12 Nov [15:15]

Yas Marina – Qualifica
Vettel eguaglia Mansell

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Antonio Caruccio

Sebastian Vettel conquista la pole position nelle qualifiche di Abu Dhabi precedendo Lewis Hamilton nel diciottesimo e penultimo round della stagione 2011 di questo mondiale Formula 1.

Q3
Vettel conquista la pole position all’ultimo secondo strappandola ad Hamilton che l’aveva nelle sue mani sin dalla prove di venerdì. Nel suo giro, l’inglese ha commesso un’imperfezione nel secondo settore, dando così l’opportunità al campione tedesco di ottenere la sua quattordicesima pole position stagionale, eguagliando il record del 1992 di Nigel Mansell. Seconda fila per i rispettivi compagni di squadra, con Button terzo a precedere Webber. Terza linea tutta Ferrari, con Alonso davanti a Massa, ma distaccati di sei decimi, per lo spagnolo, ed addirittura oltre un secondo il brasiliano. Seguono le Mercedes e le Force India, con Di Resta che non ha disputato nemmeno un giro cronometrato.

Q2
La sessione viene interrotta a nove minuti dalla fine per un birillo di delimitazione saltato dopo un contatto. Per rimuoverlo la direzione da bandiera rossa. Sempre Hamilton al Top in 1’38”434, di un decimo davanti a Vettel, sei su Alonso. Senza il piloncino, i piloti riescono a tagliare la traiettoria, come mostra Massa. Di Resta sfiora le barriere nel tentativo di accedere al Q3. Al termine della tranche non cambiano le posizioni di alta classifica, con le Sauber di Perez e Kobayashi eliminate, le Renault di Senna e Petrov, le Toro Rosso di Alguersuari e Buemi, oltre alla Williams di Maldonado, che affiancherà Barrichello in ultima fila data la penalità per la sostituzione del motore. Accedono all’ultima tranche le Force India e le Mercedes.

Q1
Hamilton continua a registrare il miglior tempo, è l’unico pilota a scendere sotto il muro del minuto e 40, col crono di 1’39”782, precedendo di ben quattro decimi Webber ed il compagno Button. Quarto Vettel, davanti all’ottimo Sutil con la Force India, su gomme morbide come Petrov, il compagno Di Resta ed Alguersiari. Decima la prima Ferrari, di Alonso, tredicesimo Massa. Venogno eliminate senza sorprese le Lotus, le Virgin e le HRT, con anche la Williams di Barrichello che non prende parte alla sessione per un problema al motore presentatosi nelle prove libere al mattino. Per tre decimi si è salvato Schumacher, con Kovalainen e Trulli molto vicini alla zona taglio, con l’abruzzese ancora non a proprio agio con la sua T129.

Nella foto, Sebastian Vettel (Photo Pellegrini)

Lo schieramento di partenza

1. fila
Sebastian Vettel (Red Bull RB7-Renault) - 1'38"481 – Q3
Lewis Hamilton (McLaren MP4/26-Mercedes) - 1'38"622 – Q3
2. fila
Jenson Button (McLaren MP4/26-Mercedes) - 1'38"631 – Q3
Mark Webber (Red Bull RB7-Renault) - 1'38"858 – Q3
3. fila
Fernando Alonso (Ferrari 150) - 1'39"058 – Q3
Felipe Massa (Ferrari 150) - 1'39"695 – Q3
4. fila
Nico Rosberg (Mercedes MGP W02) - 1'39"773 – Q3
Michael Schumacher (Mercedes MGP W02) - 1'40"662 – Q3
5. fila
Adrian Sutil (Force India VJM04-Mercedes) – 1’40”768 – Q3
Paul Di Resta (Force India VJM04-Mercedes) – Senza tempo – Q3
6. fila
Sergio Perez (Sauber C30-Ferrari) - 1'40"874 – Q2
Vitaly Petrov (Renault R31) - 1'40"919 – Q2
7. fila
Sebastien Buemi (Toro Rosso STR6-Ferrari) - 1'41"009 – Q2
Bruno Senna (Renault R31) - 1'41"079 – Q2
8. fila
Jaime Alguersuari (Toro Rosso STR6-Ferrari) - 1'41"162 – Q2
Kamui Kobayashi (Sauber C30-Ferrari) - 1'41"240 – Q2
9. fila
Heikki Kovalainen (Lotus T129-Renault) - 1'42"979 – Q1
Jarno Trulli (Lotus T129-Renault) – 1’43”884 – Q1
10. fila
Timo Glock (Virgin VR02-Cosworth) - 1'44"515 – Q1
Daniel Ricciardo (Hispania F111-Cosworth) - 1'44"641 – Q1
11. fila
Jerome D'Ambrosio (Virgin VR02-Cosworth) - 1'44"699 – Q1
Vitantonio Liuzzi (Hispania F111-Cosworth) - 1'45"159 – Q1
12. fila
Rubens Barrichello (Williams FW33-Cosworth) – Senza tempo – Q1
Pastor Maldonado (Williams FW33-Cosworth) - 1'41"760 – Q2 *

Indica la penalità di 10 posizioni

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone