formula 1

Kubica con Alfa nella FP1 in Bahrain,
in attesa di definire i programmi 2021

Jacopo Rubino - XPB Images

Robert Kubica è pronto a tornare al volante dell'Alfa Romeo Rac...

Leggi »
Mondiale Rally

Niente ritiro per Ogier:
resta in Toyota per il WRC 2021

Jacopo Rubino

Il ritiro può attendere: Sebastien Ogier ha deciso di proseguire almeno per un altro anno ...

Leggi »
PrecedentePagina 1 di 10Successiva
1 Nov [17:52]

Portimao, gara
Sospirato successo G-Drive

Marco Cortesi

Vittoria targata G-Drive alla 4 Ore dell'Algarve, tappa conclusiva della ELMS 2020. La scuderia gestita da TDS ha preso la leadership nelle prime fasi con una gran partenza di Roman Rusinov, ed è riuscita a mantenere un ritmo alto nonostante le strategie differenziate dovute a delle neutralizzazioni nella prima metà di corsa. Un'ottima performance di squadra, esaltata dal ritmo elevato di Mikkel Jensen e Nyck De Vries, entrambi al primo successo personale nella categoria.

Il secondo posto si è deciso all'ultima sosta ed è andato alla vettura del team Duqueine di Tristan Gommendy, Jonathan Hirschi e Konstantin Tereschenko, mentre al terzo posto, in recupero dopo un contatto occorso a Phil Hanson nelle fasi iniziali, ha concluso il team United Autosports, con Filipe Albuquerque protagonista di un'ottima prova. La compagine angloamericana ha anche arpionato, col quarto posto di Owen-Van Uitert-Brundle il secondo invito automatico alla 24 Ore di Le Mans per la LMP2, per cui mancava solo la matematica. In quinta posizione ha concluso il team Panis con Canal-Jamin-Stevens.

United Autosport campione e vittoriosa in LMP3
In realtà, gli inviti automatici sono quattro dato che uno deriva dal successo nell'edizione passato, e uno dal titolo LMP3: Nulla da fare contro Boyd-Gamble-Wheldon, che hanno centrato il successo in gara davanti a Gerbi-Droux e soprattutto ai rivali in classifica dell'Inter Europol, Hippe-Lunardi. Nella categoria cadetta, buon sesto posto per i campioni uscenti dell'Eurointernational, con l'equipaggio Kari-Maulini-Baratto.

Incredibile finale... alla pari in GTE
In GTE, il successo in gara, ed il titolo 2020 sono andati ad Alessio Picariello, Michele Beretta e Christian Ried per il team Proton. Bella soddisfazione per il pilota lombardo, unico italiano titolato della stagione 2020. Beffati, al secondo posto in gara, i piloti del team Kessel Cadei-Perel-Broniszewski, penalizzati anche da un testacoda del secondo. Alla fine, la lotta per il campionato si è decisa con un incredibile spareggio. Entrambe le squadre hanno incamerato gli stessi risultati: due vittorie, due secondi posti, un quarto posto (Kessel in realtà aveva un sesto posto ma con due equipaggi "trasparenti"). Si è quindi assegnato il titolo alla squadra che aveva conquistato la vittoria per prima, ovvero il team Proton. Il terzo posto in gara è andato all'equipaggio del team Iron Lynx partito in pole col team principal Andrea Piccini. Rivincita dopo il contatto di Monza anche per Rino Mastronardi e Sergio Pianezzola.

Domenica 1 novembre 2020, gara

1 - Rusinov/Jensen/De Vries (Aurus 01-Gibson) - G-Drive Racing - 147 giri
2 - Gommendy/Hirschi/Tereschenko (Oreca 07-Gibson) - Duqueine Team - 35”360
3 - Hanson/Albuquerque/ (Oreca 07-Gibson) - United Autosports - 56”411
4 - Owen/Brundle/Van Uitert (Oreca 07-Gibson) - United Autosports - 1'08”919
5 - Canal/Jamin/Stevens (Oreca 07-Gibson) - Panis Racing - 1'09”296
6 - Fjordbach/Andersen/ (Oreca 07-Gibson) - High Class Racing - 1 giro
7 - Allen/Laurent/Cougnaud (Oreca 07-Gibson) - Graff - 1 giro
8 - Falb/Aubry/Maini (Oreca 07-Gibson) - Algarve Pro Racing - 1 giro
9 - Lapierre/Borga/Coigny (Oreca 07-Gibson) - Cool Racing - 1 giro
10 - Lafargue/Chatin/Bradley (Oreca 07-Gibson) - IDEC Sport - 1 giro
11 - Calderon/Floersch/Visser (Oreca 07-Gibson) - Richard Mille - 1 giro
12 - Enqvist/Duval/Lancaster (Oreca 07-Gibson) - Algarve Pro Racing - 2 giri
13 - Dracone/Campana/ (Oreca 07-Gibson) - BHK Motorsport - 4 giri
14 - Boyd/Gamble/Wheldon (Ligier JS P320-Nissan) - United Autosports - 10 giri
15 - Gerbi/Droux/ (Ligier JS P320-Nissan) - Realteam Racing - 10 giri
16 - Hippe/Lunardi/ (Ligier JS P320-Nissan) - Inter Europol - 11 lap
17 - Tappy/Bentley/Mcguire (Ligier JSP320-Nissan) - United Autosports - 11 lap
18 - Hodes/Grist/Crews (Duqueine M30-Nissan) - Nielsen Racing - 11 lap
19 - Kari/Maulini/Baratto (Ligier JS P320-Nissan) - Eurointernational - 12 giri
20 - Capillaire/Robin/Robin (Ligier JS P320-Nissan) - Graff - 12 giri
21 - Cloet/Adomavicius/Fontana (Ligier JS P320-Nissan) - BHK - 12 giri
22 - Ried/Beretta/Picariello (Porsche 911 RSR) - Proton Competition - 13 giri
23 - Broniszewski/Perel/Cadei (Ferrari 488 GTE Evo) - Kessel Racing - 13 giri
24 - Mastronardi/Pianezzola/Piccini (Ferrari 488 GTE Evo) - Iron Lynx - 13 giri
25 - Fassbender/Laser/Lietz (Porsche 911 RSR) - Proton Competition - 13 giri
26 - Cameron/Griffin/Scott (Ferrari 488 GTE Evo) - Spirit of Race - 14 giri
27 - Gostner/Gatting/Frey (Ferrari 488 GTE Evo) - Iron Lynx - 14 giri
28 - Trouillet/Page/ (Duqueine M30-Nissan) - Graff - 14 giri
29 - Jeannette/Sales/Hutchison (Ferrari 488 GTE Evo) - JMW Motorsport - 17 giri
30 - Perrodo/Collard/Rovera (Ferrari F488 GTE) - AF Corse - 17 giri
31 - Hörr/Kirmann/Triller (Duqueine M30 - D08-Nissan) - DKR Engineering - 18 giri
32 - Wells/Noble/ (Duqueine M30 - D08-Nissan) - Nielsen Racing - 32 giri

Non classificati
33 - Smiechowski/Binder/ (Ligier JSP217-Gibson) - Inter Europol - 6 giri
34 - Jakobsen/Dayson/Veglia (Ligier JS P320-Nissan) - RLR MSport - 18 giri
35 - Wainwright/Barker/Watson (Porsche 911 RSR) - Gulf Racing - 72 giri
36 - Ulrich/West/Görig (Ferrari 488 GTE Evo) - AF Corse - 77 giri

31 Ott [17:29]

Portimao, qualifica
Le pole a Van Uitert, Boyd e Piccini

Marco Cortesi

C'erano ormai pochi dubbi che lo United Autosports potesse mancare la pole anche per l'ultimo appuntamento dell'ELMS 2020 a Portimao. Stavolta però il miglior tempo non è andato al portoghese Filipe Albuquerque, poleman in tutti i round finora, con la Oreca numero 22, ma all'olandese Job Van Uitert, che ha piazzato al comando l'esemplare numero 32 diviso con Will Owen e Alex Brundle. Albuquerque in realtà non ha preso parte al turno, lasciando il volante a Phil Hanson, che ha preso il quinto posto. Van Uitert comunque è stato l'unico pilota a scendere sotto l'1:29 dando quasi mezzo secondo a tutti gli altri. Secondo posto per Will Stevens per il team Panis, mentre Nicolas Lapierre ha piazzato al terzo posto la vettura del team Cool Racing. Quarta piazza per IDEC Sport con Paul-Loup Chatin. Più indietro il team G-Drive, con Nyck De Vries che si è visto togliere per "track limits" un ottimo tempo, prendendo il sesto posto alla fine.

United Autosport al vertice anche in LMP3 con Wayne Boyd alla quarta pole in cinque gare. Secondo posto per Laurents Doerr, con la Duqueine-Nissan del team DKR che si è avvicinata alla Ligier degli angloamericani. Seconda pole consecutiva in GTE per Andrea Piccini con la Ferrari numero 60 del "suo" Iron Lynx, nella speranza di una gara più fortunata che a molza. Secondo posto per Alessio Rovera, con l'AF Corse. Terzo posto per l'altra Ferrari Iron Lynx di Michelle Gatting, che ha beffato la migliore delle Porsche con Alessio Picariello.‍

S‍abato 31 ottobre 2020, qualifica

1 - Brundle/Owen/Van Uitert (Oreca 07-Gibson) - United Autosports - 1'28"627
2 - Jamin/Canal/Stevens (Oreca 07-Gibson) - Panis Racing - 1'29"068
3 - Borga/Lapierre/Coigny (Oreca 07-Gibson) - Cool Racing - 1'29"196
4 - Chatin/Lafargue/Bradley (Oreca 07-Gibson) - Idec Sport - 1'29"378
5 - Albuquerque/Hanson/ (Oreca 07-Gibson) - United Autosports - 1'29"452
6 - Jensen/Rusinov/De Vries (Aurus 01-Gibson) - G-Drive Racing - 1'29"585
7 - Laurent/Allen/Cougnaud (Oreca 07-Gibson) - Graff - 1'29"737
8 - Aubry/Falb/Maini (Oreca 07-Gibson) - Algarve Pro - 1'29"798
9 - Duval/Enqvist/Lancaster (Oreca 07-Gibson) - Algarve Pro Racing - 1'29"908
10 - Hirschi/Gommendy/Tereschenko (Oreca 07-Gibson) - Duqueine Team - 1'29"970
11 - Binder/Smiechowski/ (Ligier JSP217-Gibson) - Inter Europol - 1'30"252
12 - Andersen/Fjordbach/ (Oreca 07-Gibson) - High Class Racing - 1'30"458
13 - Campana/Dracone/ (Oreca 07-Gibson) - BHK Motorsport - 1'30"565
14 - Floersch/Calderon/Visser (Oreca 07-Gibson) - Richard Mille - 1'30"648
15 - Gamble/Boyd/Wheldon (Ligier JS P320-Nissan) - United Autosports - 1'36"277
16 - Kirmann/Horr/Triller (Duqueine M30-Nissan) - DKR Engineering - 1'36"389
17 - Dayson/Jakobsen/Veglia (Ligier JS P320-Nissan) - RLR Msport - 1'36"502
18 - Bentley/Tappy/Mcguire (Ligier JS P320-Nissan) - United Autosports - 1'36"603
19 - Droux/Gerbi/ (Ligier JS P320-Nissan) - Realteam Racing - 1'36"769
20 - Adomavicius/Cloet/Fontana (Ligier JS P320-Nissan) - BHK - 1'36"821
21 - Robin/Capillaire/Robin (Ligier JS P320-Nissan) - Graff - 1'37"022
22 - Maulini/Kari/Baratto (Ligier JS P320-Nissan) - Eurointernational - 1'37"171
23 - Grist/Hodes/Crews (Duqueine M30Nissan) - Nielsen Racing - 1'37"307
24 - Lunardi/Hippe/ (Ligier JS P320-Nissan) - Inter Europol - 1'37"363
25 - Noble/Wells/ (Duqueine M30Nissan) - Nielsen Racing - 1'37"394
26 - Pianezzola/Mastronardi/Piccini (Ferrari 488) - Iron Lynx - 1'38"769
27 - Collard/Perrodo/Rovera (Ferrari F488 GTE) - AF Corse - 1'38"997
28 - Gatting/Gostner/Frey (Ferrari 488) - Iron Lynx - 1'39"596
29 - Beretta/Ried/Picariello (Porsche 911) - Proton Competition - 1'39"617
30 - Griffin/Cameron/Scott (Ferrari 488) - Spirit of Race - 1'39"620
31 - Barker/Wainwright/Watson (Porsche 911) - Gulf Racing - 1'39"720
32 - Page/Trouillet/ (Duqueine M30Nissan) - Graff - 1'39"751
33 - Perel/Broniszewski/Cadei (Ferrari 488) - Kessel Racing - 1'39"767
34 - Laser/Fassbender/Lietz (Porsche 911) - Proton Competition - 1'39"770
35 - West/Ulrich/Görig (Ferrari 488) - AF Corse - 1'40"740
36 - Sales/Jeannette/Hutchison (Ferrari 488) - JMW Motorsport - 1'40"827

11 Ott [16:42]

Monza, gara
Hanson-Albuquerque campioni

Marco Cortesi

Monologo dello United Autosport a Monza nell'appuntamento italiano dell'European Le Mans Series. Le Oreca della squadra angloamericana hanno concluso ai primi due posti della 4 ore brianzola centrando anche i due titoli team e piloti con una gara d'anticipo. Il successo in gara (con la matematica certezza del titolo) è andato alla vettura partita in pole e guidata da Phil Hanson e Filipe Albuquerque, nonostante un contatto con uscita nella ghiaia della prima curva che aveva messo in difficoltà l'inglese. Subito dietro, il secondo esemplare di Will Owen, Alex Brundle e Job Van Uitert, nonostante un contatto con una Ferrari GT.

Per Hanson e Albuquerque si tratta di un risultato eccezionale considerando che ci sono solo cinque gare nel campionato: a dare loro il titolo, tre vittorie nei primi quattro appuntamenti e un podio nell'apertura di Monza. Ma il risultato è ancora più sensazionale se si pensa che i due hanno conquistato già la 24 Ore di Le Mans ed il WEC, sempre con una gara d'anticipo. Terzo e quarto posto dopo una battaglia di lunga durata per i team Dragonspeed e High Class. Alla fine, solo quattro decimi di vantaggio hanno dato il podio ad Hanley. Quinta, a meno di un secondo, la vettura del Cool Racing.

E' subito finita fuori gioco la la vettura che aveva lottato per la pole in qualifica: l'Oreca del team G-Drive è finita in testacoda alla prima variante, restando bloccata in bilico su un dissuasore, e riportando anche un danno rivelatosi fatale. Al volante, il patron Roman Rusinov, affiancato da Nyck De Vries e Mikkel Jensen. A lottare per la vetta inizialmente anche l'Oreca di Nico Jamin, a sua volta messo fuori gioco per una svista importante. Il francese del team Panis ha tamponato durante la safety-car iniziale la vettura del team Duquein di Jonathan Hirschi, che aveva preso il comando grazie ai contatti della prima ora.

In classe LMP3, successo per il team Inter Europol. La squadra polacca, che era stata chiamata nella notte a ricostruire la propria vettura LMP2 dopo un incidente nelle libere, ha chiuso al vertice della categoria cadetta con il duo Hippe/Lunardi. Secondo posto in volata per l'Eurointernational, con la scuderia di Novara portata in pista da Nicolas Maulini, Jacopo Baratto e Niko Kari. Pochi centesimi di distacco sul traguardo per Boyd/Gamble/Wheldon che guidano la corsa al titolo pur con una classifica nettamente accorciata.

In classe GTE successo per il team Kessel con Michal Broniszewski, David Perel e Niki Cadei che hanno agguantato il comando solitario della classifica sui secondi classificati, i Porschisti Beretta-Picariello-Ried. Terzo posto per il trio femminile dell'Iron Lynx che comprende Gostner/Gatting/Frey, ora terze anche in classifica. Contatto per l'altra Ferrari Iron Lynx, quella partita in pole con Piccini-Schiavoni-Pianezzola.

Domenica 11 ottobre, gara

1 - Hanson/Albuquerque (Oreca 07-Gibson) - UnitedAS - 135 giri
2 - Owen/Brundle/Van Utiert (Oreca 07-Gibson) - UnitedAS - 3"057
3 - Hedman/Hanley/Milesi (Oreca 07-Gibson) - DragonSpeed - 55"382
4 - Fjordbach/Andersen (Oreca 07-Gibson) - CoolR - 55"749
5 - Lapierre/Borga/Coigny (Oreca 07-Gibson) - CoolR - 56"249
6 - Canal/Jamin/Stevens (Oreca 07-Gibson) - Panis - 1'16"462
7 - Lafargue/Minassian/Bradley (Oreca 07-Gibson) - IDEC - 1'29"410
8 - Gommendy/Hirschi/Tereschenko (Oreca 07-Gibson) - Duqueine - 1'36"349
9 - Enqvist/Lancaster/Maini (Oreca 07-Gibson) - AlgarvePro - 1 giro
10 - Allen/Laurent/Cougnaud (Oreca 07-Gibson) - Graff - 1 giro
11 - Calderon/Flörsch/Visser (Oreca 07-Gibson) - RichardMille - 1 giro
12 - Falb/Trummer/Aubry (Oreca 07-Gibson) - AlgarvePro - 1 giro
13 - Smiechowski/Binder/Isaakyan (Ligier JSP217-Gibson) - InterEuropol - 1 giro
14 - Dracone/Campana (Oreca 07-Gibson) - BHK - 3 giri
15 - Hippe/Lunardi (Ligier JS P320-Nissan) - InterEuropol - 10 giri
16 - Kari/Maulini/Baratto (Ligier JS P320-Nissan) - Eurointernational - 10 giri
17 - Boyd/Gamble/Wheldon (Ligier JS P320-Nissan) - UnitedAS - 10 giri
18 - Garcia/Droux (Ligier JS P320-Nissan) - Realteam - 11 giri
19 - Capillaire/Robin/Robin (Ligier JS P320-Nissan) - Graff - 11 giri
20 - Hodes/Grist/Crews (Duqueine M30-Nissan) - Nielsen - 11 giri
21 - Hörr/Kirmann/Triller (Duqueine M30-Nissan) - DKR - 11 giri
22 - Broniszewski/Perel/Cadei (Ferrari 488) - Kessel - 11 giri
23 - Ried/Beretta/Picariello (Porsche 911) - Proton - 12 giri
24 - Gostner/Gatting/Frey (Ferrari 488) - Iron Lynx - 12 giri
25 - Cameron/Griffin/Scott (Ferrari 488) - AF Corse - 12 giri
26 - Wells/Noble (Duqueine M30-Nissan) - Nielsen - 12 giri
27 - Fassbender/Laser/Lietz (Porsche 911) - Proton - 13 giri
28 - Jakobsen/Dayson/Grinbergas (Ligier JS P320-Nissan) - RLR - 13 giri
29 - Jeannette/Sales/Hutchison (Ferrari 488) - JMW - 13 giri
30 - Veglia/Cloet/Paillot (Ligier JS P320-Nissan) - BHK - 14 giri
31 - Tappy/Bentley/Mcguire (Ligier JS P320-Nissan) - UnitedAS - 14 giri
32 - Trouillet/Sanjuan/Page (Duqueine M30-Nissan) - Graff - 36 giri
33 - Rusinov/Jensen/De Vries (Aurus 01-Gibson) - Gdrive - 84 giri
34 - Schiavoni/Pianezzola/Piccini (Ferrari 488) - Iron Lynx - 107 giri



10 Ott [19:32]

Monza, qualifica
Sesta di fila per Albuquerque

Marco Cortesi

Continua ad allungarsi anche a Monza l'ombra del team United Autosport sull'ELMS, con la scuderia americana che si sta "mangiando" il campionato pezzo per pezzo. Filipe Albuquerque ha infatti conquistato a Monza la sua sesta pole position consecutiva includendo anche quelle di fine stagione scorsa. Il pilota portoghese ha avuto ragione di Nyck De Vries per meno di un decimo, continuando il discorso iniziato a Spa 2019. De Vries, che al primo tentativo era riuscito a battere il rivale, si è dovuto accomodare dietro all'Oreca in pole con l'esemplare gemello schierato da Algarve Pro Racing per la struttura G-Drive.

Ottima prova anche per Konstantin Tereschenko. Il russo, ex World Series Renault, ha piazzato in seconda fila l'Oreca del team Duqueine precedendo la vettura del Cool Racing di Nicolas Lapierre. Top-5 anche per l'altra Oreca dello United Autosport. Da sottolineare in casa IDEC Sport il ritorno in pista del diesse Nicolas Minassian dopo che Paul-Loup Chatin è risultato positivo al Covid-19 pre-evento.

Anche nella LMP3 c'è stata una pole di United Autosports con Wayne Boyd. Il pilota britannico con la sua Ligier ha battuto l'altra vettura francese del team RLR di Malthe Jakobsen. Terza piazza per la prima Duqueine, quella di Laurents Hörr. Nona posizione di classe per la Ligier Eurointernational con Niko Kari, Jacopo Baratto ed il "bronze" Nicolas Maulini.

La pole in classe GTE è invece andata ad Andrea Piccini, che al timone e al volante per il suo team, Iron Lynx, si è messo dietro la prima delle Porsche Proton guidata dall'ufficiale Richard Lietz, che corre insieme all'attore Michael Fassbender. Terzo posto per la 911 gemella di Alessio Picariello, condivisa con Christian Ried e Michele Beretta.

Domenica 10 ottobre 2020, gara

1 - Hanson/Albuquerque/ (Oreca 07-Gibson) - United - 1'33"928
2 - Rusinov/Jensen/De Vries (Aurus 01 - Gibson) - Gdrive - 1'34"021
3 - Gommendy/Hirschi/Tereschenko (Oreca 07-Gibson) - Duqueine - 1'34"435
4 - Lapierre/Borga/Coigny (Oreca 07-Gibson) - Cool - 1'34"607
5 - Owen/Brundle/Van Uitert (Oreca 07-Gibson) - United - 1'35"087
6 - Allen/Laurent/Cougnaud (Oreca 07-Gibson) - Graff - 1'35"096
7 - Enqvist/Lancaster/Maini (Oreca 07-Gibson) - AlgarvePro - 1'35"181
8 - Lafargue/Minassian/Bradley (Oreca 07-Gibson) - IDEC - 1'35"191
9 - Canal/Jamin/Stevens (Oreca 07-Gibson) - Panis - 1'35"225
10 - Falb/Trummer/Aubry (Oreca 07-Gibson) - AlgarvePro - 1'35"338
11 - Calderon/Flörsch/Visser (Oreca 07-Gibson) - Mille - 1'35"437
12 - Hedman/Hanley/Milesi (Oreca 07-Gibson) - DragonSpeed - 1'35"558
13 - Dracone/Campana/ (Oreca 07-Gibson) - BHK - 1'35"902
14 - Fjordbach/Andersen/ (Oreca 07-Gibson) - HighClass - 1'36"063
15 - Boyd/Gamble/Wheldon (Ligier JSP320-Nissan) - United - 1'43"017
16 - Jakobsen/Dayson/Grinbergas (Ligier JSP320-Nissan) - RLR - 1'43"278
17 - Horr/Kirmann/Triller (Duqueine M30-Nissan) - DKR - 1'43"434
18 - Garcia/Droux/ (Ligier JSP320-Nissan) - Realteam - 1'43"700
19 - Tappy/Bentley/Mcguire (Ligier JSP320-Nissan) - United - 1'43"808
20 - Hodes/Grist/Crews (Duqueine M30-Nissan) - Nielsen - 1'43"941
21 - Wells/Noble/ (Duqueine M30-Nissan) - Nielsen - 1'43"955
22 - Hippe/Lunardi/ (Ligier JSP320-Nissan) - InterEuropol - 1'44"148
23 - Capillaire/Robin/Robin (Ligier JSP320-Nissan) - Graff - 1'44"160
24 - Kari/Maulini/Baratto (Ligier JSP320-Nissan) - Eurointernational - 1'44"294
25 - Veglia/Cloet/Paillot (Ligier JSP320-Nissan) - BHK - 1'45"136
26 - Trouillet/Sanjuan/Page (Duqueine M30-Nissan) - Graff - 1'45"632
27 - Schiavoni/Pianezzola/Piccini (Ferrari 488) - Iron Lynx - 1'46"113
28 - Fassbender/Laser/Lietz (Porsche 911 RSR) - Proton - 1'46"454
29 - Ried/Beretta/Picariello (Porsche 911 RSR) - Proton - 1'46"647
30 - Cameron/Griffin/Scott (Ferrari 488) - AF Corse - 1'46"711
31 - Gostner/Gatting/Frey (Ferrari 488) - Iron Lynx - 1'46"773
32 - Jeannette/Sales/Hutchison (Ferrari 488) - JMW - 1'46"971
33 - Smiechowski/Binder/Isaakyan (Ligier JSP320-Nissan) - InterEuropol - st
34 - Broniszewski/Perel/Cadei (Ferrari 488) - Kessel - st

30 Ago [9:05]

Le Castellet, gara
United Autosports sul filo del rasoio

Michele Montesano

Continua la striscia vincente in casa United Autosport nella ELMS. Il team diretto da Zak Brown e Richard Dean ha conquistato la terza vittoria consecutiva su tre gare finora disputate. A bissare il successo sul tracciato di Le Castellet è stato l’equipaggio composto da Felipe Albuquerque e Phil Hanson. Il tutto grazie al sorpasso del portoghese negli ultimi minuti di gara ai danni del malcapitato Jean-Eric Vergne. In LMP3 a spezzare l’egemonia United Autosports ci ha pensato il Realteam Racing con David Droux ed Esteban Garcia. Successo per la Ferrari dello Spirit of Race di Matt Griffin, Aaron Scott e Duncan Cameron in LMGTE.

A discapito del risultato finale, la gara di Albuquerque e Hanson non è stata affatto facile. L’inglese ha guidato il primo stint dietro la Safety Car per via della pista bagnata. All’avvio vero e proprio, il pilota United Autosports, complice una strategia non azzeccata, è scivolato nelle retrovie. Hanson non si è dato per vinto e, aiutato anche da un altro ingresso della vettura di sicurezza, ha recuperato il gap perso. Poi, ci ha pensato Albuquerque a risalire la china con un ritmo indiavolato.

L’ultima neutralizzazione dovuta allo spettacolare incidente, fortunatamente senza conseguenze, che ha visto capotare Loic Duval a Signes dopo un contatto con una LMP3, ha rimescolato ulteriormente le carte. Al restart tutti i piloti nelle prime posizioni hanno effettuato l’ultima sosta con Albuquerque che ha sostituito solamente uno pneumatico per recuperare tempo. La strategia di United Autosports ha funzionato: dapprima il pilota ha superato Will Stevens conquistando il secondo posto, poi in meno di mezz’ora Albuquerque ha recuperato il divario di nove secondi nei confronti di Vergne. Il pilota portoghese, a soli 3’40” dal termine della gara, ha superato il portacolori del G-Drive andando a conquistare il secondo successo stagionale.

In casa G-Drive non hanno assolutamente nulla da recriminare poiché la loro strategia e le loro soste sono state impeccabili. Semplicemente la loro Aurus 01 non è stata sufficientemente veloce nelle fasi cruciali di gara. Terzo posto per la compagine del Graff con Thomas Laurent, Alexandre Cougnaud James Allen che stanno affilando le armi in vista della 24 Ore di Le Mans. Il Panis Racing si è dovuto accontentare del quarto posto, dopo aver militato fino a metà gara nelle posizioni di vertice. A chiudere la Top-5 la Oreca superstite dell’Algarve Pro Racing di Simon Trummer, Gabriel Aubry e John Falb.

Anche in LMP3 la gara si è decisa nelle fasi finali. Questa volta ad uscire sconfitto è stato lo United Autosports. Il successo è andato al Realteam Racing di Garcia e Droux, quest’ultimo autore di uno stint finale perfetto. Il pilota del team svizzero ha superato Duncan Tappy a tredici minuti dalla bandiera a scacchi, il portacolori United Autosports non ha potuto far altro che accontentarsi del secondo posto. Più sfortunati i dominatori della prima parte di campionato Rob Wheldon, Wayne Boyd e Tom Gamble costretti al ritiro quando erano in testa. Hanno completato il podio Nigel Moore e Martin Hippe della Inter Europol.

Nuovo successo Ferrari in LMGTE, questa volta è stato lo Spirit of Race a salire sul gradino più alto del podio. L’equipaggio del Cavallino composto da Griffin, Scott e Cameron ha avuto la meglio sulla Porsche del Proton Competition di Alessio Picariello, Christian Ried e Michele Beretta. Terzo posto ancora per una Ferrari, quella delle “Iron Dames” di Michelle Gatting, Rahel Frey e Manuela Gostner.


Sabato 29 agosto 2020, gara

1 - Hanson/Albuquerque (Oreca 07-Gibson) - United Autosport - 118 giri
2 - Rusinov/Jensen/Vergne (Aurus 01–Gibson) - G-Drive - 2"618
3 - Allen/Laurent/Cougnaud (Oreca 07-Gibson) - Graff - 12"047
4 - Canal/Jamin/Stevens (Oreca 07-Gibson) - Panis - 17"673
5 - Falb/Trummer/Aubry (Oreca 07-Gibson) - Algarve Pro - 18"818
6 - Smiechowski/Binder/Isaakyan (Ligier JSP217-Gibson) - Inter Europol - 35"222
7 - Lafargue/Chatin/Bradley (Oreca 07-Gibson) - Idec - 40"722
8 - Owen/Brundle/Van Uitert (Oreca 07-Gibson) - United Autosport - 1'17"552
9 - Gommendy/Hirschi/Tereschenko (Oreca 07-Gibson) - Duqueine - 1'30"449
10 - Rojas/Hanley/Buret (Oreca 07-Gibson) - DragonSpeed - 1 giro
11 - Floersch/Visser (Oreca 07-Gibson) - Richard Mille - 1 giro
12 - Lapierre/Borga/Coigny (Oreca 07-Gibson) - Cool - 1 giro
13 - Fjordbach/Andersen (Oreca 07-Gibson) - High Class - 2 giri
14 - Dracone/Campana (Oreca 07-Gibson) - BHK - 4 giri
15 - Garcia/Droux (Ligier JS P3-Nissan) - Realteam - 7 giri
16 - Tappy/Bentley (Ligier JS P3-Nissan) - United Autosport - 7 giri
17 - Hippe/Moore (Ligier JS P3-Nissan) - Inter Europol - 7 giri
18 - Jakobsen/Dayson/Megennis (Ligier JS P3-Nissan) - RLR - 7 giri
19 - Hodes/Grist/Crews (Duqueine M30-Nissan) - Nielsen - 8 giri
20 - Cameron/Griffin/Scott (Ferrari F488 GTE EVO) - Spirit of Race - 8 giri
21 - Hörr/Kirmann/Triller (Duqueine M30-Nissan) - DKR - 8 giri
22 - Ried/Beretta/Picariello (Porsche 911 RSR) - Dempsey Proton - 8 giri
23 - Gostner/Frey/Gatting (Ferrari F488 GTE EVO) - Iron Lynx - 9 giri
24 - Broniszewski/Gomes/Perel (Ferrari F488 GTE EVO) - Kessel - 9 giri
25 - Kari/Maulini/Baratto (Ligier JS P3-Nissan) - EuroInternational - 9 giri
26 - Schiavoni/Mastronardi/Nielsen (Ferrari F488 GTE EVO) - Iron Lynx - 10 giri
27 - Ulrich/Serra/Görig ( (Ferrari F488 GTE EVO) - AF Corse - 10 giri
28 - Jeannette/Hutchison/Sales (Ferrari F488 GTE EVO) - JMW - 10 giri
29 - Capillaire/Robin/Robin (Ligier JS P3-Nissan) - Graff - 13 giri
30 - Trouillet/Sanjuan/Page (Duqueine M30-Nissan) - Graff - 19 giri
31 - Veglia/Fontana (Ligier JS P3-Nissan) - BHK - 22 giri

Giro veloce: Nicolas Lapierre 1'43"866

Ritirati
Enqvist/Duval/Lancaster
Wells/Noble
Boyd/Gamble/Wheldon

Il Campionato
1.Hanson/Albuquerque 68; 2.Owen/Brundle/Van Uitert 39; 3.Rusinov/Jensen 36; 4.Allen/Laurent/Cougnaud 35; 5.Canal/Jamin/Stevens 27; 6.De Vries 18; 7.Vergne 18; 8.Calderon/Negrao 18; 9.Falb/Trummer/Aubry 15; 10.Smiechowski/Binder/Isaakyan 15.

29 Ago [14:30]

Le Castellet, qualifica
Pole di Albuquerque, paura Fassbender

Michele Montesano

È stata la pioggia la grande protagonista nella qualifica della terza manche della ELMS. Sul tracciato del Paul Ricard a siglare il miglior crono è stata una vettura GT! La Porsche 911 del Proton Competition di Alessio Picariello, complice la pioggia caduta incessante nel corso delle qualifiche, ha fermato il cronometro a 1’54”508. Terza pole consecutiva per lo United Autosports in LMP2. In classe LMP3 David Droux è riuscito a strappare il miglior crono in extremis. Ma a tenere il fiato sospeso è stato il violento crash che ha visto protagonista la Porsche dell’attore Michael Fassbender, fortunatamente uscito illeso.

United Autosport ha continuato il suo dominio nella classe LMP2. Felipe Albuquerque è riuscito a strappare la pole nel suo ultimo tentativo a Jean-Eric Vergne. La sessione è stata interrotta, dopo 5 minuti, per via del ritiro di Anders Fjordbach. Il pilota dell’High Class Racing è arrivato largo andando a urtare il muretto esterno rompendo la sospensione della sua Oreca. Al restart tutti i piloti si sono dati battaglia per cercare di segnare almeno un crono valido. Ma la pioggia non ha reso facile il compito, numerosi sono stati i piloti andati in testacoda. Alla fine l’esperienza ha pagato con Albuquerque che ha avuto la meglio per soli 10 millesimi nei confronti di Vergne. Terza la Oreca del Duqueine con al volante Jonathan Hirschi.

Anche in LMP3 l’asfalto viscido ha scombinato le carte. A siglare la pole è stato Droux, il pilota del Realteam Racing ha soffiato la prima posizione a Malthe Jakobsen per soli 357 millesimi. Terzo posto per Duncan Tappy che ha preceduto il suo compagno di colori United Autosports Wayne Boyd. Quinta posizione per il team Eurointernational con Niko Kari.

Le qualifiche della LMGTE sono state interrotte per circa 40 minuti per via dell’incidente che ha visto protagonista Fassbender. Il pilota della Porsche, complice l’asfalto scivoloso, ha perso il controllo della sua vettura andando a sbattere violentemente contro le barriere, piegando addirittura i guardrail. Fortunatamente il pilota è uscito illeso, mentre i meccanici saranno chiamati a un duro lavoro per ripristinare la vettura in vista della gara di oggi pomeriggio. Alla ripresa è stato Picariello a mettere tutti in riga. L’italo-belga ha avuto la meglio sulla Ferrari di Nicklas Nielsen, chiamato a sostituire Andrea Piccini. Terzo Dániel Serra sulla Ferrari di AF Corse.


Sabato 29 agosto 2020, qualifica


1 - Ried/Beretta/Picariello (Porsche 911 RSR) - Dempsey Proton - 1'54"508
2 - Schiavoni/Pianezzola/Piccini (Ferrari F488 GTE EVO) - Iron Lynx - 1'54"790
3 - Ulrich/Serra/Görig ( (Ferrari F488 GTE EVO) - AF Corse - 1'54"901
4 - Broniszewski/Gomes/Perel (Ferrari F488 GTE EVO) - Kessel - 1'54"948
5 - Cameron/Griffin/Scott (Ferrari F488 GTE EVO) - Spirit of Race - 1'54"966
6 - Gostner/Frey/Gatting (Ferrari F488 GTE EVO) - Iron Lynx - 1'55"119
7 - Jeannette/Hutchison/Sales (Ferrari F488 GTE EVO) - JMW - 1'56"462
8 - Hanson/Albuquerque (Oreca 07-Gibson) - United Autosport - 1'56"951
9 - Rusinov/Jensen/Vergne (Aurus 01–Gibson) - G-Drive - 1'56"961
10 - Gommendy/Hirschi/Tereschenko (Oreca 07-Gibson) - Duqueine - 1'57"766
11 - Enqvist/Duval/Lancaster (Oreca 07-Gibson) - Algarve Pro - 1'57"803
12 - Owen/Brundle/Van Uitert (Oreca 07-Gibson) - United Autosport - 1'59"189
13 - Rojas/Hanley/Buret (Oreca 07-Gibson) - DragonSpeed - 2'00"164
14 - Lapierre/Borga/Coigny (Oreca 07-Gibson) - Cool - 2'00"876
15 - Allen/Laurent/Cougnaud (Oreca 07-Gibson) - Graff - 2'01"287
16 - Falb/Trummer/Aubry (Oreca 07-Gibson) - Algarve Pro - 2'01"719
17 - Floersch/Visser (Oreca 07-Gibson) - Richard Mille - 2'02"153
18 - Dracone/Campana (Oreca 07-Gibson) - BHK - 2'02"248
19 - Canal/Jamin/Stevens (Oreca 07-Gibson) - Panis - 2'03"096
20 - Lafargue/Chatin/Bradley (Oreca 07-Gibson) - Idec - 2'04"102
21 - Garcia/Droux (Ligier JS P3-Nissan) - Realteam - 2'07"207
22 - Jakobsen/Dayson/Megennis (Ligier JS P3-Nissan) - RLR - 2'07"564
23 - Tappy/Bentley (Ligier JS P3-Nissan) - United Autosport - 2'08"852
24 - Boyd/Gamble/Wheldon (Ligier JS P3-Nissan) - United Autosport - 2'09"149
25 - Kari/Maulini/Baratto (Ligier JS P3-Nissan) - EuroInternational - 2'09"367
26 - Hippe/Moore (Ligier JS P3-Nissan) - Inter Europol - 2'09"802
27 - Veglia/Fontana (Ligier JS P3-Nissan) - BHK - 2'09"889
28 - Capillaire/Robin/Robin (Ligier JS P3-Nissan) - Graff - 2'09"966
29 - Hodes/Grist/Crews (Duqueine M30-Nissan) - Nielsen - 2'10"741
30 - Wells/Noble (Duqueine M30-Nissan) - Nielsen - 2'12"256
31 - Hörr/Kirmann/Triller (Duqueine M30-Nissan) - DKR - 2'15"452
32 - Smiechowski/Binder/Isaakyan (Ligier JSP217-Gibson) - Inter Europol - 2'17"878
33 - Trouillet/Sanjuan/Page (Duqueine M30-Nissan) - Graff - 2'19"556
34 - Fjordbach/Andersen (Oreca 07-Gibson) - High Class - No time
35 - Fassbender/Laser/Lietz (Porsche 911 RSR) - Proton - No time

9 Ago [16:02]

Spa, gara
Nuova vittoria di Albuquerque-Hanson

Marco Cortesi

Vittoria per il team United Autosports e per Filipe Albuquerque e Phil Hanson nel secondo appuntamento della ELMS 2020, con il duo capitanato dal portoghese che a Spa-Francorchamps si è ripetuto dopo il successo dell'appuntamento a Le Castellet. Nelle prime fasi, a fare ladifferenza era stato Mikkel Jensen con la vettura del team G-Drive TDS. Il danese con una prima fase eccellente era riuscito a conquistare la prima posizione su Hanson, ma è stato artefice anche del successivo KO al termine di una gran battaglia con numerosi scambi di posizione. Prima passato per una "dormita" ad una ripartenza, Jensen è stato tradito da un sovrasterzo della sua Aurus-Oreca, finendo nelle barriere a Pouhon.

Battaglia per il secondo posto a causa di una Full Course Yellow finale. Il team Duqueine, commettendo un errore, non si è fermato per la sosta durante la neutralizzazione passando dalla seconda alla quarta piazza. Tristan Gommendy, in corsa con Jonathan Hirschi e Konstantin Tereschenko, è riuscito però a riguadagnare una posizione con uno spettacolare sorpasso su Will Stevens all'Eau Rouge, ma ha poi rimediato una foratura, che l'ha obbligato a quel punto a chiudere quarto mentre si preparava per attaccare la seconda piazza. La scuderia francese ha chiuso quarta davanti alla seconda Oreca United, penalizzata per aver spedito nelle barriere la Ferrari 488 del team Iron Lynx. Sesto posto per Andre Negrao, Beitske Visser e Tatiana Calderon.

Vittoria di United Autosports anche in classe LMP3 con il dominio di Wayne Boyd, Tom Gamble e Rob Wheldon su Lapierre/Borga/Coignye Smiechowski/Binder/Isaakyan. Per la GTE, doppietta Ferrari. Team Kessel al top con David Perel, Michael Broniszewski e Marcos Gomes anche grazie ad un testacoda della Porsche di Beretta/Ried/Picariello, con l'italiano bravo a limitare i possibili danni nell'uscita al Radillon. Seconda piazza per l'AF Corse con Perrodo-Collard-Newey, mentre in terza posizione ha concluso l'Aston Martin di Paul Dalla Lana, affiancato da Mathias Lauda e Augusto Farfus.

Domenica 9 agosto 2020, gara

1 - Hanson/Albuquerque/ (Oreca 07/Gibson) - United Autosports - 100 giri
2 - Allen/Laurent/Cougnaud (Oreca 07/Gibson) - Graff - 58”163
3 - Canal/Jamin/Stevens (Oreca 07/Gibson) - Panis Racing - 1'01.115
4 - Gommendy/Hirschi/Tereschenko (Oreca 07/Gibson) - Duqueine Team - 1'14.321
5 - Owen/Brundle/Uitert (Oreca 07/Gibson) - United Autosports - 1'23.874
6 - Calderon/Negrão/Visser (Oreca 07/Gibson) - Richard Mille - 1'26.147
7 - Lafargue/Chatin/Bradley (Oreca 07/Gibson) - IDEC Sport - 1'30.363
8 - Davidson/Gonzalez/Dennis (Oreca 07/Gibson) - JOTA - 2'02.400
9 - Falb/Trummer/Aubry (Oreca 07/Gibson) - Algarve Pro Racing - 1 Laps
10 - Lapierre/Borga/Coigny (Oreca 07/Gibson) - Cool Racing - 1 Laps
11 - Smiechowski/Binder/Isaakyan (Ligier JSP217/Gibson) - Inter Europol - 1 Laps
12 - Enqvist/Duval/Lancaster (Oreca 07/Gibson) - Algarve Pro Racing - 1 Laps
13 - Fjordbach/Andersen/ (Oreca 07/Gibson) - High Class Racing - 2 Laps
14 - Rojas/Hanley/Cullen (Oreca 07/Gibson) - DragonSpeed - 2 Laps
15 - Boyd/Gamble/Wheldon (Ligier JS P320/Nissan) - United Autosports - 5 Laps
16 - Wells/Noble/ (Duqueine M30 – D08/Nissan) - Nielsen Racing - 5 Laps
17 - Broniszewski/Perel/Gomes (Ferrari F488 GTE EVO) - Kessel Racing - 6 Laps
18 - Perrodo/Collard/Newey (Ferrari F488 GTE EVO) - AF Corse - 6 Laps
19 - Dalla Lana/Lauda/Farfus (Aston Martin VANTAGE AMR) - Aston Martin Racing - 7 Laps
20 - Fassbender/Laser/Lietz (Porsche 911 RSR) - Proton Competition - 7 Laps
21 - Cameron/Griffin/Scott (Ferrari F488 GTE EVO) - Spirit of Race - 7 Laps
22 - Erdos/Kari/Laskaratos (Ligier JS P320/Nissan) - Eurointernational - 7 Laps
23 - Capillaire/Robin/Robin (Ligier JS P320/Nissan) - Graff - 7 Laps
24 - Mcguire/Tappy/Bentley (Ligier JS P320/Nissan) - United Autosports - 7 Laps
25 - Hörr/Kirmann/Glorieux (Duqueine M30 – D08/Nissan) - DKR Engineering - 8 Laps
26 - Ried/Beretta/Picariello (Porsche 911 RSR) - Proton Competition - 8 Laps
27 - Jakobsen/Dayson/Megennis (Ligier JS P320/Nissan) - RLR MSport - 8 Laps
28 - Trouillet/Sanjuan/Page (Duqueine M30 – D08/Nissan) - Graff - 8 Laps
29 - Ulrich/West/Görig (Ferrari F488 GTE EVO) - AF Corse - 8 Laps
30 - Veglia/Fontana/Baratto (Ligier JS P320/Nissan) - BHK Motorsport - 9 Laps
31 - Gostner/Gatting/Frey (Ferrari F488 GTE EVO) - Iron Lynx - 9 Laps
32 - Jeannette/Sales/Hutchison (Ferrari F488 GTE EVO) - JMW Motorsport - 12 Laps
33 - Garcia/Droux/ (Ligier JS P320/Nissan) - Realteam Racing - 16 Laps
34 - Rusinov/Jensen/ (Aurus 01/Gibson) - G-Drive Racing - 24 Laps
35 - Hodes/Grist/Crews (Duqueine M30 –D08/Nissan) - Nielsen Racing - 26 Laps
36 - Flohr/Castellacci/ (Ferrari F488 GTE EVO) - AF Corse - 46 Laps
37 - Dracone/Campana/ (Oreca 07/Gibson) - BHK Motorsport - 48 Laps
38 - Schiavoni/Pianezzola/Piccini (Ferrari F488 GTE EVO) - Iron Lynx - 83 Laps
39 - Moore/Hippe/ (Ligier JS P320/Nissan) - Inter Europol Competition - 94 Laps

8 Ago [21:37]

Spa, qualifica
Ancora Albuquerque in pole

Marco Cortesi

Doppietta dello United Autosports nella qualifica per la 4 ore di Spa-Francorchamps dell’European Le Mans Series. A segnare la pole è stato Filipe Albuquerque, in forma smagliante avendo ottenuto lo stesso risultato nell’apertura di Paul Ricard e nelle ultime due tappe del 2019 sempre per la compagine di Zak Brown. Seconda posizione per Job Van Uitert, con il giovane olandese in ottima forma anche grazie alla scelta del team di usare un set extra di gomme nuove.

Al terzo posto la prima delle vetture nei colori del team G-Drive, gestita da TDS e pilotata da Mikkel Jensen, con il danese staccato di soli 4 millesimi da Van Uitert. Buona prova per Konstantin Tereschenko. L’ex pilota World Series ha piazzato al quarto posto la vettura del team Duqueine, mentre un giro veloce nel finale ha portato in top-5 Anthony Davidson sull’Oreca del team Jota. Il britannico è risultato il migliore dei portabandiera Goodyear dietro alle prime due file gommate Michelin.

Il team United Autosports ha centrato la pole anche in LMP3, con Wayne Boyd al top con la nuova Ligier JSP320. Seconda la Duqueine C08/M30, vettura nata come evoluzione della precedente Norma M30. In GTE, gran prova di Richard Lietz, che ha fatto valere il suo peso di ufficiale mettendo al top la 911 che divide con Felipe Laser e con l’attore Michael Fassbender. Secondo e terzo posto per due Ferrari, nell’ordine per il team Kessel con David Perel e per Iron Lynx col patron Andrea Piccini. Quinta piazza per l’Aston Martin Vantage di Augusto Farfus.

Da sottolineare il debutto tra le fila del team Richard Mille di Beitske Visser. L’olandese ha sostituito nell’equipaggio tutto al femminile del team ideato dall’”orologiaio” svizzero l’infortunata Katherine Legge. Tra gli italiani, ottimo decimo posto in LMP2 per Francesco Dracone e Sergio Campana. Un po’ più indietro la LMP3 di Baratto-Fontana-Veglia. Sesta posizione nella stessa categoria per il team Eurointernational.

Sabato 8 agosto 2020, qualifica

1 - Hanson/Albuquerque (Oreca-Gibson) - UnitedAS - 2'03"298
2 - Owen/Brundle/Van Uitert (Oreca-Gibson) - UnitedAS - 2'03"817
3 - Rusinov/Jensen (Aurus 01 - Gibson) - G-Drive - 2'03"821
4 - Gommendy/Hirschi/Tereschenko (Oreca-Gibson) - Duqueine - 2'03"828
5 - Davidson/Gonzalez/Dennis (Oreca-Gibson) - JOTA - 2'04"423
6 - Rojas/Hanley/Cullen (Oreca-Gibson) - DragonSpeed - 2'04"483
7 - Enqvist/Duval/Lancaster (Oreca-Gibson) - Algarve Pro - 2'04"644
8 - Lafargue/Chatin/Bradley (Oreca-Gibson) - IDEC Sport - 2'04"912
9 - Lapierre/Borga/Coigny (Oreca-Gibson) - Cool Racing - 2'05"047
10 - Dracone/Campana (Oreca-Gibson) - BHK - 2'05"156
11 - Falb/Trummer/Aubry (Oreca-Gibson) - Algarve Pro - 2'05"200
12 - Allen/Laurent/Cougnaud (Oreca-Gibson) - Graff - 2'05"253
13 - Canal/Jamin/Stevens (Oreca-Gibson) - Panis - 2'05"442
14 - Calderon/Negrão/Visser (Oreca-Gibson) - Richard Mille Team - 2'05"628
15 - Fjordbach/Andersen (Oreca-Gibson) - HCR - 2'05"682
16 - Smiechowski/Binder/Isaakyan (Ligier-Gibson) - Inter Europol - 2'05"994
17 - Boyd/Gamble/Wheldon (Ligier LMP3-Nissan) - UnitedAS - 2'12"634
18 - Hörr/Kirmann/Glorieux (Duqueine LMP3-Nissan) - DKR - 2'13"519
19 - Garcia/Droux (Ligier LMP3-Nissan) - Realteam - 2'14"240
20 - Mcguire/Tappy/Bentley (Ligier LMP3-Nissan) - UnitedAS - 2'14"520
21 - Jakobsen/Dayson/Megennis (Ligier LMP3-Nissan) - RLR - 2'14"559
22 - Erdos/Kari/Laskaratos (Ligier LMP3-Nissan) - Eurointernational - 2'14"625
23 - Wells/Noble (Duqueine LMP3-Nissan) - Nielsen - 2'14"954
24 - Hodes/Grist/Crews (Duqueine LMP3-Nissan) - Nielsen - 2'14"967
25 - Moore/Hippe (Ligier LMP3-Nissan) - Inter Europol - 2'15"122
26 - Veglia/Fontana/Baratto (Ligier LMP3-Nissan) - BHK - 2'15"375
27 - Capillaire/Robin/Robin (Ligier LMP3-Nissan) - Graff - 2'16"246
28 - Trouillet/Sanjuan/Page (Duqueine LMP3-Nissan) - Graff - 2'17"328
29 - Fassbender/Laser/Lietz (Porsche 911 RSR) - Proton - 2'17"778
30 - Broniszewski/Perel/Gomes (Ferrari F488) - Kessel - 2'17"994
31 - Schiavoni/Pianezzola/Piccini (Ferrari F488) - Iron Lynx - 2'18"090
32 - Dalla Lana/Lauda/Farfus (Aston Martin VANTAGE AMR) - AMR - 2'18"140
33 - Ried/Beretta/Picariello (Porsche 911 RSR) - Proton - 2'18"167
34 - Cameron/Griffin/Scott (Ferrari F488) - Spirit of Race - 2'18"490
35 - Perrodo/Collard/Newey (Ferrari F488) - AF Corse - 2'18"804
36 - Gostner/Gatting/Frey (Ferrari F488) - Iron Lynx - 2'19"178
37 - Ulrich/West/Görig (Ferrari F488) - AF Corse - 2'20"374
38 - Jeannette/Sales/Hutchison (Ferrari F488) - JMW - 2'20"706
39 - Flohr/Castellacci (Ferrari F488) - AF Corse - 2'22"840

20 Lug [10:13]

Le Castellet, Graff penalizzato
Il team perde il secondo posto

Michele Montesano

Dai festeggiamenti alla doccia fredda: questa la sintesi del weekend di Le Castellet della ELMS per il team Graff. La squadra è stata sanzionata per non aver rispettato il tempo minimo di guida. Il pilota Silver Alexandre Cougnaud ha corso per 1:03’54” contro l’ora e dieci minuti previsti dal regolamento. I commissari, constatata l’infrazione, non hanno potuto far altro che penalizzare l’Oreca 07 Gibson. Considerando il miglior tempo sul giro di Cougnaud (1’41”811) e i 6’6” in meno di guida del pilota, al Graff sono stati sommati tre giri in più alla classifica finale. L’equipaggio composto da Thomas Laurent, James Allen e lo stesso Cougnaud è sceso così al nono posto.

A salire sul secondo gradino del podio è stato il G-Drive di Roman Rusinov, Nyck De Vries e Mikkel Jensen. Terza l’altra Oreca dello United Autosports di Felipe Albuquerque e Phil Hanson, autori di un weekend perfetto offuscato solamente da una foratura avvenuta nelle ultime fasi di gara.

Domenica 19 luglio 2020, gara

1 - Owen/Brundle/Van Uitert (Oreca 07-Gibson) - United Autosport - 132 giri
2 - Rusinov/Jensen/De Vries (Aurus 01–Gibson) - G-Drive - 21"146
3 - Hanson/Albuquerque (Oreca 07-Gibson) - United Autosport - 34"073
4 - Lapierre/Borga/Coigny (Oreca 07-Gibson) - Cool - 50"418
5 - Calderon/Negrao (Oreca 07-Gibson) - Richard Mille - 1'26"960
6 - Enqvist/Duval/Lancaster (Oreca 07-Gibson) - Algarve Pro - 1 giro
7 - Smiechowski/Binder/Isaakyan (Ligier JSP217-Gibson) - Inter Europol - 1 giro
8 - Rojas/Hanley/Cullen (Oreca 07-Gibson) - DragonSpeed - 1 giro
9 - Allen/Laurent/Cougnaud (Oreca 07-Gibson) - Graff - 17"104
10 - Falb/Trummer/Aubry (Oreca 07-Gibson) - Algarve Pro - 3 giri
11 - Boyd/Gamble/Wheldon (Ligier JS P3-Nissan) - United Autosport - 10 giri
12 - Hippe/Moore (Ligier JS P3-Nissan) - Inter Europol - 10 giri
13 - Jakobsen/Dayson (Ligier JS P3-Nissan) - RLR - 11 giri
14 - Garcia/Droux (Ligier JS P3-Nissan) - Realteam - 11 giri
15 - Capillaire/Robin/Robin (Ligier JS P3-Nissan) - Graff - 11 giri
16 - Brajnik/Hoogenboom (Ligier JS P3-Nissan) - EuroInternational - 11 giri
17 - Ried/Beretta/Picariello (Porsche 911 RSR) - Dempsey Proton - 11 giri
18 - McGuire/Tappy/Bentley (Ligier JS P3-Nissan) - United Autosport - 12 giri
19 - Broniszewski/Cadei/Perel (Ferrari F488 GTE EVO) - Kessel - 12 giri
20 - Gostner/Frey/Gatting (Ferrari F488 GTE EVO) - Iron Lynx - 12 giri
21 - Hodes/Grist/Crews (Duqueine M30-Nissan) - Nielsen - 12 giri
22 - Veglia/La Mazza (Ligier JS P3-Nissan) - BHK - 12 giri
23 - Fannin/Hutchison/Abbott (Ferrari F488 GTE EVO) - JMW - 12 giri
24 - Hörr/Kirmann/Triller (Duqueine M30-Nissan) - DKR - 13 giri
25 - Ulrich/West/Görig ( (Ferrari F488 GTE EVO) - AF Corse - 13 giri
26 - Schiavoni/Pianezzola/Piccini (Ferrari F488 GTE EVO) - Iron Lynx - 13 giri
27 - Fassbender/Laser/Lietz (Porsche 911 RSR) - Proton - 17 giri
28 - Trouillet/Sanjuan/Page (Duqueine M30-Nissan) - Graff - 19 giri

Giro veloce: Felipe Albuquerque 1'38"268

Ritirati
Fjordbach/Andersen (Oreca 07-Gibson) - High Class -
Dalla Lana/Lauda/Gunn (Aston Martin Vantage AMR) - AMR -
Gommendy/Hirschi/Tereschenko (Oreca 07-Gibson) - Duqueine -
Canal/Jamin/Stevens (Oreca 07-Gibson) - Panis -
Dracone/Campana (Oreca 07-Gibson) - BHK -
Cameron/Griffin/Scott (Ferrari F488 GTE EVO) - Spirit of Race -
Lafargue/Chatin/Bradley (Oreca 07-Gibson) - Idec -
Wells/Noble (Duqueine M30-Nissan) - Nielsen -

Il Campionato
1.Owen/Brundle/Van Uitert 25; 2.Rusinov/Jensen/De Vries 18; 3.Hanson/Albuquerque 16; 4.Lapierre/Borga/Coigny 12; 5.Calderon/Negrao 10; 6.Enqvist/Duval/Lancaster 8; 7.Smiechowski/Binder/Isaakyan 6; 8.Rojas/Hanley/Cullen 4; 9.Allen/Laurent/Cougnaud 2; 10.Falb/Trummer/Aubry 1.

PrecedentePagina 1 di 10Successiva

News

elms
v

PrimaPrecedentePagina 1 di 2SuccessivaUltima
PrimaPrecedentePagina 1 di 2SuccessivaUltima

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone