formula 1

Imola - Libere 2
Bottas leader, Leclerc sbatte

Valtteri Bottas è il dominatore della prima giornata di prove libere del GP dell'Emilia Romagna a Imola. Il finlandese ha...

Leggi »
formula 1

Imola - Libere 1
Mercedes davanti, Ferrari vicina

Prima sessione libera molto combattuta a Imola per il Gran Premio dell'Emilia Romagna. I piloti non si sono risparmiati, ...

Leggi »
formula 1

Weekend F1 ridotti a due giorni,
il boss Domenicali ha detto no

Weekend Formula 1 di due giorni, il piano è ormai nel cestino. Lo ha confermato il nuovo boss Stefano Domenicali, in un video...

Leggi »
indycar

L'IndyCar al via
Tanto talento, in cerca di personalità

L'IndyCar 2021 partirà dal Barber Motorsports Park questo weekend, con la tappa d'apertura della stagione in programm...

Leggi »
Super Trofeo Lamborghini

Parte da Monza con il pieno
di iscritti la stagione 2021

Sei doppi appuntamenti, 12 gare e una entry list di 16 team, con oltre 30 equipaggi al via e 15 rookie. Sono alcuni dei numer...

Leggi »
formula 1

AlphaTauri, aria di casa a Imola:
si punta al 5° posto nel Mondiale

L'autodromo di Imola dista solo 15 chilometri dalla sede di Faenza: l'AlphaTauri gioca davvero in casa al Gran Premio...

Leggi »
28 Feb [8:58]

Che paura per Lynn
Portato in ospedale, ma già dimesso

E' passato quasi inosservato il botto di Alex Lynn nella seconda gara della Formula E a Diriyah, ma il pilota inglese è stato protagonista di un'uscita di pista impressionante che ha preoccupato gli addetti ai lavori. L'incidente è avvenuto pochi metri dietro il contatto tra Maxi Gunther e Tom Blomqvist, ed è sfuggito alle telecamere ufficiali.

Lynn è decollato, finendo sottosopra e strisciando capovolto contro le barriere, a velocità piuttosto sostenuta. Anche in questo caso, l'Halo ha offerto una grande protezione al pilota. Estricato dall'abitacolo della sua Mahindra, Lynn è stato trasportato in ospedale per controlli precauzionali, prima di venire dimesso. Sarà regolarmente al via dell'appuntamento di Roma.

Da sottolineare l'altruismo di Mitch Evans che, nonostante potesse continuare, ha proseguito sino a raggiungere la vettura dell rivale ed è corso a soccorrerlo compromettendo il suo risultato finale. 


Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone