si dovrà accontentare della seconda fila dello schieramento. 

Hanno sorpreso alla prima apparizione stagionale Kikko Galbiati e Miguel Ramos. Al rientro nella serie il pilota italiano ha conquistato una positiva quinta piazza, assicurandosi la seconda posizione in classe Pro-Am alle spalle soltanto di Pavlovic. Ottimo anche il turno dell'esperto Ramos, nono assoluto e capace di confermare la piazza d'onore di classe, di cui l'equipaggio potrebbe essere il favorito grazie al buon equilibrio mostrato. Bene anche la coppia di Vincenzo Sospiri Racing composta da Mattia Michelotto e Michael Dorrbecker, rispettivamente settimo e sesto dopo aver conquistato il primo podio della stagione a Le Castellet.

Sabato 19 giugno 2021, qualifica 1

1 - Jonathan Cecotto - GSM - 1'35"193
2 - Noah Watt - Leipert - 1'35"274
3 - Glenn Van Berlo - Target - 1'35"578
4 - Karol Basz - VS Racing - 1'35"579
5 - Leonardo Pulcini - Oregon - 1'35"777
6 - Milan Teekens - Bonaldi - 1'35"856
7 - Mattia Michelotto - VS Racing - 1'36"042
8 - Max Weering - Kraan - 1'37"137
9 - Miguel Ramos - Target - 1'37"317
10 - Massimo Ciglia - Oregon - 1'37"358
11 - Ray Calvin - Leipert - 1'37"640
12 - Dimitri Gvazava - Target - 1'37"876
13 - Bronislav Formanek - Micanek - 1'38"444
14 - Gabriel Rindone - Leipert - 1'39"404
15 - Gerhard Watzinger - Leipert - 1'40"971
16 - JM Littman - GSM - 1'41"661
17 - Pierre Feligioni - Boutsen Ginion - 1'42"233
18 - Claude Yves Gosselin - Boutsen Ginion - 1'42"391
19 - Petar Matic - Bonaldi - 1'42"487
20 - Oliver Freymuth - AKF - 1'43"172
21 - Donovan Privitello - FFF - 1'43"470
22 - Hans Fabri - Imperiale - 1'45"549
23 - Kumar Prabakaran - VS Racing - 1'53"223
24 - Daan Pijl - Bonaldi - nessun tempo
25 - Oscar Lee - Leipert - nessun tempo

Sabato 19 giugno 2021, qualifica 2

1 - Milos Pavlovic - Bonaldi - 1'35"435
2 - Sebastian Balthasar - Leipert - 1'35"691
3 - Kevin Gilardoni - Oregon - 1'35"746
4 - Maxime Oosten - Bonaldi - 1'35"829
5 - Kikko Galbiati - Target - 1'36"458
6 - Michael Dorrbecker - VS Racing - 1'36"539
7 - Josef Zaruba - Micanek - 1'36"582
8 - Kevin Rossel - GSM - 1'36"738
9 - Max Weering - Kraan - 1'36"821
10 - Raul Guzman - Target - 1'36"912
11 - Gulliem Pujeu - Oregon - 1'37"071
12 - Andrea Cola - Target - 1'37"191
13 - Gabriel Rindone - Leipert - 1'37"241
14 - Andrzey Lewandoski - VS Racing - 1'38"241
15 - Ray Calvin - Leipert - 1'38"954
16 - Gerhard Watzinger - Leipert - 1'39"367
17 - JM Littman - GSM - 1'40"853
18 - Marc Rostan - Boutsen Ginion - 1'41"433
19 - Oliver Freymuth - AKF - 1'41"739
20 - Daniel Waszczinski - Boutsen Ginion - 1'42"592
21 - Hans Fabri - Imperiale - 1'43"362
22 - Luciano Privitello - FFF - 1'45"214
23 - Kumar Prabakaran - VS Racing - 1'52"489
24 - Danny Kroes - Bonaldi - nessun tempo
25 - Dan Wells - Leipert - nessun tempo

18 Giu [16:52]

Zandvoort, libere 2
Basz sale in cattedra

Da Zandvoort - Mattia Tremolada

Karol Basz si è portato in prima posizione nel secondo turno di prove libere del Lamborghini Super Trofeo a Zandvoort. Dopo aver fatto segnare il tempo di riferimento in 1'36"749, tre decimi più rapido del crono di Noah Watt nelle libere 1, l'ex stella del karting mondiale ha lasciato il volante della Lamborghini Huracan Super Trofeo Evo del team di Vincenzo Sospiri ad Andrej Lewandowski, che ha così avuto la possibilità di prendere confidenza con il tecnico circuito olandese. L'equipaggio polacco occupa anche la prima posizione di classe Pro-Am, mentre la leadership tra i Pro è finita nelle mani di Leonardo Pulcini.

Dopo aver conquistato la doppietta a Le Castellet, il pilota romano e il compagno Kevin Gilardoni hanno preso la testa della classifica di campionato ai danni dell'olandese Max Weering, vincitore della corsa inaugurale di Monza e poi nuovamente sul podio in Francia, ma solo ottavo in questo turno. Terza piazza per Sebastian Balthasar e Watt, leader della prima sessione mattutina. Quarta e quinta posizione per i due equipaggi olandesi del team Bonaldi composti da Pijl-Kroes e Teekens-Oosten. Hanno perso terreno Kikko Galbiati e Miguel Ramos, alla prima apparizione stagionale. Nel primo turno i due piloti di Target non avevano sfigurato, chiudendo undicesimi, ma nel pomeriggio non sono andati oltre la 15esima piazza. Il canadese Ray Calvin è al comando della classe AM, mentre Donovan e Luciano Privitelio occupano la leadership in LC.

Venerdì 18 giugno 2021, libere 2

1 - Basz-Lewandoski - VS Racing - 1'36"749 - 21 giri
2 - Gilardoni-Pulcini - Oregon - 1'37"141 - 24
3 - Balthasar-Watt - Leipert - 1'37"214 - 24
4 - Kroes-Pijl - Bonaldi - 1'37"282 - 23
5 - Teekens-Oosten - Bonaldi - 1'37"313 - 23
6 - Guzman-Van Berlo - Target - 1'37"468 - 25
7 - Pavlovic-Matic - Bonaldi - 1'37"966 - 21
8 - Max Weering - Kraan - 1'38"120 - 24
9 - Dorrbecker-Michelotto - VS Racing - 1'38"166 - 21
10 - Formanek-Zaruba - Micanek - 1'38"494 - 22
11 - Ciglia-Pujeu - Oregon - 1'38"570 - 24
12 - Cecotto-Rossel - GSM - 1'38"947 - 24
13 - Cola-Gvazava - Target - 1'38"986 - 23
14 - Wells-Lee - Leipert - 1'39"012 - 25
15 - Galbiati-Ramos - Target - 1'39"172 - 22
16 - Ray Calvin - Leipert - 1'39"403 - 22
17 - Gabriel Rindone - Leipert - 1'41"185 - 24
18 - Gerhard Watzinger - Leipert - 1'41"409 - 23
19 - Privitelio-Privitelio - FFF - 1'41"565 - 24
20 - Gosselin-Rostan - Boutsen Ginion - 1'42"018 - 23
21 - Littmann-Bottiroli - GSM - 1'42"062 - 18
22 - Feligioni-Waszczinski - Boutsen Ginion - 1'43"903 - 26
23 - Hans Fabri - Imperiale - 1'44"028 - 17
24 - Prabakaran Kumar - VS Racing - 2'04"617 - 9
25 - Oliver Freymuth - AKF - nessun tempo

18 Giu [13:55]

Zandvoort, libere 1
Balthasar e Watt in evidenza

Da Zandvoort - Mattia Tremolada - Foto Maggi

Sono 25 le Lamborghini Super Trofeo scese in pista a Zandvoort per il terzo appuntamento della stagione del monomarca della casa di Sant'Agata bolognese. A mettersi in evidenza nel primo turno di prove libere sono stati Noah Watt e Sebastian Balthasar del team Leipert, con il pilota danese autore del tempo di riferimento in 1'37"063, imprendibile per il resto dei concorrenti. Daan Pijl e il rientrante Dani Kroes sono infatti secondi a ben sette decimi di ritardo con la migliore delle Huracan del team Bonaldi, mentre Leonardo Pulcini e Kevin Gilardoni, autori di una bella doppietta a Le Castellet, hanno chiuso terzi in 1'38"271 grazie al tempo del pilota romano.

Quarta piazza per Raul Guzman e Glenn Van Berlo del il team Target, che vede l'esordio stagionale della coppia composta da Kikko Galbiati e Miguel Ramos. Al rientro nel Super Trofeo il pilota italiano ha conquistato l'undicesimo tempo assoluto e quarto di classe Pro-Am. A svettare nella stessa classe sono stati Milos Pavlovic e Petar Matic di Bonaldi. Sesta posizione per Jonathan Cecotto e Kevin Rossel, mentre settimo ha chiuso il vincitore della corsa inaugurale di Monza Max Weering.

Venerdì 18 giugno 2021, libere 1

1 - Balthasar-Watt - Leipert - 1'37"063 - 24 giri
2 - Kroes-Pijl - Bonaldi - 1'37"792 - 22
3 - Gilardoni-Pulcini - Oregon - 1'38"271 - 23
4 - Guzman-Van Berlo - Target - 1'38"444 - 24
5 - Pavlovic-Matic - Bonaldi - 1'38"448 - 22
6 - Cecotto-Rossel - GSM - 1'38"450 - 25
7 - Max Weering - Kraan - 1'38"607 - 21
8 - Teekens-Oosten - Bonaldi - 1'38"780 - 23
9 - Formanek-Zaruba - Micanek - 1'39"199 - 20
10 - Basz-Lewandoski - VS Racing - 1'39"252
11 - Galbiati-Ramos - Target - 1'39"355 - 22
12 - Dorrbecker-Michelotto - VS Racing - 1'39"421 - 24
13 - Ray Calvin - Leipert - 1'40"070 - 22
14 - Wells-Lee - Leipert - 1'40"109 - 23
15 - Cola-Gvazava - Target - 1'40"519 - 24
16 - Ciglia-Pujeu - Oregon - 1'41"408 - 8
17 - Gerhard Watzinger - Leipert - 1'42"231 - 23
18 - Littmann-Bottiroli - GSM - 1'42"330 - 23
19 - Gabriel Rindone - Leipert - 1'43"023 - 26
20 - Gosselin-Rostan - Boutsen Ginion - 1'43"807 - 26
21 - Oliver Freymuth - AKF - 1'44"450 - 23
22 - Privitelio-Privitelio - FFF - 1'44"753 - 20
23 - Feligioni-Waszkzinski - Boutsen Ginion - 1'45"979 - 25
24 - Hans Fabri - Imperiale - 1'46"512 - 15
25 - Prabakaran Kumar - VS Racing - 2'04"744 - 8

30 Mag [13:43]

Le Castellet - Gara 2
Doppietta per Gilardoni-Pulcini

Da Le Castellet - Massimo Costa - Foto Maggi

Una doppietta che vale la leadership nel campionato Super Trofeo Lamborghini. Kevin Gilardoni e Leonardo Pulcini, dopo il bel successo di gara 1 si sono ripetuti nella seconda corsa, di fatto dominando. Al via, l'ex pilota di F3 è scattato meglio del poleman Noah Watt, ma alla prima curva ha dovuto fare una correzione importante che l'ha portato a tagliare il tracciato e per questo ha ricevuto 3" di penalità. Pulcini ha comunque tenuto il comando ed ha iniziato a spingere forte per tenere gli inseguitori oltre quei tre secondi. Ceduta la vettura del team Oregon al compagno Gilardoni, quest'ultimo ha portato perfettamente a termine la missione chiudendo un fine settimana perfetto.

Bel secondo posto per Max Weering, che sta crescendo di gara in gara, come già evidenziato lo scorso anno. Sul terzo gradino del podio è invece salito Mattia Michelotto, autore di un eccellente seconda parte della corsa. Ricevuta la Huracan del team Sospiri da Michael Dorrbecker, il giovane pilota italiano al debutto nella serie ha rimontato forte. Raggiunta la quarta posizione, è poi stato promosso sul terzo gradino del podio per la penalità rimediata da Kevin Rossel, in coppia con Jonathan Cecotto, per una infrazione al pit-stop del team GSM. La bella gara di Raul Guzman e Glenn Van Berlo è stata vanificata da un doppiato che ha urtato l'olandese spedendolo in testacoda. Bella anche la rimonta di Karol Basz che ha concluso settimo e primo degli AM.

Domenica 30 maggio 2021, gara 2

1 - Gilardoni-Pulcini - Oregon - 22 giri
2 - Max Weering - Kraan - 6"477
3 - Dorrbecker-Michelotto - VS Racing - 8"441
4 - Cecotto-Rossel - GSM - 9"254
5 - Teekens-Oosten - Bonaldi - 9"562
6 - Balthasar-Watt - Leipert - 9"992
7 - Basz-Lewandoski - VS Racing - 23"035
8 - Formanek-Zaruba - Micanek - 23"658
9 - Guzman-Van Berlo - Target - 23"957
10 - Ciglia-Pujeu - Oregon - 33"718
11 - Wells-Lee - Leipert - 33"977
12 - Cola-Gvazava - Target - 34"452
13 - Raffaele Giannoni - Target - 52"885
14 - Gabriel Rindone - Leipert - 2'06"710 - 22
15 - Pavlovic-Matic - Bonaldi - 1'01"102
16 - Ray Calvin - Leipert - 1'01"915
17 - Leimer-Jenny - Autovitesse - 1'10"207
18 - Gosselin-Kuppens - Boutsen Ginion - 1'14"843
19 - Gerhard Watzinger - Leipert - 1'39"527
20 - Holger Harmsen - Attempto - 2'01"030
21 - Littmann-Bottiroli - GSM - 2'01"873
22 - Oliver Freymuth - AKF - 1 giro
23 - Privitello-Privitello - FFF - 1 giro
24 - Hans Fabri - Imperiale - 1 giro
25 - Feligioni-Waszkzinski - Boutsen Ginion - 1 giro
26 - Prabakaran Kumar - VS Racing - 1 giro

Ritirati
Mikrut-Hawryluc 
Pijl-Mayrick







29 Mag [17:09]

Le Castellet - Gara 1
Vittoria tricolore di Gilardoni-Pulcini

Da Le Castellet - Massimo Costa

Una vittoria di rigore, meritata, quella di Kevin Gilardoni e Leonardo Pulcini nella prima gara del Super Trofeo Lamborghini a Le Castellet. Sul traguardo, i due piloti italiani del team Oregon sono transitati in seconda posizione, ma Jonathan Cecotto, passato sotto la bandiera a scacchi per primo, ha dovuto pagare una doppia penalità in quanto il suo compagno di vettura Kevin Rossel, alla prima curva dopo il via ha tagliato come niente fosse non ricedendo le posizioni. Sono così scattati inevitabili i 5" di penalità a cui sono stati sommati 648 millesimi per pit-stop non regolare.

Gilardoni, quarto in griglia di partenza, al 1° giro si è trovato ottavo dopo una prima tornata non facile. E' così rientrato ai box per primo, al 10° giro, cedendo il volante a Pulcini. Un vero e proprio undercut che ha funzionato. Fino al 15esimo passaggio, sono avvenute tutte le soste e quando le posizioni si sono cristallizzate, l'ex pilota di F3 Pulcini era quarto dietro a Cecotto (cui pendeva la penalità finale) e Noah Watt il cui compagno Sebastian Balthasar aveva commesso la stessa infrazione di Rossel alla prima curva dopo la partenza. Il tedesco si era addirittura portato in seconda posizione e si è guardato bene dal cedere le posizioni recuperate col taglio della T1. Quindi, 5 secondi anche per lui.

Pulcini ha spinto forte superando Watt e Lewandoski, poi ha fatto in modo di rimanere dentro la finestra dei 5" di distacco da Cecotto, leader di fatto virtuale della corsa. Al 22° giro il divario era di 3"7, al 23° di 4"4, al traguardo con la classifica capovolta, Pulcini ha vinto con 1"4 di vantaggio su Cecotto che è stato bravo a tenere almeno la seconda posizione su Raul Guzman, che aveva ereditato il volante da Glenn Van Berlo per il team Target. Applausi quindi al buon lavoro del team Oregon e dei suoi piloti, Gilardoni (al secondo anno nel Super Trofeo e già grande protagonista nel 2020) e a Pulcini, al debutto nella serie dopo un 2020 vissuto nel GT italiano con la Lamborghini del VS Racing.

E a proposito del team di Vincenzo Sospiri, come al solito Karol Basz nella prima fase è stato spettacolare tenendo comodamente la prima posizione dopo essere scattato dalla pole. Il polacco, che corre anche nella 1000 Km del GT World Endurance con una McLaren del team JP Motorsport, ha lasciato la bianca Huracan ad Andrzej Lewandoski il quale ha fatto il possibile per cercare di prendere almeno il terzo gradino del podio, ma non ce l'ha fatta per pochi decimi. Quinti Balthasar-Watt, puniti con i 5". Ottava posizione per Mattia Michelotto (con Michael Dorrbecker), bravo a risalire fino al quinto posto da nono che era in partenza, nel corso del primo stint. Decima piazza per Andrea Cola in coppia con Dimitri Gvazava.

In testa al campionato classe Pro, dopo che Max Weering ha dovuto rallentare all'ultimo giro per un problema tecnico quando era sesto, sono ora Balthasar-Watt.

Sabato 29 maggio 2021, gara 1

1 - Gilardoni-Pulcini - Oregon - 24 giri
2 - Cecotto-Rossel - GSM - 1"452 *
3 - Guzman-Van Berlo - Target - 6"596
4 - Lewandoski-Basz - VS Racing - 6"985
5 - Balthasar-Watt - Leipert - 9"245 
6 - Daan-Mayrink - Bonaldi - 19"219
7 - Teekens-Oosten - Bonaldi - 20"743
8 - Dorrbecker-Michelotto - VS Racing - 20"983
9 - Formanek-Zaruba - Micanek - 35"522
10 - Cola-Gvazava - Target - 49"663
11 - Wells-Lee - Leipert - 54"169
12 - Gabriel Rindone - Leipert - 54"802
13 - Raffaele Giannoni - Target - 55"679
14 - Gosselin-Kuppens - Boutsen Ginion - 1'03"434
15 - Ray Calvin - Leipert - 1'04"348
16 - Max Weering - Leipert - 1'24"367
17 - Leimer-Laurent - Autovitesse - 1'38"801
18 - Gerhard Watzinger - Leipert - 1'51"050
19 - Ciglia-Pujeu - Oregon - 1 giro
20 - Oliver Freymuth - AKF - 1 giro
21 - Littmann-Bottiroli - GSM - 1 giro
22 - Hans Fabri - Imperiale - 1 giro
23 - Mikrut-Hawryluc - GT3 Poland - 1 giro
24 - Holger Harmsen - Attempto - 1 giro
25 - Feligioni-Waszkzinski - Boutsen Ginion - 1 giro
26 - Privitello-Privitello - FFF - 1 giro
27 - Prabakaran Kumar - VS Racing - 2 giri

Ritirati
Pavlovic.Matic 












 

29 Mag [10:05]

Le Castellet - Qualifiche
Basz e Watt firmano le due pole

Da Le Castellet - Massimo Costa - Foto Maggi

Karol Basz e Noah Watt sono i due poleman del secondo appuntamento stagionale del Super Trofeo Lamborghini in scena al Paul Ricard. Nella qualifica 1, il polacco del team di Vincenzo Sospiri è emerso nel finale dopo una situazione di Full Course Yellow per lo stop di Claude-Yves Gosselin alla curva 2. Fino a quel momento, il mattatore della sessione era stato Glenn Van Berlo del team Target.

L'olandese aveva dapprima realizzato il tempo di 2'03"696, poi si era portato su un ottimo 2'03"271. Ma alla "ripartenza" della qualifica 1, Basz ha raggelato tutti con un tempo inavvicinabile: 2'02"743. Van Berlo non si è migliorato ed anzi, ha perso la seconda posizione a vantaggio del connazionale Piji Daan, balzato alle spalle di Basz con il crono di 2'03"252 mentre Van Berlo è rimasto sul precedente 2'03"271. Quarto Kevin Gilardoni di Oregon mentre in top 10 è entrato Mattia Michelotto con la seconda vettura di Sospiri. Per Basz si tratta della seconda pole dopo quella di Monza in Q1. Da registrare il poker di team italiani nelle prime quattro posizioni: Sospiri, Bonaldi, Target, Oregon.



Nella qualifica 2, gran battaglia per la pole e alla fine è emerso Noah Watt. Il danese figlio d'arte, schierato dal team tedesco Leipert, ha avuto la meglio su un combattivo Leonardo Pulcini (Oregon). Watt ha siglato il tempo di 2'03"457 mentre Pulcini gli si è avvicinato sensibilmente fino a realizzare il tempo finale di 2'03"566. Non da meno Raul Guzman (Target) che si è preso il terzo posto con 2'03"573, a un soffio dal pilota romano. Alle sue spalle, vicinissimi, Jonathan Cecotto di GSM in 2'03"839 e il leader della classifica Pro, Max Weering del team Kraan in 2'03"939. Bene in top 10 Andrea Cola di Target appena davanti a Massimo Ciglia (Oregon), 11esimo, e Raffaele Giannoni (Target). Quest'ultimo è sotto investigazione per un contatto con Erik Mayrink.

Sabato 29 maggio 2021, qualifica 1

1 - Karol Basz - VS Racing - 2'02"743
2 - Daan Pijl - Bonaldi - 2'03"252
3 - Glenn Van Berlo - Target - 2'03"271
4 - Kevin Gilardoni - Oregon - 2'03"427
5 - Sebastian Balthasar - Leipert - 2'03"476
6 - Kevin Rossel - GSM - 2'03"700
7 - Max Weering - Kraan - 2'03"760
8 - Maxime Oosten - Bonaldi - 2'03"762
9 - Mattia Michelotto - VS Racing - 2'03"818
10 - Dan Wells - Leipert - 2'04"923
11 - Gulliem Pujeu - Oregon - 2'05"008
12 - Bronislav Formanek - Micanek - 2'05"442
13 - Ray Calvin - Leipert - 2'05"567
14 - Raffaele Giannoni - Target - 2'05"764
15 - Dimitri Gvazava - Target - 2'05"853
16 - Gabriel Rindone - Leipert - 2'06"454
17 - Gerhard Watzinger - Leipert - 2'06"713
18 - Laurent Jenny - Autovitesse - 2'06"916
19 - Claude Yves Gosselin - Boutsen Ginion - 2'07"487
20 - Donovan Privitello - FFF - 2'07"789
21 - Rafael Mirkut - GT3 Poland - 2'07"817
22 - Oliver Freymuth - AKF - 2'08"019
23 - Pierre Feligioni - Boutsen Ginion - 2'08"133
24 - Peter Matic - Bonaldi - 2'09"117
25 - Holger Harmsen - Attempto - 2'09"401
26 - Jim Littman - GSM - 2'09"620
27 - Hans Fabri - Imperiale - 2'11"700
28 - Kumar Prabakaran - VS Racing - 2'18"541

Sabato 29 maggio 2021, qualifica 2

1 - Noah Watt - Leipert - 2'03"457
2 - Leonardo Pulcini - Oregon - 2'03"566
3 - Raul Guzman - Target - 2'03"573
4 - Jonathan Cecotto - GSM - 2'03"839
5 - Max Weering - Kraan - 2'03"871
6 - Milos Pavlovic - Bonaldi - 2'03"939
7 - Milan Teekens - Bonaldi - 2'04"012
8 - Josef Zaruba - Micanek - 2'04"602
9 - Michael Dorrbecker - VS Racing - 2'05"102
10 - Andrea Cola - Target - 2'05"129
11 - Massimo Ciglia - Oregon - 2'05"604
12 - Raffaele Giannoni - Target - 2'05"656
13 - Gabriel Rindone - Leipert - 2'05"676 
14 - Andrzey Lewandoski - VS Racing - 2'05"693
15 - Ray Calvin - Leipert - 2'05"827
16 - Oscar Lee - Leipert - 2'06"043
17 - Erik Mayrink - Bonaldi - 2'06"138
18 - Cedric Leimer - Autovitesse - 2'06"581
19 - Antoine Bottiroli - GSM - 2'06"689
20 - Gerhard Watzinger - Leipert - 2'07"859
21 - Oliver Freymuth - AKF - 2'08"916
22 - Holger Harmsen - Attempto - 2'09"033
23 - Daniel Waszczinski - Boutsen Ginion - 2'11"196
24 - Hans Fabri - Imperiale - 2'11"474
25 - Luciano Privitello - FFF - 2'12"357
26 - Arthur Hawryluc - GT3 Poland - 2'12"595
27 - Kumar Prabakaran - VS Racing - 2'18"535
28 - Renaud Kuppens - Boutsen Ginion - no time

28 Mag [21:02]

Le Castellet, libere 2
Sospiri cala l'asso con Basz-Lewandoski

Da Le Castellet - Massimo Costa

Ad un insolito orario, ore 20.30, si è conclusa con la seconda sessione la giornata di prove libere del Super Trofeo Lamborghini . Al tramonto, con temperatura fresca (18 gradi, durante la giornata si era sui 23-24 gradi) i tempi sul giro sono scesi rispetto al primo turno del mattino. Su tutti è emerso il VS Racing di Vincenzo Sospiri che ha piazzato al primo posto la collaudata coppia composta da Basz-Lewandoski, autori del crono finale di 2'03"525. Stamane invece, Cecotto-Rossel avevano guidato la classifica con 2'04"395. 

Seconda piazza per Gilardoni-Pulcini del team Oregon. Il duo italiano ha terminato con un distacco minimo dai capo classifica, appena 57 millesimi, il ché lascia presupporre grande battaglia per la qualifica. Non lontani anche Cecotto-Rossel, terzi per il team GSM e a poco più di 2 decimi dai piloti di Sospiri, mentre al quarto posto sono saliti con decisione, rispetto al turno iniziale, Guzman-Van Berlo del team Target. Quattro dunque le squadre italiane nelle prime quattro posizioni. Il primo degli "altri" è il team Kraan, quinto con il veloce Max Weering, poi la coppia di Bonaldi composta da Daan-Mayrink. Nella top 10 anche la seconda vettura di Sospiri, quella affidata a Dorrbecker-Michelotto, ottavi.

Venerdì 28 maggio 2021, libere 2

1 - Basz-Lewandoski - VS Racing - 2'03"525 - 16 giri
2 - Gilardoni-Pulcini - Oregon - 2'03"582 - 24
3 - Cecotto-Rossel - GSM - 2'03"742 - 24
4 - Guzman-Van Berlo - Target - 2'03"756 - 22
5 - Max Weering - Kraan - 2'03"875 - 23
6 - Daan-Mayrink - Bonaldi - 2'04"048 - 23
7 - Balthasar-Watt - Leipert - 2'04"129 - 23
8 - Dorrbecker-Michelotto - VS Racing - 2'04"312 - 15
9 - Pavlovic.Matic - Bonaldi - 2'04"341 - 22
10 - Teekens-Oosten - Bonaldi - 2'04"361 - 11
11 - Ciglia-Pujeu - Oregon - 2'04"444 - 22
12 - Formanek-Zaruba - Micanek - 2'04"968 - 23
13 - Cola-Gvazava - Target - 2'04"974 - 21
14 - Wells-Lee - Leipert - 2'05"187 - 21
15 - Gosselin-Kuppens - Boutsen Ginion - 2'06"134 - 24
16 - Ray Calvin - Leipert - 2'06"194 - 19
17 - Leimer-Laurent - Autovitesse - 2'06"487 - 22
18 - Raffaele Giannoni - Target - 2'06"494 - 20
19 - Gabriel Rindone - Leipert - 2'06"710 - 22
20 - Littmann-Bottiroli - GSM - 2'07"939 - 24
21 - Mikrut-Hawryluc - GT3 Poland - 2'08"330 - 22
22 - Oliver Freymuth - AKF - 2'08"655 - 23
23 - Gerhard Watzinger - Leipert - 2'08"811 - 23
24 - Feligioni-Waszkzinski - Boutsen Ginion - 2'09"885 - 23
25 - Holger Harmsen - Attempto - 2'09"890 - 19
26 - Privitello-Privitello - FFF - 2'10"537 - 22
27 - Hans Fabri - Imperiale - 2'13"358 - 16
28 - Prabakaran Kumar - VS Racing - 2'15"716 - 13

28 Mag [14:29]

Le Castellet, libere 1
Cecotto-Rossel i più rapidi

Da Le Castellet - Massimo Costa - Foto Maggi

Seconda tappa per il Super Trofeo Lamborghini che presenta ben 28 vetture sul circuito di Le Castellet, tante quante hanno gareggiato nella prima prova stagionale a Monza. Campionato in ottima forma, come del resto tutti quelli presenti al Paul Ricard (35 monoposto per la Formula Regional European by Alpine, 50 le macchine del GT World Endurance, 40 del GT4, 20 per il TCR Europe), buon segno per il motorsport.

Nel primo turno libero, Johnny Cecotto del team GSM ha subito siglato un ottimo primo tempo in 2'04"395 lasciando a 3 decimi Karol Basz, schierato dal team di Vincenzo Sospiri e balzato in seconda piazza nella seconda parte della sessione. Subito in scia, Leonardo Pulcini, terzo in 2'04"721 per il team Oregon. Buona prestazione per Matic, in coppia con Milos Pavlovic (Bonaldi), autore della quarta prestazione. Nella top 10, Mattia Michelotto col messicano Dorrbecker mentre il team Target è decimo con Guzman-Van Berlo. Assente di lusso Andrea Di Folco, vincitore di gara 2 a Monza, che non parteciperà a tutto il campionato.

Numerose le segnalazioni della direzione gara rivolte ai team per i track limits non rispettati alle curve 7 e 10. In vista della qualifica di domani sarà importante per i piloti trovare le giuste misure per non ritrovarsi con i tempi cancellati.

Venerdì 28 maggio 2021, libere 1
 
1 - Cecotto-Rossel - GSM - 2'04"395 - 22 giri
2 - Basz-Lewandoski - VS Racing - 2'04"614 - 25
3 - Gilardoni-Pulcini - Oregon - 2'04"721 - 25
4 - Pavlovic.Matic - Bonaldi - 2'04"904 - 22
5 - Teekens-Oosten - Bonaldi - 2'04"905 - 24
6 - Max Weering - Kraan - 2'04"966 - 22
7 - Balthasar-Watt - Leipert - 2'05"055 - 24
8 - Dorrbecker-Michelotto - VS Racing - 2'05"080 - 24
9 - Daan-Mayrink - Bonaldi - 2'05"129 - 23
10 - Guzman-Van Berlo - Target - 2'05"209 - 24
11 - Formanek-Zaruba - Micanek - 2'05"651 - 15
12 - Cola-Gvazava - Target - 2'05"691 - 25
13 - Ciglia-Pujeu - Oregon - 2'05"872 - 23
14 - Wells-Lee - Leipert - 2'06"511 - 23
15 - Gosselin-Kuppens - Boutsen Ginion - 2'06"598 - 22
16 - Leimer-Laurent - Autovitesse - 2'07"332 - 22
17 - Privitello-Privitello - FFF - 2'07"466 - 23
18 - Ray Calvin - Leipert - 2'07"482 - 22
19 - Raffaele Giannoni - Target - 2'07"886 - 20
20 - Gabriel Rindone - Leipert - 2'07"953 - 21
21 - Littmann-Bottiroli - GSM - 2'08"850 - 22
22 - Gerhard Watzinger - Leipert - 2'09"867 - 23
23 - Feligioni-Waszkzinski - Boutsen Ginion - 2'09"869 - 20
24 - Mikrut-Hawryluc - GT3 Poland - 2'09"972 - 24
25 - Oliver Freymuth - AKF - 2'09"973 - 24
26 - Holger Harmsen - Attempto - 2'12"088 - 17
27 - Hans Fabri - Imperiale - 2'14"205 - 14
28 - Prabakaran Kumar - VS Racing - 2'19"639 - 15







 

PrevPage 1 of 6Next

News

Super Trofeo Lamborghini
v

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone