GT World Challenge

La corazzata del Gran Turismo
parte dal circuito di Monza

Dimenticati i problemi derivanti dal Covid che avevano modificato il calendario 2020, tanto che la prima gara Endurance ...

Leggi »
Rally

Nel Rally di Sanremo, vittoria
a tavolino per la Hyundai di Breen

Una gara bella e combattuta come nelle migliori tradizioni del 68.Rallye Sanremo, una battaglia sul filo dei secondi che si è...

Leggi »
formula 1

La battaglia di Hamilton contro il
razzismo e per una F1 più inclusiva

In una bella intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, Lewis Hamilton parla di sé e del suo impegno a favore delle min...

Leggi »
Formula E

Tra conferme e attese,
il punto sulla griglia Gen3

"Se potessi chiedere due cose, vorrei una squadra italiana e la Tesla. Con Tesla sarà difficile, perché Elon Musk ha alt...

Leggi »
formula 1

Cancellare la gara in Bahrain,
l'obiettivo di Mazepin per Imola

Il Gran Premio dell'Emilia Romagna sarà il secondo in Formula 1 per Nikita Mazepin, o forse il primo reale. Quello d'...

Leggi »
formula 1

La nuova vita di Brivio in Alpine:
"Della F1 mi ha attirato la sfida"

Per Davide Brivio il Gran Premio del Bahrain del 28 marzo è stato il primo da "addetto ai lavori" in Formula 1, dop...

Leggi »
30 Mag [13:13]

Monza - Gara 1
Rosenqvist tiene duro

Marco Cortesi

Dalla pole alla vittoria per Felix Rosenqvist. Il pilota del team Prema, che aveva dominato la qualifica, è riuscito a conquistare il successo nella prima gara del weekend a Monza. Una corsa che ha avuto molte sorprese, molti contatti ma soprattutto una seconda partenza lanciata dopo una safety-car iniziale. A dare il via alle ostilità è stato un contatto tra Markus Pommer, rimasto fermo in griglia, e Artur Janosz, anche se dopo il re-start, Rosenqvist ha comandato dall'inizio alla fine. Solo un attacco per lui, subito da Mikkel Jensen alla Roggia nelle fasi conclusive e che l'ha messo al sicuro per via di un danno riportato dal tedesco, arrivato troppo vicino finendo per "pizzicare il rivale ".

Al terzo posto si è mantenuto Jake Dennis, autore di un gran bel recupero e arrivato ad un passo dalla seconda piazza, mentre per la quarta posizione una grande battaglia ha coinvolto diversi nomi di punta del campionato. Al traguardo, nella posizione si è presentato Antonio Giovinazzi, che è però sotto investigazione per un contatto nel finale l'ha visto stringere e toccare Lance Stroll, poi finito in testacoda.

Giovinazzi a quel punto sesto, ha poi approfittato coraggiosamente di un attacco da parte di Charles Leclerc ai danni di Raoul Hyman che ha portato il monegasco a bloccare e a finire lungo alla Roggia. Della lotta per le parti alte della classifica ha comunque fatto parte anche Santino Ferrucci, che ha però finito per tamponare Dennis nel disperato tentativo di resistere al suo assalto. Settimo, dietro ad Hyman, ha così chiuso Pietro Fittipaldi, mentre George Russell ha preceduto Brandon Maisano, Arjun Maini e Stroll.

Quindicesimo posto alla fine per Michele Beretta, che ha preceduto Matthew Rao, Tatiana Calderon e Alessio Lorandi. A dispetto di due testacoda è riuscito a rimettersi alla caccia del gruppo. Come detto, tante le toccate viste in pista. Callum Ilott si è toccato sia con Maximilian Gunther che con Mahaveer Raghunathan, mentre proprio un'incomprensione tra l'alfiere del team Mucke e Sergio Sette Camara ha spedito il brasiliano contro Kang Ling in Roggia. KO tra gli altri anche Sam MacLeod e Dorian Boccolacci, mentre Alexander Albon è stato costretto a partire attardato dopo un intervento dell'ultimo minuto ai box.

Sabato 30 maggio 2014, gara 1

1 - Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Prema - 19 giri
2 - Mikkel Jensen (Dallara-Mercedes) - Mucke - 1"131
3 - Jake Dennis (Dallara-Mercedes) - Prema - 1"529
4 - Antonio Giovinazzi (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 5"265
5 - Charles Leclerc (Dallara-Volkswagen) - Van Amersfoort - 5"316
6 - Raoul Hyman (Dallara-Mercedes) - West-Tec - 5"693
7 - Pietro Fittipaldi (Dallara-Mercedes) - Fortec - 6"056
8 - George Russell (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 6"473
9 - Brandon Maisano (Dallara-Mercedes) - Prema - 7"492
10 - Arjun Maini (Dallara-Volkswagen) - Van Amersfoort - 13"755
11 - Lance Stroll (Dallara-Mercedes) - Prema - 15"54
12 - Ryan Tveter (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 17"412
13 - Gustavo Menezes (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 19"691
14 - Hongwei Cao (Dallara-Mercedes) - Fortec - 24"927
15 - Michele Beretta (Dallara-Mercedes) - Mucke - 25"446
16 - Matthew Rao (Dallara-Mercedes) - Fortec - 26"48
17 - Tatiana Calderón (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 36"637
18 - Alessio Lorandi (Dallara-Volkswagen) - Van Amersfoort - 42"686
19 - Nicolas Pohler (Dallara-Mercedes) - DoubleR - 46"855
20 - Callum Ilott (Dallara-Volkswagen) - Carlin - 48"296
21 - Alexander Albon (Dallara-Volkswagen) - Signature - 1 Lap

Giro più veloce: Charles Leclerc - 1'44"082

Ritirati
14° giro - Mahaveer Raghunathan
13° giro - Santino Ferrucci
12° giro - Nabil Jeffri
11° giro - Fabian Schiller
5° giro - Maximilian Günther
5° giro - Julio Moreno
4° giro - Matt Solomon
4° giro - Sergio Sette Camara
4° giro - Kang Ling
3° giro - Sam MacLeod
3° giro - Dorian Boccolacci
2° giro - Markus Pommer
0 giri - Artur Janosz

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone